Instagram

Real Time presenta LA STORIA DI TIZIANA CANTONE

Martedì 17 Dicembre 2019

IN QUANTO DONNE

STORIE DI ORDINARIA VIOLENZA 

“LA STORIA DI TIZIANA CANTONE”

MERCOLEDì 18 DICembre ALLE 21:10 IN PRIMA TV SU REAL TIME

E DISPONIBILE IN STREAMING SU DPLAY

La violenza sulle donne. Le inaccettabili cifre dei femminicidi nel nostro paese. Poco alla volta queste tematiche stanno venendo finalmente a galla, entrando a far parte della consapevolezza degli italiani di oggi, dopo aver rappresentato una piaga perenne della società a cui apparteniamo.

Mercoledì 18 dicembre arriva alle 21:10 in prima tv su Real Time “LA STORIA DI TIZIANA CANTONE”, il documentario d’inchiesta della serie “IN QUANTO DONNE - STORIE DI ORDINARIA VIOLENZA”, disponibile anche in streaming su Dplay, la piattaforma OTT pay del gruppo Discovery.

“LA STORIA DI TIZIANA CANTONE” racconta la storia della trentunenne napoletana suicidatasi nel 2016 dopo aver subito un insostenibile linciaggio psicologico in seguito alla comparsa sul web di una serie di video pornografici amatoriali. I responsabili della circolazione non sono mai stati individuati. La violenza nei confronti di Tiziana è quella della gogna mediatica che l’ha travolta, del vile sfruttamento della sua figura in un paradossale fenomeno di trash marketing e quella del silenzioso disinteresse col quale la Giustizia italiana ha corrisposto alle sue richieste d’aiuto, almeno fin quando la sua storia non s’è trasformata in tragedia, assumendo addirittura una valenza internazionale. La ricostruzione è stata realizzata con la partecipazione di Maria Teresa Giglio, la mamma di Tiziana che combatte instancabilmente perché la tragedia di sua figlia acquisti un valore esemplare, e col contributo di giornalisti (in particolare Marilù Musto, la cronista del Mattino di Napoli che ha seguito il caso nel suo dipanarsi), esperti legali e operatori informatici che analizzano le modalità di diffusione della pornografia non consenziente, i metodi tecnici di contenimento del fenomeno e i percorsi legali che lo possono arginare. A trasporre il dramma di Tiziana Cantone in sede istituzionale provvede l’intervento nel doc di Maria Elena Boschi, deputata ed ex-ministro delle Pari Opportunità tra le promotrici del progetto di legge “Codice Rosso” e in particolare dei provvedimenti ora attivati nei confronti del revenge porn.

I documentari d’inchiesta “IN QUANTO DONNE – STORIE DI ORDINARIA VIOLENZA” sono prodotti da Darallouche per Discovery Italia, scritti da Stefano Pistolini e Daniele Autieri, con la partecipazione in video di Giuseppe Scarpa, realizzati da Stefano Pistolini, Cristiano Panepuccia, Massimo Salvucci, Andrea Leonetti Di Vagno.