Instagram

Prison Break: Perché c'era il rischio che Sarah Wayne Callies non ne facesse parte

Venerdì 22 Luglio 2016


Prison Break: Why Sarah Wayne Callies almost didn't sign on
di EW.com
traduzione di Vittoria Saia

Prison Break

Quando il revival di Prison Break della Fox verrà rilasciato, nella primavera del 2017, quasi tutti gli amati personaggi della serie faranno ritorno, dato che Michael Scofield (Wentworth Miller) inizia un viaggio ispirato all'Odissea per tornare a casa da suo fratello, Lincoln Burrows (Dominic Purcell), la sua ex moglie, Sara Tancredi (Sarah Wayne Callies) e suo figlio, Mike (Christian Michael Cooper).

Sebbene riunire il team di Prison Break non ha avuto lo stesso livello di difficoltà dell'Odissea, c'è sicuramente stata trepidazione tra i membri del cast. La Callies dice di essere stata con ogni probabilità l'ultima attrice ad accettare. L'ex membro del cast di The Walking Dead – che in questo momento è impegnata con Colony in onda su USA Network – voleva assicurarsi che il revival non fosse soltanto “un gruppo di attori e produttori esecutivi che vogliono fare soldi”, ha detto a EW. “Il mio primo pensiero è stato 'Farà bene a essere un buon progetto'.”

In realtà, il primo pensiero della Callies è stato davvero diverso. L'attrice ricorda di aver appreso per la prima volta della possibilità di un revival di Prison Break dalla star di Girlfriends' Guide to Divorce Paul Adelstein – che nella serie originaria interpretava Paul Kellerman e apparirà anche nelle nuove puntate – ad una festa in occasione degli Upfronts a New York. “Ha detto qualcosa del tipo, 'Hai sentito che riporteranno in vita Prison Break?' Ciò che ho detto io in risposta posso garantirti che non puoi stamparlo.”

Sfida accettata.

“Era tipo, 'Come c**** è possibile, porca p*****,' insomma una risposta piena di imprecazioni. Non riuscivo a crederci completamente, non era neanche lontanamente possibile, perché mi sono chiesta la stessa cosa che si sono chiesti tutti,” ha detto. “Sono tutti, 'Ma Michael è morto?!'” - una reazione che per la Callies in un certo senso è ironica dato che la testa del suo personaggio nella serie è finita in una scatola eppure Sara ha poi fatto ritorno tutta intera. “Sì, ok,” ha detto la Callies ridendo. “In tutta onestà, The Walking Dead non è stata la prima serie a cui ho preso parte in cui la gente resuscitava di continuo.”

L'attrice si è convinta che il revival fosse reale quando uno dei produttori esecutivi di Prison Break Dawn Olmstead (ora vice presidente esecutivo dello sviluppo alla Universal Cable Productions) si è avvicinata a lei durante lo stesso party e le ha proposto di andare a pranzo insieme. “Io ero tipo, 'Ok, va bene, non può essere una coincidenza.'”

Ma la Callies “si è fatta corteggiare parecchio,” ha detto. “Prison Break ha significato tantissimo per me, e un lavoro ora ce l'ho, quindi voglio tornare solo se facciamo qualcosa di veramente coraggioso.” Parte dell'esitazione era legata a cosa avrebbe significato indossare di nuovo i panni del personaggio di Sara. “Personalmente, c'era anche il pensiero che Prison Break è stato il mio primo vero lavoro,” ha detto. “Ero nell'industria solo da un paio di anni, e da quando ho lasciato lo show ne sono passati sette. Vorrei essere un'attrice migliore a questo punto, sai?”

“Andy Lincoln e Jon Bernthal sono due dei migliori insegnanti che abbia mai avuto,” ha continuato la Callies, “non che nessuno di loro abbia mai provato a insegnarmi niente, ma ho imparato davvero tanto in The Walking Dead, in Colony, in strani piccoli film con Nic Cage e roba simile. Immagino di essere interessata a vedere se ora riesco a fare meglio di quanto abbia fatto in passato. Mi rendo conto che sto predisponendo tutto il necessario per essere criticata di brutto. 'Sai cosa? Non ha imparato un c****,' ma spero di essere un'attrice migliore e spero di poter dare un'apporto maggiore rispetto a prima, quindi questa, per me, è una ragione valida per farlo.”

L'altra ragione per farlo era ricongiungersi con il creatore di Prison Break Paul Scheuring. “Una delle ragioni principali per cui volevo tornare era che Paul era la mente dietro tutto, e questo è sempre stato il bimbo di Paul,” ha detto la Callies. “Paul continuava a dire, 'Voglio tornare a fare ciò che abbiamo provato a fare nella prima stagione.' La prima stagione è stata la nostra stagione migliore. Era intelligente, era coraggiosa, era diretta, non era falsamente modesta.”

Sebbene il revival si ispiri alle prime stagioni, la Callies insiste sul fatto che Sara è un personaggio decisamente diverso. “Quando l'abbiamo lasciata, era una giovane donna devastata dalla morte dell'amore della sua vita, ed era incinta, e quando la incontriamo di nuovo, è una persona vissuta,” dice l'attrice. “Ha vissuto il dolore finché non si è resa conto che il lutto era una stravaganza che suo figlio non poteva permettersi, e così ha deciso di fare di lui il lavoro della sua vita e di onorare la memoria del suo defunto marito facendo vivere al figlio una bella vita; questo include dargli un patrigno [interpretato da Mark Feuerstein]. È cambiata profondamente, così come lo sono io. Nn credo che potrei interpretare un facsimile della Sara Tancredi della prima stagione, ma interpretare Sara Scofield nella quinta stagione è allo stesso tempo diverso e onesto.”

Una volta che le riprese sono iniziate, nei primi giorni di aprile, tutte le paure sono scomparse fin da subito. “Ci sono stati divorzi, matrimoni, coming-out, bambini, cambi di carriera, eppure ciò che queste persone sono è rimasto essenziale,” ha detto la Callies. “È stata una giornata emozionante. Il nostro regista è venuto da me e mi ha detto, 'Devi smetterla di piangere. Sara non perde il controllo in questo momento.' E io ero tipo, 'Ok, ci sto provando. In questo momento in realtà non sto recitando.'”