Instagram

Settima Stagione

Lunedì 29 Agosto 2011
7.01 – Episodio 132
Titolo USA: Now what?
Titolo italiano: E adesso?


Scritto da: Doris Egan
Diretto da: Greg Yaitanes
Trasmesso in USA il: 20 settembre 2010
Trasmesso in Italia il: 14 gennaio 2011

Guest stars: Bobbin Bergstrom (infermiera), George Wyner (dottor Richardson), Chris Connor (Alex), Matt Salinger (Malkin)

Lisa si occupa di House, insanguinato e ferito, oltre che emozionalmente provato dopo l’incidente e la morte della sua paziente. Nonostante sia vicino al crollo totale, Greg è preoccupato di mostrare la sua cicatrice al direttore sanitario; Cuddy però lo rassicura affermando di amarlo, poi lo tocca dolcemente e gli bacia la gamba. Il diagnosta, a questo punto, porta Lisa verso il suo letto.
I due si risvegliano insieme il mattino successivo. Il nefrologo vorrebbe che la compagna restasse con lui, ma lei ribatte di doversi vestire per andare al lavoro. House chiede se sia finita così, ma lei replica che spera quello sia l’inizio di qualcosa di importante.
Il nuovo assistente del direttore sanitario la chiama al cellulare, ma è Greg a rispondere e a dirgli che Lisa è malata e non potrà andare a lavorare quel giorno. L’assistente replica che un altro medico dell’ospedale è ammalato, ma il nefrologo spiega che sarà sufficiente rimandarlo a casa e poi riattacca spiegando a Lisa che è solo un problema di vomito: nulla di cui preoccuparsi. Al Princeton-Plainsboro intanto l’equipe analizza nuovi casi; Foreman è preoccupato del fatto che il diagnosta non li abbia ancora raggiunti, sapendo quanto lo abbiano traumatizzato gli eventi della sera precedente. Taub però commenta che sarebbe strano se invece fosse già arrivato, visto che sono solo le dieci del mattino… Tredici afferma che la cosa migliore per House in quel momento sarebbe risolvere un mistero medico, ma Chase sottolinea che proprio lei è l’unica di tutta la squadra a non aver portato alla riunione un caso da analizzare: la questione è forse collegata alla richiesta di aspettativa che ha consegnato la sera prima? Anche Eric ne è a conoscenza e vuole sapere dove Tredici debba andare, ma lei non intende parlarne.
Dr. House   E adesso?House e Lisa raccolgono i pezzi dello specchio rotto nella vasca da bagno; il cellulare della donna squilla nuovamente, e mentre lei si alza per prendere la chiamata nota due flaconi di pillole sul pavimento. Le raccoglie nascondendole, mentre Greg le dice di non volere che lei risponda. Cuddy ribatte che potrebbe essere importante, ma lui spiega che loro, insieme, sono la cosa più importante in quel momento, molto più di qualsiasi fatto possa accadere in ospedale.
Colpita da questa affermazione, il direttore sanitario acconsente a non rispondere, ma è chiaro che è molto preoccupata per non essere al lavoro. In effetti un problema c’è: il dottor Richardson, neurochirurgo, minaccia di andarsene perché è l’unico specialista dell’intero ospedale e per questo è obbligato a restare in servizio ventiquattro ore su ventiquattro perché la struttura possa mantenere la qualifica di Centro Traumatologico di primo livello. Se se ne andasse, Lisa sarebbe costretta a chiudere il pronto soccorso e a trasferire tutti i pazienti di terapia intensiva… E Richardson è proprio il medico che il nefrologo ha detto di rimandare a casa perché ammalato…
Pensando in fretta il diagnosta distrae Lisa con la promessa di un fantastico bagno insieme che preparerà da solo, poi chiusosi in bagno contatta Chase ordinandogli di fingere di essere un neurochirurgo per il resto della giornata. L’unico problema è che Robert non è affatto un neurochirurgo… House risolve velocemente il problema chiedendogli di dirottare eventuali ambulanze con casi di traumi cerebrali o spinali verso altri ospedali.
Foreman sorprende Tredici chiedendole perché stia per partire per Roma: ha trovato i biglietti aerei nel suo armadietto. Lei spiega che in Italia stanno conducendo degli esperimenti clinici sul morbo di Huntington, esperimenti che Eric giudica pericolosi… Tredici non è interessata ad una predica da parte dell’amico, visto che lui ha deliberatamente ignorato la sua richiesta di privacy e ha ispezionato il suo armadietto…
Greg e Lisa si fanno un bel bagno; lui vuole sapere cosa ne pensi la compagna della notte appena trascorsa, e che tipo di relazione stiano intrecciando; lei si limita a rimproverarlo per la sua mania di analizzare qualsiasi cosa: non è forse il caso di apprezzare che le cose stiano andando bene?
Chase e Foreman si presentano all’assistente di Cuddy, che sta cercando in tutti i modi di raggiungere il suo capo e di trovare un rimpiazzo per il neurochirurgo. Robert mente asserendo di esserlo, ma l’assistente sa che è una bugia perché il direttore sanitario gli ha spiegato di non credere mai a ciò che House o uno della sua equipe dice. Il nefrologo intanto ha preparato la colazione per Lisa e conversa amabilmente con lei sul divano; il suo telefono però vibra, e lui va a rispondere in bagno perché la compagna non senta la conversazione. Chase spiega che l’assistente ha contattato il Dipartimento della Sanità per informarli della mancanza del neurochirurgo; presto i funzionari raggiungeranno l’ospedale e chiuderanno il pronto soccorso. Il diagnosta però non è preoccupato e affida a Robert il compito di risolvere la situazione.
House tenta di aprire una bottiglia di champagne con una spada, mentre Wilson bussa alla porta. Greg spiega che se ignoreranno quel rumore James se ne andrà, prima o poi… Nel frattempo l’equipe tenta in tutti i modi di rintracciare un neurochirurgo, ma senza successo. Tredici suggerisce di recuperare Richardson e riportarlo in ospedale, così con Chase va a cercarlo e lo trova nel bagno di casa sua tutto sudato, pallido e in preda alla nausea. L’uomo afferma che non tornerà con loro se non porteranno anche la tazza insieme a lui, ma Robert e Tredici, analizzando i sintomi, pensano che non si tratti solo di avvelenamento da cibo, come il neurochirurgo sostiene: c’è qualcos’altro che non va. Decidono quindi di somministrargli dei farmaci potenzialmente dannosi, che però potrebbero aiutarlo a sopportare i sintomi.
Il direttore sanitario chiede se House voglia nasconderla da Wilson, ma lui replica che pensava non fosse pronta a rendere pubblica la loro storia. Lei lo sorprende replicando che forse è lui a non essere ancora pronto…
Chase e Tredici aspettano per verificare se Richardson si riprende; Robert è preoccupato degli effetti collaterali del farmaco, ma Tredici replica che non appena starà meglio lo potranno riportare in ospedale per fargli tutti gli esami del caso. La ragazza poi domanda se lui voglia, come Foreman, darle dei consigli non richiesti sulla sperimentazione a cui intende sottoporsi a Roma, ma Robert la sorprende replicando di no, ma qualcosa da chiederle ce l’ha davvero: le andrebbe di fare sesso con lui? Visto che se ne sta andando, devono affrettare le cose…
Prima che lei possa rispondere, il dottor Richardson li raggiunge e sembra un uomo nuovo. Per qualche strana ragione però il medico crede che la sua lampada da tavolo sia scintillante (benché spenta), così gli altri due decidono di portarlo in ospedale, preoccupati che gli effetti collaterali del farmaco inizino a manifestarsi.
Il nefrologo cerca di convincere Lisa di essere pronto a raccontare al mondo del loro amore: infatti vuole mandare a Wilson un video di loro che fanno sesso. La frase però viene interrotta dal rumore di un vetro in frantumi: James ha rotto una delle finestre dell’appartamento! Il diagnosta afferma di stare bene, ma lo stava ignorando perché stava facendo sesso con Cuddy, che ora è la sua fidanzata. L’oncologo gli chiede quanti vicodin si sia preso, ma House orgogliosamente lo accompagna nella camera da letto… Il direttore sanitario però è sparita!
Wilson gli controlla le pupille e il battito cardiaco, ma sembrano entrambi normali: perché allora ha mentito su Lisa? Greg replica che stava solo cercando di fargli un dispetto e chiudergli la bocca, ma James gli offre di fargli compagnia. Il diagnosta però replica che sta bene e, appena l’amico se n’è andato, apre l’armadio trovandoci dentro Cuddy.
Taub e Tredici fanno distendere il dottor Richardson in un letto dell’ospedale, mentre l’assistente di Lisa lo osserva lamentandosi per lo strano comportamento del medico: l’esponente del Dipartimento della Sanità arriverà entro venti minuti. Chris e Tredici assicurano che il medico starà bene, sebbene ancora non abbiano capito con esattezza cosa gli prenda… In seguito Taub chiede alla collega se quello sia il suo ultimo giorno, e lei ribatte affermando che di certo ora lui tenterà di metterla in guardia dalla rischiosa sperimentazione. Chris però replica che se la sperimentazione le può concedere qualche possibilità di guarigione, allora deve assolutamente tentare.
Il nefrologo non riesce a credere che Lisa si sia nascosta per non farsi vedere da Wilson, mentre poco prima aveva accusato lui di essere preoccupato di diffondere in giro la notizia della loro relazione. Cuddy spiega che le sembrava di fargli pressioni, ma in realtà non vuole forzarlo a fare niente.
Chase e l’assistente di Cuddy accompagnano il funzionario del Dipartimento di Sanità dal dottor Richardson, che sfortunatamente si sta preparando per un intervento e non può parlare con lui. Robert allora per confermare l’identità del medico gli mostra la licenza e i diplomi, ma l’agente insiste per parlare con il neurochirurgo. Chase alla fine riesce a convincerlo che sarebbe troppo problematico risterilizzare la stanza e rianestetizzare il paziente, per cui il funzionario se ne va. Prima che sia troppo lontano però il dottor Richardson esce dalla sala operatoria, si toglie i vestiti e si mette a correre lungo il corridoio… L’agente allora ordina di dirottare le ambulanze verso gli altri ospedale e verificare quale struttura possa occuparsi del paziente stabilizzato di terapia intensiva, perché quei reparti saranno subito chiusi.
Lisa accusa Greg di non averle detto che la ama, mentre lei al contrario l’ha fatto: questa sua mancanza forse non doveva fornirle qualcosa su cui riflettere? Il diagnosta replica che le parole non contano, solo le azioni sono importanti.
I test di laboratorio su Richardson risultano tutti negativi; Tredici non sa perché la squadra si dia ancora così da fare, visto che stanno per chiudere i reparti, ma devono comunque capire cosa stia affliggendo il loro collega, che dentro l’ufficio di House ancora una volta si sta spogliando. Foreman si chiede se quel comportamento non sia un effetto collaterale dei farmaci somministratigli, ma un sintomo; Taub però asserisce che quell’uomo è stato rinchiuso in ospedale per giorni, per cui visto che nessun’altro è malato non può essere una patologia scatenata da cause ambientali. Richardson si intromette asserendo di essere scappato per andare alla fiera dei frutti di mare, e Tredici immagina che abbia mangiato uova di rospo: esse possono causare nausea e delirio, ma se il problema è questo, l’antidoto è facile da reperire.
House e Cuddy pianificano una vacanza da sogno in Francia. Lui suggerisce di partire il giorno successivo, ma lei non se la sente di lasciare l’ospedale, o Rachel. Greg la accusa di aver cancellato il suo fidanzamento ma di non essere in grado di modificare la sua agenda, così il direttore sanitario lo prega di aspettare un paio di settimane per riuscire a prepararsi adeguatamente al viaggio.
Foreman e Tredici somministrano al dottor Richardson il trattamento dovuto e lo pregano di tenersi addosso i vestiti. Eric chiede alla collega se qualcuno la accompagni a Roma, ma lei ribatte domandando se stia cercando per caso di sapere se frequenta qualcuno. Lui replica di sperare che con lei ci sia qualcuno, perché lui è spaventato dall’intera faccenda e non riesce ad immaginare quanto possa esserlo lei, non dovrebbe essere sola! Le offre quindi di accompagnarla per qualche giorno a Roma, ma Tredici rifiuta, pur commossa dalla sua offerta.
E’ giunto il momento per Lisa di lasciare l’appartamento di House. Quest’ultimo mormora che la storia non funzionerà, e lei scioccata e non capisce come mai proprio in quel momento lui parli in quel modo. Greg afferma che lei ricorderà presto o tardi tutte le cose orribili che lui ha compiuto, poi cercherà di autoconvincersi che lui sta cambiando. Ma lui farà ancora delle altre cose orribili, perché non è mai cambiato, e lei si renderà conto che per una donna con un figlio lui è una scelta pazza da fare come compagno. Ed infine comprenderà che è stato un errore…
In ospedale il dottor Richardson incontra nuovamente l’agente del Dipartimento di Sanità, ma ora sta bene… Tredici spiega che si è trattato di avvelenamento da cibo, ma il medico ora si è ripreso ed è pronto a rientrare in gioco. Chase informa la collega che stanno organizzando un party di saluto per lei e rinnova la richiesta di andare a letto con lei, ma la ragazza non intende accettare la proposta.
Cuddy spiega ad House che lui è solamente spaventato perché è felice, e non si aspetta che duri. Lui replica che non durerà, lei si aspetta che cambi! Lisa replica che non vuole lui cambi, sa bene che è un casino, ma è l’uomo più incredibile che abbia mai conosciuto, e lo sarà per sempre. Quindi, se non sarà lui a rompere la loro relazione, lei se ne tornerà a casa… Poi lo bacia, mentre lui le dice finalmente che l’ama.
Chase e Taub entrano nell’ufficio di House e vi trovano Foreman con una torta; Tredici però non c’è. Eric replica che non sta andando a Roma: ha contattato l’ospedale italiano e gli hanno detto che non è nemmeno stata inserita nella sperimentazione. Ha mentito loro per tutta la giornata, se n’è semplicemente andata…
House e Cuddy si salutano, sorridendo, ma entrambi nutrono dei dubbi sul futuro della loro relazione.

Musica:
"Good Days" di Joe Purdy.

Curiosità:
Alla fine dell’episodio precedente House ha una macchia di sangue sulla guancia sinistra, molto scura al centro. In questo episodio invece la macchia non è altrettanto scura.
Jennifer Morrison è stata totalmente levata dagli opening credits di questo episodio, compresa la scena della sigla in cui compariva il suo nome. Il nome di Jesse Spencer è stato spostato dopo quello di Robert Sean Leonard, mentre Peter Jacobson ed Olivia Wilde ora appaiono in due nuove sequenze. Infine, la scena in cui House camminava con la sua equipe è stata eliminata dalla sigla.


7.02 – Episodio 133
Titolo USA: Selfish
Titolo italiano: Egoista


Scritto da: Eli Attie
Diretto da: Daniel Attias
Trasmesso in USA il: 27 settembre 2010
Trasmesso in Italia il: 21 gennaio 2011

Guest stars: Bobbin Bergstrom (infermiera), Alyson Stoner (Della Carr), Allan Rich (Sydney), Stephanie Courtney (Claire Carr), Murray Gershenz (Maurice), Cody Saintgnue (Hugo Carr), Dwier Brown (George Carr), Sean Smith (Ernest Griffin), Reggie De Leon (Vincent), Chase Austin (Billy)

La quattordicenne Della si esibisce in una dimostrazione di skateboard, per raccogliere fondi a favore della ricerca sulla distrofia muscolare. Con sicurezza la ragazza vola sulle rampe, ma quando si rivolge al pubblico, formato da ragazzini in sedia a rotelle, per chiedere chi voglia fare un giro con lei, è suo fratello Hugo ad alzare la mano. Della allora si avvicina alla carrozzina ed inizia a farlo correre su e giù dalle rampe di salto.
Hugo apprezza molto la corsa, ma chiede alla sorella di andare più veloce; improvvisamente Della non è più dietro alla carrozzina del ragazzo, così questi blocca le ruote per cercare di capire dove sia finita. Della è collassata a terra…
Lisa informa House che intende comunicare formalmente all’ufficio Risorse Umane dell’ospedale che hanno iniziato una relazione, e lui accetta affermando che si occuperà di dirlo a tutti gli altri. Cuddy però lo prega di mantenere il segreto finché non avrà parlato con le Risorse Umane: niente palpatine in pubblico! Greg pare accettare…
Il direttore sanitario ha anche un caso da sottoporre al compagno: si tratta di Della, il cui cuore si è fermato durante la dimostrazione di skateboard. Il diagnosta raggruppa la squadra, incluso Wilson, per discutere del caso e immediatamente annuncia a tutti che frequenta Lisa. James pensa si tratti di uno scherzo e se ne va, mentre Taub mette in guardia il capo contro il prendere in giro le alte sfere. Foreman di contro si congratula con lui, mentre Chase ignora il fatto e si concentra sul caso. Dopo tutte queste reazioni maschili alla notizia il nefrologo vorrebbe un parere femminile, ma Tredici non c’è… Eric lo informa che la collega ha chiesto un periodo di aspettativa facendo credere loro che si stesse recando a Roma per partecipare ad uno studio sul morbo di Huntington, poi è scomparsa: i suoi numeri telefonici sono stati staccati e ha svuotato l’appartamento. Il primario decide quindi di tornare sul caso chiedendo agli altri quali siano le cause più comuni dell’aritmia intermittente.
Chase si chiede se forse la ragazza non presenti un caso latente di distrofia muscolare, che però non spiegherebbe l’improvvisa manifestazione dei sintomi. Foreman e Taub invece sono più curiosi di capire come mai House non abbia reagito alla notizia della partenza di Tredici: se per caso sapesse qualcosa, di certo non lo racconterebbe a loro.
Dr. House  EgoistaChase suggerisce si tratti della sindrome del QT lungo, pensando che forse Della fosse spaventata durante l’esibizione e la paura abbia scatenato l’aritmia. Greg, per confermare la diagnosi, ordina all’equipe di spaventare a morte la paziente.
Il diagnosta fa visita a Wilson nel suo ufficio, determinato a dimostrare che sta frequentando Lisa. Quest’ultima però li raggiunge, furiosa perché il compagno ha deliberatamente ignorato la sua richiesta raccontando a tutti della loro relazione. James però continua a non crederci, sebbene Cuddy cerchi di portare con sé il nefrologo alla riunione con le Risorse Umane. Il direttore sanitario spiega all’oncologo che è tutto vero, ma lui non le crede; a questo punto Lisa bacia House per dimostrare che si tratta della verità, ma Wilson è convinto lo stiano prendendo in giro. Alla fine, esasperata, Cuddy afferra i gioielli di famiglia di Greg e lancia un’occhiata a James, che finalmente è persuaso.
Nell’ufficio Risorse Umane il responsabile domanda alla coppia di descrivere l’esatta natura della loro relazione. Il diagnosta liquida la domanda con una battuta, ma il direttore sanitario si intromette affermando che potrà comunque supervisionare il nefrologo efficacemente, pur volendo seguire le procedure ospedaliere prescritte: una sorta di contratto d’amore, che entrambi devono firmare. Ovviamente non ci devono essere favoritismi da parte di Lisa nei confronti di House, e il responsabile dell’ufficio domanda se ci siano problemi di supervisione nell’ultimo caso preso in carico da Greg. Questi spiega che l’hanno già risolto, diagnosticando un QT lungo: stanno per spaventare a morte la paziente per confermarlo, arrivando all’arresto cardiaco. Cuddy, sentendo questa cosa per la prima volta, dice che non se ne parla proprio, poi firma il contratto ed esce litigando con il compagno.
Secondo lei, la paziente non è abbastanza malata da giustificare il rischio: vuole che eseguano un’angiografia e uno studio elettrofisiologico, altamente efficaci ma più sicuri. Il diagnosta accetta di fare come ordinatogli.
Nella stanza di Della, in presenza dei suoi genitori e del fratello, Taub e Foreman la preparano per gli esami. Sono però preoccupati dal fatto che, nonostante sia stata idratata molto, la ragazza non vada a fare pipì da un pezzo… Forse si tratta di un problema renale.
Nell’ufficio di House la squadra cerca di capire cosa possa causare aritmia e insufficienza renale. Taub pensa che la relazione del capo con Lisa stia anch’essa causando problemi, perché sarebbe stato più opportuno eseguire il test rischioso che il nefrologo aveva suggerito per ottenere risultati più attendibili: solo perché ora stanno insieme non significa che lui debba sempre fare ciò che lei desidera. Il primario non intende però ascoltare Chris, affermando che quest’ultimo lo vuol vedere infelice quanto lui.
Foreman ipotizza possa trattarsi della malattia di Fabry, ma la storia clinica del padre non giustifica questa diagnosi. Eric allora aggiunge che dei depositi di proteine non sarebbero mai apparsi nelle sue cartelle: forse si tratta di amiloidosi… House ordina un trapianto di midollo per curare questa patologia, suo fratello è compatibile.
In ambulatorio Greg si occupa di un uomo di 102 anni che lamenta sintomi di affaticamento. Il figlio spiega che di norma l’uomo è forte come un toro; inoltre il paziente prova formicolio ai piedi e alle gambe: vuole che eseguano tutti gli esami necessari per capire cosa ci sia che non va. Il diagnosta liquida il caso come dovuto a problemi legati all’età, ma i due non vogliono sentire ragioni e chiedono di eseguire gli esami del caso.
Taub, con i genitori di Della, si trova nella stanza della paziente. Lei non capisce perché suo fratello sia stato escluso, visto che l’intervento coinvolge anche lui; Chris però le assicura che la procedura è innocua, quasi non proverà dolore… Della però non vuole il midollo del fratello, perché egli ha già tanti problemi nella sua vita.
Taub spiega al primario che Della non vuole dare il suo consenso all’intervento, se sarà scelto suo fratello come donatore, per questo hanno avviato una ricerca per un altro donatore compatibile. House commenta affermando che Della sta praticamente vivendo la vita che avrebbe dovuto avere suo fratello; in qualche modo sta negando se stessa per lui: se la gente fosse più egoista, forse il mondo sarebbe un posto migliore.
Wilson saluta Greg nell’atrio: è felice per lui, ma al contempo preoccupato perché forse non è opportuno che Lisa continui ad essere il supervisore dell’amico. Il diagnosta spiega che nulla è cambiato, ma James replica che oramai tutto è cambiato, visto che vanno a letto insieme… Il nefrologo si è presentato spontaneamente per svolgere qualche ora di ambulatorio, e poi c’è anche la faccenda del test della paura che non hanno più eseguito… House afferma che non c’è nulla di diverso, Cuddy gli ha solo fatto cambiare idea su un test diagnostico perché aveva ragione lei: non deve preoccuparsi, lui sa gestire la situazione.
Taub parla con Della dei suoi interessi un po’ mascolini, suggerendo che forse lei stia tentando di vivere la vita di suo fratello solo perché lui è malato. Lei ammette che in un certo senso è così: ha iniziato a praticare lo skateboard quando alcuni compagni di classe di Hugo se ne sono appassionati, mentre lui non poteva praticarlo. Ed è accaduta la stessa cosa in tante altre situazioni: vuole condividere tutto con lui. D’improvviso la paziente inizia a vomitare sangue; Chase la raggiunge per portarla in sala operatoria: non si tratta certo di amiloidosi.
Dato che sanguina molto dai polmoni, Greg suggerisce di eseguire una procedura rischiosa per bloccare l’emorragia e chiede l’approvazione a Lisa aggiungendo che è il modo migliore per risolvere il problema. Cuddy inaspettatamente acconsente, ma dopo che lei se n’è andata il primario ordina a Chase semplicemente di suturare il polmone.
Nell’ufficio di Wilson il diagnosta si confida con l’amico affermando di non essere in grado di gestire la situazione: è convinto che il direttore sanitario volesse negare la sua autorizzazione alla procedura proposta per fermare l’emorragia di Della, e non capisce perché per lui questa cosa sia così importante… Pensa inoltre di rovinare la sua relazione! James replica che non tutte le speranze sono perdute, la coppia non deve fare altro che stendere alcune regole di base per convivere al lavoro. Il nefrologo però interpreta a modo suo il consiglio e ne deduce che la soluzione più semplice sia evitare Lisa quando si trovano entrambi in ospedale.
Chase informa House che la sutura polmonare ha funzionato, ma Taub replica che ciò non garantisce la riuscita della medesima procedura se dovessero esserci altre emorragie. Il gruppo quindi torna a lavorare sulle diagnosi analizzando nuovamente i sintomi: aritmia cardiaca, insufficienza renale ed emorragia polmonare.
Foreman pensa che il coinvolgimento multisistemico possa essere dovuto alla sarcoidosi, ma Chase e Taub ribattono che ciò non spiega l’emotorace. Eric però aggiunge che la TBC potrebbe aver infettato i tessuti, anche se il test specifico era negativo, e infine suggerisce possa trattarsi della malattia di Goodpasture: essa spiegherebbe i problemi polmonari e renali, e un disordine autoimmune giustificherebbe anche l’aritmia improvvisa. Greg ordina quindi la somministrazione di immunosoppressori e plasmaferesi per curare il problema, mentre una biopsia del rene confermerà la patologia.
Il primario sta per uscire dall’ospedale quando il figlio dell’anziano visitato in ambulatorio lo ferma per spiegargli di essere perfettamente conscio del fatto che fare tutti gli esami è una cosa pazzesca… In realtà vuole solo sbarazzarsi del genitore: intende farlo ricoverare in una casa di riposo, ma non sa proprio come dirglielo. Magari però, se fosse un medico a suggerirglielo… Per questo allunga qualche dollaro al nefrologo, chiedendogli di fingere di eseguire gli esami per poi concludere che il paziente non può più vivere con il figlio.
Il diagnosta si trova a letto con Lisa, la quale nota come durante la giornata i due non si siano visti molto al lavoro. Il telefono dell’uomo squilla, Foreman e Chase vogliono informarlo che la biopsia renale era normale, per cui hanno ricontrollato i polmoni della paziente: non si tratta dalla malattia di Goodpasture. In realtà c’è un ispessimento intimale dei vasi sanguigni, che ha causato un’infiltrazione di linfociti: Della risulta positiva alla LAM. Inoltre, uno dei suoi polmoni è distrutto e la ragazza ha bisogno di un trapianto per sopravvivere. Taub ha già avvertito il comitato trapianti, forse hanno trovato un donatore compatibile.
Nell’ufficio di House Foreman lo informa che il trapianto di polmoni è andato bene, ma l’organo ha iniziato a deteriorarsi in breve tempo: Della ha la LAM, per cui o il suo corpo sta rigettando l’organo, oppure quest’ultimo è infetto. Purtroppo però non possono eseguire una biopsia per esserne certi perché non c’è alcuna garanzia che individuerebbero l’area corretta da analizzare e se le somministrassero degli steroidi contro il rigetto farebbero peggiorare l’eventuale infezione, mentre se le dessero degli antibiotici per l’infezione farebbero peggiorare il rigetto. Greg suggerisce di tentare l’opzione meno dannosa, così il gruppo decide di somministrare gli steroidi, metilprednisolone in vena, contro la reazione iperacuta da rigetto. Se l’idea dovesse fallire, proveranno gli antibiotici. Tutti si alzano per andare a fare qualcosa, tranne Taub.
Il chirurgo ritiene opportuno avere l’approvazione della Cuddy, visto che la scelta è stata praticamente casuale, e pensa che Lisa sceglierà l’opzione più sicura piegando ogni volontà del capo: aspetterà lì finché ci saranno dei veri ordini da eseguire. Il primario replica che può andare direttamente lui a chiedere l’approvazione del direttore sanitario, aggiungendo che la donna è un’idiota perché sceglie sempre la via più sicura in ogni situazione.
Il diagnosta è seduto alla sua scrivania quando viene raggiunto dall’anziano visitato all’ambulatorio. Egli chiede al medico di lasciar perdere gli esami: vuole bene a suo figlio, ma questi non riesce a lasciarlo andare ed è fissato che lui non ce la fa più a fare nulla senza l’aiuto del figlio. Dà quindi al nefrologo dei soldi per fingere di aver fatto i test e per dire al figlio che il paziente deve essere ricoverato in una casa di riposo… in una suite, magari…
Cuddy raggiunge House insieme a Taub, che le ha riportato le esatte parole dette dal suo capo. La donna non concorda con la decisione di somministrare gli steroidi, ma House la blocca asserendo che è d’accordo con lei, dato che quella era la loro analisi sin dall’inizio. Poi lancia un’occhiata a Chris, che è sbalordito, e gli dice che se non è d’accordo con le decisioni dell’equipe deve rivolgersi direttamente a lui. Greg infine si scusa con Lisa e le assicura che si occuperà di Taub in seguito.
I medici somministrano gli antibiotici a Della, ma in breve la sua pressione precipita. Questo dimostra che si tratta di rigetto, per cui Chase ordina gli steroidi.
Il diagnosta si trova in mensa con Wilson, e si lamenta della situazione. James ribadisce che è necessario parlare con Lisa per arrivare a una decisione. Taub e Chase li raggiungono per informare che né gli antibiotici, né gli steroidi hanno fatto effetto: non si tratta di infezione né di rigetto. Il nefrologo allora ipotizza che non si tratti di LAM, magari i test hanno dato un falso positivo.
House viene avvicinato da Hugo fuori dalla stanza della paziente; il ragazzo si assicura che i medici facciano di tutto per salvare la sorella perché era lui quello che doveva morire per primo, Della non ha mai preso neanche un raffreddore! Greg è interessato da questa affermazione e si informa sulle malattie passate della ragazza, raffreddori, piccoli dolori, infiammazioni. La paziente spiega che talvolta ha un dolorino all’orecchio, oppure del gonfiore al seno, ma non ci ha mai fatto caso fino ad una gara di skate l’anno precedente a Denver.
Greg ordina a Taub di tornare al comitato trapianti mentre lui tenterà di avere la conferma della sua ipotesi: un disordine della coagulazione, l’anemia falciforme. Della purtroppo morirebbe senza un altro trapianto, ma ha subito il primo così velocemente che non ci sono molte possibilità che il comitato ne approvi un altro a breve termine. Il primario pensa un attimo alla cosa, e poi mormora che forse non hanno bisogno della loro approvazione.
Poco dopo Lisa sgrida il diagnosta, che intende consigliare ai genitori della paziente di prendere mezzo polmone ad Hugo per impiantarlo a Della. L’anemia falciforme però è stata confermata, e non ci sono altre opzioni disponibili… Cuddy replica che con la malattia di cui è affetto, Hugo morirà per insufficienza respiratoria prima dei venticinque anni, ma con l’asportazione di un polmone il tempo che gli resta sarebbe dimezzato. Il nefrologo però vuole comunque illustrare la soluzione alla famiglia, anche se il direttore sanitario non intende compromettere una vita per salvarne un’altra. House la guarda e poi acconsente; infine si allontana… Torna però sui suoi passi: la coppia si rende conto che non riesce ad affrontare le questioni lavorative come prima, e Lisa afferma che chiederà alle Risorse Umane un’altra persona per supervisionare Greg.
In ambulatorio il primario incontra nuovamente il paziente anziano e suo figlio: ha i risultati degli esami, che suggeriscono il ricovero in una struttura di accoglienza. Entrambi sembrano approvare, anche se fingono incredulità e di discutere della decisione… Il figlio afferma che ci devono essere altre soluzioni, solo perché il padre ha un po’ di formicolio e difficoltà a sentire caldo e freddo non significa che debba essere messo in una casa di riposo. Il diagnosta è incuriosito dai sintomi che prima non gli erano stati descritti e chiede di vedere i denti del paziente, poi la sua pasta adesiva per dentiere. Osservando gli ingredienti diagnostica un avvelenamento da zinco, che spiega tutti i sintomi, poi scioccando gli interlocutori aggiunge che non ci sono ragioni mediche perché l’anziano venga ricoverato. Infine restituisce i soldi che gli avevano dato, suggerendo una terapia di coppia per affrontare le loro divergenze.
Quanto torna in ufficio il nefrologo vi trova il padre di Della, il quale afferma di rendersi conto che il comitato trapianti non permetterà un nuovo trapianto di polmone. House dice di sì, ma quando l’uomo gli chiede se ci siano altre opzioni disponibili lui spiega che ci stanno lavorando. L’uomo lo prega di dargli qualche speranza, ma Greg non intende parlare; alla fine però racconta che prelevando mezzo polmone da Hugo Della potrebbe essere salvata, sebbene questo accorci di molto la vita residua dell’altro figlio. Il padre chiede quanto tempo abbiano a disposizione per decidere, e il primario concede loro fino al mattino successivo.
Taub si occupa di Della, che non sa come mai i genitori non si trovino con lei e sembrassero litigare tra loro poco tempo prima. Ha capito però che i medici hanno pensato di usare Hugo per salvarla… Chris la prega di non preoccuparsi, mentre in corridoio i genitori sono disperati per la scelta che sono chiamati a fare. Improvvisamente notano del movimento tra medici ed infermieri, e Chase che corre verso le scale: Eric è già lì e sta somministrando a Della dell’ossigeno. Il padre della ragazza chiede cosa faccia lì, e Taub spiega che lei ha compreso cosa stesse succedendo e probabilmente si è sfilata i tubi per morire prima che i genitori decidessero qualcosa. I medici riescono a riportarla nella sua stanza, ma Chris rende noto che essendosi allontanata dal letto ha causato un’ipossia al corpo che la condurrà presto alla morte, se i genitori non decideranno in fretta cosa fare.
Cuddy spiega ad House che le Risorse Umane non sono state in grado di trovare qualcun altro che lo supervisioni: praticamente è “non supervisionabile”, addirittura due capi hanno minacciato di licenziarsi se fossero stati chiamati per quel ruolo! Lisa infine rende noto che, seppure non sia sicura di compiere la scelta giusta, intende dare il suo benestare per informare i genitori di Della dell’opzione trapianto dal fratello. Greg ribatte di averlo già fatto diverse ore prima, ma il direttore sanitario non riesce ad arrabbiarsi con il compagno.
I genitori di Della li avvicinano per spiegare loro che hanno deciso di non procedere. Lisa assicura che la ragazza è stata inserita nella lista dei trapianti e che stanno facendo tutto il possibile per salvarla, ma il diagnosta è incredulo e accusa i genitori in malo modo. Lisa ne resta colpita e litiga con lui di fronte ai genitori, per poi accorgersi che Hugo ha assistito a tutta la scena. Il ragazzo raggiunge la sorella e spiega che vuole lei abbia metà del suo polmone, mentre Della gli prende la mano in lacrime.
House e Cuddy si dirigono verso l’ascensore, e lei asserisce che la lite avuta poco prima è stata l’unica vera interazione tra loro da quando sono tornati in ospedale dopo la prima notte passata insieme: forse se continueranno ad essere onesti l’uno con l’altro, anche brutalmente, potrebbero ottenere altri buoni risultati. Greg è d’accordo e le dice che ha un gran sedere, poi glielo pizzica; Lisa gli prende la mano ed entra con lui nell’ascensore.

Curiosità:
Olivia Wilde è accreditata nell’episodio, ma non vi appare.
Wilson viene coinvolto nella prima diagnosi differenziale, ma non ci sono ragioni che giustifichino la sua presenza.



7.03 – Episodio 134
Titolo USA: Unwritten
Titolo italiano: Tra le righe


Scritto da: John C. Kelley
Diretto da: Greg Yaitanes
Trasmesso in USA il: 4 ottobre 2010
Trasmesso in Italia il: 28 gennaio 2011

Guest stars: Cynthia Watros (Sam Carr), Bobbin Bergstrom (infermiera), Seidy Lopez (Christina), John Bain (Jack Cannon), Amy Irving (Alice Tanner), Rosalie Vega (infermiera Yvette), Todd Bosley (impiegato della pista dei go-kart), Allison Ochmanek (conquista di Chase)

Alice Tanner digita nervosamente sulla tastiera della sua vecchia macchina da scrivere: si trova nel suo studio, circondata da librerie piene di volumi scritti da lei per la serie “Jack Cannon: Boy Detective”. Scrivendo sempre più velocemente, finalmente arriva alla fine; appoggia la schiena alla sedia e si massaggia le mani indolenzite, mentre qualcuno vicino a lei la rimprovera asserendo che esiste una cura per il problema alle mani: si chiama computer. Un teenager siede su una sedia di pelle, leggendo uno dei libri di Alice e giocando con uno yo-yo. La donna spiega di aver terminato e il ragazzo è eccitato: vuole leggere la nuova opera, ma Alice è contraria. Non intende nemmeno rivelargli cosa accade nel libro.
Il ragazzo protesta asserendo che non potrà aiutarla con il volume successivo se non sarà reso edotto sul contenuto di quello appena terminato, ma Alice ribatte che non ci saranno altri libri. L’adolescente ne chiede il motivo e lei di contro si alza e prende il suo viso tra le mani toccando gentilmente una cicatrice sulla sua guancia. Afferma di non poterlo più fare, non è coraggiosa come lui… Alice poi si riavvicina alla sua scrivania ed estrae una pistola, affermando che avrebbe dovuto farlo qualche anno prima. Il ragazzino le ordina di metterla giù, altrimenti ci penserà lui a fargliela riporre, ma la donna ribatte che non può farlo, dato che lui nemmeno esiste! Alice infatti è sola nella stanza. Tremante, punta l’arma verso la bocca, poi d’improvviso inizia a tremare senza controllo, i suoi occhi si rigirano e la pistola spara, ma colpisce il soffitto perché Alice è caduta a terra.
In ospedale House cammina verso la stanza di una paziente in coma. Dato che non c’è nessuno a spiarlo, l’uomo controlla tutti i regali che sono stati recapitati alla paziente, poi sceglie un paio di pelouches; Wilson lo sorprende alle spalle, e Greg gli chiede quale dei due dica meglio “Voglio venire a letto con te”. James gli domanda cos’abbia fatto di male a Lisa per volerle dare un regalo rubato ad una donna in coma; il diagnosta replica che stanno bene insieme, sono persino felici: ecco perché è preoccupato. In quel momento vivono il periodo “luna di miele”, i loro cervelli sono pieni di endorfine, ma quando Cuddy uscirà dall’intorpidimento cosa resterà? La loro relazione è spacciata, perché non hanno interessi comuni e non sono particolarmente compatibili. L’oncologo domanda se abbia deciso di saltare totalmente la fase “luna di miele” invece che goderne appieno, ma il nefrologo spiega di avere un piano: vuole trovare qualcosa che la coppia ami fare.
Wilson accompagna House al pronto soccorso, perché vuole mostrargli una cosa. Alice si trova lì, e dice all’infermiera di stare bene mentre Greg sposta la tenda che delimita lo spazio riservato: il primario è un grande fan di Jack Cannon.
Alice è incredula, asserendo che di solito sono ragazzine insopportabili le tipiche ammiratrici del suo personaggio… Il medico intanto le controlla le pupille e domanda notizie del suo ultimo libro, ma lei non intende parlarne e gli propone un patto: se finirà di visitarla in poco tempo, lei risponderà ad una sola domanda. Il diagnosta accetta, ma la sua domanda non ha nulla a che fare con i libri: infatti le chiede come mai avesse deciso di suicidarsi. Ha infatti notato alcune minuscole scottature da polvere da sparo sul suo viso… Alice, sorpresa, si alza per andarsene, ma non riesce ad allontanarsi perché il nefrologo dichiara ad alta voce che è una paziente da ricoverare al reparto psichiatrico in trattamento sanitario obbligatorio per settantadue ore.
E’ sera inoltrata, ma House ha comunque riunito la squadra per lavorare sul caso di Alice. Taub non ne è entusiasta, dato che forse la paziente ha solamente avuto delle convulsioni, ma Greg spiega che la donna ha tentato il suicidio. Gli altri non ne sono particolarmente impressionati, per cui alla fine il primario ammette di averla trattenuta perché ama i suoi romanzi.
Poco dopo il diagnosta accompagna Lisa in un’abitazione in stile neo-gotico. In realtà si tratta della casa di Alice, sebbene il nefrologo abbia raccontato che si tratta dell’abitazione di un’amica scrittrice. Cuddy cammina per lo studio, nota i libri e si rende conto che quella casa non è di un’amica, ma della donna ricoverata nel reparto psichiatrico: lui le ha mentito! Ovviamente non si è un appuntamento, ma un’effrazione in cui anche lei ora è coinvolta…
Foreman e Taub si trovano al capezzale della paziente, ma lei non collabora perché non le piacciono i medici. I due cercano di farle dichiarare perché abbia tentato il suicidio, ma la donna è evasiva ed ostile, per cui resterà ricoverata e guardata a vista per le ore successive in modo da verificare se avrà un’altra crisi.
Nella casa della paziente la governante informa House che la donna è depressa: praticamente vive reclusa e non ha amici. Greg è più interessato a trovare l’ultimo romanzo, ma purtroppo è stato chiuso nella cassaforte… La governante spiega a Lisa che Alice lamenta regolarmente dolori alla schiena e alle mani, mentre il diagnosta è occupato a tentare di decifrare i nastri inchiostrati della macchina da scrivere. Nota però una scatoletta di tonno vuota nella spazzatura, e la domestica spiega che la donna è solita mangiarne almeno due scatolette al giorno.
Taub e Foreman si danno il cambio per vigilare su Alice quando il nefrologo li raggiunge. La donna non vuole vederlo, ma lui si avvicina comunque osservando che il letto è bagnato di sudore.
La mattina successiva Chase e il resto della squadra analizzano il caso: l’avvelenamento da mercurio spiegherebbe le convulsioni, il dolore alla schiena e alle mani e addirittura la depressione. Però i test del sangue e delle urine sono risultati negativi… Nonostante questo House ordina la terapia chelante e altri esami che possano confermare l’avvelenamento da mercurio che lui è sicuro lei abbia.
Alice chiede di avere un medico donna, così Greg prega Lisa di subentrare. Questi accetta, ma gli ordina di assumere una dottoressa che sostituisca Tredici prima della settimana successiva. Cuddy spiega alla paziente che sono convinti lei abbia un avvelenamento da mercurio, visti i sintomi presentati; è presente anche la cameriera della donna, e quando la scrittrice comprende come questa stia aiutando i medici decide di licenziarla.
Mentre il diagnosta cerca in vano di leggere l’ultimo “Jack Cannon” dai nastri della macchina da scrivere di Alice, Wilson si rende conto che l’essere entrato in casa della paziente con Lisa è una buona cosa: lei ha collaborato, entrambi stanno cercando un modo per trovare dei punti in comune. Il nefrologo però non è così positivo e replica che non ci stanno riuscendo…
“Jack” si trova nella stanza di Alice, sempre con il suo yo-yo in mano, e commenta che la donna non sembra molto in forma: vuole forse parlarne? La scrittrice sorride e replica che quei giorni sono finiti; mentre conversa però Chase e Taub entrano nella stanza e si rendono conto che sta dialogando con una sedia vuota.
Taub le spiega che se vede delle cose potrebbe essere un sintomo, ma lei assicura che si tratta solo di una cosa da scrittori: è brava a leggere le persone, e infatti impressiona i medici con la sua capacità descrivendo tutte le somiglianze tra Chris e il suo odiato ex marito. Dr. House  Tra le righeD’improvviso però prova dei dolori lancinanti, la sua pressione e frequenza cardiaca hanno un picco e Chase diagnostica una reazione allergica all’agente chelante. Peccato che Taub non gliel’abbia ancora somministrato…
Chase enumera i sintomi della paziente: dolore, convulsioni, iperidrosi, improvvisi sbalzi pressori. House continua intanto a tentare di leggere i nastri… Ulteriori analisi hanno stabilito che non si tratta di avvelenamento da mercurio, potrebbe essere sindrome emolitica uremica? Foreman controbatte asserendo che non c’erano segni di sangue o marcatori proteici nelle sue urine, e Greg pensa che le convulsioni possano essere correlate con il suo eccesso di adrenalina: prima, mentre stava per suicidarsi; più recentemente, mentre raccontava le scappatelle dell’ex marito. Il primario afferma che questo spiegherebbe sia le convulsioni che l’aumento della pressione; Taub pensa ad un feocromocitoma, per cui il diagnosta ordina una risonanza per confermarlo.
Taub e Chase stanno accompagnando Alice in radiologia quando la donna ha un improvviso crampo alla gamba. I medici le analizzano l’arto e notano una piccola protrusione scura; Foreman ordina loro di portarla fuori dalla stanza: ha infatti del metallo nella gamba, viti inseritele dopo un intervento in seguito ad un incidente sciistico. Il campo magnetico ha surriscaldato il metallo procurando alla donna un’ustione di terzo grado e la rottura dei tessuti circostanti.
Taub difende i medici asserendo che Alice non aveva mai raccontato di avere dei pezzi metallici nel suo corpo, ma il diagnosta sa bene che la donna l’ha fatto di proposito. Purtroppo riscontrare il feocromocitoma senza la risonanza richiederebbe circa una settimana, e a lei mancano solo trentanove ore prima di essere dimessa da psichiatria.
Il nefrologo afferma che devono riuscire a farla cooperare, offrendole magari qualcosa che vuole in cambio. Foreman ribatte che lei vuole solo morire, ma il primario replica che sa cosa fare.
House entra nella stanza della paziente e le dice che ci sono modi migliori di morire piuttosto che spararsi un colpo in testa. Le mostra quindi una siringa e una fiala, ma lei ribatte che non crede lui voglia aiutarla a suicidarsi. House le dà una scelta: cooperare con i medici per capire cosa ci sia che non va, oppure iniettarsi dei narcotici presumibilmente mortali nel corpo. Alice non capisce come mai lui si preoccupi così tanto e gli domanda perché pensi di conoscerla, solo perché ha letto i suoi romanzi? Lui ribatte che conosce il dolore: pensi di poterlo affrontare, ma un giorno non ci riesci e quando succede o trovi una ragione per andare avanti, oppure no.
La paziente accetta di collaborare e Greg le dice di tenersi la siringa, così se cambierà idea potrà usarla in ogni momento. Purtroppo non fa in tempo a raggiungere la porta, perché la donna se l’è già iniettata nella gamba…
Alice si risveglia, arrabbiata perché il diagnosta le ha mentito in merito al farmaco. Per vendicarsi rivela al medico che nel suo ultimo libro Jack Cannon muore, e il nefrologo ne è scioccato.
Taub spiega che non ci sono segni di tumori, secondo la PET, e non ci sono nemmeno segni di eccesso adrenalinico: se Alice non parlerà dei suoi sintomi, non ci sono molte cose che possano fare. House pensa che invece ci sia un altro modo: zia Helen, uno dei personaggi creati dalla scrittrice nonché mentore del protagonista, sembra avere più o meno la stessa età di Alice: forse è una sorta di alter-ego.
Greg chiede l’aiuto di un radiologo per decifrare i nastri della macchina da scrivere. Sam, la ragazza di Wilson, si infuria quando scopre che è stata contattata solo per leggere un libro con la risonanza magnetica… Le cose cambiano però quando scopre che è l’ultimo della serie di Jack Cannon: anche lei li adora! Riuscirà a modificare il software per decifrare i nastri!
Il diagnosta siede nel suo ufficio, circondato da pagine e pagine del romanzo di Alice. Lisa lo raggiunge, rimproverandolo per aver usato un macchinario dell’ospedale costato tre milioni di dollari al fine di leggere un libro… Inoltre non è esattamente entusiasta che lui abbia accettato di uscire per un appuntamento a quattro con James e Sam! Il nefrologo riesce a calmare Cuddy, che se ne va facendosi promettere qualche ora di ambulatorio e un’attività durante l’uscita a quattro che piaccia a tutti e due.
Chase e Foreman osservano un’ecografia del petto di Alice: c’è qualcosa, ma non sembra un tumore. E si trova attorno al cuore della paziente.
Alice soffre di versamento pericardico, che però non era presente quando hanno fatto la PET. Ovviamente sta peggiorando, ma non riescono a trovare un feocromocitoma; Foreman suggerisce qualche causa virale, mentre Robert pensa ad un cancro.
House non è molto d’aiuto con le diagnosi perché è troppo impegnato nella lettura del libro. Foreman lo rimprovera perché potrebbe dare una mano agli altri, ma Greg è arrabbiato poiché il libro non è esattamente di suo gradimento. Jack Cannon non è morto, per fortuna, ma dieci libri hanno portato al confronto finale che è terminato con un cliffhanger: nessun autore farebbe una cosa del genere, Alice stava addirittura per suicidarsi… Niente è stato svelato nonostante sia l’ultimo libro della serie, non si capisce chi sia il padre di Jack, chi abbia ucciso suo fratello, come abbia fatto a procurarsi la cicatrice sulla guancia né perché abbia sempre con sé il suo yo-yo.
Niente di tutto questo aiuta l’equipe nel caso, ma il diagnosta spiega che Helen, la mentore di Jack, nei libri ha contratto una malattia misteriosa i cui sintomi sono dolore alle articolazioni, affaticamento, sensibilità alla luce e depressione. Helen è l’alter-ego di Alice, e durante la storia si suicida sparandosi per evitare al protagonista di doversi prendere cura di lei. Se uniscono tutti i sintomi, sembra proprio che si tratti di lupus, ma il lupus si può trattare, non curare: non saranno mai in grado di eliminare il suo dolore, e lei tenterà di nuovo il suicidio non appena verrà dimessa.
Il nefrologo non intende lasciare che Jack Cannon muoia così, ma Chase ribatte che si stanno occupando di una persona, non di un libro… House a questo punto chiede di eseguire dei test per verificare se si tratta di lupus.
Cuddy non è molto sicura dell’appuntamento a quattro, Greg ha portato tutti alla pista di go-kart: ha chiamato la madre di Lisa per sapere cosa le piacesse, ma il direttore sanitario replica che amava i go-kart quando aveva dodici anni. I quattro salgono sulle loro vetturine ed iniziano la gara; si divertono molto, sebbene Sam si dimostri insolitamente aggressiva: prima va a scontrarsi con James, poi con Lisa. Alla fine la gara resta tra lei e il diagnosta, che usa il suo bastone per manomettere il kart di Sam fermandole il motore. Vince la gara, ma viene bandito a vita dalla pista.
Mentre se ne vanno Cuddy si massaggia il collo; quando Sam si è scontrata con lei, la cintura le ha procurato una leggera lesione. Questo fa venire in mente al nefrologo un’idea…
Poco dopo House sveglia Alice nella sua stanza e afferma che l’incidente fu automobilistico e non sciistico. La donna ammette che è la verità, e lui continua affermando che lei ha subito una lesione della tiroide nell’incidente a causa della cintura. Non si tratta di lupus, ma di un problema curabile: ipotiroidismo. Greg poi aggiunge che dovrà terminare la colonna di libri nel modo in cui Jack Cannon merita, ma la scrittrice si altera accusandolo di non sapere nulla del suo personaggio. D’improvviso però non riesce più a muoversi.
Il primario sa bene che l’ipotiroidismo non giustifica la paralisi, ma Taub replica che forse si tratta di una siringomielia post-traumatica causata anch’essa dall’incidente: negli anni è peggiorata e andando a premere contro la colonna vertebrale ha causato dolore, fluttuazioni della pressione sanguigna, convulsioni e infine la paralisi. Se riusciranno a trovarla e a rimuoverla, la paziente guarirà.
Alice però rifiuta ogni trattamento, mentre il diagnosta non capisce perché lei abbia sempre mentito sull’incidente: la risonanza avrebbe potuto causarle danni ancora peggiori, perché vuole a tutti i costi punire se stessa? Si convince che si tratti di qualcosa collegato ad un fatto accaduto anni prima, prima che diventasse una scrittrice, ma non è possibile rintracciare le sue cartelle mediche per capire qualcosa di più.
Lisa suggerisce che Alice Tanner sia solamente il suo nome d’arte, e House si rende conto che il suo vero nome è Helen!
Poco dopo Greg torna nella stanza della paziente e le spiega che secondo lui il modo in cui dipinge Jack nei suoi libri lo fa sembrare reale: ora ha capito il perché. Alice lo prega di lasciarla sola, ma lui continua affermando che nell’incidente d’auto non era da sola, ma con suo figlio.
Il diagnosta ha rintracciato le cartelle di Alice e anche una foto del suo defunto ragazzo, con una cicatrice sulla guancia causata dall’incidente: i libri sono un modo per mantenerlo in vita. Alice inizia a piangere e si accusa di averlo ucciso perché gli aveva permesso di guidare, stava piovendo… Lei si merita tutto ciò che le sta accadendo. Il nefrologo però spiega di aver letto anche la cartella di suo figlio: non è stato l’incidente ad ucciderlo, ma un aneurisma cerebrale. Era già morto prima dell’impatto, non c’era nulla che potesse fare per salvarlo! Nessuno aveva mai investigato sul fatto perché sembrava un semplice incidente d’auto… Ma il ragazzo sarebbe morto quello stesso giorno indipendentemente dal fatto che stesse guidando o facendo una qualsiasi altra attività.
Cuddy e House osservano l’intervento su Alice dalla stanza attigua; Lisa afferma che il ragazzo non aveva nessun aneurisma, e Greg replica che non ce l’aveva, semplicemente la madre non avrebbe dovuto lasciarlo guidare con la pioggia: Jack non è mai stato particolarmente coordinato.
Il direttore sanitario cerca di legare con il compagno parlando di come siano belli i libri di Jack Cannon, ma il diagnosta sa che Lisa lo sta facendo perché Wilson ha discusso con lei delle sue preoccupazioni. Lei allora ribatte che non lo scaricherà solo perché non amano gli stessi cibi, musica o libri, ma lo farà se lui non parlerà con lei quando avranno un problema nella loro relazione. La donna ama semplicemente stare con lui, perché la rende migliore e forse anche lei fa altrettanto: non è mai stata più felice.
Poco dopo House siede nella stanza di Alice; la donna gli è grata per tutto ciò che ha fatto, ora può andare avanti con la sua vita. Ma non scriverà altri libri su Cannon, vuole scrivere finalmente per gli adulti. Greg però le chiede che ne sarà del suo personaggio più famoso, l’ultimo libro ha lasciato troppi spiragli aperti… Alla paziente non interessa, il modo in cui ha terminato il libro è perfetto perché ogni lettore potrà decidere quale destino riservare a Jack.
Il diagnosta non è d’accordo, ma oramai la storia è stata scritta e nessuno riuscirà a farle cambiare idea. Inizia a pensare che sia il caso di rivelarle la verità su suo figlio, ma poi vede Lisa sulla porta e si limita a dire ad Alice che il ragazzo è stato fortunato ad averla come madre.

Musica:

“Silver Surfer, Ghost Rider Go” dei Trentemoller, “Telephone” dei The Black Angels.

Curiosità:
Olivia Wilde è accreditata nell’episodio, ma non vi appare.



7.04 – Episodio 135
Titolo USA: Massage therapy
Titolo italiano: Massaggio terapeutico


Scritto da: Peter Blake
Diretto da: David Straiton
Trasmesso in USA il: 11 ottobre 2010
Trasmesso in Italia il: 4 febbraio 2011

Guest stars: Bobbin Bergstrom (infermiera), Vinessa Shaw (Kelly Benedict), Zachary Knighton (Billy McPherson), Erin Cahill (Margaret McPherson), Eddie Matos (Felipe), Jamie Tompkins (Brandi), Kayla Colbert (Rachel Cuddy), Rylie Colbert (Rachel Cuddy)

La pioggia cade a dirotto fuori dalla sua casa, ma Margaret McPherson non se ne preoccupa, tranquillamente distesa sul suo divano a guardare la televisione. Un rumore la spaventa; terrorizzata, la donna dà un’occhiata in giro e poi guarda fuori: nulla. Chiama quindi il marito Billy, che la rassicura di essere oramai vicino a casa; Margaret si accorge che la porta è aperta, così si precipita al piano superiore e sente un altro rumore: è il vento, che ha fatto sbattere la porta. Improvvisamente si sente un forte tonfo al piano terra, la donna si precipita a vedere e cade direttamente tra le braccia di un uomo che indossa una felpa bagnata: è Billy! Egli afferma che tutto va bene, ma la ritrovata tranquillità della donna è presto turbata dal fatto che inizia a vomitare senza controllo e ad urlare dal dolore.
Al Princeton-Plainsboro House viene presentato a Kelly Benedict, una giovane e carina dottoressa che Chase ha temporaneamente assunto per sostituire Tredici. La giovane spiega di aver appena terminato la specializzazione in psichiatria al San Jude, ama molto lo studio della mente. Greg però la interrompe affermando che è molto sexy, non sembra particolarmente interessato alle sue credenziali… Foreman cerca di attirare l’attenzione dei colleghi sul caso di Margaret, ma il primario vuole sapere come mai Chase abbia scelto una dottoressa che sembra più una sostituta di Cameron piuttosto che di Tredici; per questo scherzando le chiede se anche lei abbia sposato un uomo morente, e magari gli abbia pure congelato lo sperma…
Foreman si impone sugli altri illustrando il caso della nuova paziente: trentenne con vomito incontrollato e dolore addominale preceduto tre giorni prima da dolore più lieve; funzionalità epatica leggermente alterata. Taub suggerisce possa trattarsi di avvelenamento da piombo, ma il nefrologo lo ferma perché vuole che sia la dottoressa “Shameron” a condurre la diagnosi differenziale, senza usare la cartella della paziente. Benedict accetta ed ipotizza si tratti di epatite A, ma Eric ribatte che le sierologie sono tutte negative; a questo punto la giovane afferma potrebbe trattarsi di appendicite, ma il neurologo la guarda con scetticismo replicando che oramai sarebbe già perforata e suggerendo possa trattarsi di fibrosi epatica. Taub però continua a caldeggiare l’avvelenamento da piombo, così il diagnosta ordina un’arteriografia per controllare se si tratti di fibrosi e un’ispezione a casa di Margaret alla ricerca di metalli pesanti.
Dr. House  Massaggio terapeuticoNel frattempo House e Wilson si recano in un negozio di moto e parlano di Lisa; James vuole sapere se la donna si fermi a dormire dall’amico, ma quest’ultimo spiega che se ne torna a casa appena sono stati a letto insieme. L’oncologo chiede se Greg passi del tempo con la piccola Rachel, ma lui ribatte che cerca di farlo il meno possibile: la bambina è molto noiosa! Wilson è preoccupato, ma il diagnosta replica che inizieranno a frequentarsi quando sarà il momento.
Chase e Benedict eseguono l’arteriografia epatica; lui assicura alla collega che si è comportata bene nella diagnosi differenziale, perché il primario cercava di colpire lui con i suoi commenti. Kelly però non capisce come mai Foreman non l’abbia presa in simpatia… Robert non sa rispondere, forse ha bisogno di un po’ di tempo per socializzare! I due notano qualcosa sul braccio sinistro dell’arteria epatica, sembra quasi del tessuto cicatriziale di un precedente intervento. Un’occhiata più attenta alla scatola toracica fa capire loro che la donna si è rotta sei o sette costole in passato, ma non ne ha fatto menzione ai medici dopo il ricovero.
Foreman e Taub si occupano della casa di Margaret; l’analisi delle condutture e della vernice dei muri risulta inconcludente, per cui non si tratta di avvelenamento da piombo. Chris chiede al collega come mai abbia trattato così male la nuova dottoressa; Eric si scusa ironicamente, asserendo che dovrebbero essere tutti supergentili l’uno con l’altro, non correggere le ipotesi sbagliate degli altri e curare i pazienti per le malattie che non hanno… Taub però pensa che Foreman non abbia in simpatia Kelly solo perché continua a provare dei sentimenti per Tredici.
Foreman trova una ricevuta della carta di credito in uno dei cassetti di Margaret, si tratta di un acquisto in un caffè di Trenton il giorno del ricovero. Peccato che la paziente avesse detto loro che stava facendo le pulizie a Summit quel giorno…
Margaret spiega di non nascondere nulla, si è solamente confusa con i giorni. Inoltre le costole rotte risalgono ad un incidente in bici quando era al college, non pensava esso potesse centrare con il problema che l’affligge in quel momento. I medici però vogliono vedere le cartelle dell’incidente per assicurarsi che ciò che hanno visto nel fegato non sia dovuto ad un intervento.
A casa del diagnosta Lisa si veste per tornare a casa, sebbene lui la preghi di restare per giocare con lui ai videogames. Lei però deve tornare a casa prima che la babysitter se ne vada, e lui ricorda di avere un massaggio a breve; pochi minuti dopo infatti, mentre Cuddy se ne sta andando, la massaggiatrice raggiunge la casa: si tratta di una bellissima bionda con un top scollato e una gonna molto corta.
Nell’ufficio di House Benedict afferma che l’ospedale in cui Margaret racconta di aver subito l’intervento per l’incidente in bici non ha alcuna sua cartella. Infatti non è neanche mai stata nell’università che racconta di aver frequentato, non è mai stata ricoverata nemmeno negli altri ospedali della zona. Kelly però ha fatto un controllo del numero di previdenza sociale della paziente e ha scoperto che non esiste nulla sulla donna precedentemente a tre anni prima. Inoltre il numero suggerisce che sia nata intorno al 1945… essendo questo impossibile, sembra proprio che Margaret abbia rubato l’identità di qualcun altro! D’improvviso i cercapersone dei medici suonano all’unisono, la paziente è in tachicardia sopraventricolare; Taub cerca di metterle una maschera per l’ossigeno, mentre chiede un pacemaker.
Quando Margaret si risveglia, il nefrologo è accanto a lei. La donna chiede di sapere cosa ci sia che non va in lei; il medico replica che ha problemi misteriosi al cuore e alla pancia, però deve ammettere che porta benissimo i suoi sessantacinque anni… Chi diavolo è lei?
All’inizio la paziente nega di capire a cosa faccia riferimento, ma alla fine informa tutti che cinque anni prima era sposata ad un drogato molto geloso. Per allontanarsi da lui ha ottenuto un’ordinanza restrittiva ed è scappata via, ma lui l’ha ritrovata e le ha rotto le costole. Lei è scappata di nuovo in Arizona, ma un giorno tornando dal lavoro ha scoperto che l’ex marito era penetrato in casa sua e aveva avvelenato il cane. Sta frequentando un gruppo di supporto al Trenton General Hospital, ecco perché hanno trovato la ricevuta del caffè in quella zona proprio nel giorno in cui ha accusato i sintomi: il suo vero nome è Jenny.
Nell’ufficio di House i medici si ritrovano per un’altra differenziale; ancora una volta è Benedict quella presa di mira, e Greg le chiede cosa causi i problemi al cuore e allo stomaco. Kelly pensa alla gastrite, ma essa non spiega i problemi cardiaci; la ragazza allora suggerisce la fibrillazione atriale, ma essa non spiega i problemi allo stomaco. Infine teorizza una cistite, ma visto che la malattia in questione non centra nulla con i sintomi di Margaret la nuova dottoressa ipotizza si tratti di colecistite. Foreman è nuovamente infastidito dalla collega e la blocca asserendo che il problema sarebbe emerso all’esame obiettivo. Il primario afferma che mettendo tutti i sintomi insieme al fatto che la paziente ha un ex marito violento, che aveva appena mangiato quando si è sentita male e che la porta della sua casa sembrava essere stata aperta… Il problema della donna fa rima con “meleno”. Benedict ribatte che anche se l’ex marito l’avesse in qualche modo trovata, l’avvelenamento non avrebbe senso perché quel tipo di persona ha uno schema: l’avrebbe picchiata, l’avvelenamento è troppo impersonale e non collima con la psicologia di questo tipo di persona. Quando le fanno notare che l’uomo però ha un tempo avvelenato il cane di Margaret, Kelly si rende conto di aver escluso una possibilità del tutto legittima.
Foreman pensa che forse l’uomo abbia usato gli stessi pesticidi impiegati nell’avvelenamento del cane per contaminare il cibo di Margaret; il diagnosta allora ordina la somministrazione di pralidossima. Entrando nell’ascensore con Chase, Eric lo punzecchia in merito a Kelly affermando che il nefrologo si sbaglia collegando la sua assunzione a Cameron: in realtà Robert vuole solo andare a letto con la nuova arrivata. Chase ribatte che la ragazza era redattrice del quotidiano universitario, per cui ha determinazione e coraggio; inoltre al colloquio è stata grandiosa! Eric però pensa che lui l’avesse già puntata per altri scopi e che ormai veda solo ciò che vuole vedere.
Billy non riesce a credere che quell’uomo, da lui mai conosciuto, esista veramente e sia riuscito a penetrare nella loro casa per avvelenare Margaret. Quest’ultima spiega che la vita con l’ex è stato il periodo peggiore della sua esistenza e voleva solamente dimenticare, ma Billy non riesce ad accettare i fatti.
Cuddy raggiunge House in ambulatorio per chiedergli notizie della massaggiatrice, che lei pensa sia un po’ sgualdrinella. Greg replica che è una prostituta, per cui se non fosse un po’ sgualdrinella non starebbe facendo bene il suo lavoro… Ovviamente il direttore sanitario non è entusiasta della risposta e chiede al compagno se abbia fatto sesso con lei, ma il diagnosta spiega di non averlo fatto, almeno quel giorno: continua a farsi fare i massaggi da lei, ma senza il lieto fine che invece aveva una volta. In effetti quella donna è la massaggiatrice migliore che lui abbia mai incontrato! Ovviamente Lisa non è d’accordo che il nefrologo si faccia massaggiare da una prostituta con cui un tempo andava a letto, ma House replica che visto che non fanno più sesso la cosa non dovrebbe darle fastidio… Cuddy gli ordina di cambiare massaggiatrice e finché non lo farà lei non intende più vederlo.
Chase e Benedict si trovano nell’ufficio del capo; mentre Robert è pronto ad andarsene, Kelly vuole continuare a cercare: sente molta pressione addosso. Chase replica che dovrebbe esserci abituata visto che in passato era redattrice del giornale universitario, ma lei spiega che in realtà non lo era: Robert ha sbagliato a leggere il suo curriculum. Fortunatamente i loro cercapersone suonano proprio in quel momento: il marito di Margaret è stato appena ricoverato in pronto soccorso.
Greg racconta il suo problema a Wilson, che però era già stato avvisato da Lisa; James gli consiglia di mollare la “terapista” anche se pensa di aver ragione nella diatriba con la compagna. Il diagnosta replica che si tratta di orgoglio, di principio: se mollasse su questo, creerebbe un pessimo precedente nella sua relazione. Wilson però gli consiglia di imparare a piegarsi: le relazioni sono dure ed è necessario fare dei sacrifici, per cui il meglio che lui possa fare è andare a comprare un regalo e scusarsi. Improvvisamente il nefrologo sembra essere d’accordo, ma l’oncologo sa bene che questa non può essere una buona cosa…
Mentre si stanno recando in pronto soccorso Chase cerca di aiutare Benedict a pensare come House: se Billy presenta sintomi simili a quelli di Margaret, la causa potrebbe essere ambientale. Giunti al letto del nuovo paziente i medici si rendono subito conto che le cause del ricovero non sono ambientali, Billy è uscito male da una rissa. In effetti ha trovato un certo Carl nella rubrica della moglie e l’ha cercato; Carl però non sapeva di cosa Billy parlasse e non ha apprezzato particolarmente le sue accuse. Infatti era solo un collega della paziente… Billy voleva trovare l’uomo che ha avvelenato sua moglie! Foreman li contatta dalla stanza di Margaret avvisandoli che ha la febbre alta, per cui non si tratta assolutamente di avvelenamento.
Di nuovo riuniti per analizzare il caso, i medici notano che House ha portato un proiettore. Foreman suggerisce possa trattarsi di endocardite, ma Benedict ribatte che l’ECG era normale e non erano presenti noduli di Osler. Greg si congratula ironicamente per il commento e prosegue affermando che ha una seconda teoria sul motivo per cui Chase abbia deciso di assumere Kelly. Avviando il proiettore mostra agli altri delle foto di Robert ad otto anni insieme alla madre; quest’ultima assomiglia in maniera impressionante alla nuova dottoressa… Benedict non ci sta a farsi prendere in giro e asserisce che probabilmente è stata assunta perché Chase pensava potesse essere un buon medico per la squadra, poi torna sul caso e suggerisce possa trattarsi di legionella. Taub mormora che effettivamente ha notato un vecchio condizionatore nella casa della paziente, anche se non c’è coinvolgimento dei polmoni tra i sintomi manifestati dalla paziente. Kelly ribatte che la disidratazione causata dalla febbre potrebbe nascondere una polmonite, così Greg ordina di reidratare abbondantemente la paziente e curarla per la legionella. Foreman però nota che nella cartella della paziente Taub non ha scritto nulla in merito al vecchio sistema di condizionamento della casa di Margaret; Chris ammette di non averne parlato con la nuova dottoressa, ma di averlo fatto con Robert… Di chi è veramente l’idea della legionella? Kelly riconosce che è stato Chase a suggerirglielo, e il primario coglie subito l’occasione per umiliare la nuova arrivata.
Chase e Foreman discutono sulle scale; il primo vuole sapere come mai il collega sia così ostile con Benedict. Eric replica che se assumono qualcuno che non è abbastanza qualificato per fare parte del team, saranno costretti a portare un peso morto, soprattutto lui. Robert finalmente capisce tutto: Foreman non è veramente arrabbiato con Kelly, è irritato perché si sente di un livello superiore rispetto a tutti gli altri e, nonostante questo, il diagnosta ha dato a Robert la possibilità di assumere il nuovo membro della squadra. Eric spiega che lui è di un altro livello rispetto agli altri, ma Chase ironicamente domanda cosa dimostri la sua affermazione: i loro titoli sono uguali, lo stipendio pure, le responsabilità anche. L’unica cosa che giustifica la sua affermazione sono le sue capacità, ma chi è che lo ha deciso se non lui stesso?
Nel frattempo Cuddy è molto impegnata nel suo lavoro quando viene raggiunta da un uomo alto e latino con un tavolo per massaggi: il nefrologo lo ha pagato per fare un massaggio a Lisa. Mentre si sta facendo massaggiare la donna gli domanda da quanto tempo eserciti la professione di terapista, ma l’uomo non capisce di cosa lei stia parlando: non è un massaggiatore, ma uno gigolo…
Fuori dall’ospedale Chase trova Benedict mentre fuma; la ragazza si sente una traditrice e una bugiarda per aver cercato di ingannare House. Ha intenzione di andarsene, ma Robert la prega di tener duro. Kelly ribatte di essere cosciente del fatto che non è come tutti gli altri, ma Chase spiega che molti dei loro casi includono il saper leggere le persone, e dato che lei è specializzata in psichiatria dovrebbe imparare ad usare le sue conoscenze per aiutare il gruppo.
Benedict incontra Billy fuori dalla stanza della moglie, mentre gira di continuo l’anello nuziale. L’uomo ha contattato il Trenton General, che gli ha riferito che non esiste alcun gruppo di supporto per donne maltrattate: perché continua a mentire? Forse non ha mai subito abusi, magari è solo una criminale… Kelly spiega che il comportamento della paziente è compatibile con quello di una vittima di abusi; le loro personalità sono influenzate da quello che hanno subito e cercano un meccanismo per riprodurlo. Gli consiglia quindi di evitare di mettere la moglie con le spalle al muro.
Cuddy non riesce a credere che Greg abbia pagato un prostituto per farle fare un massaggio: magari una parte di lui crede veramente in quell’idiozia, ma non può sul serio essere convinto che Lisa possa farsi persuadere da quel gesto a permettergli di continuare a farsi fare i massaggi dalla prostituta. Sta per caso cercando inconsciamente o meno di sabotare la loro relazione? Forse sta tentando di mettere della distanza tra loro perché è spaventato nel far parte di una coppia che vive una relazione seria.
Di contro il diagnosta replica che lei fa la stessa cosa: non gli permette di restare a dormire da lei, non gli ha neppure presentato come si deve sua figlia… Non potranno mai essere una vera coppia se Lisa continuerà a nascondere Rachel da lui! Cuddy spiega di dover proteggere sua figlia, se facessero amicizia e poi lui dovesse andarsene…
Nonostante i consigli di Kelly, Billy tenta di parlare con la moglie in merito al gruppo di supporto del Trenton General. Improvvisamente la donna inizia ad urlare e ad avere allucinazioni terrificanti: qualsiasi cosa abbia, sta attaccando anche il cervello.
Potrebbe essere un ascesso, un linfoma o la malattia di Wegener, ma per esserne sicuri dovrebbero eseguire una biopsia. Benedict suggerisce che forse i sintomi non sono veramente correlati, ma Chase tenta di correggerla asserendo che il nefrologo non crede nelle coincidenze. Kelly però intede dire che le allucinazioni potrebbero derivare da un problema mentale, come il disturbo bipolare… House però non se la beve e prende in giro la nuova arrivata, ma è Foreman questa volta a fermarlo: se continueranno a punzecchiare Benedict, lei non potrà far altro che commettere errori e sarebbe irresponsabile da parte sua non farlo notare. Greg a questo punto ordina una biopsia per Margaret.
Chase e Taub stanno per incidere il cranio della paziente quando Taub nota che la sua temperatura è normale. Non dovrebbe, dato che le sono state tolte le coperte refrigeranti che erano state impiegate per abbassarle la febbre… Uno dei sintomi è scomparso! Questo fatto rimescola le carte in tavola, potrebbe trattarsi di malaria, della Dengue? Il primario vuole sapere perché non avesse una temperatura più bassa durante la giornata se non aveva davvero la febbre, ha avuto le coperte refrigeranti per tutto il tempo e una temperatura di 37°. Benedict spiega di aver regolato le coperte quando la febbre era diminuita: se non l’avesse fatto, si sarebbero resi conto il giorno precedente che la febbre era sparita!
Taub suggerisce che forse una febbre così breve potrebbe essere una reazione ai farmaci, magari agli antibiotici. Il diagnosta chiede quando abbia vomitato l’ultima volta, ma il gruppo si rende conto che non è mai successo da quando è stata ricoverata: due sintomi sono scomparsi. Il nefrologo accompagna tutti nella stanza della paziente e stacca il pacemaker, ma non c’è più segno di tachicardia: forse sono rimaste solo le allucinazioni… Benedict riporta di nuovo in luce il disordine bipolare, magari ha innescato i sintomi fisici, e questo dà ad House un’idea: Kelly ha invertito causa ed effetto. Ordina quindi la somministrazione di aloperidolo e lorazepam.
Il team al completo si trova nella stanza della paziente quando questa si risveglia: ha ancora le allucinazioni, ma riesce a parlare. Greg sa che lei ha sempre mentito, in realtà sta seguendo una terapia medica a Trenton con il risperidone, che le ha causato il dolore allo stomaco. Non c’è mai stato alcun marito violento, soffre semplicemente di schizofrenia: tutti i sintomi altro non erano che effetti collaterali del farmaco che stava prendendo. Ed essi sono scomparsi per la mancata assunzione della medicina, ma ovviamente sono tornate le allucinazioni. Il diagnosta lascia la stanza, ma non prima di aver preso in giro Benedict per aver appena terminato la specializzazione in psichiatria senza accorgersi del problema mentale di Margaret.
Billy non sa proprio cosa fare, quella non è la donna che ha sposato. House replica che invece lo è, ma lui non lo sapeva… Ovviamente le cose saranno dure per la coppia, ma Greg replica che è sempre difficile.
In ascensore Chase spiega al primario che aveva ragione su Kelly: non è ancora pronta a far parte dell’equipe. House però lascia a Robert la decisione, la dottoressa non le piace certo più di quanto non le piacesse all’inizio, ma almeno è stata lei a condurlo alla diagnosi corretta.
Cuddy entra nel suo ufficio e vi trova Greg al computer: sta cercando il numero della terapista di Lisa, perché ha deciso di lasciar perdere con la prostituta. Il direttore sanitario replica che gli darà subito il numero, poi gli chiede di fermarsi a dormire da lei.
Nello spogliatoio Kelly sta prendendo le sue cose quando viene raggiunta da Chase. Lei vuole lasciare il posto prima che il diagnosta la licenzi, però c’è un lato positivo: non è mai uscita con un uomo che lavorava insieme a lei, ma se se ne va… Robert si dice dispiaciuto che non abbia funzionato, ma la invita a cena per la sera successiva.
House, Cuddy e Rachel siedono attorno al tavolo per cena. Quando Lisa si alza per andare in cucina, Rachel afferra il nuovo bastone di Greg ed inizia a morderlo. Il diagnosta riesce a levarglielo e pulisce la saliva della piccola, ma non sembra entusiasta della situazione.

Curiosità:
Sebbene accreditata Olivia Wilde non appare nell’episodio.
Il videogioco a cui House gioca mentre si trova a letto è quello creato dal paziente nella sesta stagione intitolato "Epic Fail".

Musica:
“Ride free” di Jonny Kaplan and the Lazy Stars; “End of the day” di Doug Paisley.




Indice
Settima Stagione
Dr. House Settima Stagione seconda parte
Tutte le pagine