Instagram

EDI in Tv con la nuova serie “Il Cacciatore”

Martedì 13 Marzo 2018

EDI Effetti Digitali Italiani firma gli effetti visivi per la fiction sulla mafia in onda dal 14 marzo su Rai Due, con un intervento di eccezionale resa qualitativa dell’immagine che ha permesso di creare un cinghiale completamente con tecnologia digitale 3D per una delle scene della serie.

Milano,  marzo 2018 - Sono realizzati da EDI Effetti Digitali Italiani gli effetti visivi della nuova serie Tv “Il Cacciatore” che andrà in onda dal 14 marzo su Rai Due: una fiction in dodici puntate sulla lotta alla mafia, prodotta da Cross Productions per la regia di Stefano Lodovichi e Davide Marengo. La storia è ambientata nell’Italia degli anni Novanta e si ispira alla figura del magistrato Alfonso Sabella (interpretato dall’attore Francesco Montanari) che è stato tra i protagonisti del pool antimafia di Palermo negli anni della cattura dei principali boss siciliani.

L’opera di EDI, la società italiana che opera nell’ambito della post-produzione per il cinema, la Tv e la pubblicità collaborando anche a livello mondiale con i più grandi registi, è presente nei primi sei episodi con lavorazioni specifiche nel primo, nel nono e nel decimo episodio.

In particolare, per il primo episodio EDI ha creato ed animato un cinghiale assolutamente realistico, interamente generato in 3D. Il progetto ha preso forma durante la pre-produzione, entrando nella fase operativa una volta effettuate le riprese quando, dopo uno studio preliminare sull'anatomia e le caratteristiche fisiche dell'animale, EDI ha cominciato a dar vita al cinghiale. Partendo dalla modellazione dello scheletro osseo dell'animale, sono stati aggiunti l'equivalente digitale dei muscoli che, come nella realtà, hanno la funzione di deformare il modello 3D del cinghiale nello stesso modo in cui effettivamente si deforma la pelle. Successivamente è stato realizzato il pelo, lavorando sia sulla densità nelle diverse zone che sull'aspetto dei vari tipi di setola che lo compongono. L'intera operazione, dai primi bozzetti su carta fino al risultato finale, ha richiesto circa due mesi, sopratutto per aggiungere tutta quella serie di dettagli che, per quanto forse impercettibili oggettivamente, rendono l'immagine credibile ai nostri occhi.

Pasquale Croce, socio fondatore di EDI dice: “Siamo orgogliosi di aver preso parte a un progetto televisivo di spessore come Il Cacciatore, dedicato a un tema cruciale della storia italiana. Per EDI è stata una vera sfida poiché questo lavoro è la dimostrazione di come con le più avanzate tecnologie VFX sia oggi possibile includere nelle sceneggiature animali realizzati digitalmente con una resa fotorealistica che non mostri alcuna percettibile differenza rispetto alla realtà.”

Per il resto della serie, EDI ha permesso di ricostruire tramite gli effetti visivi (VFX) gli scenari dell’epoca in cui “Il Cacciatore” è ambientato, rimuovendo gli elementi anacronistici e integrando in set extension vedute e paesaggi in cui si svolge la narrazione, tra Palermo e la Svizzera. L’effetto di altissima qualità delle immagini è stato ottenuto grazie alle tecnologie e ai software più innovativi che EDI utilizza nella post produzione e alla supervisione sul set a fianco della produzione e del regista.

Il Cacciatore

Il Cacciatore

Il Cacciatore

EDI Effetti Digitali Italiani è l’azienda leader in Italia nel settore dei VFX. Dal 2001 a Milano, si avvale dei migliori professionisti del settore in un ambiente moderno ed innovativo che utilizza solo energie rinnovabili. Grazie alla costante ricerca di nuovi talenti e tecnologie, EDI realizza lavori di qualità, supervisionando ogni aspetto della post produzione. In oltre diciassette anni di attività ha collaborato con i più grandi registi italiani e internazionali (Gabriele Muccino, Paolo Virzì, Barry Sonnenfeld, Stephen Gaghan), realizzando gli effetti visivi per oltre cento produzioni cinematografiche. EDI è presente con continuità sul mercato americano, dove ha effettuato lavorazioni per film come Gold, con Matthew McConaughey per la regia di Stephen Gaghan; Fathers&Daughers, con Russel Crowe per la regia di Gabriele Muccino, in cui ha riprodotto il caratteristico skyline della New York degli anni anni ’90, che comprendeva edifici oggi non più esistenti (su tutti le Twin Towers). Oppure per Nine Lives con Kevin Spacey e Christopher Walken, in cui ha curato oltre 150 inquadrature e dove ha inserito le riprese dei gatti ammaestrati sulle sequenze girate con gli attori, permettendone la recitazione al fianco dei personaggi; American Gods, serie tratta dall’omonimo libro di Neil Gaiman in onda su Amazon Prime Video; Ella & John - The Leisure Seeker di Paolo Virzì. EDI ha realizzato inoltre produzioni in Inghilterra, Francia, Russia, Ucraina, Libano, Emirati Arabi, Tunisia, Giordania, Austria, Svizzera, Cina, Thailandia e India. Nel mercato dei film pubblicitari EDI ha all’attivo progetti per clienti italiani ed esteri (Sky, Alitalia, Disney, Fiat, Ferrari, Mediaset, Volkswagen, FCA, TIM-Telecom, Renault e molti altri). EDI è sempre attenta alle nuove tecnologie ed alle nuove tendenze; per questo attualmente è tra le prime società italiane a sperimentare le applicazioni della Virtual Reality. Inoltre EDI è molto attiva nella formazione, in cui è presente da anni come docente, collaborando con la Civica Scuola Luchino Visconti, l’Università IULM e il dipartimento di Informatica dell’Università degli Studi di Milano e l’università Cattolica. L’esperienza nel settore, sia all’estero sia in Italia, e un laboratorio interno per la ricerca e sviluppo, permettono a EDI di gestire produzioni complesse in modo efficiente, sicuro, rapido e scalabile, e di poter offrire soluzioni estremamente innovative.