Instagram

Prima Stagione

Mercoledì 19 Febbraio 2014
1.01 - Episodio 1
Titolo Originale: Pilot
Titolo Italiano: E’ solo l’inizio


Cast: Matthew Lillard (Daniel Frye), Catalina Sandino Moreno (Alma Ruiz), Larry Clarke (Manny Stokes), Ramón Franco (Fausto Galvan), Mary Pat Gleason (Denise), Alejandro Patino (Cesar), Emily Rios (Adriana Perez), Diana Maria Riva (Kitty Conchas), Bobby Ray Shafer (Karl Millwright), Brady Smith (signor Gates).

Ascolti USA: telespettatori  3.040.000
Ascolti ITALIA: telespettatori  310.000 share 7,1%
Diretto da: Gerardo Naranjo
Scritto da: Meredith Stiehm e Elwood Reid
Data di uscita: 10 luglio 2013 in USA,  18 luglio 2013 in Italia

Il primo episodio, “Pilot”, si apre con il ritrovamento del corpo di una donna sul ponte delle americhe. Il ponte collega a città di El Paso, in America, e quella di Ciudad Juárez in Messico. Il corpo ritrovato è di una giudice texana di nome Lorraine Gates, nota per la lotta anti-immigrazione. Vengono chiamati sul campo la detective Sonya Cross del dipartimento degli omicidi di El Paso, affetta da sindrome di Asperger e Marco Ruiz, detective della polizia di Chihuahua. Dopo un attento sopralluogo il detective Ruiz lascia il lavoro in mano alla Cross perché è stato accertato che la donna assassinata è Americana. Più tardi, però, il medico legale scopre che una parte del cadavere, le gambe, appartengono ad una seconda vittima, una giovane donna messicana. Quindi i due sono chiamati a collaborare e durante la stessa notte il detective Ruiz trova la parte mancante del corpo insieme ad altri cadaveri di Juárez. La mattina seguente, il detective Ruiz si reca a El Paso per organizzare le indagini. Un collaboratore della detective Cross informa i due di aver trovato la macchina e quindi la targa, esaminando i filmati delle telecamere del ponte. La targa dell’auto appartiene ad un giornalista del quotidiano El Paso Times, Daniel Frye che sembra sia stato lui a scaricare i corpi sul ponte. I due detective si recano alla sede del giornale per interrogare Frye, ma lo trovano intrappolato nella sua auto con una bomba ad orologeria. Finito il timer, la bomba non esplode e dopo aver allontanato il giornalista, viene rinvenuto un messaggio vocale. Intanto un cittadino di El Paso, Steven Linder, fa entrare illegalmente e con la forza in America una prostituta messicana, mentre Charlotte Millwright, anche lei cittadina di El Paso, comincia ad indagare sui segreti del marito appena morto a seguito di un arresto cardiaco. Il finale dell’episodio è caratterizzato da un messaggio lasciato dall’assassino sul quale c’è scritto:
« There are five murders a year in El Paso. In Juárez, thousands. Why? Why is one dead white woman more important than so many dead just across the bridge? How long can El Paso look away? We've got some interesting times ahead. This is only the beginning. »
« Ci sono cinque omicidi l'anno a El Paso. A Juárez, migliaia. Perché? Perché un'unica donna bianca morta è più importante dei tanti morti al di là del confine? Per quanto ancora El Paso potrà distogliere lo sguardo? Sono tempi interessanti quelli che ci aspettano. Questo è solo l'inizio. »

NOTE:
La serie è stata girata a El Paso e a Los Angeles, dove è stato ricostruito il set messicano.  Non è stato possibile girare a Ciudad Juàrez perché “troppo pericolosa”.