Instagram

Pigne per noccioline?

Giovedì 23 Agosto 2007
I fan che martedì sera hanno seguito l’ultima mini-maratona di Jericho della stagione sono rimasti a bocca aperta, ma non per il cliffhanger!
 
In tanti sapevano che la prima stagione rimaneva in sospeso e sapevano anche che una delle ultime parole pronunciate da Jake era “noccioline”, in originale “nuts” ossia quella che ha ispirato la famosa campagna per salvare la serie; CBS aveva infatti deciso di non dare un  seguito a questi episodi, e i fan hanno deciso di invadere la sede del network con tonnellate di noccioline affinché cambiasse idea... e così è stato! Lo scorso 20 maggio, Nina Tassler, presidente di CBS Entertainment, è stata praticamente obbligata a postare sul sito del network un messaggio in cui ringraziava i fan per l’affetto dimostrato e assicurava un degno finale a Jericho. Al momento è assicurata una seconda stagione composta da sette episodi.
 
In questo ultimo  tragico episodio trasmesso martedì sera da Rai Due, Why We Fight, in italiano Perché lottiamo, in un flashback il nonno di Jake racconta un aneddoto sulla seconda guerra mondiale, in cui un generale americano  rispose ai nazisti, che chiedevano la sua resa, "Nuts" che secondo il il nonno significò “Andate al diavolo” ovvero "Go to hell". Il fatto è realmente accaduto ad un generale chiamato Anthony McAuliffe ma nella serie non viene citato. Jake nell’ultima scena dell’episodio, collegato con Costantino, ripete le stesse parole,  e incolpa il sindaco di New Bern della morte del padre. Ma nella versione italiana Jake non risponde noccioline, bensì  PIGNE!
 
Purtroppo l’adattamento nostrano non ha potuto giocare con il doppio senso della parola americana e ha dovuto inventarsi qualcosa di diverso. L’edizione italiana della serie è stata curata anche in questo caso da Paola Tucci, che interpellata, mi ha gentilmente riferito:
 
“Premetto che  il termine noccioline e' rimasto nell'adattamento italiano e non e' stato sostituito con pigna. Viene detto come in originale che non era la storia delle noccioline ma delle pigne (in originale noci). Il gioco di parole in originale era tra peanuts (noccioline) e nuts(noce, nocciola) che significa anche matto, pazzoide. Le due parole hanno un suono identico e cio' ha consentito(in originale, ma non in italiano)  il gioco di parole (come in  Oscar Wilde "the importance of being earnest"). Per cui dato che si dice " ha la testa vuota come una pigna" per indicare qualcuno appunto pazzoide, abbiamo ritenuto che pigna rendeva di piu' l'idea del matto, pazzoide rispetto a noce. Non sempre si puo' rispettare l'originale,  ed ero sicura che qualcuno avrebbe evidenziato la cosa che per fortuna non mi sembra di vitale importanza…”.
 
Insomma un adattamento che ha comunque cercato di  mantenere il senso dell'opera originale, in ogni caso molto lontano da certi errori di doppiaggio avvenuti in passato, come per esempio nell'ultimo episodio della quinta stagione di "Buffy".
 
La nota curatrice ci ha anche raccontato di essere al lavoro su tre serie, The new adventures of old Christine, che FORSE andrà in onda la prossima estate,  Close to home - giustizia ad ogni costo e Supernatural, il cui doppiaggio dei nuovi episodi avrà inizio a novembre.