Instagram

L'ex 'mamma Gilmore' Lauren Graham parla del suo ritorno sul piccolo schermo

Mercoledì 21 Ottobre 2009

La settimana scorsa il critico televisivo Michael Ausiello di EW.com ha intervistato  Lauren Graham, indimenticata Lorelai di Una mamma per amica in merito al suo attesissimo ritorno sul piccolo schermo. L'attrice, ricordiamo, è stata chiamata a sostituire Maura Tierney nella nuova serie della NBC, Parenthood. Grazie alla traduzione delle nostre Silvia e Giulia ve la proponiamo integralemente qui di seguito. Buona lettura!

L'ex 'mamma Gilmore' Lauren Graham
parla del suo ritorno sul piccolo schermo

 di Michael Ausiello di EW.com

A volte il modo in cui funziona il mondo della TV mi lascia perplesso. Altre volte invece mi è chiaro… si tratta del destino. Questa è sicuramente una di quelle volte. Perché, anche se la ABC ha bocciato il pilota della commedia con protagonista Lauren Graham, l’attrice farà il suo ritorno sul piccolo schermo in questa stagione televisiva, con la spumeggiante serie della NBC Parenthood. E ora, nella sua prima intervista dopo la decisione di accettare di sostituire Maura Tierney nel ruolo di Sarah, una mamma single, la logorroica mamma Gilmore spiega perché ha deciso di unirsi al cast d’eccezione, perché il suo nuovo personaggio non assomiglia per nulla a Lorelai, e cosa questo nuovo impegno significherà per la trasposizione cinematografica di Una mamma per amica.
 
Perchè hai deciso di accettare la parte?
LAUREN GRAHAM: E’ la cosa migliore che io abbia letto. Semplicemente per questo.
 
Qualche apprensione nel firmare un contratto per un altro impegno a lungo termine in televisione?
GRAHAM: Sì. Sono stata lontana da impegni del genere per credo circa due anni e mezzo ormai. Ho fatto uno spettacolo a Broadway, tre film… Mi è piaciuto lavorare come “freelance”. Quindi stranamente, per quanto io abbia voluto recitare in un’altra serie quasi subito dopo l’ultima, ho pensato “Aspetta un attimo…” Mi sono piaciuti i diversi progetti a cui ho preso parte. Per questo è difficile pensare di rinunciarci.
 
Lauren Graham Perchè unirsi ad un gruppo invece di continuare a perseguire progetti solisti?
GRAHAM: Bè, è solo che è così bello. Come ho detto a Jason Katims, il produttore esecutivo, sono abituata a vedere il mio personaggio su ogni singola pagina del copione. Ma le mie serie preferite sono quelle in cui c’è un lavoro di gruppo, come West Wing e Studio 60 on the Sunset Strip… Mi è stato proposto e ho risposto istintivamente. Era proprio una cosa che volevo davvero fare.
 
Sarah ha qualcosa in comune con Lorelai.
GRAHAM: E’ una donna. Probabilmente indossa jeans. [Ride]. E’ una mamma single, sì, ma non penso che lo spirito dello show sia lo stesso. Lo stile di Una mamma per amica, quella voce, è unica, appartiene a Amy Sherman-Palladino. Questa serie ha una voce propria. E’ una serie che si rivolge anche agli adulti. Non ha nessuno degli elementi fantasiosi di Una mamma per amica. E’ più realistico.
 
Probabilmente avrai anche meno dialoghi da imparare a memoria.
GRAHAM: [Ride] Il linguaggio di Jason è molto elegante ed economico - e con questo non voglio criticare Una mamma per amica. Non ci sarà mai niente di simile. La cosa che era più importante per me era trovare uno sceneggiatore che sentissi potesse davvero scrivere qualcosa che volevo fare da matti, perchè questo è quello che mi è successo l’ultima volta. E questo è quello che mi è sembrato con lui. Quindi, che sembri o no il passo successivo più logico, ho semplicemente “reagito” aI materiale che mi è stato proposto e l’ultima volta è proprio così che sono stata fortunata. Quando ho preso in considerazione l’idea di recitare in Una mamma per amica, la gente diceva: “Oh, è la Warner Bros.” e “Oh, interpreti una mamma.” Ho avuto fortuna semplicemente seguendo il mio istinto.
 
Ci saranno dei cambiamenti al personaggio ora che sei tu l’interprete?
GRAHAM: Nei prossimi giorni è previsto un incontro con Jason. Questo è uno dei punti chiave che mi sono piaciuti di questo ingaggio, e cioè che mi abbia detto “Voglio davvero sapere come vuoi che sia questo ruolo.” Ci stiamo ancora lavorando un po’. Quello che gli ho risposto è che mi interessa l’aspetto imperfetto del personaggio. Per sette anni ho interpretato qualcuno che spingeva la gente a dirmi: “Vorrei che mia mamma fosse proprio come Lorelai.” Non è il caso di questo personaggio. Non è perfetta. E’ divertente, intelligente, e sta facendo davvero un buon lavoro, sta lottando, e questo è quello che mi attrae. Nella mia esperienza personale, sono gli aspetti meno nobili di ognuno che sono i più interessanti, specialmente quando la storia si sviluppa in un lungo periodo.
 
Ora il grande interrogativo: significa che non avrai il tempo per girare il film di Una mamma per amica?
GRAHAM: [Ride] Mike, il film è già pronto. Prossimamente nel cinema più vicino a voi.