Instagram

La star di Una mamma per amica Kelly Bishop ci parla del “viaggio” di Emily, del discorso che ha odiato e dei possibili futuri episodi.

Martedì 13 Dicembre 2016

Una mamma per amica: Di nuovo insieme

"Diventano così vicine come non lo sono mai state" dice l’attrice a The Hollywood Reporter riguardo il suo personaggio e al suo rapporto con la sua unica figlia, Lorelai (Lauren Graham).

[Attenzione: questo articolo contiene spoiler dalle quattro puntate di Una mamma per amica: di nuovo insieme.]

Si è discusso molto per le quattro paroline finali di Una mamma per amica: di nuovo insieme, ma ci sono altri pezzi di dialoghi memorabili dal revival di Netflix che ha sorpreso molti spettatori, sentire pronunciare “stronzate” da Emily Gilmore (Kelly Bishop) - più di una volta.

La scioccante scelta di parole di Emily arriva sotto forma di un accanito sfogo scagliato senza tante cerimonie contro un artificio del gruppo delle una volta amate Figlie della Rivoluzione Americana. La sua uscita era solo l’inizio del restauro della sua nuova vita dopo la morte di suo marito, per 50 anni, Richard (lo scomparso Edward Herrmann). Emily inoltre mette la casa di Hartford in vendita, si trasferisce a Nantucket in modo permanente in quella che era la casa in affitto per le vacanze di Richard, e comincia a lavorare come guida turistica al museo cittadino sulla caccia alla balena, invece di inveire su “artifici e stronzate,” preferisce usare le sue doti dialettiche per farne buon uso, parlando ai frequentatori del museo di “secchi di sangue” derivati dalla caccia alle balene e altri fatti storici.

Ma per quanto possa cambiare la vita di Emily, qualcosa rimane la stessa, insiste che Lorelai (Lauren Graham) e il suo nuovo marito Luke (Scott Patterson) le facciano visita a Nantucket per due settimane ogni estate e una settimana a Natale in cambio del denaro di cui Lorelai ha bisogno per espandere il Dragonfly Inn.

The Hollywood Reporter
parla con la Bishop sulla sorprendente Emily, quella “pazza” domestica e alla possibilità di altri episodi.

Hai già visto tutti i quattro episodi prima della loro uscita?
No, due settimane fa avevamo la premiere a Los Angeles e abbiamo visto solo il primo episodio, di cui sono molto entusiasta. Ho pensato che fosse ottimo. E poi, la notte scorsa, sono negata con la tecnologia, sono andata su Netflix e qualcosa è successo, ho schiacciato qualcosa di sbagliato ed è diventato tutto sempre più scuro e ho aspettato che venisse il tecnico. L’abbiamo visto lo stesso, ma era così scuro, è stato difficile da vedere. Ma il tecnico l’ha sistemato e probabilmente guarderemo le prossime due… Quindi per ora ho visto solo i primi due.

Quindi cosa sai già quali siano le quattro parole finali? Ho sentito che non c’erano nella sceneggiatura quindi qual’è stata la tua reazione?

Alla fine ho chiesto e non ero sicura di volere una risposta diretta. (Ride) La mia reazione è stata “Mmm, ora sì che è interessante”. Non ho avuto alcuna grande reazione a riguardo.

Riguardo al revival, Emily è uno dei personaggi che cambia di più a causa della morte di Richard. Cosa significa per te scoprire questo lato di Emily e affrontare questi stati del lutto con lei?
Ero felicissima di ciò che avevano scritto, davvero. Ho solo pensato che fosse così interessante. E mi è piaciuto che Emily si evolve e cresca e prova a trovare se stessa e tutti gli stadi del lutto tra il dolore e la perdita e la rabbia e la confusione e provare a scoprire quale sia il passo successivo per lei. E’ stato magnifico per me perché è arrivata davvero in un altro posto. Dove avevamo Ed non ancora scomparso e c’era il personaggio (non ancora scomparso), probabilmente eravamo sullo stesso piano, c’eravamo sempre eravamo incastrati nelle nostre vite. Certamente mi manca Ed e amava quello che aveva fatto - mi spezza il cuore il fatto che se ne sia andato e che non abbia potuto farlo - ma ha contribuito ad un viaggio interessante per Emily.

Una delle scene più sorprendenti è stata la grande sfuriata all’incontro con le Figlie della Rivoluzione Americana. Cosa pensi l’abbia fatta andare in bestia in quel momento e fatto pensare di lasciare alle spalle una cosa che è stata parte della sua vita per così tanto tempo?
Lo ha detto ad alta voce mentre se ne stava andando. Ha detto “Tutto questo è morto con Richard”. Molte cose riguardo Emily sono difficili e lei non è il tipo di persona con il quale vorrei essere amica, ma una cosa che posso dire su di lei è che quando cerco di trovarne i lati positivi e che lei è davvero onesta. Non ricordo di aver mai fatto un episodio in cui lei abbia davvero mentito o fatto qualcosa di sospetto. Non ha mai fatto nulla di ingannevole, è semplicemente andata avanti. E dice la verità. Non vede altre prospettive. Ovviamente queste donne non sono veramente sue amiche, sono il suo circolo sociale, insieme al suo club del giardinaggio, a quanto pare, e qualunque country club o altra cosa a cui appartenga. Ma non sono amiche, quindi non ha alcuna ragione di indugiare ancora con loro e vede tutto dalla giusta prospettiva. Lei ha, veramente, tutto il tempo. Vede l’ipocrisia nel loro comportamento. Non so se non sia d’accordo con tutto ciò nei suoi giorni passati - era così che erano. Ora semplicemente guarda alla sua vita e si chiama fuori in quel modo. Adoro ciò che ha fatto.
Soprattutto Carolyn Hennessy che interpreta Toni, la adoro. Era azzeccata. Chiaro, perfino quando facevamo la scena, pensavo che noi due stavamo andando avanti e indietro durante lo show. A questo punto Emily dice “Ormai non mi interessa più di tutto questo. Vuoi il potere? Prendilo.” E’ stata una scena davvero divertente da girare.

Emily è un personaggio che raramente parla così, quindi com’è stato perdere la testa e parlare in quel modo in quella grande scena?
Ho detto ad Amy (Sherman-Palladino), “Ho adorato quello che ho detto”. E lei “Beh, sai è Netflix, non è la classica televisione, quindi puoi dire quello che vuoi. Sei libera di arrabbiarti e dire cose e fare cose. Possono esserci scene di nudo, può esserci ogni sorta di cose”. E inoltre ha detto “Abbiamo deciso che l’unica persona che può imprecare così è Emily”. E io ho pensato “Così sarà Amy. Questa è la fissa di Amy”. (Ride)

Quali altre scene sono state le tue preferite nel girarle e perché?
Ho adorato la scena di Marie Kondo. So che è stata enorme. E’ stata davvero lunga e lo so che è stata così complicata perché c’erano così tante persone coinvolte. C’era così tanto, nel senso, la scenografia che c’era all’interno. Tutto è andato in un altro posto. Vedete il primo segno, un altro che avendo Berta e la sua famiglia vivere lì, ma vedrete in che andrà in una direzione che non avreste mai immaginato prima. Ma verso la fine della scena, avremo un incontro tra menti, e vedrete la profonda simpatia che Lorelai prova per sua madre. Ha preso un bel giro.

C’è un altro enorme cambiamento per Emily. Non solo tiene la stessa cameriera per tutte e quattro le puntate, ma lascia che tutta la famiglia si trasferisca da lei. Cosa causa questo cambiamento?
E’ pazzesco. Non riusciva a tenere una cameriera da un episodio all’altro ai vecchi tempi. E’ una sorta di scherzo. Ora improvvisamente questa donna che non riesce neanche a capire ma che ovviamente cucina molto bene sta vivendo lì con l’intera famiglia. E’ una pazzia.

Cosa ne pensi di questa apertura nei suoi confronti?

Non è mai spiegato nella sceneggiatura. Non so nemmeno come l’abbia trovata. Dove ha trovato questa donna? Non ne ho idea. Ma ovviamente si è persa - queste piccole scene che non abbiamo visto durante la prima parte del suo lutto. Quindi in qualche modo questa donna è entrata nella sua vita e immagino se posso giustificarla, cerca di pensare nel modo in cui pensa Emily, era solo “Sicuro, certo certo. Sì, lascia che accada. Ok, va bene.” Perché lei non capiva comunque quello che le diceva la domestica. Non aveva la forza di concentrarsi, penso, di essere in grado di guardarsi intorno e dire “No, queste persone non possono vivere qui.” E’ come, “Va bene, prendetevi cura di me. Non posso avere a che fare anche con questo” E poi il cibo è davvero buono e il marito è un fantastico tuttofare e Berta è così allegra. Le piace, fine. (Ride). Prima di lei era così brava ad organizzare adesso è sostituita nel fare le cose che non sa più come farle.

Emily alla fine vende la casa e si trasferisce a Nantucket e lavora al museo sulla caccia alle balene. Perché è la miglior decisione per lei, una tua opinione?
Beh, lei spiega perché non può più stare nella casa. Dice che si stava rinchiudendo, che suona come un attacco d’ansia per me. (Ride). Ma è una casa grande, vecchia e vuota piena di ricordi di una persona che amava tantissimo. E’ semplicemente vuota. Ha sicuramente trovato dei ricordi delle loro vacanze anche lì a Nantucket e questo è diverso, penso che lo cercasse, perché non ha davvero degli amici. Ha le Figlie della Rivoluzione Americana e il Club di giardinaggio e ha probabilmente anche un club del libro e tutte queste cose, ma queste persone non le sono davvero così vicine. Era vicina a Richard e contava solo su di lui. Quindi non c’è più nulla per lei lì. Come ho detto, ha trovato ricordi rilassanti e confortevoli a Nantucket, quindi ha senso per me che lei non voglia più restare in quella casa e andare in un posto in cui sia felice. Penso che il lavoro al museo della caccia alle balena è da pazzi, è una cosa meravigliosa (Ride). Si è trasformata ancora, è in sintonia con gli animali  e con il contesto. Penso “Sì, Ok, è perfetto. Sta crescendo”. Mi piace quella parte. Ho davvero odiato il discorso con il secchio di sangue. (Ride) Sono un’amante degli animali quindi scendere così nei dettagli - sai quante volte ho dovuto ripeterlo più e più volte - era così crudo e terribile.

Cosa pensi della posizione di Emily riguardo alle relazioni da qui in avanti? Abbiamo visto che usciva con Jack Smith (Ray Wise), ma questa parte della sua vita è rimasta insoluta alla fine.
Lui era uno dei loro migliori amici. Lei è da sola. Non ha avuto un abbraccio o un bacio da davvero tanto tempo, ma ovviamente non è la persona che fa per lei perché quando lui le ha detto che doveva tornare in città, lei era così sollevata. (Ride) Era così felice di vederlo andare via. Quindi quella relazione non continua. Ma non lo so. non ne ho idea, e non penso che ne abbia anche lei. Non so nemmeno se Amy e Dan continueranno a scrivere. Perché fin’ora, soprattutto per Emily, la porta è spalancata. Potrebbe fare una serie di cose. Non c’è nulla che possa fermarla. E’ piena di soldi. Ha tutta la libertà di questo mondo. Quindi chi sa dove voglia andare? Vuole viaggiare? Fare volontariato? Chi lo sa. Magari tutte queste cose.

Saresti disposta a fare altri episodi di Una mamma per amica?

Beh, sì, devo dirtelo, lavorerei con Amy ogni volta che lei scriva qualcosa per me. Amo il suo lavoro, e anche quello di Dan (Palladino), ma Amy è la mia ragazza. Prenderei al volo qualsiasi occasione di lavorare con lei. E’ fantastica.

Per tutte i cambiamenti che Emily ha fatto, una cosa che è rimasta la stessa è l’accordo che fa con Lorelai così che Lorelai possa pagare l’espansione del Dragonfly Inn. Cosa pensava al momento di fare l’accordo con Lorelai?
 Gilmore Girls: A Year in the Life /  Una mamma per amica: Di nuovo insiemeBeh, è un altro modo di tener testa su di lei perché, realizziamo alla fine dello show, che sono diventate così vicine come non lo sono mai state. E penso che sia una cosa che entrambe volessero. Ovviamente, con Lorelai essendo la giovane donna ribelle che era - che è stato deludente e imbarazzante che lei sia rimasta incinta e non si sia sposata - potete immaginare cosa Emily abbia passato con la sua cerchia sociale? Cioè, aiuto. Ma ha sempre voluto starle vicina. Ricordo che c’era una scena nella prima stagione in cui siamo andate in una spa insieme. Ho fatto un’offerta ad un’asta e ho visto questi due biglietti per un weekend, una cosa del genere. Quindi ho raggirato Lorelai affinché venisse con me e dopo siamo andate in un nightclub ed è stato in quel episodio che ci siamo sedute e abbiamo parlato l’una con l’altra. Non ricordo come si sia evoluta la conversazione ma, come l’amicizia che ha con Rory e come siano legate, Emily ha fatto un pensiero del genere, “Non sono cresciuta in quel modo. Non sono cresciuta per essere amica con mia figlia. Sono cresciuta per essere una madre per mia figlia.”  Ma era il desiderio di avere un rapporto più stretto con sua figlia, ma neanche quella rabbia che ha tirato fuori nel primo episodio, su tutti i miei amici che hanno figli che li adorano, che li chiamano ogni giorno, sono vicini. Quindi non vuole essere vicina a Lorelai così a lungo da deprimersi per lei, il comportamento di Lorelai lei lo ammira. E’ stranamente orgogliosa di sua figlia per quel traguardo e la vita che ha condotto per affermarsi. Quindi vuole esserle amica. Probabilmente la migliore amica che ha nonostante bisticcino tutto il tempo. Emily non ha amici. (Ride)

Beh, speriamo possa cambiare restando a Nantucket.

Potrebbe succedere, sono sicura che potrebbe. Quasi tutto potrebbe accadere ora perché la porta è aperta e c’è un intero mondo là fuori. Dobbiamo solo vedere quale sarà la reazione, come Netflix vedrà la cosa, come Amy e Dan si sentiranno a riguardo - c’è un mucchio di roba da scrivere qui - se vogliono andare avanti con altri progetti o se vogliono rivisitare questo. Non lo so. In un certo senso penso che se avessero un giusto accordo e tutto andasse apposto lo farebbero ma ci potrebbe essere un altro progetto con Netflix che direbbe “Ok, facciamone altri quattro” ma non sarebbero disponibili. E poi ovviamente c’è il fattore che gli altri attori hanno altri progetti e quello che stanno facendo. Sto prendendo questa cosa come fosse finita a questo punto. Ma chiaramente non ci sono ragioni per non andare avanti perché Amy ha quel meraviglioso modo di prendere la realtà come la scomparsa di Edward Herrmann, e piuttosto che farlo scappare e andare a vivere in qualche altro posto, si è adattata al fatto che lui non c’è più. Quindi è in grado di adattarsi ad ogni sorta di cose.

Una mamma per amica: di nuovo insieme è disponibile su Netflix.

di The Hollywood Reporter
traduzione di Valeria Runcio

Revival Una mamma per amica