Instagram

Grey's Anatomy 13 e This is Us riprendono su FoxLife

Lunedì 27 Febbraio 2017


2 GRANDI RITORNI LUNEDI’ SU FOXLIFE

DOPO LA PAUSA INVERNALE I NUOVI EPISODI DI GREY’S ANATOMY E THIS IS US

LA SERIE TV PIU AMATA E QUELLA RECENTEMENTE INCORONATA REGINA DELLA TV USA

In prima visione assoluta il 27 febbraio: alle 21.00 Grey’s Anatomy 13 e

This is us alle 21:50, su FoxLife (canale 114 di Sky)


In soli 10 episodi THIS IS US ha conquistato anche gli spettatori italiani per la sua capacità di puntare diritto al cuore e parlare dei sentimenti di gente comune, con una scrittura semplice ma capace di attirare il pubblico. Amori, delusioni, dubbi e paure di un gruppo di personaggi diventati i beniamini delle platee televisive in tutto il mondo. Negli Usa This is us è la vera grande rivelazione della stagione televisiva e ha da poche settimane scalzato The Big Bang Theory nel classifica delle serie tv più viste, record detenuto per molti anni dalla popolarissima sit-com. Dopo la pausa invernale, lunedì 27 febbraio alle 21:50 su FoxLife (canale 114 di Sky) il primo degli 8 episodi conclusivi della stagione (già annunciate una seconda e una terza) in cui ritroviamo Kate (Chrissy Metz) alle prese con le conseguenze dell’infarto che ha colpito Toby (Chris Sullivan) nell’episodio del mid-season finale.

La serata di lunedì su FoxLife viene aperta alle 21:00 dal ritorno di GREY’S ANATOMY con la seconda metà della stagione 13.  Nei nuovi episodi scopriremo come si concluderà la vicenda giudiziaria di Alex (Justin Chambers) e se Amelia (Caterina Scorsone) e Owen (Kevin McKidd)  risolveranno la loro crisi di coppia. Nell’episodio assistiamo anche al viaggio di Miranda (Chandra Wilson), Jo (Camilla Luddington) e Arizona (Jessica Capshaw), che stanno per raggiungere il Try-County, un carcere di massima sicurezza all’interno del quale si trova la loro paziente. Kristen Rochester ha solamente 16 anni, è incinta di 31 settimane ed è molto violenta. In un reparto che sembra un’infermeria malridotta le tre donne si affacciano a una realtà desolante, rivelatrice dei grandi problemi del sistema carcerario statunitense.