Instagram

Quinta Stagione

Giovedì 13 Agosto 2009
Episodio 5.01 - 83
Titolo Originale : Because you left
Titolo Italiano : L'assenza e il vuoto

trasmesso in USA il :21 gennaio 2009
trasmesso in Italia il :27 luglio 2009

Scritto da : Carlton Cuse, Damon Lindelof
Diretto da :Stephen Williams

Guest Stars: Sam Anderson (Bernard Nadler), Nestor Carbonell (Richard Alpert), William Mapother (Ethan Rom), Sean Whalen (Neil Frogurt), William Blanchette (Aaron), Alan Dale (Charles Widmore), Francois Chau (dr. Marvin Candle), Sonya Walger (Penny Widmore), L. Scott Caldwell (Rose Nadler), Michael Dempsey (capocantiere), Tom Irwin (Dan Norton)

Riassunto :
Alle 8:15 del mattino una sveglia suona, obbligando il proprietario ad alzarsi per iniziare un’altra mattina come tutte le altre: dà da mangiare al suo bambino, si fa una doccia, si veste ed esce di casa per andare al lavoro. Entrato in uno studio di registrazione, si vede per la prima volta il suo volto, mentre inizia a registrare il suo messaggio: “Salve, sono il dottor Marvin Candle, e questo è il filmato di orientamento per la stazione due, la Freccia”. E’ Marvin Candle, noto anche come Mark Wickmund, o Pierre Chang… Qualunque sia il suo nome, assistiamo alla vera registrazione di uno dei filmati di orientamento della Dharma: siamo sull’isola, ma nel passato.
Chang viene interrotto durante la registrazione, c’è un problema al sito di costruzione della stazione Orchidea. L’uomo si precipita sul posto e scende sotto terra, dove il capocantiere lo informa che mentre stavano trivellando la roccia, come da sue istruzioni, il trapano si è fuso e l’operatore che lo stava manovrando ha iniziato a dare di matto collassando a terra. Chang spiega che la stazione viene costruita in quel luogo perché è prossimo a quella che pensano essere una fonte di energia illimitata, energia che una volta prelevata permetterà loro di manipolare il tempo; ordina quindi al capocantiere di bloccare le operazioni di scavo e di andarsene; mentre esce Chang incrocia un altro degli operai: è Daniel Faraday…
Lost L'assenza e il vuoto A Los Angeles Jack e Ben prelevano la bara di John dalle pompe funebri; più tardi, in un motel, Jack finalmente si rasa la barba mentre Ben gli prepara un completo, cosicché possa andare a prendere Hurley nell’istituto psichiatrico dove è rinchiuso. Ben domanda a Jack cosa Locke gli abbia detto per avergli fatto cambiare idea in merito al loro ritorno sull’isola, e il chirurgo spiega che a quanto sembra tutti quelli rimasti sull’isola sono destinati a morire, se lui e gli altri non torneranno. Mentre stanno lasciando l’albergo i due sentono il notiziario, in cui si racconta che Hurley è scappato dall’ospedale ed è sospettato dell’omicidio di un uomo trovato morto nella sua auto fuori dallo stabile. Ben, sorpreso, informa Jack che devono modificare il loro piano.
Hurley si trova con Sayid, che lo sta conducendo ad una casa sicura. Hurley gli chiede come mai sia così paranoico, con tutte le sue manie sulla sicurezza, e Sayid racconta di aver lavorato al soldo di Ben per due anni… Il ragazzo è scioccato e domanda se Ben ora sia dalla loro parte, ma Sayid replica che se dovesse incontrarlo, è meglio che faccia esattamente il contrario di quanto gli dice. Giunti all’appartamento, Sayid nota che il pezzo di nastro adesivo che aveva messo per sicurezza sulla parte alta della porta è stato strappato, e si rende conto che qualcuno all’interno li sta aspettando… Estrae quindi la pistola e apre la porta, dove un uomo gli si getta contro: mentre i due lottano, la pistola cade lontano e Hurley la raccoglie; Sayid riesce ad afferrare il suo avversario e lo getta fuori dalla terrazza, facendolo cadere a terra dal terzo piano sul parcheggio in cemento sottostante. Improvvisamente un secondo uomo ancora nell’appartamento gli spara dei dardi al sonnifero, e Sayid si precipita all’interno per liquidare il secondo nemico.
Hurley, con la pistola in mano, si sporge per osservare il cadavere dell’uomo precipitato a terra; sotto di lui i vicini controllano il corpo e alzando lo sguardo lo notano… Uno di essi estrae il cellulare e gli scatta una foto con l’arma in pugno, così il ragazzo si rende conto che sarà incolpato per la morte dell’uomo. Entra subito nell’appartamento mentre Sayid continua a scontrarsi contro il secondo intruso; i due stanno lottando corpo a corpo ma l’avversario cerca di sparare un altro dardo a Sayid, riuscendo a colpirlo alla spalla. Accapigliandosi in cucina, la lavastoviglie si apre e Sayid afferra l’avversario spingendolo in basso, proprio sopra un set di coltelli… L’intruso viene eliminato, ma qualsiasi sostanza fosse contenuta nel dardo inizia a fare effetto e Sayid incespicando finisce per svenire tra le braccia dell’amico, che lo trascina fuori affermando che non avrebbero mai dovuto lasciare l’isola.
Nel frattempo Kate prepara la colazione ad Aaron, ma qualcuno bussa alla porta. Andando ad aprire trova ad attenderla l’avvocato Dan Norton, con il suo socio: l’uomo racconta di avere un’ordinanza del tribunale per prelevare un campione di sangue da lei e dal figlio. Kate è scioccata e chiede il perché, così Norton spiega che serve a determinare il rapporto di parentela che intercorre tra i due, ma non intende rivelare chi sia il cliente che ha commissionato questo confronto. Kate gli sbatte la porta in faccia, e temendo che le venga portato via il figlio prepara in tutta fretta i bagagli e si allontana dalla casa raccontando ad Aaron che stanno andando in vacanza.
Nell’aeroporto di Heathrow Sun si prepara a partire per andare a Los Angeles, passando il check in al bancone della Oceanic. L’addetta all’accettazione rileva un problema nei suoi documenti, e la donna viene scortata fino ad una delle stanze della sicurezza dove incontra Charles Widmore, il quale vuole sapere quali siano i loro interessi comuni. Sun spiega che entrambi vogliono la stessa cosa: uccidere Benjamin Linus.
Sull’isola Sawyer e Juliet siedono sulla spiaggia; Ben ha girato la ruota sotto alla stazione Orchidea e dopo un rumore strano e una luce bianca tutto è tornato come prima. Sawyer chiede cosa sia successo, ma Juliet non lo sa; l’uomo allora nota che la nave non sta più bruciando, ma… semplicemente l’imbarcazione è scomparsa. Bernard li raggiunge in preda al panico, tutto il campo è sparito dopo lo strano flash.
Locke, che si trovava con Richard e gli Altri, si ritrova da solo in mezzo alla giungla, sotto la pioggia… Inizia a spostarsi e arrampicandosi su una collinetta vede un bimotore volare proprio sopra la sua testa, e poi schiantarsi poco distante tra gli alberi; nota qualcosa cadere dal velivolo non lontano da lui, e corre a vedere cosa sia: è una statua della Vergine Maria, e John si rende conto che quello è l’aereo nigeriano dei corrieri della droga. Si precipita quindi verso il luogo dell’impatto.
Alla spiaggia Faraday torna con il gruppo che stava trasportando sul gommone; Charlotte è sollevata nel vedere che sta bene perché pensava che oramai si trovasse sulla nave, poi gli racconta che tutto il campo è scomparso. Daniel replica che è ovvio sia successo, e spiega che ha un’idea su quello che è accaduto, ma deve recarsi in un posto costruito dall’uomo sull’isola per verificare se sia corretta. Juliet suggerisce di andare al Cigno, ma Sawyer ricorda che quella stazione è stata fatta saltare in aria; Daniel afferma che è il caso di andare lì per controllare in che stato si trovi.
Locke si incammina verso il luogo dove è caduto l’aereo, e lo trova incastrato tra i rami più alti di un albero. Inizia ad arrampicarsi, ma improvvisamente degli spari lo raggiungono, colpendolo alla gamba e facendolo precipitare. Viene avvicinato da Ethan Rom, che gli punta contro un fucile… John lo chiama per nome e gli spiega che Ben Linus lo ha nominato capo degli Altri; Ethan è perplesso di essere stato riconosciuto, ma nega che veramente Ben abbia nominato quello straniero capo del gruppo. Sta per sparare a Locke quando un altro rumore precede il bagliore bianco, e… Locke si trova nello stesso posto, ma è notte e l’aereo non è più sulla cima dell’albero: è caduto a terra ed è oramai un rottame bruciato. Inoltre Ethan è scomparso.
Il gruppo di Sawyer in viaggio verso il Cigno vive la stessa strana situazione, e l’uomo non è entusiasta di queste nuove circostanze… Il gruppo trova il cratere provocato dall’esplosione della stazione, e Faraday spiega che l’intera isola, loro inclusi, si sta spostando nel tempo: è come se fosse un disco su un piatto girevole. Il tempo va avanti come dovrebbe, ma qualsiasi cosa abbia fatto Ben nella stazione Orchidea ha causato alcuni salti del “disco”… Sawyer chiede come fermare questi salti temporali, ma Daniel non ne ha idea.
All’aereo John vede una torcia muoversi nella giungla e sente qualcuno avvicinarsi. Estrae un coltello per protezione, poi nota che si tratta di Richard … John gli chiede come facesse a sapere che era lì, e Richard replica che è stato lui stesso a dirglielo; poi rimuove il proiettile dalla sua gamba e gli benda la ferita. Richard aggiunge che non ha tempo di spiegargli prima che John vada avanti e gli dà una bussola; la volta successiva che si incontreranno, lui non lo riconoscerà per cui dovrà dargli quell’oggetto come segno. Alla fine Richard spiega che l’unico modo per salvare le persone sull’isola è riportarvi i suoi compagni, quelli che sono tornati indietro. E per fare questo dovrà morire… John non capisce, ma non fa in tempo a continuare il discorso perché viene bloccato da un nuovo flash luminoso: ora è giorno e l’aereo si trova nuovamente sulla cima dell’albero, ma Richard è scomparso.
Lost L'assenza e il vuoto Il gruppo di Sawyer sperimenta lo stesso flash; anche per loro è giorno ma il cratere non c’è più ed il terreno è completamente coperto dalla vegetazione. Juliet si inginocchia ed inizia a scavare, trova la botola metallica e si rende conto che la stazione è tornata, immaginando che probabilmente ancora nessuno l’abbia scoperta. Sawyer si dirige verso la porta di emergenza della stazione spiegando che forse Desmond è dentro, insieme al cibo ed ai vestiti, ma Daniel lo mette in guardia: non è una buona idea, Desmond non sa chi lui sia perché ancora non si sono mai incontrati. Sawyer non è interessato e bussa alla porta, chiedendo che gli sia aperto; Daniel afferma che non può cambiare il passato, se qualcosa non è mai accaduto non può accadere. Nessuno risponde alle sue chiamate, così Sawyer si rivolge con rabbia a Daniel sostenendo di aver perso tutti quelli a cui teneva nell’esplosione della nave, sa quello che non può cambiare! Juliet raffredda gli animi suggerendo di tornare alla spiaggia.
Faraday nota che Charlotte perde sangue dal naso, ma la ragazza non è spaventata. Daniel però sa che non è una buona cosa, e la prega di andare avanti senza di lui: ha dimenticato lo zaino alla botola, e deve andare a riprenderlo. Appena lei si è allontanata, Daniel bussa alla porta di emergenza del Cigno e questa si apre; Desmond lo accoglie vestito con la tuta gialla, e gli punta contro un fucile. Faraday cerca velocemente di spiegargli che le regole non valgono per Desmond, è speciale ed è l’unico che può aiutarli… Se l’elicottero è riuscito a lasciare l’isola e le persone che viaggiavano in esso sono tornate a casa, Desmond deve tornare alla Oxford University, dove si sono incontrati la prima volta, e trovare sua madre. Prima che possa rivelargli il nome, un altro flash illumina l’isola e…
Desmond si siede sul letto, in piena notte: si trova su una barca, accanto a Penny. Le racconta che si trovava di nuovo sull’isola, ma Penny ribatte che oramai se ne è andato da tre anni ed è al sicuro, si è trattato solo di un sogno. Desmond ribatte di no, non era un sogno ma un ricordo; sale quindi sul ponte e ritrae l’ancora, spiegando alla fidanzata che stanno partendo alla volta di Oxford.

Curiosità :
Sebbene accreditato Daniel Dae Kim (Jin) non appare nell’episodio, se non in un breve flashback di scene girate in passato. Rebecca Mader invece è stata accreditata come parte del cast principale in questo episodio, sebbene in realtà sia stata considerata una guest star nei comunicati stampa. Infine Emilie DeRavin (Claire) da questo episodio è stata rimossa dai titoli di testa delle puntate.
In questo episodio William Mapother (Ethan) fa la sua prima apparizione nel telefilm dall’episodio 3x16 “Una di noi”.
In questo episodio per la prima volta si vede il dottor Pierre Chang / Marvin Candle / Mark Wickmund / Edgar Halliwax fuori dai filmati di orientamento delle stazioni Dharma.
I flash-forward di questo episodio sono ambientati tre anni dopo lo spostamento dell’isola.
Questa è la prima season premiere in cui non vengono introdotti nuovi personaggi principali.
Questa è la terza season premiere ad aprirsi con un disco che suona, introducendo o sviluppando un personaggio e mostrando luoghi nuovi rispetto a quelli visto fini a quel momento. Nella seconda stagione il primo episodio si apriva con un disco e con Desmond, e veniva mostrata la stazione Cigno al suo interno; nella terza stagione il disco era di Juliet, e si è visto per la prima volta il villaggio degli Altri. In questo episodio invece il giradischi è di Pierre Chang, e si vede per la prima volta casa sua e la stazione Orchidea in costruzione.
Questo è il terzo episodio in cui ci sono dei salti temporali, ma è il primo in cui essi sono continui e il primo in cui i personaggi vivono la storia dell’isola piuttosto che la propria.
La scena iniziale doveva essere usata dopo la scena della caduta dell’aereo dell’episodio 5x09 “Namaste”.
Quando Locke sale sull’albero per raggiungere il bimotore si comporta come Boone nell’episodio 1x19 “Deus Ex Machina”.
Il nome dello studio legale assunto dalla persona anonima per ottenere un campione di sangue da Kate ed Aaron è “Agostini and Norton”; anagrammando il nome risulta la frase “Aaron isn't, don't go in”.
A Kate non viene mai veramente consegnato l’ordine del tribunale per il prelievo, l’avvocato Norton lo estrae dalla tasca ma Kate non lo legge.
Quando Daniel Faraday si trova sul gommone, si può notare Neil Frogurt accanto a lui… Nella season finale della quarta stagione tuttavia il personaggio non c’era sul gommone!
Quando la sveglia suona nella scena iniziale, in realtà si nota che la suoneria non è stata attivata: l’orario nel quale avrebbe dovuto suonare, comunque (che si vede sulla sinistra del monitor), è programmato alle 12.00. Inoltre l’orario, 8.15, è formato da due dei numeri maledetti.
Il passaporto di Sun presenta numerose anomalie nel codice a lettura elettronica riportato sulla parte più bassa: SKA non è un codice valido per identificare la sua nazione, avrebbe dovuto invece essere stampata la sigla KOR. La sua data di nascita è 20 marzo 1980, ma sul codice appare come 4 aprile 1972; la sua nazionalità invece è segnalata come giapponese anziché coreana. Inoltre la data di scadenza del documento sul codice appare come 31 maggio 2006, che lo avrebbe reso invalido rispetto al momento in cui lei è presente in aeroporto (la data reale è 31 maggio 2011).
Dopo il risveglio di Desmond e la sua corsa sul ponte, l’uomo tira su l’ancora per salpare alla volta di Oxford. In realtà però si vede che la catena dell’ancora si sposta nella direzione opposta rispetto a come dovrebbe, abbassandola invece che alzandola…
Juliet spiega a Daniel che la stazione Cigno si trova a quindici minuti dal campo; 15 è uno dei numeri maledetti.
Quando Sun scende le scale mobili in aeroporto la voce all’interfono annuncia il volo 23 per Parigi all’imbarco al cancello 15; 15 e 23 sono due dei numeri maledetti.
Quando Ben e Jack vedono alla televisione la notizia della fuga di Hurley, la stazione televisiva sulla quale sono sintonizzati è “Action 8 News”; 8 è uno dei numeri maledetti.
La bussola che Richard dà a John è una dei sei attrezzi che l’uomo diede al John bambino nell’episodio 4x11 “Ricerca febbrile”.
Si può notare nelle scene finali che Penelope e Desmond indossano entrambi la fede, probabilmente perché si sono sposati.
 
 
 
Episodio 5.02 - 84
Titolo Originale : The lie
Titolo Italiano : La bugia

trasmesso in USA il :21 gennaio 2009
trasmesso in Italia il :27 luglio 2009

Scritto da : Adam Horowitz, Edward Kitsis
Diretto da :Jack Bender

Guest Stars: Fionnula Flanagan (Eloise Hawking), Sonya Walger (Penny Widmore), Sam Anderson (Bernard Nadler), L. Scott Caldwell (Rose Nadler), Michelle Rodriguez (Ana Lucia Cortez), Jeff Fahey (Frank Lapidus), Sean Whalen (Neil Frogurt), William Blanchette (Aaron), Michael Dempsey (capocantiere), Lillian Hurst (Carmen Reyes), Todd Bryant (Mattingly), Matthew Allan (Cunningham), Stephanie Conching (infermiera), Jeremiah James (poliziotto), Dana Sorman (Darlene), Mary Mara (Jill), Tom Connolly (Jones), Cheech Marin (David Reyes)


Riassunto :
Sulla nave di Penny, dopo che i sei sono stati salvati dal gommone, Jack chiede ai compagni se sono disposti a mentire su quanto accaduto loro. Sayid afferma che è una decisione che avrà delle conseguenze per il resto delle loro vite, per cui non riesce a decidere su due piedi; Hurley invece replica di non voler mentire, perché dire la verità è sempre la cosa giusta da fare. Jack gli ricorda che devono proteggere le persone rimaste sull’isola da Charles Widmore, il quale ha assunto delle persone per trovare l’isola e uccidere chi si trovava su di essa: se dovessero rivelare la verità, Widmore non smetterebbe mai di cercare l’isola e rintraccerebbe i sopravvissuti rimasti. Hurley ribatte che oramai sono in salvo, dato che l’isola è scomparsa, ma il chirurgo gli fa notare che nessuno crederebbe alla loro storia se raccontassero come si sono svolti veramente i fatti… Hugo non è d’accordo e sostiene che se si spalleggiassero l’un l’altro e rimanessero uniti, riuscirebbero a convincere tutti; gli altri però, Sayid compreso, non la pensano allo stesso modo e accettano di mentire come stabilito. Hugo rinfaccia a Sayid questa scelta affermando che semmai dovesse aver bisogno di lui in futuro, non conti sul suo aiuto…
Lost  La bugiaNel futuro Hurley guida l’auto di Sayid allontanandosi dall’appartamento in cui l’amico ha appena ucciso i due aggressori. Il ragazzo non sa cosa fare e guida a zig zag tentando di svegliare Sayid, che ha perso conoscenza a causa del sonnifero iniettatatogli; improvvisamente Hugo nota dei fari nello specchietto retrovisore e capisce che si tratta della polizia… Gli agenti lo fanno accostare e il ragazzo tenta di mascherare la sua agitazione abbassando il finestrino; la voce che sente però gli sembra familiare e anche il modo di fare rude non gli è nuovo: è Ana Lucia! La ragazza lo sgrida per essersi fermato veramente, se lei fosse stata reale cosa avrebbe fatto? Lo incoraggia poi a svegliarsi e a ragionare perché ha del lavoro da fare, gli fornisce alcune istruzioni sulla missione ordinandogli di non farsi arrestare e alla fine si allontana affermando che Libby lo saluta.
Sull’isola Bernard tenta in tutti i modi di costruire un braciere, e tutti i compagni lo osservano: persi i loro averi, i sopravvissuti ora sono preoccupati per la sopravvivenza e ci sono momenti di tensione mentre Bernard continua a fallire nell’accendere il fuoco. Daniel torna al campo e Juliet suggerisce di usare il gommone per dirigersi verso le rotte commerciali; Dan spiega che non possono semplicemente lasciare l’isola via mare, devono seguire una rotta specifica e lui non è in grado di calcolarla finché non saprà esattamente in che epoca si trovano. Mentre il fisico riflette su cosa fare, gli altri dovranno procurare cibo ed acqua.
Charlotte lamenta mal di testa e non riesce a ricordare alcune cose, ad esempio il cognome da nubile della madre; Daniel le assicura che si tratta solo di semplice stress… Il gruppo in poco tempo inizia a litigare, non c’è cibo e hanno perso tutti i loro oggetti personali; inoltre non riescono neanche ad accendere il fuoco! Improvvisamente delle frecce infuocate iniziano a piovere sulla spiaggia e uno dei sopravvissuti, Frogurt, viene colpito: è un attacco da parte di qualcuno. Sawyer grida a tutti di scappare, e mentre la gente corre via l’uomo consiglia di ricongiungersi al ruscello. Juliet è spinta ad aiutare i feriti, ma Sawyer le fa capire che anche lei morirebbe se restasse; i due si rendono conto che i loro inseguitori si avvicinano per cui scappano insieme nella giungla.
A Los Angeles Ben ordina a Jack di tornare a casa e di preparare le valige: se c’è qualcosa della sua vita che ritiene utile portare con sé è meglio che lo metta in valigia, perché non torneranno mai più indietro. Ben intanto accompagnerà la bara di John in un posto più sicuro, poi passerà a prendere il chirurgo… Poco dopo in una macelleria Ben scarica la bara a Jill, pregandola di tenerla al sicuro: se non lo farà, tutto quello che stanno per fare non servirà a nulla.
Non sapendo dove andare o cosa fare, Hurley guida fino alla casa dei genitori. La madre è fuori a fare spese, mentre il padre Dave è lì e lo aiuta a portare dentro Sayid. Hurley racconta cosa è accaduto all’appartamento e spiega che sono in grave pericolo; Dave è confuso e ha molte domande da porgli, ma Hugo ribatte che devono svegliare Sayid. In quel momento la polizia bussa alla porta e Hurley si nasconde con Sayid mentre Dave fa entrare gli agenti e parla con loro. Alla fine questi se ne vanno, ma piazzano una guardia fuori dalla casa per controllarla… Dave chiede al figlio come mai la polizia pensi che abbia ucciso tre persone, e Hurley racconta che è stato Sayid a farlo, per salvarlo. Dave intende chiamare un avvocato per chiedere aiuto, ma Hugo spiega che non possono rendere pubblici quegli avvenimenti perché delle persone stanno tentando di ucciderli; poi cerca di rianimare Sayid, ma nulla sembra avere effetto. Alla fine si rende conto di aver bisogno di un medico, e capisce cosa deve fare.
Nel frattempo Kate si allontana con Aaron dalla vita che era riuscita a crearsi, ma riceve una telefonata da qualcuno che non si aspettava… Si dirige quindi verso un lussuoso hotel e salita all’ultimo piano raggiunge Sun: le due si abbracciano e sono felici di vedersi, ma poi Kate racconta all’amica che qualcuno sa che stanno mentendo, due avvocati sono andati a casa sua chiedendole dei campioni di sangue per verificare se Aaron sia veramente suo figlio. Sun non pensa siano interessati a raccontare la verità, quanto piuttosto ad avere il bambino… Kate vuole solo trovare un posto sicuro per lei e il figlio, ma Sun le consiglia di scoprire chi sia il mandante e poi “occuparsi” di lui! Kate è scioccata dal consiglio, ma la coreana spiega di sapere che l’amica è una persona in grado di prendere decisioni difficili, come sulla nave: comprende che la ragazza fece quello che doveva abbandonando Jin al suo destino, se non l’avesse fatto probabilmente sarebbero morti tutti. In preda ai sensi di colpa Kate si scusa con Sun, ma questa replica che va tutto bene e non biasima di certo lei per quanto accaduto.
La madre di Hurley torna a casa e chiede al figlio come mai ci sia un pachistano morto sul suo divano… Hurley promette di spiegarle tutto, ma ora ha bisogno di aiuto; lui e Dave portano Sayid attraverso la cucina fino al garage, nel SUV di Dave; quest’ultimo guida fino alla casa di Jack e gli racconta quello che è accaduto. Jack replica che dovrà portare Sayid in ospedale, ma Dave nega questa possibilità perché le persone che l’hanno attaccato di certo lo precederanno lì. Jack afferma che farà quello che pensa sia meglio per l’amico, e alla fine Dave acconsente, ma mette in guardia il chirurgo di stare alla larga da suo figlio: qualunque cosa l’abbia convinto a fare, di certo in quel momento non aveva a cuore gli interessi di Hugo. Dave se ne va, e Jack chiama Ben per informarlo degli accadimenti.
A casa Reyes Hurley difende Sayid e spiega alla madre che l’amico è un brav’uomo. Carmen replica che le brave persone non uccidono la gente, il figlio è nei guai dato che tutti pensano che il killer sia lui. Hugo alla fine cede e racconta alla madre la verità, hanno mentito in merito a quanto accaduto dopo lo schianto dell’aereo e fino al loro ritrovamento. E’ stato Jack a convincerli a mentire, per proteggere quelli che sono rimasti sull’isola… Carmen ascolta quel pazzo racconto e rassicura il figlio che gli crede, non capisce quello che ha sentito ma ci crede; Hurley è sollevato.
In ospedale Jack somministra a Sayid una fiala di adrenalina e riesce a svegliarlo, poi lo rassicura che va tutto bene, ma Sayid è preoccupato per Hurley. Jack spiega che l’amico si trova a casa dei suoi genitori, e Sayid gli chiede chi altro sappia che si trova lì.
In cucina Hugo riscalda del cibo al microonde e viene raggiunto di soppiatto da Ben. Hurley si spaventa, ma Ben tenta di calmarlo spiegandogli che è lì per portarlo sano e salvo lontano da quel posto. Hugo ribatte che non vuole nulla da lui, Sayid l’ha messo in guardia contro Linus… Ben afferma che è lì per portarlo da Sayid, lui e Jack si fidano perché entrambi vogliono la stessa cosa: tornare sull’isola. Hurley ci riflette su, poi corre via ed esce raggiungendo gli agenti di sorveglianza, i quali lo arrestano: Hugo pensa così di essere al sicuro da Ben.
Sull’isola Juliet e Sawyer si nascondono nella giungla e osservano che i loro inseguitori si sono avvicinato molto. Dopo un po’, pensando che si siano allontanati, i due cercano di capire chi fossero… Peccato che la donna venga presa alle spalle e trascinata fuori dal suo nascondiglio! Un altro tizio colpisce Sawyer con il calcio del fucile e lo fa cadere a terra; Sawyer lo fissa e si rende conto che è solo un giovanotto. Questi gli punta l’arma contro e con accento inglese gli chiede cosa stiano facendo sulla sua isola.
Il gruppo indossa uniformi dei soldati americani, e sulla targhetta dell’abito c’è scritto “Jones”. Sawyer non risponde alla domanda, e Jones ordina ai suoi compagni di tagliare l’altra mano di Juliet, la prima la taglieranno comunque e questo non è negoziabile. Improvvisamente alcuni sassi vengono lanciati contro di loro dalla giungla, e colpiscono Jones e i suoi uomini facendoli cadere; il tizio con il machete tenta di colpire Sawyer e Juliet, ma un coltello vola dalla giungla e lo raggiunge al ventre… Sawyer e Juliet afferrano i fucili e li puntano contro i loro aguzzini, mentre dalla vegetazione esce John, che saluta i due dicendosi felice di vederli.
In un laboratorio una donna scrive equazioni sulla lavagna e digita qualcosa al computer, poi sale al piano superiore e si ritrova in una chiesa. Ad attenderla c’è Ben, che le chiede se abbia avuto fortuna; la donna scopre il suo volto e si rivela essere la signora Hawkings. Questa afferma di esserci riuscita e domanda a lui la stessa cosa; Linus spiega di avere qualche problema, ha anche perso Hugo… La Hawkings ribatte che è il caso si dia da fare, perché ha solamente settanta ore per completare la missione; Ben allora vuole sapere cosa potrebbe accadere se non riuscisse a riportare tutti sull’isola, e la sua interlocutrice replica che in quel caso solo Dio potrebbe aiutarli…


Curiosità :
Sebbene accreditato, Henry Ian Cusick (Desmond) appare brevemente all’inizio di questo episodio ma non ha battute. Daniel Dae Kim (Jin) invece vi appare in alcune scene girate in passato.
In questo episodio ritroviamo Michelle Rodriguez (Ana Lucia); la sua ultima apparizione risale all’episodio 2x21 “?”. Torna anche l’attrice Fionnula Flanagan (sig.ra Hawking), vista l’ultima volta nell’episodio 3x08 “Déjà vu”.
Questo è il primo episodio in cui un attore (Michelle Rodriguez) è accreditato come Special Guest Star dal 3x22 “Attraverso lo specchio parte 1”.
Questo episodio è dedicato ad Hurley.
Kate chiede a Sun “Che razza di persona pensi che sia?”; Sawyer pose la stessa identica domanda a Kate nell’episodio 2x13 “Il lupo”.
Nella scena alla stazione di servizio in qualche modo ci sono tutti e sei i protagonisti contemporaneamente: Hurley e Sayid nel furgone, Kate ed Aaron nel SUV, la voce Sun al cellulare e il nome di Jack sul display del telefono.
Tra gli oggetti presenti nel laboratorio della signora Hawkings c’è anche il pendolo di Foucault, oggetto da cui Umberto Eco trasse il titolo di una sua novella in cui ipotizzava una cospirazione che spiegasse tutta la storia umana.
Il padre di Hurley in questo episodio guarda la serie “Exposé” in TV, la stessa in cui aveva recitato Nikki (episodio 3x14).
Nella scena tra Hurley e Ana Lucia si intravede nello sfondo un cartello della Windward Auto Spa, che si trova a Kaneohe, nelle Hawaii. In realtà però i personaggi dovrebbero trovarsi in California…
Sulla nave di Penny Lapidus porta sul ponte due bottiglie di “Jekyll Island Red Ale”, una birra pubblicitaria degli Independent Studio Services che si è vista anche nei telefilm “Dexter” e “Rules of attraction”.
La bombola di ossigeno che Jack usa per rianimare Sayid in ospedale è chiaramente vuota, come indicato dal manometro. Inoltre sulla bombola appaiono i numeri 4, 8 e 15, tre dei numeri maledetti.
Il biglietto che Ben prende dal macellaio ha impressi sopra i numeri 3-42; 42 è uno dei numeri maledetti.
Il numero di cellulare di Jack è 323-555-0156, che contiene i numeri 23 e 15, due dei numeri maledetti.
Quando Hurley corre verso gli agenti di polizia dice di aver ucciso quattro persone, poi si corregge immediatamente dicendo di averne uccise tre. 4 è uno dei numeri maledetti.

Musica:
“The dream police” dei Cheap Trick. 
 
 
 
Episodio 5.03 - 85
Titolo Originale : Jughead
Titolo Italiano : La bomba

trasmesso in USA il :28 gennaio 2009
trasmesso in Italia il :27 luglio 2009

Scritto da : Paul Zbyszewski, Elizabeth Sarnoff
Diretto da :Rod Holcomb

Guest Stars: Nestor Carbonell (Richard Alpert), Sonya Walger (Penny Widmore), Alan Dale (Charles Widmore), Tuli Roy-Kirwan (segretaria), Sarah Farooqui (Theresa), Raymond Ma (Efren Salonga), Mary Ann Taheny (Moira), Dan Hildebrand (custode), Matthew Alan (Cunningham), Imelda Corcoran (Abigail), Alexandra Krosney (Ellie), Tom Connolly (Jones/giovane Charles Widmore)

Riassunto :
Desmond percorre in lungo e in largo il mercato di un porto filippino gridando “Efren Salonga”: sta cercando un medico con questo nome, e lo trova mentre l’uomo sta giocando a dadi. Desmond gli spiega in breve che sua moglie è incinta ed è entrata in travaglio, poi lo accompagna alla sua barca, dove il medico aiuta Penny a dare alla luce un bambino.
Due anni dopo, sulla stessa barca, Desmond, Penny e il loro bambino navigano alla volta di Londra per cercare la madre di Daniel. Penny è preoccupata che il loro non sia un buon piano, Dan ha detto che solo Desmond può aiutarlo per cui l’uomo deve farlo, ma lei vuole che le prometta che non tornerà mai più sull’isola. Desmond promette, perché mai dovrebbe tornarci?
Daniel, Charlotte, Miles e altri due sopravvissuti sull’isola si ritrovano al ruscello e attendono Sawyer e Juliet, mentre la ragazza confida che le sue condizioni sono peggiorate. Dan afferma che non permetterà che le accada nulla, come se sapesse il modo in cui evolverà il suo stato di salute… Miles intanto nota un cavo e lo segue fino ad una mina… Sta per avvertire gli altri di non muoversi quando uno dei sopravvissuti tocca il filo e fa esplodere la carica, uccidendo se stesso e uno dei compagni.
Poco dopo mezza dozzina di soldati esce dalla giungla indossando uniformi militari: sembrano minacciosi, armati di archi e frecce. Una ragazza dallo sguardo truce, Ellie, li tiene sotto la minaccia di un fucile e chiede chi tra loro sia il capo; Miles punta il dito verso Dan, ed Ellie gli domanda dove si trovi il resto del loro gruppo. Faraday spiega che non lo sa…
Nel frattempo Sawyer, Juliet e John minacciano Jones e suoi uomini con le armi; uno dei soldati, Cunningham, mormora al capo qualcosa in latino. Juliet, sorpresa, replica nella stessa lingua; il gruppo parla latino perché sono membri degli Altri, così come Juliet!
Lost La bombaEllie e i suoi portano il gruppo di Dan attraverso la giungla fino ad un ex campo militare americano, ora usurpato dagli Altri; poco prima dell’accampamento, Miles si rende conto che lì vicino c’è una tomba con quattro soldati americani sepolti da poco più di un mese. Richard Alpert dà loro il benvenuto e chiede se sono tornati per la loro bomba; Daniel si rende conto che gli Altri pensano siano militari americani, e spiega a Charlotte e Miles che l’unica possibilità di restare in vita è continuare a far credere questo ai loro sequestratori. Faraday punta il dito verso un uomo con la mano bendata e immagina si tratti di ustioni da radiazioni; chiede quindi a Richard se l’involucro della bomba sia stato compromesso. L’uomo non risponde, ma Dan lo mette in guardia: la bomba potrebbe distruggere tutta l’isola, se lui non la renderà inerte moriranno tutti. Richard ordina quindi ad Ellie di portarlo alla bomba.
All’Università di Oxford Desmond scopre che non ci sono tracce del professor Faraday nei database… Si reca quindi al dipartimento di fisica e trova il vecchio ufficio di Daniel, tuttavia la stanza è chiusa a chiave e marchiata con un teschio, come se la stessero disinfestando. Desmond forza la porta ed entra; tutto è coperto da teli, ed iniziando a scoprire gli oggetti l’uomo nota una foto incorniciata di Daniel insieme ad una giovane donna. Trova quindi il labirinto che il fisico aveva costruito per i suoi esperimenti con il ratto, ma una voce gli ordina di non toccarlo… Giratosi, Desmond vede che si tratta di uno dei custodi, il quale spiega che lui non è il primo a chiedere di Faraday e del suo lavoro. Desmond racconta che non c’è nulla su di lui in quell’università, ma il custode ribatte che non si può biasimare la facoltà dopo ciò che lo studioso ha fatto a quella povera ragazza… Desmond non sa di cosa stia parlando e appare sorpreso.
Poco dopo l’uomo bussa alla porta di una casa ed Abigail gli apre; Desmond chiede se Theresa Spencer sia in casa, e spiega che Daniel Faraday lo ha mandato a parlare con la donna. Abigail, la sorella, lo fa entrare e lo accompagna da Theresa, la donna vista nella fotografia; questa però è costretta a letto, e i suoi occhi sono persi nel vuoto… Abigail spiega che Theresa oramai non c’è più, talvolta si sveglia e pensa di avere tre anni, oppure parla con il loro padre, che è morto da tempo… Desmond si scusa ed intende andarsene, ma Abigail replica che anche Daniel l’ha abbandonata; l’ha lasciata in quelle condizioni ed è scappato in America: se non fosse stato per l’aiuto fornito loro da Charles Widmore... Desmond si blocca e viene informato che Charles Widmore era il benefattore di Daniel, colui il quale finanziava le sue ricerche: l’uomo si è preso la responsabilità del risultato di quelle ricerche e si prende cura di Theresa.
Sull’isola John, Sawyer e Juliet camminano con Jones e Cunningham. Juliet spiega loro che imparare il latino era obbligatorio per gli Altri, si tratta della “lingua degli illuminati”; parla poi a Cunningham informandolo che non sono loro nemici. Chiede infine di essere accompagnata al loro campo da Richard Alpert, e Cunningham ci riflette su e alla fine sta per accettare quando Jones gli spezza il collo con una sola mossa e approfitta dello shock dei suoi rapitori per scappare nella giungla. Sawyer grida a John di sparargli, ma l’uomo rifiuta asserendo che quello fa parte della sua gente.
I tre rintracciano Jones fino al suo accampamento; da un picco sopra il campo osservano Ellie partire con Daniel. Locke scende per parlare con Richard mentre gli altri due si muovono per andare a salvare Faraday.
Ellie porta Daniel fino ad una torre di legno, dalla quale pende la bomba ad idrogeno; su uno dei suoi lati è stampata la sigla “Jughead”. Faraday sale una scala ed esamina l’ordigno, poi nota una crepa sulla parete e spiega ad Ellie che devono ricoprirla di piombo e seppellirla in mezzo al cemento: non è necessario renderla inerte, se faranno quello che ha detto loro non esploderà. Sawyer e Juliet sorprendono Ellie alle spalle e la ragazza è costretta a cedere loro il fucile.
A Londra Desmond entra nell’ufficio di Widmore e discute con lui: vuole sapere dove trovare la madre di Daniel Faraday. Widmore chiede se sua figlia sia al sicuro, ma Desmond ripete la sua domanda e Charles spiega che si trova a Los Angeles, dandogli l’indirizzo. Widmore chiede al genero di consegnare il suo messaggio e di tirarsene fuori senza mettere in pericolo la vita di Penny, poi lo avverte dal guaio in cui si sta cacciando: è una storia che va avanti da molti, molti anni. Desmond lo ringrazia per il consiglio e se ne va.
Desmond torna alla barca da Penny; la donna gli chiede se abbia trovato la madre di Daniel, ma lui mente raccontandole che è morta qualche anno prima. Penny però capisce che sta raccontando una bugia e gli chiede il motivo, così l’uomo spiega che si trova a Los Angeles, ma aggiunge che si rende conto di aver commesso uno sbaglio ad imbarcarsi in quella ricerca, non è più un loro problema. Penny gli domanda cosa accadrebbe se ricordasse qualche altra cosa, ma il marito replica che se la scorderebbe perché nulla ha più importanza, solo lei e il loro bimbo, Charlie: non li lascerà mai più. Penny comprende che lui non dimenticherà mai quanto accaduto e afferma che andranno con lui a Los Angeles, da qualsiasi cosa li stia attendendo laggiù.
Sull’isola Locke entra nel campo; Jones lo vede e subito gli punta il fucile alla nuca ordinandogli di sdraiarsi a terra. John chiede di parlare con Richard, ma Jones non glielo permette; sta per premere il grilletto quando Richard si avvicina e lo ferma… Locke spiega che è stato Jacob a mandarlo e Richard è sorpreso nel sentire una cosa del genere; Jones si intromette ma Richard gli ordina di abbassare l’arma e lo chiama Widmore. Locke è sorpreso e gli domanda se il suo nome sia Charles Widmore.
John mostra a Richard la sua bussola, e l’uomo chiede come mai non si ricordi di avergliela data. Locke spiega che quel fatto ancora non è accaduto, poi domanda come fare per lasciare l’isola; Richard è combattuto nel condividere un’informazione del genere con lui, così Locke racconta di essere il leader degli Altri. Alpert ribatte che hanno un processo di selezione del capo molto rigido, così John gli chiede in che anno si trovano. Richard sostiene che è il 1954, e Locke replica che lui nascerà il 30 maggio 1956 a Tustin, in California: Richard farebbe bene ad andare a trovarlo.
John sente il consueto rumore e vede la luce del flash farsi sempre più intensa; chiede quindi come fare a lasciare l’isola, ma la luce non permette più di vedere nulla e poco dopo scompare… Locke si ritrova in quello stesso posto senza però alcuna tenda intorno a lui; gli Altri non ci sono più e nemmeno Richard. Sawyer e Juliet lo raggiungono insieme a Faraday; Charlotte sembra stare bene ma poco dopo cade a terra priva di sensi, perdendo sangue dal naso. Daniel tenta di rianimarla, ma la ragazza non risponde agli stimoli.


Curiosità :
Sebbene accreditati Naveen Andrews (Sayid), Michael Emerson (Ben), Matthew Fox (Jack), Jorge Garcia (Hurley), Evangeline Lilly (Kate), Daniel Dae Kim (Jin) e Yunjin Kim (Sun) non appaiono in questo episodio: è la prima volta che nessuno dei sei protagonisti è presente per un’intera puntata.
Gli eventi di questo episodio ambientati sull’isola avvengono nel 1954, circa cinquant’anni prima che l’aereo dell’Oceanic precipitasse.
Il protagonista di questo episodio è Desmond.
Questo è il primo episodio diretto da Rob Holcomb dopo il tredicesimo della prima stagione intitolato “Ragione e sentimento”.
L’attrice Mary Ann Taheny in questo episodio interpreta Moira, la centralinista dell’università di Oxford; nell’episodio 1x24 “Esodo” ha invece interpretato Jenna.
Nell’ufficio di Charles Widmore c’è un dipinto sul muro con scritto sopra “Namaste”, il saluto hindi usato spesso dai membri della Dharma (incluso Pierre Chang). Il dipinto rappresenta un orso polare…
In questo episodio si scopre che nel 1954 il giovane Charles Widmore si trovava sull’isola ed era uno degli Altri.
Miles in questo episodio percepisce quattro cadaveri dei soldati americani: tre morti per le pallottole e uno a causa di avvelenamento da radiazioni.
Il nome del bambino di Desmond e Penny è Charlie, lo stesso dell’uomo che ha tentato a lungo di tenerli separati (Charles Widmore) e dell’uomo le cui azioni hanno permesso che i due si riunissero (Charlie Pace).
In questo episodio si comprende come mai Richard si trovasse nell’ospedale dove John è nato, e come mai gli fece il test degli oggetti quando aveva cinque anni… E’ stato proprio John a dargli indicazioni in merito nel 1954!
Le mine vicino al fiume sono entrate in servizio non prima del 1960, ossia sei anni dopo l’anno in cui sono ambientate le scene di questo episodio.
Locke racconta a Richard di essere nato il 30 maggio 1956, ma nell’episodio 4x11 “Ricerca febbrile” in cui viene mostrata sua madre Emily quest’ultima ballava la canzone “Everyday” di Buddy Holly and Crickets ascoltandola da un vinile, prima di venire investita e partorire in ospedale: questo disco non fu pubblicato prima del 29 settembre 1957.
Quando Penny partorisce il bambino passa dal suo ventre al medico ed infine tra le braccia della donna in pochi secondi, senza il taglio del cordone ombelicale.
Mentre Penny e Desmond discutono della ricerca della madre di Daniel, c’è una tazza da caffè blu sul comodino vicino alla donna. L’inquadratura cambia e poi torna su Penny, e la tazza non c’è più…
Ad Oxford Desmond si reca al dipartimento di fisica che si trova nell’area Claredon 142-08 (c’è un cartello che lo indica); 42 e 8 sono due dei numeri maledetti. In realtà il vero dipartimento si trova nell’area Clarendon, non Claredon come si vede nelle indicazioni mostrate.
Jughead era il nome in codice di una vera bomba utilizzata nei test nucleari all’atollo Bikini, svoltisi tra il marzo e l’aprile del 1954; la bomba però non fu fatta esplodere.
Daniel Faraday capisce che non può smantellare la bomba perché c’è una perdita. Nella season finale della seconda stagione Desmond menziona che l’“incidente” alla stazione Cigno era stato il risultato di qualcosa che perdeva ed era stato ricoperto di cemento. Della stessa cosa parla anche Sayid nell’episodio 2x04 “Tutti odiano Hugo”, in cui discutendo proprio della parte cementata della stazione Cigno afferma che l’unica altra volta che aveva sentito di una colata di cemento versata sopra ogni cosa era stato con riferimento a Chernobyl. 
 
 
 
 
Episodio 5.04 - 86
Titolo Originale : The little prince
Titolo Italiano : Il piccolo principe

trasmesso in USA il :4 febbraio 2009
trasmesso in Italia il :3 agosto 2009

Scritto da : Melinda Hsu, Brian K. Vaughan
Diretto da :Stephen Williams

Guest Stars: William Blanchette (Aaron), Bruno Bruni Jr (Brennan), Marc Menard (Montand), Stephanie Niznik (dr. Evelyn Ariza), Emerson Brooks (Tony), Melissa Farman (Danielle Rousseau), Ane Tranetzki (Bellman), Tom Irwin (Dan Norton), Susan Duerden (Carole Littleton), Guillaume Dabinpons (Robert Rousseau)

Riassunto :
Sulla nave di Penny, dopo il salvataggio dei sei, Kate racconta a Jack di aver trovato un modo per spiegare la presenza di Aaron con loro quando torneranno nel mondo civilizzato: vuole mentire e raccontare a tutti che è suo figlio, infatti oramai sono loro la famiglia del bambino, e non intende affidarlo a degli sconosciuti. Non vuole perderlo come è successo con Michael, Jin e Sawyer… Jack acconsente sebbene dubbioso, ma vuole che lei lo spalleggi quando tenterà di convincere tutti gli altri a mentire su quanto accaduto loro per proteggere quelli che sono rimasti sull’isola; Kate replica che lei è sempre stata dalla sua parte.
Lost Il piccolo principeNell’hotel di Sun Kate si veste con uno dei completi del’amica, e poi spiega al figlio che deve andare via per una commissione, ma tornerà presto. Appena la ragazza se ne va, Sun riceve un pacco: delle foto scattate da una telecamera di sicurezza che ritraggono Ben e Jack, dei rapporti sugli spostamenti dell’uomo e anche una scatola di cioccolatini. Sotto i dolciumi però si nasconde una pistola… Sun aveva spiegato a Charles Widmore di volere Benjamin Linus morto, e apparentemente l’imprenditore le sta dando una mano.
Sull’isola Sawyer, John, Juliet, Miles e Daniel vegliano sul corpo di Charlotte: la ragazza non è morta, ha solo perso conoscenza dopo aver avuto le convulsioni in seguito all’ultimo flash. Daniel ammette di sapere cosa le sta succedendo, è collegato ai viaggi temporali: pensa si tratti di qualcosa di neurologico, l’orologio interno del suo corpo viene disorientato da quello che sta succedendo. Juliet capisce però che c’è qualcosa sotto, e gli chiede come mai la stessa cosa non accada al resto di loro; Dan però risponde di non saperlo. Charlotte riprende conoscenza e afferma di essere un po’ stordita, ma tutto sommato sta bene, anche se non riconosce immediatamente Daniel… John vuole tornare alla stazione Orchidea via mare con il gommone, ed è convinto che i viaggi siano dovuti agli amici che hanno lasciato l’isola: vuole sfruttare la stazione per andare a riprendere tutti gli altri, se Ben è riuscito ad andarsene lo può fare anche lui. Sawyer afferma di non essere certo di potersi fidare di lui e del suo piano, ma alla fine acconsente.
Nella periferia di Los Angeles Kate rintraccia Dan Norton e gli fa un’offerta: i campioni di sangue richiesti in cambio della possibilità di parlare con il suo cliente segreto. Norton rifiuta, e le ricorda che potrebbe farla arrestare per non aver rispettato l’ordine del giudice, tuttavia il suo cliente vuole che la storia del cambio di custodia venga trattata in maniera riservata. Kate è scioccata da questa affermazione e l’avvocato le chiede di prepararsi, perché sarà costretta a dare via il bambino.
Al San Sebastian Hospital Sayid si riprende velocemente dal sonnifero, e decide di andarsene per proteggere Hurley. Jack rifiuta, il suo paziente non può andarsene e Ben non farà nulla di male al loro amico perché oramai è dalla loro parte. Sayid ribatte che Ben non è schierato da nessuna parte, se non dalla propria.
Jack esce per parlare con la direttrice dei servizi ospedalieri, la quale gli ricorda che non può stare lì perché è stato sospeso per abuso di sostanze stupefacenti: la sua presenza mette l’ospedale in pericolo di querele. Jack tenta di giustificarsi, ma riceve una telefonata di Hurley che gli chiede informazioni su Sayid. Jack spiega che sta bene, e Hurley gli racconta di trovarsi nella prigione della contea, al sicuro, dove Ben non può raggiungerlo. Il ragazzo riaggancia prima che Jack possa aprire bocca; improvvisamente dietro l’angolo il medico incrocia proprio Ben, i due sono sorpresi di vedersi e Linus chiede come stia Sayid.
Mentre l’iracheno attende Jack, un infermiere gli porta le medicine. Sayid è scettico, e ne ha tutte le ragioni dato che il tizio estrae una pistola a tranquillanti e spara due colpi… Sayid però è più svelto di lui e scende dal letto in un istante, lasciando il cuscino come bersaglio; poi si lancia sull’avversario e i due lottano. Sayid afferra il tubo della flebo e lo attorciglia attorno al collo del nemico, ma quest’ultimo gli dice di avere un indirizzo nella tasca; Sayid allora si impadronisce della pistola a tranquillanti e spara due volte al suo aguzzino, facendogli perdere conoscenza.
Sayid trova il foglietto nella tasca dell’uomo; intanto Jack e Ben entrano nella stanza notando il caos, e Sayid chiede loro se sappiano chi abita all’indirizzo indicato nel foglio. Jack reagisce, è l’indirizzo di Kate… Jack la chiama al telefono e le ordina di prendere con sé Aaron e di andarsene da casa, le spiegherà tutto più tardi; Kate però replica che stanno bene, il bimbo è con Sun e lei si trova in centro. Jack afferma che la raggiungerà subito.
Sull’isola, di notte, il gruppo è in marcia per raggiungere l’Orchidea. Improvvisamente notano un fascio di luce bianca apparire in mezzo alla giungla; John sa cos’è e ordina agli altri di starne alla larga. Daniel controlla che Charlotte stia bene, e la ragazza conferma; Miles intanto si strofina la faccia e nota del sangue sulla sua mano. Juliet gli chiede se ci sono problemi, ma l’uomo nasconde il sangue.
Il gruppo sente una donna gridare, e Sawyer prende il suo fucile per andare a controllare cosa sta succedendo. Camminando per la giungla nota due donne in un piccolo spazio aperto, e avvicinatosi si rende conto che si tratta di Kate e Claire, ancora incinta! Kate sta aiutando l’amica a partorire, e Sawyer è incredulo nel poter vedere nuovamente Kate davanti a sé… Mentre osserva la scena sente il consueto rumore, e poi la luce del flash si fa sempre più intensa fino ad obbligarlo a chiudere gli occhi. Una volta riaperti l’uomo si trova nello stesso luogo, ma in pieno giorno, e le due donne non ci sono più. John lo raggiunge da dietro e gli domanda cosa stesse accadendo; Sawyer replica che oramai non importa più e si ricongiunge con gli altri per andare all’Orchidea.
Mentre camminano Locke racconta a Sawyer che sa cos’era quella luce che hanno visto poco prima: la notte in cui Boone morì lui si recò alla botola della stazione Cigno e la prese a pugni per la disperazione; Desmond sentì i colpi e accese quel fascio di luce dall’interno della stazione. Sawyer si chiede come mai il compagno abbia deciso di stare alla larga da se stesso evitando di metterlo in guardia dal fare quello che ha fatto e permettendo così di evitarsi molto dolore, ma Locke spiega che se non avesse vissuto quello che ha passato non sarebbe arrivato dove si trova in quel momento.
Miles spiega a Daniel di aver avuto un’epistassi, e interroga l’amico sul motivo per il quale sta succedendo solo a lui e a Charlotte. Daniel immagina che abbia a che fare con il tempo passato sull’isola, ma Miles ribatte che Sawyer ed il suo gruppo sono presenti da mesi, mentre lui solo da due settimane. Faraday gli domanda se ne sia proprio certo…
Il gruppo giunge alla spiaggia, ma quello che si presenta davanti a loro è diverso dal solito: tutto è distrutto e abbandonato, e non c’è nessuno. Daniel fa notare loro che il gommone non c’è più, e Miles immagina che gli altri compagni l’abbiano preso per scappare da quelli che sono giunti sull’isola con i piccoli catamarani di legno posteggiati poco lontano da loro, sulla sabbia. Ispezionando i mezzi i sei trovano una bottiglia d’acqua dell’Ajira Airways, e John suggerisce di rubare uno dei catamarani per remare fino alla stazione.
Mentre sono in mare aperto Juliet nota che Sawyer sta ancora pensando a quello che ha visto nella giungla, così gli chiede se stia bene, e l’uomo le confessa di aver visto Kate far nascere il bambino di Claire. Juliet ricorda che il fatto è accaduto due mesi prima… Improvvisamente un gruppo di persone nel secondo catamarano inizia a sparare ai sei, così Locke ordina a tutti di sbrigarsi e di remare più forte. Improvvisamente un altro flash li avvolge, per loro sollievo… Si ritrovano però di notte in mezzo ad una tempesta, e John decide di attraccare.
A Los Angeles Jack raggiunge Kate e i due discutono; la donna gli racconta dell’avvocato e dei campioni di sangue e afferma che qualcuno conosce la verità: quella persona vuole toglierle Aaron. Lei comunque ha deciso di pedinare l’avvocato per rintracciare il cliente misterioso… Norton, poco distante, parte in auto e Jack sale sul veicolo di Kate decidendo di darle una mano.
I due lo seguono fino ad un motel, osservando il numero della camera in cui l’uomo entra. Si rendono però conto che la persona che apre la porta è Carole, la madre di Claire! Kate comprende che è la nonna del bambino a conoscere la verità, e Jack si offre di andare a parlarle per tentare di farle cambiare idea sull’affidamento. Dopo che Norton se n’è andato Jack sotto la pioggia raggiunge la donna; Carole lo riconosce subito e lo fa entrare. Lui spiega che tutto quello che hanno fatto lui e Kate è stato per Aaron; Carole però si mostra confusa e chiede chi sia Aaron… Jack si scusa e torna subito da Kate, raccontandole che Carole si trova in città avendo citato in giudizio la Oceanic per la morte di Claire… Kate continua a chiedersi chi sia allora la persona che vuole allontanarla dal figlio.
Sayid guida il furgone di Ben per andare ad un incontro segreto; Ben gli spiega la strada. Alla fine il furgone parcheggia, e Dan Norton raggiunge il veicolo consegnando a Ben un plico su Hurley: le prove raccolte non collegano il ragazzo a nessuno degli omicidi, sarà liberato entro il mattino successivo dopo l’udienza preliminare. Ben lo ringrazia e l’avvocato si allontana; Sayid gli chiede chi sia quell’uomo, e Linus spiega che è il suo legale.
Sull’isola il gruppo riesce a raggiungere la costa, mentre il naso di Juliet comincia a sanguinare… Sawyer è preoccupato, dato che oramai sanno cosa significa! Charlotte grida, ci sono dei rottami portati a riva dalla tempesta; John gira uno dei bauli e legge una parola, “Bésixdouze”, scritta su di essi. Si informa quindi se qualcuno tra loro parli il francese.
Al largo, nel bel mezzo della tempesta, una gommone di salvataggio con quattro uomini e due donne a bordo viene sbalzato dalle onde; il gruppo discute tra loro in francese e si odono alcuni nomi familiari, Robert, Brennan e Montand. Una delle donne nota qualcuno galleggiare tra le onde, si tratta di un uomo che si tiene a galla aggrappandosi ad un pezzo di relitto. La zattera lo avvicina e lo porta a bordo, è Jin.
Jack e Kate si incontrano con Sayid e Ben in un parcheggio del porto. Kate non riesce a credere che Jack stia lavorando con Ben, ma il medico spiega che Linus è lì per aiutarli. Kate capisce subito che è Ben la persona che sta tentando di portarle via Aaron, e l’uomo lo ammette… Kate gli ordina di stare alla larga da lei e dal figlio, ma Ben con tranquillità ribatte che Aaron non è il suo bambino!
Dall’altra parte della strada Sun si trova dentro la sua auto parcheggiata, e guarda il gruppo. Aaron è con lei, addormentato sul sedile posteriore; la donna afferra la pistola mentre osserva Ben e poi esce dal veicolo.
Sull’isola Jin viene portato a riva: è disidratato e in pessime condizioni, ma riesce a osservare le persone che l’hanno salvato e una delle donne gli chiede in francese se stia bene. Jin risponde in inglese che non capisce, così la donna gli parla in quella lingua e lui spiega che si trovava su una nave che è affondata. Il gruppo immagina che la nave sia stata assalita dalla stessa tempesta che ha fatto naufragare loro, ma Jin replica che non sa per quanto tempo ha galleggiato tra le onde. Montand sembra sospettoso; la donna intanto si leva la giacca e si nota che è incinta; lei gli dà un po’ d’acqua e si presenta: il suo nome è Danielle Rousseau.


Curiosità :
Sebbene accreditato Henry Ian Cusick (Desmond) non appare in questo episodio. Emilie De Ravin (Claire) vi appare senza essere accreditata, con immagini della prima stagione.
Questo episodio è incentrato su Kate.
Il titolo dell’episodio fa riferimento a quello di un libro di Antoine de Saint-Exupery, scrittore francese ed aviatore. Il libro è famoso come letteratura per ragazzi, ma in realtà i suoi contenuti sono molto ampi e abbracciano diversi temi, tra i quali la vita e la natura umana. L’autore era francese come Danielle e il suo gruppo, e inoltre scomparve in circostanze misteriose mentre viaggiava. Infine “Besixdouze” (“B612”), sebbene dovesse essere scritto “Bsixdouze” per avere senso in francese, fa riferimento al nome dell’asteroide sul quale vive il piccolo principe del romanzo. Nell’episodio invece è la parola che appare sui rottami della nave di Danielle (probabilmente è il nome della spedizione scientifica alla quale partecipò la donna).
Sulla spiaggia i francesi sopravvissuti alla tempesta sentono i numeri “4, 8, 15, 16, 23, 42” alla radio: si tratta della trasmissione originaria che girava sull’isola prima che Danielle la cambiasse con la sua richiesta di soccorso. Si tratta inoltre della stessa registrazione che Sam Toomey e Leonard Simms sentirono mentre monitorizzavano le trasmissioni radio provenienti dal Pacifico sedici anni prima dell’incidente aereo. Nella prima stagione infatti Hurley incontra i numeri per la prima volta sentendoli pronunciare da Leonard in manicomio, e poi li gioca vincendo alla lotteria.
Le scene mostrate alla fine dell’episodio, quando i francesi salvano Jin, sono ambientate circa diciassette anni prima dell’incidente aereo. Danielle a quel tempo era incinta e poi cambiò la registrazione con la sua richiesta di aiuto dopo che tutti i suoi compagni erano morti, dopo aver già partorito e dopo che Alex le era già stata portata via. Il messaggio ha continuato ad essere trasmesso per sedici anni e cinque mesi prima di essere intercettato dai sopravvissuti del volo 815.
Sia Claire Littleton che Danielle Rousseau sono arrivate sull’isola al settimo/ottavo mese di gravidanza; inoltre entrambe hanno partorito sull’isola e ad entrambe è stato portato via il bambino.
Il nome che appare sul furgone di Ben, “Canton Rainier”, è l’anagramma di “reincarnation”, ossia reincarnazione.
Nel resoconto fornito a Sun all’inizio dell’episodio (della Surveillance Data Investigation Inc.) si parla sempre di un “soggetto” senza specificarne il nome: si tratta della cronistoria delle giornate della persona che Sun ha fatto seguire. Inoltre il report contiene un riferimento alla Yoknapatawpha County Library; contea che non esiste ma che è l’ambientazione fittizia di molti racconti di William Faulkner.
Nella prima scena in cui John e gli altri remano sul catamarano si può notare nella parte bassa dello schermo un’onda provocata dalla nave sulla quale si trova la telecamera che li sta riprendendo.
Il biglietto di carta con l’indirizzo di Kate è diverso nei due momenti in cui viene inquadrato, ossia quando Sayid lo prende dalla tasca di Tony e quando Jack lo dà a Kate.
Sun riceve una scatola in cui sono contenuti sedici cioccolatini; 16 è uno dei numeri maledetti.
Kate vive al numero 42 di Panorama Cres; 42 è uno dei numeri maledetti.
Ben e gli altri si incontrano al porto di Long Beach al molo 23, uno dei numeri maledetti. 
 
 
 
Episodio 5.05 - 87
Titolo Originale : This place is death
Titolo Italiano : Questo posto è la morte

trasmesso in USA il :11 febbraio 2009
trasmesso in Italia il :3 agosto 2009

Scritto da : Adam Horowitz, Edward Kitsis
Diretto da :Paul A. Edwards

Guest Stars: John Terry (Christian Shephard), Fionnula Flanagan (Eloise Hawking), Melissa Farman (Danielle Rousseau), William Blanchette (Aaron), June Kyoko Lu (sig.ra Paik), Guillaume Dabinpons (Robert), Marc Menard (Montand), Bruno Bruni Jr. (Brennan), Jaymie Kim (Ji Yeon)

Riassunto :
Dalla sua auto Sun osserva Ben parlare con Jack, Kate e Sayid; Aaron è sul sedile posteriore, addormentato. Sun dopo aver parlato al telefono con la figlia afferra la sua pistola, con la quale intende uccidere Ben, e scesa dalla vettura si avvicina al gruppo; Kate è scioccata nel vederla puntare l’arma contro Linus e le chiede dove sia il figlio. La coreana spiega che si trova nella sua auto, spingendo Kate a correre verso di lui; intanto Sun spiega a Ben che se non fosse stato per lui Jin sarebbe ancora vivo, e vuole fargliela pagare per quanto accaduto. L’uomo però ribatte che non ha ucciso Jin, perché questi è ancora vivo e può provarlo.
Sull’isola Jin è confuso e chiede a Danielle in quale anno sono. La ragazza è perplessa per quella domanda, ma risponde che è il 1988; Jin strabuzza gli occhi e non capisce cosa stia accadendo. Afferma quindi che deve tornare al suo campo, così il gruppo gli chiede se si trovasse già sull’isola prima del naufragio. Jin domanda di contro se abbiano visto l’elicottero; Montand pensa che il naufrago sia confuso e si concentra sul segnale che sta captando con la radio: ci deve essere un’antenna sull’isola, e se riusciranno a raggiungerla potranno utilizzarla per chiamare i soccorsi. Jin non sa come fare per tornare al suo campo da dove si trova in quel momento, ma sa come fare per raggiungere la torre radio e da lì tornare alla sua spiaggia; i francesi affermano che se lui li condurrà all’antenna, loro lo aiuteranno a ritrovare il campo. Jin accetta, e parte con loro.
Durante il percorso Danielle chiede dell’acqua; gli uomini si girano per prenderla da Nadine, che ha le borracce, ma la donna è scomparsa. Jin sente dei rumori familiari, e spalanca gli occhi; ode quindi dei ruggiti e si rende conto di cosa si tratta: il mostro di fumo. I francesi girano in tondo per capire cosa sia, e Jin spiega loro che è un mostro, poi tutti tornano indietro alla ricerca della compagna e trovano a terra il suo zaino, ma di lei non v’è traccia. Improvvisamente un albero viene sradicato da qualcosa che non riescono ad identificare, poi un peso cade dal cielo e si schianta di fronte a loro: è il corpo di Nadine… Jin grida a tutti di scappare, e il gruppo si allontana velocemente da quel luogo.
Improvvisamente il mostro di fumo spunta dalla vegetazione e afferra la gamba di Montand, poi lo trascina nella giungla mentre l’uomo grida per avere aiuto. Lo porta fino ad una parete rocciosa con una grossa spaccatura al centro, nella quale si infila; Robert si allunga e agguanta l’amico per le braccia, ma entrambi vengono inghiottiti nel buco della roccia, così Jin afferra Robert e poi anche gli altri tentano di mantenere Montand fuori dalla feritoia… Il tira e molla va avanti per un po’; improvvisamente con uno strattone improvviso Robert e Jin cadono all’indietro, e Robert si rende conto di tenere in mano il braccio mutilato di Montand… Continuano a sentire le sue urla nel profondo del crepaccio, ma il prigioniero afferma che il mostro se n’è andato e lui è solamente ferito, così Robert vi entra per aiutare il compagno; Danielle vorrebbe raggiungerlo ma Jin la ferma: è incinta, non può farlo!
Alla fine Jin sente uno strano rumore, si guarda attorno per cercarne la fonte ma nota che il cielo inizia a diventare luminosissimo. Danielle gli chiede cosa stia vedendo, dato che lei non si è resa conto di nulla, ma la luce continua ad essere sempre più intensa finché sparisce: Jin si trova esattamente nello stesso punto, ma non c’è più nessuno. Guardandosi attorno vede che la parete rocciosa è una sorta di antica rovina, coperta di simboli incisi. Fa quindi un passo verso la feritoia, ma calpesta qualcosa che si rompe: guardando giù nota che si tratta del braccio decomposto di Montand… Jin si spaventa e scappa via nella giungla cercando di tornare alla spiaggia; dopo essere salito su un’altura nota del fumo alzarsi dagli alberi, e si dirige verso la fonte.
Mentre Jin si avvicina alla meta, nota un carillon che suona tra la sabbia; poi guardandosi intorno trova i cadaveri di due dei francesi. Ode quindi un uomo e una donna urlare, e segue le grida vedendo Danielle, ancora incinta, puntare il fucile contro Robert, la cui arma è puntata verso terra. Robert la implora di abbassare l’arma, ma Danielle replica che non è lui che parla, il mostro l’ha cambiato e l’ha fatto ammalare, come gli altri. Robert ribatte che non si tratta di un mostro, ma di un sistema di sicurezza a guardia del Tempio: lui la ama e non vuole che accada nulla al loro bambino. Danielle lentamente abbassa il fucile, ma quando raggiunge l’altezza del fianco Robert alza il suo e preme il grilletto. Fortunatamente l’arma si inceppa, sorprendendone il padrone; Danielle intanto, scioccata, riprende il fucile e spara al marito in mezzo agli occhi.
Jin tenta di fermarla, ma lei gli punta contro l’arma; poi però lo riconosce e afferma che era scomparso, definendolo malato anch’esso… La sua espressione si fa più dura, e Jin si rende conto di dover scappare nella giungla; Danielle gli spara ma non riesce a colpirlo. Jin corre veloce mentre la ragazza continua a sparargli; poi sente un altro rumore sempre più forte e la luce lo avvolge nuovamente, poi sparisce facendo inciampare l’uomo. Mentre si alza sente caricare un fucile alle sue spalle, ma non si tratta di Danielle, è Sawyer! I due sono scioccati di vedersi e si abbracciano; Sawyer pensava che Jin fosse morto sulla nave, ma questi spiega di essere caduto in acqua. Il coreano infine chiede notizie di Sun.
Al porto Sun tiene Ben sotto la minaccia della sua pistola: se ha veramente le prove che Jin è vivo, allora vuole vederle. Ben spiega che c’è una persona a Los Angeles, se Sun gli permetterà di accompagnare tutti da essa allora gli darà la prova che cerca. Sun domanda chi sia questa persona, e Linus replica che si tratta di quella che dirà loro come fare per tornare sull’isola. Tutti reagiscono a questa notizia; Kate è arrabbiata e chiede a Jack se si tratta di quello: ha finto di tenere a lei e ad Aaron per convincerla a tornare? Jack cerca di ribattere, ma Kate se ne va con il bambino; anche Sayid non vuole far parte del gioco e dà a Ben e Jack un avvertimento: se li rivedrà ancora, per loro sarà particolarmente spiacevole.
I tre rimanenti salgono sul furgone; Jack si scusa con Sun per aver lasciato Jin sulla nave e le spiega quello che è accaduto in quei difficili momenti. Sun domanda perché le stia raccontando ora quella storia, vuole impedirle di uccidere Ben nel caso menta sul marito? Il chirurgo replica che dopo quanto fatto a Kate, se non sarà Sun ad ucciderlo ci penserà lui… Ben però ne ha abbastanza di quei discorsi e dopo aver frenato bruscamente spiega agli altri indignato che li sta aiutando, se solo sapessero quello che è stato costretto a fare per tenerli al sicuro non smetterebbero mai di ringraziarlo… Se intendono sparargli facciano pure, ma si sbrighino… Jack e Sun tornano al loro posto e la donna gli ordina di ripartire.
Sull’isola Sawyer tenta di spiegare tutto a Jin, ma questi non capisce. Frustrato, Jin grida a Charlotte di tradurre, e la ragazza in coreano racconta che Locke vuole andare alla stazione Orchidea per fare in modo che tutti quelli che sono partiti tornino sull’isola. Jin chiede il motivo per il quale vogliono far tornare gli altri, e John spiega che non sarebbero mai dovuti partire. Il gruppo viene inondato da un nuovo flash, ma questa volta il salto temporale ha effetti su tutti: i sette provano dolore, mentre la terra sotto i loro piedi inizia a tremare e un nuovo flash li porta ancora in un’altra epoca.
Charlotte collassa a terra; Daniel si precipita a soccorrerla mentre Sawyer nota che il naso di Juliet sanguina di nuovo. La donna però si accorge che anche quello di Sawyer sanguina, oramai i flash hanno effetti su tutti loro. Charlotte inizia a parlare in coreano, ma Jin è preoccupato da quello che sta dicendo; la ragazza lo dice in inglese traducendolo per gli altri e afferma che Jin non deve permettere loro di riportarla sull’isola: quel posto è morte.
Charlotte delira e continua a perdere conoscenza, mormorando tra sé frasi senza senso; Daniel vuole aiutarla a camminare, ma John ribatte che li rallenterebbe… Il fisico afferma che non se ne andrà senza di lei, ma la ragazza riprendendo lucidità gli dice di partire comunque. Prima che Daniel possa protestare un altro flash coglie il gruppo, e tutti ne restano spaventanti: devono andare, è giunto in momento. Sawyer però fa notare a Locke l’ignoranza del periodo in cui si trovano: come fanno ad essere certi che la stazione Orchidea ci sia? Charlotte sembra rispondere per lui affermando che devono cercare il pozzo.
Il gruppo senza Faraday riesce finalmente a raggiungere la serra; Juliet chiede quante possibilità c’erano che finissero nell’epoca in cui la stazione era già stata costruita… Improvvisamente un altro flash li attornia, e il gruppo si ritrova in un nuovo momento storico, prima che la stazione fosse costruita… Locke guarda tra i cespugli e trova il pozzo, come predetto da Charlotte; tutti si chiedono come la ragazza facesse a sapere della sua esistenza.
Daniel intanto tenta di aiutare Charlotte come può, ma le sue condizioni peggiorano in fretta e la ragazza spiega di essere cresciuta sull’isola, come membro del progetto Dharma. Poi si trasferì con la madre in Inghilterra e non vide più suo padre; la madre finse che non l’isola non esistesse ed ecco perché lei è diventata antropologa: voleva ritrovare nuovamente il luogo in cui era nata. Quando viveva lì c’era un uomo pazzo che la spaventava, le disse di lasciare l’isola e di non tornarvi mai più: se l’avesse fatto, sarebbe morta. Pensa che quell’uomo fosse proprio Faraday.
Al pozzo Jin chiede a John di non riportare sull’isola la moglie; Locke però ribatte che deve riportarti tutti. Jin si oppone, l’isola è male e vuole che il compagno gli prometta di non portarvi né Sun, né la loro bambina. Dà quindi a John la sua fede nuziale e gli chiede di raccontare che è morto; Locke accetta, poi si cala giù nel pozzo sparendo nell’oscurità. Tutti lo osservano, ma odono il consueto rumore seguito dal flash; Sawyer grida al compagno di tenersi forte quando…
La corda in mano a John gli scivola e l’uomo precipita sul fondo del pozzo. La sua gamba si rompe, e John grida; in cima però il pozzo non c’è più e la corda che Sawyer tiene in mano finisce direttamente nel terreno. Sawyer inizia a scavare, ma Juliet lo ferma e con calma spiega che non possono più aiutare Locke.
Lost Questo posto è la morte L’ultimo flash è stato devastante per Charlotte, che sta morendo e se ne rende perfettamente conto. Daniel spiega di avere un piano, ha chiesto a Desmond di trovare sua madre, e lei li aiuterà. Improvvisamente il respiro della ragazza si fa debole, e Faraday comprende che i suoi occhi si sono spenti: Charlotte è morta, e Daniel inizia a piangere.
Nella camera sotterranea John piange dal dolore; c’è però una luce e l’uomo riesce a vedere che un osso gli è uscito da sotto il ginocchio. In seguito Locke sente qualcuno muoversi vicino a lui, e chiede di chi si tratti; la persona accende una lanterna e si gira: è Christian Shephard. Locke gli domanda cosa faccia laggiù, e Christian spiega che si trova lì per aiutarlo a trovare la via: quando si erano visti gli aveva detto di spostare l’isola, e intendeva dire che doveva farlo lui, non Ben… Christian poi gli ordina di andare da una donna che vive a Los Angeles; una volta che avrà riunito tutti i suoi compagni quella donna, Eloise Hawking, spiegherà loro come fare a tornare. Christian infine gli spiega che dall’altra parte del tunnel si trova una ruota che è uscita dal suo asse, tutto quello che deve fare è spingerla un pochino…
Locke, in preda al dolore, riesce a raggiungere la ruota di cui gli ha parlato Christian; la ruota continua a muoversi avanti ed indietro, circondata da luce verde. John l’afferra e la spinge e la ruota torna al suo posto girando, e ottenendo un risultato immediato: il rumore inizia a manifestarsi come al solito e la luce proveniente dalla ruota diventa sempre più forte. Christian domanda a John di riferire a suo figlio che lo saluta; Locke chiede chi sia suo figlio ma la luce li avvolge entrambi.
A Los Angeles Ben guida il furgone fino ad una chiesa, poi consegna a Sun la fede di Jin. Sun gli chiede da quanto tempo ce l’abbia, e Ben spiega che Jin l’ha data a John prima che questi lasciasse l’isola. Ben aggiunge poi che le persone rimaste hanno bisogno del loro aiuto, incluso Jin; dentro la chiesa c’è una donna che può dire loro come fare a tornare, vogliono seguirlo? Sun risponde affermativamente, ma quando stanno per entrare un uomo li chiama da dietro. Giratisi, vedono che si tratta di Desmond! Questi li raggiunge domandando cosa facciano lì; Ben è sorpreso di vederlo, e l’inglese spiega di dover incontrare la madre di Daniel. Ben ci pensa su un momento e poi tutti entrano raggiungendo Eloise Hawking all’altare: la donna sembra delusa dal vedere così poche persone, pensava di aver detto chiaramente che serviva fossero presenti tutti… Ben replica che quello è quanto è riuscito ad ottenere con così poco preavviso; Eloise afferma che per il momento si accontenterà e spiega che devono iniziare.


Curiosità :
Sebbene accreditato, Jorge Garcia (Hurley) non appare in questo episodio.
Questo episodio è dedicato a Sun e Jin.
In questo episodio si scopre che Charlotte è cresciuta sull’isola come membro della Dharma.
Questo è il primo episodio dell’intera serie in cui Ben e Desmond si parlano.
In questo episodio John cade e si rompe la gamba destra, la stessa che continua a ferirsi da quando si trova sull’isola: prima gli è caduta sopra la porta della stazione Cigno, poi Ethan gli ha sparato.
Il ratto da laboratorio di Daniel si chiama Eloise, come sua madre Eloise Hawking.
Charlotte ricorda un uomo che la mise in guardia, quand’era bambina, nel tornare sull’isola, avvertendola che se l’avesse fatto sarebbe morta. Mentre ci pensa si rende conto che quell’uomo era Daniel… Nel primo episodio di questa stagione Daniel, nel passato, lavorava alla costruzione della stazione Orchidea durante il periodo in cui la Dharma dominava l’isola.
Le ultime parole di Charlotte prima di morire sono: “Non posso mangiare cioccolata prima di cena”.
Alla fine dell’episodio precedente Sun prendeva la pistola e usciva dall’auto; in questo episodio invece prima si ferma a parlare al telefono con Ji-Yeon. Inoltre nelle scene iniziali Ben dice a Kate che Aaron non è suo figlio dopo che Sun è uscita dall’auto; nell’episodio precedente invece glielo dice prima che Sun scenda.
Jin afferma che sa come ritrovare il suo campo base partendo dalla torre radio, tuttavia lui è uno dei cinque sopravvissuti che non è mai andato alla torre radio con Jack e gli altri nell’episodio “Attraverso lo specchio”. Infatti era rimasto alla spiaggia per sparare alla dinamite piazzata nelle tende e sorprendere gli Altri uccidendoli.
Danielle spara a Robert, poi si gira e nota Jin; tentando di sparare anche a lui fa uscire la cartuccia usata e ne carica una nuova, poi spara diversi colpi in rapida successione… Troppo velocemente per un fucile non automatico.
Danielle afferma di essere arrivata sull’isola il 15 novembre 1988; nell’episodio 1x02 Sayid afferma però che il messaggio registrato da Danielle (nel giorno dello schianto aereo – 23 settembre 2004) stava girando da sedici anni e cinque mesi. Inoltre nell’episodio “Attraverso lo specchio” si scopre che Danielle aveva registrato il messaggio alla torre radio tre giorni dopo la nascita di Alex, che è chiaramente venuta al mondo circa due mesi dopo che Danielle è sbarcata sull’isola. Il messaggio quindi girava da quindici anni e sette mesi circa. 
 
 
 
Episodio 5.06 - 88
Titolo Originale : 316
Titolo Italiano : 316

trasmesso in USA il :18 febbraio 2009
trasmesso in Italia il :3 agosto 2009

Scritto da : Damon Lindelof, Carlton Cuse
Diretto da :Stephen Williams

Guest Stars: Zuleikha Robinson (Ilana), Fionnula Flanagan (Eloise Hawking), Jeff Fahey (Frank Lapidus), Said Taghmaoui (Caesar), Mary Mara (Jill), Raymond J. Barry (Ray), Kavita Patil (Rupa Krishnavani), P.D. Mani (Nabil), Rebecca Hazlewood (Nalini), Patti Hastie (Barfly), Glen Bailey (mago), Ned Van Zandt (sig. Dorsey)

Riassunto :
Un occhio si apre d’improvviso: è Jack, steso sulla schiena e circondato da un boschetto di bambù. Il medico si siede, incerto su dove si trovi; osserva l’ambiente intorno a lui, poi si rende conto di avere un foglietto in mano, con una parola scritta sopra: “Vorrei...”. Jack sente un rumore d’acqua, e gli sembra che qualcuno abbia bisogno di aiuto.
Jack corre nella giungla e raggiunge una radura con un laghetto; Hurley si trova nell’acqua tentando di nuotare fino a riva aggrappandosi alla custodia di una chitarra. Il chirurgo si tuffa e gli dà una mano, poi nota Kate sulle rocce vicine alla cascata, con il viso riversato a terra. Jack corre da lei, mentre la ragazza riprende conoscenza, confusa e disorientata; l’uomo sembra sollevato nel vedere che l’amica sta bene. Kate chiede se per caso sono… Jack risponde di sì, sono tornati, e lei domanda cosa sia accaduto.
In chiesa Eloise Hawking, con Jack, Sun, Desmond e Ben si rivolge al gruppo ed afferma che è il momento di iniziare; li conduce quindi ad una scala a chiocciola, poi ad un tunnel sotterraneo e infine ad una porta metallica con una ruota e un logo della Dharma inciso sopra. Eloise gira la ruota, e tutti entrano in una stazione Dharma chiamata “Il lampione”: è piena di vecchi computer, e nel mezzo della stanza c’è un grande pendolo di metallo; sul pavimento è disegnata la mappa del mondo.
Eloise spiega che quello è il modo in cui hanno trovato l’isola: la stanza è stata costruita anni prima sopra ad una sacca di energia elettromagnetica unica, e questa energia è collegata con altre sacche simili sparse per il mondo. Tuttavia chi costruì la stanza era interessato solamente all’isola… Un fisico poi costruì il pendolo, basandosi sulla teoria che avrebbero dovuto cercare l’isola non nel luogo in cui si trovava, ma nel luogo in cui si sarebbe trovata nell’immediato futuro: presumeva infatti che l’isola si spostasse continuamente, ed aveva ragione. I movimenti dell’isola sembrano casuali, ma in realtà sono riusciti ad ottenere le previsioni corrette dei suoi spostamenti grazie alla matematica; una serie di equazioni indica la probabilità che l’isola si trovi in un certo posto in un certo momento: ci sono possibilità di trovare la via di ritorno, ma sfortunatamente queste vie non restano aperte per molto, la prossima finestra temporale si chiuderà entro trentasei ore.
Desmond non riesce a credere che gli altri vogliano tornare sull’isola di loro spontanea volontà: lui è lì solamente per lasciare un messaggio da parte di Daniel a sua madre, ha detto che solo lei può aiutarli. Eloise replica che lei li sta aiutando, e Desmond affermando di considerare consegnato il messaggio se ne va. La Hawking però lo ferma e spiega che l’isola non ha ancora finito con lui…
Eloise consegna a Jack un foglio con indicate tutte le rotte aeree che passano sopra le coordinate dove crede che l’isola si troverà nelle successive ventiquattro ore; c’è un volo da Los Angeles a Guam che farebbe al caso loro: il 316 della Ajira Airways. Se vogliono avere una speranza di tornare, devono trovarsi su quel volo cercando di ricreare al meglio le circostanze che li portarono sull’isola la prima volta, ossia devono essere il maggior numero possibile di persone della volta precedente, se non riusciranno ad essere tutti il risultato dell’esperimento non è prevedibile.
Eloise prende con sé Jack e lo porta nel suo ufficio, poi gli dà il biglietto d’addio di John, scritto prima di suicidarsi. Jack domanda come mai Locke si sia suicidato, e la Hawking replica che l’ha fatto per aiutare il gruppo a tornare: Locke è un rimpiazzo, un sostituto del padre di Jack. Si raccomanda ancora di ricreare le migliori condizioni del volo originale, per cui il medico dovrà prendere qualcosa che apparteneva al padre e darlo a John… Jack pensa che questo sia ridicolo, ma Eloise replica che quello è chiamato atto di fede, è necessario credere che funzionerà.
Jack fa visita al nonno Ray in una casa di riposo; Ray ha tentato di scappare per la quarta volta, ma è stato beccato… Il chirurgo lo mette in guardia, lo cacceranno se ci riproverà di nuovo, poi lo aiuta a disfare le valige informandolo che andrà via per un po’. Jack nota un paio di scarpe familiari e ne chiede conto al nonno; Ray replica che erano di suo padre, e Jack domanda di poterle avere. Ray gliele dà senza problemi.
Jack torna a casa e scopre che Kate è distesa sul suo letto, in uno stato terribile: ha evidentemente passato una brutta esperienza, ed è in piena crisi. La ragazza gli chiede se è ancora intenzionato a tornare sull’isola, e lui risponde affermativamente; Kate allora aggiunge che partirà con lui. Jack gli chiede cosa sia accaduto e dove sia Aaron, ma Kate ribatte che se vuole che vada con lui, non dovrà mai più porle quella domanda, non dovrà più chiederle nulla di Aaron. Jack annuisce, e lei lo bacia con passione; poi i due si gettano sul letto…
Il mattino successivo Kate nota le scarpe che Jack ha portato a casa e afferma che forse è il caso di procurarsi degli scarponi per affrontare le asperità dell’isola. Il medico spiega che erano di suo padre, quando si recò a recuperare il suo cadavere a Sydney egli non aveva vestiti adatti con sé, e Jack gli comprò un completo dimenticandosi però le scarpe. Jack pensò però che nessuno sarebbe andato a guardargli i piedi, per cui usò un paio di vecchie scarpe da tennis bianche che si era portato… Perché suo padre non meritava un bel paio di scarpe… O il tempo di prendergliene uno carino.
Il cellulare di Jack squilla, e Kate coglie l’opportunità per allontanarsi, spiegandogli che si incontreranno all’aeroporto. Il medico allora risponde al telefono, e si ritrova a parlare con Ben: è stato picchiato malamente, e ha bisogno che sia Jack a recuperare il cadavere di John. Jack a questo punto si reca dal macellaio, e Jill lo accompagna nel congelatore dove la bara di Locke è appoggiata su una barella. Ben le ha detto di dargli il furgone, per cui lo lascia un attimo da solo per andare a prendere il veicolo. Mentre la donna non c’è Jack mette le scarpe di Christian ai piedi di John, e poi lascia il biglietto datogli da Eloise dentro la bara: non l’ha neanche aperto, perché ha già sentito tutto quello che Locke poteva dirgli… Voleva che tornasse sull’isola, e lui sta per farlo.
Jack passa il check-in in aeroporto; vede Kate arrivare, ma lei a malapena lo saluta. Sun lo sorprende alle spalle, e gli spiega che se ci sono possibilità che Jin sia vivo, lei deve assolutamente andare con loro. I due poi osservano Sayid venire scortato da una donna che mostra a tutti un tesserino da agente di polizia; questa lo guida attraverso il terminal fino all’aereo. Sayid ha una giacca che gli nasconde il braccio e le mani.
Al cancello di partenza viene annunciato il pre-imbarco; l’impiegata afferma che ci sono buone notizie per chi non era certo di poter partire: ancora posti liberi. Hurley si precipita dalla donna affermando che ci deve essere un errore, ha detto che ci sono settantotto posti liberi, ma questo non è possibile perché lui li ha comprati e nessuno può averli. L’impiegata cerca di ribattere affermando che ci sono persone che vogliono andare a destinazione, ma Hurley guardandosi intorno nota una madre con due bambini: sa cos’accadrà all’aereo, così dice che tutti possono aspettare il volo successivo. L’impiegata acconsente, mentre Jack vede Hurley e lo raggiunge: come faceva a sapere quelle informazioni? Hurley replica che l’importante è che sia lì, no?
Lost 316I passeggeri vengono fatti salire e ognuno si accomoda; i sei si scambiano delle occhiate e mentre la porta si chiude, Ben raggiunge l’aereo. Hurley vedendolo si arrabbia, non vuole che Linus parta con loro, ma Jack replica che quella è la loro unica possibilità. Hurley non è felice, ma cede; la hostess raggiunge Jack e gli dà il biglietto di John: lo hanno trovato dentro la bara mentre effettuavano il controllo del cadavere. L’aereo decolla e il capitano dà a tutti il benvenuto: si tratta di Frank Lapidus… Jack si presenta alla hostess e chiede di parlare con il capitano; Frank esce dalla cabina di comando e saluta, raccontando che lavora per la Ajira da otto mesi percorrendo quella rotta molto spesso. A metà della frase nota Sayid, Hurley, Sun e Kate, tutti seduti sul suo aereo, e dopo aver lanciato uno sguardo a Jack si rende conto che non si stanno dirigendo veramente a Guam.
Più tardi Ben convince Jack ad aprire il biglietto di John e a leggerlo; il medico esegue e le ultime parole di Locke sono “Jack, vorrei che mi avessi creduto.”. Jack è commosso dal momento; improvvisamente l’aereo inizia a sobbalzare e la luce nella cabina va e viene. Di nuovo altri sobbalzi, e Jack si blocca pensando che sia giunto il momento, e tutti se ne sono resi conto. D’improvviso l’aereo si gira e poi un rumore si fa sempre più forte, accompagnato da una luce bianca. La luce pervade tutto e…
Sull’isola Jack aiuta Kate, che è disorientata. La ragazza chiede dove sia caduto l’aereo, ma il medico non lo sa: dopo la luce, lui si è risvegliato nella giungla. Ma dove sono Sun, Sayid e Ben? Jack suggerisce di andare a cercarli, ma d’improvviso ode una canzone trasmessa da un’autoradio che si avvicina sempre di più. Un furgoncino travolge i cespugli e si ferma proprio davanti a loro; l’autista scende e punta contro di loro un fucile. Quando però riescono a vedere bene di chi si tratti, si rendono conto che è Jin.


Curiosità :
Sebbene accreditati Jeremy Davies (Daniel), Josh Holloway (Sawyer), Ken Leung (Miles) e Elizabeth Mitchell (Juliet) non appaiono in questo episodio. Naveen Andrews (Sayid), Daniel Dae Kim (Jin), Terry O’Quinn (Locke) e Zuleikha Robinson (Ilana) vi appaiono, ma non hanno battute.
Rebecca Mader (Charlotte) da questo episodio non è più presente negli opening credits.
Questo episodio è dedicato a Jack; Matthew Fox tra l’altro appare in ogni scena.
L’episodio è andato in onda negli USA il 18 febbraio 2009; quel giorno mancavano esattamente 316 giorno alla fine dell’anno, lo stesso numero del volo sul quale salgono i protagonisti.
Originariamente l’episodio doveva essere il settimo della stagione, ma alla fine è stato deciso di cambiarne il posto con “Vita e morte di Jeremy Bentham”. Questa è la terza volta che l’ordine degli episodi viene modificato rispetto ai piani: la prima volta è accaduto nella stagione uno, e la seconda nella stagione tre (3x02 e 3x03).
L’episodio inizia come è iniziato il pilot: l’occhio di Jack si apre e lui si risveglia in mezzo alla giungla.
Secondo il blog di Jorge Garcia le scene alla cascata sono state girate il 4 novembre 2008, giorno delle presidenziali americane.
Sulla scrivania di Eloise c’è una statua della Vergine Maria uguale a quella in cui i corrieri nigeriani nascondevano la droga.
Il logo Dharma sulla tuta di Jin, sebbene nascosto dal colletto, sembra essere una sorta di stella a cinque punte come quella degli sceriffi: probabilmente Jin lavora nel settore della sicurezza.
Eloise si riferisce al “Lampione” come una stazione costruita sopra una “sacca di energia elettromagnetica unica, e questa energia è collegata con altre sacche simili sparse per il mondo”. Isaac ad Uluru fa riferimento alle stesse sacche, citando proprio Uluru come una di esse, quando Rose e Bernard andarono a fargli visita nell’episodio 2x19 “S.O.S.”.
Sebbene con ironia, Ben dice a Jack che sua madre gli ha insegnato a leggere… Ovviamente non può essere, dato che sua madre è morta dandolo alla luce.
Sull’aereo Hurley legge il fumetto “Y: The Last Man”, in spagnolo. Durante il primo volo, nel 2004, il ragazzo leggeva invece la versione spagnola di “Green Lantern/Flash: Faster Friends Part I”. “Y: The Last Man” è un fumetto il cui protagonista è l’unico sopravvissuto ad una piaga che ha ucciso tutti i maschi del pianeta, ed è scritto da Brian K. Vaughan (che è uno degli sceneggiatori di Lost).
La fotografia dell’isola è datata 23 settembre 1954, lo stesso anno in cui le truppe statunitensi portarono la bomba sull’isola.
Sayid finisce per salire sul volo 316 scortato da uno sceriffo federale, proprio come è successo a Kate nel primo volo 815.
Nella scena in cui Jack e Kate fanno colazione Jack chiede alla ragazza se preferisce ancora latte e zucchero nel caffè, e lei risponde di sì. Jack si reca in cucina a prendere il latte, ma mentre è ancora lì viene inquadrata la tavola e su di essa c’è già una confezione di latte, proprio davanti a Kate.
Per il volo 316 della Ajira Airways viene utilizzato un Boeing 737; questo tipo di aereo vola per circa 5500 chilometri senza fare rifornimento, ma la distanza tra Los Angeles e Guam è di 12500 chilometri, di conseguenza quell’aereo non avrebbe potuto percorrere l’intera rotta senza fare uno scalo.
All’inizio dell’episodio, quando si vede Jack salvare Kate, quest’ultima parla all’uomo. Poi nelle scene finali, quando si rivede la scena, il dialogo tra loro è diverso.
Nella bara la testa di John è appoggiata su un cuscino diverso rispetto alla season finale della quarta stagione.
Mentre si trova nella stazione “Lampione”, Jack vede una foto dell’isola datata 23 settembre 1954. 23 è uno dei numeri maledetti.
Ray, il nonno di Jack, ha tentato quattro volte di scappare dalla casa di riposo. 4 è uno dei numeri maledetti.
Frank Lapidus lavora per l’Ajira Airways da otto mesi; 8 è uno dei numeri maledetti. Inoltre il numero del volo che pilota è 316; 16 è uno dei numeri maledetti. Infine il volo parte dal cancello quindici; 15 è uno dei numeri maledetti.

Musica :
“Excelsior Lady" dei The Donkey. 
 
 
 
 
Episodio 5.07 - 89
Titolo Originale : The life and death of Jeremy Bentham
Titolo Italiano : Vita e morte di Jeremy Bentham

trasmesso in USA il :25 febbraio 2009
trasmesso in Italia il :11 agosto 2009

Scritto da : Damon Lindelof, Carlton Cuse
Diretto da : Jack Bender

Guest Stars: Said Taghmaoui (Caesar), Alan Dale (Charles Widmore), Lance Reddick (Matthew Abaddon), William Blanchette (Aaron), Zuleikha Robinson (Ilana), John Terry (Christian Shephard), Malcolm David Kelley (Walt Lloyd), Ammar Daraiseh (Hajer), Grisel Toledo (Susie), Stephen Scibetta (Foreman), John Jamal Bradley (ragazzino)

Riassunto :
Un uomo entra in un ufficio dall’aria familiare, e perquisisce la stanza. Apre un cofanetto di legno e nota dei documenti con il logo della Dharma stampato sopra, e alcune formule; i fogli però cadono sul pavimento, e l’uomo si abbassa per raccoglierli. Con la coda dell’occhio nota qualcosa sotto la scrivania, è un fucile a canne mozze: se lo infila nello zainetto, ma viene raggiunto alle spalle da una donna che lo chiama Caesar. Essa gli chiede cosa si sia messo nello zaino, e lui avvicinandosi mette le mani nella borsa e ne estrae una torcia elettrica. La dà alla donna, e chiamandola Ilana spiega che se vuole tenerla, è sua… Ilana lo informa che hanno scovato un uomo nell’acqua, con indossa un completo… Caesar è interessato dalla notizia e la segue fuori dall’ufficio.
Di notte i due attraversano la giungla; Ilana afferma che l’uomo non è uno di quelli che sono scomparsi, ma non era neanche sull’aereo. In quel momento passano accanto ad un grosso velivolo con il muso conficcato tra gli alberi; grazie alla luce delle torce si nota che l’aereo mostra segni di bruciature ed ammaccature. Caesar e Ilana ignorano l’aereo e continuano la loro strada fino alla spiaggia, dove incontrano il misterioso uomo. Questi si presenta, è John Locke… Ed è vivo e vegeto!
Il mattino successivo John si toglie le scarpe e osserva l’oceano a piedi nudi tenendo d’occhio l’isola più grande che si trova a poca distanza da quella in cui si trova. Ilana lo raggiunge e gli offre del mango; John gli fa notare le due canoe posteggiate sulla spiaggia, e le chiede se siano sue. La donna replica che si trovavano già lì; erano tre, ma il pilota e una donna ne hanno preso una. Locke chiede una lista dei passeggeri dell’aereo, ma Ilana spiega che dovrà domandarla a Caesar, facendogli quindi presente che nessuno ricorda la sua presenza sull’aereo. Locke ribatte che nemmeno lui si ricorda di esserci stato… Ilana gli chiede come mai sia così elegante, e lui replica che probabilmente avrebbe dovuto essere seppellito con quell’abito: si ricorda di essere morto! Alla fine si gira e guarda di nuovo l’isola più grande.
Nel passato, John si trova nella stanza ghiacciata con la ruota miracolosa e Christian Shephard a spiegargli cosa fare. Girata la ruota, il consueto rumore e la luce bianca riempiono la stanza, e Christian lo prega di salutare suo figlio; John chiede chi sia, ma la luce lo fa sparire e l’uomo si ritrova improvvisamente nel deserto tunisino, in un giorno particolarmente caldo. La sua gamba è rotta a causa della caduta nel pozzo, e l’uomo prova un terribile dolore; attorno a lui non c’è niente, tranne una videocamera a qualche metro di distanza: lo strumento è puntato direttamente verso di lui… Un cavo nero parte dalla videocamera e finisce in una scatola arrugginita montata ai piedi di un palo del telefono, collegato alla linea che passa sopra ad alcune rocce e poi sparisce all’orizzonte. Locke chiama aiuto, disperato, a volume sempre maggiore. Giunge la notte, e John sta ancora aspettando nello stesso posto; fortunatamente sente il rumore di un motore avvicinarsi velocemente, e dei fari lo abbagliano. Si tratta di una jeep, che si ferma davanti a lui; ne scendono quattro uomini i quali lo raccolgono, lo mettono nel retro del veicolo e si allontanano.
John viene condotto in un ospedale da campo; un medico lo raggiunge e lo obbliga a prendere delle pillole con dell’acqua sporca… Osserva quindi la sua gamba rotta e subito dà ordini ai presenti; gli uomini portano un secchio, delle vecchie lenzuola e poi preparano una mistura. Alla fine il medico infila un bastoncino di legno nella bocca del paziente e lo lega con una corda di pelle attorno alla sua testa, poi uno degli uomini lo tiene fermo mentre il medico afferra la gamba rotta e la rimette a posto, facendo provare al povero John un dolore atroce. Prima che John svenga, nota un uomo di colore alto e calvo osservarlo nell’ombra.
Locke si risveglia in piena notte nella sua branda; Charles Widmore è seduto accanto a lui, e lo osserva. Widmore afferma che è bello per lui rivederlo di nuovo: aveva una frattura scomposta, ma lui ha fatto arrivare uno specialista per sistemarla al meglio. John non ha idea di chi sia quell’uomo, e Charles replica che è confuso: si sono incontrati quando lui aveva diciassette anni, e ora dopo che sono passati decenni John è esattamente uguale a quella volta… Gli chiede quindi quanto tempo sia passato per lui da quando raggiunse il suo campo e chiese di parlare con Richard Alpert: Locke replica che sono passati quattro giorni. Chiede quindi a Widmore della videocamera, come sapeva che sarebbe arrivato lì? Charles spiega che quella è l’uscita, temeva che Ben prendesse in giro Locke per fargli lasciare l’isola nello stesso modo in cui aveva tratto in inganno lui alcuni anni prima.
Widmore racconta che fu leader degli Altri: hanno protetto pacificamente l’isola per trent’anni, ma poi è stato esiliato da Ben. John afferma che Ben se n’è già andato, ha scelto di lasciare l’isola… Ma Charles è confuso da questa affermazione e ne chiede il motivo, poi si rende conto che Locke è tornato al mondo civilizzato per ricercare quelli che erano riusciti ad andarsene. Gli spiega quindi che sono passati tre anni dal ritorno dei sei, e John è sorpreso che sia trascorso così tanto tempo. Widmore aggiunge che i sei sono andati avanti con le loro vite, nessuno di loro però ha mai raccontato la verità sull’isola; tuttavia lo aiuterà a cercarli per riportarveli. Locke ne chiede il motivo, e Charles afferma che sta per iniziare una guerra, se loro non saranno sull’isola quando tutto inizierà sarà la fazione sbagliata a vincere.
Il mattino successivo Charles dà a John un passaporto falso con il nome di “Jeremy Bentham” stampato sopra e del denaro, unitamente ad una cartella con le informazioni sui sei da rintracciare. Widmore ammette di averli spiati perché ha investito molto nel futuro dell’isola; mette però in guardia il suo interlocutore dall’avvisare gli altri del suo coinvolgimento: non riesce nemmeno ad immaginare cosa penseranno di lui dopo aver sentito tutte le bugie di Ben. Locke non si fida totalmente di Charles, che ha mandato sull’isola la nave per uccidere tutti quelli che si trovavano lì; Widmore replica che aveva solo bisogno di eliminare Ben: l’isola ha bisogno di John, da molto tempo! Locke afferma che secondo Richard solo morendo riuscirà a riportare indietro i sei; Charles replica che non sa perché Alpert abbia detto una cosa del genere, ma comunque lui non permetterà che questo accada.
Nuovamente sulla sedia a rotelle, John riceve la visita di Matthew Abaddon: sarà la sua guida e il suo protettore. Abaddon accompagna Locke all’aeroporto, e gli chiede dove vuole andare come prima tappa del loro viaggio; John osserva la cartellina datagli da Charles e replica che andranno a Santo Domingo.
A Santo Domingo Locke rintraccia Sayid, che lavora nel campo delle costruzioni. Sayid rende chiaro che non intende tornare indietro: si sente usato da Benjamin Linus, il quale gli ha fatto credere per due anni di voler proteggere tutti quelli che si trovavano sull’isola solo per il proprio tornaconto personale. Deluso, Locke ribatte che se cambiasse idea lo troverà al Westerfield Hotel di Los Angeles.
A New York Locke si reca a trovare Walt. Il ragazzo spiega che immaginava una sua visita prima o poi, e racconta di aver fatto un sogno su di lui mentre si trovava sull’isola circondato da persone cattive che volevano fargli del male. John si rende conto che Walt è felice di vivere la sua vita e non se la sente di chiedergli di tornare indietro; quindi alla fine se ne va, ma in lontananza c’è qualcuno che lo spia: è Benjamin Linus!
Alla clinica Santa Rosa Locke fa visita ad Hurley. Di primo acchito Hurley pensa che sia un fantasma, ma poi un’infermiera conferma che John è reale, e Hugo è sorpreso della sua presenza. Locke spiega il motivo della sua visita, ma Hurley non è interessato… Nota poco lontano Abaddon e dà i numeri, informando John che Abaddon è cattivo e non dovrebbe fidarsi di lui… Hurley non andrà da nessuna parte con Locke.
Mentre Matthew aiuta John a salire in auto, questi gli chiede cosa faccia veramente per Widmore. Abaddon di contro domanda se sia veramente pronto a parlare del loro incontro precedente, quando Abaddon era un assistente dell’ospedale in cui fu ricoverato dopo il suo incidente con Cooper: Matthew fu la persona che gli disse di fare il walkabout, ragione per la quale si trovava sull’aereo della Oceanic che precipitò sull’isola. In realtà quello che Matthew fa per Widmore è aiutare le persone ad andare dove è destino che vadano.
A Los Angeles Locke parla con Kate; la ragazza si rende conto che tutti sull’isola moriranno se non torneranno indietro, ma nonostante questo non intende farlo. John sembra sorpreso e le chiede se non le importi nulla di quelli che sono rimasti, ma lei di contro gli domanda se abbia mai amato qualcuno… John gli racconta la sua storia con Helen, poi se ne va.
Dopo l’incontro con Kate John chiede a Matthew se per caso abbia trovato Helen Norwood, che gli aveva detto di cercare durante il viaggio a New York. Abaddon replica di sì, e lo accompagna alla sua tomba in un cimitero cittadino: la donna è morta a causa di un aneurisma cerebrale. Locke afferma che lei lo amava, avrebbero potuto stare insieme, ma Abaddon replica che questo non avrebbe cambiato le cose: sarebbe morta comunque, ora si trova dove deve essere mentre il suo destino lo riporterà sull’isola.
Matthew lo fa salire nuovamente in auto, ma alcune pallottole raggiungono il veicolo e Abaddon viene colpito, morendo sul colpo. Locke si sposta sul sedile del guidatore e nonostante la gamba rotta parte e si allontana dal cimitero, guidando in maniera spericolata; purtroppo però perde il controllo del veicolo e si schianta contro un’altra auto.
Locke viene ricoverato nell’ospedale in cui lavora Jack, e si risveglia con il chirurgo accanto a lui. Locke gli spiega che devono tornare indietro, ma Jack si rifiuta: nulla di quello che può dire gli farà cambiare idea, è stanco delle sue teorie strampalate e del fatto che pensi di essere speciale, che fosse il loro destino restare sull’isola… Jack accenna ad andarsene, ma John afferma che suo padre lo saluta; Jack si blocca e Locke gli racconta qualcosa dell’uomo che gli ha ordinato di spostare l’isola. Non poteva essere il padre di Sayid o quello di Hurley, per cui resta solamente Jack: il suo nome è Christian, giusto? Jack si rifiuta di crederci, suo padre è morto; John però lo prega nuovamente di tornare con lui, è l’unico in grado di convincere anche gli altri. Il chirurgo ribatte che è finita, se ne sono andati e non sono mai stati importanti; alla fine ordina al paziente di stare lontano da tutti quanti loro.
Lost Vita e morte di Jeremy BenthamLocke viene dimesso e torna al suo hotel; sconfitto, si prepara per suicidarsi impiccandosi con un cavo elettrico. Qualcuno però bussa alla sua porta, è Benjamin Linus! Si trova lì per proteggerlo, è vero che ha ucciso Abaddon, ma era solo una questione di tempo prima che Matthew uccidesse John! Ben aggiunge che Widmore è estremamente pericoloso e lo sta usando per tornare sull’isola; lo informa infine che non ha idea di quanto sia importante… John replica che ha fallito, non è riuscito a convincere nessuno a seguirlo!
Ben ribatte che invece Jack ha comprato un biglietto aereo da Los Angeles a Sydney e ritorno: qualsiasi cosa Locke gli abbia detto, deve aver funzionato. E se Jack è con lui, riuscirà a convincere anche tutti gli altri, possono iniziare con Sun. Locke rifiuta, Jin non voleva che lei tornasse sull’isola; Ben è sorpreso che Jin sia ancora vivo, e John gli mostra la fede nuziale del coreano: gliel’ha data per dimostrare a Sun che è morto. Locke aggiunge che una donna di nome Eloise Hawking, a Los Angeles, li aiuterà a tornare; Ben afferma di conoscerla. Improvvisamente con una mossa felina Ben avvolge il cavo elettrico attorno al collo di John, soffocandolo fino a farlo morire… Locke tenta di lottare, ma Ben riesce nel suo intento e poi lo osserva dicendo che gli mancherà. Alla fine fa in modo che la morte sembri un suicidio, si mette in tasca l’anello di Jin e se ne va.
Sull’isoletta John raggiunge Caesar nell’ufficio della stazione Dharma, mentre l’uomo sta analizzando una cartella. Locke spiega che quel luogo e quei documenti facevano parte del progetto Dharma; Caesar gli chiede come faccia a saperlo, e John replica che ne sa molto… Caesar allora gli domanda di spiegare il perché: quando l’aereo ha iniziato a precipitare l’uomo dai capelli ricci che era seduto vicino a lui è letteralmente svanito di fronte ai suoi occhi, e non è stato l’unico. Anche alcuni degli altri passeggeri l’hanno notato… Locke gli domanda di poter guardare la lista passeggeri, ma Caesar replica che il pilota l’ha presa con sé quando se n’è andato. John domanda se quelli che non sono scomparsi sono tutti lì, e Caesar spiega di sì, eccetto le persone che sono rimaste ferite gravemente.
Caesar accompagna Locke nell’infermeria che hanno creato per i feriti, e John vi trova Benjamin Linus, pieno di lividi e privo di conoscenza. Caesar gli chiede se lo conosca, e Locke replica di sì, è l’uomo che lo ha ucciso.


Curiosità :
Sebbene accreditati, Jeremy Davies (Daniel), Henry Ian Cusick (Desmond), Josh Holloway (Sawyer), Daniel Dae Kim (Jin), Yunjin Kim (Sun), Ken Leung (Miles), Elizabeth Mitchell (Juliet) e William Blanchette (Aaron) non appaiono in questo episodio.
Per la prima volta Josh Holloway (Sawyer) non appare per due episodi consecutivi dall’inizio del telefilm. Terry O'Quinn (Locke) invece in questo episodio appare in ogni scena.
Questo episodio è incentrato su John Locke.
Questo episodio, insieme al precedente “316” sono stati scritti contemporaneamente da Lindelof e Cuse. “Vita e morte di Jeremy Bentham” però originariamente doveva andare in onda prima dell’altro, ma alla fine sono stati scambiati perché Lindelof pensava fosse meglio così.
Questo episodio nella versione originale presenta sei minuti di girato in più rispetto al consueto.
La scena che dà il via a questo episodio originariamente doveva servire per aprire la prima puntata di questa stagione.
Il quotidiano che Charles Widmore mostra a Locke è una copia del London Daily Tribune (il quotidiano non esiste nella realtà). Datato 14 gennaio 2005, esso presenta in prima pagina un articolo sul ritorno dei sei dell’Oceanic; inoltre c’è un articolo sul cambio euro / dollaro nella stessa pagina.
Locke compra il cavo che poi userà per impiccarsi alla Angel's Hardware.
Charles Widmore ha settant’anni quando incontra John in Tunisia, infatti in questo episodio racconta che aveva diciassette anni quando si conobbero nel 1954, e la conversazione di questo episodio avviene tre anni dopo lo schianto aereo.
Il numero di targa dell’auto tunisina che porta John in ospedale è 342-6346.
Caesar trova una copia della rivista Life datata 19 aprile 1954; la storia di copertina è “The awesome fireball - color pictures of hydrogen test”, riguardante i test effettuati dagli americani con le bombe ad idrogeno.
Il passaporto falso di John, canadese, è stato emesso il 12 dicembre 2007; riporta come data di nascita il 15 febbraio 1948 (15, 4 e 8 sono tre dei numeri maledetti). Nell’episodio 5x03 “La bomba” John dice a Richard che è nato il 30 maggio 1956 a Tustin, California; nell’episodio 3x03 “Ulteriori istruzioni” il suo porto d’armi riporta come data di nascita il 15 novembre 1946.
La data della morte di Helen Norwood, che appare sulla sua tomba, è 8 aprile 2006. 4 e 8 sono due dei numeri maledetti.
Charles Widmore spiega a John che se vorrà contattarlo, dovrà digitare il numero 23 sul cellulare che gli consegnerà… 23 è uno dei numeri maledetti.
Walt frequenta la scuola che si trova all’angolo tra la 8^ Avenue e la 67^ Strada. 8 è uno dei numeri maledetti.
Quando John e Walt si incontrano a New York si trovano all’angolo tra la 67^ e la 9^ Strada; tuttavia queste strade non si incrociano nella realtà. Inoltre dopo la 59^ Strada tutte le vie portano un nome e non il numero identificativo (la 9^ ad esempio si chiama “Columbus Avenue”). Infine il cartello della metropolitana che si vede contiene la parola “Columbus”, ma in realtà la fermata più vicina a quel luogo è la Lincoln Center, sulla Broadway; la fermata “Columbus Circle” è otto isolati più a sud.
L’ospedale psichiatrico Santa Rosa negli episodi precedenti è stato mostrato come un luogo in cui Jack poteva fermarsi per fare visita ad Hurley mentre tornava dal lavoro; in questo episodio invece viene detto che l’ospedale si trova a Santa Rosa, California, che è una cittadina distante più di quattrocento miglia dall’ospedale dove lavora Jack, che si trova a Santa Monica.
La foto di sorveglianza di Widmore ritraente Sayid lo mostra al lavoro sulla stessa casa e nella stessa posizione in cui John lo trova quando va a chiedergli di tornare sull’isola. Considerando il tempo trascorso da Locke per viaggiare dalla Tunisia a Santo Domingo… Sayid non sarebbe dovuto essere allo stesso punto.
Quando John pende dal soffitto si nota l’ombra di un cavo dietro a quella dell’attore, e si nota leggermente anche il cavo stesso dietro il collo di Terry O’Quinn, che lo tiene sospeso. 
 
 
 
Episodio 5.08 - 90
Titolo Originale : LaFleur
Titolo Italiano : LaFleur

trasmesso in USA il :4 marzo 2009
trasmesso in Italia il :11 agosto 2009

Scritto da : Kyle Pennington, Elizabeth Sarnoff
Diretto da :Mark Goldman
 
Guest Stars: Doug Hutchison (Horace Goodspeed), Nestor Carbonell (Richard Alpert), Patrick Fischler (Phil), Reiko Aylesworth (Amy), John Skinner (Altri #1), Carla Buscaglia (Heather), Molly McGivern (Rosie), Christopher Jaymes (medico), Kevin Rankin (Jerry)

Riassunto :
Al pozzo, in mezzo alla giungla, Sawyer osserva la discesa di Locke. D’improvviso lui e i compagni vengono avvolti dalla consueta luce bianca; rendendosi conto di quello che sta accadendo l’uomo afferra la corda e grida a John di tenersi forte; il flash termina, e il pozzo scompare: la corda finisce direttamente nel terreno. Sawyer scava disperatamente, ma Juliet lo ferma affermando che oramai non possono più aiutare Locke: dovunque sia finito, se n’è andato, si trovano in un’epoca in cui il pozzo ancora non è stato costruito. Miles aggiunge che si trovano molto indietro nel tempo, puntando il dito verso gli alberi: oltre la cima, a qualche chilometro, si nota il dorso di un’antica e gigantesca statua; lunghi capelli cadono su spalle poderose del soggetto raffigurato…
Il gruppo non ha il tempo di focalizzare bene l’immagine perché improvvisamente c’è un nuovo flash: questa volta violento, profondo… Quando la luce scompare, i compagni si ritrovano a terra: quasi ci fosse stato un terremoto! Sawyer osserva la radura e si rende conto che il pozzo è tornato; si alza e afferra la corda, saltando il muretto per andare a salvare John. Capisce però che il pozzo è stato riempito di pietre, mentre Juliet si accorge che il suo mal di testa è sparito. Miles afferma che anche il suo non c’è più, e non soffre nemmeno più di epistassi… Il gruppo si convince che tutto sia finito, forse Locke è riuscito a fare quello che doveva. Sawyer avverte gli altri che devono aspettare che ritorni, ma Juliet di contro gli domanda per quanto tempo… Sawyer replica che aspetteranno per il tempo che ci vorrà.
Tre anni dopo, in una stanza piena di vecchi computer, un uomo vestito con una tuta della Dharma accende lo stereo per ascoltare una canzone. Inizia quindi a ballare con una ragazza, ma viene raggiunto da un altro uomo, Phil, il quale rimprovera la coppia avvertendoli che sono di turno: è meglio che LaFleur non scopra che i due si sono distratti. La donna nota qualcosa in uno dei monitor, c’è un uomo vicino ai piloni: è Horace Goodspeed, che ubriaco fa saltare in aria alcuni alberi con la dinamite. Jerry avverte la donna di andarsene e di dimenticare di essere passata a trovarlo, lui e Phil decideranno cosa fare dopo… L’unica soluzione è svegliare LaFleur, così si recano a casa di quest’ultimo e bussano alla sua porta, svegliandolo: si tratta di Sawyer! Questi afferra la sua tuta, che riporta come scritta “LaFleur – Capo della Sicurezza”, e si allontana con Phil e Jerry.
Sawyer rimanda i due alla sala controllo e prende con sé Miles, anch’egli membro della sicurezza; il gruppetto si reca con un furgone a recuperare Horace e lo trova svenuto, così Sawyer lo riporta a casa. Amy, la sua compagna incinta, chiede a Sawyer di metterlo sul divano e gli racconta che hanno litigato per Paul. Improvvisamente Amy ha le contrazioni, e si rende conto di essere entrata in travaglio.
Tre anni prima Sawyer, Juliet, Jin e Miles ritrovano Daniel nella giungla, mentre l’uomo parla da solo. Faraday spiega loro che Charlotte è morta, e durante l’ultimo flash il cadavere è scomparso: probabilmente lei se n’è andata e loro invece sono rimasti. Il gruppo decide di tornare alla spiaggia, ma mentre stanno camminando per la giungla sentono degli spari; seguendo il rumore arrivano ad una radura, dove due membri degli Altri vestiti con abiti logori si trovano in piedi di fronte ad un uomo e ad una donna: l’uomo è morto, mentre uno degli Altri obbliga la donna ad indossare un sacco sulla testa. Miles non vuole essere coinvolto, ma Daniel afferma che non importa cosa vorranno fare, quello che è accaduto è accaduto.
Sawyer decide di intervenire, e Juliet gli dà manforte: i due appaiono dietro agli Altri e Sawyer ordina loro di mettere giù le armi, ma uno di essi si gira per sparargli… E’ lui però a cadere, sotto le pallottole di Juliet! Sawyer spara al secondo, poi si avvicina alla donna e le toglie il sacchetto dalla testa: è spaventata e in lacrime, e chiede loro chi siano. Sawyer le racconta che la loro nave è naufragata sull’isola, poi aggiunge che è meglio si allontanino velocemente: quegli uomini avevano delle radio, e forse sono riusciti a chiamare rinforzi. La donna, Amy, replica che devono seppellirli; se i corpi dovessero essere ritrovati la tregua sarebbe infranta… Inoltre devono riportare Paul al campo, era suo marito; Sawyer acconsente.
Una volta terminato il lavoro, Amy conduce il gruppo all’accampamento della Dharma. Miles non è certo che riusciranno a convincere i membri del progetto che sono i sopravvissuti di un naufragio, ma Sawyer ribatte che possono farlo, lui è un professionista della menzogna dato che lo faceva per vivere. Improvvisamente Juliet grida a Daniel di fermarsi, sono arrivati ai piloni e il fisico stava per attraversare la barriera. Senza pensare Juliet chiede ad Amy di disattivare la protezione, e la donna si insospettisce… Juliet tenta di spiegare che quei piloni sembrano una specie di barriera sonica, o qualcosa del genere; Sawyer aggiunge che hanno appena salvato la vita di Amy, e nascosto i cadaveri degli Altri: dovrebbe fidarsi di loro! Amy disattiva la barriera, ma mentre vi camminano attraverso tutti cadono a terra… Amy si toglie dei tappi per le orecchie e dimostra di aver ingannato i suoi salvatori, non aveva assolutamente disattivato il sistema protettivo.
Lost LaFleurTre anni dopo Sawyer aiuta Amy, incinta, ad arrivare all’infermiera. Il medico però afferma che la paziente ha bisogno di un cesareo, ma lui non sa come procedere perché è un internista, non un ginecologo… Sawyer sa dove trovare l’ostetrica, e si reca alle officine raggiungendo Juliet, che sta saldando alcuni componenti sotto ad uno dei furgoni: vuole che la donna lo aiuti, ma Juliet replica che questo romperebbe il loro accordo, ogni volta che ha tentato di assistere una donna durante il parto sull’isola la paziente è morta! Sawyer ribatte che forse quello che causava le morti ancora non è accaduto, Juliet deve provarci perché è l’unica che può!
Juliet si reca in infermiera e si mette all’opera; fuori intanto Sawyer aspetta mentre Jin lo raggiunge informandolo che hanno terminato il settore 133, ma non ci sono ancora tracce dei loro compagni. Sawyer gli chiede di iniziare il settore 134; Jin di contro domanda per quanto tempo continueranno a cercare, e Sawyer replica che proseguiranno per quanto tempo sarà necessario. Juliet esce piangendo; James è preoccupato e chiede cosa sia accaduto, ma Juliet replica che Amy e il bambino stanno bene: è un maschietto.
Tre anni prima, dopo essere stato colpito dalla barriera sonica, Sawyer riprende conoscenza nella sala giochi del villaggio Dharma, dove Horace Goodspeed lo sta fissando. Sawyer chiede notizie dei compagni e del motivo per il quale lo sta interrogando, ma Horace spiega che hanno dei protocolli di difesa specifici perché sull’isola ci sono degli indigeni ostili. Sawyer racconta di chiamarsi Jim LaFleur, e prosegue con la bugia del naufragio: si trovavano su una nave alla ricerca di un famoso relitto, una vecchia nave negriera chiamata Roccia Nera; purtroppo la nave è incappata in una tempesta e alla fine lui e i compagni sono naufragati sull’isola. Dopo essersi ripresi, sono entrati nella giungla alla ricerca degli altri membri dell’equipaggio… Horace spiega a Sawyer che hanno un sottomarino che partirà il giorno successivo, lui e i suoi amici potranno salirci e verranno accompagnati a Tahiti. Sawyer però replica di aver bisogno di una settimana o due per trovare i compagni scomparsi, ma Horace replica di no: se li ritroveranno accompagneranno anche loro, le regole impongono che solamente i membri del progetto Dharma possano restare nel complesso, e il suo interlocutore non è certo la persona adatta.
Jin, Juliet, Miles e Daniel siedono fuori, vicino agli alloggi; Juliet fa notare che la sua casa era proprio poco lontano da lì, abitava in quel villaggio dopo che gli Altri si erano impadroniti di esso. Jin domanda se ci saranno altri flash, ma Faraday replica di no: ora il disco gira nuovamente, si trovano solamente nella “canzone sbagliata”. Daniel vede una donna dai capelli rossi camminare poco distante, con la sua bambina anch’essa dai capelli rossi, e tra sé mormora “Charlotte”…
Sawyer e Horace si avvicinano al gruppo e il primo spiega loro che lasceranno l’isola il mattino successivo. Improvvisamente un allarme suona, e i membri della Dharma entrano nel panico barricandosi nelle loro case. Phil fa nascondere il gruppo di Sawyer nella casa più vicina, mentre fuori dalla finestra Richard entra nell’accampamento e, avvicinando Horace, afferma che la tregua è stata infranta. Alpert vuole sapere dove siano i suoi uomini; dall’interno della casa Sawyer osserva i due leader litigare. Poco dopo Horace entra in casa pronto a cominciare una guerra, ma Sawyer gli chiede di permettergli di parlare con Richard.
Sawyer esce dalla casa e spiega a Richard che è stato lui ad uccidere i suoi uomini: gli racconta quanto accaduto, riportando di aver dato loro la possibilità di abbassare le armi e andarsene, ma loro gli hanno sparato e lui si è difeso. Quelli della Dharma non sono la sua gente, per cui la tregua non è stata infranta… Alpert gli chiede chi sia, e Sawyer domanda di contro se abbiano seppellito “Jughead”, la bomba ad idrogeno. Richard è incuriosito e gli chiede come faccia a sapere di quella bomba; Sawyer spiega che lo sa nello stesso modo in cui sa che venti anni prima John Locke è andato nel suo campo, gli ha detto che era il loro leader e poi è scomparso… Lui sta aspettando che John Locke ritorni! Alpert replica che non importa chi sia, due dei suoi sono morti e questo necessita di un po’ di giustizia.
Sawyer e Horace si recano da Amy e le spiegano che LaFleur ha raggiunto un accordo con gli Ostili: ha rivelato loro dove hanno seppellito i cadaveri dei due uomini, ma Richard vuole anche il corpo di Paul. Amy si commuove ed afferma che Paul l’avrebbe permesso per farli restare in salvo, per cui accetta; prima di lasciargli prendere il corpo però la donna prende un ciondolo a forma di croce egizia dal collo del marito. Horace racconta a Sawyer che il sottomarino tornerà entro due settimane; lui e i suoi potranno rimanere nel campo per quel tempo così da cercare il resto dei compagni.
Sawyer informa Juliet che ha guadagnato ancora due settimane, ma la donna intende andarsene: sta cercando di lasciare l’isola da più di tre anni, e quella è la sua occasione. Sawyer è ferito da questa affermazione, intende davvero lasciarlo? Chi gli guarderà la spalle? Juliet resta impressionata dalla risposta e accetta, ancora due settimane…
Tre anni dopo Sawyer torna a casa dopo il lavoro, ma prima si ferma a raccogliere un fiore e lo porta a Juliet, che sta preparando la cena. Le racconta che è stata fantastica quel giorno, e la dottoressa lo ringrazia per aver creduto in lei, poi lo abbraccia e lo bacia. Alla fine gli dice di amarlo, e Sawyer replica che anche lui la ama.
Horace si risveglia con i postumi della sbornia, e Sawyer lo informa che Amy ha partorito. Horace gli racconta di aver trovato il ciondolo di Paul in fondo ad un cassetto, e si è arrabbiato perché Amy l’ha conservato per tutto quel tempo, tre anni non sono abbastanza per superare la morte di qualcuno? Sawyer narra di aver avuto una cotta per una ragazza un tempo, ma non ha funzionato… Si chiedeva se avrebbe mai smesso di pensarla, di preoccuparsi per lei, ma ora si ricorda a malapena il suo viso: se n’è andata, e non tornerà mai più. Tre anni sono assolutamente abbastanza per scordarsi di un amore passato.
Il mattino successivo Sawyer e Juliet vengono svegliati dal suono del telefono. All’altro capo dell’apparecchio c’è Jin, e Sawyer resta scioccato nell’apprendere quello che l’amico gli sta raccontando: gli chiede quindi di non portarli al villaggio, ma di recarsi nella vallata nord. Sawyer si precipita fuori, non rivelando nulla a Juliet, poi si reca al luogo dell’appuntamento. Jin raggiunge il posto con il furgone e dal mezzo scendono Hurley, Jack ed infine Kate. La ragazza lo vede e gli sorride; Sawyer è incredulo…


Curiosità :
Sebbene accreditati, Naveen Andrews (Sayid), Henry Ian Cusick (Desmond), Michael Emerson (Ben) e Yunjin Kim (Sun) non appaiono nell’episodio. Matthew Fox (Jack), Jorge Garcia (Hurley) ed Evangeline Lilly (Kate) vi appaiono, ma non hanno battute. Terry O'Quinn (Locke) vi appare anch’esso, ma solo in sequenze preregistrate.
Questo è il sesto episodio della serie ambientato interamente sull’isola.
Questo è il primo episodio dedicato a Sawyer dal quarto della terza stagione “Ognuno pensi per sé”.
Questo episodio è unico finora per la particolare ambientazione nel tempo. In primo luogo, mentre solitamente sono state usate le parole per indicare epoche o luoghi, in questa puntata esse vengono usate sia per indicare i flashback, che i flashforward, che il presente. Inoltre, mentre nell’episodio 4x07 “Ji Yeon” sono stati utilizzati sia flashback che flashforward nella stessa puntata, in questo per la prima volta i segmenti della storia sono in un certo senso contemporaneamente sia flashback che flashforward. Le scene del 1977 sono flashforward perché gli eventi hanno luogo tre anni dopo la storia ambientata sull’isola degli episodi precedenti; sono anche flashback perché precedono quelli mostrati alla fine dell’episodio 5x06 “316”. Inoltre in un certo qual modo sono anche ambientati nel presente, perché la parte finale dell’episodio ha luogo immediatamente dopo che Jin ha ritrovato Jack, Kate e Hurley nella puntata “316”.
Insieme agli episodi 4x08 “Vi presento Kevin Johnson” e 5x07 “Vita e morte di Jeremy Bentham” questo è il terzo episodio dall’inizio del telefilm in cui il titolo contiene lo pseudonimo di uno dei protagonisti.
Il logo Dharma riportato sulle tute di Sawyer, Miles e Jin è una stella a cinque punte, come quella degli sceriffi, e rappresenta il reparto sicurezza del progetto.
LaFleur viene per la prima volta menzionato nel filmato di Pierre Chang proiettato al Comic-Con 2008. Alla fine del filmato infatti Chang dice: “LaFleur, cosa stai facendo?”.
Alla fine dell’episodio, quando Sawyer e Kate si rincontrano, in sottofondo si ode la musica che accompagnò i due personaggi rinchiusi nella stessa gabbia durante la terza stagione.
Sawyer informa Horace che ora ha un figlio, ma la cattiva notizia è che si è perso il parto. E la stessa cosa è accaduto a Sawyer nel suo passato, con la piccola Cassandra.
Il membro degli Altri ucciso da Sawyer ha un tatuaggio a forma di ferro di cavallo sul bicipite destro. Questo tipo di tatuaggi, molto utilizzato dai marinai, è considerato anche un simbolo della fertilità femminile: la parte aperta dell’oggetto infatti rappresenta il ventre di una donna.
Il ciondolo di Paul, rappresentante una croce egizia, indica fertilità e vita eterna. La gigantesca statua che Sawyer e gli altri vedono sull’isola sembra portare due croci egizie nelle mani.
I baffi ed il pizzetto di Jin, oltre a qualche cicatrice sul suo viso, nelle prime scene di questo episodio sono scomparsi rispetto alla fine dell’episodio 5x05 “Questo posto è la morte” e al recap iniziale.
La barba di Sawyer si modifica in maniera evidente (barba vera / barba finta) nelle scene ambientate nel 1974.
La maggior parte delle tute della Dharma riportano il nome di battesimo del loro proprietario e il ruolo che ricopre; quella di Sawyer tuttavia ne riporta il cognome e il ruolo.
All’inizio dell’episodio, quando Sawyer si allontana dalla porta di casa per vestirsi con la tuta Dharma e andare a vedere cosa sta combinando Horace, indossa una maglietta bianca; tuttavia, dopo essersi infilato la tuta, la sua maglietta è diventata verde.
Mentre Horace interroga Sawyer nella stanza dei giochi in un angolo si nota il flipper Cyclone. Ma quel modello è stato prodotto nel 1988, mentre la scena è ambientata nel 1974…
La tabella di Snellen che si vede dietro ad Amy mentre la donna partorisce è stata redatta da Alex Eulenberg, nato nel 1970… Di conseguenza, se non ha creato la tabella prima degli otto anni, è impossibile che si trovi sull’isola nel 1977… Inoltre questa tabella non è approvata per uso medico.
Quasi alla fine dell’episodio, quando Sawyer scende dalla jeep in attesa di Jin, qualche secondo dopo durante un primo piano si nota un piccolo microfono nero nel bavero della tuta Dharma che porta. Inoltre delle tracce di pneumatici si possono notare prima che il furgone guidato da Jin raggiunga la posizione di parcheggio: la scena probabilmente è stata girata più volte, o gli sono stati lasciati dei segnali per sapere dove fermarsi.
Una leggenda metropolitana diffusa tra i fan di Lost dice che Nestor Carbonell usa l’eyeliner: il suo personaggio viene quindi ribattezzato “guyliner”… In questo episodio gli autori riprendono la storia facendo dire a Sawyer (in versione originale), mentre parla con Horace, “il tuo amico là fuori con l’eyeliner”. La leggenda metropolitana è stata smentita in alcune interviste con Nestor Carbonell, che ha delle ciglia naturalmente molto scure.
 
Musica:
“Candida” di Tony Orlando and Dawn.
 
 
Episodio 5.09 - 91
Titolo Originale : Namaste
Titolo Italiano : Namaste

trasmesso in USA il :18 marzo 2009
trasmesso in Italia il :11 agosto 2009

Scritto da : Brian K. Vaughan, Paul Zbyszewski
Diretto da :Jack Bender

Guest Stars: Reiko Aylesworth (Amy), Patrick Fischler (Phil), Zuleikha Robinson (Ilana), Said Taghmaoui (Caesar), Jeff Fahey (Frank Lapidus), Brad William Henke (Bram), Francois Chau (Pierre Chang), John Terry (Christian Shephard), Sterling Beaumon (giovane Ben), Dan Gauthier (copilota)


Riassunto :
Il volo 316 della Ajira Airlines viaggia nella notte, ma viene improvvisamente colpito da una turbolenza. Frank e il suo copilota tentano in tutti i modi di controllare l’aereo, ma una luce bianca si spande attorno ad esso e penetra dalle finestre; gli allarmi cominciano a suonare, e l’aereo viene scosso violentemente. Frank tenta di rimettere in equilibrio il velivolo disattivando il pilota automatico, mentre la luce continua a pervadere tutto… E improvvisamente è giorno! Lapidus non ha neanche il tempo di capire cosa stia accadendo perché l’aereo sta per schiantarsi sulla cima di una collina dell’isola, coperta da fitta vegetazione. Ordina di avere più potenza e fa virare il mezzo attorno alla montagna; il copilota grida il mayday nella radio, mentre Frank nota un’isola più piccola con una piccola pista d’atterraggio, anche se piuttosto sterrata. Decide quindi di dirigersi verso di essa e riesce a far atterrare l’aereo, ma la velocità è troppo alta e il mezzo supera la pista schiantandosi contro alcuni alberi alla fine della strada.
Frank riprende conoscenza e nota che un grosso ramo ha rotto il finestrino e impalato il copilota. Si precipita quindi nella cabina principale, dove nota le disastrose condizioni dell’ambiente: bagagli e corpi sono dappertutto. Trova Sun, che sta bene, ma Jack, Kate ed Hurley non ci sono: un uomo afferma che sono andati… Girandosi Frank nota che è stato Benjamin Linus a parlare; il pilota chiede dove siano andati, ma Ben replica che non può saperlo.
Trent’anni prima, sull’isola, Sawyer osserva Hurley, Jack e Kate uscire dal furgoncino di Jin. Per loro sono passati tre anni, e sono scioccati di essere nuovamente sull’isola; Sawyer di contro non riesce a credere che siano veramente tornati: Locke aveva detto che li avrebbe riportati… Sawyer chiede dove sia John, e Jack spiega che è morto; Sawyer si intristisce mentre Hurley gli domanda come mai lui e Jin siano vestiti con le tute della Dharma. Sawyer spiega che ora loro fanno parte del progetto Dharma… Jack vuole sapere se siano tornati sull’isola, ma Sawyer replica di no, si trovano nel 1977… Jack, Kate e Hurley sono sconvolti, tentano di capirci qualcosa e Sawyer racconta di far parte della Dharma da tre anni, lo stesso lasso di tempo che è passato anche per i Sei. Sawyer intende portarli al campo base, ma Hurley replica che è meglio trovare prima gli altri compagni che si trovavano sull’aereo. Jin chiede di chi stia parlando, e Jack replica che si tratta di Sayid, Lapidus e Sun. Jin si preoccupa, e precipitandosi al furgone grida che sta per andare alla stazione Fiamma: se l’aereo è atterrato sull’isola, Radzinsky lo saprà di certo.
Sawyer ordina agli altri di stare nascosti lì finché non troverà il modo di spiegare la loro presenza, poi torna al villaggio e trovata Juliet le racconta che Jack, Hurley e Kate sono tornati. Questo colpisce la donna, mentre Sawyer afferma che deve trovare il sistema di portarli lì prima che qualcuno li trovi. Juliet sostiene che il sottomarino tornerà nel pomeriggio, e Sawyer inizia a formulare un piano.
Jin si precipita alla Fiamma e domanda a Radzinsky se il radar abbia rilevato un aereo schiantatosi sull’isola. Radzinsky replica di no, ma Jin gli fa controllare meglio anche attraverso le altre stazioni. Improvvisamente un allarme si attiva, probabilmente un ostile è penetrato nel perimetro; Jin vede dove si trova e prendendo un fucile si allontana, seguito da Radzinsky.
Sull’isola piccola Frank raggruppa i sopravvissuti attorno a lui, e spiega che la radio non funziona: devono restare insieme e attendere che qualcuno arrivi a salvarli. Caesar domanda dove si trovino, ma Frank non lo sa: l’isola non è presente sulle mappe. Caesar fa notare che ci sono edifici e gabbie per animali; inoltre c’è un’isola più grande poco lontana, forse dovrebbero perquisire i fabbricati e magari troverebbero una radio. Altri sopravvissuti annuiscono, e Lapidus si rende conto che Caesar si rivelerà un problema…
Con la coda dell’occhio Sun nota che Ben si sta allontanando furtivamente, e lo segue; l’uomo afferma che intende tornare sull’isola, e chiede a Sun se vuole andare con lui. La donna domanda se Jin sia lì, ma Ben replica che non lo sa, tuttavia è un buon posto per iniziare a cercarlo. Lapidus li raggiunge e domanda a Sun come mai si fidi di Ben; lei spiega che deve farlo.
Juliet va a trovare Amy; dato che la donna ha partorito non vuole che riprenda subito a lavorare e si offre di occuparsi della fase di reclutamento che si terrà nel pomeriggio. Amy spiega che il sottomarino è quasi pieno, un paio di nuovi membri hanno rinunciato perché non volevano farsi sedare per il viaggio… Juliet controlla il bambino e domanda se abbiano deciso come chiamarlo; Amy replica di sì, propendono per Ethan. Juliet nasconde la sua reazione a quel nome e sorride.
Jin perquisisce la giungla e si ritrova davanti Sayid, che indossa un paio di manette di plastica. L’iracheno è sorpreso di trovarsi davanti Jin, il quale gli chiede dove si trovi Sun; Sayid spiega di non saperlo. Radzinsky si avvicina attraverso i cespugli e Jin deve pensare in fretta: decide di spingere brutalmente a terra Sayid e di puntargli il fucile alla testa, poi gli ordina di non dire una parola, o morirà.
Sawyer torna da Jack, Kate e Hurley spiegando che entreranno a far parte dei nuovi membri che arriveranno con il sottomarino: dato che non ci saranno altri rinforzi per almeno sei mesi, devono sbrigarsi o saranno costretti a fare campeggio nella giungla per mesi. Consegna loro dei vestiti anni ’70 per cambiarsi, poi li accompagna al villaggio per essere accolti, Juliet ha inserito i loro nomi sulla lista. I tre si sottopongono al processo di accoglienza e ottengono gli incarichi; Jack lavorerà al capanno, come inserviente… Miles li raggiunge ed è scioccato di rivederli; poi informa Sawyer che Jin ha catturato un ostile e lo tiene prigioniero alla Fiamma: si tratta di Sayid.
Sawyer guida fino alla Fiamma e chiede a Jin cosa stia succedendo; Jin spiega che Radzinsky è convinto Sayid sia un ostile, per cui non li lascia mai da soli… Sawyer parla con Radzinsky, il quale afferma che l’ostile ha visto la piantina della stazione Cigno: secondo lui è una spia, per cui è meglio eliminarlo. Jin porta Sayid fuori dal magazzino, ma prima che il prigioniero possa dire una parola Sawyer gli ordina di dichiararsi ostile, secondo i termini della tregua: altrimenti hanno il diritto di sparargli. Sayid acconsente, è uno di loro… Sawyer spiega che ora possono procedere come gentiluomini e lo porteranno alla centrale operativa della sicurezza; Radzinsky non è entusiasta della cosa e afferma che riporterà i fatti ad Horace.
Sull’isola più piccola Ben scopre tre piroghe, nascoste tra la vegetazione. Sun chiede a Frank di unirsi a loro, ma il pilota replica di doversi occupare dei sopravvissuti. Ben acconsente e aggiunge che anche lui deve occuparsi della sua gente, poi spiega dove si trova il porto dell’isola maggiore. Improvvisamente Sun colpisce Ben in testa con un remo e lo manda KO… Frank afferma che pensava si fidasse di lui, ma Sun replica che ha mentito.
Di notte Frank e Sun pagaiano fino al porto indicato da Ben; qualcosa di scuro fa tremare le foglie dei cespugli, ma Sun afferma che si tratta solo di un animale. I due continuano fino a raggiungere un villaggio completamente abbandonato: non c’è nessuno, sembra una città fantasma ed è completamente silenziosa. Improvvisamente vengono circondati da sussurrii; quando il rumore cessa una luce illumina una delle case. La porta si apre e ne esce un uomo, Christian Shephard. Sun gli chiede se sappia dove si trova Jin, e Christian li prega di seguirli.
Christian li conduce fino ad un vecchio edificio; su un muro ci sono delle foto appese. L’uomo ne indica una del 1977 e spiega che lì c’è suo marito con gli amici; Sun e Lapidus osservano la vecchia immagine dei nuovi membri del progetto Dharma e notano Jack, Kate e Hurley nel gruppo. Christian spiega loro che hanno ancora un lungo cammino da percorrere...
Lost  NamasteAl villaggio un fotografo scatta alcune foto dei nuovi compagni, e fa dire loro “Namaste!”. Mentre le persone si disperdono ed entrano nelle loro nuove case Jack, Kate e Hurley vedono Sawyer arrivare ed accompagnare Sayid nella centrale della sicurezza. Sawyer lancia loro un’occhiata dal chiaro significato; poi entrato nell’edificio chiude Sayid in una cella, ordinando alle guardie di portargli un po’ di cibo.
Quella notte Jack bussa alla porta di Sawyer ed è sorpreso di trovarvi Juliet. Spiega di voler parlare con James, forse ha sbagliato casa, ma la donna ribatte che non ha sbagliato e lo invita ad entrare. Sawyer è seduto a leggere, e Jack si rende conto che i due sono una coppia… Juliet li lascia da soli a parlare, e Jack domanda cosa stia accadendo; James lo informa che Sayid è al sicuro, e lui sta lavorando ad un nuovo piano per il futuro. Il chirurgo non è entusiasta della risposta, ma l’altro replica che ha bisogno di tempo per pensare: di certo questo non avrà senso per lui, quando Jack si divertiva a fare il capo reagiva alle cose senza riflettere, e un sacco di persone sono finite sotto terra! Jack ribatte di essere riuscito a lasciare l’isola con alcuni compagni, ma l’altro gli fa notare che ora si trova esattamente dove tutto era iniziato. Jack se ne va, e James lo osserva; alzando lo sguardo nota Kate in piedi sul suo portico, anch’essa con lo sguardo rivolto a lui. Con un cenno della mano rientra in casa e chiude la porta.
Nella centrale della sicurezza un ragazzino entra portando un panino a Sayid. Gli chiede se sia un ostile e poi gli domanda il nome; Sayid risponde e il ragazzino si presenta: si chiama Ben… Sayid capisce che quello che ha di fronte è il giovane Benjamin Linus.


Curiosità :
Sebbene accreditati Jeremy Davies (Daniel), Henry Ian Cusick (Desmond) e Terry O'Quinn (Locke) non appaiono nell’episodio. Questa è la prima puntata della stagione in cui non appare mai Terry O’Quinn.
Questo episodio non è dedicato esclusivamente ad un personaggio principale.
Per la prima volta in questo episodio Pierre Chang si vede in un’epoca ben definita, ed entra in contatto con uno dei sopravvissuti.
La cattura di Sayid, individuato come ostile, viene indicata con il codice “14-J”, lo stesso udito nel messaggio telefonico automatico dopo che Alex aveva inserito il codice di disattivazione nel pannello di controllo della barriera sonica.
Radzinsky sta lavorando sul modello di una cupola geodetica, parte di un modellino più grande della stazione Cigno, quando Jin lo raggiunge nella stazione Fiamma.
Su uno dei televisori della Fiamma va in onda il Muppet Show.
Sawyer dà ad Hurley una maglietta della University of Georgia, con il simbolo dell’università (un bulldog) disegnato sopra. Josh Holloway ha frequentato brevemente proprio la University of Georgia.
Mentre il copilota tenta di lanciare il mayday, intercetta una trasmissione che legge i numeri maledetti. Tuttavia non si sa chi abbia fatto ripartire questo messaggio, dato che nel 1988 esso era stato sostituito dalla richiesta di aiuto di Danielle, e la trasmissione di quest’ultima è terminata nel 2004 durante gli eventi della season finale della terza stagione nell’episodio “Attraverso lo specchio”.
Quando Juliet tiene in braccio il piccolo Ethan, sulla sua spalla c’è un asciugamani nella prima inquadratura, mentre nella successiva non c’è più. Inoltre il bambino in alcune inquadrature è evidentemente un bambolotto.
La tuta di Jack riporta la scritta “Workman”, quelle di Roger e Ben viste in passato riportavano invece le parole “Work Man”.
Nella scena in cui Frank indirizza i sopravvissuti alla spiaggia una ragazza con una maglietta violetta (Bethany Leigh Shady, che è la fidanzata di Jorge Garcia) si trova esattamente dietro Sun; nella scena successiva tuttavia è lontano dalla coreana, mentre in quella dopo ancora quando Sun segue Ben è di nuovo dietro a Sun.
Il cartellone “Welcome New Recruits” si vede legato tra due grossi alberi; nella scena successiva però, quando Sawyer scorta Jack, Sun e Hurley dentro al fabbricato, prima che Miles arrivi, il cartellone è girato in maniera diversa e la parte sinistra è legata ad un fabbricato invece che all’albero.
Dopo che Christian Shephard ha mostrato a Sun la foto del 1977 una persona sconosciuta si intravede nella stanza dietro di lei; non si capisce però se sia solo un membro dello staff ripreso per errore o un personaggio dello show.
Quando Sun osserva la foto del 1977 Hurley guarda davanti; nel flashback invece Hurley guarda Kate quando la foto viene scattata.
Quando Jin si allontana dalla Fiamma per trovare l’ostile, c’è un silos con sopra il numero 4: 4 è uno dei numeri maledetti.

Musica:
“Dharma Lady” di Geronimo Jackson, “Ride captain ride” dei Blues Image. 
 
 
 
Episodio 5.10 - 92
Titolo Originale : He's our you
Titolo Italiano : Lui è il nostro te

trasmesso in USA il :25 marzo 2009
trasmesso in Italia il :18 agosto 2009

Scritto da : Edward Kitsis, Adam Horowitz
Diretto da :Greg Yaitanes

Guest Stars: Reiko Aylesworth (Amy), Zuleikha Robinson (Ilana), Jon Gries (Roger Linus), Doug Hutchison (Horace Goodspeed), Sterling Beaumon (giovane Ben), Patrick Fischler (Phil), Eric Lange (Radzinsky), Xavier Raabe-Manupule (fratello dodicenne di Sayid), Dmitri Boudrine (Ivan), Michael Hardy (Floyd), Joe Toro (barista), Anthony Keyvan (giovane Sayid), William Sanderson (Oldham), Sayed Bedreya (padre di Sayid), Molly McGivern (Rosie)

Riassunto :
A Tikrit, Iraq, un uomo ordina al figlio dodicenne di non comportarsi più come un bambino, deve essere uomo. Vuole che il ragazzino uccida un pollo, ma il giovane si rifiuta di farlo e il padre, arrabbiato con lui, lo obbliga a rimanere fuori dalla casa finché non sarà in grado di fare quello che gli ha chiesto. Il fratello minore del ragazzino lo raggiunge e freddamente, con estrema calma, afferra un pollo e gli spezza il collo; l’atto sembra non colpirlo minimamente, e il padre scoprendo che è stato il più piccolo ad uccidere l’animale si congratula con lui. Si tratta di Sayid…
Sayid, nella cella della stazione di sicurezza del progetto Dharma, viene raggiunto dal giovane Ben: quest’ultimo gli porta un altro sandwich e un libro, poi domanda se sia stato Richard a mandarlo lì raccontando che quattro anni prima scappando nella giungla si era imbattuto proprio in Alpert. Ben voleva unirsi agli Ostili, ma Richard spiegò che avrebbe dovuto essere paziente ed aspettare il momento giusto… Ben aggiunge che se anche Sayid sarà paziente, lui lo aiuterà.
In un appartamento, a Mosca, un uomo scappa da Sayid, ma l’iracheno butta giù la porta a calci e lo insegue. L’uomo raggiunge una cassaforte e la apre, offrendo al suo persecutore migliaia di euro per risparmiargli la vita, ma a Sayid il denaro non importa e spara alla sua preda due colpi. Poco dopo il killer raggiunge Ben per strada, e Linus lo informa che hanno terminato la missione: Sayid si è occupato di tutti quelli che rappresentavano una minaccia per i suoi amici. Ben gli augura il meglio e si allontana; Sayid però è frustrato e si chiede se sia tutto finito… Ben gli ricorda che non ha ucciso quelle persone per lui, inoltre fu proprio Sayid a chiedere il nome delle possibili minacce per i suoi amici: ora non c’è più nessuno nell’organizzazione di Widmore che può danneggiarli. Sayid gli chiede cosa dovrà farà da quel momento in poi, e Ben afferma che deve andare avanti con la sua vita, ora è libero.
Nella cella della Dharma Sayid viene interrogato da Horace e Radzinsky; il prigioniero però non parla e Horace si rende conto che dovranno passare al livello successivo.
A casa di Sawyer Juliet osserva Jack e Kate dalla finestra; Sawyer è in cucina, e la donna non riesce a nascondergli quello che sta provando: sa che la loro relazione è finita, tutto è finito! Sawyer le assicura che ha tutto sotto controllo, ma Horace li interrompe e spiega che il prigioniero non è intenzionato a parlare, per cui intende portarlo da Oldham. Sawyer replica che non intende permettere a quello psicopatico di fare nulla a Sayid, ci penserà lui a farlo parlare.
Sawyer raggiunge Sayid in cella e i due finalmente possono discutere da soli; il prigioniero è un po’ disturbato dal fatto che Ben Linus gli porti da mangiare, come fa Sawyer a vivere con lui? James replica che lo fa perché può; l’uomo è l’unico in grado di salvare Sayid e per fare ciò lo colpisce spiegandogli che devono far credere ai colleghi di aver ottenuto una confessione. Suggerisce quindi una storia che Sayid dovrebbe raccontare in merito agli Altri, in cambio del permesso di vivere all’interno della Dharma. Sayid però non vuole farlo, vuole essere liberato… Sawyer replica di non poterlo lasciare andare così, oramai gli abitanti del villaggio si fidano di lui ed è riuscito a costruirsi una bella vita in quel posto: se lo liberasse, perderebbe tutto. Sayid dovrà unirsi alla Dharma o cavarsela da solo, ma il prigioniero dopo una breve riflessione afferma di preferire la seconda ipotesi.
In mensa Hurley inizia a sentirsi bene nel vivere la sua nuova vita come addetto alle cucine. Il ragazzo porta il pranzo a Jack e Kate, ma gli scappa la notizia che Sawyer e Juliet sono una coppia… Kate non lo sapeva e chiede a Jack se lui ne avesse idea; il medico replica di sì.
Roger Linus, il padre di Ben, si avvicina alla cella di Sayid per pulire l’area. Ben gli si presenta alle spalle portando un altro sandwich a Sayid, e Roger lo sgrida per essere lì… Il prigioniero nota come Roger tratti il figlio, e quanto quest’ultimo tema il genitore, e sviluppa una sorta di empatia con il ragazzino.
Nel 2007 a Santo Domingo Sayid è entrato oramai nel mondo dell’edilizia. John Locke è riuscito a rintracciarlo, ma dopo la sua partenza è Ben a raggiungere l’iracheno. Sayid è scioccato nel vederlo, ma Ben gli spiega di volerlo avvertire: è in pericolo, John è stato assassinato e oramai hanno trovato anche Hurley. Sayid chiede come sia potuto succedere, pensava che avessero portato a termine la missione… Ben replica che Hurley è un obiettivo facile, vuole che Sayid vada ad occuparsi dell’uomo che sta spiando il ragazzo prima che questi entri in azione. Sayid chiede come mai debba occuparsene lui, e Ben replica che è la sua natura: è un killer! Sayid si arrabbia sentendo le sue parole e ordina a Ben di andarsene.
Sawyer, Horace, Radzinsky e Phil accompagnano Sayid da Oldham, il quale vive in mezzo alla giungla in un teepee. Oldham è un torturatore, e sembra particolarmente strano… L’uomo ordina agli altri di legare il prigioniero con le cinghie, poi versa alcune gocce di un particolare liquido su una zolletta di zucchero e obbliga Sayid ad ingoiarla; spiega quindi che quello aiuterà il prigioniero a raccontare loro la verità. Sawyer inizia a preoccuparsi…
Nel 2007 al porto di Long Beach Ben cerca di convincere Sayid, Kate e Sun di conoscere qualcuno in grado di rivelare loro come fare per tornare sull’isola. Sayid si chiama fuori e se ne va; giunto in un bar conosce una donna attraente che flirta con lui: si chiama Ilana. I due finiscono nella stanza d’albergo di lui, ma improvvisamente Ilana dà un calcio in faccia a Sayid e prende una pistola dalla borsetta, minacciandolo. Spiega di essere stata assunta dalla famiglia di Peter Avellino, l’uomo ucciso da Sayid nel campo da golf delle Seychelles, per portare il killer a Guam e rispondere finalmente di quello che ha fatto.
Nella giungla la droga inizia a fare effetto, e Sayid risponde alle domande con sincerità: si chiama Sayid Jarrah, indossava le manette perché è un pessimo soggetto ma non fa parte del gruppo degli Ostili. E’ tornato sull’isola con una aereo, si trovava sul volo Ajira numero 316; era già stato sull’isola prima, poi però era riuscito ad andarsene: chiedano a Sawyer, lui lo sa. Gli altri non hanno idea di chi sia “Sawyer”, e Sayid aggiunge di sapere cosa siano la stazione Fiamma, la stazione Perla e la stazione Cigno; poi racconta che tutti moriranno: ne è al corrente perché proviene dal futuro.
Sawyer è sollevato nel rendersi conto che i compagni non credono alla storia di Sayid. Oldham pensa di aver usato una dose troppo forte di farmaco, ma Horace è preoccupato e ordina che il prigioniero venga nuovamente rinchiuso in cella, organizzeranno un incontro per decidere cosa fare di lui.
Juliet mostra a Kate l’officina, dato che la ragazza è stata adibita alla mansione di meccanico, e le illustra dove si trovano attrezzi e pezzi di ricambio. Kate però non ha idea di cosa stia dicendo l’amica, e Juliet cambiando argomento le chiede se Jack le abbia rivelato che lei e Sawyer stanno insieme. Kate replica che in realtà è stato Hurley, e Juliet afferma che si sente sollevata perché non sapeva come informarla senza che le sue parole sembrassero un invito a stare alla larga dal suo uomo.
Durante l’incontro Radzinsky suggerisce di uccidere Sayid, dato che è una spia; Sawyer però cerca di calmare gli animi, senza riuscirci. Radzinsky non vuole sentire ragioni, e Horace afferma che rifletterà sulla proposta del compagno; Radzinsky tuttavia lo minaccia di contattare Ann Arbor: in quel caso sarebbero “loro” a decidere per lui. Amy prende la parola e si schiera con Radzinsky, deve pensare al piccolo Ethan e agli altri bambini: come farebbero a sentirsi al sicuro sapendo che Sayid è in giro? La questione viene messa ai voti; Horace fa pressione su Sawyer per raggiungere l’unanimità, e rendendosi conto di non avere altra scelta l’uomo alza la mano come gli altri.
James dà a Sayid la brutta notizia, e gli offre di inscenare la sua fuga colpendolo al volto e rubandogli le chiavi. Sayid però non vuole, intende rimanere… Sawyer se ne va e decide di sfogarsi con Kate; la interroga sul motivo per il quale è tornata sull’isola, e la ragazza sta per dirlo quando un van della Dharma in fiamme si schianta contro una casa, incendiandola: Sawyer aiuta ad organizzare i soccorsi per spegnere il fuoco.
Nel 2007, in aeroporto, Sayid vede Hurley, poi Jack, Kate e sull’aereo Sun … Alla fine anche Benjamin Linus sale a bordo!. L’iracheno chiede ad Ilana se lavori per Ben, ma la donna non sa chi sia e Sayid spiega che Ben è un bugiardo e un manipolatore; un uomo che ha permesso che la figlia fosse uccisa per salvarsi la vita. Un mostro responsabile di genocidio… Ilana domanda come mai dovrebbe lavorare per un tipo come quello, e Sayid replica che lui l’ha fatto.
Lost Lui è il nostro teNella cella della stazione di sicurezza il giovane Ben usa il van in fiamme come diversivo per permettere a Sayid di evadere: ha preso le chiavi della cella, e le usa per liberare il prigioniero. I due scappano nella giungla, ma vicino ad una strada sterrata vengono intercettati da Jin. Quest’ultimo viene avvertito via radio da Phil che il prigioniero è evaso, e Sayid spiega che Sawyer l’ha liberato. Jin vuole aiutarlo, ma Sayid ribatte di doversi muovere, poi lo colpisce facendogli perdere conoscenza e gli ruba la pistola. Osservando Ben si rende conto di cosa deve fare, gli dice quindi che aveva ragione su di lui: è un assassino. Il giovane Ben non capisce cosa stia dicendo Sayid, ma quest’ultimo gli spara al petto.

Curiosità :
Sebbene accreditati Henry Ian Cusick (Desmond Hume), Jeremy Davies (Daniel Faraday), Ken Leung (Miles Straume) e Terry O'Quinn (John Locke) non appaiono in questo episodio.
Questo episodio è dedicato a Sayid.
Questo episodio è diretto da Greg Yaitanes, che torna a dirigere Lost dopo la puntata 1x14 “Speciale”.
Questo è il primo episodio della stagione in cui ci sono solo dei flash-back.
Per la prima volta in questo episodio si vede qualcuno della famiglia di Sayid.
La canzone che Oldham ascolta al grammofono si intitola “I can't give you anything but love, Baby”.
Sayid beve scotch della marca McCutcheon, il preferito di Desmond, Charlie e Charles Widmore: 120 dollari al bicchiere!
Durante l’incontro per decidere la sorte di Sayid viene nominata Ann Arbor; quella città ospita l’università del Michigan, lo stesso college dove lavoravano i fondatori della Dharma Karen e Gerald DeGroot. Inoltre anche Pierre Chang insegnava lì astrofisica teorica.
Sawyer usa un taser per stordire Sayid, ma nel 1977 quel tipo di arma non era ancora stato inventato.
La piccola videocamera a circuito chiuso nella cella di Sayid è una moderna videocamera, che ovviamente negli anni ’70 non esisteva.
La piramide alimentare appesa sulla parete della mensa è stata creata nel 1992, quindi poteva esistere all’epoca della Dharma.
Prima che Sawyer si rechi nella cella di Sayid per la prima volta un computer Apple “Lisa” si nota dietro a Phil. Questo tipo di computer non era sul mercato a quell’epoca, ci sarebbero voluti ancora sei anni prima che fosse venduto.
Nelle scene ambientate in aeroporto mentre Jack avvicina Hurley Sayid vede Kate seduta su una sedia prima che questa si alzi e si allontani; nell’episodio “316” però Kate passa per il cancello del terminal molto prima di quel momento. Inoltre quando Sayid osserva Hurley l’impiegata con cui quest’ultimo sta litigando non è la stessa vista nella puntata “316”.
La scena ambientata al porto è leggermente diversa da quella già mostrata nell’episodio 5x05 “Questo posto è la morte”.
Quando Sayid spara al russo all’inizio dell’episodio è giorno; quando esce dalla porta per incontrare Ben però è diventata improvvisamente notte.
Quando Sayid spara al giovane Ben il corpo di quest’ultimo cambia leggermente posizione secondo le inquadrature.
Sawyer con il walkie talkie comunica che l’edificio 15 è in fiamme a causa del bus che si è scontrato contro di esso; 15 è uno dei numeri maledetti.
Il giovane Ben informa Sayid di aver incontrato Richard quattro anni prima; 4 è uno dei numeri maledetti.
La targa dell’auto di fronte alla quale Ben attende Sayid è “E 608 PC 158”; 8 e 15 sono due dei numeri maledetti. 
 
 
 
 
Episodio 5.11 - 93
Titolo Originale : Whatever happened, happened
Titolo Italiano : Ciò che è stato è stato

trasmesso in USA il :1 aprile 2009
trasmesso in Italia il :18 agosto 2009

Scritto da : Carlton Cuse, Damon Lindelof
Diretto da :Bobby Roth

Guest Stars: Doug Hutchison (Horace Goodspeed), Sterling Beaumon (giovane Ben), Patrick Fischler (Phil), Jon Gries (Roger Linus), William Blanchette (Aaron), Kim Dickens (Cassidy Phillips), Nestor Carbonell (Richard Alpert), Susan Duerden (Carole Littleton), Sebastian Siegel (Erik), Candace Scholz (Debra), Susan King (giovane donna), Miko Franconi (commesso), Scott Moura (caporeparto), Olivia Vickery (Clementine)

Riassunto :
Di notte, nella giungla, Jin riprende conoscenza dopo essere stato colpito da Sayid. Dal walkie talkie apprende nuovamente che l’ostile è scappato, e comunica alla base di essere stato attaccato: l’ostile è diretto a nord. Qualche istante dopo Jin si rende conto che il giovane Ben è poco distante da lui, rantolante e disteso a faccia in giù: perde sangue poiché è stato colpito da una pallottola.
Al villaggio l’incendio è stato domato; Horace pensa che l’ostile abbia approfittato del fuoco per scappare, ma Jack gli fa notare che essendo stato imprigionato Sayid non poteva di certo incendiare il van… Horace replica che di certo qualcuno lo ha aiutato creando il diversivo e facendolo uscire dalla cella; visto però che nessun ostile è penetrato nel perimetro, la persona in questione è una di loro.
Roger e Kate cercano di togliere il van distrutto dalle macerie della casa. Notano Jin precipitarsi verso l’infermeria, trasportando il ragazzo ferito nel pulmino; rendendosi conto che si tratta di suo figlio, Roger lo segue mentre Kate osserva la scena incredula.
Tre anni prima Kate parcheggia l’auto nell’ingresso di una casetta di periferia, portando con sé Aaron ancora neonato. La donna raggiunge la porta e suona il campanello; è Cassidy ad aprirle, sorpresa di ritrovarsela di fronte. Cassidy racconta di aver saputo quello che è accaduto alla ragazza, l’ha persino raccontato alle sue amiche… Non pensava proprio di rivederla! Cassidy le chiede come mai le abbia fatto visita, e Kate spiega di essere stata mandata da Sawyer.
Kate rivela a Cassidy la verità in merito all’incidente aereo, di come abbia vissuto sull’isola per più di cento giorni e di come sia riuscita ad andarsene dopo che Sawyer le ha sussurrato qualcosa all’orecchio. Cassidy non riesce a credere che il suo ex sia ancora vivo, e che le abbia domandato di andare a trovarla per suo conto… Kate tira fuori del denaro, e la sua interlocutrice è interdetta: perché gliel’ha portato? Kate spiega che è per il bene di Clementine, ma Cassidy le domanda come mai si comporti così: perché si fida di lei? La ragazza spiega che sua figlia merita di sapere che suo padre si preoccupava per lei, ma Cassidy è convinta che Sawyer sia sempre stato un codardo: è saltato giù dall’elicottero non per salvare gli amici, ma per allontanarsi dalle responsabilità derivanti da Clementine e da lei. E anche da Kate! Quest’ultima replica che non è vero, l’elicottero era troppo pesante e lui ha solo cercato di dar loro una mano… Cassidy domanda se Aaron sia figlio di Sawyer, ma Kate risponde di no, era già incinta quando lo ha incontrato. Cassidy però non le crede e capendo che non è nemmeno figlio di Kate le chiede perché menta; la sua interlocutrice afferma che è obbligata a farlo.
Alla stazione di sicurezza della Dharma Kate affronta Sawyer chiedendogli se sia stato Sayid a sparare a Ben. Sawyer la mette in guardia, è meglio che tenga la bocca chiusa per evitare di attirare l’attenzione su di sé. Horace li raggiunge e domanda alla donna cosa faccia lì; James spiega che Kate lavora all’officina, e lui la stava interrogando per sapere se avesse visto qualcosa di sospetto. Tuttavia la ragazza ha risposto di no, per cui può andare… Kate si allontana.
Horace e Sawyer perquisiscono la cella e trovano un mazzo di chiavi penzolante dalla serratura; Sawyer fa notare che sono quelle della manutenzione, e il capo si rende conto che solo tre persone potevano averle: Roger, Willie e il nuovo acquisto, Jack. James se ne va per parlare con Roger e lo trova fuori dall’infermeria; gli chiede come stia Ben, ma Roger spiega di non saperlo perché non gli permettono di entrare. James domanda se l’uomo abbia con sé il suo mazzo di chiavi, ma Roger non riesce a trovarlo e spiega di averlo probabilmente lasciato a casa.
Dentro all’infermeria Juliet tenta di fare quanto in suo potere per fermare l’emorragia e salvare Ben, ma purtroppo non ha molto successo. Sawyer domanda dove sia il dottore e la donna racconta che si trova allo Specchio, non tornerà prima di venerdì… Hanno bisogno di qualcuno che sappia cosa fare per riparare i danni provocati dalla pallottola, necessitano di un vero chirurgo.
Miles raggruppa Jack, Kate e Hurley e li obbliga a non muoversi da una delle loro case. Jack non è entusiasta della cosa, ma Kate ribatte che Sawyer sta solamente facendo il suo lavoro. James li raggiunge e informa Jack che hanno bisogno di lui in infermeria per operare Ben; il chirurgo però si rifiuta. Sawyer ribatte che senza il suo intervento il ragazzino morirà, ma Jack replica che Ben può pure morire per quanto gli riguarda… Kate si arrabbia, Ben è solo un bambino e lui non può lasciarlo morire; Jack però afferma che non possono cambiare quello che è già accaduto, per cui lui non centra nulla: a meno che non sia destinato a salvarlo, gli fa notare Kate… Il chirurgo ricorda di aver già operato una volta Ben, salvandogli la vita, ora non lo rifarà di nuovo: forse l’isola vuole sistemare le cose da sola. Kate afferma che non le piace la persona che è diventato, ma Jack replica che a lei non piaceva nemmeno quello che era un tempo.
Kate raggiunge l’infermeria e apprende che il paziente necessita di sangue; dato che lei è di gruppo zero negativo si offre come donatrice, e Juliet prepara la trasfusione mentre Roger le avvicina volendo sapere cosa stia accadendo a suo figlio. Juliet cerca di farlo uscire, ma Kate afferma che l’uomo può stare accanto a lei; Roger le racconta che Ben ha rubato le sue chiavi e ha fatto scappare l’ostile a causa sua: non è un buon padre e se ne rende conto, ma ha sempre cercato di fare del suo meglio. Ben entra in ipossia e Juliet caccia tutti i presenti; fortunatamente riesce a stabilizzare il paziente, poi dà a Roger una lista di strumenti di cui ha bisogno e che si trovano nella stazione medica: deve andarli a prendere. Roger la ringrazia per l’impegno che sta mettendo nel salvare suo figlio e se ne va; Juliet si rivolge a Kate e le spiega che Ben morirà se non fanno subito qualcosa… Ha un’idea, gli Altri possono salvarlo.
Kate porta un van fuori dall’infermeria, poi carica Ben insieme a Juliet ma le dice che andrà da sola: se dovesse essere intercettata o fermata, non avrebbe importanza, ma l’amica ha una vita lì… Juliet replica che Sawyer si renderà conto che Ben è sparito, per cui tenterà di darle il maggior vantaggio possibile.
In un flashback, al parcheggio del porto, Kate apprende che Ben e Jack intendono tornare sull’isola e si convince che quello sia il vero motivo per il quale Jack abbia finto di essere interessato al bene di Aaron: vuole solo convincerla a tornare. Lo definisce quindi pazzo e si allontana; ma mentre guida verso casa il bambino chiede un po’ di latte, e Kate è costretta a fermarsi in un negozio. Si distrae un secondo per controllare il suo cellulare, è Jack che la sta chiamando; qualche istante dopo si rende però conto che Aaron non è più accanto a lei: è sparito.
Kate corre per tutti i reparti del negozio cercando il figlio, ma non riesce a trovarlo. Lo vede infine camminare verso l’uscita mano nella mano con una donna dai lunghi capelli biondi; Kate pensa si tratti di Claire, giunta lì per portarle via il bambino, ma correndo verso di lei urlando attira la sua attenzione e la fa girare: è una sconosciuta, la quale racconta di aver trovato il piccolo smarrito nel reparto ortofrutta. La donna afferma che voleva portarlo alle casse per fare un annuncio al microfono; Kate la ringrazia e poi si allontana con il piccolo.
Kate guida fino alla casa di Cassidy, ed entrata parla con lei raccontandole dell’idea di Jack e Ben di tornare sull’isola: le due donne negli anni sono diventate amiche, e Clementine chiama Kate “zia”. Aggiunge poi di aver perso di vista Aaron per un secondo al supermercato, e di essersi spaventata a morte non vedendolo più; la cosa più strana però è che non era sorpresa, sapeva che era solo una questione di tempo… Tuttavia non capisce come mai si aspetti davvero che le portino via il bambino. Cassidy immagina che sia perché Kate l’ha sottratto a qualcun altro, e la ragazza replica di essere stata costretta a farlo perché il bimbo aveva bisogno di lei; Cassidy però ribatte che era lei ad averne bisogno: Sawyer le ha spezzato il cuore e lei si è rifugiata nell’amore per quel bambino.
Sull’isola Kate guida a tutta velocità fino alla barriera sonica, ma si rende conto di non sapere come fare per attraversarla. Sente quindi Ben dal retro del furgone sussurrare qualcosa: vuole che dica a suo padre che è dispiaciuto di avergli rubato le chiavi. Ben sviene di nuovo, mentre Sawyer si avvicina su un altro pulmino; la ragazza afferma che non permetterà che il ragazzino muoia, e James replica che è lì per darle una mano.
A casa di Jack Juliet lo informa che Kate e Sawyer stanno tentando di salvare Ben perché lo hanno a cuore, mentre lui ha dimostrato di non essere assolutamente interessato a salvare una vita umana… Jack però replica che lui è tornato sull’isola perché ha a cuore loro, stava tentando di salvarli! Juliet grida che non hanno bisogno di essere salvati, stanno bene e lo sono sempre stati nei tre anni passati al villaggio: Jack è tornato per se stesso, e ora lei vuole saperne il motivo. Jack replica che doveva farlo, ma lei domanda perché, nello specifico. Il chirurgo non lo sa, e Juliet gli consiglia di rifletterci su per scoprirlo.
Sawyer porta in braccio Ben attraverso la giungla; Kate gli racconta di aver visto Cassidy e Clementine: la bambina gli assomiglia, quando sorride. Aggiunge poi che Cassidy ha una teoria sul motivo per il quale lui è saltato giù dall’elicottero: secondo lei aveva paura di quello che sarebbe potuto accadere tra loro. Sawyer afferma che non avrebbe mai funzionato, non era fatto per essere il suo compagno come non è fatto per essere il padre di Clementine. Kate ribatte che sembra essere un buon compagno per Juliet, ma James spiega di essere maturato molto negli ultimi tre anni. Improvvisamente i due vengono circondati dagli Altri, si trovano oltre il confine e stanno violando la tregua. Sawyer replica di esserne cosciente, ma il bambino che trasportano è stato colpito da una pallottola ed è un problema di entrambi i gruppi: vuole parlare con Richard Alpert.
A Los Angeles, in un motel vicino all’aeroporto, Kate bussa ad una porta. La madre di Claire, Carole, le apre ed è sorpresa di trovarla lì. Dato che non c’è un modo semplice per preparare la donna alla notizia che sta per darle, Kate si libera subito della cosa e le rivela che Aaron è suo nipote, e che Claire è ancora viva. Kate racconta che la storia del salvataggio è una bugia, e che Claire è scomparsa una notte dall’isola: hanno deciso di mentire in merito ad Aaron per proteggere tutti quelli che sono rimasti sull’isola. Carole è sconvolta dalla storia ma si rende conto che Kate ama veramente il bambino; la ragazza però afferma che intende lasciarlo a lei, gli ha già spiegato che sta per partire per un viaggio e che Carole è sua nonna e si prenderà cura di lui. Carole le chiede dove sia diretta, e Kate le rivela che sta per tornare sull’isola a cercare Claire.
Lost Quel che è stato è statoNella giungla Kate, Sawyer e Ben vengono condotti da Richard; James spiega che il bambino è stato ferito, e Kate chiede a Richard se possano salvarlo. Alpert replica che se lo facesse, il ragazzino non sarebbe più lo stesso: dimenticherebbe quello che è successo e la sua innocenza sarebbe persa per sempre, inoltre da quel momento entrerebbe a far parte della sua gente. Sawyer e Kate si guardano e Kate dice di sì, accettano; uno degli Altri però mette in guardia Richard dal prendere quella decisione senza chiedere ad Ellie. E se Charles lo scoprisse… Richard ribatte che lui non risponde a nessuno dei due.
Alpert porta Ben attraverso la giungla fino alle rovine del Tempio, dove Montand perse il braccio a causa del mostro di fumo. Osserva quindi il luogo con timore e riverenza, poi prosegue attraverso una porta…
Nell’isola più piccola, dove è stata costruita un’infermeria di fortuna, John siede accanto al letto di Ben adulto. Ben improvvisamente si risveglia, e John lo saluta; Linus è molto sorpreso di vederlo lì, e Locke se ne compiace dandogli il bentornato sulla terra dei vivi.


Curiosità :
Sebbene accreditati Henry Ian Cusick (Desmond) e Jeremy Davies (Daniel) non appaiono in questo episodio. Michael Emerson (Ben) e Patrick Fischler (Phil) vi appaiono, ma non hanno battute (quest’ultimo solo tramite il walkie-talkie). Naveen Andrews (Sayid) e Yunjin Kim (Sun) invece vi appaiono in scene riprese in precedenza.
Questo episodio è dedicato a Kate.
Bobby Roth torna a dirigere un episodio di Lost dopo il 3x20 “L’uomo dietro le quinte”.
La frase che dà il titolo all’episodio, “Quel che è stato, è stato” è già stata pronunciata in passato da Daniel ben due volte negli episodi “L’assenza e il vuoto” e LaFleur” tentando di spiegare ai compagni che il passato non può essere cambiato.
La canzone di Patsy Cline che si sente in questo episodio è “She's got you”; si è sentita anche nella stagione quattro trasmessa da una radio della Dharma quando Kate e Claire vivevano insieme.
In questo episodio si apprende che Kate è una donatrice di sangue universale, ossia è di gruppo 0 negativo.
Kate canta “Catch a falling star” ad Aaron mentre il bimbo dorme; la stessa ninnananna che Claire chiese di cantare ad Arlene Stewart quando stava per dare il bambino in adozione nell’episodio 1x10 “Un figlio” e che si sente nell’episodio 2x15 “Maternità” nella nursery creata per Aaron alla stazione medica.
Hurley e Miles giocano a domino quando Juliet li raggiunge per parlare con Jack; le pedine sono bianche e nere e riportano nuovamente nello show la contrapposizione dei due colori.
Nell’episodio 5x10 “Lui è il nostro te” la ferita di Ben si trovava sul lato sinistro del suo petto, circa all’altezza del cuore; in questo episodio tuttavia la ferita è sulla parte destra del torace.
Quando Juliet si leva la mascherina mentre sta operando Ben avrebbe dovuto lasciare una macchia di sangue su di essa… La mascherina tuttavia è immacolata.
Dopo che Kate ha donato il sangue tiene il cerotto sulla ferita per pochissimo tempo.
Quando Kate guida il van per portare Ben dagli Altri c’è un lettore CD (la cui parte esterna è stata rimossa) nel cruscotto del furgone. Ovviamente negli anni ’70 i CD non esistevano…
Quando Sawyer solleva per la prima volta Ben facendolo uscire dal furgone, il sangue sulle bende è disposto in un modo; nell’inquadratura successiva invece è disposto in un altro.
Quando Juliet entra in casa alla ricerca di Jack l’inquadratura di Miles ed Hurley mostra un bicchiere di succo d’arancia di fronte al primo uomo; quando l’inquadratura cambia e mostra i due in piedi, il bicchiere è scomparso (presumibilmente è nascosto dietro a Juliet, e quindi ha cambiato posizione rispetto a poco prima).
Jack non ha più la cicatrice provocatagli dall’appendicectomia nell’episodio 4x10 “Intervento imprevisto”.
Quando Kate ed Aaron si trovano al supermercato e la donna parla con il commesso che estrae della merce da alcune scatole, si nota che queste ultime contengono Gatorade e presentano come logo una “G”. Queste bottigliette non sono entrate in commercio prima del 2009. Inoltre quando Jack la chiama e lei tiene in mano il cellulare, tra un’inquadratura e l’altra la presa sul telefono è diversa.
Quando il telefono di Kate suona mentre si trova al supermercato, si nota il numero di telefono di Jack sul display del cellulare: . Esso include i numeri 15 e 23, due dei numeri maledetti.
Quando Kate corre per i reparti del supermercato alla ricerca di Aaron si vedono i numeri dei corridoi 3 e 2; i numeri uniti formano il 23, uno dei numeri maledetti.
Kate informa Carole che Claire era incinta di otto mesi quando il volo 815 precipitò sull’isola; 8 è uno dei numeri maledetti.

Musica :
“Catch a falling star”, di Paul Vance e Lee Pockriss (cantata da Kate); “She's got you” di Patsy Cline. 
 
 
 
 
Episodio 5.12 - 94
Titolo Originale : Dead is dead
Titolo Italiano : Ciò che è morto è morto

trasmesso in USA il :8 aprile 2009
trasmesso in Italia il :25 agosto 2009

Scritto da : Elizabeth Sarnoff , Brian K. Vaughan
Diretto da :Stephen Williams

Guest Stars: Jeff Fahey (Frank Lapidus), Zuleikha Robinson (Ilana), Said Taghmaoui (Caesar), Sterling Beaumon (giovane Ben), Brad William Henke (Bram), Sonya Walger (Penny Widmore), Alan Dale (Charles Widmore), Nestor Carbonell (Richard Alpert), Tania Raymonde (Alex Rousseau), David S. Lee (Charles Widmore), Melissa Farman (Danielle Rousseau), Matt Hoffman (Jed), Devon Gearhart (giovane Ethan Rom)

Riassunto :
Un uomo a cavallo si dirige verso il suo accampamento: dimostra circa quarant’anni, ed è molto arrabbiato. Raggiunto Richard Alpert, l’uomo chiede se sia vero che questi ha portato uno di “loro” al Tempio; Richard replica che è solo un ragazzo, ed era in fin di vita. L’uomo non è interessato e replica che avrebbe dovuto lasciarlo morire, ma Richard lo blocca affermando che è stato Jacob a dargli il permesso: l’isola sceglie chi sceglie.
L’uomo entra in una tenda per conoscere il giovane Benjamin, e si presenta: è Charles Widmore. Ben non ricorda cos’è accaduto, o come sia arrivato lì, e Charles spiega che sarà riportato da suo padre entro breve. Ben ribatte di non voler tornare, intende restare con gli Altri; Widmore però spiega che il semplice fatto di essere vissuto con i membri della Dharma non significa non poter diventare uno di loro: Ben dovrebbe essere morto, ma l’isola gli ha salvato la vita.
Nella stazione Hydra, dove è stata costruita un’infermeria di fortuna, Ben adulto riprende conoscenza dopo essere stato colpito da Sun. Locke è seduto accanto a lui, e Linus è scioccato di vederlo vivo. Afferma quindi che sapeva sarebbe successo… John domanda come mai abbia cercato di scappare, e Ben replica che stava tentando di recarsi sull’isola principale per essere giudicato: ha infranto le regole perché è tornato, anche se non avrebbe dovuto. Locke chiede chi debba giudicarlo, e Ben replica che si tratta del mostro di fumo.
Alla spiaggia Caesar interroga Ben su cosa abbia fatto davvero a Locke, dato che quest’ultimo sostiene di essere stato ucciso proprio da lui. Linus aggira la domanda affermando che John gli sembra in piena forma, poi tenta di convincere Caesar che forse l’uomo si trovava già sull’isola prima dell’impatto, e che sia pazzo. Caesar estrae il fucile a canne mozze che nasconde nello zaino e afferma che gli guarderà le spalle.
Nel passato Ben, più giovane, si trova nella giungla per una missione insieme ad Ethan, che è ancora un ragazzino. Questi gli dice che può farlo, se Ben vuole, ma Linus lo zittisce e gli ordina di restare lì; di soppiatto poi raggiunge un riparo di fortuna costruito sulla spiaggia ed entra, vedendo una giovane Danielle Rousseau dormire accanto alla sua bambina. Accidentalmente Ben fa cadere un carillon, che inizia a suonare svegliando Danielle; quest’ultima tenta di afferrare il fucile, ma Ben le punta la pistola e la minaccia di non muoversi. Ben nota che la ragazza è spaventata, quasi isterica… Danielle sostiene infatti che lui sia quello che li ha infettati, mentre Ben prende in braccio la piccola Alex, in lacrime; Danielle gli grida di non toccare la bambina, e così Ben spara un colpo di avvertimento affermando che deve essere grata di essere ancora viva: non lo deve seguire, né dovrà mai cercare la sua bambina. Se vuole che la piccola sopravviva, ogni volta che udirà dei mormorii nella giungla dovrà scappare dalla parte opposta.
Ben entra nel suo ufficio alla stazione Hydra e perquisisce la scrivania, trovando una foto di lui ed Alex. Mette l’immagine in tasca e viene raggiunto da John, il quale gli chiede se possono parlare della questione più importante: perché l’ha ucciso? Linus replica che era l’unico modo per tornare sull’isola con gli altri che erano partiti; John lo comprenderà di certo, è lo stesso motivo per il quale lui stava per suicidarsi prima di essere fermato. Locke però vuole sapere perché Ben gliel’abbia impedito, e l’uomo spiega che John aveva delle informazioni preziose che sarebbero andate perse con la sua morte: una volta rivelategliele, Ben non aveva certo tempo per convincerlo nuovamente a suicidarsi, per cui nell’interesse dell’isola ha fatto quello che ha dovuto. Locke afferma di aver deciso di aiutarlo a tornare sull’isola maggiore per essere giudicato, e i due si allontanano.
Alla spiaggia Caesar cerca di fermarli per non far prendere loro una delle canoe; tenta di estrarre la sua arma dallo zaino, ma Ben gliel’ha rubata senza che l’uomo se ne accorgesse, e gli spara al petto sconvolgendo i compagni del morto. Linus poi si rivolge a John chiedendogli di considerare quell’atto una sorta di scusa per quanto accaduto, in seguito i due prendono la canoa e pagaiano fino al porto dell’isola maggiore. Ben spiega che devono raggiungere la sua vecchia casa, l’unico luogo dal quale possono evocare il mostro; Locke però sostiene che Ben non vuole essere giudicato per aver infranto le regole, dato che lui se n’è sempre infischiato… Ben è sorpreso di questa affermazione, e domanda per cos’altro dovrebbe essere giudicato; John spiega che forse il motivo è che ha ucciso la sua unica figlia.
Il giovane Ben torna al campo degli Altri con la piccola Alex tra le braccia; Widmore è furioso, dato che gli ordini erano di sterminare i naufraghi… Ben ne chiede il motivo, dato che la donna non è una minaccia ed è pazza; inoltre non sapeva che avesse una figlia! Charles gli ordina di ucciderla, ma Ben offre la bambina a Widmore: se Jacob vuole che la neonata sia uccisa, può farlo direttamente lui. Charles gli lancia un’occhiata e si allontana; Richard da lontano osserva Ben con aria di approvazione.
Al campo degli Altri, di notte, Ben e John attraversano il villaggio. Locke chiede come mai gli Altri si siano trasferiti al villaggio dopo la purga: non sembra qualcosa deciso dall’isola… Ben replica che lui non la minima idea di cosa voglia l’isola, ma Locke gli chiede se ne sia veramente convinto…
Improvvisamente una luce si accende in una delle stanze di una casa; Ben spiega che è la stanza di Alex, ed entra. Raggiunta la camera, apre la porta e vi trova Sun, la quale trasale per la sorpresa. Frank sorprende Ben da dietro, e Linus chiede ai due cosa facciano lì; il pilota gli mostra la foto delle reclute Dharma del 1977, e Ben resta scioccato nel riconoscervi Jack, Kate ed Hurley. Chiede chi sia stato a dargliela, e Sun spiega che si tratta di un uomo di nome Christian, il quale ha detto loro di aspettare John Locke per poter incontrare di nuovo Jin… Frank afferma che vista la morte di Locke, non capisce per quale motivo dovrebbero aspettarlo; Ben chiede loro di guardare fuori dalla finestra, e i due vedono John, vivo e vegeto, che li saluta con la mano.
Il gruppo si riunisce nel soggiorno, e Sun non capisce come sia possibile che John fosse morto e ora si trovi davanti a lei. Locke ne conviene, ma è lì… Frank pensa che la situazione sia pazzesca e vuole tornarsene all’aereo, forse possono sistemare la radio; John però afferma che se Sun se ne andrà, non ritroverà più suo marito: ha qualche idea su come fare a raggiungere Jin e gli altri compagni. Sun decide di rimanere, e John afferma che dovranno iniziare appena Ben avrà fatto quello che deve.
Ben attraverso la libreria accede alla sua stanza segreta; rimuove la finta parete rivelando un muretto di mattoni con alcuni simboli su di esso. Ben lo spinge, raggiungendo una scala oscura che porta ad un tunnel; vi penetra fino ad un foro sul suolo con dell’acqua stagnante al suo interno, e avvicinatosi afferra qualcosa dentro all’acqua girandolo. L’acqua viene risucchiata in un buco oscuro, poi Ben afferma che aspetterà fuori.
Nel passato Ben spinge Alex, di circa tre anni, sull’altalena. Richard lo raggiunge e afferma che è giunto il momento; Ben si reca quindi al porto dove Charles Widmore sta per essere scortato al sottomarino. Ben afferma che è lì per salutarlo, ma Widmore replica che è lì per gongolare… Linus allora ribatte che quanto successo è dipeso solamente da lui, lasciava indisturbato l’isola periodicamente e ha avuto una figlia con una donna esterna, infrangendo le regole. Widmore gli chiede cosa gli faccia pensare di meritare di prendere il suo posto, e Ben spiega che lui non sarà egoista e sacrificherà tutto il necessario per proteggere l’isola. Charles gli fa presente che non ha sacrificato Alex, ma Ben gli ricorda che fu lui ad aver voluto la bimba morta, non l’isola… Widmore afferma che spera Ben abbia ragione, perché se non è così allora la ragazzina morirà, e un giorno sarà Ben ad essere bandito.
Fuori dalla sua casa Ben attende il mostro di fumo. Sun pensa che Jack abbia mentito loro in merito alla morte di John, ma Ben assicura che Locke era davvero morto: ha visto l’isola fare cose straordinarie, ma mai un miracolo del genere: ciò che è morto è morto, non c’è ritorno dalla morte e vedere John andare in giro per l’isola lo spaventa molto.
D’improvviso Ben sente un rumore nella giungla, e ordina a Sun di entrare in casa perché quello che sta per uscire dalla giungla non può essere controllato. In realtà si tratta di John, che gli chiede se abbia avuto fortuna… Linus replica che ancora non si è visto, e Locke ribatte che in quel caso devono andare direttamente da lui: sa dove si trova il mostro.
A Los Angeles Ben cammina nel porto dove Desmond e Penny hanno ormeggiato la loro barca; telefona quindi a Charles, e spiega che entro breve tornerà sull’isola. Non prima di aver fatto un’altra cosa, ossia uccidere sua figlia! Proprio in quel momento la sta osservando, si trova sul ponte della barca, incosciente del pericolo. Widmore comincia a minacciare il suo interlocutore, ma Ben si limita a riagganciare.
Sull’isola John accompagna Ben e Sun attraverso la giungla; Ben afferma che ora ha capito dove stanno andando, è lo stesso posto in cui lo portarono quando era un ragazzino, quando l’isola lo curò… Il gruppo raggiunge un muro, e Ben afferma che manca ancora meno di un chilometro al Tempio; il muro è stato costruito per evitare che persone come Sun e John vedessero ciò che vi è custodito. Locke ribatte che non stanno andando nel Tempio di Ben, stanno andando sotto di esso; mostra quindi una grossa crepa poco lontana, che conduce ad un’oscura faglia. Ben si rivolge a Sun e le chiede se, in caso riuscisse a lasciare l’isola, contatterà Desmond Hume a nome suo per informarlo che gli dispiace. Sun chiede di cosa sia dispiaciuto, ma Linus replica che Desmond lo sa.
Al porto di Los Angeles Ben si avvicina alla barca di Penny, ma non nota che Desmond si trova dietro di lui mentre porta le borse della spesa dall’auto alla barca. Desmond lo riconosce e lo chiama; Ben estrae la pistola e gli spara, colpendolo alla spalla e facendolo cadere. Penny ode lo sparo e vede che Ben si sta avvicinando a lei; grida per cercare il marito, ma Linus le punta contro l’arma e le ordina di non muoversi. Si scusa quindi per il fatto che lei sia stata coinvolta in quella situazione, ma suo padre è un essere spregevole, dato che è responsabile della morte di sua figlia, l’unica cosa che abbia mai contato veramente per lui. Charles ha infranto le regole! D’improvviso il piccolo Charlie sale sul ponte alla ricerca della madre; Ben è sorpreso di vedere il bambino e abbassa l’arma. Desmond lo sorprende e lo butta a terra; prima che Ben possa reagire però Desmond lo colpisce facendogli perdere la pistola, e poi lo getta in acqua.
Sull’isola minore Frank torna con la sua canoa; Ilana lo sta aspettando insieme a Bram: ora sono loro che comandano. La donna gli chiede cosa giaccia all’ombra della statua, ma Lapidus non ne ha idea e Ilana lo colpisce in faccia con il calcio del fucile. Rivolgendosi a Bram ordina di raggruppare tutti gli altri, è giunto il momento: dovranno legare il pilota, perché lo porteranno via con loro.
Nel tunnel sotto al Tempio Ben ammette che John aveva ragione in merito al motivo per il quale deve essere giudicato: gli uomini mandati da Widmore gli hanno dato una possibilità di scelta, era sufficiente che uscisse dalla casa e li seguisse per evitare la morte della figlia, ma non l’ha fatto… Ora ne deve rispondere! Alla fine Ben lo ringrazia per avergli mostrato la via, ma può continuare da solo: si ritroveranno fuori, se sopravvivrà…
Improvvisamente il pavimento sotto a Ben si rompe, e l’uomo precipita in un’antica camera. Locke gli grida che andrà a cercare qualcosa per aiutarlo e si allontana; Ben si guarda in giro e sente un rumore, che ben presto si rivela essere il mostro di fumo.
Lost Ciò che è morto è morto Il mostro riempie la stanza e circonda Ben, il quale è terrorizzato; degli sprazzi di luce però penetrano nella camera, e mostrano alcune immagini del passato di Ben: Charles gli dice che avrebbe dovuto uccidere Alex, poi quest’ultima gli grida di odiarlo, preferirebbe che fosse morto… Infine si rivede la scena della morte della ragazza.
Il mostro di fumo rientra nella grata dalla quale era uscito, e Ben si ritrova da solo. D’improvviso dietro di lui appare Alex, viva e vegeta; la ragazza lo saluta, e Ben si scusa con lei affermando che è stata tutta colpa sua. Alex replica che lo sa, poi lo afferra per il collo e lo sbatte contro la parete asserendo di essere a conoscenza dei suoi piani, vuole uccidere nuovamente John: lo minaccia quindi di non farlo, se si macchierà ancora del suo omicidio lei gli darà la caccia e lo distruggerà. Ben dovrà ascoltare ogni parola che John pronuncerà, e seguire ogni suo ordine! Linus giura, ed Alex scompare facendolo cadere a terra. Dall’alto Locke gli grida qualcosa, poi domanda cosa sia accaduto, e Ben replica che il mostro l’ha lasciato vivere.


Curiosità :
Sebbene accreditati Matthew Fox (Jack), Evangeline Lilly (Kate), Josh Holloway (Sawyer), Jorge Garcia (Hurley), Naveen Andrews (Sayid), Elizabeth Mitchell (Juliet), Daniel Dae Kim (Jin), Jeremy Davies (Daniel) e Ken Leung (Miles) non appaiono in questo episodio.
Questo episodio è dedicato a Ben.
Charles Widmore dice al giovane Ben che solo perché vive con i membri della Dharma non vuol dire che non possa essere uno degli Altri. La frase è simile a quella che Isabel disse a Jack traducendo il suo tatuaggio, “Cammina tra noi, ma non è uno di noi”, nell’episodio 3x09 “Straniero in terra straniera”.
Nella libreria di Ben si notano “Flowers for Algernon” di Daniel Keyes, “Roots” di Alex Haley e “La capanna dello zio Tom” di Harriet Beecher Stowe.
Dentro al Tempio si notano molti geroglifici egizi. Quello più visibile mostra una rappresentazione di Anubi e del mostro di fumo.
Quando Charles sta per lasciare l’isola si notano due guardie con dei giubbotti antiproiettile con strani loghi gialli su di esso (che ci sono anche sul sottomarino).
La casa di Ben si trova nello stesso identico stato in cui versava quando vi entrò per l’ultima volta, quando i mercenari lo attaccarono. C’è persino il risico sul tavolo, gioco al quale stavano giocando Sawyer e Hurley.
Una scena che non si è vista nell’episodio 3x06 “Lo voglio” viene mostrata durante il giudizio di Ben. C’è Alex che sta litigando con lui per Karl e gli dice “Ti odio, vorrei che fossi morto”.
Quando Ben affronta il mostro di fumo rivede la scena della morte di Alex, che però differisce in alcuni dettagli rispetto a quella mostrata nell’episodio 4x09 “Cambio delle regole”. In questo episodio Alex dice “Aiutami”, mentre nell’originale non ho lo fa; inoltre in questo cade più velocemente dopo il colpo di pistola rispetto alla volta precedente.
Al porticciolo John si infila il calzino sinistro e poi si lega la scarpa, ma nella scena successiva fa lo stesso un’altra volta.
La scena in cui Ben si risveglia e trova accanto a sé John è diversa rispetto all’episodio 5x11 “Ciò che è stato è stato”.


 
Episodio 5.13 - 95
Titolo Originale : Some like it hoth
Titolo Italiano : Il padre che non c'era

trasmesso in USA il :15 aprile 2009
trasmesso in Italia il : 25 agosto 2009

Scritto da : Melinda Hsu, Greggory Nations
Diretto da :Jack Bender

Guest Stars: Doug Hutchinson (Horace Goodspeed), Marsha Thomason (Naomi Dorrit), Leslie Ishii (Lara), Brad William Henke (Bram), Jon Gries (Roger Linus), Eric Lange (Radzinsky), Patrick Fischler (Phil), Francois Chau (Pierre Chang), Lance Ho (giovane Miles), Linda Herman Rose (Evelyn), Dean Norris (Howard Gray), Tim deZam (Trevor)

Riassunto :
Una madre single visiona un appartamentino insieme al proprietario, e gli spiega che il locale è per lei e suo figlio: oramai suo marito è uscito dalla loro vita. Il bambino, di otto anni, la raggiunge chiedendole dei soldi per acquistare uno snack ai distributori automatici; la donna gli dà una moneta, e il bambino si allontana. La donna però gli grida di non correre, chiamandolo Miles: il bambino è proprio Miles Straume!
Ai distributori automatici il bimbo si ferma di colpo, ascoltando qualcosa: sembra spaventato e confuso, pare riuscire a sentire qualcuno che lo chiama da dentro uno degli appartamenti. Raggiunge quindi la porta del locale numero quattro e la tocca con la mano, poi prende la chiave nascosta sotto una statuetta a forma di coniglio e la inserisce nella serratura, riuscendo ad aprirla.
Lara, la madre del bimbo, lo sente gridare mentre sta scrivendo un assegno per la cauzione dell’appartamento… Insieme al proprietario si precipita dal ragazzino, e lo trova accanto ad un cadavere. Il bimbo afferma che l’uomo era tutto solo e stava male, continuava a chiamare una certa Kimberly; il proprietario dell’appartamento spiega che Kimberly era la defunta moglie dell’uomo, morta un anno prima: come faceva Miles a saperlo? Il bimbo spiega che è stato il morto a dirglielo, e questa affermazione stupisce Lara… Miles aggiunge che il cadavere continua a parlargli, e Lara fa un passo indietro, terrorizzata: spiega al figlio che l’uomo è morto, ma Miles ribatte gridando che lui può sentire quello che egli dice.
MLost Il padre che non c'erailes, nella stazione della sicurezza, viene contattato da Sawyer, il quale gli chiede di cancellare “accidentalmente” la registrazione della telecamera di sicurezza numero 4. Miles nota dai monitor Sawyer e Kate, e chiede loro cosa stiano facendo lì; Sawyer non si perde in spiegazioni, ordinandogli semplicemente di cancellare il nastro. Se qualcuno poi dovesse chiedere dove si trovi, sarà sufficiente dire che sta cercando di ritrovare Sayid, l’ostile; in realtà dovrà fare in modo di coprire la storia della fuga con il giovane Ben verso il campo degli Altri. Kate intanto tornerà da Juliet per verificare se qualcuno si sia reso conto che Ben è scomparso.
Miles sta per estrarre la cassetta della telecamera 4 quando Horace lo raggiunge e, visto che LaFleur non c’è, lo incarica di portare qualcosa a Radzinsky al settore 334, e di ritirare una cosa in cambio senza fare domande. Miles esita, dato che si tratta del territorio degli Ostili: non dovrebbero recarsi nel settore 334! Horace spiega che oramai Miles è entrato a far parte della cerchia dei fidati… Miles a questo punto esegue l’ordine e guida fino al settore 334, dove Radzinsky lo aspetta nella giungla. Radzinsky è contrariato nello scoprire che non è LaFleur colui il quale l’ha raggiunto, ma Miles lo rassicura: anche lui fa parte della cerchia dei fidati, oramai. Radzinsky fa un segno ai suoi collaboratori, e questi portano loro un cadavere, che poi mettono nel sacco portato proprio da Miles. Quest’ultimo chiede loro cosa sia accaduto, e Radzinsky spiega che l’uomo è morto cadendo in un fosso. Evidentemente però si tratta di una menzogna, perché c’è un foro sulla fronte dell’uomo: il fosso aveva per caso una pistola? Radzinsky ordina a Miles di portare il cadavere da Horace senza fare domande, poi sparisce con i suoi uomini nella giungla. Miles entra nel furgone e attende finché gli altri se ne sono andati, poi apre il sacco e chiede al morto di raccontargli cosa sia veramente successo.
Nel futuro Miles, in piena fase punk, fa visita alla madre morente, e le chiede come mai è in grado di fare quello che riesce a fare, e perché lei non gli abbia mai parlato del padre. Lara spiega che suo padre non si è mai curato di lui, li ha cacciati quando Miles era solo un bambino e non ha mai voluto avere niente a che fare con loro. Miles chiede dove si trovi l’uomo, e Lara replica che è morto; il ragazzo allora le domanda come mai non gliel’abbia mai detto, e Lara replica che non aveva importanza: è morto da tanto tempo. Miles chiede dove sia sepolto, e la donna spiega che si trova in un posto in cui lui non potrà mai andare.
Miles torna da Horace con il cadavere; Horace sta parlando al telefono con il dottor Pierre Chang, il quale vuole che il cadavere sia portato da lui alla stazione Orchidea, così potrà capire se la causa della morte sia l’elettromagnetismo. Miles quindi è costretto a tornare al furgone, ma scopre che Hurley lo sta caricando perché intende portare il pranzo agli operai della stazione Orchidea. Il ragazzo suggerisce di condividere il viaggio, così contribuiranno a rallentare il surriscaldamento globale… che ancora non è iniziato, ma forse grazie a loro potrà essere evitato. Miles rifiuta, Hurley può aspettare; questo però fa sorgere dei sospetti al ragazzo, che lo portano a chiedere all’amico se stia per caso espletando una missione segreta. Miles prende tempo, e poi decide di far andare Hurley insieme a lui.
In infermeria Kate raggiunge Juliet, informandola che hanno consegnato il giovane Ben agli Altri. Juliet chiede se qualcuno li abbia visti, ma Kate replica di no; Juliet allora domanda se Sawyer l’abbia aiutata, e l’altra risponde affermativamente. Improvvisamente Roger torna dalla stazione medica con il materiale che Juliet gli aveva chiesto, ma nota che il letto del figlio è vuoto: per caso è morto? Juliet spiega che non è morto, l’ha lasciato solo per dieci minuti e quando è tornata lui non c’era più… Roger è arrabbiato e confuso, Ben stava morendo per cui non è possibile che si sia alzato e se ne sia andato! Juliet è un medico, doveva assisterlo! L’inserviente afferma che si recherà dalla sicurezza e si allontana; Juliet si rivolge quindi a Kate e afferma che è giunto il momento di cominciare.
Miles ed Hurley viaggiano nel furgone verso la stazione Orchidea. Hurley prende appunti su un quaderno, e tra sé afferma che è meglio il termine “cacciatore di taglie”. Miles gli domanda se stia scrivendo le sue memorie, ma Hurley spiega che è una cosa personale, poi nota del cattivo odore all’interno del veicolo e, temendo si tratti del cibo che sta portando agli operai, chiede a Miles di accostare. Miles riluttante acconsente, e Hurley scopre il cadavere… Domanda quindi cosa sia accaduto a quel tizio, e Miles spiega che si tratta di Alvarez, il quale stava scavando una fossa pensando ad una ragazza di nome Andrea quando ha sentito un dolore lancinante alla bocca, che si è rivelato essere un’otturazione dentale che si è staccata dalla sua sede e gli ha trapassato il cervello. Hurley domanda come faccia Miles a sapere tutte quelle cose, ma l’amico replica che devono ripartire; Hurley allora si rende conto che Miles può parlare con i defunti, ma lo tranquillizza affermando che il suo segreto è al sicuro con lui: anche Hurley può parlare con i morti!
Nel futuro Miles lascia una casa, in cui ha appena fatto una delle sue sedute aiutando un padre che ha da poco perso il figlio. La sua auto viene avvicinata da Naomi Dorrit, la quale lo informa che il suo datore di lavoro sta seguendo l’attività di Miles da un po’ di tempo, ed è interessato ad usufruire dei suoi servizi. C’è un ristorante poco lontano da lì, gli dispiacerebbe seguirla, così gli spiegherà tutto? Miles sorride e accetta; Naomi lo conduce nella cucina di un ristorante chiuso, dove sul tavolo si trova un cadavere. L’uomo afferma che non è esattamente il suo genere, ma Naomi spiega che si tratta di un’audizione: da quello che ha capito, quel genere di cose sono proprio il suo pane quotidiano. Gli consegna quindi un rotolo di banconote, e gli domanda cosa può dirle dell’uomo morto… Miles chiude gli occhi e si concentra, poi afferma che quella persona si stava recando a consegnare alcuni documenti e delle fotografie di tombe vuote ad un uomo di nome Widmore, insieme all’ordine di acquisto di un vecchio aeroplano. Naomi, impressionata, racconta che si appresta a guidare una spedizione verso un’isola, per trovare un uomo che sarà molto difficile da individuare. Ci sono moltissime persone che sono state uccise dall’uomo che stanno cercando, le quali potrebbero fornire preziose informazioni sul luogo dove si trova: il suo datore di lavoro pagherà a Miles un milione e seicentomila dollari per collaborare alla missione. Miles, sorpreso, non esita neanche un secondo e chiede quando partiranno.
Sull’isola Kate nota Roger bere della birra seduto sull’altalena: ovviamente è ubriaco. La ragazza tenta di rassicurarlo affermando che di certo le cose finiranno bene, sente che Ben starà meglio. Roger però è sospettoso, la ragazza forse sa qualcosa in merito a quanto accaduto a suo figlio? Kate si rende conto di aver parlato troppo e si allontana.
Nel furgone intanto Hurley chiede a Miles come mai non voglia ammettere di poter parlare con i morti. Lui stesso lo fa da tempo, e qualche volta gioca pure a scacchi con loro! Miles gli domanda se li veda davvero, e Hurley replica di sì; Straume allora aggiunge che non è così che funziona, quello che fa lui non ha nulla a che fare con discorsi ai fantasmi: è una sorta di sensazione, un sentore. Hurley ribatte che per lui funziona così; i due intanto giungono all’Orchidea, e Miles prega Hurley di starsene tranquillo.
Chang esce dalla stazione in costruzione e non è entusiasta del fatto che Miles abbia portato compagnia: le sue istruzioni erano chiare, e affermavano che doveva venire da solo. Hurley replica che è tutto OK, sa del cadavere… Chang non riesce a crederci, ma Hurley promette di mantenere il segreto; Pierre a questo punto mette in guardia il ragazzo: se non starà zitto, lo spedirà alla stazione Hydra per spalare lo sterco degli orsi bianchi. Chang ordina a due operai di portare dentro il pacco, poi li segue. Hurley afferma che il fisico è un vero idiota; Miles sospira, e spiega che quell’idiota è suo padre. Hurley è sorpreso, da quanto tempo lo sa? Miles replica che il terzo giorno di permanenza sull’isola sua madre si è trovata dietro di lui in fila alla mensa: quello è stato il suo primo indizio. Hurley gli ricorda che tutti i membri della Dharma sono morti alla fine, Miles non vuole forse salvarli? Miles replica che non può, quello che è accaduto, è accaduto… Chang li raggiunge e spiega di aver bisogno che Miles lo accompagni da Radzinsky alla stazione Cigno; Miles chiede cosa sia accaduto al corpo, ma Pierre gli domanda quale…
Jack si occupa delle pulizie della scuola; Roger lo raggiunge domandandogli come mai stia pulendo un edificio che si trova nella sua zona. Il medico replica che ha saputo quello che è successo a Ben, per cui voleva dargli una mano sostituendolo: cosa ci fa al lavoro in un momento come quello? Roger ribatte che non è il tipo da mettersi in ginocchio e pregare che tutto si sistemi, spera solo che quelli della sicurezza riescano a rintracciare il figlio… Ordina quindi a Jack di andarsene, ma prima che questi esca gli chiede se conosca bene Kate: prima ha donato a Ben il sangue, poi in seguito alla sua sparizione l’ha avvicinato affermando che tutto sarebbe andato bene. Pare proprio sapere qualcosa in merito alla scomparsa del ragazzino! Jack spiega che Kate è sua amica, la conosce bene e sa che non avrebbe mai fatto del male a Ben: forse Roger ha bevuto troppo e la sua mente gli ha giocato un brutto scherzo.
Mentre si avviano verso la stazione Cigno, Hurley inizia a porre a Chang domande a raffica, che includono informazioni sulle attività dell’Orchidea e sulla famiglia del suo interlocutore. Pierre spiega di avere un figlio di tre mesi; Hurley allora chiede come si chiami il suo bambino, e Pierre risponde che sia chiama Miles. Piccolo il mondo, nota Hurley, anche il loro autista si chiama Miles… Miles gli lancia uno sguardo minaccioso, mentre Hurley domanda ai due se abbiano mai legato tra loro: in fondo Miles è sull’isola da tre anni! Miles replica che non frequentano esattamente le stesse cerchia, mentre Chang aggiunge che non si era reso conto esistessero delle cerchia sull’isola… Hurley afferma che magari qualche volta potrebbero bere una birra insieme.
Il gruppo parcheggia accanto ad un cancello segreto nascosto tra il fogliame, e Chang lo apre. Miles guida fino ad un sito in costruzione, dove Pierre li informa che possono tornare al villaggio, lui si farà dare un passaggio da Radzinsky. Hurley domanda cosa sia quel posto, e perché aleggi un velo di mistero su di esso; Miles semplicemente non è interessato, ma Hurley sente un uomo chiedere quale serie di numeri debba incidere sulla botola… Un altro uomo glieli detta: 4, 8, 15, 16, 23... Prima che possa dire l’ultimo numero, Hurley lo sussurra, è il 42. Miles gli domanda come facesse a saperlo, e Hurley spiega che stanno costruendo la stazione che ha fatto schiantare il loro aereo.
Nel futuro Miles si allontana da un chiosco di tacos. Un furgone lo avvicina e ne escono due uomini, che lo portano a forza all’interno del mezzo dove un tizio di nome Bram gli spiega di volerlo convincere a non lavorare per Charles Widmore. Bram afferma che Miles non è pronto per andare su quell’isola, poi gli domanda se sappia cosa si nasconde all’ombra della statua. Miles non sa di cosa stia parlando, e Bram ripete nuovamente che Miles non è ancora pronto, ma se andrà con lui potrà scoprire tutte le risposte alle domande che si sta ponendo da anni. Per esempio chi sia lui, perché abbia quel dono… E addirittura informazioni su suo padre! Miles ribatte di essere interessato solo ai soldi, e rinuncerà al viaggio se Bram lo pagherà due volte quello che Widmore gli ha promesso: vuole tre milioni e duecentomila dollari. Bram ride e replica che non gli darà un centesimo, poi fa fermare il furgone e fa uscire Miles, spiegandogli che sta giocando con la squadra sbagliata. Miles domanda per quale squadra giochi Bram, e quest’ultimo replica che fa parte di quella che vincerà.
Sull’isola Miles ed Hurley tornano al villaggio. Hurley domanda se il padre di Miles farà parte della sua vita in futuro, ma l’uomo risponde di no; Reys a questo punto replica che è fantastico, Miles ha una chance di conoscere veramente suo padre. Miles però afferma di non volere: non era con lui nemmeno quando era un bambino, non si è mai curato del figlio. Inoltre, non ha importanza: suo padre è morto! Hurley ribatte che non è vero, lo hanno appena fatto scendere dal furgone… Miles afferra il blocco per appunti di Hurley e vi legge le parole "Esterno pianeta Hoth"; Hurley ammette di voler scrivere “L’impero colpisce ancora”, dato che presto George Lucas cercherà di realizzare il sequel di Guerre Stellari. Miles afferma che quella è la cosa più stupida che abbia mai sentito, ma Hurley replica che lui almeno non ha paura di parlare con suo padre.
A casa di Sawyer Jack spiega al padrone di casa che Roger è convinto Kate nasconda qualcosa in merito alla scomparsa di Ben. Jack comunque ha parlato con l’uomo, e pensa che per il momento non dirà nulla a nessuno… Dopo che Jack se n’è andato Phil raggiunge la casa di Sawyer, e gli dice che sa della colpevolezza di LaFleur nel rapimento del bambino: in mano ha la cassetta della sicurezza che Miles non è riuscito a cancellare. Sawyer afferma di avere una spiegazione per quanto accaduto, ma invece di parlare dà un pugno a Phil mandandolo KO. Chiede quindi a Juliet di prendere delle corde.
Nel futuro Miles, prima di partire per l’isola, torna dal padre del ragazzo morto per restituirgli i soldi del compenso: in realtà non ha parlato con il figlio, ha mentito. L’uomo, colpito, domanda come mai glielo stia confessando, e Miles replica che avrebbe potuto dire al ragazzo che gli voleva bene quando era vivo, senza dover aspettare che morisse facendoglielo sapere tramite lui…
Al garage Hurley e Miles riportano il furgone al suo posto. Hurley ammette di aver odiato suo padre per un periodo, ma da quando è tornato, lui ha deciso di dargli una seconda possibilità e alla fine sono diventati amici: purtroppo non sa se lo rivedrà mai, e gli manca molto. Miles ribatte di non aver mai conosciuto suo padre, e non ha intenzione di cambiare le cose; Hurley replica che è lo stesso comportamento di Luke Skywalker: Luke ha scoperto che Vader era suo padre, ma invece di parlargli l’ha aggredito e si è fatto tagliare una mano. Alla fine hanno sistemato le cose tra loro, ma a che prezzo? La Morte Nera distrutta, Boba Fett mangiato dai Sarlacc, e anche gli Ewoks: tutto questo si sarebbe potuto evitare se solo i due avessero comunicato tra loro!
Miles cammina per il villaggio tornando a casa, ma si ferma all’improvviso, colpito da ciò che sta vedendo: Chang tiene tra le braccia il figlioletto, leggendogli una storia! E’ un momento padre-figlio bellissimo, mentre Lara si trova in cucina, a preparare la cena. Pierre è completamente assorto dal figlio, e Miles si rende conto che a dispetto di ciò che la madre gli ha raccontato, evidentemente suo padre gli voleva bene. Chang improvvisamente riceve una telefonata e dà il bambino a Lara, poi si allontana; Miles cammina nella direzione opposta, ma Pierre lo nota e gli grida di aver bisogno del suo aiuto: c’è un sottomarino con alcuni scienziati a bordo che sta arrivando da Ann Arbor.
Miles accompagna Chang fino al pontile, e poi lo aiuta a scaricare il sottomarino. Mentre Miles sta dando una mano all’ultimo scienziato, nota che si tratta di Daniel Faraday, di ritorno sull’isola! Miles è sorpreso, e Daniel gli sorride affermando che non si vedono da un bel po’.

Curiosità :
Sebbene accreditati Michael Emerson (Ben), Henry Ian Cusick (Desmond), Daniel Dae Kim (Jin), Terry O'Quinn (Locke), Naveen Andrews (Sayid) e Yunjin Kim (Sun) non appaiono in questo episodio.
Il protagonista di questo episodio è Miles.
Miles legge il numero del 14 marzo 1977 della rivista “Sports Illustrated”; la copertina titola “After 23 years… NEW BOSS IN L.A. Tom Lasorda”.
Quando Miles viene rapito dopo aver preso il taco, chiede di essere pagato 3,2 milioni di dollari per non andare sull’isola con la squadra di Widmore. E’ la stessa somma che l’uomo chiese a Ben nell’episodio 4x04 “Pessimi affari” per raccontare a Widmore che Ben era morto.
Jack cancella la lavagna della scuola Dharma, dove erano indicati alcuni geroglifici egiziani.
Il libro che Pierre legge al figlio si intitola “Io e gli orsi polari”.
Miles in questo episodio ha baffi e mosca, me nell’episodio 5x11 “Ciò che è stato è stato” no… e i due episodi sono ambientati lo stesso giorno.
Il computer “Lisa” che si trova nella stazione della sicurezza non è entrato in produzione prima del 1983; l’episodio però è ambientato nel 1977.
Miles chiude il portellone del furgone quando Chang gli dice di aspettare alla stazione Orchidea; nella scena successiva tuttavia il portellone è ancora aperto.
La tavola periodica degli elementi che si trova appesa sul muro della scuola contiene elementi che nel 1977 ancora non erano stati scoperti.
L’operaio della Dharma che si occupa delle incisioni alza la botola della stazione Cigno con facilità, mentre nella seconda stagione Jack e John hanno usato tutta la loro forza per muoverla…
In un’inquadratura Elmer si vede dietro Kate; nell’inquadratura successiva, vista dalla direzione opposta, l’uomo si trova dietro Roger.
Nonostante affermi di aver visto duecento volte il film “L’impero colpisce ancora”, Hurley non ricorda bene che Luke Skywalker perde la mano prima di sapere che Darth Vader è suo padre.
L’orario del microonde che si vede all’inizio dell’episodio è “3:16”, uniti i due numeri sono uguali a quello del volo con il quale i Sei dell’Oceanic sono tornati sull’isola. Inoltre, 16 è uno dei numeri maledetti.
Trevor, il proprietario dell’appartamento che Lara intende affittare, dice alla donna che l’affitto di 400 dollari è praticamente un regalo, e chiede due mesi di anticipo (800 dollari). 4 e 8 sono due dei numeri maledetti.
La stanza in cui il giovane Miles trova il cadavere è la numero 4 (uno dei numeri maledetti). Inoltre, la statuetta a forma di coniglio sotto la quale trova la chiave dell’appartamento ha un 8 sull’orecchio (un altro dei numeri maledetti).
Sawyer chiede a Miles di cancellare il nastro della telecamera numero 4 (uno dei numeri maledetti).
Naomi offre a Miles 1,6 milioni di dollari; 16 è uno dei numeri maledetti.

Musica :
“It never rains in southern California”, di Albert Hammond.
“Love will keep us together” dei The Captain & Tennille. 
 
 
 
Episodio 5.14 - 96
Titolo Originale : The variable
Titolo Italiano : Costanti e variabili

trasmesso in USA il : 29 aprile 2009
trasmesso in Italia il : 25 agosto 2009

Scritto da : Adam Horowitz, Edward Kitsis
Diretto da : Paul A. Edwards

Guest Stars: Eric Lange (Radzinsky), Sonya Walger (Penny Widmore), Alan Dale (Charles Widmore), Nestor Carbonell (Richard Alpert), Francois Chau (Pierre Chang), Fionnula Flanagan (Eloise Hawking), Patrick Fischler (Phil), Ariston Green (operaio), Wendy Pearson (medico di pronto soccorso), Todd Coolidge (paramedico), Peggy Anne Siegmund (infermiera domiciliare), Jennifer Sojot (infermiera), Spencer Allyn (giovane Daniel), Alice Evans (giovane Eloise Hawking), Sarah Farooqui (Theresa), Marvin DeFreitas (Charlie Hume), Brad Berryhill (uomo ansioso), Michael Dempsey (capomastro). Maya Henssens (bambina)

Riassunto :
In ospedale le porte del pronto soccorso si spalancano e i paramedici accompagnano Desmond su una barella: è stato ferito da un colpo di pistola. Penny li segue a breve distanza, con il piccolo Charlie in braccio; uno dei medici la avverte che dovrà aspettare. In seguito una donna entra in sala d’attesa e si avvicina a Penny, affermando che suo figlio ha gli stessi capelli del padre: Penny alza lo sguardo e si trova davanti Eloise Hawking. Quest’ultima si presenta e sostiene di essere convinta che lo sparo a Desmond sia colpa di suo figlio. Penny le domanda se lei sia la madre di Benjamin Linus, ma Eloise replica di no: è la madre di Daniel Faraday.
Sull’isola Daniel scende dal sottomarino e mostra a Miles la foto delle ultime reclute della Dharma, che ritrae Jack, Kate ed Hurley: è quello il motivo per il quale è tornato, deve vedere subito Jack. Poco dopo, a casa del chirurgo, Daniel spiega di essere stato al quartier generale della Dharma ad Ann Arbor, dove ha sviluppato alcune ricerche. Gli chiede quindi come abbia fatto, insieme ai suoi compagni, a tornare nel 1977, e Jack racconta che si trovavano sull’aereo che proprio sua madre aveva detto loro di prendere. Faraday chiede se sia stata Eloise a convincerli a farlo asserendo che si trattava del loro destino, e Jack replica di sì… Daniel mormora che si sbagliava!
In un’altra epoca Daniel, a dieci anni, si esercita a suonare il piano. E’ molto bravo, ma la madre lo avvicina e lo ferma: sembra molto triste, e gli chiede se sappia cosa significa “destino”. Daniel replica di no, e lei spiega che se una persona ha un dono speciale, deve coltivarlo: lui ha un dono speciale, ed è la sua mente. Il ragazzo è fatto per la scienza e la matematica, e lei deve riuscire a fargli percorrere la strada giusta, per cui lui non può farsi distrarre dal pianoforte, mai più! Daniel ribatte che troverà il tempo per entrambe le cose, ma Eloise si limita a mormorare che vorrebbe tanto potesse essere così…
Sull’isola Daniel lascia la casa di Jack: vuole andare all’Orchidea insieme a Miles. Jack intanto va a trovare Sawyer e gli racconta del ritorno di Daniel; Sawyer però è occupato nel tentare di risolvere il suo problema: Phil ha visto il nastro della sorveglianza, nel quale lui e Kate sono stati ripresi mentre trasportavano Ben dagli Altri. E Phil ora è legato nell’armadio…
Lost Costanti e variabiliAll’Orchidea Daniel attende un furgone, che sta accompagnando Chang sul luogo. Il fisico intanto osserva il suo diario, e si rende conto che tutto è perfettamente in orario, poi corre dentro la stazione e vive le scene iniziali della quinta stagione, mostrate però dal suo punto di vista: il capocantiere mostra a Chang l’uomo che si è ferito trapanando la parete rocciosa. Pierre si allontana, ma Daniel lo blocca affermando che è necessario dare ordine di evacuare l’isola. Chang gli chiede il motivo, e Daniel spiega che alla stazione Cigno accadrà un altro incidente simile: in quel caso però l’energia che si sprigionerà non sarà possibile contenerla, come è invece accaduto lì. Quell’energia sarà circa trentamila volte più potente, e l’incidente si rivelerà catastrofico! Chang è scettico, come fa il suo interlocutore a predire una cosa del genere? Daniel replica che è semplice, lui viene dal futuro.
Chang pensa che Daniel si stia prendendo gioco di lui, ma questi cerca di provargli che viene da un’altra epoca mostrandogli il suo diario. Pierre però non vuole avere nulla a che fare con Faraday, e Miles interviene nella discussione tentando di far allontanare l’amico. Disperato, Daniel si rende conto che Miles può dimostrargli che vengono dal futuro, e afferma che lui è il figlio di Pierre: un cinese di nome Miles, lo stesso del figlio di Pierre, non può essere una coincidenza... Chang chiede a Miles se sia vero, ma questi replica di no; Chang allora ordina a Daniel di stargli alla larga e sale sul furgone partendo. Miles domanda a Faraday cosa stia cercando di fare, e Daniel replica che lo vedrà presto.
Durante la cerimonia di laurea di Daniel, ad Oxford, Eloise conosce la sua fidanzata Theresa, ma si dimostra fredda con lei. Eloise chiede al figlio se possono pranzare insieme, ma senza la ragazza; poco dopo, al ristorante, Faraday rimprovera la madre per essere stata così scortese nei confronti di Theresa. Eloise replica che la ragazza è solo la sua assistente, e lui dovrebbe essere concentrato sul suo lavoro: non avrà tempo per le relazioni sentimentali, le donne della sua vita soffriranno terribilmente e il suo lavoro verrà sempre prima di tutto. Faraday le domanda quando sarà abbastanza per lei: è il più giovane dottore che si sia mai laureato ad Oxford, e ha appena ricevuto una donazione di un milione e mezzo di sterline per le sue ricerche! Questo particolare attira l’attenzione di Eloise, che gli chiede chi sia il suo benefattore. Daniel spiega che è un industriale di nome Charles Widmore, e la donna si congratula con lui dandogli un regalo: è un diario completamente nuovo, che lui potrà riempire nel corso degli anni. Sulla prima pagina però c’è un’iscrizione: “Daniel, qualunque cosa accada, ricorda che ti vorrò sempre bene. Tua madre”.
Saywer a casa sua spiega la situazione a Jack, Kate, Hurley, Jin e Juliet: l’isola è stata la loro casa per tre anni, e l’ultima cosa che vogliono è lasciare la vita che si sono costruiti. Tuttavia dovranno esattamente fare questo, e hanno due opzioni: impadronirsi del sottomarino e andarsene, oppure scappare nella giungla. Jin replica che non se ne andrà se c’è una possibilità che Sun si trovi sull’isola, e Hurley è d’accordo con lui: dopo tutto quello che ha fatto per tornare, non intende scappare di nuovo. Improvvisamente Daniel li raggiunge e chiede loro se qualcuno sappia dove si trovano gli Ostili. Juliet ne domanda il motivo, e Faraday replica che una di essi è sua madre, e solo lei può fare in modo che tornino all’epoca alla quale appartengono.
In un altro tempo Daniel osserva il telegiornale, dal quale apprende la notizia del ritrovamento dei resti del volo Oceanic 815. Faraday prova tristezza, ma non sa il motivo… Un uomo suona il campanello ed entra, si tratta di Charles Widmore. Faraday si scusa e afferma di avere un problema di memoria, non è sicuro che si conoscano… Widmore si presenta, e Daniel ci mette un po’ per rendersi conto di trovarsi davanti all’uomo che ha finanziato le sue ricerche. Intendeva ringraziarlo prima di lasciare Oxford, ma… Charles lo interrompe completando la sua frase: prima di essere espulso? Frustrato, Daniel afferma che si trattò di un incidente che non sarebbe mai dovuto accadere: aveva fatto degli esperimenti su se stesso prima, non avrebbe mai voluto ferire Theresa. Widmore ribatte che quello non è il motivo per il quale si trova lì, e gli domanda come reagirebbe se gli dicesse che le persone del volo Oceanic 815 non sono morte. Cosa direbbe se sapesse che i resti dell’aereo, ritrovati da poco, sono falsi? Faraday gli chiede come farebbe lui a saperlo, e Charles replica che è stato lui a farli ritrovare… Il vero aereo si è schiantato su un’isola, molto speciale, con proprietà scientifiche uniche: vuole che Daniel si rechi lì e continui le sue ricerche, così potrà vedere cose che non avrebbe mai immaginato. Inoltre l’isola lo guarirebbe, sistemerebbe la sua mente e la sua memoria! Daniel intende sapere come mai Widmore faccia tutto questo per lui, e l’altro replica che Daniel è un uomo molto talentuoso, sarebbe un peccato se sprecasse la sua vita in quel modo. Faraday ribatte che Charles parla proprio come sua madre, e Widmore sorride spiegando che forse il motivo è che loro sono vecchi amici.
A casa di Sawyer Daniel spiega che quando sono finiti nel 1954 hanno incontrato sua madre: era Ellie, la ragazza bionda. Sawyer gli chiede di cosa debba parlare con la donna, ma Daniel non intende rivelarlo; James a questo punto ribatte che se non dirà loro cosa ha in mente, nessuno gli mostrerà come arrivare al campo base degli Ostili. Jack fa notare che quello non è il loro posto, e Faraday può farli tornare alla loro epoca: il gruppo discute sul da farsi, e alla fine Juliet rivela a Kate il codice per disattivare la barriera sonica. Aggiunge che Kate e Jack dovrebbero accompagnare Daniel dagli Ostili, oramai per loro è finita… Daniel afferma che sa bene quello che deve fare.
Kate e Jack guidano Faraday fino al parco auto per prendere un furgone, ma Daniel nota una bambina dai capelli rossi sulle altalene, e si avvicina a lei per salutarla. La bambina sta mangiando una barretta di cioccolata, e quando vede Faraday sembra rapita da lui: afferma quindi che non può mangiare cioccolata prima di cena… La bambina è Charlotte, e Daniel sorride; le chiede quindi se conosca il dottor Chang, e Charlotte annuisce. Daniel allora le spiega che presto il dottor Chang chiederà a tutti di salire sul sottomarino per lasciare l’isola, e quando lo farà Charlotte e sua madre dovranno seguire quello che dice l’uomo: è importante che vadano via, e lei deve ricordarsi di non tornare mai più sull’isola. Charlotte si rattrista vedendo che Daniel piange, ma lui afferma di aver tentato di evitare di parlarle, ma non ha potuto.
Faraday raggiunge Jack e Kate mentre Radzinsky parcheggia un furgone con alcune guardie armate. L’uomo li osserva e si insospettisce, Daniel dovrebbe trovarsi al Cigno… Faraday ribatte che c’è stato un incidente all’Orchidea, e Chang gli ha chiesto di dargli una mano; Radzinsky però replica che ha appena lasciato Pierre a casa sua: sta forse mentendo? Radzinsky nota che i tre sono armati e si allarma; Daniel afferma che se ne stanno andando, ma Radzinsky spara. Faraday risponde al fuoco e colpisce il nemico alla mano; anche Daniel viene colpito, ma riesce comunque a salire sulla jeep e a partire.
In un’altra epoca, a casa di Daniel, sua madre gli fa visita: ha sentito che gli hanno offerto un lavoro e vuole che lui sappia quanto è importante che accetti. Faraday ribatte di non potere, Widmore ha bisogno di qualcuno che calcoli delle calibrature spazio-temporali molto complicate e delle rotte, ma lui oramai non ne è più in grado. Eloise replica che l’isola lo farà stare meglio, e se questo accadrà lui potrà continuare il suo lavoro… Daniel a questo punto le domanda se l’andare sull’isola la renderà orgogliosa di lui, ed Eloise replica di sì; Faraday a questo punto afferma che partirà.
Juliet e Sawyer preparano i bagagli per andarsene; l’allarme del villaggio suona, e Radzinsky con le guardie li raggiungono per informarlo della sparatoria. Gli ospiti sentono dei colpi provenire dall’armadio, così Radzinsky lo apre scoprendovi Phil al suo interno, legato ed imbavagliato. Radzinsky immediatamente arresta Sawyer e Juliet.
Kate, Jack e Faraday arrivano ai piloni; Jack pulisce la ferita di Daniel, mentre quest’ultimo spiega agli altri che sebbene sia il 1977, quello è il loro presente. Mette quindi in guardia il medico: può capitare loro di tutto, possono anche morire… Kate disattiva la barriera e il gruppo riparte; ad un ruscello essi si riposano mentre Daniel racconta che entro quattro ore, trivellando nel cantiere di costruzione della stazione Cigno, gli operai si imbatteranno in una sacca di energia che se fosse rilasciata causerebbe una catastrofe. Per riuscire a contenerla sarà necessario colare del cemento nell’intera area, come a Chernobyl, e alcune persone passeranno anni a tenere a bada quell’energia pigiando un tasto. Lo stesso tasto che Desmond nel futuro non pigerà in tempo, e che sarà la causa della caduta del volo Oceanic 815 sull’isola. Conseguentemente a quel disastro aereo un mercantile salperà per cercare i sopravvissuti, e su quella nave ci sarà anche lui… Ha passato tutta la sua vita a studiare fisica relativistica imparando che indipendentemente da tutto, non si può cambiare il passato; tuttavia si è reso conto di aver trascorso troppo tempo nello studio delle costanti da essersi dimenticato delle variabili: in quell’equazione le variabili sono loro, persone che fanno scelte e hanno il libero arbitrio. Faraday pensa di riuscire ad annullare l’energia e a distruggerla: se ci riuscisse, la stazione non sarà più costruita e il loro aereo non cadrà più e atterrerà a Los Angeles come avrebbe dovuto. Kate domanda come intende procedere, e Daniel afferma che farà esplodere una bomba.
In ospedale Eloise continua a raccontare la storia a Penny: intende scusarsi con lei, Desmond è diventato la vittima di un conflitto molto più grande di lui, più grande di tutti loro. Quando le infermiere avvisano Penny che Desmond si è svegliato e ha chiesto di lei, l’anziana se ne va, ma fuori dall’ospedale una voce la ferma, chiedendole se Desmond stia bene: si tratta di Charles Widmore. Eloise replica di sì, e gli racconta che sua figlia è lì, dovrebbe entrare a salutarla. Widmore ribatte che sfortunatamente il suo rapporto con Penny è una delle cose che è stato costretto a sacrificare; Eloise allora si arrabbia e gli ordina di non parlare di sacrifici con lei… Charles ribatte che Daniel era anche figlio suo, ma Eloise lo schiaffeggia e sale sul taxi.
Jack, Kate e Faraday raggiungono l’area dove vivono gli Altri. Daniel entra nel campo e spara alcuni colpi in aria; chiede quindi di parlare con Eloise, ma è Richard ad uscire dalla sua tenda, spiegando che la donna non si trova lì. Daniel chiede dove sia la bomba, e Alpert gli domanda di abbassare la pistola, poi potranno parlare. Daniel ribatte che ha solo tre secondi, ma un colpo viene sparato e Faraday guarda in basso, rendendosi conto di essere stato colpito; alla fine collassa a terra… Dietro di lui si trova sua madre, Eloise Hawking, pistola in pugno… Richard le chiede come mai abbia sparato, ed Eloise ribatte che gli stava puntando contro una pistola; Daniel la osserva e mormora che lei sapeva, ha sempre saputo che quello sarebbe successo. E nonostante tutto l’ha comunque mandato sull’isola! Eloise gli chiede chi sia, e lui spiega di essere suo figlio.

Curiosità :
Sebbene accreditati Michael Emerson (Ben), Terry O'Quinn (Locke), Naveen Andrews (Sayid) e Yunjin Kim (Sun) non appaiono in questo episodio.
Questo episodio è dedicato a Daniel.
La musica suonata al pianoforte dal Daniel bambino e dal Daniel adulto è “Fantaisie-Impromptu” di Chopin. Nella scena in cui era bambino il giovane Daniel conta 864 battute sul metronomo, dimostrando di essere un genio matematico.
Le cerimonie di laurea ad Oxford si tengono al Sheldonian Theatre, che però non è il luogo mostrato nelle immagini che ritraggono la cerimonia di laurea di Daniel.
Daniel indossa una tuta con il nome “Joe” ricamato su di essa; il lavoro della persona in questione è “operaio edile”.
Durante la sparatoria Jack fa saltare un barile di benzina con un colpo di pistola, per permettere la fuga del gruppo. In realtà il barile non sarebbe dovuto esplodere, a meno che un secondo colpo non fosse stato sparato e il proiettile non avesse causato una scintilla che accendesse il liquido.
Nella scena in cui Daniel apprende la notizia del ritrovamento dell’aereo Oceanic 815, i suoi capelli sono più lunghi rispetto alla stessa scena vista nella stagione quattro.
In questo episodio si ha la conferma che Eloise Hawking è una degli Altri.

Musica :
"Fantaisie-Impromptu in C Sharp Minor, op. posth" di Fréderic Chopin. 
 
 
 
Episodio 5.15 - 97
Titolo Originale : Follow the leader
Titolo Italiano : Il nuovo leader

trasmesso in USA il :6 maggio 2009
trasmesso in Italia il : 31 agosto 2009

Scritto da : Elizabeth Sarnoff, Paul Zbyszewski
Diretto da :Stephen Williams

Guest Stars: Francois Chau (dottor Pierre Chang), Doug Hutchison (Horace Goodspeed), Nestor Carbonell (Richard Alpert), Eric Lange (Radzinsky), Patrick Fischler (Phil), Leslie Ishii (Lara), Victoria Goring (madre), Maya Henssens (ragazzina), William Makozak (capitano Bird), Sebastian Siegel (Erik), Kevin Chapman (Mitch), Elisabeth Blake (Vanessa), David S. Lee (giovane Charles Widmore), Alice Evans (giovane Eloise Hawking)

Riassunto :
Daniel entra nel campo degli Altri armato di pistola, mentre Jack e Kate si nascondono tra la boscaglia poco distante. La ragazza mormora che è un errore, Faraday è pazzo; Jack afferma che magari quello è proprio il motivo per il quale si trovano lì: forse è l’unico modo per rimettere le cose a posto, come sarebbero dovute andare. Prima che Kate possa rispondere i due odono uno sparo, e guardando verso il campo notano che Daniel è riverso a terra, morto… Jack si alza per soccorrere l’amico, ma Kate lo ferma: sparerebbero anche a lui se lo vedessero! Due uomini a cavallo li sorprendono alle spalle, sono armati di fucile e uno di essi colpisce al viso il chirurgo con il calcio dell’arma, mentre il compagno minaccia Kate di non muoversi. Il primo scende da cavallo: si tratta di Charles Widmore, che ha circa quarant’anni; l’uomo chiede a Jack chi lui sia.
Widmore accompagna Jack e Kate dentro al campo; nota il cadavere di Daniel, e chiede cosa sia accaduto. Richard spiega che quell’uomo è entrato nel campo puntandogli contro una pistola, ed Eloise ha reagito. Eloise domanda a Jack e Kate se siano arrivati lì insieme a Daniel; il medico risponde di sì, e la donna ordina ai due di entrare nella sua tenda. Widmore si chiede come mai i membri della Dharma abbiano dichiarato loro guerra, ma Eloise ribatte che quei tre non fanno parte del progetto Dharma… Charles a quel punto domanda da dove vengano.
Trent’anni dopo Richard Alpert si trova nella sua tenda, intento a lavorare su un modellino di nave in bottiglia. Una donna lo raggiunge correndo e racconta che “lui” è tornato; Richard osserva fuori e vede che John sta entrando nel campo. Oramai sono passati tre anni dalla sua partenza, ed Alpert chiede all’amico cosa gli sia accaduto… Locke però replica che gli racconterà tutto strada facendo, hanno un compito importate da svolgere. Richard osserva attentamente John, e quest’ultimo gli domanda se qualcosa non vada… Richard spiega che in lui c’è qualcosa di diverso rispetto a prima, e Locke afferma che ora ha uno scopo!
Lost Il nuovo leaderDietro a John entrano nel villaggio anche Sun e Ben; Sun vede Locke parlare con Richard e chiede come mai l’amico poco prima abbia detto che quelle persone sono la sua gente. Ben replica che quando lui lasciò l’isola, John divenne il leader del gruppo; Sun a quel punto domanda chi sia Richard, e Ben spiega che è una sorta di consigliere: ricopre il ruolo da molti, molti anni. Sun si avvicina a Richard e gli chiede se si trovasse sull’isola nel 1977, poi gli mostra la foto delle nuove reclute Dharma affermando che le persone ritratte in essa si trovavano sull’isola trent’anni prima con suo marito, Jin Kwon: lui per caso si ricorda di qualcuno di loro? Richard risponde di sì, ricorda chiaramente di averli incontrati perché li ha visti morire tutti.
Nel passato Kate domanda a Jack cosa intendesse dire affermando che devono rimettere le cose a posto, come sarebbero dovute essere; il medico spiega che se riusciranno a fare quello che suggeriva Daniel, il loro aereo non si schianterà sull’isola: il volo Oceanic 815 atterrerà a Los Angeles e tutti quelli che sono morti sull’isola resteranno in vita. Kate chiede cosa ne sarebbe di loro, continuerebbero le loro vite di sempre, visto che non si incontrerebbero mai? Jack ribatte che tutta la loro sofferenza verrebbe cancellata, ma questa risposta fa arrabbiare la ragazza, la quale sostiene che la loro storia non è stata costellata solo di dolore. Jack si limita ad affermare che spesso è stato così.
Eloise entra nella tenda e chiede loro come mai l’uomo che ha ucciso volesse la bomba. Jack replica che non crederebbe mai a quello che dovrebbero dirle, ma Eloise afferma che quando aveva diciassette anni accompagnò un uomo a vedere la bomba perché rischiava di essere pericolosa. Lui le disse di seppellirla per evitare qualsiasi problema: lo sapeva perché proveniva dal futuro! L’uomo scomparve poco dopo sotto i suoi occhi, e dieci minuti prima lei gli ha sparato alla schiena proprio in quel villaggio… E prima di morire, egli le ha confessato di essere suo figlio! Apre quindi il diario di Daniel alla prima pagina, e chiede loro come mai ci sia qualcosa scritto con la sua calligrafia, dato che lei non ricorda di averlo mai scritto? Jack spiega che il motivo è semplice, non l’ha ancora fatto… Aggiunge quindi che l’omicidio commesso è stato un incidente, ma forse c’è un modo per rimediare: Daniel è tornato sull’isola perché aveva capito il sistema per cambiare le cose, non deve per forza accadere di nuovo. Se faranno quello che ha scritto nel diario, nulla di quanto successo accadrà veramente! Eloise domanda a Kate se Jack sappia ciò di cui sta parlando, e la ragazza replica che sembra saperlo; Eloise a questo punto decide di accompagnarli dalla bomba, ma c’è ancora una questione da affrontare: vent’anni prima l’hanno messa in sicurezza sotto terra, ma poi la Dharma ha costruito sopra di essa un intero villaggio… Per questo accedervi potrebbe essere piuttosto complicato.
Alla stazione di sicurezza della Dharma Radzinsky e le sue guardie ammanettano Sawyer e Juliet alla sedia. Radzinsky domanda dove si trovi Kate, ma Sawyer non accenna a parlare e il suo carceriere lo colpisce al viso. Horace cerca di fermarlo, ma Radzinsky replica di volere delle risposte; Horace fa presente che è lui a guidare il gruppo, ma Radzinsky ribatte che non è più il leader: è necessario proteggere la loro gente e Horace non ha il coraggio di affrontare le cose. Horace si rende conto di essere oramai in minoranza e fa un passo indietro; Phil sbatte il viso di Sawyer contro i monitor mentre Radzinsky domanda dove sia Kate: se non risponderà, lo ucciderà.
Juliet grida a Radzinsky di fermarsi e tenta di ragionare con lui, ma Sawyer le ordina di stare zitta: non crederanno ad una sola parola di quello che dirà, e rischia di mettere nei guai altre persone. Phil afferma di poter far parlare LaFleur, e picchia Juliet in viso… Sawyer si arrabbia e minaccia Phil affermando che è un uomo morto; Mitch li raggiunge informandoli che non riescono più a trovare Miles e Jin. Consegna quindi a Radzinsky la lista delle nuove reclute, e fa notare che ci sono tre aggiunte dell’ultimo minuto; Radzinsky domanda chi sia Hugo Reyes, e Phil spiega che si tratta del ciccione.
Hurley si trova nella dispensa, e prende più cibo che può nascondendolo in uno zaino. Poi si allontana, ma in lontananza il dottor Chang lo osserva e decide di seguirlo. Hurley entra nella giungla e raggiunge Miles e Jin, nascosti tra il fogliame: chiede loro quale sia il piano di salvataggio di Sawyer e Juliet, ma Miles replica che ci sono tanti uomini armati a difendere la stazione di sicurezza, loro possono solo salvare loro stessi per cui è ora di andare. Hurley ribatte che Sawyer non li lascerebbe mai da soli… Chang li raggiunge, e Miles domanda cosa faccia lì; Pierre intende scoprire se Faraday dicesse la verità, e gli chiede se provengano davvero dal futuro. Hurley mente e replica di no, ma Chang domanda in che anno è nato e chi sia il presidente. Hurley non riesce a pensare abbastanza velocemente e alla fine ammette che vengono dal futuro; inoltre Miles è suo figlio! Faraday aveva detto che ci sarebbe stato entro breve un grosso incidente alla stazione Cigno, per cui sarebbe stato necessario evacuare l’isola: Chang domanda se sia vero, e Miles spiega che Daniel ha sempre avuto ragione fino a quel momento, per cui se ha detto di dover far scappare tutti… sarebbe meglio seguire il consiglio.
Al campo degli Altri Eloise informa Richard che lui ed Erik andranno con lei: slegheranno i prigionieri e li accompagneranno alla bomba. In privato, Eloise e Widmore parlano, e lui le mette una mano sul ventre… Jack intanto chiede a Richard chi sia l’uomo che parla con Eloise, e Alpert glielo dice, aggiungendo che l’amore a volte è complicato.
Trent’anni più tardi John, Richard e Ben camminano nella giungla. Richard domanda nuovamente dove sia stato John per tre anni, e Locke è sorpreso che Richard non lo sappia… Questi afferma che lui è scomparso proprio davanti ai suoi occhi, ma John mormora che stanno per vedere il luogo in cui si è ritrovato quando è sparito: una volta che avranno finito, vuole che Richard lo accompagni a trovare Jacob. Richard non è sicuro che sia una buona idea, ma Locke replica che è lui il leader, per cui vuole vedere Jacob. Richard accetta di accompagnarlo a destinazione.
Il gruppo raggiunge l’area dove si schiantò l’aereo nigeriano, e Ben nota qualcuno muoversi poco lontano. Locke spiega a Richard che ha a disposizione solo pochi minuti per fare quello che deve, poi lo informa che l’uomo poco distante ha bisogno del suo aiuto: è stato colpito alla gamba e Richard deve estrargli il proiettile. Deve poi dirgli di riportare tutti quelli che hanno lasciato l’isola di nuovo su di essa, e quando l’uomo gli chiederà come, Richard risponderà che deve morire per ottenere lo scopo. Ben chiede chi sia quell’uomo, e John replica che è lui.
Ben osserva Richard recarsi a trovare il Locke che si trova vicino all’aereo… Chiede quindi al John accanto a lui come sapesse quando lo avrebbero trovato in quel luogo, ed egli risponde che è stata l’isola a rivelarglielo. Ben fa notare che però l’isola non gli ha detto dove trovare Jacob, altrimenti non lo avrebbe domandato a Richard… Locke si rende conto che nemmeno Ben ha mai visto Jacob, ma Linus ribatte che invece l’ha visto.
Nella stazione della sicurezza Chang raggiunge i presenti per informarli che devono immediatamente evacuare l’isola, ma resta disgustato dallo spettacolo che si trova davanti: Horace e Radzinsky torturano Sawyer e Juliet. Chang spiega che sta per verificarsi un incidente al sito di costruzione della stazione Cigno, per cui devono allontanarsi; Radzinsky dichiara che non ha intenzione di fermarsi, tutto dovrà andare come da programma… Sawyer però afferma che il fisico ha ragione, l’isola non è più sicura e chiede al suo carceriere di far salire lui e Juliet nel sottomarino insieme alle donne e ai bambini: se accoglierà la richiesta, lui racconterà loro tutto quello che vogliono sapere. Radzinsky accetta, e Sawyer inizia a disegnare una mappa che porta fino al villaggio degli Ostili.
Eloise e Richard conducono Kate e Jack fino ad uno stagno nella giungla: devono nuotare raggiungendo il fondo per poter accedere al tunnel che porta al luogo in cui hanno seppellito la bomba. Kate rifiuta di andare, dato che intende tornare al villaggio, ma Erik non le permette di allontanarsi… Improvvisamente uno sparo si sente a distanza ravvicinata, seguito da un secondo; Erik cade a terra morto, e Sayid esce dalla giungla puntando la pistola contro Eloise e Richard. Jack spiega il suo piano per cambiare gli eventi a Sayid, ma questi replica che ha già cambiato le cose: ha ucciso Ben. Kate però gli fa sapere che non è esatto, ha portato il ragazzino dagli Altri per salvarlo. Sayid le chiede il motivo di un tale gesto, e Kate domanda da quando sparare ai ragazzini e far scoppiare bombe siano diventate cose normali… Jack ribatte che quello è il motivo per il quale sono stati riportati sull’isola, è il loro destino; Kate però afferma che le sembra di sentire Locke… E persino Jack ha detto più volte che John era pazzo! Kate se ne va a cercare il resto del loro gruppo, che forse riuscirà a fermare Jack; nel frattempo Richard, Jack, Eloise e Sayid si tuffano nello stagno e nuotano nei tunnel sotterranei. I quattro riemergono in una caverna, e Richard accompagna gli altri attraverso una galleria fino alla bomba.
Al porto le donne e i bambini del progetto Dharma vengono fatti salire nel sommergibile. Miles osserva a distanza il padre e la madre che litigano; la donna, arrabbiata, sale sul sottomarino insieme al figlioletto. Poco dopo anche Sawyer e Juliet vengono condotti al mezzo in manette; Hurley afferma che non bisogna preoccuparsi, dato che Sawyer ha sempre un piano. Quando la botola del sottomarino sta per chiudersi Phil vi fa entrare anche Kate, ammanettandola tra Sawyer e Juliet; infine il mezzo parte… Sawyer, Kate e Juliet lasciano l’isola.
Locke, Ben e Richard tornano al campo situato alla spiaggia. John afferma che intende portare tutti a vedere Jacob: se quell’uomo sta dicendo loro cosa fare, a lui farebbe piacere sapere chi sia. Prima di partire Richard confessa a Ben di temere che John sarà un problema per loro, e Linus gli domanda ironicamente perché altrimenti avrebbe tentato di ucciderlo... Il mattino successivo, dopo essere partiti, Ben avvicina John e gli sussurra che Richard ha delle riserve in merito alle sue scelte… Locke lo ringrazia per l’informazione, ma Ben replica che si trova lì per seguirlo, per cui se Jacob lo aiuterà a riunirsi agli altri suoi compagni… John interrompe la frase affermando che non è quello il vero motivo per il quale vuole andare da Jacob: in realtà intende solo ucciderlo!

Curiosità :
Sebbene accreditato Henry Ian Cusick (Desmond) non appare in questo episodio. Jeremy Davies (Daniel) vi appare ma non ha battute, eccetto quelle derivanti da scene di episodi precedenti.
Questo episodio è dedicato a Richard.
Questo episodio non ha alcun flashback né flashforward riguardanti uno dei personaggi.
Questo è il secondo episodio consecutivo in cui una scena della season premiere viene mostrata da un diverso punto di vista.
Questo è il secondo episodio in cui un personaggio vede se stesso durante un viaggio temporale: John rivede se stesso ferito alla gamba, mentre pochi episodi prima Miles vede se stesso bambino.
Quando Jack, Kate e Hurley sono tornati sull’isola Sawyer ha detto loro che l’unico modo per stare al sicuro era unirsi al progetto Dharma. Hurley però era preoccupato che qualcuno facesse loro delle domande alle quali non avrebbero saputo rispondere, come per esempio chi fosse il presidente degli Stati Uniti… Questa è esattamente la domanda che Chang gli pone in questo episodio.
La bussola che Richard ha dato a John in questo episodio è la stessa che John stesso diede a Richard nel 1954.
Charles Widmore fa capire che Eloise è incinta, probabilmente di Daniel. Questo significa che Daniel è al massimo un diciannovenne nel 1996, quando Desmond gli fa visita ad Oxford dove Faraday insegna.
Prima di immergersi il capitano Bird chiede un controllo dei motori 2 e 3; i due numeri combinati formano il 23, uno dei numeri maledetti. 
 
 
 
 
Episodio 5.16 - 98
Titolo Originale : The incident (1)
Titolo Italiano : L'incidente (1)

trasmesso in USA il :13 maggio 2009
trasmesso in Italia il : 31 agosto 2009

Scritto da : Damon Lindelof, Carlton Cuse
Diretto da : Jack Bender

Guest Stars: Brad William Henke (Bram), Eric Lange (Radzinsky), Patrick Fischler (Phil), Jon Gries (Roger Linus), Zuleikha Robinson (Ilana), Francois Chau (Pierre Chang), Jeff Fahey (Frank Lapidus), Nestor Carbonell (Richard Alpert), John Terry (Christian Shephard), Sam Anderson (Bernard Nadler), L. Scott Caldwell (Rose Nadler), Adam Bazzi (tassista), George Gerdes (sig. Springer), Tanner Maguire (giovane Tom), Emily Rae Argenti (giovane Kate), Titus Welliver (uomo #2), Mark Pellegrino (Jacob), Kevin Chapman (Mitch), Andrea Gabriel (Noor "Nadia" Abed Jaseem), Alice Evans (giovane Eloise), Agnes Kwak (zia Soo), Amy Stewart (madre), Rylee Fansler (giovane Juliet), Sally Davis (donna), Michael Trisler (padre), John Pete (impiegato della prigione), Colby French (zio Doug), Keegan Boos (giovane Sawyer), Sonya Masinovsky (infermiera russa), Daniel James Kunkel (anestesista), William Makozak (capitano Bird), Savannah Lathem (giovane Rachel)

Riassunto :
Lost L'incidente (1)In una stanza antica un uomo vestito di bianco tesse un arazzo contenente un intricato disegno formato da geroglifici egizi e lettere greche. Sulla spiaggia, poco dopo, l’uomo cucina del pesce appena pescato sopra le pietre roventi: è mattino, e all’orizzonte nell’oceano una grossa nave si sta avvicinando all’isola. Un altro uomo, vestito di nero, lo raggiunge e si siede accanto a lui; gli domanda quindi come mai abbia fatto arrivare la nave sull’isola: sta ancora tentando di dimostrare che si sbaglia? L’uomo in nero aggiunge che come al solito essi arrivano, combattono, distruggono, corrompono: la situazione termina sempre nello stesso modo… Quello in bianco replica che finisce solamente una volta, e tutto quello che accade prima è solo progresso; l’altro allora sostiene di volerlo uccidere, un giorno troverà il modo di farlo. L’uomo vestito di bianco risponde che sarà lì ad aspettarlo, e l’altro se ne va salutandolo con il nome di Jacob… Quando l’inquadratura si allarga, si nota che Jacob è seduto vicino alla base di una gigantesca statua di pietra con i piedi a quattro dita: è la dea egizia Taweret.
In una piccola cittadina, vicino ad un negozietto di alimentari, i giovanissimi Kate e Tom pianificano di rubare il cestino per il pranzo dei “New Kids On the Block”. Kate ne afferra uno dallo scaffale e lo nasconde nello zainetto, ma mentre i due tentano di uscire dal negozio vengono sorpresi: il proprietario minaccia di chiamare sua madre e la polizia, ma un uomo si avvicina e offre di pagare l’oggetto: si tratta di Jacob. Kate lo ringrazia, e Jacob le chiede se ruberà ancora in futuro; la ragazzina scuote la testa, e Jacob sorride avvicinandosi a lei: le sfiora il naso e la saluta chiamandola “piccola Kate”, poi si allontana.
Al molo il sottomarino è partito, ma Kate spiega a Sawyer e Juliet che devono uscire da lì: è tornata solo per prendere Sawyer, dato che Daniel è morto e Jack intende far esplodere la bomba ad idrogeno. Sawyer ribatte che stavolta passerà, lui e Juliet erano felici al villaggio e vuole avere un’altra opportunità di vivere con lei nel mondo reale. Se Jack vuol far esplodere l’isola, buon per lui.
Nel tunnel sotterraneo Sayid fa notare che nel diario di Daniel ci sono le istruzioni per rimuovere il nucleo di plutonio della bomba e su come farlo detonare. Jack domanda se quel nucleo sarà sufficiente a neutralizzare la sacca di energia, ma Sayid spiega che è un’arma termonucleare: sarà più che abbastanza! Richard intanto non è entusiasta della faccenda, dato che Eloise è incinta: hanno sigillato la bomba vent’anni prima proprio perché emetteva radiazioni… La donna ribatte che quello è esattamente ciò che devono fare; Jack poi afferma che farebbero meglio a muoversi, hanno solo due ore di tempo.
Al sito di costruzione del Cigno Radzinsky è arrabbiato con gli operai, che hanno smesso di scavare. Pierre Chang si trova lì, e afferma che le trivelle si stanno scaldando troppo; Radzinsky replica che quello è il motivo per il quale hanno l’acqua: sta lavorando su quel progetto da sei anni, ha realizzato una stazione che riuscirà a manipolare l’elettromagnetismo in modi che fino a quel momento hanno solamente sognato. Nessuno riuscirà a fermarlo dato che è così vicino al successo, per cui Radzinsky ordina agli operai di ricominciare le trivellazioni.
Alla spiaggia Sun cammina insieme agli Altri; si avvicina quindi a Ben e gli chiede chi sia Jacob: è l’uomo che stanno andando ad incontrare, per cui vuole sapere di chi si tratti. Ben spiega che Jacob è il capo dell’isola, ma questo confonde Sun: pensava che fosse John il capo… Linus replica che Locke è il loro leader, ruolo che ha scoperto essere estremamente temporaneo. Tutti però devono rispondere a qualcuno, e il leader risponde a Jacob. Sun chiede come sia Jacob, ma Ben non lo sa: non l’ha mai incontrato.
Richard e John discutono appartati; il primo afferma che Ben gli ha confessato di aver strangolato Locke, per cui ora vuole sapere come faccia ad essere ancora vivo. Locke replica che Richard si trova sull’isola da molto più tempo di lui, se qualcuno dovrebbe avere una spiegazione per quanto accaduto, quello sarebbe proprio lui! Richard mormora di essere sull’isola da molto tempo, ma non ha mai visto una cosa del genere in passato, nessuno è mai tornato dalla morte… John di contro sostiene di non aver mai visto nessuno che non invecchia, ma questo non significa che non possa accadere! Richard spiega che è così grazie a Jacob, e probabilmente la stessa spiegazione si può applicare a lui; John concorda e poi afferma che al termine dei ringraziamenti a Jacob dovranno affrontare la questione dei passeggeri del volo Ajira. Richard domanda cosa intenda dire, e Locke semplicemente replica che sa bene quello che intende; Richard si mostra molto preoccupato.
In un’altra parte della spiaggia Ilana, Bram e gli altri scaricano una grossa cassa di alluminio dalla canoa che hanno utilizzato per giungere fino a quell’approdo. Lapidus finge di essere privo di conoscenza mentre ascolta la conversazione tra Ilana e Bram: quest’ultimo non vuole portare con sé Frank, ma Ilana replica che potrebbe servire loro. Bram chiede se il pilota sia un candidato, ma prima che Ilana possa rispondere si rende conto che Frank è sveglio e li sta ascoltando… Lapidus domanda loro chi siano, e Ilana replica che sono amici; Frank chiede cosa ci sia nella cassa, e Ilana a sorpresa glielo mostra: la reazione del pilota è scioccata.
Fuori da una chiesa, dopo un funerale, un giovanissimo Sawyer osserva mentre i feretri dei genitori vengono caricati nelle auto funebri. Poco dopo il ragazzino cerca di scrivere una lettera, ma la penna non funziona… Jacob gli si avvicina e domanda se abbia bisogno di una penna, poi gliene porge una e Sawyer la prende: le loro dita si toccano brevemente… Lo zio di Sawyer, Doug, si avvicina al nipote e legge la lettera: “Caro signor Sawyer, lei non sa chi sono io, ma io so chi è lei. E so quello che ha fatto!” Zio Doug comprende che il nipote sia arrabbiato, ma gli consiglia di andare avanti: i genitori sono morti, e non c’è nulla che possa fare per cambiare le cose, ciò che è fatto è fatto. Doug domanda a James di promettergli che non terminerà la lettera… Il bambino promette sembrando sincero, ma ovviamente mente.
Al sottomarino Sawyer cerca di capire se ha inteso bene: Jack pensa che facendo esplodere la bomba tutto venga cancellato, che il volo 815 atterri a Los Angeles e quindi tutto quanto accaduto sull’isola magicamente sparisca? Kate fa notare che Jack potrebbe uccidere tutti quelli che si trovano sull’isola; Sawyer se ne rende conto, ma ha scelto di lasciare quel posto e non intende cambiare idea. Uno degli agenti della Dharma si avvicina a loro con i sedativi per il viaggio, ma improvvisamente Juliet fa sbattere all’uomo la testa contro il tavolo e gli dà un calcio al petto, facendogli perdere conoscenza. Sawyer è scioccato, ma Juliet replica che non possono permettere che Jin, Miles e Hurley muoiano. Sawyer è arrabbiato ma capisce che ha ragione; Juliet intanto sottrae le chiavi delle manette alla guardia e libera tutti. Afferra quindi la pistola dell’uomo e penetra nella sala macchine del sottomarino, obbligando il capitano a tornare in superficie. Lo avvisa quindi di non tornare più sull’isola, e Sawyer spara alla radio per evitare che possano contattare Horace.
Nel tunnel sotterraneo Sayid finisce di rimuovere il nucleo della bomba. Richard intanto racconta a Jack che più di vent’anni prima John entrò nel loro campo e disse che sarebbe diventato il loro leader… Lui gli ha fatto visita in America tre volte da quell’episodio, ma Locke non gli è mai parso particolarmente speciale. Per caso Jack lo conosce? Jack replica di sì, lo conosce e se fosse in Richard non rinuncerebbe a quell’uomo.
Gli Altri continuano a camminare costeggiando l’oceano. John domanda a Ben perché non abbia raccontato a Richard il suo piano di uccidere Jacob, ma Ben replica che pensava lui volesse tenerlo segreto. Locke è sorpreso da questa risposta, niente ha mai fermato Ben in passato… Linus ribatte che ora guarda le cose in modo diverso, visto che sua figlia morta lo ha minacciato di distruggerlo se non avesse seguito gli ordini di John… Locke sorride e afferma che dopo tutto forse non dovrà sforzarsi a convincerlo, e Ben gli chiede a fare cosa. John spiega che non sarà lui ad uccidere Jacob, lo farà Ben.
Ad un incrocio di Santa Monica Boulevard, a Los Angeles, Sayid e Nadia attendono il verde per attraversare la strada mentre un uomo accanto a loro guarda una piantina: si tratta di Jacob… Nadia inizia ad attraversare mentre Sayid viene fermato da Jacob, che gli chiede indicazioni; Sayid osserva la mappa e gli domanda dove debba andare, mentre un SUV a tutta velocità investe Nadia… Durante l’impatto Jacob si avvicina a Sayid per toccarlo; Sayid intanto si precipita a verificare le condizioni di Nadia, morente, e le dice che è con lei, tutto andrà bene. In arabo, a stento, Nadia gli chiede di riportarla a casa.
Nei tunnel Sayid segue Eloise e Richard. I due si fermano, e Richard usa un grosso martello per rompere una parete rocciosa che li fa accedere al piano interrato di una casa della Dharma. Eloise vuole entrare per prima, ma Richard la colpisce facendole perdere conoscenza con il calcio della pistola, spiegando agli altri che sta proteggendo la leader: non può rischiare che vada con loro, Eloise al risveglio sarà arrabbiatissima, ma almeno sarà ancora viva.
Sayid e Jack salgono le scale fino al piano terra della casa, e vedono la confusione del villaggio: al microfono viene annunciato che chiunque incontri l’ostile è autorizzato ad usare la forza, anche ad ucciderlo. Sayid si impadronisce di una tuta e mormora che si nasconderanno in mezzo agli altri, poi i due escono con il plutonio nello zaino, e camminano attraverso il villaggio. Roger Linus li vede e riconosce Sayid come la persona che ha sparato a suo figlio, punta quindi il fucile contro di loro, ma Sayid lo avvisa che ha un’arma nucleare con sé… Roger non è interessato e gli spara allo stomaco; Jack spara in risposta facendo scappare Roger e tutte le altre persone lì intorno. La sicurezza apre il fuoco contro di loro, e Jack si nasconde; d’improvviso un furgone li avvicina e, aperta la portiera, Jack si rende conto che sono Jin, Miles e Hurley. Il chirurgo carica Sayid nel veicolo e grida a Hurley di partire; quest’ultimo dà gas e si allontana a tutta velocità.
In mezzo all’oceano Kate, Sawyer e Juliet remano verso la riva: non hanno idea di dove si trovino, ma improvvisamente sentono l’abbaiare di un cane, e Vincent esce correndo dalla giungla. Dietro di lui appare Rose, che giratasi informa il marito che sono stati rintracciati: i due non ne sono affatto contenti. La coppia conduce Sawyer, Kate e Juliet alla capanna che hanno costruito e nella quale hanno vissuto per tre anni; Bernard afferma che le persone lavorano tutta la vita per avere un posticino tranquillo vicino all’oceano nel quale ritirarsi e vivere in pace: loro ce l’hanno, sono in pensione… Sawyer e Kate li informano che Jack ha una bomba, ma Rose non è spaventata: con loro c’è sempre qualcosa che non va, hanno viaggiato indietro nel tempo di trent’anni ma stanno ancora cercando di trovare un modo per spararsi l’un l’altro. Juliet afferma che se non fermeranno Jack moriranno tutti; Bernard però scuote le spalle e si limita ad accettare il fatto: l’unica cosa che gli importa è stare con la moglie, è ciò che conta alla fine. Rose poi spiega ai tre come raggiungere il villaggio, e gli ospiti si allontanano.
Ilana e i suoi compagni camminano attraverso la giungla. Frank chiede cosa ne faranno del contenuto della scatola, e Bram replica che devono mostrarlo a qualcuno in modo da far capire di cosa sono capaci. Lapidus approfondisce la questione, e Bram spiega che dovranno affrontare qualcosa di molto più spaventoso di ciò che è contenuto nella scatola… Il pilota chiede loro chi siano veramente, e Bram afferma che sono i bravi ragazzi; Frank allora ribatte che per esperienza personale le uniche persone che affermano di essere i buoni solitamente sono i cattivi. Ilana ferma tutti sostenendo di aver raggiunto la meta: sono arrivati allo spiazzo dove si trova la capanna di Jacob. Bram le fa notare che il cerchio di cenere è stato infranto, e Ilana reagisce chiedendogli di restare dove si trova ed aspettare.
In un ospedale Ilana giace malconcia su un letto, completamente bendata. Un’infermiera le si avvicina e le parla in russo: c’è un uomo che chiede di vederla. L’infermiera fa segno al visitatore di entrare, e Jacob si avvicina alla paziente; parlando in russo l’uomo le dice di essere spiacente di non essere riuscito ad andare a trovarla prima. Ilana mormora in un russo stentato di essere felice di vederlo; Jacob parla in inglese e afferma di essere lì perché ha bisogno del suo aiuto: può dargli una mano? Ilana risponde di sì, e Jacob sorride sollevato.
Sull’isola Ilana entra nella capanna e nota che è vuota; c’è un coltello conficcato sul muro, che sostiene qualcosa… Ilana si avvicina e nota che si tratta di una parte del vecchio arazzo; esce quindi dallo stabile e informa il gruppo che Jacob non c’è oramai da molto tempo: qualcun altro però ha usato la capanna. Ilana ordina agli altri di bruciarla, e insieme a Bram accende delle torce appiccando il fuoco. Bram osserva l’arazzo e vi nota il disegno dalla statua di Taweret; immagina quindi dove si recheranno come tappa successiva.
Sulla spiaggia gli Altri si incamminano verso il vecchio campo dei superstiti del volo 815. Raggiungono la meta, e John suggerisce a tutti di riposarsi un po’… Ben intanto osserva l’oceano; Locke lo avvicina e domanda cosa accadde il giorno in cui Ben lo accompagnò per la prima volta a conoscere Jacob. Ben replica che già sa che lì non c’era nessuno, ha finto… Era imbarazzato per non aver mai visto Jacob in prima persona, per cui ha mentito raccontando che l’uomo era lì. Linus gli chiede quindi perché voglia uccidere Jacob, e Locke spiega che a dispetto del servizio che Ben ha reso all’isola, gli è venuto un cancro, poi ha dovuto guardare sua figlia venire giustiziata sotto i suoi occhi e alla fine, come ricompensa, è stato cacciato dall’isola… Tutto in nome di un uomo che non ha neppure mai incontrato! A quel punto la vera domanda è… come mai Ben non vorrebbe uccidere Jacob?
Lost L'incidente (1)Sun cammina verso la sua vecchia tenda; vi trova la culla di legno del piccolo Aaron caduta su un lato, e la rimette a posto. Durante l’azione trova un anello di metallo tra le coperte: è quello di Charlie.
Nel passato, durante il matrimonio di Jin e Sun, i due si scambiano i voti e la donna infila la fede nuziale a Jin. Nessuno dei due è mai stato così felice, e tutti i presenti applaudono; qualche momento dopo, mentre gli invitati vanno a salutare gli sposi, Jacob si avvicina loro e appoggia le sue mani sulle spalle della coppia, parlando loro in un coreano perfetto. Offre loro la sua benedizione, e augura una vita lunga e felice insieme: il loro amore è una cosa speciale, e non dovranno mai darlo per scontato. Jacob si allontana, e Sun chiede a Jin chi fosse quell’uomo… Jin non lo sa, ma il suo coreano era eccellente!
Sull’isola Hurley corre a tutta velocità nella giungla verso il Cigno; Jack non riesce a fermare l’emorragia provocata dalla pallottola a Sayid e prega Jin di continuare a fare pressione su di essa. Improvvisamente Hurley frena quando nota Sawyer, Kate e Juliet attraversare la strada di fronte a loro…

Curiosità :
Sebbene accreditati Jeremy Davies (Daniel) e Henry Ian Cusick (Desmond) non appaiono in questo episodio.
Questo episodio è dedicato a Jacob.
Questo episodio è stato nominato agli Emmy Awards nel 2009 nelle categorie "Outstanding Single-Camera Picture Editing For A Drama Series" e "Outstanding Sound Mixing For A Comedy Or Drama Series (One Hour)". Inoltre Carlton Cuse e Damon Lindelof hanno ricevuto la nomination nella categoria "Outstanding Writing for a Drama Series" per la sceneggiatura di questo episodio.
L’arazzo di Jacob contiene delle frasi scritte in greco antico, entrambe tratte dall’Odissea. Esse significano “Possano gli dei concederti quello che il tuo cuore desidera” e “Possano gli dei darti la felicità”.
In riva all’oceano Jacob vede una nave avvicinarsi all’isola: si tratta della famosa Black Rock, quindi il flashback ha luogo circa nel 1845.
Il cestino per il pranzo dei “New Kids on the Block” che Jacob acquista per Kate e Tom si vede anche nella prima stagione nell’episodio 1x22 “In fuga”: i due lo usavano come capsula del tempo.
La parete rocciosa attraverso la quale Richard conduce Jack e Sayid porta alla futura casa di Ben.
Nella scena iniziale alcune lettere greche dell’arazzo sono sbagliate; gli errori però sono stati corretti quando esso si vede completato da Jacob.
Durante la prima volta che la statua della dea si è vista completa, nell’episodio 5x08 “LaFleur”, la gamba destra si trovava più avanti della sinistra, e le righe della veste andavano da sinistra a destra diagonalmente. In questo episodio invece tutto è al contrario.
Durante il flashback di Kate alcune bottigliette di Malibu Tropical Banana e Absolut 100 Black si notano sugli scaffali. I due prodotti sono entrati sul mercato solo nel 2007.
La scena del matrimonio tra Jin e Sun è l’unica in tutta la stagione dove i due appaiono insieme. Essa riprende il matrimonio visto nella prima stagione, ma è diversa rispetto alla volta precedente: nella stagione 1 il matrimonio era stato celebrato all’interno, mentre in questo episodio si vede chiaramente che è stato celebrato all’aperto. Inoltre il vestito di Sun è diverso.
Quando i giovani Tom e Kate stanno per rubare dal negozio si trovano davanti ad un’auto con la targa "XA7 023". 23 è uno dei numeri maledetti.

Musica :
"Three cigarettes (in an ashtray)" di Patsy Cline (si sente nel negozio dove Kate cerca di rubare il cestino per il pranzo). 
 
 
 
 
Episodio 5.17 - 99
Titolo Originale : The incident (2)
Titolo Italiano : L'incidente (2)
trasmesso in USA il :13 maggio 2009
trasmesso in Italia il : 31 agosto 2009

Scritto da : Damon Lindelof, Carlton Cuse
Diretto da : Jack Bender

Guest Stars: Sam Anderson (Bernard Nadler), John Terry (Christian Shephard), Francois Chau (Marvin Candle/Pierre Chang), Zuleikha Robinson (Ilana), Jon Gries (Roger Linus), Nestor Carbonell (Richard Alpert), Jeff Fahey (Frank Lapidus), Patrick Fischler (Phil), Eric Lange (Radzinsky), Brad William Henke (Bram), L. Scott Caldwell (Rose Nadler), Colby French (zio Doug), Keegan Boos (giovane Sawyer), Alice Evans (giovane Eloise Hawking), Andrea Gabriel (Noor "Nadia" Abed Jaseem), Kevin Chapman (Mitch), Mark Pellegrino (Jacob), Titus Welliver (uomo #2), Emily Rae Argenti (giovane Kate), Tanner Maguire (giovane Tom), George Gerdes (sig. Springer), Adam Bazzi (tassista), Agnes Kwak (zia Soo), Savannah Lathem (giovane Rachel), William Makozak
(capitano Bird), Daniel James Kunkel (anestesista), Sonya Masinovsky (infermiera russa), John Pete (agente carcerario), Michael Trisler (padre), Sally Davis (donna), Rylee Fansler (giovane Juliet), Amy Stewart (madre)

Riassunto :
In una sala operatoria Jack osserva spaurito la colonna vertebrale della paziente che si trova davanti, distesa sul tavolo operatorio. Informa i presenti di aver inciso accidentalmente la dura madre e spiega che il fluido spinale sta uscendo ma Christian, presente all’intervento, gli ordina di chiudere gli occhi e di contare fino a cinque: è l’unico modo per riuscire a risolvere il problema ed evitare la paralisi alla ragazza, non deve aver paura e potrà così suturare la membrana. Altrimenti dovrà subentrargli… Jack osserva il padre e poi conta lentamente fino a cinque; al termine inizia a suturare il danno.
Qualche ora dopo, nel salottino, Jack acquista una barretta dolce da un distributore automatico, ma essa resta incastrata e non scende. Il medico a questo punto colpisce la macchina un paio di volte, ma non ottiene il risultato sperato… Christian lo raggiunge e lo informa che la ragazza è in rianimazione: non ci sono segni di paralisi. Jack di contro replica che il padre l’ha messo in imbarazzo davanti all’intero team, sa bene che non crede in lui, ma Jack ha bisogno che almeno gli altri colleghi lo facciano! Christian domanda al figlio se è così sicuro che sia lui a non avere fiducia, poi si allontana; un uomo intanto infila delle monetine nel distributore automatico al quale si era rivolto Jack, e grazie a questo gesto la barretta incastrata scende. Lo sconosciuto la porge a Jack chiedendogli se sia sua: si tratta di Jacob. Jack spiega di sì, si era incastrata… Jacob afferma che probabilmente aveva solo bisogno di una spinta di incoraggiamento; mentre Jack prende il dolciume, le dita dei due si toccano leggermente.
Sull’isola Jack esce dal veicolo e Sawyer chiede al medico cinque minuti per parlare a quattr’occhi; Jack acconsente, e i due si allontanano insieme. Sawyer racconta che suo padre uccise sua madre e poi si suicidò: è la cosa più brutta che gli sia mai capitata. Dato che si trovano nel luglio del 1977, quei fatti sono accaduti esattamente un anno prima… Sawyer sarebbe potuto partire con il sottomarino, tornare negli USA e fermare suo padre, ma non ha seguito i suoi desideri perché ciò che è fatto è fatto. Jack ribatte che non deve necessariamente andare in quel modo, così Sawyer gli domanda cosa sia andato così male la prima volta da spingerlo a voler far saltare in aria l’isola per ottenere una seconda possibilità. Il chirurgo dopo alcuni tentennamenti replica che si tratta di Kate, l’aveva e poi l’ha persa! Sawyer afferma che Kate è proprio lì, poco distante da loro, ma Jack replica che oramai è troppo tardi: inoltre i suoi cinque minuti sono terminati. Sawyer gli ricorda che se il suo piano funzionasse, se rivivessero il loro passato in modo diverso, Kate sarebbe in manette sull’aereo e loro non si conoscerebbero nemmeno; Jack spiega che se quello è ciò che dovrà accadere, andrà bene così. James si rende conto che nulla riuscirà a far cambiare idea a Jack, e d’improvviso lo colpisce al viso; Jack gli rende il colpo, e Sawyer cade a terra. I due si picchiano forte, ma Sawyer prevale e blocca a terra il rivale chiedendogli se si fermerà. Il chirurgo replica di no, e James inizia a colpirlo ripetutamente al viso. Juliet, sentito il baccano, li raggiunge e grida a Sawyer di fermarsi. Sawyer spiega a Juliet che Jack non intende ascoltarlo, e la donna replica che il motivo è semplice, ha ragione e devono fare come dice. Sawyer è scioccato, cosa diavolo sta dicendo?
Negli anni ottanta una giovanissima Juliet siede sul divano con la sorella, Rachel: le due ascoltano i genitori raccontare loro che stanno per divorziare. Rachel è arrabbiata, e la loro madre tenta di dare spiegazioni: solo perché due persone si amano non significa che siano destinate a restare insieme. Ferita, Juliet domanda cosa accadrebbe se invece fossero destinati a restare insieme… La madre replica che non è così, ma Juliet di contro le chiede come faccia ad esserne così sicura. La donna spiega che quando crescerà, comprenderà, ma Juliet scappa via e si rifugia nella sua camera, gridando che non vuole capire.
Sull’isola Juliet fa intendere di aver cambiato idea dopo aver notato il modo in cui James guarda Kate: solo perché due persone si amano non significa che debbano stare insieme. Se Jack è in grado di fare in modo che nessuno di loro arrivi mai sull’isola, Juliet pensa che dovrebbe provarci: se non le capitasse mai di conoscere Sawyer, allora non dovrebbe nemmeno perderlo.
Al sito di costruzione della stazione Cigno Chang controlla l’indicatore del gauss della trivella: mentre grandi vampate di vapore escono dal buco, Chang spiega a Radzinsky che le forze elettromagnetiche stanno toccando picchi che neanche gli strumenti riescono a misurare. Radzinsky è entusiasta, si trovano proprio sopra la sacca di energia! Chang lo mette in guardia dal continuare a trivellare, ma Radzinsky riceve una chiamata da Phil al walkie-talkie: l’ostile che ha sparato a Ben è tornato, ha con sé una bomba e ha rubato uno dei van. Radzinsky si rende conto che Sayid conosce l’ubicazione del sito e probabilmente si sta dirigendo lì, per cui ordina a Phil e a tutta la squadra della sicurezza di raggiungere il Cigno per proteggere la stazione, nell’eventualità l’ostile decidesse di attaccarli.
Nascosto nella giungla Jack osserva le attività di scavo della stazione in costruzione. Kate gli si avvicina da dietro e domanda se stia bene, dato che è tutto insanguinato; Jack spiega che è tutto a posto, sta bene anche se la discussione con Sawyer è andata un po’ fuori controllo… La ragazza, ripulendogli il viso, si chiede se il chirurgo ricordi quando lei lo ricucì il primo giorno che precipitarono sull’isola; Jack sorride, e poi le domanda come mai gli abbia fatto promettere di non fare domande su Aaron. Kate risponde che era così arrabbiata con lui per averla fatta tornare sull’isola che ha deciso di comportarsi in quel modo; in realtà è tornata perché Aaron potesse stare con sua madre, dove avrebbe dovuto essere! Jack spiega che se il suo piano dovesse funzionare, Claire ed Aaron non giungerebbero mai sull’isola e resterebbero insieme: sa che è difficile crederlo, ma nulla nella sua vita gli è mai sembrato così giusto. Ha solo bisogno che anche Kate creda in lui… D’improvviso un suono si spande nei dintorni: proviene dalla stazione Cigno. Un allarme suona, e Jack spiega che sta per accadere… I due si allontanano.
In una prigione della contea di Los Angeles Hurley viene rilasciato, anche se il ragazzo tenta con tutte le sue forze di convincere la guardia che non è una gran idea liberarlo... Poco dopo entra nel taxi che lo sta aspettando, ma scopre che c’è già qualcun altro seduto al suo interno, insieme alla custodia di una chitarra: si tratta di Jacob. Hurley accenna ad uscire, ma Jacob lo ferma asserendo che possono dividere la corsa. Mentre il tassista parte, Jacob racconta ad Hurley che lo stava aspettando; il ragazzo gli chiede se sia morto, ma Jacob risponde di no: vuole sapere come mai Hurley non intende tornare sull’isola. Hurley replica che è maledetto, per questo l’aereo è caduto e i suoi amici sono morti… Ora questi ultimi continuano ad andarlo a trovare, e lui non riesce a fermarli! Jacob tenta di fargli vedere le cose da un’altra prospettiva: e se invece fosse benedetto? Riesce a parlare con le persone che ha perso, non è forse una cosa meravigliosa? Hurley ribatte che certamente lo è, tranne per il fatto che è pazzo… Jacob afferma che non è pazzo, poi mette la sua mano sopra il ginocchio del ragazzo e gli dà le informazioni sul volo Ajira 316: non deve fare nulla che non voglia, ma sarebbe una buona cosa partire. Infine chiede al tassista di accostare: mentre scende Hurley gli fa notare che ha scordato la custodia della chitarra, ma Jacob ribatte che non è la sua.
Sull’isola Jack raggiunge il van ed informa Sayid che è giunto il momento, poi gli promette che funzionerà. Infine prende lo zaino con il plutonio e si dirige tra la vegetazione per raggiungere la stazione.
Richard e John camminano nella giungla con il resto del gruppo. Richard si ferma, e Locke gli domanda come mai: si trovano alla base della statua dalle quattro dita. Locke chiede cos’abbia a che fare quel posto con Jacob, e Richard spiega che è lì che il loro capo vive.
Nel futuro Jacob legge un libro su una panchina: è un momento ricco di pace, che però viene interrotto dal suono di un vetro in frantumi. Dietro a Jacob cade un uomo, che è stato spinto dalla finestra di un appartamento molti piani più sopra; una donna grida, e tutta la gente presente chiede di chiamare un’ambulanza. Jacob è il primo ad avvicinarsi all’uomo, che è John Locke; Jacob lo tocca, e John riprende miracolosamente la vita, scioccato. Jacob lo rassicura affermando che tutto andrà bene, gli dispiace molto per quanto accaduto.
Di notte, dopo un’attesa vana, John chiede di essere condotto direttamente da Jacob, dato che quest’ultimo non si è fatto vivo… Richard lo accompagna, ma notando che Ben si trova dietro a loro li blocca: John non può portare Ben, solo al leader è permesso chiedere udienza a Jacob, e di leader ce n’è soltanto uno. Locke ribatte che secondo lui Richard si sta inventando quella regola e prosegue; raggiunto il piedistallo, Richard muove una parete finché si apre un’entrata segreta, ma non vi penetra e chiede ai due di salutare Jacob da parte sua.
Al furgone Miles suggerisce ai compagni che forse sarà proprio la bomba ad innescare tutti gli eventi che poi porteranno alla caduta dell’aereo: ci hanno mai pensato? Tutti si guardano sorpresi, mentre Sawyer vede poco lontano Phil guidare la squadra della sicurezza verso il sito di costruzione. Il gruppo comprende subito che uccideranno Jack se si accorgeranno della sua presenza, e Juliet ricorda a tutti che si vive insieme o si muore da soli, per cui partono con il van nella speranza di fermare Phil.
Radzinsky nota Phil entrare nell’area del sito e si avvicina per parlargli. Phil intravede subito Jack poco lontano, e dà il via ad una sparatoria… Sawyer e il resto del gruppo tuttavia raggiungono il luogo con il furgone, e l’uomo riesce a bloccare Phil minacciandolo con la pistola ed interrompendo la lotta. Sawyer ordina a Chang di bloccare le trivellazioni, ma il fisico non ci riesce: qualcosa attira la trivella sempre più giù, e Radzinsky si rende conto che hanno già intaccato la sacca di energia. Jack si avvicina al buco e vi getta dentro la bomba, che precipitando sparisce alla vista; il medico e i compagni chiudono gli occhi aspettandosi l’esplosione, ma non accade nulla. Improvvisamente la torretta di trivellazione collassa su se stessa, precipitando a poco a poco nel buco; Chang grida dal dolore, perché la sua mano è rimasta incastrata tra il metallo e la base della torretta. Miles si avvicina per aiutarlo e gli libera la mano.
Tutti gli oggetti di metallo iniziano a volare verso il buco, attirati dalle forze che provengono da esso. Radzinsky grida ai compagni di andarsene e sale sulla jeep di Phil, ma viene attirato dalle forze elettromagnetiche e si schianta contro i resti della torre di trivellazione. Improvvisamente una scatola di attrezzi, fatta di ferro, viene attratta dalle energie elettromagnetiche e colpisce Jack alla testa, facendolo cadere a terra; Juliet intanto grida, perché è stata avvolta da alcune catene metalliche e viene attirata nel buco. Sawyer si precipita ad aiutarla e le afferra la mano all’ultimo secondo, mentre Phil riesce a fermare un fucile e lo punta contro il suo ex capo. D’improvviso alcune impalcature precipitano sopra di lui, poi dei tubi metallici impalano l’uomo colpendolo al petto.
Sawyer grida a Juliet di tenere duro, mentre Kate si avvicina per sciogliere le catene. La torretta vacillante scricchiola, e rumori spaventosi si levano dal buco; la piattaforma metallica sulla quale si trovano si piega, e Juliet guarda Sawyer negli occhi dicendo “Ti amo, James”. Le sue dita perdono la presa e Juliet precipita, sparendo nell’oscurità.
Alla spiaggia Richard attende insieme agli Altri il ritorno di John e Ben. Ilana, Bram, Lapidus e il resto del loro gruppo escono dalla giungla, e Ilana chiede di non sparare: vengono in pace. Domanda quindi chi tra i presenti sia Richardus, e Richard le si avvicina; Ilana gli chiede cosa giaccia all’ombra della statua, e Richard risponde in latino, facendo sorridere d’approvazione la donna. Ilana si presenta e spiega di dovergli mostrare una cosa, apre quindi la grossa scatola metallica e il cadavere di John cade a terra. Richard è scioccato alla vista del corpo, e Ilana spiega che l’hanno trovato nello spazio bagagli del volo Ajira, dentro una bara. Sun è spaventata e confusa, si domanda chi sia il Locke che hanno seguito fino a quel momento, se quello è il vero John… Chi è la persona che si trova dentro il piede della statua?
Dentro alla stanza segreta Locke e Ben entrano in una sala dall’arredamento semplice; la luce della luna penetra da un buco nel muro, e al centro della stanza vi è un fuoco. Ben nota l’arazzo, mentre poco distante una voce gli chiede se gli piaccia. Locke fa un passo avanti e incrocia lo sguardo di Jacob; quest’ultimo afferma che ha trovato il modo di scovarlo, e John aggiunge che finalmente c’è riuscito. Ben è confuso e chiede ai due se si siano mai incontrati prima; Locke spiega di sì, se così si può dire. Chiede quindi a Ben di fare ciò che gli ha chiesto; Jacob aggiunge che qualunque cosa John gli abbia detto, vuole Ben sappia che ha sempre una scelta. Ben può fare ciò che gli è stato chiesto, oppure può andarsene e permettere loro di discutere da soli. Ben ribatte chiedendo se dopo tutto quel tempo forse abbia finalmente deciso di smettere di ignorarlo… Dopo aver vissuto sull’isola per trentacinque anni, sentendo il suo nome di continuo, eseguendo le sue istruzioni, portando a termine le sue liste, facendo ciò che gli ordinava… Senza mai mettere in dubbio nulla… Ha chiesto di poterlo vedere, ma Richard gli ha sempre risposto che sarebbe dovuto essere paziente! Lost  L'incidente (2)Quando però Locke ha chiesto di fargli visita, gli è stata subito concessa la richiesta come se fosse Mosé: perché Locke? Ben chiede cosa ci fosse in lui che non andava, cosa prova Jacob per lui? Jacob di contro ripete la domanda, e questo fa scattare la rabbia di Ben, che estratto un coltello pugnala Jacob direttamente al cuore, due volte. Jacob non fa nulla per difendersi e non sembra nemmeno sorpreso, poi collassa a terra e mormora qualcosa a John. Quest’ultimo si piega per sentire meglio, e Jacob sussurra che stanno arrivando… Locke guarda in alto con timore, poi arrabbiato getta Jacob nel fuoco facendolo bruciare.
Alla stazione Cigno Jack giace a terra privo di conoscenza accanto alla torre di trivellazione, che sta collassando. D’improvviso i suoi occhi si aprono, e nota Kate e Sawyer in bilico su una sezione della piattaforma. Subito si alza e aiuta Kate a trattenere Sawyer, il quale lo informa che Juliet è caduta nel buco; Jack spiega che non possono più fare nulla per lei, mentre la piattaforma cigola: non reggerà ancora a lungo. Finalmente anche Sawyer riesce ad allontanarsi con l’aiuto di Jack; il metallo poi cigola nuovamente e viene inghiottito dal buco.
Sul fondo della piattaforma di trivellazione Juliet giace in una pozza d’acqua: è ferita gravemente, ma in qualche modo è ancora viva. Osservando ciò che la circonda nota la bomba inesplosa poco lontano; riesce quindi a trascinarsi verso di essa e, raccolta una pietra, comincia a picchiettare sul cilindro. Colpo dopo colpo il metallo cede, e il buco viene illuminato da una luce bianca, mentre tutto intorno si diffonde il rumore dell’esplosione.

Curiosità :
Sebbene Sebbene accreditati Henry Ian Cusick (Desmond) e Jeremy Davies (Daniel) non appaiono in questo episodio. E’ la prima volta che in una season finale non appaiono tutti i personaggi regolari.
Questo episodio è dedicato a Jacob.
Questa è la prima season finale in cui Walt non appare.
Nel flashback di Jack suo padre gli ordina di contare fino a cinque per bloccare la paura e tornare ad operare; la stessa storia è stata raccontata da Jack a Kate nel pilot.
La musica di Patsy Cline si sente nel negozio dove Kate, da bambina, tenta di rubare il cestino porta pranzo; in ogni flashback della ragazza è presente una canzone della cantautrice.
Jacob legge il libro di Flannery O’Connor “Everything that rises must converge” mentre è seduto sulla panchina del parco, davanti allo spiazzo sul quale cade John dopo la spinta di Cooper. Il libro è una raccolta di storie brevi pubblicato nel 1965.
L’episodio è stato nominato agli Emmy 2009 nella categoria “Outstanding Single-Camera Picture Editing For A Drama Series” e “Outstanding Sound Mixing For A Comedy Or Drama Series (One Hour)”. Carlton Cuse e Damon Lindelof invece hanno ricevuto la nomination come “Outstanding Writing for a Drama Series” per questo episodio.
Questa è la prima stagione in cui non sono mai presenti Emilie De Ravin (Claire), Dominic Monaghan (Charlie), Mira Furlan (Danielle Rousseau), Beth Broderick (Diane Austen), M.C. Gainey (Tom/ Friendly) e Billy Ray Gallion (Randy).
Richard Alpert risponde in latino alla domanda “Chi giace all’ombra della statua” dicendo “Ille qui nos omnes servabit”, ossia “Colui il quale ci salverà tutti”.
Jacob è il quinto personaggio a morire nell’episodio dedicato a lui. La prima è stata Shannon, la seconda Ana Lucia, il terzo Eko, il quarto Daniel.
Questo è il primo episodio della serie a terminare con uno sfondo bianco e con la scritta LOST in nero, al contrario di tutti gli altri.
Lost storicamente ha sempre mostrato nelle varie stagioni la contrapposizione tra i colori bianco e nero, come nel gioco degli scacchi o del backgammon, oppure come le pietre ritrovate insieme ai corpi di “Adamo” ed “Eva” nella caverna durante la prima stagione. In questa quinta stagione Jacob indossa una maglietta bianca, mentre il suo nemico una maglietta nera, portando a pensare che i due colori siano allegorie per indicare Dio e il Diavolo.
Per la seconda volta consecutiva in una season finale Ben accoltella qualcuno a morte… Nella stagione quattro era Keamy, in questa Jacob.
Questo episodio continua la tradizione delle esplosioni nelle season finale del telefilm; nella prima fu fatta saltare la botola della stazione Cigno; nella seconda la stazione intera; nella terza la stazione Specchio; nella quarta la Kahana; nella quinta di nuovo la stazione Cigno.
Le inquadrature che portano alla rivelazione del cadavere di John dentro alla cassa metallica sono simili a quelle viste nella season finale della quarta stagione, quando si vede il cadavere di John dentro la bara.
I cordoncini della mascherina che Jack indossa durante l’intervento sono sopra o sotto le sue orecchie in base all’inquadratura della telecamera.
Durante la sparatoria, dopo che tutti hanno abbassato le armi, si vede Kate uscire dal furgone della Dharma con Miles nello sfondo. L’uomo però sta ancora sparando con il suo fucile, tuttavia non sono stati inseriti effetti speciali in post-produzione… La scena sarebbe dovuta essere parte della sparatoria, ma in realtà è stata montata alla fine di essa.
Durante le ultime scene il sangue attorno alla bocca di Juliet appare e scompare, indicando che le scene sono state girate in momenti diversi e poi montate insieme.
Sawyer racconta a Jack che i suoi genitori sono morti quando aveva otto anni; 8 è uno dei numeri maledetti.
Radzinsky dice di aver passato otto anni per ideare il progetto della stazione Cigno; 8 è uno dei numeri maledetti.
La sigla “AA 823” si vede sul fondo dell’angolo sinistro del contenitore nel quale è chiuso il cadavere di John; 8 e 23 sono due dei numeri maledetti.
A Juliet sono serviti otto colpi di sasso per innescare la bomba; 8 è uno dei numeri maledetti. Il sasso usato dalla donna era di colore nero, un “black rock” in versione originale (come il nome della misteriosa nave che si trova in mezzo all’isola).