Instagram

Boyd Holbrook e Dafne Keen: due giovani star dalla TV al cinema

Lunedì 13 Febbraio 2017

Logan – The Wolverine

Arriverà il 1° marzo nelle sale italiane Logan – The Wolverine, il nuovo, attesissimo cinecomic legato all’universo degli X-Men, con Hugh Jackman ancora una volta – l’ultima – nel ruolo che l’ha reso celebre, quello del coraggioso mutante Wolverine, dagli artigli affilatissimi. Accanto a un attore famosissimo come Jackman, che ha legato il proprio nome a film quali The Prestige, Les Misérables e Prisoners, Logan – The Wolverine vede però anche due giovani attori (una, anzi, davvero giovanissima!) ancora non molto noti al pubblico cinematografico, ma che gli amanti delle serie TV magari avranno già avuto modo di notare: Boyd Holbrook e Dafne Keen. Cerchiamo di conoscerli un po’ meglio…

Boyd Holbrook, trentacinque anni, biondissimo ex modello originario del Kentucky, presta il volto a un personaggio storico della Marvel: Donald Pierce, nei fumetti un temibile villain, leader di una squadra di pericolosi cyborg, i Reavers, che in questo adattamento cinematografico daranno non poco filo da torcere a Wolverine. Lodatissimo dal regista del film, James Mangold, Holbrook avrà l’impregnativo compito di interpretare l’antagonista di Wolverine, con il quale si scontrerà ferocemente: un’occasione d’oro per l’attore, che di recente si è già guadagnato una discreta popolarità grazie al piccolo schermo.
Logan – The Wolverine
Scoperto a vent’anni grazie ai suoi tratti delicati e alla bellezza efebica, che gli hanno consentito di intraprendere con successo una carriera da modello, Boyd Holbrook ha poi deciso di dedicarsi alla recitazione, con un esordio da manuale: il suo primo lavoro sul grande schermo, infatti, è stato nel 2008 nel pluripremiato Milk di Gus Van Sant. Nel 2011 compare in alcuni episodi della serie TV The Big C, con Laura Linney, mentre un anno più tardi viene chiamato a far parte del cast dell’imponente miniserie western Hatfields & McCoys, con Kevin Costner. In seguito, al cinema ottiene piccole parti in film come Dietro i candelabri di Steven Soderbergh, Uniti per sempre, La preda perfetta e L’amore bugiardo di David Fincher.

Il personaggio con cui però il pubblico ha iniziato a conoscerlo davvero è Steve Murphy, l’agente della DEA co-protagonista dell’apprezzatissima serie Netflix Narcos, in onda dal 2015: Boyd Holbrook è infatti il determinato poliziotto che in Narcos, di cui sono già state trasmesse due stagioni, dà una caccia spietata al famigerato “signore della droga” Pablo Escobar, interpretato invece da Wagner Moura. È grazie a Narcos se Holbrook è oggi una delle star emergenti del panorama televisivo, con un ruolo che ha valorizzato la sua presenza scenica e il suo talento.

Logan – The WolverineE sempre dal piccolo schermo proviene un’altra fra i comprimari di Hugh Jackman in Logan: Dafne Keen, attrice dodicenne di nazionalità inglese e spagnola, a cui James Mangold ha assegnato la parte di Laura Kinney, una piccola mutante che si batterà al fianco di Wolverine, sfoderando una grinta sorprendente. «Se qualcuno poteva rubare la scena a Hugh Jackman, questa era Dafne», ha dichiarato Mangold commentando la sua performance; «In ogni momento del film, lei esprime sempre un lieve senso di stranezza».

Ma a dispetto della sua giovanissima età, questa attrice preadolescente, ora al suo debutto al cinema, non è proprio una neofita della recitazione. Dafne Keen, infatti, dal 2014 interpreta il ruolo di Ana Cruz Oliver in The Refugees, una co-produzione della BBC appartenente al genere della fantascienza distopica: al centro della serie, infatti, c’è l’arrivo sulla Terra di tre miliardi di individui approdati dal futuro per sfuggire a un’imminente catastrofe. Già abituata, insomma, alle atmosfere sci-fi, Dafne potrebbe essere un altro dei volti da tenere d’occhio per i prossimi anni, sia sul piccolo che sul grande schermo.

Logan – The Wolverine