Instagram

Grey's Anatomy: recensione episodio 14.05 Danger Zone

Martedì 28 Novembre 2017

L'articolo contiene SPOILER per chi on segue la serie su FoxLife (Sky)

Il quinto episodio della quattordicesima stagione di Grey’s Anatomy “Danger Zone” è una sorta di bottle episode – un episodio a basso costo – che di primo acchito potrebbe sembrare il pilota di una nuova serie o ancor meglio, un riempitivo il cui fine è quello di mettere finalmente sullo schermo degli avvenimenti che fino ad ora erano stati solo accennati dai personaggi. Tuttavia, come riportato da numerosi siti che si occupano di serie tv, questo episodio ha un fine ben diverso, quello di salutare (non senza qualche perplessità) un altro – l’ennesimo – volto del Grey Sloan Memorial Hospital, il dottor Nathan Riggs, interpretato da Martin Henderson, regular di Grey’s Anatomy dalla stagione 12 e con un contratto in scadenza.

Al centro della scena ci sono Owen, Teddy, Megan e Nathan, intenti a curare innumerevoli ferite di guerra a Bagdad nel 2007. Quest’ora di televisione, molto diversa da tutto ciò a cui Grey’s Anatomy ci ha abituati fino ad adesso, vuole esplorare un segmento delle vite di questi quattro personaggi lontano dall’ospedale in cui di solito ricuciono pazienti e salvano vite.

Owen si sveglia, pronto a recarsi a Fallujah con i suoi colleghi, chiedendo a Teddy e Megan dove sia Nathan, la quale gli risponde che andrà a chiamarlo. Nella sequenza successiva, ambientata nel presente, Megan fa i bagagli proprio sotto gli occhi di Owen e Amelia, preparandosi a partire per Los Angeles, dove Nathan la sta aspettando in una nuova casa insieme al figlio Farouk.

Tornati in Iraq, troviamo Megan intenta a svegliare Nathan. Tra i due nasce l’ennesima discussione che Nathan prova ad arginare con delle effusioni, alle quali tuttavia non possono abbandonarsi perché sono in ritardo. Prima di poter lasciare la stanza, Megan trova in bagno una collana e Nathan, prima che lei possa chiedergli spiegazioni, le riferisce che è una collana di fidanzamento perché lei è solita perdere tutto ciò che non sia letteralmente legato a lei. Megan accetta la proposta entusiasta e raggiunge Owen e Teddy sull’elicottero, ai quali comunica la notizia del fidanzamento insieme a Nathan.

Grey’s AnatomyIl gruppo arriva alla base di Fallujah, dove viene subito convocato insieme ad altri per un allenamento e dove si scopre che Megan è in lista per una promozione a cui tiene molto. Dopo uno scambio veloce con quello che è il suo avversario, il colonnello li interrompe comunicando che il vincitore è John Matthews. Megan è molto delusa, ma un’emergenza medica fa passare la questione in secondo piano.

Nel presente, Owen raggiunge Megan offrendosi di accompagnarla a Los Angeles in memoria dei vecchi tempi, non senza che lei rimanga sorpresa, per lo meno all’inizio. Owen la rassicura che andrà tutto bene e così si mettono in marcia.

A Los Angeles, nel frattempo, Nathan è intento a restaurare l’appartamento insieme a Farouk, il quale si mostra tutt’altro che a suo agio con Nathan, che si divide tra i lavori da finire e la ricerca di un impiego nella nuova città.

A Fallujah, la situazione si fa sempre più tesa: Teddy affronta Nathan chiedendogli dove abbia trovato degli smeraldi in Iraq, rivelandogli di sapere che la collana appartiene in realtà a una donna di nome Felicia Phillips e Megan affronta Owen, convinta che dietro la mancata promozione si nasconda proprio un mancato intervento del fratello che non l’ha raccomandata come promesso.

Tornati nel presente, Owen e Megan fanno una deviazione e si recano in un parco giochi abbandonato dove erano soliti andare da bambini. Si sfidano al lancio dell’anello e Owen fa promettere alla sorella che se riuscirà a centrare il bersaglio lei resterà a Seattle. Megan, su tutte le furie, lo zittisce e i due si lanciano in una discussione in cui ricordano tutte le reciproche scelte di vita sbagliate.

Amelia chiama Owen per sapere se tornerà per cena, ma lui distrattamente le riferisce che si trova con Megan e che non sa ancora quando rientrerà a casa.

Più avanti, Nathan si rende conto che Farouk è scappato, per poi ritrovarlo seduto sulla spiaggia a fissare il menu di un ristorante e Owen realizza che il suo matrimonio con Amelia è ormai agli sgoccioli.

In Iraq, Teddy e Nathan, durante un’operazione, continuano a discutere riguardo la collana e finalmente si viene a sapere che la collana apparteneva davvero a quella Felicia, l’amante di Nathan. L’uomo rivela infatti a Teddy che stava per raccontare a Megan la verità quando lei ormai aveva già trovato il gioiello, impedendogli di darle una spiegazione diversa.

Teddy gli suggerisce di raccontare le cose come stanno perché dopotutto “gli esseri umani sono in grado di perdonare” e quella sarà la sua unica possibilità se non vuole perdere Megan.

Nathan decide quindi di confessare a Megan di averla tradita, tuttavia ancora prima che lui possa farlo, Megan gli dice di averlo tradito a sua volta. Nathan ammette che la collana appartiene a un’altra donna, ma il litigio viene nuovamente interrotto dall’aggravarsi delle condizioni della paziente di Megan, la quale sarà poi rivelata essere colei che ha l’ha rapita e tenuta in ostaggio per dieci anni.

Nel presente, Megan e Owen hanno un ulteriore confronto tornati in macchina: Owen ammette di essere stato la causa della mancata promozione della sorella e Megan gli confessa che l’unica cosa che l’ha tenuta in vita durante gli anni passati da prigioniera è stato il ricordo delle gite fatte insieme alla sua famiglia quando era piccola.

Insomma, tutto è bene quel che finisce bene, o quasi. Megan, Nathan e Farouk si incontrano a Los Angeles e corrono felici su una spiaggia nei pressi della loro casa, dove passeranno probabilmente il resto della loro vita insieme. Owen torna da Amelia e i due finiscono per separarsi di comune accordo perché riconoscono di essere praticamente due estranei. Hai sposato un tumore.

Se da un lato questo episodio regala un lieto fine a Nathan Riggs, dall’altro si tratta pur sempre di un episodio troppo poco celebrativo (sembra quasi che sia Megan il personaggio da salutare, nonostante si sia unita alla serie da una manciata di episodi, al contrario di Riggs, al quale dedicano solo poche scene, anche in fatto di presenza effettiva sullo schermo) che lascia allo spettatore abituale un sapore dolce-amaro in bocca. Per quanto fosse ormai chiaro che Megan sarebbe stata la scelta di Nathan perché era la Derek della coppia, la scelta di lasciare Meredith – e quindi di conseguenza Ellen Pompeo – fuori dall’episodio è una nota stonata e soprattutto rende inutile la storyline delle ultime due stagioni, che vedeva al centro delle vicende il tira e molla tra questa potenziale coppia. Altra nota stonata, il finale dedicato a Owen e Amelia. E’ molto strano che Owen sia rimasto con Amelia quando era malata e non le dia nemmeno il tempo di sistemare le cose ora che potrebbe tornare ad essere una persona normale, dal momento che a quanto pare le sue scelte non erano dettate dal suo temperamento ma dalla malattia.

(Una malattia che ancora oggi c’entra come i cavoli a merenda con il personaggio, per lo meno per chi ha visto Private Practice e conosce la storia di Amelia Shepherd.)

Insomma, con l’episodio 14x05, Grey’s Anatomy sceglie di fare un reboot della stagione appena iniziata.  Non ci resta che aspettare di scoprire cosa ci sarà in serbo per i nostri beniamini nelle prossime settimane. Vi ricordiamo che tra sole due settimane Grey’s Anatomy, con l’episodio 13x07, toccherà la pietra miliare del Trecentesimo episodio, incredibile, vero?

di Mars di i-Bones

Grey’s Anatomy