Instagram

Justin Chambers sa che non bisogna guardarsi indietro

Martedì 25 Ottobre 2011
Con i contratti di molti dei membri originali del cast di Grey’s Anatomy in scadenza a maggio e la possibilità che la ABC chiuda la serie, Justin Chambers sa che non bisogna guardarsi indietro: “Mi rattrista sapere che siamo vicini alla fine”, ha dichiarato al sito TVLine. “Ma è stato un viaggio grandioso. Davvero. Non avrei potuto trovare un lavoro migliore.”
Come Patrick Dempsey ed Ellen Pompeo, Chambers non sa ancora se firmare iI rinnovo del contratto, nel caso la serie continuasse: “Non so se proseguirei. Non so se lo show proseguirà. Quando arriveremo a quel punto, ripartiremo da lì… Sappiamo che finirà prima o poi”, ha continuato. “Si tratta solo di finirlo bene e dare agli spettatori quello che vogliono; forse dovranno essere fatte delle modifiche ai personaggi, perché sono pieni di difetti.”
Se nè lui nè i suoi colleghi dovessero firmare, Chambers è scettico sulle possibilità di sopravvivenza di Grey’s Anatomy: “E’ possibile che possa continuare, ma ne dubito. Meredith è la voce. Ci serve quella voce – io la penso così. E’ una parte importante della serie.”
Da parte sua, la creatrice Shonda Rhimes resta sicura che lo show tornerà per la nona stagione: “Non presumo di poter parlare per lo studio o il network, ma non penso che questa sarà l’ultima stagione dello show.”
E non lo pensa neanche il presidente della ABC Paul Lee: “Speriamo che possa andare avanti per molti, molti anni ancora. Non dobbiamo preoccuparci del rinnovo dei contratti ancora per un po’.”
Nel frattempo, lo show ha appena raggiunto una pietra miliare nella sua storia, il 150° episodio. “Sembra di essere appena al 100°”, ha ammesso Chambers. “Magari arriveremo al 200°. Non si sa mai.”