Instagram

Al RomaFictionFest arriva ROLES, la web series dai colori noir

Mercoledì 25 Settembre 2013
LA WEB SERIES ROLES SBARCA AL ROMAFICTIONFEST

IN ANTEPRIMA AL FESTIVAL DUE EPISODI
DELLA WEB SERIE DAI TONI NOIR

Roles

"La vita è un sogno dal quale ci si sveglia morendo". È con le parole di Virginia Woolf che prende il via la storia noir di Roles, la web series scritta e diretta dal giovane Ludovico Di Martino (classe 1992), prodotta da Stefano Santucci, che sarà presentata al RomaFictionFest 2013 mercoledì 2 ottobre alle 16.30 presso il Teatro Studio, dell'Auditorium Parco della Musica di Roma.

Roles è il racconto di un gruppo di 8 ragazzi apparentemente spensierati che scandiscono il tempo tra feste, storie d'amore e appuntamenti ai quali arrivano perennemente in ritardo. A sconvolgere l'equilibrio della loro vita, dentro la quale ciascuno di loro era riuscito a costruirsi un ruolo da attore protagonista, la tragica morte di Gabriele (Fabrizio Colica). All'improvviso però la vita cambia rotta e ci si trova a fare i conti con la morte, prendendo consapevolezza del fatto che ora solo l'amore, la passione, l'amicizia e i dubbi potranno aiutarli a tornare parte della scena. Questa regola cinica travolge la vita di Guglielmo (Eduardo Valdarnini), Mary (Francesca Bellucci),Teresa (Margherita Laterza), Alessandro (Carlo Fabrizi), Riggi (Emanuel Caserio), Luca (Francesco Baldini) e Silvia (Valeria Nardilli), presenti al funerale di Gabriele.

Sulla pistola che l'ha ucciso ci sono sette impronte digitali. Le loro. Chi ha ucciso Gabriele? Forse Guglielmo che ne conosceva i segreti? Mary ossessionata dagli sguardi della gente? L'inferno nella testa di Luca? L'incoscienza di Alessandro? Teresa e la sua necessità di controllo? La gelosia di Riggi? La fatale bellezza di Silvia? Il disegno di morte che li vede attori e spettatori li metterà uno di fronte all'altro, in una scena senza protagonisti e dove c'è spazio solo per le coscienze, le loro. E' qui che ai giovani  potranno comprendere e agire per cambiare le cose. Ma l'assassino è fra loro. Chi ha stravolto i ruoli?

Roles con uno stile narrativo coinvolgente e veloce - otto episodi da cinque minuti ciascuno - dimostra che è possibile affrontare in una serie web temi delicati come il disagio, l'amore tormentato e i conflitti sociali, senza però rinunciare alla qualità del racconto e della regia.

CAST CREDIT - ROLES

ORIGIN: ITALY
FORMAT: 16:9
RUNTIME: 5’x8

DIRECTION :                            LUDOVICO DI MARTINO
STORY :                            LUDOVICO DI MARTINO
SCRIPT :                            LUDOVICO DI MARTINO
CINEMATOGRAPHY :            MANOLO CINTI
MUSIC :                   ELECTRIC SUPERFUZZ, DEPARTURE AVE, NOISE PAINTERZ
EDITING :                     LUDOVICO DI MARTINO, ANDREA SALVI
PRODUCTION :                 STEFANO SANTUCCI

CAST
Fabrizio Colica / GABRIELE
Eduardo Valdarnini / GUGLIELMO (GU)
Margherita Laterza / TERESA (TES)
Edoardo Pesce / PRETE
Carlo Fabrizi / ALESSANDRO (ALE)
Francesca Bellucci / MARY
Emanuel Caserio / RIGGI
Francesco Balbini / LUCA
Valeria Nardilli / SILVIA
Marco Marelli / COMMISSARIO
Vittorio Verdirosi / STEFANO
Annarita Granatiero / ILARIA

LUDOVICO DI MARTINO - REGISTA

Ludovico Di Martino, classe 1992, è nato a Roma. Ha iniziato a studiare recitazione con Federica Tatulli ai tempi delle scuole medie, fino ad approdare all'interno della compagnia "Gli Squinternati" a soli 14 anni, con i quali porta in scena "Amleto in Salsa Piccante" di Aldo Nicolaj, spettacolo vincitore della rassegna "Tutti in scena" al Teatro La Cometa di Claudio Boccaccini. Dopo un'esperienza sul set del film di Enrico Maria Artale "Il terzo tempo" (in concorso a Venezia70 per la sezione Orizzonti), dove interpreta un piccolo ruolo, decide di tentare la folle via della regia cinematografica iniziando a lavorare a cortometraggi e spot di vario genere. Lavora come assistente di Paolo Scarfò (ScarFilm), con la quale realizza una campagna di spot per il Ministero delle Pari Opportunità, fino a dirigere personalmente lo spot "Il facchino", vincitore del premio della giuria ad un concorso per Telecom Italia. Nel 2013 scrive e dirige "Roles", serie destinata al web presto, prodotta da Stefano Santucci e presentata al RomaFictionFest 2013.

STEFANO SANTUCCI – PRODUTTORE

Inizia la carriera televisiva nel 1983 al fianco di Corrado, con il quale condividerà i primi 15 anni di lavoro, ideando e scrivendo programmi di grande successo come: Il pranzo è servito, Ciao Gente e La Corrida. Il grande pubblico lo ricorda accanto a Stefano Jurgens all'epoca di Tira e Molla (1996 – 1998) con Paolo Bonolis. Il momento di massima popolarità lo raggiunge con L'eredità (1999 - 2003): all'interno della trasmissione, infatti, ad ogni dubbio o curiosità proposti dal conduttore Amadeus, risponde la voce fuori campo di Santucci, interpellato con l'esclamazione "Santucci, pensaci tu". Stefano Santucci è l'ideatore di molti giochi alla base del successo de L'eredità tra cui La Scossa e l'enigma finale de La Ghigliottina.  Nel 2006 è autore d el gioco a premi Fattore C, condotto da Paolo Bonolis, con il quale lavora dal 2000 al 2007 come autore di Ciao Darwin. Il 2007 è l'anno di Reazione a catena - L'intesa vincente condotto per le prime tre edizioni da Pupo e successivamente da Pino Insegno.Nel 2009 e nel 2010 è autore de I Raccomandati programma tv condotto da Pupo,e sempre nel 2010 dei Soliti Ignoti presentato da Fabrizio Frizzi. Nel 2011 è l'ideatore del quiz Avanti un altro! in onda nel preserale di Canale 5 e condotto da Paolo Bonolis.