Instagram

Il grande ritorno di Eliza Dushku

Mercoledì 24 Dicembre 2008
Qualche settimana fa, TV Guide ha intervistato Eliza Dushku, famosa Faith del Buffyverse ma nota anche come protagonista della, troppo, breve Tru Calling. L'occasione dell'incontro è stato il debutto del film Nobel Son che la vede recitare al fianco dell' October Road  Bryan Greenberg ma anche l'imminente debutto su Fox della nuova serie di Joss Whedon intitolata  Dollhouse. Grazie alla traduzione di Giulia e Silvia ve la proponiamo di seguito.
 
Eliza Dushku rivela (quasi) tutto in film turbolento e anticipa lo straordinario Dollhouse di Fox
 
La cattiva notizia è che Tru Calling è sempre cancellato. La buona notizia è che i fans di Eliza Dushku hanno due buoni motivi per essere eccitati. L’alunna di Buffy non solo si è riunita a Joss Whedon per creare Dollhouse per Fox (prima puntata il 13 febbraio) ma interpreta un ruolo selvaggio in una particolare pellicola indipendente, nei cinema da venerdì 5 dicembre.
 
In Nobel Son ritroviamo Bryan Greenberg, interprete di October Road, nella parte di Barkley, figlio dell’ultimo vincitore del Premio Nobel (Alan Rikcman) e di una psicologa della polizia (Mary Steenburgen). Alla vigilia della partenza per la Svezia per festeggiare la grande notte del padre, Barkley ha un’elettrizzante relazione amorosa con City Hall, il personaggio interpretato dalla Dushku. Questo segna soltanto l’inizio della corsa sfrenata del film.
 
Eliza Dushku parla con TVGuide.com della sua interpretazione in Nobel Son e ci aggiorna su Dollhouse da lei definito “forte, scottante e diverso”.
 
TVGuide.com: Sul sito di Nobel Son dici che “ti sei fatta in quattro per questo ruolo”. Cosa intendevi dire?

Eliza Dushku: Mi sono innamorata del copione. E’ raro arrivare all’ultima pagina e dire “devo esserci in questo film, devo avere quel ruolo”. Ho chiamato il mio istruttore e amico di lunga data e ci siamo messi al lavoro. Mi sono preparata ad affrontare qualsiasi cosa i produttori e ideatori Jody Savin e Randy Miller volessero che facessi. Ho portato con me del materiale scenico, comprese due maschere, in quanto una delle scene chiave è quella in cui chiedo a Barkley di mettersi una maschera e …
 
Eliza DushkuTVGuide.com: Sì, quello è un momento un po’ raccapricciante.
Eliza Dushku: Avevo un’intera borsa della spesa piena di maschere, una corda e un coltello. Ero l’ultimo provino della giornata ed è durata un’ora! Quando mi hanno invitata a partecipare al film ero eccitata.
 
TVGuide.com: La cosa che mi è piaciuta del film è che fin dall’inizio non hai idea di dove voglia andare a parare. Non c’è nessun indizio che ti dica che tipo di storia sarà.
Eliza Dushku: Da quel punto di vista è veramente un film straordinario e per fortuna visto che i film ultimamente hanno sempre le stesse trame. Far parte di qualcosa di così originale e complesso è fantastico.
 
TVGuide.com: Perché City Hall è una donna così tormentata?
Eliza Dushku: Te ne fai un’idea quando lei parla con il detective della polizia. Aveva un padre. E’morto. Le ha bruciato tutti i diari e poi… come se niente fosse cambia completamente discorso. E’ piuttosto complicata! [Ride]
 
TVGuide.com:Una volta hai detto: “il pubblico avrà più possibilità di vedere Dio che me nuda”. Ora in Nobel Son ci sei andata piuttosto vicino.
Eliza Dushku: Oh, credo sia piuttosto evidente che indosso biancheria intima in quella scena. Non sono i mutandoni della nonna ma… sono miei e li tengo addosso![Ride]
 
TVGuide.com: Passando alla TV, come stanno andando le cose per Dollhouse su Fox? [lo sci-fi thriller la vede interpretare Echo, un “Active” dotata di personalità specifiche per le missioni segrete che le vengono affidate].
Eliza Dushku: Grandioso. C’erano così tante voci sulla probabile sospensione e ora siamo al 7° episodio dei primi 13. Abbiamo fatto alcuni cambiamenti.
 
TVGuide.com:Hey, è giusto fermarsi per tirare il fiato e fare le cose come si deve.
Eliza Dushku: Esatto. E crediamo di avere un ottimo ritmo. I tempi dei copioni sono serrati e abbiamo sicuramente aggiunto azione al tutto. All’inizio ci siamo preparati molto e Fox e Joss Whedon hanno deciso che era ora di vederne i risultati. Cammino molto sciolta ogni giorno per andare al lavoro. So che può sembrare da matti ma adoro farlo. Ho interpretato probabilmente una ventina di personaggi diversi negli ultimi due mesi e ognuno è stato entusiasmante. Ho corso in moto, dato la caccia alle renne, girato una scena di lotta Muay Thai con un poliziotto alto quasi due metri, ho fatto rafting, arrampicate sulla roccia… di tutto insomma!
 
TVGuide.com: Quando ci siamo incontrati quest’estate mi hai detto che avresti aggiunto alcune delle tue personali abilità al personaggio. Ma sembra che tu ne abbia aggiunte altre.
Eliza Dushku: Sì, la mia parte pazza. [Ride] Joss e io siamo buoni amici da diversi anni e una delle cose che ci fa ridere è che vivo una vita “pazza” e che sono capace di fare mille cose contemporaneamente. Racconto tutto queste cose e lui le mette nello show. Scherzando al Comic-Con ha detto che il telefilm è un po’ autobiografico.
 
TVGuide.com: I fan tuoi e di Joss devono preoccuparsi per la collocazione oraria del venerdì di Dollhouse?
Eliza Dushku:Siamo nell’era del DVD recorder. La gente guarda quello che vuole e siamo sicuri che avremo vecchi e nuovi fans. Il telefilm è straordinario. E’ forte, scottante e diverso. E’ bello essere abbinati a Sarah Connor Chronicles come una sorta di serata dedicata al potere femminile. Toglie un po’ della pressione che avrebbe potuto esserci andando in onda il lunedì dopo 24 che riprende dalla pausa di due anni. Penso che la collocazione attuale ci darà la possibilità di farci conoscere anche da nuovo pubblico.
 
TVGuide.com: Avrai avuto di certo delle aspettative riguardo a Dollhouse. Ma adesso che lo stai girando cosa ti ha sorpreso?

Eliza Dushku: Ho interpretato indubbiamente diversi personaggi forti, ma Joss fin dall’inizio mi disse “vedo molta vulnerabilità e diverse sfaccettature  di te che altri probabilmente non vedono”. Così ho preso i copioni e mi sembrano davvero diversi. C’è questo aneddoto: Joss crea su di me un’acconciatura anni 40 che mi fa letteralmente impazzire. [Ride] Dice “Eliza, ti ho capita. Il tuo punto forte risiede nei capelli, e voglio portarti lontano dalla questa zona il più possibile. Posso lanciarti giù da un palazzo, gettarti in un fiume o farti investire da un camion e nulla di questo ti turberà. Ma un’acconciatura anni quaranta ti fa dare i numeri. Quindi preparati dolcezza – stai per partire per una piccola avventura!”.