Instagram

Prima Stagione

Giovedì 26 Aprile 2007

Cast Regolare: Jensen Ackles, Jared Padalecki.

 
1.01 - Episodio 1
titolo originale USA: Pilot
titolo italiano: La caccia ha inizio

Scritto da: Eric Kripke
Diretto da: David Nutter
Prima visione USA: 13 settembre 2005
Prima visione Italia: 13 febbraio 2007

Guest starring: Sarah Shahi (Constance Welch/Woman in White), Ross Kohn (Troy Squire), Elizabeth Bond (Amy Hein), R.D. Call (Sheriff), Derek Webster (Unknown), Hunter Brochu (Unknown), Robert Peters (Unknown), Richard Dano (Unknown), Jamil Z. Smith (Unknown), Cletus Young (Unknown), Samantha Smith (Mary Winchester), Steve Railsback (Joseph Welch), Jeffrey Dean Morgan (John Winchester), Adrianne Palicki (Jessica), Miriam Korn (Rachel)

Ci troviamo a Lawrence in Kansas, 22 anni fa. Il piccolo Dean Winchester sta dando la buonanotte al fratellino Sam con il resto della famiglia. Durante la notte Mary, la madre, sente Sam piangere e va nella sua stanza dove si intravede qualcuno vicino alla culla. Si sentono delle grida e John, il papà, corre di sopra. Arriva nella stanza e non trova Mary, solo Sam e sangue ovunque. A quel punto alza gli occhi e vede la moglie come inchiodata al soffitto, morta a causa di un’entità sconosciuta. Mary prende fuoco e John si preoccupa di salvare i bambini portandoli fuori di casa. In realtà è Dean che porta fuori Sam. Qui finisce il flashback.

La scena si trasferisce all’università di Stanford ai giorni nostri, dove Sam e la sua ragazza Jessica sono ad un party per Halloween; dopo un po’ ci troviamo nel loro appartamento e, mentre Jess dorme, Sam sente dei rumori provenire dal soggiorno. Sam attacca l’intruso al buio e solo dopo un po’ riesce a riconoscere suo fratello Dean.
Dean spiega che ha bisogno di Sam perché il padre è scomparso durante un viaggio di “caccia” a ciò che ha ucciso la loro madre. Sam si dimostra riluttante ad accettare di tornare a quel tipo di vita, dal momento che da quando è al college, la sua è normale. Dean insiste dicendo che ha bisogno di suo fratello e Sam accetta a patto di tornare per il lunedì dal momento che ha un’importante appuntamento al college. Dean annuisce e partono, dopo aver salutato Jess, per un posto dove le persone vengono uccise nelle loro macchine, ultimo caso di cui si era occupato il padre.

Nel frattempo la scena si sposta a Jerico in California, dove un ragazzo dà un passaggio ad una donna vestita di bianco. Quest’ultima cerca di sedurre il ragazzo e lo invita a casa sua. Una volta arrivati, si vede una casa vecchia e abbandonata e la donna dice “non posso mai tornare a casa” e poi uccide il ragazzo.
I nostri fratelli stanno raggiungendo Jerico e si imbattono nello sceriffo che sta indagando sul luogo dove il ragazzo è stato ucciso. Usando due distintivi falsi i Winchester si fingono due poliziotti e iniziano a fare domande, anche se lo sceriffo è sospettoso data la loro giovane età. Lo sceriffo comunque dà loro alcune informazioni, specie sulla ragazza della vittima e Sam e Dean vanno in città per parlare con lei.
Vengono così a sapere di una leggenda locale secondo cui il fantasma di una donna morta su quella stessa strada dove si verificano quegli strani incidenti, fa l’autostop e uccide chiunque le dia un passaggio.
I ragazzi allora cercano di saperne di più tramite delle ricerche su internet e trovano la storia di Constance Welch, morta suicida da un ponte nel 1981, dopo che i suoi due figli erano misteriosamente annegati.
Dean e Sam vanno a controllare il ponte e iniziano a parlare della loro famiglia. Sam insiste nel dire che lui vuole una vita normale e che per questo non ha detto la verità a Jess su cosa loro fanno, Dean controbatte che prima o poi Sam dovrà affrontare la verità. Sam parla poi dell’ossessione di suo padre nel trovare chi o cosa ha ucciso la loro mamma, ma che questo è inutile perché lei non tornerà e inoltre lui neanche se la ricorda, quindi perché non provare a voltare pagina? Per Dean è ovviamente tutto diverso, lui ricorda sua madre, è sempre stato al fianco del padre e si sente ferito dalle parole di Sam. Gli dice di non parlare più della madre in quel modo e fa per allontanarsi.
A quel punto vede Constance e lui e Sam cercano di avvicinarla, ma lei sparisce, sembra buttandosi giù dal ponte.

Mentre Sam e Dean la cercano, la loro macchina si mette in moto e li insegue. Per salvarsi possono solo scavalcare il ponte, ma mentre Sam rimane aggrappato, Dean cade nel fiume.
Fortunatamente stanno entrambi bene, ma Dean è ricoperto di fango e necessita di una doccia. Vanno allora in un motel dove scoprono esserci stato anche il padre fino a pochi giorni prima. Chiedono quindi la stessa stanza e scoprono che il padre ha lasciato lì tutti i suoi appunti sul caso e che lo aveva risolto. Ad uccidere quelle persone è la cosiddetta “donna in bianco”, Constance Welch e decidono di parlare con il marito per saperne qualcosa in più. Dean va a farsi una doccia e Sam, prima di andare dal marito di Constance, gli chiede scusa per quello che ha detto sui loro.
Una volta fatta la doccia Dean esce per comprare da mangiare ma viene arrestato dallo sceriffo che lo accusa di aver prodotto carte di credito e di identità false. Prima di essere preso riesce comunque ad avvertire Sam.Viene portato alla stazione di polizia ed interrogato anche in merito alle persone uccise e/o scomparse, poi lo sceriffo gli tira il diario del padre. Dean è sorpreso, ma felice di vederlo.

Contemporaneamente Sam sta parlando con il marito di Constance e gli chiede se per caso lui le era stato infedele e lei, in un momento di follia avesse ucciso i figli e poi si fosse suicidata. Sam gli dice di credere che ora Constance uccida tutti gli uomini infedeli che trova sulla strada. L’uomo dice a Sam di andare via.

Dean è ancora sotto interrogatorio ma lo sceriffo riceve una chiamata d’emergenza e va via, non prima di aver ammanettato Dean. Questi comunque si libera e scappa, chiama Sam dicendogli si sapere che è stato lui a chiamare lo sceriffo per dargli la possibilità di fuggire e che sugli appunti del padre ha trovato le indicazioni per il posto dove il padre è diretto.
Prima di poter continuare, la telefonata si interrompe perché Sam vede il fantasma di Constance e ci si avventa contro. Dean sente le urla del fratello e capisce che qualcosa non va. Intanto Sam si ritrova con Constance nella macchina che gli ordina di portarla a casa. Sam rifiuta e lei prende il controllo dell’auto.
Una volta arrivati, Constance prova a sedurre Sam per renderlo infedele e poterlo uccidere, ma non riuscendoci, inizia a ferirlo. Intanto arriva Dean che spara per distrarre il fantasma e questo dà a Sam il tempo per dirigere la macchina direttamente in casa. Dean accorre e tira fuori Sam dall’auto , ma Constance li blocca con un pesante mobile e sta per ucciderli quando appaiono gli spiriti dei suoi due figli, che la portano con loro del regno dei morti.

Dean e Sam si liberano e si rimettono in macchina. Sam dice a Dean che non lo seguirà nella ricerca del padre. Dean lascia Sam davanti casa e se ne va…Sam entra, si mette sul letto e inizia a sentire qualcosa che gocciola sul suo viso. Apre gli occhi e vede la sua Jess inchiodata al soffitto, come sua madre. Inizia ad urlare e intanto Jess prende fuoco; arriva Dean che sembra sorpreso e ancora una volta salva il fratello dalle fiamme. A quel punto Sam decide di tornare a fare quello per cui è stato cresciuto e i due fratelli partono insieme.

Musica dell'episodio:

"Gasoline" by The Living Daylights
"What Cha Gonna Do" by Classic
"Speaking In Tongues" by Eagles Of Death Metal
"Ramblin' Man" by Allman Brothers Band
"Back In Black" by AC/DC
" Highway To Hell" by AC/DC
"My Cheatin' Ways” by Kid Gloves Music

1.02 - Episodio 2
titolo originale USA: Wendigo
titolo italiano: Wendigo

Scritto da: Eric Kripke
Diretto da: David Nutter
Storia di : Terri Hughes Burton, Ron Milbauer
Prima visione USA: 20 settembre 2005
Prima visione Italia: 20 febbraio 2007

Guest starring: Alden Ehrenreich (Unknown), Callum Keith Rennie (Roy), Roy Campsall (Unknown), Rhys Williams (II) (Unknown), Wren Robertz (Unknown), Graham Wardle (Unknown), Donnelly Rhodes (Mr. Shaw), Timothy Webber (Ranger Wilkinson), Tamara Lashley (Paramedic), Cory Monteith (Gary), Gina Holden (Haley Collins)

L’episodio si apre in un bosco di notte a Blackwater Ridge, Lost Creek, Colorado. Qui troviamo tre ragazzi in campeggio, mentre giocano con i video games. Uno di loro, Brad, esce dalla tenda per andare in bagno e subito dopo si sentono le sua urla e strani rumori. Gli altri due ragazzi (Gary e Tommy) urlano e Gary viene preso. Lo schermo diventa nero.

Nel cambio scena siamo a Palo Alto, California. Sam sta portando dei fiori sulla tomba di Jess e mentre li sta appoggiando una mano esce dalla tomba e lo afferra. Sam si sveglia all’improvviso e si rende conto di aver avuto un incubo e di essere in macchina con Dean. I fratelli parlano delle coordinate che il padre ha segnato sul suo diario e Sam si chiede perché li stia mandando in un posto sperduto, Blackwater appunto.
Sam e Dean arrivano e incontrano il ranger Wilkinson che li scambia per amici di una ragazza il cui fratello è scomparso mentre faceva campeggio. Dean decide allora di far visita alla ragazza. Giunti presso la casa, si fingono rangers e dicono ad Haley e a suo fratello Ben che sono lì per aiutarli a ritrovare Tommy. Haley afferma che il fratello non si fa sentire da tre giorni e mostra ai Winchester il filmato che Tommy aveva mandato dal suo pc portatile.
Sam nota qualcosa ma rimane in silenzio, mentre Dean dice che andranno a Blackwater la mattina seguente e Haley annuisce, dicendo che però andranno anche lei e Ben.

La scena cambia ancora e ci troviamo in un bar dove Sam mostra a Dean un giornale in cui si legge che a Blackwater le persone spariscono ogni 23 anni. Rivedono il video di Tommy immagine per immagine e si accorgono di un’ombra che si muove velocemente fuori dalla tenda. Sam suggerisce di andare a parlare con l’unico superstite conosciuto di un presunto attacco di un orso nel 1959.
I ragazzi sono ora a casa di Mr. Shaw che racconta come non poteva essere un orso ad aver attaccato la sua famiglia, dal momento che aveva aperto la porta della baracca dove si trovavano e poi le sue urla erano non erano né umane né animali.
Andando via Dean e Sam parlano di cosa possa essere e pensano che non sia uno spirito, ma qualcosa con un corpo e che quindi possono uccidere.

Il giorno successivo Dean e Sam arrivano all’inizio del bosco dove trovano Haley, Ben e la loro guida Roy. Haley sospetta che i fratelli non siano rangers, non essendosi attrezzati come un vero ranger per andare nel bosco.
Nel frattempo si vedono Tommy e uno degli altri due ragazzi in una caverna mentre qualcosa li avvicina. Tommy chiude gli occhi e l’amico inizia ad urlare e si suppone venga portato via dalla “cosa”.
In superficie intanto Roy e Dean stanno discutendo e per poco Dean non incappa in una trappola per orsi; a questo punto Haley affronta Dean dicendogli che non crede siano rangers e Dean le dice che è vero e che lui e suo fratello stanno cercando il padre che è scomparso.
Arrivano finalmente dove i ragazzi avevano piantato la tenda e la trovano a pezzi. All’improvviso qualcuno urla “aiuto” e il gruppo si muove per controllare, ma al ritorno trovano tutta la loro attrezzatura distrutta.
Dean e Sam arrivano alla conclusione che abbiano a che fare con un mostro chiamato Wendigo. Ovviamente, quando lo dicono agli altri questi sono scettici, ma accettano di preparare il campo per la notte. Dean inizia a disegnare simboli Anasazi sul terreno per protezione. Ad un certo punto vede Sam appartato e pensieroso egli si avvicina dicendogli di non fingere di stare bene e di dirgli la verità. Sam si sfoga, vuole trovare il padre e ciò che ha ucciso Jess. Chiede a Dean come lui possa aver sopportato una vita così dura sempre al fianco del padre e perché lo facesse. Dean tira fuori il diario del padre e dice a Sam che quella è la ragione, il loro lavoro e per aiutare le persone… all’improvviso si sente qualcuno chiedere aiuto disperatamente, ma Dean sa che è una trappola del Wendigo così dice a tutti di rimanere all’interno del campo protetto dai simboli.
Roy si fa beffe di lui e corre incontro al mostro che lo prende e gli rompe il collo.

La mattina dopo Dean e Sam spiegano che il Wendigo è un demone che divora e che una volta è stato umano e che a un certo punto è stato costretto a mangiare carne umana per sopravvivere. Dean crede anche che Tommy sia ancora vivo perché il Wendigo accumula il cibo. Inoltre spiega come sia necessario bruciarlo e non sparargli.
Il gruppetto si incammina per il bosco e da un certo punto il corpo di Roy cade da un albero su Haley e il Wendigo ricompare. Tutti iniziano a correre, Ben e Sam da una parte, Haley e Dean dall’altra. Questi ultimi si trovavo faccia a faccia con il demone che li cattura.
Sam e Ben sono preoccupati e si mettono a cercare i fratelli. Ben trova una traccia: Dean ha seminato una scia di M&M’s e Sam e Ben la seguono fino ad arrivare ad un tunnel. Entrano e ad un certo punto, il terreno cede e loro cadono nel sottosuolo su un cumulo di scheletri.
Guardandosi intorno vedono Dean, Haley e Tommy appesi al soffitto, vivi.
Li liberano, Tommy è ferito e anche Dean ha qualcosa che non va. In ogni caso si riprende quasi subito ed ordina ai tre fratelli di seguire Sam, mentre lui farà da esca per il demone. Mentre si sente Dean chiamare il Wendigo, questi in realtà si avvicina a Sam e gli altri che si trovano senza via d’uscita.
All’improvviso arriva Dean che lancia contro il mostro dei razzi e gli dà fuoco.

Alla stazione dei ranger tutti dicono ai poliziotti di essere stati attaccati da un enorme orso. Haley ringrazia Dean poi va via con Ben e Tommy sull’ambulanza. Dean conclude dicendo che odia il campeggio, sorride e rassicura Sam, troveranno il padre.
Sam si mette alla guida e i due ragazzi vanno via nella notte.

Musica dell'episodio:

"Hot Blooded" by Foreigner
"Down South Jukin" by Lynyrd Skynyrd
"Fly By Night" by Rush

 

1.03 - Episodio 03
titolo originale USA: Dead In The Water
titolo italiano: Morte nell'acqua

Scritto da: Raelle Tucker, Sera Gamble
Diretto da: Kim Manners
Prima visione USA: 27 settembre 2005
Prima visione Italia: 26 febbraio 2007

Guest starring: Amber Borycki (Sophie Carlton), Amy Acker (Andrea Barr), Keira Kabatow (Waitress), Bruce Dawson (Bill Carlton), Aaron Rota (Unknown), Troy Clare (Unknown), D. Harlan Cutshall, Nico McEown (Lucas Barr), Daniel Hugh Kelly (Sheriff Jake Devins)

Lago MANITOC, WISCONSIN- Una ragazza sta parlando con suo padre e suo fratello prima di andare a fare un bagno nel lago. Vediamo la ragazza tuffarsi ma improvvisamente viene risucchiata da qualcosa che non può vedere.
La scena cambia e ci troviamo al Lynnwood Inn, un ristorante-caffè dove troviamo ragazzi. Dean sta dando un’occhiata al giornale e contemporaneamente osserva la cameriera. Dean mostra a Sam un articolo su una ragazza, Sophie Carlton, che è affogata nel lago Manitoc. Sam si arrabbia con Dean perchè invece di cercare il padre, si sta occupando di un nuovo caso. Dean rassicura Sam, dicendo che troveranno il padre, ma che non c’è nulla di sbagliato nell’uccidere qualunque forza oscura incontrino sul loro cammino. Sam, anche se riluttante, si mostra d’accordo.
Dean e Sam decidono di andare a visitare la famiglia della vittima. Si presentano sotto le mentite spoglie di due ufficiali dell’ US Wildlife Service, utilizzando, come nomi falsi quelli di due personaggi di Star Wars. Il fratello della ragazza scomparsa racconta ai ragazzi che Sophie è stata trascinata sott’acqua senza che neanche provasse a combattere. Sam cerca di parlare con il padre della ragazza , ma questi sembra essere troppo sconvolto.

Sam e Dean si recano dallo sceriffo locale chiedendo quante persone sono scomparse nel lago e a quanto sembra ce ne sono parecchie. Di nessuna si è mai ritrovato il corpo. Lo sceriffo spiega che il lago presto sarà prosciugato a causa di una lesione nella diga locale e che loro non hanno le risorse per ripararla. All’improvviso entra nell’ufficio la figlia dello sceriffo, Andrea, con il figlio Lucas che rimane in silenzio e si nasconde alla vista di Dean e Sam. Lo sceriffo spiega che il bambino ha subito un brutto trauma, che ancora non ha elaborato. Dean prova un interesse per il bambino e sua madre e,fingendo di non saper trovare la strada, chiede ad Andrea di accompagnarli ad un motel. Dean prova a flirtare con lei, ma Andrea lo respinge. In albergo Sam inizia fare delle ricerche e scopre che le sparizioni avvengono da circa 35 anni, anche se recentemente sono diventate più frequenti. Sam scopre che una delle vittime era il padre di Lucas.
Dean si dimostra addolorato per quello che Lucas sta provando, ricordando perfettamente ciò che anche lui aveva sofferto per la morte della madre.
I due fratelli raggiungono Andrea e Lucas al parco. Qui Dean inizia a parlare con Lucas, dicendogli che sa benissimo cosa significhi perdere una persona cara, perché una cosa simile era successa anche a lui da bambino. Lucas non sembra rispondere, ma ascolta Dean che intanto disegna la sua famiglia. Lucas dà a Dean il disegno di una casa.
Nel frattempo a casa Carlton, il padre della ragazza inghiottita dal lago, continua a non parlare con il figlio Will. Questi decide di andare a preparare da mangiare e ad un certo punto vede che colore dell’acqua che scorre nel lavello cambiare e che il lavello è otturato, dato che l’acqua inizia a fuoriuscire. Will mette le mani nel lavello per provare a sbloccarlo, ma viene afferrato da qualcosa che lo trascina con il viso nell’acqua, senza che il ragazzo riesca a liberarsi.
Will muore e viene trascinato via. Sam e Dean iniziano ad indagare e capiscono che qualunque cosa sia stata a prendere Will, non è una creatura del lago, ma uno spirito che in qualche modo è connesso alla famiglia Carlton. Uno spirito in cerca di vendetta per qualcosa successa 35 anni prima.
Riguardando il disegno di Lucas capiscono che in qualche il modo il bambino sapeva che in quella casa stava per succedere qualcosa. Dean e Sam vanno a casa di Andrea per paralare con Lucas. Dean, che sembra capire bene il bambino, gli chiede di parlare con lui. Dean gli dice che qualcosa di terribile accadde a sua madre quando lui era piccolo e che lui non potrà mai dimenticarlo. Gli racconta di come si sentisse perso e di come non volesse parlare, ma, di come ad un certo punto, si rese conto che sua madre avrebbe voluto vederlo forte e coraggioso. Dean continua dicendo che lui fa del suo meglio ogni giorno per essere coraggioso. Sam guarda il fratello e sembra capire,per la prima volta, quanto Dean abbia sofferto per la perdita della madre.
Lucas continua a non parlare, ma dà a Dean un altro disegno, di una casa con un bambino e una bicicletta.
Sam e Dean riescono a trovare la casa e parlano con la mamma del bambino, scoprendo, così, che quel bambino era scomparso nel lago 35 anni prima. I fratelli credono che Bill Carlton potrebbe averlo ucciso quando erano piccoli e lo spirito sia in cerca della sua vendetta. Decidono allora di andare da Bill, che, intanto, sta parlando al lago, dicendo che adesso sa cosa deve fare. Quando Dean e Sam arrivano, Bill è fuori con una barca. I ragazzi urlano per richiamare la sua attenzione, ma quando si avvicinano al molo, la barca esplode.
I fratelli Winchester vanno dallo sceriffo, dove ci sono anche Andrea e Lucas che afferra Dean e lo guarda triste e spaventato. Prima che Dean possa parlare con lui, lo sceriffo manda fuori la figlia e il nipote e, rimasto solo con i due ragazzi, dice loro di sapere che hanno dato false generalità e che probabilmente sono coinvolti nella morte di Bill. Lo sceriffo dice loro che hanno solo due possibilità: essere arrestati o lasciare la città. Sam e Dean decidono di andarsene.
Nel frattempo a casa, Andrea sta preparandosi per un bagno caldo e Lucas sta disegnano.
La scena si sposta sulla strada, dove troviamo Dean e Sam nell’Impala, a parlare di ciò che è successo. Dean decide di tornare indietro perché, secondo lui, la storia non è finita con la morte di Carlton. C’è ancora qualcosa che tormenta e preoccupa Lucas e lui non può far finta di niente. Sam cerca di controbattere, ma non c’è niente che possa far cambiare idea a Dean.
Andrea, intanto, si immerge nella vasca piena d’acqua e si rilassa, ma qualcosa di strano sta accadendo. L’acqua infatti inizia a cambiare colore e una forza la tira verso il basso. Andrea grida e Lucas prova ad entrare, ma la porta è bloccata. Proprio in quel momento sopraggiungono Dean e Sam e quando Dean bussa alla porta, ad aprirgli è un Lucas terrorizzato. I ragazzi entrano, Dean apre a calci la porta del bagno e mentre Sam tira Andrea fuori dall’acqua, Dean si prende cura di Lucas.
La mattina dopo, Andrea parla con Sam…lei pensa di essere diventata pazza perché ha sentito una voce dire “Vieni a giocare con me”. Sam prova a consolarla, mentre Dean cerca qualcosa di utile. Rovistando tra vecchie carte, trova un album di foto in cui vede il padre di Andrea con Bill e Peter, il bambino scomparso nel lago per primo. Dean è convinto che ci sia una connessione tra quella sparizione e le morti recenti ed è per questo che Andrea e Lucas sono in pericolo. Lucas intanto si comporta stranamente e indica a Dean un punto preciso nel terreno vicino al lago. Dean e Sam vanno a scavare e trovano la bicicletta di Peter. Lo sceriffo arriva puntando un fucile contro i ragazzi. Dean lo accusa di essere stato complice di Bill nella morte di Peter e di aver sempre taciuto. Lo sceriffo nega, finchè Andrea non lo spinge a confessare per proteggere Lucas.
Dean afferma che dovrebbero distruggere i resti di Peter per fermarlo, ma che questo non è possibile dal momento che si trova sul fondo del lago e che quindi devono allontanarsi tutti da quel posto. Mentre Dean dice questo, Lucas si è avvicinato pericolosamente all’acqua e lo spirito di Peter lo afferra e lo trascina sott’acqua.
Dean e Sam si tuffano, per cercare di salvare Lucas, ma non riescono a trovarlo. Sapendo che l’unico modo per salvare il nipote è sacrificarsi, lo sceriffo entra nell’acqua, pregando Peter di prenderlo, ma di lasciar andare il bambino.
Sam e Dean provano a salvarlo, ma non ci riescono e allora continuano a cercare Lucas. Dopo un po’ Dean riemerge con in braccio Lucas. È vivo.
Tornati in città, Dean e Sam devono ripartire. Dean è arrabbiato e triste perchè non ha potuto evitare la morte dello sceriffo e Sam cerca di consolarlo. Intanto sopraggiungono Lucas e Andrea che sono venuti per salutare i ragazzi.
Andrea li ringrazia per aver salvato Lucas, che ora parla e sta bene. Andrea si avvicina a Dean e lo bacia, per esprimergli la sua gratitudine. Dean è imbarazzato e in modo un po’ rude dice a Sam di muoversi, devono riprendere il loro viaggio.

Musica dell'episodio :

"What A Way To Go" by Black Toast
"Round And Round" by Ratt
"Too Daze Gone" by Billy Squier
"Movin' On" by Bad Company

 

1.04 - Episodio 04
titolo originale USA: Phantom Traveler
titolo italiano: Il fantasma dell'aria

Scritto da: Richard Hatem
Diretto da: Robert Singer
Prima visione USA: 4 ottobre 2005
Prima visione Italia: 6 marzo 2007

Guest starring: Kelly-Ruth Mercier (Woman Passenger), Benjamin Ayres (), Dana Pemberton (), Ingrid Tesch (), Amanda Wood (), Geoff Gustafson (), Fred Henderson (), Paul Jarrett (), Jaime Ray Newman (Amanda Walker), Kett Turton (Max Jaffe), Daryl Shuttleworth (Jack Lambert/Surviving Pilot), Brian Markinson (Jerry Panowski)

L’episodio si apre all’aeroporto dove un uomo, George, è molto nervoso. Si dirige verso il bagno dove si lava il viso per calmarsi prima di volare. Un altro uomo entra nel bagno e cerca di rassicurare Gorge. Quando l’uomo se ne va, si vede un’entità nera uscire dai condotti di areazione e prendere possesso di Gorge, entrando nel suo corpo dagli occhi.
Gorge sale sull’aereo e l’hostess nota che i suoi occhi sono completamente neri. Dopo circa 40 minuti di volo, George chiede l’ora al suo vicino, dopodichè si alza. Un ragazzo lo nota avvicinarsi al portellone e armeggiare con la chiusura di sicurezza. Gli grida di smetterla, ma George riesce ad aprirlo.‘L’aereo inizia a precipitare e tutti urlano.

La scena si sposta in un motel. Sono le 5.45 del mattino e Dean viene svegliato da Sam che è andato a prendere il caffè. Dean era pronto a qualsiasi evenienza visto che teneva un coltello sotto il cuscino. Sam gli porge il caffè e gli chiede se lui ha mai pura. Dean risponde di no e allora Sam prende il coltello nascosto sotto il cuscino e aspetta spiegazioni. Dean risponde “non è paura, solo una precauzione”. Il cellulare di Dean squilla, è Jerry,una loro vecchia conoscenza, Dean e John avevano già aiutato quest’uomo in passato.

Dean e Sam raggiungono l’aeroporto dove incontrano Jerry. Dean e John lo avevano liberato da un fantasma che si trovava nella sua casa in passato. Questa volta Jerry ha bisogno del loro aiuto per un aereo precipitato. Jerry parla con i ragazzi di John e dice a Sam quanto questo fosse orgoglioso di lui. Sam è stupito. Jerry li conduce nel suo ufficio e fa sentire loro la registrazione di ciò che è accaduto sul volo precipitato.Si sente uno strano fruscio. Jerry è convinto che il problema non sia stato meccanico. Ci sono sette superstiti, compreso il pilota. Sam e Dean vorrebbero vedere i resti dell’aereo e i registri. Jerry annuisce, ma dice di non poter dare il permesso per accedere ai rottami.

Vediamo i ragazzi in un negozio di fotocopie. Dean è riuscito a fare due pass come addetti della “homeland Security”. Sam lo sta aspettando vicino all’Impala. Riascoltando il nastro e chiarmante si sente una voce che dice “nessun sopravvissuto”.

Sam e Dean si recano presso un ospedale psichiatrico, dove è ricoverato uno dei superstiti. Parlano con questo ragazzo che sembra spaventato da quanto ha visto. Il ragazzo dice loro che non era possibile aprire quel portellone data la pressione e che l’uomo che lo ha fatto aveva degli strani occhi neri.

A questo punto i fratelli si recano a casa di George, dove parlano con sua moglie. Scoprono così che era un uomo normale, con una vita normale. Una volta usciti dalla casa decidono di andare ad esaminare i resti dell’aereo.
Comprano due completi neri, Dean si sente come uno dei Blues Brothers, e si presentano nell’hangar dove si trovano i rottami. Una volta ottenuto il permesso di accesso, entrano e Dean tira fuori un apparecchio (EMF9 che serve a rilevare il campo elettromagnetico. Sam gli chiede che cos’è e Dean inizia a spiegare. Sam lo interrompe dicendo che sa perfettamente di cosa si tratta, ma si chiede perché l’aspetto del dispositivo sembra quello di un walkman. Dean orgogliosamente dice che è proprio così, che lui ha costruito l’EMF. Sam sembra prendere in giro il fratello che un po’ si risente.
Continuando a cercare, trovano uno strano residuo sul portellone aperto da Gorge e lo prendono per esaminarlo. Ad un certo punto arrivano i veri agenti della “Homeland Security” e i due ragazzi scappano velocemente.

Tornati nell’ufficio di Jerry i ragazzi scoprono che la sostanza è zolfo e che probabilmente hanno a che fare con un demone.

La scena cambia di nuovo e ci troviamo in un piccolo aeroporto dove il pilota del volo precipiatao sta per decollare con un amico su un piccolo aereo da turismo. La stessa entità che aveva posseduto George , adesso entra nel corpo del pilota. Anche questo aereo precipita in una località chiamata Nazareth.

Sam e Dean sono al motel dove cercano di capire qualcosa in più su come funzionano le possessioni demoniache. Dean dice che questo caso è diverso dagli altri su cui ha lavorato e che vorrebbe il padre lì ad aiutarli. Sam annuisce. Il cellulare di Dean squilla, è Jerry che gli comunica la morte del pilota del jet.

Analizzando i resti del piccolo aereo, i ragazzi trovano ancora lo zolfo e capiscono che il demone sta usando qualche riferimento biblico perché entrambi gli aerei si sono schiantati dopo 40 minuti di volo. Scoprono anche che il demone sta cercando di eliminare i superstiti del primo volo caduto.

Tornati in macchina Sam chiama i sei superstiti per capire se questi stanno per prendere un aereo e apprende che solo uno di loro lo sta per fare: l’hostess Amanda Walker.
I ragazzi si dirigono verso l’aereoporto e, una volta dentro, usano uno dei telefoni interni per contattarla. Dean le dice che sua sorella ha avuto un incidente, ma Amanda non gli crede e si imbarca.
Sam allora suggerisce di prendere lo stesso volo e fare un esorcismo su Amanda. Dean è terrorizzato, non vuole prendere l’aereo. Confessa a Sam di aver paura di volare. Sam si offre di andare da solo, ma Dean non può lasciarlo da solo e così, suo malgrado si imbarcano.
Durante il decollo Sam cerca di calmare Dean e parlano di come esorcizzare Amanda. Dopo un po’ Dean si alza e la va a cercare. Inizia a parlare e con lei e, ad un certo punto, dice Cristo. Non succede nulla e Dean capisce che non è Amanda ad essere posseduta.
Dean prende l’EMF e inizia a controllare i passeggeri lungo il corridoio. Sam lo segue quando il co-pilota esce dalla cabina di pilotaggio. L’EMF impazzisce e Dean dice di nuovo Cristo. Gli occhi del piloto diventano subito neri, è lui ad essere posseduto.
Il tempo scarseggia, Dean e Sam corrono da Amanda, chiedendole di portare il co-pilota nel retro dell’aereo perché devono parlargli. Amanda è riluttante, non capisce, ma alla fine si fida e lo fa.
Quando arrivano, Dean lo blocca e Sam inizia l’esorcismo. Il demone tenta di tutto perché questo fallisca, parlando a Sam di Jessica. Sam è sconvolto, Dean allora prende a pugni il co-pilota ed urla a Sam di continuare. L’aereo sta precipitando e Sam perde il diario del padre. Con un po’ di fatica lo riprende e continua a leggere. Finalmente l’esorcismo riesce e il demone sparisce.
Il comandante riesce a riprendere il controllo dell’aereo.
Una volta a terra, Amanda ringrazia i ragazzi. Sam è ancora scosso per quello che il demone gli ha detto riguardo Jessica, ma Dean lo consola ricordandogli che i demoni mentono.

La scena cambia totalmente e troviamo Dean e Sam con Jerry che li saluta. Dean gli chiede come ha avuto il suo nuovo numero di telefono e Jerry risponde di aver sentito il messaggio sulla segreteria del telefono di John. I ragazzi sono sorpresi poiché, l’ultima volta che avevano provato a chiamare John, il numero era fuori servizio.

L’episodio si chiude con Sam e Dean che provano a chiamare il padre, con la speranza che sia ancora vivo da qualche parte. John non risponde, i ragazzi salgono in macchina e partono per una nuova avventura.

 

1.05 - Episodio 05
titolo originale USA: Bloody Mary
titolo italiano: Terrore allo specchio

Scritto da: Terri Hughes Burton, Ron Milbauer
Diretto da: Peter Ellis
Storia di: Eric Kripke
Prima visione USA: 11 ottobre 2005
Prima visione Italia: 13 marzo 2007

Guest starring: Jovanna Huguet (Bloody Mary / Mary Worthington), Michael Teigen (Teacher), Victoria Tennant (Unknown), Jessica King, Duncan Minett (Mr. Shoemaker), James Ashcroft (Guy Showing Corpse), Genevieve Buechner (Lily), Kristie Marsden (Donna Shoemaker), William Taylor (Detective), Marnette Patterson (Charlie), Adrianne Palicki (Jessica), Chelan Simmons (Jill)

Toledo, Ohio: in una casa, tre ragazze stanno giocando a “Truth or dare”. Una di loro chiede ad un’altra con chi lei vorrebbe uscire. Poichè la ragazza non risponde è costretta a fare penitenza, cioè a dire tre volte “Bloody Mary” in bagno davanti allo specchio. Lily lo fa e si spaventa quando le sue due amiche sbattono la porta. A quel punto il padre di Lily, Steven Shoemaker chiede alle ragazze di non fare troppo rumore e poi va nel bagno dove, guardandosi allo specchio, i suoi occhi cominciano a sanguinare. La sorella maggiore di Lily rientra e sale al piano superiore dove trova il padre morto.

La scena si sposta ai fratelli Winchester e Sam sta sognando Jessica. Dean lo sveglia. In macchina Sam e Dean discutono su questi sogni ricorrenti di Sam e intanto sul giornale vengono attratti dalla notizia della morta di Shoemaker e decidono di indagare.
I ragazzi vanno all’ obitorio di Toledo, fingendosi medici internisti e dicono che il Dr FEIKLOWICZ doveva mostrare loro il corpo di Shoemaker. Il dottore però non c’è e l’addetto all’obitorio non vuole farli passare. Sam allora gli offre del denaro e l’uomo li accompagna a vedere il cadavere.
Gli occhi del morto sono come liquefatti e il rapporto medico parla di un ictus o aneurisma. Dal rapporto della polizia, i ragazzi vedono l’indirizzo di Shoemaker e decidono di andare a parlare con le figlie.
Arrivano alla casa, quando è in corso il ricevimento successivo al funerale. Si presentano alla figlia maggiore, Donna, dicendo che loro lavoravano con il padre. La figlia più piccola, dice che la colpa della morte del pdare è la sua, dal momento che lei ha ripetuto per te volte “Bloody Mary”, rievocando così il suo spirito.

Dean e Sam salgono al piano di sopra per vedere dove è stata trovata la vittima. Non riescono a capire come Shoemaker sia morte. Nel frattempo un’amica di Donna, Charley, sale e quando vede Sam e Dean gli chiede chi siano, dal momento che non possono essere colleghi del padre di Donna come vogliono far credere. Shoemaker, infatti, lavorava in proprio. Dean e Sam le dicono che sono una sorta di investigatori privati.

Dean e Sam vanno in biblioteca e fanno un po’ di ricerche sulla leggenda di Bloody Mary e trovano molte storie che hanno tutte in comune una donna di nome Mary e che per chiamarla si deve dire tre volte il suo nome.

La scena si sposta su Charley che è in macchina al telefono con una sua amica, Jill. Charley le dice la verità riguardo Sam e Dean, ma Jill è interessata solo al fatto che sono due bei ragazzi. Iniziano a parlare della leggenda di Bloody Mary e Jill, per scherzo, inizia a ripetere il nome. Poii si mette a ridere e chiude il telefono. Dopo qualche attimo Bloody Mary appare e uccide Jill.

Il giorno dopo, al motel: Sam si sveglia dopo un altro incubo. Guarda Dean e gli chiede se ha trovato qualcosa. Dean dice di no e mentre vuole parlare con Sam riguardo ai suoi incubi, Ricevono una telefonata da Charley.

Si recano alla scuola e trovano Charlie, a cui fanno domande sulla morte di Jill. Charley dice loro di quello che Jill aveva fatto dicendo Bloody Mary e non credendo alla veridicità della leggenda, mentre i ragazzi le dicono che probabilmente è vero.
Tuttie e tre si recano a casa di Jill per cercare delle prove. In camera di Jill spengono le luci e usano una luce per visione notturna e una telecamera. Su uno specchio trovano la scritta Gary Bryman e l’impronta di una mano.
Tornati a scuola, Sam fa delle ricerche e scopre che Gary Bryman era un bambino di otto anni, morto in un incidente e che però il conducente della macchin ache lo aveva investito era scappato. Charley, dalla descrizione della macchina, capisce che era quella di Jill-

I ragazzi tornano a casa Shoemaker e fanno lo stesso test fatto da Jill e trovano la scritta Linda Shoemaker e la stessa impronta di mano. Sam e Dean vanno da donna, chiedendole se sa qualcosa su Linda. Donna dice che Linda era la loro madre morta di overdose qualche anno prima e poi chiede ai ragazzi di andarsene. Sam e Dean credono che il padre di Donna avesse ucciso la moglie.

Motel: Dean sta facendo una ricerca per vedere le connessioni tra le vittime e il nome Mary. Scoprono così che Mary deve avere uno schema nel scegliere le sue vittime, uccidendo quelle che hanno un segreto. Dean scopre che una certa Mary Worthington ha la stessa impronta ritrovata sugli specchi.

Fort Wayne, Indiana: Sam and Dean, fingendosi giornalisti, vanno a paralare con una persona che sa della morte di questa Mary. L’uomo dice loro che la morte della Worthington ha ancora dei punti oscuri, dal momento che sembra che chi l’abbia uccisa le abbia cavato gli occhi.
Mary aveva scritto “tre” su uno specchio, e i sospetti ricaddero su un certo Trevor. Mary aveva un diario in cui scriveva del suo amante, un certo “T” e che lei aveva intenzione di dirlo alla moglie. L’uomo continua a dire ai ragazzi che il modo con cui gli occhi di Mary erano stati tolti era quasi professionale , ma la polizia non ha mai trovato né le prove né testimoni.
Dean e Sam gli chiedono dello specchio su cui Mary aveva scritto, ma l’uomo non ne sa più niente.

Scuola: Charley incontra Donna la quale è arrabbiata con lei perché Charley ha portato Sam e Dean a casa sua. Donna non crede alla leggenda di Bloody mary e lo dice tre volte di fronte allo specchio. Charley ha paura.
Le ragazze vanno in classe e Charley vede Bloody Mary nel vetro di una finestra e le sembra che i suoi occhi stiano iniziando a sanguinare. Charley scappa.

I ragazzi sono in macchina, hanno ottenuto delle informazioni sullo specchio che sanno essere in un negozio della città. Nel Frattempo Charley li chiama, loro la raggiungono e la portano al loro motel.
Qui coprono tutte le superfici riflettenti e provano a rassicurarla. Charley confessa che il suo ex ragazzo si è suicidato perché respinto da lei e che quindi lei è in qualche modo responsabile della sua morte.

Sam e Dean la lasciano nel motel ed escono. In macchina discutono di come fermare Bloody Mary. Devono trovare lo specchio su cui lei aveva scritto il nome del suo assassino e richiamarla in qualche modo. Sam si offre, ma Dean è contrario.
Iniziano a discutere e Dean dice al fratello che la deve smettere di sentirsi in colpa per la morte di Jessica. Sam gli risponde che non può, che avrebbe potuto avvertirla e che ha un segreto che ancora non ha detto a Dean.
Dean ci rimane male,ma non vuole rischiare la vita di Sam. A quel punto Sam gli ricorda di Charley.


I ragazzi arrivano al negozio di specchi e riescono ad entrare, trovano lo specchio ma sentono arrivare la polizia. Dean esce per occuparsene, mentre Sam dice Bloody mary tre volte.
Dean vede due poliziotti e gli dice di essere il figlio del proprietario del negozio.
Nel frattempo Sam inizia a rompere gli specchi e chiama Mary affinché lei arrivi. I suoi occhi iniziano a sanguinare e Sam posa la sua rama. Mary inizia a dire a Sam che lui ha ucciso Jessica.
Dean, intanto, se la vede con i poliziotti che non credono a quello che ah detto, dal momento che il proprietario del negozio è asiatico. Dean dice di essere stato adottato, ma per andare ad aiutare il fratello , mette fuori gioco i due poliziotti.
All’interno, Mary continua a dire a Sam che Jessica è morta per colpa sua, dicendogli che lui aveva avuto un incubo prima della sua morte che descriveva esattamente ciò che sarebbe successo e che Sam lo avrebbe ignorato.
Fortunatamente Dean arriva e rompe lo specchio, ma il corpo di Mary esce dallo specchio e cerca di uccidere i ragazzi. Anche gli occhi di Dean iniziano a sanguinare.
Dean riesce a salvare entrambi prendendo un altro specchio e facendo riflettere l’immagine di Mary in quest’ultimo. Gli occhi di Mary iniziano a sanguinare e lei sparisce diventando sangue.

I ragazzi lasciano Toledo e mentre sono in macchina, Dean chiede a Sam di rivelargli il suo segreto. Sam per il momento non se la sente.
Intanto Jessica appare a Sam, come in un addio e scompare subito dopo.

 

1.06 - Episodio 06
titolo originale USA: Skin
titolo italiano: Questione di pelle

Scritto da: John Shiban
Diretto da: Robert Duncan McNeill
Prima visione USA: 18 ottobre 2005
Prima visione Italia: 20 marzo 2007

Guest starring: Amy Grabow (Rebecca), Aleks Holtz (Zach), Shiraine Haas (Bystander), Marrett Green (Anchorman), Anita Brown (Lindsay), Peter Shinkoda (Alex)

St. Louis: L’episodio inizia in una casa che la squadra di polizia Swat ha circondato. Una volta entrati gli agenti trovano sangue sui muri ed una donna con la bocca chiusa dal nastro adesivo. La donna indica un uomo che sta fuggendo, quest’uomo è Dean.

Una settimana prima: Sam e Dean sono ad una stazione di servizio e Sam sta controllando le email ricevute, mentre Dean cerca di parlare del loro prossimo lavoro. Sam non gli presta attenzione e Dean inizia a parlare degli amici di Sam. Dean pensa che non sia sicuro per Sam rimanere in contatto con loro considerando il loro lavoro.
Intanto Sam sembra preoccupato a causa di un’email mandata dalla sua amica Rebecca Warren. In questa email Rebecca racconta a Sam che suo fratello Zack è stato accusato dell’omicidio della sua ragazza. Sam pensa che Zack sia innocente e convince Dean ad andare a St. Louis.
Arrivati a casa dei genitori di Rebecca, i ragazzi vengono accolti dalla giovane donna. Rebecca dice loro che ha deciso di prendersi una pausa di 6 mesi dal college e rimanere a casa dei genitori, che sono a Parigi, per rimanere vicina a Zack. Rebecca descrive ai ragazzi come Zack aveva trovato Emily morta legata ad una sedia. Zack aveva poi chiesto aiuto, ma la polizia lo ha arrestato.
Rebecca dice che l’unico modo per cui Zack avrebbe potuto uccidere Emily era di stare in due posti contemporaneamente visto che esistono le riprese di una telecamera che inquadrano Zack vicino casa di Rebecca intorno alle 22.30 ed Emily è stata uccisa dopo. Sam chiede all’amica se possono andare a casa di zack dal momento che Dean è un detective e magari può aiutarli. Rebecca annuisce e mentre Rebecca va a prendere il cappotto, Dean insiste che non ci vede niente di sovrannaturale, ma comunque accetta di aiutare Sam.
Una volta a casa di Zack, i ragazzi iniziano a guardarsi intono. La polizia ha detto a Becca che non c’era segno di effrazione e che Emily aveva fatto entrare l’assassino. Sam si chiede se potesse esserci qualcun altro ed Becca gli dice che alcuni dei vestiti di Zack erano stati rubati poco prima. Una volta usciti, il cane del vicino abbaia ferocemente e Becca dice che, nonostante non lo avesse mai fatto prima, ormai è così dalla notte dell’omicidio. Sam chiede a Dean se è ancora scettico e Dean annuisce, ma dice che vuole controllare lo stesso.
Dean e Sam chiedono a Becca dove sia il nastro della polizia e lei ammette di averlo rubato.

La scena si sposta ora fuori dove un uomo, che sembra Zack, osserva una coppia fuori dalla propria casa. L’uomo aspetta che il marito se ne vada e si introduce. Si vedono gli occhi di zack illuminarsi.

Tornati a casa di Becca, i ragazzi guardano il nastro e Sam chiede a Becca qualcosa da bere e da mangiare, per poter rimanere solo con Dean. A questo punto mostra al fratello che gli occhi di Zack si sono illuminati e i ragazzi giungono alla conclusione che Zack ha un doppelganger, cioè un sosia fantasma.

La scena ritorna alla casa di prima, il marito è tornato e trova sangue sui muri e la moglie picchiata e legata ad una sedia. Mentre tenta di slegarla , lei l,o prega di non farle ancora del male. Con un’espressione confusa, l’uomo inizia a controllare la casa solo per trovarsi di fronte un altro se stesso, che lo attacca.

I ragazzi nel frattempo si sono recati a casa di Zack, per fare un sopralluogo, dal momento che il video mostra Zack entrare in casa, ma non uscire. Questo significa che l’assassino ha usato la porta posteriore. Sam sta cercando qualche traccia, quando un’ambulanza arriva a tutta velocità.
I fratelli seguono l’ambulanza che è seguita dalla polizia. Fanno domande ad alcuni vicini, per sapere cosa è successo e vengono così a sapere che un uomo ha picchiato a morte la moglie. Dean va a parlare con un ufficiale e poi ritorna da Sam, ammettendo che è effettivamente un loro tipo di lavoro. L’ufficiale ha infatti detto a Dean che un testimone aveva visto l’uomo tornare a casa dopo che la moglie era stata torturata.
I ragazzi adesso pensano che si tratti di uno shapeshifter, cioè di un’entità capace di trasformarsi in un’altra persona, assumendone le caratteristiche fisiche e i ricordi.
Sam allora pensa che, poiché non ci sono tracce, forse lo shapeshifter può volare. Dean pensa che sia semplicemente scappato attraverso le fogne.
I due fratelli allora vanno nelle fogne in perlustrazione e notano brandelli di pelle a terra.I ragazzi capiscono che ogni volta che l’entità cambia forma, prima si decompone.
Una volta in macchina, Dean dice che non importa che tipo di shapeshifter sia, dal momento che tutti muoiono allo stesso modo, con un proiettile d’argento nel cuore.
Improvvisamente Becca chiama Sam e gli dice che ha scoperto che Dean non è un detective e che non vuole più il loro aiuto. Dean dice a Sam che questo è quello che succede quando si mente e poi gli dà una pistola.
I ragazzi scendono di nuovo nelle fogne e improvvisamente questo gli compare davanti e ferisce Dean ad una spalla prima di scappare. Sam gli corre dietro ed esce dalle fogne, seguito da Dean. Dello shapeshifter non c’è più traccia. I ragazzi decidono di separarsi e quando si rincontrano Sam non realizza subito che Dean è in realtà stato sostituito dallo shapeshifter.
I ragazzi tornano alla macchina e Sam chiede a Dean se il padre avesse mai avuto a che fare con uno shapeshifter. Dean risponde di no e apre il bagagliaio. Sam allora gli punta contro la pistola dicendogli che lui non è il vero Dean perché la sua spalla sinistra non sembra ferita. Lo shapeshifter mette fuori gioco Sam con un pugno.
Di nuovo nelle fogne, vediamo Sam legato che chiede allo shapeshifter dove sia Dean. L’essere sembra imparare cose che riguardano Dean e la sua famiglia, come se fosse capace di assorbire i pensieri ed i ricordi di colui di cui ha preso le sembianze. Lo shapeshifter dice a Sam che Dean si sente geloso della vita di Sam, del fatto che lui sia andato al college lasciandolo solo, non considerando che anche lui aveva dei sogni per la sua vita. In ogni caso lo shapeshifter dice che Dean è contento di aver incontrato persone interessanti e carine come, ad esempio Rebecca.
La scena si sposta a casa di Rebecca, dove il finto Dean si vuole scusare con lei per averle mentito.
Nello stesso tempo, nelle fogne, Dean si libera e va a liberare anche Sam.
Di nuovo a casa di Rebecca, dove “Dean” sta raccontandole dello shapeshifter e ovviamente Becca non gli crede. Lo shapeshifter, le racconta, allora quanto difficile è la vita di un essere come quello.
I ragazzi intanto si sono liberati e Sam spiega al fratello come lo shapeshifter avesse rubato i suoi pensieri e che questo è il motivo per cui non uccide le persone di cui prende le sembianze. Ha bisogno di una connessione psichica.
I ragazzi lasciano le fogne e vogliono andare verso la casa di Becca.
Intanto qui lo shapeshifter tenta di baciare Becca, ma lei lo respinge dicendo che deve andarsene o che chiamerà la polizia. L’entità le strappa il telefono di mano e la costringe a rimanere ferma, mentre le lega le mani e inizia a torturarla.
A questo punto si ritorna alla scena iniziale, con l’irruzione della polizia. Lo shapeshifter, saltando giù da una finestra, riesce a fuggire e a raggiungere le fogne dove inizia un’altra trasformazione.
Intanto per strada Sam e Dean vedono in alcune televisioni un ritratto di Dean che è accusato del tentato omicidio di Rebecca. I fratelli discutono su come fermarlo e decidono di raggiungere l’Impala per prendere delle armi. La macchina è parcheggiata vicino alla casa di Rebecca e Dean è costretto a scappare perché ricercato dalla polizia. Sam gli raccomanda di non andare nelle fogne da solo.
Il giorno dopo Dean raggiunge la macchia e prende una pistola, dopo di che va a cercare lo shapeshifter nelle fogne. Qui Dean trova Becca legata e spaventata.
A casa di Becca, Sam sta parlando con lei, o meglio con lo shapeshifter che, ad un certo punto, rompe una bottiglia sulla testa di Sam.
Nel frattempo, Dean libera Becca che si scusa e tutti e due corrono per salvare Sam, che è nelle mani dello shapeshifter, che, intanto, si è trasformato in Dean. Questi dice a Sam che dovrebbe dimostrate più gratitudine nei confronti del fratello e parla delle grandi qualità di Dean. Tira fuori un coltello che però Sam riesce ad usare per tagliare le corde che lo legano.
Iniziano a lottare e Sam sembra avere la peggio, dal momento che lo shapeshifter lo sta strangolando. In quel momento arrivano Dean e Becca. Dean spara all’entità e si va ad assicurare che sia morto, strappandogli il ciondolo che lo shapeshifter gli aveva rubato.
Il giorno dopo i ragazzi salutano Rebecca, che chiede a Sam se qualcun altro conosce il suo segreto. Sam dice di no, la saluta e se ne va.
Riguardo a Zack, questi viene liberato e Dean Winchester, ormai creduto morto, viene ritenuto colpevole anche dell’omicidio di Emily.
In Macchina, Dean si scusa con Sam dicendogli che vorrebbe davvero che le cose per lui fossero diverse e Sam risponde che anche quando era al college, lui era comunque diverso dagli altri.

 

1.07 - Episodio 07
titolo originale USA: Hook Man
titolo italiano: L'uomo uncino

Scritto da: John Shiban
Diretto da: David Jackson
Prima visione USA: 25 ottobre 2005
Prima visione Italia: 25 marzo 2007

Guest starring: Brian T. Skala (Rich), Chelah Horsdal (Cute Librarian), Jane McGregor (Lori Sorenson), Alfred E. Humphreys (Sheriff), Christie Laing (Taylor), Benjamin Rogers (Unknown), Dan Butler (Reverend Sorenson)

Iowa, Università: l’episodio si apre con due ragazze che, nel loro appartamento della confraternita Theta, discutono su cosa indossare per un appuntamento con il proprio ragazzo. Dopo un po’una di loro, Lori, esce per incontrare il fidanzato.
I due si fermano sotto un ponte e cominciano a baciarsi, quando il cellulare di Lori squilla. E’ suo padre e lei decide di non rispondere. Mentre i due ragazzi si baciano, si vede una figura nell’ombra. L’uomo ha un uncino e graffia due segnali stradali vicini alla macchina dei ragazzi, prima di sparire. Lori e Rich decidono di dare un’occhiata per capire di cosa si tratti.
A quel punto qualcosa di invisibile attacca la macchina e un lungo graffio si vede sulla carrozzeria. Lori inizia ad urlare e si chiude all’interno della macchina. Dopo un po’ quando è calato nuovamente il silenzio, Lori decide di uscire per cercare Rich. Lo trova, impiccato al ponte.

La mattina seguente vediamo Dean e Sam in una caffetteria, Sam ha fatto alcune chiamate e quando ritorna al tavolo, Dean gli mostra un giornale, dove si parla dell’incidente accorso a Lori e Rich.
I ragazzi decidono di andare all’università dell’Iowa e si fermano nella sede della confraternita di Rich. Riescono a parlare con il compagno di stanza del ragazzo, il quale afferma che Rich era con la sua ragazza la notte che è morto. La ragazza è Lori Sorensen, figlia del Reverendo della Chiesa del paese.
Dean e Sam decidono di recarsi in Chiesa, dove il Reverendo sta officiando la Messa. Quando ha finito, Dean parla con il Reverendo, mentre Sam scambia qualche parola con Lori. La ragazza gli confessa di aver visto delle cose incredibili e che nessuno le crede.
I fratelli Winchester si congedano e vanno in biblioteca, dove trovano lacune informazioni riguardanti la leggenda dell’ Uomo con l’uncino (Hook man). Guradndo i registri degli arresti, Sam scopre che un predicatore, Jacob Carns, uccise 13 prostitute nel 1862 con un uncino d’argento. Tutti gli omicidi accaddero nel punto esatto dove anche Rich era stato ucciso.
Subito dopo vediamo Lori discutere con suo padre, perché questi vuole che la figlia torni a vivere a casa, mentre la ragazza non vuole e lascia il padre per andare nel suo appartamento. La sua compagna di stanza è già addormentata.
La scena si sposta al ponte dove ci sono stati gli omicidi. Sam e Dean controllano la zona e Sam prende un fucile caricato con proiettili di sale. Sentono rumori provenienti dal bosco, ma si tratta solo di un poliziotto che arresta entrambi.
La mattina dopo, Lori si sveglia e trova la sua compagna di stanza morta in una pozza di sangue. C’è un messaggio sulla parete che dice “ Non sei contenta di non aver acceso la luce?”.
Nel frattempo alla stazione di polizia, Dean ha detto allo Sceriffo che Sam è un novellino della confraternita che i compagni stavano iniziando. Lo Sceriffo gli crede e li lascia andare. Mentre i ragazzi si avviano verso l’Impala, i poliziotti escono di corsa e i fratelli li seguono, sospettando ci sia stato un nuovo omicidio. Arrivati all’università, vedono Lori, che i poliziotti credono coinvolta, andare a casa con suo padre.
Sam e Dean si intrufolano nella stanza di Lori alla confraternita e dall’odore e da ciò che è dipinto sulle pareti, capiscono che si tratta di uno spirito. Decidono allora di trovare il corpo del predicatore che aveva ucciso le prostitute e di bruciarlo. Sam dice che il corpo si trova da qualche parte nel Old North Cemetery in una tomba senza nome.
I ragazzi si recano ad un party all’università e Sam mostra a Dean articoli del 1932 e del 1967 che riguardano preti che furono accusati di omicidi commessi con armi da taglio. I ragazzi credono che o il padre di Lori stai invocando lo spirito dell’Hookman o che questi si sia in qualche modo intrufolato nelle emozioni represse del Reverendo e si stia nutrendo di quelle. Dean lascia Sam, che si reca da Lori, e va al cimitero.
Qui Dean si sente osservato mentre cerca la tomba, che, alla fine, trova. Si mette a scavare e alla fine dà fuoco al corpo. Sam, intanto, vede Lori discutere con il padre finchè questa esce di casa e lo vede. Lori racconta a Sam che ha appena scoperto che suo padre ha una storia con una donna sposata e questo la rattrista. Lori abbraccia Sam e lo bacia. Dopo un attimo Sam si ritrae dicendole che non può. Intanto il padre di Lori esce e le dice di rientrare, ma improvvisamente l’Hookman appare e attacca il Reverendo, trascinandolo in casa. Sam gli spara e lo spirito sparisce.
Il Reverendo viene portato in ospedale e Sam racconta allo Sceriffo dell’uomo con l’uncino, non dicendogli, però, che si tratta di un fantasma. In quel momento arriva Dean e Sam gli chiede perché non abbia bruciato le ossa di Carns. Dean gli risponde che lo ha fatto e allora i ragazzi capiscono che devono distruggere l’uncino originale. Realizzano anche che lo spirito si è legato a Lori e Dean, per sdrammatizzare, dice a Sam di ricordargli di non far arrabbiare quella ragazza.
I fratelli si recano di nuovo in biblioteca e scoprono che l’uncino, una volta che Carns fu giustiziato, fu rimandato alla Chiesa, che era proprio quella in cui lavorava il padre di Lori.
La Chiesa allora aveva forgiato l’uncino in un’altra forma.
Arrivati in Chiesa, i ragazzi si mettono a cercare qualunque cosa sia d’argento e la buttano nella fornace che si trova in cantina. Improvvisamente sentono dei rumori provenire dal piano di sopra e trovano Lori. Sam rimane con lei mentre Dean va a finire il lavoro. Lori si sente colpevole per quello che sta succedendo e scoppia a piangere. Sam prova a consolarla , ma l’Hookman appare e li attacca. Sam e Lori scappano, ma Sam viene colpito ad un braccio. A quel punto Dean accorre e spara allo spirito che sparisce momentaneamente. Sam e Dean capiscono che ancora non hanno liquefatto l’uncino originale e improvvisamente si rendono conto che questo è stato trasformato nel crocefisso che Lori porta al collo. Sam lo strappa e lo lancia a Dean il quale corre immediatamente di sotto per gettarlo nella fornace.
Nel frattempo Sam rischia di venir ucciso dallo spirito, che all’improvviso si distrugge. L’uncino è stato sciolto.
L’episodio si conclude con Sam che riceve le cure dai paramedici e Dean che parla con lo Sceriffo. Lori avvicina Sam e lo ringrazia. Dean guarda la scena dallo specchietto retrovisore e sospira. Sa che a Sam Lori piace e una volta che il fratello torna in macchina, gli chiede se vuole rimanere. Sam scuote la testa e i ragazzi ripartono.

Musica
"Merry Go Round" by Split Habit
"Bang Your Head (Metal Health)" by Quiet Riot
"Noise" by Low Five
"At Rest" by APM
"Royal Bethlehem" by APM
"U Do 2 Me" by Paul Richards
"Peace Of Mind" by Boston

 

1.08 - Episodio 08
titolo originale USA: Bugs
titolo italiano: Insetti

Scritto da: Rachel Nave, Bill Coakley
Diretto da: Kim Manners
Prima visione USA: 8 novembre 2005
Prima visione Italia: 27 marzo 2007

Guest starring: Anne Marie Loder (Joanie), Jimmy Herman (Joe White Tree), Ryan Robbins (Travis Wheeler), Mi-Jung Lee (Newscaster), Jim Byrnes (Anthropology Professor), Carrie Genzel (Lynda Bloome), Andrew Airlie (Larry Pike), Tyler Johnston (Matt White), Michael Daingerfield (Dustin)

Oasis Plains, Oklahoma: l’episodio si apre in un cantiere edile. Due uomini, Dustin e Travis, parlano di quanto siano care le case che stanno costruendo. Improvvisamente Dustin sente un rumore e la terra tremare. L’uomo cade in una buca e si lamenta che ha qualcosa di rotto, per cui Travis va a cercare una corda per tirarlo fuori. Quando ritorna, trova Dustin morto.
Nel frattempo Sam e Dean sono in un bar. Sam sta leggendo il giornale che parla della misteriosa morte di Dustin, quando Dean va da lui con del denaro in mano. Lo ha ottenuto giocando a biliardo. Sam sospira e mostra al fratello ciò che ha letto. La morte è imputata alla malattia della mucca pazza. Dean risponde di aver sentito qualcosa della malattia seguendo lo show “Oprah” e Sam è abbastanza sorpreso di scoprire che il fratello guardi quel tipo di programmi. Comunque Dean chiede a Sam perché questa morte dovrebbe essere un loro problema e Sam gli risponde che i sintomi non corrispondono.
Dean e Sam arrivano sul posto di lavoro di Dustin e Travis e, trovato Travis, parlano con lui di quanto successo. Travis mostra loro dove Dustin è morto. Dean e Sam superano il nastro di protezione intono al buco e si chiedono cosa possa essere successo. I ragazzi decidono di calarsi nella buca, ma c’è posto solo per una persona e Sam decide di andare per dimostrare a Dean che non ha paura, visto che il fratello lo stava prendendo in giro.
Tornati in macchina, Sam dice che l’unica cosa che ha visto sono alcuni scarafaggi e niente altro. I ragazzi decidono che hanno bisogno di più informazioni. Si recano all’ufficio vendite delle case che si stanno costruendo e Larry Parks li accoglie, dicendo che la casa è aperta ad ogni razza, religione, colore o orientamento sessuale. Evidentemente Parks crede che Dean e Sam siano una coppia gay. Dean gli risponde dicendo che sono fratelli e che stanno cercando una casa per il padre. Una volta entrati parlano con Larry del vicinato e questi li rassicura e poi gli presenta la moglie Joanie. Larry poi lascia i ragazzi con Linda Blume, il capo vendite, che scambia i fratelli per una coppia e questa volta, Dean sta allo scherzo e lascia Sam a parlare con linda, mentre lui va a cercare Larry. Facendo un giro della casa, Dean nota un barattolo pieno di insetti e Larry gli spiega che sono di suo figlio. Sam intanto, lasciata Linda, nota un ragazzo dietro di lei. Lo raggiunge e scopre che si tratta di Matt, il figlio di Larry, che ha una vera passione per gli insetti e un cattivo rapporto con suo padre. Sam annuisce, dicendo che per lui è lo stesso.
Nel frattempo Larry raggiunge Matt e lo rimprovera; Sam e Dean guardano la scena e iniziano a discutere sul loro padre. Sam dice che Larry gli ricorda John per i suoi modi di fare e Dean risponde di non ricordare situazioni simili. Sam gli ricorda che il padre gridava sempre contro di lui e che Dean era considerato il “figlio perfetto”. Dean cerca di difendere John dicendo che a volte Sam esagerava, ma Sam si giustifica dicendo che la sua unica colpa era voler avere un avita normale. Dean, a quel punto, cambia argomento e dice di aver scoperto che un anno prima un altro uomo era morto a causa di uno shock anafilattico. Entrambe le morti sono quindi dovute ad insetti.
Di sera, in macchina, i fratelli discutono sul perché degli insetti dovrebbero voler uccidere delle persone. Parlano di Matt, visto il suo amore per gli insetti, quando Dean dice a Sam di accostare e parcheggiare in una delle case nuove, ma ancora disabitate.
La scena si sposta a casa di Linda, dove la donna sta facendo una doccia. Si vedono insetti cadere sul suo letto e poi ragni uscire dalla doccia. Anche lei viene uccisa.
La mattina dopo, Sam dice al fratello di uscire dalla doccia e gli parla della morte di Linda.
I ragazzi accorrono sul posto, dove trovano anche Larry il quale non sa darsi una spiegazione sulla morte della collega.
Una volta che la casa di Linda è vuota, Sam e Dean vanno a dare un’occhiata al bagno dove trovano dei ragni. Decidono, allora, di fare qualche domanda a Matt.
Lo trovano alla fermata dell’autobus e vedono che non sta andando a casa. Lo seguono nel bosco e Matt, innervosito, si ferma e gli chiede se vogliono ucciderlo. I ragazzi, ovviamente, negano e gli fanno domande sui suoi insetti e su come Linda sia morta a causa dei ragni. Matt si difende, ma dice di sapere che sta succedendo qualcosa di strano con gli insetti. Chiede ai ragazzi di seguirlo e durante il tragitto, iniziano a discutere della famiglia in generale. Sam rassicura Matt, dicendogli che appena potrà andare al college le cose miglioreranno per lui. Dean non è d’accordo perché pensa sia sbagliato risolvere i problemi lasciando la propria famiglia.
Intanto i tre arrivano in uno strano posto dove gli insetti si riuniscono tutti insieme. Sam indica un punto dove molti vermi devono essersi radunati e Dean, scavando, trova un teschio.
A quel punto Sam e Dean scoprono un intero scheletro e capiscono che si tratta di uno spirito che agisce tramite gli insetti. Si recano allora al Dipartimento di Antropologia e mentre camminano, cominciano a discutere di nuovo su John. Sam crede che il padre fosse sempre deluso da lui, ma Dean gli dice semplicemente che il padre non era deluso, ma spaventato. Aveva paura per lui, per questo lo seguiva anche a Stanford. Sam sembra sorpreso, mentre Dean è intristito.
I ragazzi raggiungono il professore con cui avevano appuntamento. Questi gli dice che gli scheletri appartengono agli Indiani, visto che in quella zona vive la tribù degli Occhi.
Sam e Dean ritornano dove il primo delitto fu commesso e trovano un vecchio Indiano, che si rifiuta di parlare con Dean, perchè gli ha mentito, ma risponde a Sam. L’indiano racconta di una vecchia storia che si tramanda da generazioni per cui la natura avrebbe protetto la valle alla sesta notte. La natura si sarebbe servita degli insetti.
I ragazzi capiscono che c’è una maledizione per cui nessuno può alterare l’aspetto di quella valle e che la sesta notte è proprio la successiva. Devono correre ad avvisare Larry e la sua famiglia.
Intanto Matt vede una moltitudine di insetti uscire dal sottosuolo. Sam lo chiama e lo avvisa di portare la sua famiglia lontano da lì. Dean prende il telefono e dice a Matt di mentire se necessario, per costringere il padre ad andarsene. Ovviamente il padre non ascolta Matt e quando Sam e Dean arrivano trovano ancora tutti lì.
Dean fa entrare tutti in casa e fa chiudere tutte le finestre e le aperture, mentre la casa viene circondata da centinaia di migliaia di insetti. Dean manda tutti in soffitta mentre cerca qualcosa per combattere gli insetti. Trova uno spray pesticida e inizia a spruzzare per prendere tempo. Raggiunge gli altri in soffitta dove le termiti stanno mangiando il legno per permettere agli altri insetti di entrare. I ragazzi cercano di tappare tutti i buchi e, incredibilmente, sono in grado di resistere fino all’alba quando tutto finisce.
Il giorno dopo Sam e Dean trovano Larry pronto ad andar via ed ad abbandonare il suo progetto. Sam saluta Matt che getta via la sua collezione di insetti.
Sam si scusa con Dean per quello che ha detto su John e gli dice che vuole ritrovarlo. Dean annuisce e i ragazzi ripartono.

Music
Rock of Ages by Def Leppard
Rock You like a Hurricane by The Scorpions

 

1.09 -Episodio 09
titolo originale USA: Home
titolo italiano: Ritorno a casa

Scritto da: Eric Kripke
Diretto da: Ken Girotti
Prima visione USA: 15 novembre 2005
Prima visione Italia: 3 aprile 2007

Guest starring: Jeffrey Dean Morgan (John Winchester), Jerry Rector (Joe the Plumber), Don Thompson (Mr. Guenther), Jamie Schwanebeck (Richie), Haili Page Philippe (Sarry), Samantha Smith (Mary Winchester), Kristin Richardson (Jenny), Loretta Devine (Missouri Moseley)

Ci troviamo a Lawrence in Kansas, dove una giovane donna, Jenny, e i suoi figli si sono appena trasferiti nella vecchia casa dei Winchester. Jenny sta cercando di mettere a posto e, trovando in una scatola la foto del suo matrimonio, si commuove. A quel punto la figlia Sari arriva dicendole che c’è qualcosa nel suo armadio. Jenny segue Sari e le prova che non c’è niente che non vada. Jenny lascia Sari a letto e la piccola dice alla madre che la casa non le piace. Jenny prova a rassicurarla e mette una sedia davanti all’armadio su richiesta della figlia.
Jenny torna a mettere in ordine quando inizia a sentire rumori provenienti dalla cantina. Sperando non si tratti di topi, scende a controllare. Nel frattempo nella stanza di Sari, la sedia inizia a muoversi. Jenny, ancora in cantina, si guarda in giro e trova un vecchio cesto con delle foto della famiglia Winchester. In camera di Sari, una grossa fiammata si leva dall’armadio e Sari grida.
La scena si sposta in un hotel dove Sam si risveglia da un incubo, in cui ha visto Sari gridare. Dean è al computer, facendo ricerche. Sam disegna un albero e si chiede dove lo ha già visto. Ignorando completamente ciò che Dean gli sta dicendo, prende il diario del padre e trova la foto che ritrae la sua famiglia davanti all’albero. Sam dice a Dean che sa dove devono andare e cioè di nuovo a casa, perché il suo incubo gli dice che lì sta per succedere qualcosa. Dean chiede spiegazioni e Sam gli racconta finalmente la verità. Prima che Jessica morisse, lui aveva sognato ciò che sarebbe successo, ma non credeva che fosse vero. Dean è sconvolto e turbato, aveva giurato a se stesso che non sarebbe mai più tornato in quella casa, ma, alla fine, sa che è giusto farlo.
I ragazzi arrivano presso la loro vecchia casa e Sam chiede a Dean se sta bene. Dean annuisce e vanno a bussare. Quando Jenny apre, Dean inizia a dire che sono Agenti Federali, ma Sam lo interrompe e dice a Jenny che loro sono i precedenti inquilini della casa e che vorrebbero dare un’occhiata in giro. Jenny li lascia entrare e dice loro che ha trovato delle vecchie foto che gli appartengono.
In cucina Sari sta disegnando e suo fratello minore, Richie, è nel box e chiede un succo di frutta. Jenny presenta i ragazzi ai figli e gli dice che loro abitavano nella casa in passato. Jenny, parlando della casa, dice che ha bisogno di alcuni lavori perché ci sono problemi con l’impianto elettrico e con alcuni scricchiolii provocati dai topi. Sari chiede alla madre se la cosa che vive nel suo armadio, viveva lì anche quando c’erano Dean e Sam. Jenny prova a rassicurarla, chiedendo aiuto ai fratelli, che l’appoggiano, ma Sari racconta del fuoco e allora Jenny le dice che è stato solo un sogno.
Dean e Sam escono dalla casa e iniziano a parlare del fuoco visto da Sari. Sam sottolinea che sia le luci intermittenti sia gli scricchiolii, indicano la presenza di uno spirito e Dean è spaventato dal fatto che le visioni di Sam possano diventare avvenimenti reali. Sam insiste che devono portare Jenny e i bambini via dalla casa e Dean gli risponde che non hanno una giustificazione credibile per convincere Jenny.
I ragazzi arrivano ad una stazione di servizio e Sam si chiede se questa può essere la stessa cosa che ha ucciso Jessica e la loro madre. Dean non sa cosa rispondere e Sam gli chiede cosa si ricordi sulla notte in cui Mary morì. Dean dice di ricordarsi il fuoco e il calore e che poi il padre gli diede Sam e che lui lo portò in salvo. Sam rimane sorpreso, perché non conosceva questo particolare. Dean sembra estremamente calmo e dice al fratello che devono considerare questo lavoro come tutti gli altri. Sam sta per dire qualcosa, ma Dean lo lascia per andare in bagno.
Lontano da Sam, Dean chiama il padre chiedendogli aiuto. Dean gli dice, sull’orlo del pianto, che sono a Lawrence, che qualcosa sta succedendo e che lui non sa cosa fare. Dean prega il padre di aiutarlo.
La scena si sposta a casa di Jenny dove un idraulico sta cercando di aggiustare il lavello della cucina. L’idraulico sta svitando delle cose, quando una scimmia giocattolo comincia a muoversi. L’idraulico infila il braccio nello scarico del lavello, per riprendere il guanto che era scivolato dentro, ma il trita-rifiuti si mette in moto, maciullandogli il braccio.
Intanto Sam e Dean vanno dal meccanico dove una volta John lavorava. Chiedono ad uno dei proprietari alcune cose su John e l’uomo racconta ai ragazzi quanto John amasse la moglie e i suoi figli. Subito dopo l’incendio, però, John cominciò ad agire in modo strano e parlava di qualcosa di strano che aveva provocato l’incendio. Cominciò, allora, a frequentare una sensitiva.
Lasciato l’officina, i ragazzi cercano sull’elenco telefonico i nomi dei sensitivi in città e quando Sam dice “Missouri Mosley”, Dean prende il diario di John e scopre che Missouri è la persona che il padre aveva interpellato per capire cosa era successo a Mary.
Arrivati da Missouri, quest’ultima, dopo aver congedato un cliente, li fa accomodare e esprime il suo dispiacere a Sam per ciò che era successo a Jessica e si dice anche dispiaciuta per la scomparsa di John. I ragazzi si domandano come lei potesse sapere queste cose e Missouri ammette che può leggere nella mente delle persone. Alla domanda su dove sia trovi John, lei dice di non saperlo.
Intanto a casa di Jenny, la donna sta discutendo con la ditta produttrice dei lavelli, riguardo ciò che era successo al tecnico. Improvvisamente sente dei rumori provenire dal piano di sopra e va a controllare lasciando Richie in cucina.
Nuovamente da Missouri, dove la donna chiede ai ragazzi perché pensano ci sia di nuovo qualcosa nella loro vecchia casa. Dopo la risposta, lei dice che ha sempre tenuto d’occhio quel posto, ma che non si sono più verificati eventi strani.
Tornando a casa di Jenny, Richie sta giocando nel suo box, quando questi si apre e Richie va verso il frigorifero dove, per prendere un succo, si arrampica. Improvvisamente la porta del frigo viene chiusa imprigionando il bambino. Quando Jenny torna in cucina, non vede più il figlio e inizia a cercarlo dappertutto. Ad un certo punto nota del latte gocciolare dal frigo e, di corsa, apre la porta e trova Richie all’interno.
Sam e Dean arrivano da Jenny con Missouri e le chiedono se possono vedere la casa ancora una volta; Jenny dice che non è il momento migliore ma Missouri riesce a convincerla dicendole che sa come si sente riguardo alla casa e che loro possono aiutarla.
Una volta dentro, Missouri sente un’energia oscura proveniente dalla vecchia stanza di Sam, ma che la presenza non è la stessa che ha ucciso Mary e che c’è più di uno spirito. Uno è sicuramente un poltergeist, l’altro non riesce ad individuarlo. L’unica cosa che può dire è che la cosa non finirà finchè Jenny e i suoi figli non saranno morti.
Lasciata la casa, i ragazzi si recano nello studio di Missouri dove la donna si fa aiutare a preparare delle polveri che possono essere usate per liberare la casa, una volta messe nei quattro punti cardinali.
Tornati da Jenny, la invitano a portare i bambini al cinema, mentre loro si occupano della casa. I tre si dividono e una volta iniziato il rito, vengono attaccati dallo spirito. Dean riesce a liberarsi per primo e corre da Sam che rischia di finire strangolato con il filo di una lampada. Dean velocemente porta a buon fine il compito di Sam e si vede una forte luce bianca formarsi intorno alla casa. Sam chiede a Missouri se è tutto finito e lei annuisce. Sam non è convinto. Nel frattempo Jenny torna e trova la casa in disordine. Missouri le dice di non preoccuparsi perché Dean sistemerà tutto. Una volta finito i tre lasciano la casa.
Jenny si mette a letto e si addormenta, ma improvvisamente il suo letto inizia a tremare e lei inizia ad urlare. Sam e Dean erano rimasti nell’Impala davanti la casa, perché Sam sentiva che la cosa non era finita, e immediatamente accorrono. Dean salva Jenny, mentre una figura si materializza in camera di Sari. Sam prende i bambini e provano ad uscire. Dean e Jenny sono ormai fuori e li aspettano. Una volta sulla porta Sam dice a Sari di portare fuori il fratellino e viene immediatamente tirato dentro dallo spirito. Dean vede i bambini e non Sam e allora corre a prendere il fucile ed entra in casa, sfondando la porta.
Sam intanto viene sbattuto ovunque dallo spirito finchè questi non lo inchioda al muro. La figura di fuoco cammina verso di lui, ma Dean sopraggiunge e vuole sparare. Sam lo ferma, perché capisce che la figura che sta apparendo è Mary, la loro madre.
Mary si avvicina ai figli, increduli ed emozionati; guarda intensamente Dean e poi si rivolge a Sam, dicendogli che le dispiace. A questo punto Mary sacrifica se stessa per distruggere il poltergeist, liberare la casa e salvare i suoi ragazzi.
Mary svanisce, ora è davvero tutto finito.
Il giorno successivo, si vede Dean guardare le vecchie foto della sua famiglia che Jenny aveva trovato. Sam parla con Missouri riguardo quello che gli sta succedendo, ma lei non ha risposte. Missouri si congeda dai ragazzi dicendo loro di stare sempre vicino l’uno all’altro. Dean annuisce e la salutano.
Missouri torna nel suo studio dove ad aspettarla c’è John. Missouri si chiede perché Sam non abbia sentito la presenza del padre e rimprovera John di non essersi fatto vedere dai suoi figli, visto che loro avevano bisogno di lui. John risponde che lui avrebbe voluto, ma che era troppo pericoloso. Lo avrebbe fatto solo dopo aver saputo la verità.

 

1.10 -Episodio 10
titolo originale USA: Asylum
titolo italiano: La rivolta

Scritto da: Richard Hatem
Diretto da: Guy Bee
Prima visione USA: 22 novembre 2005
Prima visione Italia: 10 aprile 2007

Guest starring: Nicole LaPlaca (Patient/Spirit), Leif Bridgman (Patient/Spirit), Nancy Bell ( Female Patient/Spirit), Karly Warkentin ( Kelly's Wife), Peter Benson (Lt. Walter Kelly), Tom Pickett (Lt. Danny Gunderson), Nick D'Agosto (Gavin), Brooke Nevin (Kat), Norman Armour (Dr. Sanford Ellicott), James Purcell (Dr. James Ellicott)

L’episodio si apre al Roosvelt Asylum di Rockford in Illinois. Un gruppo di amici entra nell’edificio abbandonato rompendo i sigilli alle porte e subito dopo arrivano due poliziotti . Il più anziano dice al suo collega Walter che a quel posto è legata una leggenda locale, cioè che chiunque passi una notte all’asylum diventa pazzo. I poliziotti si separano e cercano i ragazzini. Daniel li trova, mentre Walter entra nella sala delle caldaie e la sua torcia si spegne.Una volta usciti, i ragazzini vengono mandati a casa e Daniel nota che Walter ha uno sguardo strano e che perde sangue dal naso.Alla fine del turno Walter torna a casa e rifiuta di parlale con la moglie. Dopo qualche secondo le spara e poi si suicida.La scena si sposta in un motel dove Sam e Dean parlano di trovare il padre, quando Dean riceve un messaggio con delle nuove coordinate. Dean le controlla sul portatile e trova che sono riferite ad un posto chiamato Rockford. Leggendo i giornali locali, scopre del poliziotto che ha ucciso la moglie e che questi era prima stato all’istituto Roosvelt. Lo stesso istituto è nominato nel diario del padre e così decidono di andare a controllare. I ragazzi sono adesso in un pub, dove Dean cerca di parlare con il collega di Walter. Si presenta come un cronista di un giornale e inizia ad infastidire il poliziotto. A quel punto Sam interviene mandando via Dean e facendosi amico il poliziotto. Il trucco funziona e Daniel gli racconta ciò che sa. Sam raggiunge Dean, apparentemente Walter era una brava persona, non un killer o un pazzo. Il giorno seguente i fratelli entrano nell’istituto, controllando l’ala sud e Dean legge sul diario del padre che 3 ragazzini entrarono in quell’ala nel 1972, ma solo uno sopravvisse. I ragazzi continuano la perlustrazione , ma decidono che è meglio tornarci di sera. A quel punto si recano in città per saperne di più sul direttore dell’ala sud, il dottor Ellicott.
Sam si reca presso lo studio del figlio di Ellicott che anche lui uno psichiatra. Questi cerca di far parlare Sam dei suoi problemi in cambio di informazioni su suo padre e su quello che era successo nell’ala sud. Sam accetta e si apre con il dottore. Uscendo, Sam non dice a Dean di aver parlato di lui e di John con il dottore, ma gli racconta ciò che ha scoperto sull’istituto. Pare che nel 1964, alcuni dei pazienti di Ellicott si ribellarono e alcuni compagni e membri dello staff rimasero uccisi. Alcuni corpi non furono mai ritrovati, compreso quello del dottor Ellicott. I ragazzi decidono che devono ritrovare i corpi e bruciarli.
Tornati all’istituto quella stessa sera, Dean e Sam non sono soli. Due teen agers, Gavin e Kat, sono infatti entrati nell’istituto. Gavin crede che sia divertente, ma Kat è spaventata. Gavin si inoltra da solo e la sua torcia si spegne. Vede una ragazza e pensando sia Kat, la bacia. In quel momento Kat lo chiama e Gavin realizza di aver baciato qualcosa di non umano. Intanto Dean e Sam cercano i corpi, quando il fantasma di una donna compare davanti a Sam e Dean le spara con il sale. Sam non capisce perché questi fantasmi sembrano non attaccare le persone. Improvvisamente i fratelli sentono un rumore e trovano Kat, che dice loro di non sapere dov’è finito il suo ragazzo. Sam lo va a cercare, mentre Dean rimane con la ragazza. Dean le dice di evitare di frequentare posti come quello e intanto Sam trova Gavin sul pavimento. Cercando di scappare da un fantasma, è caduto e ha sbattuto la testa. Gavin dice a Sam che il fantasma non ha provato ad attaccarlo, gli ha solo detto qualcosa che, però, lui non ha sentito bene.
Nel frattempo la torcia di Dean si spegne e Kat si lamenta perché lui le stringe troppo il braccio. Dean le dice che non è lui a tenerla, ma un fantasma che trascina Kat in una stanza e chiude la porta a chiave. Dean prova a buttarla giù, quando arrivano Sam e Gavin. Sam dice a Kat di rimanere calma, perché i fantasmi stanno solo cercando di comunicare. Kat allora lo guarda e questi la lascia andare. Sembra che le dica “137”, al che Dean va a controllare se è il numero di una particolare stanza.
Sam e i ragazzi trovano tutte le uscite bloccate, per cui ci deve essere qualcosa di cattivo che non vuole lasciarli andare e non si tratta dei pazienti. Intanto nella stanza 137, Dean trova il diario del Dr Ellicott e vede che il medico aveva una lista di esperimenti terribili da fare, o già fatti, sui propri pazienti. Sam, nel frattempo, riceve una chiamata da Dean e lo raggiunge nello scantinato, lasciando Gavin e Kat con il fucile. Sam cerca Dean, quando il fantasma di Ellicott lo aggredisce e gli dice che tutto andrà bene.
Intanto Kat e Gavin aspettano, quando Dean arriva e ci manca poco che Kat non gli spari. Dean chiede dove sia Sam e i ragazzi gli dicono che è andato nello scantinato dopo la sua chiamata. Dean afferma di non aver mai chiamato il fratello e, capendo che Sam è in pericolo, si precipita a cercarlo. Dean lo trova e gli sembra che tutto sia ok. Dean gli racconta allora di ciò che ha trovato nel diario di Ellicott e che i suoi esperimenti avevano causato le rivolte. Dean pensa che Ellicott stia cercando di fare gli stessi esperimenti anche da morto. I ragazzi trovano una porta che conduce alla stanza segreta del dottore e mentre Dean cerca un modo per aprirla, Sam gli dice di allontanarsi, minacciandolo con il fucile carico a sale. Dean cerca di calmare il fratello che però gli intima di stare zitto e gli spara dicendogli che è stufo di sentirsi dire quello che deve fare. Dean è ancora a terra, stordito e incredulo, e dà al fratello una pistola vera, dalla quale però aveva precedentemente tolto i proiettili. Dean invita Sam a sparargli sul serio se lo odia così tanto e dopo qualche tentennamento, Sam lo fa. Ovviamente la pistola è scarica e Dean è in grado, sebbene ancora dolorante, di assestare alcuni colpi che mettono ko Sam. Dean sa che il fratello è posseduto da Ellicott e deve trovare in fretta il corpo del dottore per salvare entrambi. Quando le trova in un mobile, inizia a ricoprirle di sale, quando Ellicott aggredisce anche lui. Il dottore prova a possedere anche Dean, ma quest’ultimo è abbastanza forte da resistere e riuscire a dare fuoco al corpo. Improvvisamente il fantasma del dottore scompare e Sam si risveglia.
Una volta usciti, i ragazzi salutano Kat e Gavin e poi Sam si scusa con Dean per quello che ha fatto e per quello che ha detto. Dean è ancora turbato e un po’ arrabbiato per quello che ha sentito e non vuole parlarne.
La scena cambia e troviamo i ragazzi addormentati in un motel. Il cellulare di Dean squilla, ma risponde Sam, che, esclama: “Papà!”.

Music
Hey You by Bachman Turner Overdrive

 

1.11 - Episodio 11
titolo originale USA: Scarecrow
titolo italiano: Lo spaventapasseri

Scritto da: John Shiban
Diretto da: Kim Manners
Prima visione USA: 10 gennaio 2006
Prima visione Italia: 17 aprile 2007

Guest starring: Jeffrey Dean Morgan (John Winchester), Lara Gilchrist (Holly), Brendan Penny (Steve), William B. Davis (College Professor), Nicki Lynn Aycox (Meg), Tania Saulnier (Emily), Tom Butler (Harley Jorgeson), P. Lynn Johnson (Stacey Jorgeson), Brent Stait (Sheriff), Dean Wray (), Leah Graham (Pauly), Angela Moore (Bus Station Clerk), Christian Schrapff (Vince), Tim O'Halloran (Scotty), Mike Carpenter (The Scarecrow)

L’episodio si apre con un flashback risalente all’anno prima. In un paese dell’Indiana una giovane coppia sta andando via da una stazione di servizio, dopo essersi intrattenuti con i proprietari, i signori Jorgeson e la loro nipote Emily. Sulla strada la giovane coppia ha problemi con la macchina e anche il telefonino non funziona. I ragazzi vedono una casa e iniziano a camminare per raggiungerla e chiedere aiuto. Lungo il sentiero che porta alla casa e che attraversa il bosco, vedono uno spaventapasseri. Questi inizia a muovesi non appena i due ragazzi lo superano. Il rumore provocato dallo spaventapasseri fa si che i due ragazzi scappino verso la macchina, ma durante il tragitto il ragazzo scompare. Alla fine la ragazza lo trova morto e dopo un po’ anche lei fa la stessa fine.
La scena si sposta nel motel dove Dean e Sam si trovavano alla fine di Asylum. Il cellulare di Dean squilla e Sam risponde. A chiamare è John, il padre. Sam gli chiede dove si trovi e John risponde che è troppo pericoloso per loro, saperlo. John dice che ormai è prossimo a trovare chi ha ucciso Mary e Jessica e si dice dispiaciuto per la morte della ragazza. Dean, nel frattempo, si sveglia e chiede a Sam il telefono. Una volta avuto, il padre dice anche a lui che non devono pìù seguirlo e cha ha un lavoro per loro. Detto questo riattacca.
Sam e Dean sono ora in macchina e iniziano a discutere del nuovo incarico che il padre gli ha affidato. Si tratta di coppie che spariscono nella stessa zona, nello stesso periodo di Aprile. Sam, però, non ha intenzione di indagare perché vuole trovare suo padre. Accosta la macchina e dice a Dean che vuole raggiungere John in California. I ragazzi iniziano a discutere e, alla fine, ognuno va per la sua strada.
Dean raggiunge il paese indicato da John e inizia a fare domande in un bar locale, mostrando una foto dell’ultima coppia scomparsa, ma non ottiene risposte e se ne va.
Intanto Sam sta facendo l’autostop e incontra una giovane donna, con la quale inizia a parlare finchè la ragazza non trova un passaggio.
Dean,nel frattempo, si reca alla stazione di servizio del paese e parla con i signori Jorgeson, ma anche qui non ha molto successo, finchè Emily non gli dice che effettivamente quei due ragazzi erano passati per il paese e gli indica dove fossero diretti.
Dean si mette alla guida e, ad un certo punto, nota qualcosa di strano in prossimità della casa che era stata vista dai due ragazzi scomparsi. Dean si ferma e dà un’occhiata e rimane colpito dallo spaventapasseri. Prende una scala e gli si avvicina al pupazzo e nota che sul braccio ha lo stesso tatuaggio del ragazzo scomparso.
Tornato alla stazione di servizio, chiede ad Emily cosa sa dell’orto in cui c’è lo spaventapasseri, ma la ragazza gli dice di non saperne niente. Nel garage Dean nota una macchina e chiede di chi è. Emily gli risponde che è di una giovane coppia.
Intanto Sam è arrivato alla stazione degli autobus e scopre che il bus successivo partirà solo la mattina. Prende il suo cellulare e sta per chiamare Dean, quando la ragazza che aveva conosciuto per strada lo chiama. La ragazza si presenta come Meg.
Nel frattempo. Dean sta continuando le sue indagini parlando con la giovane coppia proprietaria della macchina e nota che il proprietario del bar cerca di allontanarlo da loro. Poi arriva lo sceriffo che lo invita a lasciare la città.
Dean finge di allontanarsi, ma in realtà torna in città e mentre ci va, vede i ragazzi che aveva incontrato al bar, scappare terrorizzati. Dean vede lo spaventapasseri rincorrerli e li salva usando il suo fucile. Il mostro, intanto, scompare.
A questo punto vediamo Sam e Dean parlare al telefono; Dean spiega al fratello cosa è successo. La conversazione, in realtà, diventa più intima e Dean confessa a Sam che è orgoglioso di lui e che fa bene ad andare per la sua strada. Sam è confuso e non sa cosa dire. I due fratelli si salutano e Dean si reca presso il college di Burketsville, dove parla con un professore di streghe e spiriti. Quando sta per andare via, viene colpito dallo sceriffo e perde conoscenza. Intanto in città, la gente si riunisce per stabilire chi saranno le prossime vittime del loro rituale.
Scelgono Dean ed Emily, che viene portata dal signor Jorgeson, nello stesso scantinato dove è tenuto prigioniero Dean.
Sam intanto prova a chiamare Dean e, sentendo che c’è qualcosa che non va, saluta Meg e raggiunge Dean, il quale parlando con Emily, capisce che lei non sa nulla di quello che accade nel paese. Le chiede anche se sa niente riguardo ad un albero speciale, ma rima che la ragazza possa rispondere gli zii li vanno a prendere e li portano nel campo dove si trova lo spaventapasseri. Lì li legano a degli alberi e se ne vanno. I ragazzi sentono dei rumori, ma fortunatamente si tratta di Sam, che li libera. Allora si mettono a cercare lo spaventapasseri, ma non lo trovano. Improvvisamente vengono circondati dagli abitanti del paese e prima che Emily possa parlare, il mostro appare e uccide i suoi zii.
Il giorno successivo, Dean, Sam ed Emily vanno a cercare l’albero speciale ed Emily lo brucia. I ragazzi la accompagnano alla stazione degli autobus e lei parte per Boston. Dean dice a Sam che è libero di andarsene, ma Sam gli risponde che qualunque cosa loro debbano affrontare, è bene che lo facciano insieme.
L’episodio si chiude con Meg, che, ottenuto un passaggio, taglia la gola al suo compagno di viaggio, e con il suo sangue crea una sorta di canale per parlare con suo padre. Meg gi chiede perché non gli ha lasciato uccidere i fratelli, ma non c’è risposta. Allora Meg conclude dicendo “si signore”.


Music
Bad Company by Bad Company
"Lodi" by Credence Clearwater Revival

 

1.12 - Episodio 12
titolo originale USA: Faith
titolo italiano: Il guaritore

Scritto da: Raelle Tucker, Sera Gamble
Diretto da: Allan Kroeker
Prima visione USA: 17 gennaio 2006
Prima visione Italia: 24 aprile 2007

Guest starring: Rebecca Jenkins (Sue Ann Le Grange), Kevin McNulty (Roy Le Grange), Scott Miller (Cop), Aaron Craven (David Wright), Cainan Wiebe (Boy), Colin Lawrence (Jason), Kenya Jo Kennedy, Julie Benz (Layla Rohr), Gillian Barber (Mrs. Rohr), Erica Carroll (Nurse)


L’episodio comincia in una baracca abbandonata dove Sam e Dean credono sia nascosta una creatura. I ragazzi prendono delle arami dal bagagliaio ed entrano. Guardandosi intorno, scoprono due bambini nascosti in un armadio. Sam prende i bambini per portarli fuori, mentre Dean dà la caccia al mostro. Questi improvvisamente attacca Dean che cade in una pozzanghera. Per difendersi spara al mostro con un taser, che produce scariche elettriche. Poiché Dean si trova nell’acqua, viene colpito anche lui da una fortissima scarica e perde conoscenza. Sam lo ritrova così e lo porta all’ospedale.
Qui Sam aspetta notizie di Dean, parlando con due poliziotti a cui racconta cosa è successo senza menzionare il mostro. Appena vede il medico li lascia e va ad informarsi sulle condizioni di Dean. Purtroppo il dottore gli dice che la scarica elettrica ha danneggiato il cuore di Dean e che gli resta meno di un mese di vita. Sam, incredulo e quasi in lacrime, si reca dal fratello.
Sam trova Dean intento a lamentarsi di quanto siano orribili i programmi televisivi. Dean sa cosa gli sta capitando e tenta di sdrammatizzare con una serie di battute. Sam gli promette che non finirà così e che lo salverà.
La scena si sposta in una camera di un motel, tre giorni dopo. Sam sta cercando un modo per salvare Dean, contattando tutti gli amici del padre. Sam chiama John, per dirgli cosa sta succedendo, e subito dopo, sente bussare alla porta. Va ad aprire e trova Dean che ha lasciato l’ospedale. Dean è visibilmente provato e debole, così Sam lo aiuta a mettersi seduto e gli spiega che ha trovato uno specialista in Nebraska e che l’indomani partiranno.
Arrivati sul luogo, Dean e Sam vedono un tendone dove il reverendo Roy La Grange dice i suoi servizi. Quando Dean realizza che si tratta di un guaritore si arrabbia con Sam, perché lui non crede in queste cose. Sam gli chiede come sia possibile, visto tutto quello che loro incontrano nel loro lavoro e Dean gli risponde che in quello crede perché sono cose reali, che può vedere, mentre Dio è qualcosa di ineffabile, che permette al Male di esistere.
Sam cerca di convincerlo che La Grange può davvero aiutarlo e mentre i due ragazzi discutono, vengono interrotti da una giovane donna, Layla Burke, che chiede a Dean come mai è andato lì, se non crede. Dean risponde che Sam ha fede per entrambi e poi tutti entrano nel tendone.
Sam invita il fratello a prendere posto davanti e Dean, riluttante, accetta. La Grange, che è cieco, è accompagnato sul palco dalla moglie Sue Ann, che lo aiuta a svolgere i riti di guarigione. Mentre il guaritoro parla di Dio, Dean fa un commento sarcastico che viene sentito da La Grange. A questo punto l’uomo invita Dean a salire sul palco. Sebbene Dean sia restio, alla fine accetta e La Grange, ponendogli le mani sulla fronte, lo guarisce. Dean perde conoscenza per qualche secondo, ma quando si risveglia vede la figura di un orribile vecchio andarsene.
Dopo il rito, Sam e Dean vanno all’ospedale e dai controlli risulta che Dean è completamente sano. La dottoressa che lo visita dice che il suo cuore è a posto e che è strano, ma il giorno prima un ragazzo, coetaneo di Dean, è morto improvvisamente per un attacco cardiaco. Una volta rimasto solo con Sam, Dean dice di voler indagare perché ha una strana sensazione, come se ci fosse qualcosa di sbagliato in quello che Roy fa.
Dean si reca da Roy, mentre Sam va alla piscina dove l’altro ragazzo, Marshall Hall, è morto.
Arrivato a casa di Roy, Dean viene fatto accomodare e gli viene chiesto come si sente dopo la guarigione. La moglie di Roy sostiene si tratti di un vero miracolo. Roy spiega a Dean che scoprii di avere questi poteri una volta guarito dal cancro. Roy, scoperta la malattia, continuava a pregare e guarì anche se rimase cieco. Dean gli chiede perché avesse scelto proprio lui e Roy risponde che è stato il Signore a sceglierlo e questo perché, leggendo nel cuore di Dean, si vedeva che lui aveva una missione da compiere, un lavoro da finire.
Intanto Sam parla con un testimone della morte di Marshall, il quale, prima di morire, aveva cominciato a correre all’impazzata come se fosse seguito da qualcosa di invisibile. Poi alle 16.17 la morte.
Di nuovo a casa di Roy, vediamo Dean uscire e sulla porta, incontra Layla e sua madre. Entrambe vorrebbero parlare con Roy, ma Sue Ann dice che non è possibile. La madre di Layla si arrabbia e si chiede perché Roy abbia scelto Dean, invece di sua figlia,che ha un tumore al cervello e solo sei mesi di vita. Dean è sconvolto e va via,mormorando solo “mi dispiace”.
Tornato al motel, Dean trova Sam al suo computer che gli dice che gli dispiace. Dean lo guarda e Sam gli dice che Marshall Hall è morto esattamente nello stesso momento in cui lui veniva guarito. Sam ha inoltre scoperto che questo è avvenuto durante tutte le guarigioni. Per uno salvato, c’era un altro che moriva della stessa malattia. Dean è furioso, si sente in colpa perché qualcuno è morto al posto suo e dice a Sam che non avrebbe dovuto portarlo lì. Sam gli dice che non lo sapeva e che adesso il loro compito è di fermare questa cosa.
Sam e Dean sanno che devono cercare un “Reaper”e Dean suggerisce di uccidere Roy, ma Sam si oppone e gli dice che devono trovare un rito che possa sovvertire quello fatto per richiamare lo spirito.
I ragazzi ritornano alla chiesa, dove è in corso una protesta. Una persona cerca infatti di avvertire gli altri che si tratta di una frode.
Una volta che Roy è entrato in chiesa, Sam si intrufola e cerca tra i libri di Roy. Qui ne trova uno dove si descrive come il Reaper venga controllato tramite una croce. La stessa croce che Sam aveva visto in chiesa nelle mani di Sue Ann. Sam chiama Dean e gli dice che le vittime sono scelte in base al concetto di immoralità di Roy e capiscono che la prossima vittima potrebbe essere l’uomo che stava protestando fuori dal tendone.
Dean decide di fermare il rito. Sfortunatamente la persona prescelta da Roy questa volta era Layla.
Intanto fuori dalla tenda la vittima prescelta corre impazzita cercando di sfuggire a qualcosa di invisibile, mentre Dean dà un falso allarme antincendio per sospendere il rito. Sam lo richiama per dirgli che l’uomo è ancora in pericolo e allora Dean vede Sue Ann continuare ad invocare lo spirito. Dean la ferma, ma questa chiama la polizia e accusa Dean di ingratitudine. Una volta fuori, Dean cerca di parlare con Layla, alla quale dice che è dispiaciuto e le augura buona fortuna. Intanto Roy dice alla ragazza che la guarirà in privato.
Di nuovo al motel, i ragazzi parlano di quanto è successo e Sam prende un libro antico che ha trovato a casa di Roy. I ragazzi parlano della croce di Sue Ann e capiscono che è tramite quella che la donna riesce ad invocare lo spirito. Devono allora distruggere la croce e l’altare dove avvengono le guarigioni.
Tornati al tendone, Dean vede la macchina di Layla ed è riluttante. Si sente responsabile per la sorte della ragazza, ma Sam gli ricorda che non sono loro a dover decidere chi vive e chi no. Dean annuisce ed esce dalla macchina, distraendo i poliziotti di guardia, in modo che Sam possa cercare Sue Ann. Sam si guarda intorno e nota una luce provenire da una cantina. Sam entra e cerca Sue Ann. Quest’ultima coglie di sorpresa il ragazzo e lo chiude nella piccola stanza, dicendogli che quella notte il peccatore verrà punito. Sam si gira e vede un altare con una foto di Dean e capisce che la prossima vittima è proprio il fratello. Allora, distrutto l’altare,con tutta la sua forza, sfonda una finestra e corre per salvare Dean.
Nel frattempo Layla sta per essere guarita e il Reaper trova Dean e cerca di ucciderlo. Sam trova Sue Ann e distrugge la croce e con questa i poteri della donna. Improvvisamente il Reaper lascia Dean e va incontro a Sue Ann, uccidendola. Contemporaneamente Roy perde la capacità di guarire e Layla non viene salvata.
La scena si sposta al motel, il giorno successivo,con i ragazzi pronti a partire. Dean sembra molto provato e chiede a Sam se hanno fatto la cosa giusta. Sam risponde di si e Dean gi dice che lui non si sente affatto sollevato. Mentre i due ragazzi parlano, qualcuno bussa alla porta: è Layla. Sam l’ha chiamata dicendole che Dean voleva salutarla. Sam se ne va e li lascia soli. Dean è visibilmente imbarazzato ed emozionato. Layla cerca di tranquillizzarlo, dicendo che, con la fede, lei saprà affrontate quello che l’aspetta. Dean è commosso e sente una forte connessione con la ragazza. Layla lo saluta dolcemente e mentre sta per andare via, Dean la ferma e le dice che, anche se non lo ha mai fatto molto, pregherà per lei. Layla lo guarda sorridendo e dice a Dean che un piccolo miracolo è appena accaduto in quella stanza.
L’episodio si chiude su un intenso primo piano di Dean.

 

1.13 -Episodio 13
titolo originale USA: Route 666
titolo italiano: Route 666

Scritto da: Eugenie Ross-Leming, Brad Buckner
Diretto da: Paul Shapiro
Prima visione USA: 31 gennaio 2006
Prima visione Italia: 1° maggio 2007

Guest starring: Gary Hetherington (Mayor Harold Todd), Alvin Sanders (Jimmy Anderson), Kathleen Noone (Mrs. Robinson), Megalyn Echikunwoke (Cassie Robinson), Dee Jay Jackson (Cyrus Dorian)

L’episodio si apre con un afro americano alla guida della sua macchina, che improvvisamente viene buttato fuori strada e ucciso da un pick up nero.
Mentre Dean e Sam sono fermi in una stazione di servizio, Dean riceve la telefonata della sua ex ragazza Cassie.
Dean entra in macchina e dice al fratello che devono recarsi a Cape Girardeau in Missouri. Lungo la strada Sam cerca di saperne di più riguardo a questa vecchia amica di Dean e il fratello gli dice che, in effetti, era più di un’amica e che è anche a conoscenza di ciò che loro fanno.
La scena si sposta nelle sede di un giornale dove Cassie parla con il sindaco e Jimmy Anderson, di un articolo riguardante le persone rimaste misteriosamente uccise in incidenti stradali.
Improvvisamente, Cassie vede Dean e visibilmente emozionata lo saluta e li invita ad andare a casa sua. Qui Cassie spiega ai ragazzi di essere preoccupata per la madre, che è molto spaventata, e racconta loro come il padre è stato ucciso. Intanto la tensione tra Dean e Cassie si fa sempre più forte. Ad un cero punto, la madre di Cassie arriva e appare molto turbata. Dean vorrebbe parlarle, ma lei si congeda dicendo di essere molto stanca.
La notte un altro incidente ha causato la morte di una persona. Cassie e il sindaco sono sul luogo dell’incidente e Cassie discute con lui sul perché le vittime siano tutte di colore. Cassie è convinta che il sindaco sia razzista, ma questi lo nega fortemente e suggerisce alla ragazza di parlare con la madre.
Intanto Sam e Dean si stanno preparando per andare ad interrogare qualcuno e Sam dice a Dean di aver notato come lui e Cassie evitano di guardarsi negli occhi. Dean ignora il fratello e i due escono. Incontrano un vecchio amico del padre di Cassie che gli parla di questo pick up nero, che sembra essere lo stesso che circolava in paese negli anni 60 e che in qualche modo era legato ad una lunga scia di morti di colore.
I ragazzi vanno via e pensano si possa trattare di uno spirito e che le persone morte avevano tutte un legame con Cassie. Sam suggerisce al fratello di andare a parlare con lei e di chiarire ciò che tra loro è rimasto irrisolto. Dean allora confessa al fratello di aver amato Cassie, ma che lei lo aveva lasciato.
Dean arriva a casa di Cassie e i due iniziano a parlare delle strane morti, quando ad un certo punto, la discussione diventa personale e i due iniziano a rinfacciarsi come sono andate le cose tra loro. Poi improvvisamente si baciano e fanno l’amore.
La mattina dopo, vediamo il sindaco in un cantiere che viene ucciso dal pick up.
Dean e Cassie si sono appena svegliati e parlano di quanto sarebbe bello poter dimenticare il resto del mondo e stare insieme da soli. La romantica conversazione viene interrotta da una telefonata di Sam che li avverte della morte del sindaco.
Dean e Sam decidono di indagare separatamente e , dopo essere stato sulla scena del crimine, dean ritorna al giornale dove lavora Cassie, per trovare una qualche connessione tra le vittime. Sam chiama Dean e gli dice che la strada dove il sindaco è stato ucciso era in passato proprietà della famiglia Dorian e che un uomo di nome Cyrus Dorian era misteriosamente scomparso negli anni 60, dopo una serie di delitti con vittime tutte di colore.
La scena si sposta di sera a casa di Cassie. La ragazza è a casa da sola, quando, all’improvviso sente il pick up fuori in giardino. Spaventata chiama Dean.
Dean e Sam arrivano e stavolta c’è anche la madre di Cassie. I ragazzi le fanno pressione perché sospettano che lei sappia qualcosa. La madre inizia a raccontare che lei e Cyrus Dorian furono fidanzati per un periodo, ma che lei vedeva anche Martin, il padre di Cassie. Lei decise di lasciare Cyrus e di sposare Martin in segreto, ma il giorno stabilito qualcuno bruciò la chiesa prescelta mentre un coro di bambini si trovavav all’interno. I bambini morirono tutti. Quando la mamma di Cassie lasciò Cyrus, iniziarono i delitti commessi con il pick up. L’ultimo attacco di Cyrus fu contro Martin, ma, i due vennero alle mani e Martin uccise Cyrus. Martin, aiutato da due suoi amici, fece sparire il pick up con il cadavere nello stagno. Ora tutti e tre erano morti.
Il sindaco è stato ucciso perché all’epoca dei fatti era sceriffo e, pur avendo scoperto la verità su quello che era successo a Cyrus, non incriminò Martin, sapendo anche ciò che Cyrus aveva fatto.
In giardino, dopo un po’, Dean e Sam discutono del da farsi e decidono di distruggere il corpo di Cyrus. Si recano quindi nello stagno e trainano il pick up fuori dall’acqua, dando poi fuoco al cadavere di Cyrus.
Improvvisamente il pick up fantasma appare e Dean corre alla macchina dicendo a Sam di trovare una soluzione, mentre lui prova a distrarre lo spirito. Sam cerca convulsamente qualcosa e intanto chiama Dean, che è in serio pericolo. Sam allora chiama Cassie e gli chiede dove si trovi la chiesa bruciata da Cyrus.
Sam dà a Dean delle indicazioni e gli dice di seguirle con precisione. Dean svolta e si ferma dove Sam gli ha detto di farlo e il pick up gli si posiziona di fronte. Sam è molto preoccupato per il fratello e Dean aspetta che il pick up gli vada incontro. Nel momento dell’urto il pick up svanisce e cala il silenzio.
Sam chiama il fratello e questi gli risponde ancora un po’ scioccato. In ogni caso Cyrus adesso è scomparso perché il posto in cui è sparito è esattamente dove si trovava la chiesa bruciata.
Il giorno dopo Dean saluta Cassie e le dice che forse un giorno si rivedranno.
In macchina Sam dice che Cassie gli piace e chiede a Dean se lui avesse mai pensato di smetterla e di rimanere con lei. Dean sorridendo, non risponde e si mette a dormire.

 

1.14 - Episodio 14
titolo originale USA: Nightmare
titolo italiano: Incubi

Scritto da: Sera Gamble, Raelle Tucker
Diretto da: Philip Sgriccia
Prima visione USA: 7 febbraio 2006
Prima visione Italia: 8 maggio 2007

Guest starring: Beth Broderick (Alice Miller), Brendan Fletcher (Max Miller), Avery Raskin (Roger Miller), Dalias Blake (Policeman), Cameron McDonald (Jim Miller), Susinn McFarlen (Neighbor Lady), Fred Keating (Neighbor Man)

Musica: 2 Plus by The Bob Seger System

L’episodio comincia nel garage dei Miller, dove si vede un uomo spinto in macchina e bloccato all’interno dell’abitacolo. L’auto si accende e l’uomo muore soffocato.
La scena si sposta in un motel, dove Sam si sveglia improvvisamente, dopo aver sognato la morte dell’uomo nel garage. Sam sveglia anche Dean e gli dice che devono immediatamente andare a cercare quest’uomo per salvarlo.
Dean non è convinto della cosa fino a quando Sam non riesce a risalire al nome tramite la targa dell’auto vista nel suo incubo.
I ragazzi arrivano, ma è ormai tardi. Il signor Miller è già morto e sul luogo del presunto suicidio ci sono solo curiosi e poliziotti.
Sam rimane colpito quando scopre che l’uomo è morto esattamente come nel suo sogno e, anche se Dean cerca di confortarlo, Sam è convinto che il suo sogno fosse premonitore.
Il giorno successivo Sam e Dean vanno a casa dei Miller vestiti da preti e vengono accolti da Roger, il fratello della vittima, che però non vuole parlare con loro e li presenta alla vedova, Alice. Alice parla con loro di Jim e di Max, il loro unico figlio. Sam lascia Dean con Alice e va a cercare Max.
Mentre Dean fa alcune domande alla donna e poi chiede del bagno, Sam chiede a Max alcune cose su suo padre. Max appare molto provato e davvero non sa perché suo padre si sia suicidato.
Nel frattempo Dean è al piano superiore, dove, con uno scanner, cerca tracce di soprannaturale.
I ragazzi lasciano la casa dei Miller vanno in un motel, dove parlano di quello che Sam sta passando, mentre Dean pulisce le armi. In quel momento Sam ha una nuova visione e Dean gli corre accanto. Sam sta vedendo Roger morire ghigliottinato dalla sua stessa finestra.
Sam e Dean si mettono in macchina e Sam è preoccupato perché le sue visioni stanno diventando sempre più intense e si domanda perché debba vedere i Miller morire.
Arrivati da Roger, i ragazzi cercano di avvertirlo, ma l’uomo non li ascolta. Sam e Dean corrono per le scale anti- incendio, ma quando arrivano al piano di Roger, è ormai troppo tardi.
Sam è convinto di avere qualcosa in comune con Max e per questo i ragazzi tornano a casa Miller. Sam chiede a Max se suo padre e il fratello erano vicini e Max annuisce; Dean gli chiede se la sua famiglia avesse passato qualche brutto momento, ma Max lo nega.
Una volta andati via, Dean dice a Sam che, secondo lui, Max sta mentendo e allora decidono di parlare con alcuni dei vecchi vicini della famiglia. Il vicino racconta ai ragazzi che Max veniva picchiato e che Alice è la sua matrigna , perché la madre era morta, pare in un incidente d’auto.
All’improvviso Sam si sente di nuovo male e Dean lo aiuta ad entrare in macchina, dopo aver ringraziato l’uomo .
Sam sta vedendo un coltello puntato contro uno degli occhi dei Alice e poi vede Alice morta; ad ucciderla è Max, che sta usando la telecinesi per muovere il coltello.
I ragazzi corrono verso casa di Max e Sam finalmente capisce che anche Max ha dei poteri e che questo lo lega, ma che probabilmente c’è qualcosa che lega anche le loro storie familiari.
Arrivati dai Miller, Sam e Dean riescono a fermare Max e Dean porta Alice al piano di sopra, mentre Sam parla con il ragazzo.
Max racconta a Sam di come era stato maltrattato e che per questo, ha usato i suoi poteri per vendicarsi. Parlando Sam scopre che la mamma di Max era morta esattamente come Mary.
Sam prova a convincere Max a non uccidere Alice, ma Max lo chiude in uno stanzino e corre al piano di sopra.
Qui vediamo Max usare i suoi poteri per uccidere la matrigna, ma Dean prova a bloccarlo dicendogli che prima dovrà uccidere lui. La pistola improvvisamente si rivolge verso Dean e un proiettile gli perfora il cervello. Dean cade a terra, morto.
A questo punto Sam grida “No” e apre lo stanzino dove era rinchiuso con la telecinesi. Capiamo allora, che era stata una visione e che la paura di perdere Dean aveva reso i poteri di Sam più forti.
Sam corre al piano di sopra e prega Max di rinunciare, Max acconsente, ma prima che i ragazzi possano fare qualcosa, si uccide.
Andando via dalla casa dei Miller, dopo l’arrivo della polizia, Sam dice a Dean che è grato che il padre sia stato diverso da quello di Max.
Dean rimane un po’ sorpreso, ma poi annuisce.
I ragazzi sono di nuovo al motel e Sam chiede a Dean se non ha paura che lui diventi come Max…Dean gli dice di no, perché finchè lui sarà intorno, niente di brutto capiterà mai a Sam.

 

1.15 - Episodio 15
titolo originale USA: The Benders
titolo italiano: La famiglia Bender

Scritto da: John Shiban
Diretto da: Peter Ellis
Prima visione USA: 14 febbraio 2006
Prima visione Italia: 15 maggio 2007

Guest starring: Ken Kirzinger (Jared Bender), Shawn Reis (Lee Bender), John Dennis Johnston (Pa Bender), Sandra Steier (Dispatcher), Alexia Fast (Missy Bender), Sadie Lawrence (Mrs. McKay), Jessica Steen (Deputy Kathleen), Ryan Drescher (Evan McKay), Jon Cuthbert (Alvin Jenkins)

Musica: Rocky Mountain Way by Joe Walsh

L’episodio comincia in Minnesota. Un bambino, Evan, sta guardando Godzilla quando sente un rumore all’esterno. Si affaccia alla finestra e vede un suo vicino trascinato da qualcosa sotto una macchina e poi sparire.
La scena seguente è a casa di Evan con Dean e Sam, vestiti da sceriffi, che gli chiedono cosa abbia visto. Evan gli racconta di aver visto il signor Jenkins trascinato sotto una macchina e niente altro. La sera, in un bar, Dean e Sam discutono il caso. Dean, mentre gioca a freccette, crede potrebbe trattarsi di un semplice rapimento, ma Sam crede si tratti di un fantasma, dal momento che nel diario di John ci sono indicazioni per quell’area. I ragazzi decidono di andare via e Dean si ferma per usare il bagno. Quando esce non trova più Sam. Suo fratello è sparito. Preoccupato Dean si guarda intorno e vede delle telecamere che potrebbero aver filmato quello che è successo a Sam.
La mattina seguente, dean si reca nell’ufficio dello sceriffo, fingendosi l’agente Washington. Le spiega che suo cugino è stato rapito e che lui è sulle sue tracce. Lo sceriffo Hudak accetta di aiutare Dean e dice che controllerà il filmato
La scena si sposta su Sam, rinchiuso in una gabbia. Di fronte alla sua ce ne è un’altra con Jenkins dentro. Nel frattempo Dean aspetta notizie dallo sceriffo su una panchina, fuori dal suo ufficio. Lo sceriffo arriva e dice a Dean che un camion malandato aveva lasciato il bar, subito dopo la sparizione di Sam. Dean collega il rumore del camion a quello descritto da Evan, circa la sparizione del suo vicino.
Siamo di nuovo su Sam, che sta provando a liberarsi. Il suo compagno di prigionia, gli dice che è inutile e improvvisamente qualcuno entra. Sam vede, così, che i suoi rapitori sono uomini e non esseri soprannaturali. Nel frattempo Dean è in macchina con lo sceriffo. Si è ormai fatta notte. La donna gli dice di aver scoperto che lui non è chi dice di essere e Dean, scoperto, le racconta di quanto per lui Sam sia importante e di come ne sia responsabile. Intanto Sam si libera dalle catene e, in qualche modo, Jenkins riesce a scappare. I suoi rapitori però, lo inseguono e lo uccidono.
La mattina successiva Dean e lo sceriffo parlano. Lei gli racconta di come suo fratello Riley sia sparito da alcuni anni. Continuando le loro ricerche, trovano una stradina e decidono di andare a vedere. Dean vorrebbe seguire lo sceriffo, ma lei lo ammanetta alla portiera della macchina. La Hudak arriva ad una vecchia casa e lì le apre la porta una bambina, tutta sporca, Missy. Lo sceriffo le mostra una foto di Sam, ma lei nega di averlo visto. Lo sceriffo sta per andarsene, ma il padre di Missy la colpisce. Dean, intanto, sente il camion arrivare e con l’antenna della radio, riesce a liberarsi appena in tempo. A questo punto anche lui corre verso la casa e trova Sam e lo sceriffo nelle gabbie. Dean capisce che deve entrare nella casa per trovare le chiavi e liberare gli ostaggi. Dean entra e vede le foto delle persone rapite e uccise dai Benders. Improvvisamente Missy compare e, dietro di lei, i fratelli che colpiscono Dean. Dean si risveglia legato e il padre di Missy lo minaccia. Dean sembra non aver paura, ma appena l’uomo ordina la figlio di uccidere Sam, Dean urla di lasciarlo libero. Dean viene bruciato ad un braccio con un ferro infuocato.
Quando Lee raggiunge Sam, questi lottano e Sam riesce a liberarsi e raggiunge Dean. Mentre i due parlano sentono uno sparo. Dopo qualche minuto lo sceriffo esce e dice di aver sparato al vecchio Benders mentre questi tentava la fuga. Lo sceriffo li lascia andare e i due fratelli si incamminano verso l’Impala.

 

1.16 - Episodio 16
titolo originale USA: Shadow
titolo italiano: Ombre

Scritto da: Eric Kripke
Diretto da: Kim Manners
Prima visione USA: 28 febbraio 2006
Prima visione Italia: 22 maggio 2007

Guest starring: Jeffrey Dean Morgan (John Winchester), Nimet Kanji (Bartender), Melanie Papalia (Meredith), Lorena Gale (Landlady), Nicki Lynn Aycox (Meg Masters)

Musica: Pictures of Me by Vue, You Got Your Hooks In Me by Little Charlie and the Nightcats

L’ episodio si apre in Illinois. Una ragazza cammina per strada quando improvvisamente si alza il vento e lei inizia a sentire dei sussurri. La ragazza si guarda intorno e vede un’ombra diventare sempre più grande. La ragazza corre e raggiunge casa sua, dove si barrica, ma l’ombra è entrata e la uccide.
Una settimana dopo Dean e Sam discutono del caso mentre si recano nell’appartamento della ragazza. Una volta entrati, grazie alla portiera, iniziano a guardarsi intorno e notano che non ci sono segni di scasso. La portiera gli ha spiegato di aver trovato Meredith fatta a pezzi. Dean, una volta soli, tira fuori un dispositivo per la ricerca di enti soprannaturali e racconta Sam che una poliziotta gli ha rivelato che il cuore di Meredith era scomparso. Intanto Dean nota del sangue sul tappeto e seguendo le gocce, crea il disegno di un simbolo.
La sera, i ragazzi sono in un bar e parlano di quanto accaduto. Improvvisamente Sam vede Meg, la ragazza conosciuta tempo prima. I due iniziano a parlare quando poi Sam se ne va, seguito da Dean. Sam esprime al fratello i suoi dubbi su Meg e decide di seguirla, mentre Dean va al motel a fare alcune ricerche.
I due fratelli si sentono per telefono e Dean gli spiega cosa è una “davae”, un demone dell’oscurità che ha bisogno di essere risvegliato per agire. Nel frattempo Sam decide di seguire Meg in un palazzo abbandonato e sale usando il montacarichi. Rimanendo nascosto, Sam vede Meg fare alcuni rituali e poi parlare con qualcuno su di loro.
Sam torna di corsa al motel, dove si scontra con Dean.Entrambi hanno qualche novità. Dean ha scoperto che tutte le vittime lì a Chicago erano nate a Lawrence, la loro città. Sam crede che Meg sia legata la Demone che stanno cercando. Dean decide di chiamare John, ma ha uno strano atteggiamento mentre si preparano per affrontarla. Sam è eccitato, pensa che potrà mettere fine alla ricerca e tornare alla sua vita. Dean è contrariato. Alla fine, quasi in lacrime, confessa al fratello di volere la sua famiglia indietro.
I ragazzi vanno nel palazzo dove Sam aveva visto Meg e vengono attaccati dalle ombre. Si ritrovano legati, mentre Meg gioca con loro, rivelandogli che era tutto un piano per tendere una trappola a John. Entrambi i ragazzi cecano di distrarla e alla fine Sam si libera e distruggendo l’altare uno dei demoni attacca Meh che precipita dalla finestra.
I fratelli tornano in albergo e nella stanza trovano John. Dean e John si abbracciano, mentre Sam è imbarazzato e non sa che fare. La scena è molto intensa e dope che Dean spiega al padre che era una trappola, John lo rassicura e poi parla con Sam. I due si abbracciano, quando, improvvisamente, i demoni attaccano i tre Winchester. John ha la peggio, ma anche Dean e Sam sono feriti. Mentre Sam, lanciando un razzo illuminante fa sparire le ombre, Dean porta in salvo il padre all’esterno.
Sam prega il padre di rimanere con loro, ma Dean gli spiega che con loro John sarebbe più vulnerabile e quindi incoraggia il padre ad andarsene, anche se questa decisione gli spezza il cuore. John saluta i suoi ragazzi e le due macchine prendono direzioni diverse.

 

1.17 - Episodio 17
titolo originale USA: Hell House
titolo italiano: La casa infernale 

Scritto da: Trey Callaway
Diretto da: Chris Long
Prima visione USA: 30 marzo 2006
Prima visione Italia: 29 maggio 2007

Guest starring: Agam Darshi (Jill), Krista Bell (Dana), Gerry Mackay ( Mr. Goodwin), Nicholas Harrison (Mordechai Murdoch), Jason Griffith (Sheriff), Travis Wester (Harry Spangler), Shane Meier (Craig Thursten), A.J. Buckley (Ed Zeddmore)

L’episodio si apre a Richardson, Texas. Tre amici si trovano nel bosco durante una fredda notte. I ragazzi trovano una casa abbandonata e vi entrano. Qui trovano una ragazza impiccata e scappano.
La scena si sposta sulla stradam due mesi dopo. Dean e Sam sono in macchina. Sam sta dormendo e Dean gli infila un cucchiaio in bocca e poi lo fa svegliare di soprassalto. Sam sembra arrabbiato. E’ l’inizio della guerra degli scherzi che i ragazzi facevano da piccoli. Dean chiede a Sam di raccontargli coa è successo a Richardson e perché stanno andando ì. Sam gli spiega cosa era accaduto ai ragazzi, ma che la polizia, una volta raggiunta la casa, non aveva trovato il corpo della ragazza. Dean è scettico, ma Sam gli mostra un sito internet che ritiene i ragazzi sinceri. Si teme, infatti, che la casa sia posseduta. I ragazzi raggiungono una caffetteria dove incontrano i protagonisti della vicenda. Questi racconto loro cosa hanno visto e che Craig era quello che li aveva portati lì.
Sam e Dean vanno al negozio di dischi dove lavora Craig e gli fanno alcune domande, fingendosi cronisti. Craig parla loro della leggenda di Mordechai Murdoch che duranate la Grande Depressione del 1929 uccise le sue figlie per non farle morire di fame, e poi si impiccò. Craig gli dice che la cugina gli aveva raccontato la leggenda e che la ragazza c’era davvero.
Sam e Dean raggiungono la vecchia casa e con un EMF cercano di capire se ci sono segni di attività spiritica. I ragazzi entrano nella casa, dove trovano strani segni sui muri. A Dean sembra di aver già visto quei simboli, ma non riesce a ricordare dove. Improvvisamente sentono un rumore provenire da un’altra camera e trovano lì due ragazzi, Harry e Ed, che si definiscono investigatori del paranormale e webmaster del sito che Sam stava facendo vedere a Dean precedentemente. I due ragazzi sono disgustati da Sam e Dean e li chiamano amatori, in cerca di qualche facile emozione. I fratelli li lasciano parlare e intanto cercano di capirne di più.
Lasciata la casa, Sam va in biblioteca, dove non trova niente sulla leggenda di Mordechai, ma ha trovato qualcosa su un certo Martin Mutdoch che aveva vissuto in quella casa negli anni Trenta. Martin aveva due figli, ma nessuno dei due era morto. Dean crede che si tratti di una finzione perché nessun file della polizia circa ragazze scomparse corrisponde a quello della ragazza di cui parlava Craig. Dean entra in macchina e quando la accende, la radio manda a tutto volume una musica che non è certo la sua preferita. La vendetta di Sam.
Durante la notte si vedono tre ragazzi vicino alla casa, una di loro, Jill, viene sfidata and entrare e lei accetta. Una volta dentro, Jill sente dei rumori e si spaventa. Il fantasma di mordechai è dietro di lei e la impicca. La mattina seguente Dean e Sam parlano con la polizia che crede al suicidio di Jill, anche se essendo lei una ragazza normale e felice, questo sembra strano. Dean e Sam capiscono che hanno tralasciato qualcosa e, durante la notte, trovano il modo di entrare nella casa. Iniziano a guardarsi intorno fino a quando non incontrano il fantasma, gli sparano , ma non riescono ad eliminarlo. Nel frattempo, i due “ghosthunter” ed e Harry, vedono Dean e Sam uscire dalla casa, ma vedono anche Mordechai che hanno filmato con le loro videocamere.
Al motel, Dean sta ancora pensando ai simboli sui muri della casa, mentre Sam è perplesso sul fantasma di Mordechai, dal momento che trascinava un ascia pur avendo i polsi tagliati. Sam nota che sul sito di Ed e Harry qualcuno aveva cambiato la storia, scrivendo che Mordechai si era tagliato i polsi con la sua ascia. Dean non sa come questo stia accadendo, ma sa da dove tutto è partito e, con Sam, ritorna la negozio di dischi. Dean prende un disco e lo mostra a Craig. Il simbolo sulla copertina è lo stesso dipinto nella casa. Dean chiede a craig di non mentire. Craig allora confessa che lui e sua cugina avevano avuto l’idea di creare questa leggenda e sua cugina si era finta morta. La storia era iniziata a circolare ed era apparsa anche su internet. Craig lo considereva uno scherzo, fino alla morte di Jill.
I ragazzi sono di nuovo al motel e Sam si sta facendo la doccia. Dean allora riempie il boxer del fratello con della polverina urticante. I ragazzi vanno in una caffetteria e discutono del caso, dicendo che potrebbe trattarsi di un Tulpa, una forma di pensiero tibetana. Mentre Sam spiega a Dean di cosa si tratta, non riesce ad evitare di grattarsi. Sam comunque speiga che una volta, in Tibet, accadde che 20 monaci stavano pensando ad un golum e questi apparve. Così forse le persone, andando sul sito di Ed e Harry, potevano fare lo stesso. Creare qualcosa e cambiarne la storia. Questo avrebbe anche spiegato perché non erano riusciti ad ucciderlo. Dean è preoccupato perché non sa come eliminare Mordechai e decide di andare via, non prima di aver detto a Sam della polverina.
I fratelli vanno da Ed e Harry, e chiedono loro di chiudere il sito. Loro rifiutano e Sam e Dean li ingannano dicendo che in cambio della chiusura, gli avrebbero detto di più riguardo Mordechai.
I ragazzi se ne vanno per andare in un ristorante, dove brindano alla quasi risoluzione del caso. Dean si rende conto che la bottiglia è rimasta incollata alla sua mano. Sam ha usato una supercolla e si sta prendendo la sua rivincita.
La sera i ragazzi sono di nuovo nei pressi della casa, controllata dalla polizia. Una volta distratta, entrano e scoprono che anche Ed e harry sono all’interno. Improvvisamente il fantasma compare, ma ancora una volta sparare non serve. Ed e Harry dicono di aver cambiato la storia, in base alle informazioni ricevute dai Winchester, ma che il server era crashato. I due ghost hunter dilettanti cercano di scappare, ma Mordechai li ferma, finchè non arriva Sam e lo distrae. Il fantasma cattura Sam che chiede aiuto a Dean. Questi corre e lo salva, dando fuoco alla casa. Se è vero che Mordechai esiste solo in quella casa, allora se non c’è la casa, scompare anche il fantasma. Questo è quello che Dean ha pensato per ucciderlo.
L’episodio si conclude con i ragazzi che salutano Ed e Harry, dopo aver loro giocato un paio di scherzi e con la promessa di una tregua tra di loro.

 

1.18 - Episodio 18
titolo originale USA: Something Wicked
titolo italiano: Qualcosa di stregato 

Scritto da: Daniel Knauf
Diretto da: Whitney Ransick
Prima visione USA: 6 aprile 2006
Prima visione Italia: 5 giugno 2007

Guest starring: Colby Paul (Michael), John Prowse (Tavern Owner), Ridge Canipe (Young Dean), Jeffrey Dean Morgan (John Winchester), Chandra Berg (Bethany), Erica Carroll (Mother in the Park), Stacee Copeland (Nurse), Alex Ferris (Young Sam), Mary Black (Elderly Patient), Jeannie Epper (The Shtriga), Adrian Hough (Dr. Hydecker), Ari Cohen (Miles Tarnower), Venus Terzo (Joanna)

Musica: Road to Nowhere by Ozzy Osbourne, Rock Bottom by UFO.

Nella prima scena vediamo una bambina pregare, quando arriva il padre. La piccola gli chiede se la mamma tornerà a casa e il padre le risponde di no, perché è rimata in ospedale con la sorellina. La bimba si mette a dormire, ma è spaventata. All’improvviso dalla finestra si vede entrare come una lunga mano. La bimba urla e la scena si sposta sui nostri ragazzi, che stanno per arrivare nella cittadina di Fitchburg. John li ha mandati lì, ma Sam non capisce perché. Arrivati, i ragazzi iniziano a fare domande, ma tutto sembra normale, finchè non notano un parco giochi vuoto, senza bambini. Dean fa alcune domande ad una giovane donna, che gli spiega come alcuni bambini si siano ammalati improvvisamente.
I ragazzi si recano allora all’ospedale e chiedono di parlare con il medico che sta curando questi bambini. Camminando per il corridoio, Dean nota una vecchia donna e una croce capovolta nella sua stanza. Giunti in Pediatria, i ragazzi parlano con il Dottor Hydecker, fingendosi agenti dell’unità di Controllo malattie. Il dottore dice loro che i bambini non rispondono alle cure, mentre un’0infermiera dice che questa malattia colpisce solo i bambini e non gli adulti. Dean chiede di poter parlare con i genitori dell’ultima vittima quando incontrano il padre, questi si addossa la colpa di aver lasciato la finestra aperta e di aver fatto ammalare le sue figlie.
I ragazzi vanno nella casa delle bambine e iniziano ad indagare. Sam vede sul davanzale della finestra degli strani segni, un’impronta che Dean riconosce. Dean ricorda, in un flashback, se stesso guardare ad una foto della stessa impronta e suo padre che lo incarica di badare a Sam, rimanendo nel motel, finchè lui non fosse tornato. Andando verso un motel, Dean parla a Sam di un vecchio caso seguito dal padre e che John li ha mandati lì per finire il lavoro.
Dean e Sam arrivano al motel, dove il figlio della proprietaria, il piccolo Michael li accoglie, ma quando arriva la madre, il ragazzino va a prendersi cura del fratello più piccolo. Dean ha un altro flashback, di lui e Sam soli e di lui che si prendeva cura di Sam in attesa del rientro del padre. Tornato alla realtà, Dean segue Sam nella loro stanza e Sam fa alcune ricerche circa la creatura, chiamata shtriga, e conferma ciò che Dean gli aveva detto. La shtriga è una specie si strega originaria dell’Albania che si ciba dello spirito della vita presente nei bambini. Sam dice che non c’è modo di ucciderla, ma Dean lo corregge, affermando che, per ucciderla, bisogna coglierla mentre mangia. A Dean viene in mente la vecchia signora vista in ospedale e i ragazzi corrono per verificare se è davvero lei la shtriga. Arrivati, si rendono conto di aver sbagliato. La vecchia signora è cieca e la croce era capovolta a causa della rottura di un chiodo.
Tornando al motel la mattina seguente, Dean e Sam vedono Micheal disperato. La madre sta correndo in ospedale, perché il fratellino si è sentito male. Micheal si sente responsabile. Dean decide di accompagnare la madre in ospedale e giura a Sam che loro devono uccidere quella creatura a qualunque costo.
Nel frattempo Sam è in biblioteca a fare alcune ricerche. Sam trova qualcosa e chiama Dean. In una vecchia foto del 1890, è ritratto il Dottor Hydecker. La shtriga è lui. Dean si guarda intorno e lo vede prendersi cura di una delle sue vittime. Il medico gli parla, dicendogli che non ci sono novità. Dean è furioso, ma sta già pensando a come ucciderlo.
Al motel, Sam si stupisce del fatto che il fratello non abbia sparato al medico e Dean gli ricorda che sa come ucciderlo, usando Micheal come esca. Sam non vuole, lo considera troppo rischiose, ma Dean insiste, dicendogli che la shtriga si era già salvata a causa di un suo errore e che non sarebbe successo di nuovo. Sam prega il fratello di dirgli la verità e Dean, molto scosso, inizia a raccontare.
Vediamo un nuovo flashback, dopo alcuni giorni chiusi nella stanza del motel il piccolo Dean decide di andare fuori, disubbidendo ad un ordine del padre. Al ritorno trova la shtriga accanto a Sam, che stava dormendo. Dean prende il fucile, ma non spara. Improvvisamente arriva John che spara a fa scappare la strega. John si precipita a vedere se i piccolo Sam stava bene ed è furioso con Dean.
La scene ritorna al presente e Dean confessa a Sam che, da allora, suo padre non l’ha più guardato allo stesso modo e che il motivo per cui loro sono qui ora, è uccidere quel mostro. Dean e Sam vanno da Michael e gli parlano della strega, chiedendogli se l’aveva vista. Il bambino nega e li manda via. Dopo un po’. Il piccolo bussa alla loro porta e chiede a Dean se lui è disposto a fare qualunque cosa per Sam. Dean annuisce e Michael risponde che anche per lui è così e decide di aiutarli.
I ragazzi preparano tutto per la notte, mettendo una telecamera in camera del bambino in modo da essere pronti quando la strega verrà. Dean lo rassicura, dicendogli che nessuno gli farà del male. Verso le 3 la strega compare, Sam vorrebbe intervenire, ma Dean lo ferma. Devono aspettare il momento in cui lei inizierà a succhiare lo spirito di vita del bambino. Appena questo avviene, i fratelli si precipitano nella stanza e fanno fuoco. La strega reagisce e prende Sam, ma Dean le spara ancora e, questa volta, il suo lavoro è compiuto.
La mattina dopo, i ragazzi stanno per andarsene, quando arriva la mamma di Michael. Il fratello è guarito. Dean è felice, ma Sam è preoccupato per ciò che il bambino ha visto e vorrebbe che non avesse perso la sua innocenza. Dean, tristemente, gli dice che lui avrebbe voluto lo stesso per il suo fratellino, il piccolo Sammy.

1.19 - Episodio 19
titolo originale USA: Provenance
titolo italiano:
Il quadro maledetto

Scritto da: David Ehrman
Diretto da: Philip Sgriccia
Prima visione USA: 13 aprile 2006
Prima visione Italia:12 giugno 2007

Guest starring: Taylor Cole (Sarah Blake), Kenton Reid (Waiter), Jody Thompson (Ann), Jay Brazeau (Researcher), Jodelle Ferland (The Ghost Girl).

Musica: Bad Time by Grand Funk Railroad; Night Time by Steve Carlson Band

L’episodio si apre con un’inquadratura di un quadro. Nel quadro è raffigurata una famiglia. Subito dopo si vede la coppia che ha comprato il quadro ad un’asta. Il marito dice alla moglie che la raggiungerà in camera da letto al più presto. Improvvisamente il padre raffigurato nel quadro comincia a muoversi. Si intuisce che qualcosa sta succedendo nella camera da letto e dopo poco si vedono i due coniugi uccisi.
La scena si sposta in un bar, Dean sta parlando con una ragazza quando Sam lo chiama per un nuovo caso. Dean vuole rimanere con la ragazza, ma alla fine ascolta le informazioni che suo fratello ha raccolto. L’articolo di giornale parla di una coppia uccisa a New York e poiché John raccontava di un’esperienza simile nel suo diario. I ragazzi decidono di indagare, ma Dean prima vuole godersi il suo appuntamento.
Il giorno successivo si vede Dean addormentato nell’Impala, quando Sam lo sveglia. Gli racconta di aver cercato tracce di eventi supernaturali nella casa delle vittime, ma dice di non aver trovato nulla. Sam pensa si possa trattare di un oggetto posseduto, ma non ha potuto indagare poiché il mobilio era stato rimosso.
Sam e Dean riescono ad entrare di soppiatto in un’asta privata per verificare l’ ipotesi di Sam. Il proprietario cerca di cacciarli e mentre va a verificare i loro documenti, sua figlia Sarah si avvicina ai ragazzi. Sam inizia a fare domande a Sarah circa le proprietà della famiglia massacrata, ma il padre di Sarah ritorna e li manda via.
Al motel Sam and Dean discutono del caso e Dean suggerisce a Sam di parlare un po’ di più con Sarah. Sam allora la chiama e la invita a cena. Al ristorante, vediamo Sam imbarazzato dal momento che non aveva un appuntamento da un po’. I due ragazzi parlano per un po’, quando poi Sam torna al motel con le informazioni sugli averi della famiglia uccisa. Sam scopre la connessione tra questo omicidio e quelli descritti nel diario di John. Tutte le vittime avevano posseduto lo stesso quadro. I ragazzi allora decidono di tornare alla casa d’aste per rivedere il quadro. Lo rubano e lo bruciano, ma miracolosamente il quadro si riforma nella casa d’aste.
Il giorno dopo Dean, che vorrebbe che Sam ricontrasse Sarah, finge di aver perso il portafogli nella casa d’aste. La scusa perfetta per ritornare da Sarah.
Arrivati lì, Sarah li raggiunge e Dean, con una scusa, si allontana. Sam la vuole salutare, quando vede il quadro che pensava di aver distrutto. Sam, scioccato, chiede a Sarah più informazioni circa il quadro. Sam chiede a Sarah di non vendere il quadro. Sam corre da Dean e i ragazzi si trovano d’accordo che devono trovare più informazioni circa la famiglia ritratta nel quadro.
I ragazzi vanno in biblioteca e scoprono che il padre raffigurato nel quadro, era stato accusato di aver ucciso sua moglie, i suoi figli e una figlia adottiva con un rasoio nel 1912. Tutta la famiglia era stat cremata. I ragazzi trovano anche una foto del quadro e ne fanno una copia. Nel frattempo, il padre si Sarah ha venduto il quadro, contro la volontà della ragazza.
Al motel, Sam nota che la foto presa in biblioteca presenta delle differenze rispetto al quadro reale. Il padre si è mosso. Sam crede che lo spirito dell’uomo sia intrappolato nel quadro e che continui ad uccidere le persone nella notte. Dean decide di vedere di nuovo il quadro per verificare che niente altro sia cambiato. Poi Dean e Sam parlano di Sarah e della paura che ha Sam di avere una nuova relazione. Poi Sam chiama la ragazza e le chiede di poter comprare il quadro. Sam chiede l’indirizzo dei nuovi proprietari.
La scena si sposta a casa della nuova proprietaria, una donna che i ragazzi, da lì a poco, troveranno morta. La mattina dopo Sarah va al motel per dire ai ragazzi che ha confermato alla polizia di aver trovato la donna morta da sola. Sarah però vuole delle risposte e Sam le dice la verità. Sarah decide di andare con i fratelli e si dimostra coraggiosa. Dean la apprezza e consiglia a Sam di sposarla!
I tre riguardano il dipinto e notano un mausoleo su cui c’è scritto Merchant. Decidono di andare al cimitero, ma non trovano la cripta e sono sul punto di andarsene, quando finalmente la vedono. Entrano e vedono le urne con le ceneri della famiglia e alcuni giocattoli appartenuti ai bambini. Dean si accorge che le ceneri dell’uomo non sono nella cripta.
Mentre Dean sta facendo delle ricerche all’archivio per capire cosa è successo, Sarah e Sam parlano dei loro sentimenti. Sam le dice che lei gli piace davvero, ma che ha paura dal momento che tutte le persone che lui ama, muoiono. Sarah gli dice che potrebbe correre il rischio, ma Sam non vuole. In quel momento Dean ritorna e sa dove si trovano I resti dell’uomo, che non fu cremato e sepolto con il resto della sua famiglia.
Durante la notte, i ragazzi scavano nella tomba dell’uomo e bruciano le ossa. Decidono poi di ritornare nella casa dell’ultima vittima per prendere il quadro. Sarah e Sam vanno dentro, mentre Dean li aspetta in macchina, così da lasciarli soli.
All’improvviso però i due realizzano che la bambina adottata non appare più nel quadro e la porta dietro di loro si chiude. Sono intrappolati.Dean corre per aiutarli, ma non riesce ad aprire la porta. Sam lo chiama e gli dice della bambina. Sarah e Sam devono fronteggiare lo spirito arrabbiato della bambina. Come ucciderla? Sarah pensa che la sua bambola possa essere stata fatta con i capelli della bambina e così Dean corre al mausoleo e distrugge la bambola. SAm e Sarah sono salvi.
Il giorno dopo alla casa d’aste vediamo Dean spiegare che era stata la bambina ad uccidere prima la sua vera famiglia e poi quella d’adozione. Sarah dà l’ordine di bruciare il quadro. Dean e Sarah si salutano e dean lascia Sam con la ragazza. Sam la saluta e se ne va, ma poi ritorna indietro e la bacia. Dean guarda il fratello compiaciuto. Poi i ragazzi salgono in macchina,pronti per una nuova avventura.

 

1.20 - Episodio 20
titolo originale USA: Dead Man's Blood
titolo italiano:
Una pistola dal passato

Scritto da: Writer: Cathryn Humphris, John Shiban
Diretto da: Tony Wharmby
Prima visione USA: 20 aprile 2006
Prima visione Italia: 19 giugno 2007

Guest starring: Jeffrey Dean Morgan (John Winchester), Terence Kelly (Daniel Elkins), Dominic Zamprogna (Vampire), Anne Openshaw (Kate), Warren Christie (Luthor), Christine Chatelain ( Waitress), Brenda Campbell (Beth)

Musica: Strange Face of Love by Tito and Tarantula; House is Rocking by Stevie Ray Vaughan.

L’ episodio si apre in un bar in Colorado. Un uomo, Daniel Elkins, sta sfogliando il suo diario. Improvvisamente un gruppo di persone entra nel bar e Elkins sparisce. Lo troviamo a casa su, solo e spaventato. L’uomo si rende conto di non essere solo in casa. Una giovane donna lo fronteggia. Elkins le lancia un coltello che si conficca nel petto della ragazza, ma questa lo estrae e insegue Elkins in un’altra stanza. Elkins prende una pistola, ma prima che possa usarla,la donna chiama i compagni e si sente Elkins urlare.
In un caffè, Dean sta leggendo un giornale mentre Sam naviga su internet in cerca di un caso. Dean gli suggerisce di tornare a New York da Sarah, ma Sam evita di parlare di lei e inizia a raccontare a Dean di un certo Elkins, trovato morto in Colorado in modo strano. Dean si ricorda di aver letto quel nome nel diario del padre.
I due ragazzi raggiungono la casa di elkins e notano subito che c’è qualcosa che non va: segni di lotta e un cerchio di protezione tracciato all’interno della casa. Dean trova la custodia della pistola e il diario di Elkins. Capiscono che anche lui era un cacciatore, come loro. Dean vede anche dei strani segni sul pavimento e , usando una matita e della carta, riesce a ricavare dei numeri. Sono la combinazione di una cassetta di sicurezza dell’ufficio postale.
I ragazzi trovano l’ufficio, aprono la cassetta e vedono una lettera su cui ci sono le iniziali JW. Dean e Sam si chiedono se quella lettera sia per John , quando sentono qualcuno bussare al finestrino della macchina: è John. L’uomo entra e spiega ai figli che Daniel Elkins era il suo mentore. John legge la lettera e rimane scioccato nell’apprendere che Elkins aveva una colt speciale che poteva uccidere i demoni e i vampiri. John vuole ritrovare la Colt e dice ai gigli che Elkins era un cacciatore di vampiri. Dean è sorpreso, era convinto che i vampiri non esistessero più e John gli risponde che non lo sono e che la maggior parte delle leggende sui metodi per ucciderli sono solo fantasie.
La scena si sposta su una strada dove il gruppetto di vampiri che ha ucciso Elkins stanno cercando una nuova vittima. Assalgono una coppia e spariscono.
Intanto, mentre i ragazzi dormono, John sta ascoltando la radio della polizia e sente della coppia scomparsa. John sveglia i figli e, insieme, raggiungono la scena del crimine. Sam gli chiede come fa ad essere così sicuro di essere sulla pista giusta e John gli mostra cosa ha trovato: il dente di un vampiro. I tre si rimettono in cerca dei vampiri, con le loro due macchine. Sam inizia a lamentarsi del fatto che il padre non li stia considerando più di tanto e Dean, sapendo che questo finirà in uno scontro tra Sam e John, cerca di calmarlo.
Mentre i ragazzi sono in macchina, i vampiri stanno festeggiando nel loro rifugio, con la giovane coppia rapita legata. Uno dei vampiri ci prova con la ragazza, ma viene fermato dalla donna che ha ucciso Elkins. Kate vuole aspettare Luther, il loro signore. Quando lui arriva, kate lo bacia e gli mostra la coppia. Il vampiro dà agli altri il permesso di nutrirsi del sangue del ragazzo. Kate gli mostra la Colt sottratta ad Elkins. Luther si arrabbia, perché pensa che aver ucciso Elkins porterà più cacciatori sulle loro tracce.
Intanto, John chiama Dean e gli dice di fermarsi, ma Sam non vuole dal momento che il padre non sta dnado loro nessuna spiegazione. Sam taglia la strada del pick- up di John, costringendolo a fermarsi. I due cominciano a litigare, rinfacciandosi scelte passate e Dean fa fatica a separarli. Alla fine ci riesce, ma è molto provato dall’aver visto ancora una volta il padre e il fratello litigare così duramente.
Al rifugio dei vampiri, Luther taglia il polso alla ragazza rapita e Kate ne beve il sangue. Poi la vampira prende un po’ del sangue e lo mette nella bocca della ragazza, trasformandola in una vampira. Il giorno dopo Dean, Sam e John arrivano al rifugio e John spiega loro che i vampiri possono uscire alla luce del sole, al massimo si scottano, ma non bruciano. Armati, i tre stanno per entrare, ma John prima gli parla della Colt. Sembra che questa pistola fosse stata costruita nel 1835 da Sam Colt per un cacciatore. Quest’arma aveva 13 proiettili speciali che possono uccidere qualunque cosa, anche il demone che ha ucciso Mary. La pistola è adesso in mano ai vampiri e loro la devono recuperare. All’interno, John vede la Colt, mentre Sam prova a liberare la ragazza. Sfortunamente Sam non si accorge che anche lei è diventata un vampiro e la ragazza inizia ad urlare per avvertire i suoi compagni. I Winchester sono costretti a fuggire, ma i vampiri, sentendone l’odore, li continueranno a cacciare. John dice ai ragazzi che bisogna trovare in fretta un obitorio.
Dean va in cerca dell’obitorio, mentre Sam e John sono da soli nel loro rifugio. Sam è preoccupato per Dean, ma John gli dice di stare tranquillo perché Dean sa il fatto suo. I due cominciano a parlare e si chiariscono. Sembra che Sam finalmente inizi a capire le ragioni dietro il comportamento di suo padre. Nel frattempo Dean ritorna con una boccetta di sangue presa da una persona morta. Questo sangue sembra essere velenoso per i vampiri.
La sera su una strada, Dean finge di avere problemi con l’Impala, quando, all’improvviso, appare Kate. Lei lo afferra e lo bacia, ma immediatamente dopo, vediamo i vampiri accasciarsi, colpiti da una freccia avvelenata con il sangue. Sam e John arrivano e Sam uccide il vampiro, mentre John prende Kate come ostaggio.
I Winchester parlano tra loro e Sam dice al padre che sa che lui se ne vuole andare e lasciarli soli ancora una volta. John prova a negare, ma alla fine ammette che è vero, ma che il punto è che lui non potrebbe vedere i suoi figli morire. Dean dà ragione a Sam, sono più forti come famiglia. John però dice loro di finire il lavoro e poi di partire.
Nel frattempo uno dei vampiri riferisce a Luther che uno di loro è stato decapitato e che kate è in ostaggio. Si sente un pick-up avvicinarsi e Luther sa che Kate è lì dentro. I vampiri escono per prenderla e John li affronta, mentre Dean e Sam vanno al rifugio e si liberano degli altri vampiri.
John dice a Luther di scambiare Kate con la Colt e Luther sembra accettare, ma Kate si riesce a liberare e Luther attacca John. Tutto sembra perduto per lui, quando all’improvviso, i vampiri vengono colpiti da alcune frecce lanciate da Dean e Sam. Inizia una lotta e Sam viene preso da Luther. Dean è costretto ad abbassare l’arma che ha in mano, ma John spara a Luther con la Colt, uccidendolo. Gli altri vampiri scappano. I tre tornano al rifugio e John dice ai figli di averci ripensato e di voler rimanere con loro, perchè, insieme, sono più forti.

 

1.21 - Episodio 21
titolo originale USA: Salvation
titolo italiano:
Una città da salvare

Scritto da: Raelle Tucker, Sera Gamble
Diretto da: Robert Singer
Prima visione USA: 27 aprile 2006
Prima visione Italia: 26 giugno 2007

Guest starring: David Lovgren (Charlie Holt), Sebastian Spence (Assistant Demon), Erin Karpluk ( Monica Holt), Josh Blacker (Caleb), Serinda Swan (Hospital Receptionist), Nicki Lynn Aycox (Meg Masters), Jeffrey Dean Morgan (John Winchester), Rondel Reynoldson (Receptionist), Richard Sali (Pastor Jim Murphy)

Musica: Carry On Wayward Son by Kansas

In una località del Minnesota, vediamo Meg entrare in una chiesa. Meg chiede al prete di parlare e gli confessa i suoi peccati, anche di aver ucciso, sgozzandolo, un uomo. Il prete caspisce di cosa si tratta e scappa. Meg lo raggiunge e chiede dei Winchester. Padre Jim le dice che non svelerà mai dove si trovano e Meg lo uccide.
Intanto i Winchester sono ancora in Colorado, parlando del Demone. John rivela ai figli tutto quello che sa. Il demone sembra cercare alcune famiglie con bambini di 6 mesi. Sam si sente colpevole, ma Dean lo rassicura. John dice che i nuovi segni della presenza del demone si sono avuti a Salvation, in Iowa.
I tre partono, quando, all’improvviso, John accosta ed esce dal pick-up. Dean gli chiede cosa è successo e John dice di aver ricevuto una telefonata. Padre Jim è stato ucciso, probabilmente da un emissario del demone. John afferma che bisogna correre a Salvation e trovare la famiglia in pericolo. I tre arrivano all’ospedale di Salvation e Dean e John entrano per cercare informazione. Intanto Sam sta cercando tra i registri delle nascite, quando ha una visione di una cameretta con una culla, una bambina con sua madre e il demone.
Sam cerca di capire come trovare la donna, quando la vede per strada. Sam la ferma e si presenta come un nuovo vicino. La donna,Monica, gli dà il benvenuto e gli presenta la sua bambina, Rosy. Sam ha un’altra visione, stavolta vede Monica uccisa come sua madre e Jessica.
Una volta al motel, Sam racconta della sua visione e John sembra arrabbiato perché i figli non lo hanno mai chiamato per dirgli di queste visioni. Dean risponde al padre che chiamarlo sarebbe stato inutile, visto che John non aveva mai risposto alle loro richieste d’aiuto né in Lawrence né quando Dean stava morendo. John rimane colpito dall’atteggiamento di Dean, ma gli dà ragione.
Mentre i tre parlano Meg chiama Sam e chiede di parlare con John. Meg gli dice di avere Caleb e di volere la Colt. John nega di sapere della Colt e Meg uccide Caleb. La ragazza minaccia John di uccidere altri loro amici, se non consegnerà la pistola. John accetta e poi spiega ai figli il suo piano. Si devono procurare una pistola finta e dividersi. John andrà da Meg e i ragazzi, con la vera Colt, affronteranno il demone.
Una volta trovata la pistola finta, John parte e i figli lo guardano andare via preoccupati. Arrivato al luogo dell’appuntamento con Meg, prima di incontratla, John vede una cisterna dell’acqua e la benedice.
Intanto i ragazzi sono in macchina, fuori la casa di Rosy.
John finalmente incontra Meg e le dà la pistola. Meg però la dà al fratello Tom che le spara. Meg è infuriata, ma la pistola non la uccide. I due sono infuriati con John che prova a scappare. John rovescia la cisterna di acqua benedetta e Meg e Tom non possono passare.
La scena si sposta su Dean e Sam, che si accorgono che qualcosa sta succedendo nella casa della bambina.
John intanto ha raggiunto il suo pick-up, ma trova le gomme tagliate. È in trappola.
Dean e Sam entrano appena in tempo, perché il demone sta per uccidere Monica. Scoppia un incendio e Dean porta fuori la bambina, mentre Sam non fa in tempo a sparare al demone. Una volta che sono tutti fuori, Sam vede il demone nella stanza in fiamme vuole entrare. Dean lo ferma.
Una volta tornati al motel, Sam è arrabbiato con Dean per averlo fermato, ma quando Dean gli spiega, con la voce rotta, che lui e il padre sono tutto quello che ha e che non vale la pena morire per il demone, Sam capisce e chiede a Dean di chiamare John.
Dean lo fa e al telefono risponde Meg, Dean capisce che il padre è in trappola.

 

1.22 - Episodio 22
titolo originale USA: Devil's Trap
titolo italiano:
La trappola del diavolo  

Scritto da: Eric Kripke
Diretto da: Kim Manners
Prima visione USA: 4 maggio 2006
Prima visione Italia:3 luglio 2007

Guest starring: Jim Beaver (Bobby), Sebastian Spence (Assistant Demon), Matt Riley (Firefighter), Nicki Lynn Aycox (Meg Masters), Jeffrey Dean Morgan (John Winchester)

Musica: Bad Moon Rising by Creedence Clearwater Revival, Fight the Good Fight by Triumph, Turn to Stone by Joe Walsh.

Dean e Sam decidono di andare a cercare il padre, ma Dean pensa sia meglio preparare un piano prima, cos’ si recano a casa di un amico di John, Bobby.
Bobby dice ai ragazzi che si sta preparando una guerra tra le forze del male e gli umani e mostra loro un libro chiamato “ La chiave di Salomone”. Questo libro insegna loro come intrappolare un demone. All’improvviso Meg entra e scaglia Dean contro un muro e chiede dove si trovi la Colt. Sam e Bobby le dicono di averla sepolta. Meg chiede loro come potevano pensare che lei non li avrebbe trovati. Dean le risponde che, in realtà, speravano proprio che lei li trovasse. Meg è in trappola. Si è fermata sotto un cerchio di protezione disegnato dai ragazzi sul soffitto.
Meg viene legata e Dean inzia ad interrogarla su dove si trovi John, ma Meg inizia a prendersi gioco di lui. Dean la schiaffeggia e Bobby gli dice di andarci piano,perché la ragazza è posseduta. Dean è scioccato, ma dice a Sam e Bobby che è il caso di aiutarla a liberarsi di questa schiavitù e decide di fare un esorcismo.
Sam lo comincia e Meg inizia a stare male. Dean le dice che la smetteranno se lei rivelerà dove si trova John e Meg risponde che John è in un palazzo a Jefferson in Missouri. Dean ordina a Sam di finire l’esorcismo e, quando il demone lascia il corpo della ragazza, questa è esanime. Dean e Sam provano ad aiutarla, ma Meg riesce solo a ringraziarli per averla liberata e a mormorare la parola “Sunrise” prima di morire.
Dean e Sam si recano a Jefferson e qui hanno una discussione sull’opportunità di portare la Colt con loro. Dean vorrebbe, Sam no per non sprecare un proiettile. Alla fine Dean cede, o almeno così sembra. Sam, intanto, disegna sull’Impala un cerchio di protezione in modo che il demone non potesse impadronirsi della Colt.
Camminando sul lungo fiume di Jefferson, Dean vede un condominio chiamato “Sunrise” e con un piccolo trucco riescono ad entrare travestiti da pompieri. I ragazzi trovano John legato sul letto e Sam lo bagna con l’acqua benedetta per verificare che non sia posseduto. I tre riescono a scappare appena in tempo da alcuni demoni accorsi per ucciderli.
In strada però Tom, già visto in Salvation, attacca Sam e lo sta picchiando a morte, finchè Dean non gli spara con la Colt.
Più tardi i tre raggiungono un rifugio e , mentre Sam sta spargendo il sale intorno alle finestre, chiede a Dean come stia John. Dean risponde che sta riposando. Sam ringrazia Dean per avergli salvato la vita e Dean gli confessa di essere spaventato da quello che lui è in grado di fare per proteggere la sua famiglia.
John entra e gli dice che, invece, dovrebbe essere orgoglioso perché si è sempre occupato del bene della sua famiglia. Dean è sorpreso che suo padre non sia arrabbiato con lui per aver sprecato un proiettile della Colt. Intanto le luci iniziano ad essere intermittenti e John ordina a Dean di dargli la Colt e di stare pronti perché il demone sta arrivando.
Dean si insospettisce, quello non è suo padre, ma è il demone che lo sta possedendo. Dean prende la Colt e la punta contro John. Sam, incredulo, chiede cosa stia succedendo e Dean gli dice che John è posseduto. Dopo un attimo di esitazione, si schiera dalla parte di Dean. Il demone esce allo scoperto e scaraventa i ragazzi contro due pareti del rifugio, bloccandoli.
Sam gli chiede come mai l’acqua benedetta non avesse funzionato e il demone lo irride e sfida Sam ad usare i suoi poteri per prendere la Colt. Il demone ce l’ha con Dean perché ha ucciso i suoi figli e vuole vendicarsi e poi dice a Sam di avere dei piani per lui a gli altri ragazzi con speciali poteri. Il demone poi dice di aver ucciso Mary e Jess perché stavano intralciando i suoi piani. Poi si rivolge di nuovo a Dean dicendogli che la sua famiglia non ha mai avuto bisogno di lui quanto lui di loro.
Dean gli risponde scaracastico circa i suoi figli e questo scatena l’ira del demone che, in qualche modo, causa il sanguinamento di Dean. Dean è bloccato contro il muro e dalla sua bocca e dal suo torace sgorga sangue. Sam urla e prova ad usare la telecinesi per prendere la Colt, ma non ci riesce, mentre Dean prega il padre di non lasciare che il demone lo uccida.
Ormai stremato ed in fin di vita Dean implora suo padre e per un attimo, John torna in possesso del proprio corpo e in lacrime prega che tutto questo finisca. Non essendo il demone presente, Dean cade svenuto e Sam si precipita a prendere la Colt.
Appena in tempo, visto che il demone ha ripreso il controllo di John e gli dice che non può ucciderlo altrimenti ucciderebbe anche John. Sam annuisce e gli spara alla gamba. John cade e sembra svenuto. Sam corre da Dean che gli chiede di controllare il padre. Sam si avvicina e John gli ordina di sparargli perché sente che il demone è ancora dentro di lui. Sam non sa che fare e Dean lo implora di non farlo. Alla fine il demone lascia il corpo di John.
La scena si sposta nell’Impala. Sam sta guidando per portare Dean in ospedale e John è arrabbiato perchè dice che Sam avrebbe dovuto sparargli. Uccidere il demone viene prima di tutto. Sam, guardando nello specchietto retrovisore il fratello in fin di vita, dice che no, non viene prima di tutto e che hanno ancora un proiettile e la possibilità di ucciderlo.
All’improvviso l’Impala viene investita da un camion e mandata fuori strada. Il conducente era posseduto. L’episodio e la stagione si concludono con una panoramica dei tre Winchester privi di sensi nella macchina.