Instagram

Quinta Stagione

Martedì 03 Febbraio 2009
5.01 - Episodio 87
 
Titolo USA: Dying changes everything
Titolo italiano: La morte cambia tutto

 
Scritto da: Eli Attie
Diretto da: Deran Sarafian
Trasmesso in USA il: 16 settembre 2008
Trasmesso in Italia il: 18 gennaio 2009
 
Guest stars: Peter Jacobson (Chris Taub), Kal Penn (Lawrence Kutner), Olivia Wilde (Tredici), Bobbin Bergstrom (infermiera), Christine Woods (Lou), Jamie Rose (Patty Michener), Bob Sherer (paziente), Janet Song (chirurgo), David Kagen (capo di Lou), Paul Haitkin (collega di Lou)
 
Nel bel mezzo di una riunione una donna di nome Lou sta ascoltando il suo capo quando rabbrividisce nei confronti di quella che crede essere una formica che le cammina sul braccio. Sente poi un’altra formica sul collo, e alla fine la donna si strappa la camicetta, iniziando a grattarsi il petto nel panico più assoluto: vede centinaia di formiche che la ricoprono, anche se in realtà gli insetti non ci sono.
In ospedale House si nasconde nella stanza di un paziente in coma e gioca con un videogame che ha rubato nel reparto pediatrico. Cuddy, raggiuntolo, lo informa che Wilson è tornato al lavoro; Greg allora cerca di giustificare il motivo per il quale non si è più tenuto in contatto con James. Foreman scova il primario e lo aggiorna sui sintomi di Lou, la donna soffre di anemia, bradicardia e dolori addominali. Il diagnosta è interessato dalla combinazione di sintomi, e decide di accettare il caso sebbene Lisa gli abbia chiesto prima di riallacciare i rapporti con Wilson.
Con Foreman, Tredici, Taub e Kutner presenti, il nefrologo scrive sulla lavagna alcuni sintomi presentati dalla paziente, quali allucinazioni, possibile perdita di memoria, anemia e basso ritmo cardiaco; la donna inoltre ha viaggiato per il mondo, ed è una cosa da tenere in considerazione. Tredici però esclude si tratti di una malattia tropicale, vista l’assenza di febbre; Taub allora suggerisce una grave deficienza di vitamina B-12, che spiegherebbe tutti i sintomi. Tredici chiede ai colleghi come mai si limitino a concludere che una determinata donna in carriera soffra a causa del suo lavoro, poi avanza l’ipotesi che un insulinoma nel pancreas della paziente l’abbia resa ipoglicemica. House replica che se controlleranno il volume degli eritrociti e le somministreranno della B-12, potranno verificare se Taub ha ragione.
Lou si sta vestendo mentre parla al Blackberry; Tredici la raggiunge, pregandola di tornarsene a letto. La donna protesta, il suo capo ha pianificato un viaggio a Pechino, ma la dottoressa non intende sentire ragioni e le somministra un farmaco intramuscolo. Lou improvvisamente sente dei movimenti intestinali, e poco dopo il letto è sporco di sangue: ha avuto un’emorragia rettale.
Dr. House La morte cambia tutto Greg raggiunge Wilson mentre questi sta scrivendo la sua lettera di dimissioni: vuole andarsene perché tutto gli ricorda Amber. Il diagnosta non intende sminuire il suo dolore, ma spiega che il tempo aiuta a guarire le ferite.
Mentre Taub e Tredici eseguono una colonscopia, si rendono conto che il ritmo cardiaco della paziente è basso sebbene l’emorragia avrebbe dovuto farlo accelerare. Kutner informa i colleghi che la donna è incinta, così insieme a Tredici la preparano per un’ecografia: Lou è sorpresa dalla notizia, ma inaspettatamente l’esame ecografico non mostra traccia di feti. Il primario chiede ai sottoposti cosa possa causare bradicardia, emorragia intestinale e due falsi positivi test di gravidanza; Tredici pensa che un coriocarcinoma potrebbe attivare gli ormoni della gravidanza, mentre Kutner suggerisce si tratti di deficit di immunoglobulina A. Durante la discussione, il nefrologo si alza ed esce dalla stanza senza spiegazioni.
Il diagnosta si reca nell’ufficio di Wilson e gli dice che è un idiota, non può scappare dal dolore. Gli altri medici lo raggiungono per continuare con le diagnosi differenziali, e House spiega loro che il test di gravidanza è risultato positivo perché la paziente è effettivamente incinta.
Greg effettua un’altra ecografia, apprendendo che la paziente ha trentasette anni: tutti sono sorpresi perché sembra molto più giovane; il primario intanto mostra alla donna una piccola massa indistinta nel monitor, situata nel suo addome. Spiega che il feto sta usando il suo intestino per rifornirsi di sangue, poi ordina a Tredici di eliminare l’intruso; Tredici è scioccata dalla richiesta e domanda se abbia tenuto in considerazione la possibilità che la paziente voglia tenere il bambino, ma il diagnosta ribatte che le persone muoiono, lei, Amber, tutti quanti; le offre poi di andarsene, se non le piace la diagnosi. Lou spiega che non ha un ragazzo, è sempre in viaggio con il suo capo e non può assolutamente permettersi una gravidanza, quindi acconsente all’aborto.
Il nefrologo si reca al pronto soccorso per far visita a Cameron e discutere di Wilson. Allison afferma che la disperazione ha significati differenti per ogni persona, su di lui per esempio non ha un gran impatto… House le chiede come si sia comportata quando suo marito è morto, e Cameron replica che si è trasferita e ha trovato un nuovo lavoro. Cuddy, in seguito, chiede a Greg di scusarsi con James e di ascoltare il suo dolore.
Chase opera Lou per rimuovere il feto, ma un’emorragia improvvisa le riempie l’addome di sangue. In seguito Tredici pensa che l’intervento abbia causato un problema neurologico, dato che Lou sbatte continuamente le palpebre; improvvisamente però la paziente entra in arresto cardiaco.
Il cellulare del diagnosta vibra, ma lui lo ignora perché sta cercando di convincere Wilson a rimanere: la loro amicizia vale molto di più della vita della paziente. James non riesce a crederci… Foreman nel frattempo tenta la rianimazione su Lou, mentre il nefrologo esce dalla stanza di Wilson senza voltarsi indietro e se ne torna a casa.
I medici chiedono a Lisa come devono comportarsi con House; lei però spiega che devono limitarsi a fare il loro lavoro. Tredici ipotizza si tratti di sclerosi multipla: se una lesione avesse coinvolto il nervo simpatico del cuore, la patologia spiegherebbe la bradicardia e il suo sbattere le palpebre. Sebbene questa idea non spieghi la deficienza di vitamina né la strana gravidanza, Foreman acconsente alla somministrazione di interferone.
Cuddy va a trovare Greg a casa per dargli una scrollata: l’aveva pregato di non accettare il caso prima di aver risolto la situazione con Wilson! Il diagnosta però le sbatte la porta in faccia, e Lisa grida che si sta comportando proprio come il loro amico, sta scappando…
A Lou viene la febbre, per cui la diagnosi di sclerosi multipla si rivela sbagliata.
Il primario torna in ospedale perché il direttore sanitario in qualche modo è riuscita a fargli staccare la TV via cavo. Wilson poco dopo entra nell’ufficio di Lisa, dato che lei l’ha chiamato sul cercapersone; a questo punto Cuddy minaccia i due perché si siedano insieme a parlare e risolvere le loro incomprensioni. La seduta però non va buon fine…
I medici riesaminano un video dell’intervento su Lou; Kutner nota qualcosa mentre l’intestino viene ricollegato: gli sembra un ganglioma. Eric è d’accordo, questo potrebbe aver causato tutti i sintomi provati dalla paziente, devono aprirla nuovamente e ottenere un campione della massa. Foreman, Tredici e Kutner consultano Chase in merito, ma lui rifiuta di operare la paziente. Kutner allora suggerisce di ottenere il campione usando una sonda inserita nel retto: quando il ganglioma sarà illuminato potranno fare un piccolo prelievo.
Lou confessa a Tredici di essere stata rimpiazzata sul lavoro; la dottoressa sembra indisposta da questa notizia, ma la paziente non la prende male, e questo fa arrabbiare ancor di più il medico.
Cameron va a trovare Wilson per cercare di convincerlo a non andarsene; i due finiscono per discutere del dolore della perdita.
Esaminando la biopsia al microscopio elettronico i medici cercano una causa possibile per quello che le sta accadendo. Tredici pensa che si tratti di depositi anomali di proteine, derivanti forse da amiloidosi; Foreman sostiene la diagnosi di Wilson, dev’essere un linfoma.
Lou viene collegata ad una flebo di farmaci chemioterapici; è stanca, ma sembra stare meglio di quanto dovrebbe. Tredici racconta alla donna di soffrire del morbo di Huntington; la paziente allora le confessa che la reazione del medico al suo licenziamento l’ha convinta a cercare un nuovo lavoro in una fondazione.
Il diagnosta torna in ospedale per controllare Lou, e le chiede se ha ecchimosi sul corpo. Vi infila poi un grosso ago mentre la paziente grida dal dolore: House spiega che la donna soffre di una diffusa lebbra lepromatosa, conosciuta anche con il nome di lebbra bonita perché la patologia fa apparire la pelle più giovane e liscia. In realtà i lividi sono lesioni batteriche; lo stress fisico della gravidanza ha innescato la lebbra lepromatosa, una complicazione comune della lebbra. Questo ha fatto infiammare il suo sistema nervoso, inclusi i nervi vicini al cuore, il che ha reso difficile l’assorbimento delle vitamine. Ecco da dove deriva la deficienza di B-12; inoltre ha anche lesionato una delle tube, per cui il feto è uscito dall’apparato riproduttivo finendo nell’addome.
Più tardi Tredici sta aggiornando delle cartelle quando Greg la raggiunge, e le dice che stare quasi per morire non cambia nulla, è la morte che cambia tutto.
Wilson impacchetta le sue cose in ufficio, e il diagnosta lo raggiunge per scusarsi finalmente del ruolo giocato nella morte di Amber. James non lo biasima, ma spiega che è lui la vera ragione per la quale intende lasciare l’ospedale: ha bisogno del distaccamento, ormai non sono più amici e non sa se lo sono mai stati veramente. Alla fine l’oncologo lascia lo studio con uno scatolone in mano.
 
Curiosità:
Da questo episodio House ha un nuovo bastone, chiamato “Blonde Horn Ball-Light Maple”.
Nella scena in cui House gioca ai videogame (il gioco è “Ninja Gaiden II”) nella stanza del paziente in coma, prende un drink dalla mano del paziente, e poi ve lo rimette. Si nota però che sia il pollice che il braccio del paziente si muovono.
Quando Lou è seduta sulla sedia per la chemioterapia, i suoi piedi appaiono incrociati o uniti a seconda delle inquadrature.



5.02 - Episodio 88
 
Titolo USA: Not cancer
Titolo italiano: Non è cancro

 
Scritto da: David Shore, Lawrence Kaplow
Diretto da: David Straiton
Trasmesso in USA il: 23 settembre 2008
Trasmesso in Italia il: 18 gennaio 2009
 
Guest stars: Peter Jacobson (Chris Taub), Kal Penn (Lawrence Kutner), Olivia Wilde (Tredici), Bobbin Bergstrom (infermiera), Denice J. Sealy (infermiera), Tyler Patton (neurochirurgo), Eric Kaldor (Frank), Mark Beltzman (Tibalt Oyylant), Mike Gaines (Morgan), Jasmine Alvarez (April), Christine Lucas (Emma), Melissa Loprire (ragazzina), Michael Weston (Lucas Douglas), Felicia Day (Apple), Tim Conlon (dottor O'Shea), Elaine Kagan (Belinda)
 
Una tennista, un muratore, un esperto di arti marziali e un suonatore di tuba collassano tutti improvvisamente e muoiono, senza apparenti ragioni.
Qualche tempo dopo Tredici si reca nella classe di Apple Weiss, che si trova alla lavagna: la donna insegna matematica al college. Il medico le spiega che tutti i pazienti che cinque anni prima hanno ricevuto un organo grazie al trapianto dallo stesso donatore sono morti, o stanno morendo; Apple fa parte di quella lista, avendo ricevuto delle nuove cornee. La donna viene subito ricoverata in terapia intensiva al Princeton-Plainsboro, mentre un uomo di nome Frank giace nel letto accanto a lei, moribondo.
Foreman, Kutner, Tredici e Taub si riuniscono all’obitorio e leggono i cartellini dei morti: il muratore aveva ricevuto il cuore e un polmone, ma è stato il fegato ad ucciderlo; il suonatore di tuba aveva ricevuto il fegato, ma sono stati i polmoni a farlo morire. Alla tennista era stato trapiantato un rene, ma è il cuore che ha ceduto… Frank infine aveva ottenuto una porzione di intestino, ma ora soffre di insufficienza pancreatica: in ogni caso delle complicazioni post-intervento sono occorse improvvisamente e senza alcuna avvisaglia.
House è più interessato a riallacciare i suoi rapporti con Wilson piuttosto che a risolvere il caso; Taub intanto si chiede se il donatore avesse un infezione che in qualche modo non è stata rilevata dai test, ma Kutner e Tredici non sono d’accordo. La dottoressa pensa che qualsiasi cosa sia, derivi dal sangue del donatore: dato che il trapianto di cornee non contempla lo scambio di sangue, Apple dovrebbe star bene. Tredici inoltre pensa che l’unica altra possibile diagnosi sia cancro, ma Eric replica che il cancro ha una progressione che coinvolge organi specifici. Greg scarica il caso affermando che si tratta di cancro, e se ne va.
I test di laboratorio rivelano che non si tratta di cancro, così il diagnosta ordina ai colleghi di iniziare a investigare sul donatore e sui riceventi.
Nella mensa dell’ospedale il primario avvicina il dottor O'Shea e cerca di fare amicizia con lui per rimpiazzare Wilson. Foreman li raggiunge e informa il nefrologo che devono rimuovere l’occhio di Apple.
House e Foreman esaminano la vista della paziente, ed Eric le spiega che devono toglierle un occhio. Greg ribatte che non è necessario, dato che sembra trattarsi di un problema al cervello, poi fa una battuta sulla possibilità che le debbano rimuovere la testa. Improvvisamente Apple ha un’allucinazione in cui il primario ha preso una grossa mannaia e la punta verso il suo collo: per il medico questa è una prova che si tratta di un problema cerebrale.
Taub, Foreman, Tredici ed House guardano la videocassetta di una gara dell’esperto di arti marziali per cercare eventuali segnali di problemi neurologici. Un uomo di nome Lucas si trova poco distante dai medici e finge di aggiustare la macchina del caffè; indossa però dei calzini scozzesi che poco si addicono alla divisa della manutenzione… L’uomo si intromette nella conversazione parlando del donatore, e quando i medici gli chiedono chi sia, il primario ammette di aver assunto un investigatore privato per scoprire dei dettagli sul caso. Lucas è riuscito a venire a conoscenza di molte più cose rispetto ai medici, per esempio sa che la fidanzata del donatore al liceo è ora sposata con il suo migliore amico, e che ha avuto una bambina quattro anni prima. E sa pure che la bambina ha mal di pancia…
Dr. House  Non è cancro Il diagnosta chiede ai sottoposti di fare una biopsia cerebrale alla paziente, sebbene si tratti di una procedura rischiosa; i medici sono contrari. In terapia intensiva intanto Apple sembra relativamente in salute rispetto a Frank, che sta morendo; Taub cerca quindi di persuadere la moglie dell’uomo ad acconsentire alla biopsia, affermando che forse è la sua migliore possibilità di sopravvivere. Apple litiga con la moglie del malato in merito all’intervento, dato che la donna non vuole acconsentire; improvvisamente però i segni vitali di Frank precipitano, e nonostante gli sforzi dei medici per salvarlo il suo cuore smette di battere.
Il tessuto cerebrale di Frank viene portato in laboratorio per essere esaminato; Taub afferma che sembra normale, ma il nefrologo insiste che deve trattarsi per forza di cancro. Foreman ribatte che non lo è, ma House vuole che lo sia per avere la scusa di contattare Wilson. Kutner se ne esce con una diagnosi di intestino perforato: se alcuni batteri che comunemente vivono nell’intestino a causa di un’anomalia vascolare genetica della parete intestinale si ritrovassero a viaggiare nei vasi sanguigni, potrebbero raggiungere qualunque organo. I colleghi si rendono conto che Kutner potrebbe avere ragione, e Greg ordina una colonscopia per confermarlo. Sebbene abbiano già controllato Apple, il primario intende esaminare qualcuno che ha lo stesso DNA del donatore; l’ex fidanzata di Frank probabilmente ha avuto la figlia proprio da lui, e il diagnosta vuole sfruttare il fatto che suo marito potrebbe non esserne a conoscenza per avere il consenso. Il piano va come previsto, e Kutner esegue l’esame sulla bambina.
Il nefrologo insieme all’investigatore privato siedono nel retro di un furgone dei gelati durante un appostamento; House chiede cosa abbia scoperto sul dottor O’Shea, ma Lucas sa bene che in realtà chi lo ha ingaggiato è più interessato alle informazioni ottenute su Wilson.
La colonscopia risulta normale, così Greg pensa che non possa che essere cancro. Foreman però è convinto che Kutner possa ancora aver ragione in merito all’infezione intestinale, la lesione potrebbe essersi formata poco prima della morte… Kutner suggerisce quindi di usare lo stesso sistema sfruttante l’alta pressione dei liquidi normalmente utilizzato per i test di carico; Foreman e Kutner allora eseguono la procedura dal retto del cadavere di Frank. Quando il colon si riempie di fluido i medici ottengono un’immagine dell’organo; Eric allora spinge sull’addome del cadavere per contenere le perdite derivanti dall’incisione ad Y dell’autopsia. Mentre l’endoscopio avanza nel corpo, il colon esplode e l’intera cavità addominale di Frank si deposita su Foreman.
Le infermiere vigilano su Apple, che ora sta male. Il primario ordina ai colleghi di avviare l’elettroforesi sul liquido spinale per cercare marcatori di proteine nascosti, e poi di sequenziare i suoi geni; lui intanto inizierà il trattamento contro il cancro. Mentre la paziente dorme, il diagnosta la osserva respirare a fatica; preme poi il pulsante di emergenza, e un’infermiera si precipita nella stanza. Apple si sveglia, e il nefrologo chiede dove si trovi la cartella della donna. L’infermiera la trova su un comodino della stanza, House allora la prende e poi estrae dalla tasca un modulo: ha bisogno che la paziente lo firmi, è il consenso per la chemioterapia. Apple gli racconta che un tempo faceva l’architetto, ma poi ha smesso per insegnare matematica dopo aver riacquistato la vista; credeva che la sua vita sarebbe cambiata in seguito al trapianto, ma il mondo è troppo brutto… Chiede infine se il medico pensa sarebbe diverso se la sua gamba fosse normale.
Mentre Greg e Lucas passeggiano per strada, l’investigatore informa il cliente delle nuove attività di Wilson. I due seguono una ragazza carina che, accortasene, si ferma e chiede cosa vogliano. Lucas non è poi così bravo come poteva sembrare…
Il primario entra in terapia intensiva e scopre che Apple sta vomitando per effetto della chemio: in realtà le sue condizioni sono migliorate. Avverte poi Foreman che la donna non ha il cancro, pensava che la patologia agisse come se lo fosse e di conseguenza avrebbe risposto agli stessi trattamenti.
Il diagnosta si reca a casa di Wilson alla ricerca di un’illuminazione, ma l’oncologo si rifiuta di accoglierlo, e l’amico gli getta del denaro per il suo tempo. James ribatte che la volta successiva non si degnerà nemmeno di aprire, così il nefrologo, frustrato e arrabbiato, esce dallo stabile imbattendosi in Lucas. Quest’ultimo afferma che gli amici sono amici, i clienti sono clienti e tutto il resto è tutto il resto; House sentendo queste parole ha un’intuizione e si allontana, sostenendo che il mondo non è così brutto come pensa Apple.
Greg entra nell’ufficio di Lisa con una risonanza in mano, il lobo occipitale della paziente è normale, ma i suoi occhi non funzionano bene e il lobo dovrebbe compensare questo fatto. Dato però che non lo fa, ci deve essere qualcosa lì dentro che non dovrebbe esserci, qualcosa non composto di cellule cerebrali; chiede quindi l’autorizzazione ad effettuare un intervento al cervello per scoprire di cosa si tratti. Il donatore aveva probabilmente delle cellule staminali tumorali che sono state trasferite ai riceventi; le cellule si sono mosse nei corpi, hanno colonizzato un organo e si sono parzialmente differenziate: sembrano uguali a quelle che le circondano, ma in realtà non lo sono e non fanno il loro stesso lavoro. La chemioterapia ha funzionato perché sono proprio dei tumori! Cuddy non è convinta della teoria del primario, e gli proibisce di avvicinarsi alla paziente
Le guardie di sicurezza controllano la terapia intensiva, House non è autorizzato ad entrare. Un infermiere termina di cambiare la flebo di Apple, ma il suo ritmo cardiaco inizia a scendere… I calzini dell’infermiere sono scozzesi: è Lucas, che con discrezione si allontana.
Apple viene condotta in chirurgia, dove Chase le rimuove la parte superiore del cranio. Il diagnosta osserva dalla sala attigua, e chiede ai chirurghi di controllare la flebo dei farmaci chemioterapici, sembra che sia stata sostituita con della salina. Lucas raggiunge il cliente, e quest’ultimo spiega che la rete neurale che le inseriranno nel cranio mostrerà loro quanto velocemente i neuroni lavorano. In presenza di cellule malate i normali impulsi neurali verranno risucchiati in un vortice che il computer elaborerà; le macchine indicheranno quindi dove tagliare. Lucas nota che il nefrologo non ha nessun altro con cui parlare, per cui alla fine lo sta pagando per ascoltarlo… Chase intanto intravede il problema nel cervello della paziente, e rimuove l’area coinvolta.
Dopo l’intervento l’intera testa di Apple, occhi compresi, è bendata. House la osserva, ma la donna lo percepisce dal suo profumo, e lui inizia a scioglierle le bende. Preme poi il pulsante di emergenza, e le infermiere si precipitano nella stanza; Greg allora chiede loro del tè alla menta. Commenta poi che il mondo non è così brutto come lei pensa, poi preme nuovamente il pulsante di emergenza, e le infermiere li raggiungono. Il nefrologo spiega alla paziente che i suoi occhi funzionavano bene, era il cervello che non agiva in modo corretto: ora vedrà le cose per quelle che sono. Apple apre lentamente gli occhi, e House le chiede come lo vede; lei allora risponde che sembra triste.
Da solo nel suo studio, Greg telefona a Lucas e gli chiede se c’è modo di pagarlo in anticipo.
 
Musica:
“Vice” dei Crystal Method, “You might die trying” della Dave Matthews Band.
 
Curiosità:
Jennifer Morrison è accreditata, ma non appare nell’episodio.
Da questo episodio Hugh Laurie diventa produttore esecutivo della serie.
 
 
 
5.03 - Episodio 89

Titolo USA: Adverse events
Titolo italiano: Eventi avversi


Scritto da: Dustin Paddock, Carol Green
Diretto da: Andrew Bernstein
Trasmesso in USA il: 30 settembre 2008
Trasmesso in Italia il: 25 gennaio 2009

Guest stars: Peter Jacobson (Chris Taub), Kal Penn (Lawrence Kutner), Olivia Wilde (Tredici), Bobbin Bergstrom (infermiera), Michael Weston (Lucas Douglas), Marika Dominczyk (Heather), Jennifer Crystal Foley (Rachel Taub), Sarah Knowlton (Susan), Drew Powell (Anthony), Breckin Meyer (Brandon), Liz Benoit (infermiera di chirurgia), Bart Tangredi (uomo), Deanna Smith (dottoressa), David Goldman (medico basso)
 
L’artista Brandon Haggerty è concentrato sul ritratto che sta dipingendo: si tratta di un nudo di donna. La modella segue le istruzioni del pittore, mentre il marito osserva; finalmente l’opera è terminata, e i due si avvicinano per guardarla. I loro corpi si paralizzano, sono orripilanti da quanto stanno vedendo, ma Brandon non capisce come mai… E il marito lo colpisce con un pugno sul viso! Una volta che i due se ne sono andati, la fidanzata del pittore si precipita a guardare il dipinto, e si rende conto che è una caricatura distorta e non un ritratto.
Nella mensa dell’ospedale House legge un rapporto, seduto con Lucas: qualche dettaglio lo confonde… Lisa si avvicina ai due con alcune fatture in mano che Greg ha tentato di far passare come spese mediche: se vuole un investigatore personale, dovrà pagarlo di tasca sua.
Osservando i dipinti di Brandon i medici iniziano le diagnosi differenziali: Foreman pensa che l’agnosia visiva acuta di cui soffre il paziente sia sintomo di un ictus o di un tumore cerebrale; Taub però fa notare che la risonanza non ha mostrato alcun segno delle patologie. Il primario li informa che ha fatto fare alcune ricerche su di loro, scoprendo per esempio delle cosette interessanti sulla moglie di Taub, e apprendendo che Kutner è nel Guinness dei Primati con il record di trenta chilometri percorsi strisciando. Tredici suggerisce che la malattia dell’artista possa essere ambientale, dovrebbero controllare il suo studio alla ricerca di tossine, muffe e funghi; mentre fa alcuni esami a Brandon, Foreman nota che i ritratti di Heather che il paziente sta disegnando su un blocco sono perfettamente normali.
Nello studio del pittore Kutner e Taub non trovano tracce di funghi o di muffe; il primo si chiede se il diagnosta abbia veramente trovato qualcosa sulla moglie del collega. Questo dà parecchio fastidio a Taub… In ospedale intanto il nefrologo osserva una risonanza magnetica del cervello di Brandon, intrigato dal sintomo neurologico che non ha apparenti cause neurologiche: restano solo le tossine o le droghe come possibili spiegazioni. Foreman si chiede se un angioma cavernoso nel cervello possa aver causato una perdita ematica: una volta che il sangue si è riassorbito, la pressione scende e i sintomi scompaiono. Tredici avverte che il paziente non permetterà loro di eseguire una biopsia della vena petrosa, dato che era nervoso persino a farsi fare un’iniezione o ad assumere il mezzo di contrasto.
Dr. House  Eventi avversiIl diagnosta informa il paziente che potrebbe avere un tumore al cervello, ma la reazione per nulla spaventata dell’artista lo porta a chiedergli di che droghe faccia uso, dato che a quanto pare sa di stare bene: possiede informazioni che i medici non hanno. Brandon rivela quindi di essere stato pagato per sottoporsi ad alcuni studi clinici per delle società farmaceutiche, e ammette di prendere tre diversi farmaci contemporaneamente. Heather non ne è a conoscenza… House pensa che l’artista starà bene una volta che le sostanze assunte saranno state eliminate dal suo organismo.
Taub raggiunge Greg e gli domanda cosa abbia scoperto su sua moglie; il primario lo informa che la donna sta facendo dei depositi di contanti settimanali in un conto intestato solo a suo nome. Taub è sorpreso dalla notizia, ma sollevato; improvvisamente però i loro cercapersone iniziano a suonare: Brandon ha le convulsioni. Kutner spiega che nessuno dei farmaci che sta testando Brandon causa attacchi epilettici, ma il diagnosta ribatte che la loro combinazione potrebbe: la prima sostanza è un anticoagulante, la seconda un trattamento per le patologie autoimmuni e la terza è addirittura un anticonvulsivante. Alla fine il nefrologo ordina che il paziente sia sottoposto a dialisi per ripulire il suo organismo.
Taub affronta House chiedendogli di non intromettersi nella sua vita personale; Greg poi entra da solo in ascensore, parlando con Lucas grazie ad una trasmittente: l’investigatore si trova vicino alla porta dell’ufficio di Lisa, ma lei lo nota. Lucas chiede al primario come mai stia tentando di mettere a disagio il povero Taub, e il diagnosta spiega che le persone infelici salvano delle vite: se la tua vita privata è significativa, il tuo lavoro non deve esserlo per forza, e questo è un male.
La testa e il collo di Brandon si gonfiano, e Kutner e Foreman tentano in tutti i modi di ventilarlo con un ambu. Eric prova infine a trovare la trachea del paziente, e poi esegue un’incisione nella linea mediana del collo infilandovi le dita. Questo causa la fuoriuscita di fluido limpido; il neurologo poi taglia la trachea inserendovi un tubo, e permettendo finalmente al paziente di respirare. Permane tuttavia il problema dell’edema diffuso.
L’artista viene trattato con steroidi, flebo e pomate atte a ridurre il gonfiore; intanto gli esami mostrano che non vi è trombosi e che non si tratta della malattia di Chagas: Foreman suggerisce che magari il suo sistema immunitario stia lavorando troppo a causa di una tempesta di citochine. Il nefrologo si limita ad incolpare il pericoloso cocktail di farmaci che il paziente sta assumendo, ma la dialisi totale avrebbe già dovuto farlo star meglio, nota Eric... House gli chiede quindi se pensa che sia una semplice coincidenza la manifestazione di tre nuovi sintomi dopo la dialisi: devono trovare un modo più efficacie di disintossicarlo, oppure capire quali sintomi siano correlati all’astinenza. E il sistema più semplice è somministrargli nuovamente i farmaci sperimentali, e poi toglierglieli lentamente.
Cuddy nota uno strano uomo con un cappellino da baseball che legge un quotidiano, ma non è Lucas. L’investigatore è nell’ufficio del direttore sanitario, e perquisisce la scrivania; lei però lo sorprende, e l’uomo spiega che è una buona idea conoscere meglio una donna prima di chiederle di uscire. Lisa è sorpresa quando Lucas le consegna un mazzo di rose e si offre di fornirle alcune informazioni imbarazzanti su Greg.
Taub interroga la moglie in merito al conto corrente segreto, e lei gli spiega che sta risparmiando per comprargli la nuova auto che tanto desidera.
Mentre Tredici termina di suturare il foro creato nel collo di Brandon, questi le lecca il collo e poi la spinge sul letto per cercare di possederla. La dottoressa è quindi costretta a colpirlo al naso, e il paziente si ritrae con una vistosa emorragia. Con le nuove informazioni Foreman diagnostica la sindrome di Kluver-Bucy, con lesioni bilaterali ai lobi temporali: l’agnosia visiva e l’ipersessualità sono dei sintomi classici. Sebbene la Kluver-Bucy non spieghi le convulsioni o la tempesta di citochine, Eric teorizza che il danno cerebrale possa essere circolatorio piuttosto che strutturale.
Il primario torna a casa e vi trova Lucas che la sta perquisendo; gli spiega quindi che una volta forniti al direttore sanitario i dettagli che gli ha chiesto, non avrà più bisogno di lui. Gli domanda infine di trovare alcuni fatti personali o imbarazzanti su Lisa: ha passato metà della sua vita a negoziare con lei, e se riuscirà a trovare qualcosa da utilizzare contro di lei che la spinga a dirgli di sì… Ben venga!
I farmaci sperimentali causano aritmia a Brandon, la quale scatena poi la pressione bassa: combinate con dei vasi sanguigni stretti, il cervello potrebbe non ricevere abbastanza sangue, e questo potrebbe causare tutti i sintomi mostrati dall’uomo. Se i medici riusciranno a scatenare l’aritmia e ad identificarla, potranno anche riuscire a fermarla e ad evitare che lo uccida.
I medici eseguono uno studio elettrofisiologico per trovare l’aritmia: sebbene il paziente sia cosciente, il suo cuore inizia a battere in modo accelerato durante la procedura. Kutner defibrilla l’uomo, mentre il diagnosta osserva la sua testa e gli chiede se si tinga i capelli di rosso. I monitor smettono di suonare mentre il ritmo cardiaco si normalizza; il nefrologo dichiara quindi che quei capelli rossi dimostrano che non si tratta della Kluver-Bucy. Foreman afferma che la sindrome di Waardenburg causa aritmia e può far cambiare colore ai capelli. Kutner porta il tracciato dell’ECG e fa notare che potrebbe anche trattarsi della sindrome di Romano-Ward, suggerisce quindi di eseguire una simpaticectomia cardiaca.
Cuddy incontra Lucas in una pizzeria, e l’investigatore le mostra una foto di House al college che fa il cheerleader. Lisa capisce che si tratta di un falso, stanno forse giocando?
Brandon si spaventa quando gli sembra che Taub e Tredici abbiano un aspetto diverso; i medici quindi raccontano a Greg la novità, l’agnosia visiva si è ripresentata. Taub si chiede se magari alcune tossine fossero immagazzinate nelle cellule adipose del paziente, e ora vengano rilasciate in circolo; il diagnosta quindi prega Taub di cercare i vecchi colori che l’artista usava per dipingere. Il chirurgo si reca nella stanza del paziente, mentre questi racconta ad Heather di aver venduto solamente due dipinti negli ultimi tre anni e di fare la cavia per farmaci sperimentali. La ragazza è sconvolta… Taub si dirige poi verso il magazzino dove Brandon tiene i suoi dipinti, ed esamina i colori con uno speciale kit che ha portato con sé.
Chase e l’equipe di chirurgia cardiaca preparano il paziente per l’intervento; Taub contatta il nefrologo per informarlo che solo i lavori dell’artista creati in alcuni mesi specifici appaiono distorti: quando assumeva i tre farmaci sperimentali contemporaneamente si è manifestata l’agnosia visiva. L’ultimo farmaco assunto prima del cocktail è un antiacido; House allora chiede a Chase di eseguire un intervento allo stomaco per rimuovere un bezoario, ossia un bolo di cibo non digerito a causa di un ridotto rilascio di succhi gastrici. L’antiacido somministrato a Brandon ha provocato un accumulo di cibo, che è fermentato ed è cresciuto incorporando alcune delle pillole; nelle ultime settimane però le sostanze sono state rilasciate nell’organismo contemporaneamente e in quantità elevate. Chase rimuove la massa dallo stomaco del paziente.
Mentre la moglie di Taub lo sorprende con l’auto dei suoi sogni, Greg torna a casa e vi trova Lucas, seduto al piano. L’investigatore sa che la foto da cheerleader era vera… Il primario allora prende la chitarra e insieme a Lucas inizia a suonare.
 
Musica:
“Drown in my own tears” di Ray Charles.
 
Curiosità:
Jennifer Morrison e Robert Sean Leonard sono accreditati, ma non appaiono nell’episodio.
House in una battuta fa rifermento alla serie televisiva del 1968 “Mod Squad”; curiosamente nel recente film tratto dalla serie Omar Epps interpreta un ruolo (Linc).


5.04 - Episodio 90

Titolo USA: Birthmarks
Titolo italiano: Impronte genetiche


Scritto da: David Foster, Doris Egan
Diretto da: David Platt
Trasmesso in USA il: 14 ottobre 2008
Trasmesso in Italia il: 25 gennaio 2009

Guest stars: Peter Jacobson (Chris Taub), Kal Penn (Lawrence Kutner), Olivia Wilde (Tredici), Bobbin Bergstrom (infermiera), Samantha Quan (Nicole), R. Lee Ermey (John House [non accreditato]), Christine Healy (Janice), Scott Paulin (Bob), Jack Conley (sceriffo Costello), Diane Baker (Blythe House), Ho-Kwan Tse (Fang Dong We), Raymond Ma (Wu Zheng), Esther Kwan (Wu An Lan), Jonathan Palmer (ministro)
 
Una giovane ragazza americana di origine cinese, Nicole, sta cercando i suoi genitori biologici in un tempio buddista cinese. Individua una coppia che ritiene essere i suoi genitori, e chiede all’interprete, Fang, di parlare con loro; i due però negano di essere i suoi genitori e se ne vanno arrabbiati. Nicole si avvicina alla statua di Buddha presso la quale la coppia stava pregando e la solleva dal suo basamento; Fang le spiega che se non riuscirà a sollevarla nuovamente, la sua preghiera sarà esaudita. Nicole china il capo per un momento e poi tenta di risollevare la statua; cade però in ginocchio ed inizia a vomitare sangue.
House informa la squadra del caso di Nicole, sebbene i chirurghi cinesi le abbiano rimosso una porzione di intestino necrotico il suo dolore è aumentato. Tredici suggerisce si tratti di diverticolo di Meckel; nel mentre la madre di Greg tenta di chiamarlo al telefono, e il primario annuncia a tutti che suo padre è morto. I medici lo incoraggiano a richiamarla, ma lui spiega di stare bene e che il padre neanche gli piaceva.
Il diagnosta muove la sonda ecografica sull’incisione chirurgica di Nicole; nel mentre i genitori adottivi della ragazza entrano nella stanza, con una scatola piena dei suoi oggetti personali. La coppia è sorpresa di aver rinvenuto degli alcolici, dato che erano convinti avesse smesso di bere… Nell’area delle infermiere il nefrologo getta una confezione di radice di liquirizia a Foreman, l’hanno data alla paziente i dottori cinesi e l’hanno trattata per la SARS, che spiegherebbe la sua tosse, l’ipoperfusione e l’ischemia intestinale.
Cuddy raggiunge House per fargli un’iniezione, tutti quelli che sono entrati in contatto con la paziente devono essere vaccinati per precauzione. Greg si alza la manica, ma Lisa suggerisce di usare un muscolo più grande, così il primario si abbassa i pantaloni e lei gli fa l’iniezione sul sedere; poi lo avverte che il funerale di suo padre si terrà l’indomani, e sua madre vuole che lui tenga l’elogio funebre.
Mentre Kutner si occupa della paziente il diagnosta si alza dalla scrivania ma collassa a terra e perde conoscenza; Nicole al contempo prova molto dolore, afferrandosi lo stomaco. Kutner le palpa l’addome, ma il monitor cardiaco suona; sopra l’area dove si trova il fegato si nota un reticolato di vasi sanguigni pulsanti: l’organo sta cedendo, non si tratta di certo di SARS.
Il nefrologo si risveglia in un’auto, sul sedile del passeggero: Wilson è alla guida, indossando un completo scuro. House comprende che Lisa lo ha drogato, probabilmente sua madre ha contattato James e non la Cuddy. Greg è felice che Wilson sia ancora affezionato a lui, ma si rifiuta di partecipare al funerale; tenta poi di prendere un Vicodin, ma James estrae il flacone dalla sua tasca e ne dà solamente uno al diagnosta. Il cellulare squilla, e l’oncologo risponde: sono i medici della squadra, tutti riuniti. Tredici spiega che Nicole aveva un embolo nella vena epatica, ma Chase l’ha asportato salvando l’organo; Kutner aggiunge che non ci sono segni di tumore o malformazioni venose. Taub suggerisce che coaguli multipli possano aver provocato l’ischemia intestinale e aver intaccato polmoni e fegato.
Il nefrologo riattacca e informa Wilson di aver bisogno di fare pipì; James allora gli dà una bottiglietta vuota, ma lui ribatte che la farà per terra, poi apre il finestrino e lancia il tappetino fuori dalla macchina. Infine si abbassa la cerniera dei pantaloni, così l’oncologo si arrende e parcheggia l’auto in un’area di servizio. House fa fatica ad uscire dall’auto perché non ha il suo bastone; Wilson gli offre una mano, ma Greg rivuole il suo sostegno. James allora si avvicina al bagagliaio per prenderlo, poi il diagnosta fa cadere le chiavi dell’auto dalla mano di James con il bastone: le chiavi precipitano in un tombino di scolo, e l’oncologo tenta di ripescarle con un gancio per abiti, poi si aiuta con una pila, ma il nefrologo gli fa cadere nel tombino anche quella. Wilson a questo punto mente affermando che il portachiavi era un regalo di Amber…
Kutner trova Nicole fuori dall’ospedale, mentre fuma una sigaretta; le rivela quindi che anche lui è stato adottato. Tenta poi di farle un prelievo, ma la garza che le ha messo dopo la puntura si imbeve subito di sangue, per cui il medico è costretto a metterne un’altra, tuttavia l’emorragia non si arresta. Nel frattempo Cameron cerca on-line dei fiori da far recapitare al funerale, e chiede a Chase e Foreman quali pensano sarebbero più adatti, come se fossero stati scelti da House. Robert consiglia di ordinare un biscotto gigante a forma di bara, la madre del primario certamente penserà che sia stato lui a mandarlo… Kutner li raggiunge informandoli che la paziente sanguina e coagula contemporaneamente, gli schistociti indicano un disordine della coagulazione, collegato certamente ad un cancro. Cameron si chiede se possa trattarsi di leucemia, mentre Foreman pensa che il dolore addominale li conduca verso un tumore intestinale, e chiede a Kutner di eseguire una TAC.
Sull’auto, Greg racconta a Wilson che da quando aveva dodici anni è convinto che suo padre non sia il suo genitore biologico. Improvvisamente il diagnosta spinge con la punta del bastone sull’acceleratore, e l’auto sgomma a tutta velocità proprio vicino ad un’auto della polizia. Gli agenti li fanno accostare, e mentre lo sceriffo si avvicina, il nefrologo contatta l’ospedale: Foreman lo informa che apparentemente Nicole ha una massa nel pancreas. Lo sceriffo fa scendere entrambi dalla macchina, e spinge Wilson contro il mezzo affermando che c’è un mandato di arresto per lui dalla Louisiana.
House e Wilson siedono nell’ufficio di polizia locale; James sussurra all’amico che pensava si fosse occupato di quel problema. Greg replica di averlo fatto; James poi tenta di spiegare allo sceriffo la storia di quello che accadde durante una convention medica a New Orleans, dove conobbe il diagnosta. Wilson era seduto al bar dell’hotel, cercando di rilassarsi, mentre qualcuno continuava a mettere la stessa canzone al jukebox. Lui chiese all’uomo di smettere, poi lanciò una bottiglia contro un antico specchio causando una rissa da bar. Il nefrologo lo fece uscire di galera, anche se non lo conosceva, solo perché era una convention noiosa e aveva bisogno di qualcuno con cui farsi una bevuta… Lo sceriffo li rilascia, dato che dalla Louisiana nessuno vuole pagare per il trasferimento del prigioniero.
Chase preme sull’addome di Nicole, ma lei sussulta ad ogni tocco. La TAC conferma la presenza di calcoli biliari, che hanno causato la cisti; la sua urina però è marrone… Mentre Wilson ed House accostano vicino all’impresa di pompe funebri, Greg riceve una telefonata dalla squadra, e suggerisce loro di iniettare delle bolle d’aria nella cisti di Nicole per verificare se per caso le bolle finiscano per spostarsi negli altri organi.
I due entrano nell’edificio, e la madre del diagnosta si avvicina e lo abbraccia: ha sospeso il funerale per attendere il suo arrivo. Gli chiede quindi di pronunciare l’elogio funebre, ma il nefrologo nota un uomo tra i presenti che crede essere il suo vero padre.
Kutner spiega ai genitori in ansia che il suo fegato è compromesso e l’astinenza da alcol le provoca continui spasmi muscolari, anche sotto sedazione: dovrà essere paralizzata per poter beneficiare della procedura suggerita dal primario. Mentre vengono iniettate delle bollicine nella ciste pancreatica, Kutner e Taub eseguono un’ecografia; il chirurgo dà un’occhiata al cuore, e afferma che il primario si sbagliava. La cisti è solo una cisti, sono in presenza di un’avanzata cardiomiopatia dilatativa.
Dr. House Impronte genetiche House sale sul pulpito, affermando che forse se il defunto fosse stato un padre migliore, lui sarebbe stato un figlio migliore; è quel che è a causa sua, nel bene e nel male. Poi si blocca, quasi sul punto di piangere, infine si avvicina alla bara e osserva il padre; si china e gli dà un bacio. Wilson, preoccupato dello stato emotivo di Greg, si alza in piedi, ma il diagnosta armato di tagliaunghie preleva un piccolo lembo di pelle dalla punta dell’orecchio del cadavere per eseguire il test del DNA. James lo prega di rimetterlo a posto, mentre i partecipanti sono tutti perplessi; i due iniziano quindi a litigare in una stanza preparata per un’altra veglia. Wilson è arrabbiato, e il nefrologo sorride affermando che l’amico teme di perderlo; James allora afferra una bottiglia di bourbon e la lancia contro una vetrata, dietro alla bara.
Più tardi i due siedono in una tavola calda; House vuole che Wilson ammetta che si sono divertiti. Greg confessa quindi di aver visto l’amico a New Orleans mentre portava un pacco di carte del suo avvocato divorzista, fu quando la prima moglie voleva gli alimenti. Wilson si rende conto che quella volta il diagnosta fece qualcosa di carino per lui.
Il nefrologo contatta la squadra, e Taub lo informa della cardiomiopatia. Kutner pensa assomigli ad un mixoma atriale, ma l’ecografia è sgranata; House allora replica che si tratta di un sovraccarico di ferro, e ordina una risonanza per avere una visuale migliore. Contatta infine Fang, l’interprete, per sapere se i genitori biologici di Nicole apparivano abbronzati: spiega che la patologia è genetica, e quindi anche uno di loro deve averla; i depositi di ferro nelle cellule della pelle fanno accumulare la melanina, donando un colorito bronzeo. Fang afferma che non pensa fossero quelli i veri genitori, dato che non hanno figlie; l’uomo sembrava determinato, mentre la moglie era confusa e spaventata. Greg si interroga su quella reazione, e Wilson ricorda che la Cina introdusse la legge sui figli unici nel 1979: forse non volevano una bambina, e hanno cercato di ucciderla. Magari però il padre si ravvide e portò la bimba in orfanatrofio, senza rivelarlo alla moglie…
I medici si trovano nello studio quando il primario li raggiunge per vedere la risonanza: dato che Nicole vomitava, ancora non l’hanno eseguita. Il diagnosta racconta loro di come i genitori biologici abbiano tentato di ucciderla quando era una bambina, e questo l’ha fatta ammalare venticinque anni dopo mentre sollevava un Buddha; chiede poi di annullare la risonanza e di eseguire una radiografia del cranio. L’esame rivela un gruppo di aghi nel suo cervello, e il nefrologo spiega che se gli aghi fossero stati infilati attraverso la fontanella cranica di un neonato, i capelli avrebbero nascosto i fori di entrata. Al tempio forse c’era un magnete nascosto nel Buddha, e quando Nicole l’ha sollevato, il magnete ha fatto spostare uno degli aghi più in profondità nel centro nervoso simpatico. L’ago ha sovrastimolato il sistema nervoso simpatico, causando il coagulo nel fegato, la ciste pancreatica e i problemi cardiaci.
Kutner parla con i genitori di Nicole mentre lei è in coma: gli aghi saranno rimossi chirurgicamente, e la ragazza starà bene. I medico mostra loro la radiografia con gli aghi infilati nel cervello, la sua mania per il bere è dovuta ad uno di essi.
House siede da solo con un drink in mano alla sua scrivania; Wilson lo raggiunge, e Greg gli mostra i risultati del test del DNA che chiariscono come lui non sia affatto legato all’uomo che l’ha cresciuto. Purtroppo però la cosa non fa nessuna differenza, e questo lo deprime… James gli racconta di aver parlato con Lisa, ha deciso di tornare perché aveva ragione: il loro viaggio è stato il momento più divertente che abbia vissuto dalla morte di Amber. House tristemente si rende conto che suo padre è morto, e dopo aver accettato le condoglianze di James i due escono insieme per cena.
 
Curiosità:
La suoneria del cellulare di House riservata alla sua squadra è “Mmmbop” degli Hanson; il medico racconta che quella riservata a Wilson è “Dancing Queen” degli Abba. 
 
 
 
5.05 - Episodio 91

Titolo USA: Lucky Thirteen
Titolo italiano: Tredici porta fortuna


Scritto da: Sara Hess, Liz Friedman
Diretto da: Greg Yaitanes
Trasmesso in USA il: 21 ottobre 2008
Trasmesso in Italia il: 1 febbraio 2009

Guest stars: Peter Jacobson (Chris Taub), Kal Penn (Lawrence Kutner), Olivia Wilde (Tredici), Bobbin Bergstrom (infermiera), Michael Weston (Lucas Douglas), Angela Gots (Spencer), Al Damji (paramedico), Helena Barrett (ragazza con Tredici)
 
Tredici rimorchia una ragazza per una notte di passione; poco dopo però la donna inizia ad avere le convulsioni. La dottoressa l’accompagna quindi al pronto soccorso del Princeton Plainsboro, dove Cameron le chiede in nome della paziente. Tredici nemmeno lo sa…
Cameron illustra il caso ad House: Spencer ha ventisei anni e ha manifestato un attacco convulsivo tonico clonico; ha un’anamnesi che riporta stanchezza cronica e un’occlusione venosa retinica due anni prima. Greg ignora la collega e si reca nell’ufficio di Wilson, dove trova l’amico disteso a terra dopo essere caduto dalla sedia: il diagnosta gli aveva rimosso una delle rotelle… James spiega di aver incontrato quelli del Mercy per rassegnare le proprie dimissioni e comunicare loro che torna al Plainsboro, e il nefrologo gli dà una brioche come regalo di bentornato.
House torna da Cameron e questa riprende il discorso da dove si era interrotta; suggerisce quindi che le convulsioni possano essere il risultato di una disidratazione, oppure essere dovute ad un problema neurologico. Greg pensa che derivino dall’ecstasy che la ragazza ha assunto, e che le è stata riscontrata in circolo; Cameron afferma che Tredici le ha detto di aver visto la paziente assumere lo stupefacente cinque ore prima dell’attacco. Il primario è interessato da questa notizia, ma soprattutto dall’immagine delle due insieme che si è creato nella mente…
Mentre Foreman e i collegi discutono del caso, Tredici si lamenta che la sua vita privata viene analizzata di fronte a tutti. Eric le domanda se anche lei abbia assunto droghe, ma la dottoressa si rifiuta di rispondere; Taub informa gli altri che la paziente ha avuto un’emorragia oculare due anni prima, e Kutner aggiunge che dei coaguli potrebbero spiegare i suoi problemi. Tredici si limita a minimizzare il caso definendo Spencer un’ipocondriaca, dato che si è fatta visitare da quattro medici nell’ultimo anno e nessuno le ha trovato nulla.
Dr. House  Tredici porta fortunaMentre Tredici si prepara per fare un prelievo di midollo osseo, il diagnosta osserva divertito l’interazione tra dottoressa e paziente. Quest’ultima si irrigidisce in preda al dolore mentre il medico le infila nell’anca l’ago per la biopsia, così il nefrologo si mette a discutere con lei dell’esperienza sessuale tra le due.
House chiede a Lucas di fare delle ricerche su Wilson, dato che ha mangiato il fagottino che gli ha dato: l’amico gli aveva detto di aver avuto un incontro mattutino al Mickey's Diner, il suo locale preferito, ma questo non è possibile perché altrimenti non avrebbe avuto fame una volta tornato. Ha bisogno di sapere perché gli ha detto una bugia.
Tredici con disappunto informa Spencer di aver trovato tutte le lettere che lei ha scritto ad House perché si interessasse al suo caso, poi la accusa di aver dormito con lei per arrivare a Greg. Spencer ammette di aver seguito la dottoressa fino al bar per chiederle aiuto… Improvvisamente la paziente si afferra il petto, mentre i monitor cardiaci suonano.
Il primario riunisce la squadra: è convinto che le droghe spieghino tutto, dato che possono scombussolare il sistema elettrico del cuore causando anche i coaguli. Inoltre suo padre è stato sottoposto ad intervento per l’impianto di un bypass, il che la rende una candidata ideale per l’arteriosclerosi: devono effettuare un’ecodoppler.
A casa di Tredici Foreman cerca di aprire la porta d’ingresso con una forcina; il nefrologo però lo fa spostare estraendo di tasca una chiave, e riuscendo dove l’altro aveva fallito. Eric afferra la borsetta sul tavolino, che dev’essere di Spencer, mentre il diagnosta si impadronisce di un inalatore sul comodino. Più tardi, in ospedale, i due mostrano agli altri un ragno trovato nell’appartamento: il suo veleno può causare convulsioni e problemi cardiaci. Inoltre l’inalatore dimostra che Tredici ha avuto problemi d’asma quando era piccola: lei conferma che le è tornata da quando si è trasferita.
Tredici controlla il corpo di Spencer alla ricerca di una puntura di ragno, mentre la paziente perde la sensibilità al fianco destro; poi mostra ad House i risultati del laboratorio, che confermano un basso livello di potassio: questo spiega l’intorpidimento e i problemi cardiaci, ed è sintomo di una disfunzione renale. La dottoressa diagnostica quindi un’acidosi tubolare renale: se i reni non filtrano a dovere l’acido del sangue, il suo eccesso fa abbassare il livello di potassio e causa calcificazioni renali. Greg afferma che se è questo il problema, sarà sufficiente una somministrazione di bicarbonato per l’acidosi e un intervento di rimozione delle calcificazioni; ora le dovrà controllare i reni.
Dalla loro auto parcheggiata in strada Lucas e il suo cliente spiano Wilson mentre questi gioca ad un videogame dentro casa. Individuano quindi una bella donna che sale le scale dell’ingresso vestita con minigonna, tacchi alti e maglietta scollata.
Taub assiste Chase mentre questi inserisce una sonda attraverso una piccola incisione nell’addome della paziente, la TAC infatti ha mostrato una calcificazione vicino al polo superiore del rene sinistro. Foreman intanto avvicina Tredici mentre la dottoressa osserva l’intervento, e le consegna una lettera affermando di averla intercettata a casa sua prima che il primario la trovasse. Lei la mette in tasca senza neanche guardarla, mentre Eric continua asserendo che lei ha fatto il test genetico due settimane prima: livelli così alti dimostrano che la ragazza ha meno tempo davanti a sé di quanto pensasse. E’ logico che sia sconvolta, ma questo non deve portarla all’autodistruzione.
Chase termina di rimuovere la sonda dall’addome di Spencer; mentre Taub si prepara per suturare, però, la paziente smette di respirare. In seguito Taub aggiorna i colleghi, ma Tredici non c’è e questo irrita il nefrologo. Taub spiega che i problemi respiratori sono iniziati dopo che hanno sistemato il rene, per cui l’acidosi non ne è la causa. Il diagnosta ribatte che l’unico modo per verificare perché le sue vie respiratorie hanno smesso di funzionare è far sì che accada di nuovo, per cui ordina di eseguire un test da sforzo.
Tredici giace su un lettino di una sala visita, sembra esausta e scompigliata: la donna si sta somministrando da sola dei liquidi con una flebo per combattere la sbornia. Improvvisamente sente dei rumori e cerca di staccarsi la flebo, ma non vi riesce prima che le porte si aprano e Lisa entri nella stanza.
Foreman racconta ad House di essere al corrente che ha attivato ricerche su di lui; Greg ribatte che il sottoposto non ha fatto nulla di stupido, spontaneo o neanche vagamente interessante da quando aveva diciassette anni. Il primario poi si reca dalla Cuddy e vi trova Tredici; Lisa vuole farle un tossicologico ma la dottoressa è reticente e il diagnosta si rifiuta di permetterlo.
House informa Tredici che l’intervento su Spencer non è stato una passeggiata, la paziente ha smesso di respirare: dato che ha sbagliato la diagnosi, è licenziata.
Wilson, alla sua scrivania, osserva il diagnosta avvicinarsi senza dire una parola; gli confida quindi che sta frequentando una ex prostituta, e Greg si finge sorpreso.
Tredici osserva le radiografie di Spencer; Foreman si scusa con lei, poi lo aggiorna sulla paziente: hanno escluso l’ipertensione. Nel frattempo la ragazza è sul tapis-roulant per il test di provocazione bronchiale, e la dottoressa si rende conto che delle cisti polmonari non risulterebbero dall’RX che sta osservando: il test occluderà le vie respiratorie della paziente, e i suoi polmoni potrebbero esplodere. Tredici si precipita quindi nella stanza, e vi trova Spencer sul pavimento; le infila una siringa nel petto, e l’aria fuoriesce permettendo ai polmoni di espandersi. In seguito Kutner, Taub, Foreman e Tredici illustrano l’accaduto al primario; lui ordina di eseguire una biopsia delle cisti. I medici gli chiedono di riassumere Tredici, ma il nefrologo insiste nel sostenere che la ragazza non è la benvenuta.
Lucas ed House siedono su una panchina discutendo dell’ex prostituta che frequenta Wilson; Taub li avvicina con i risultati della biopsia, e Greg si precipita da Tredici con il foglio. Una volta appreso di cosa si tratta, Tredici afferma che sa bene cosa significa sentire una notizia di quel tipo, nessuno dovrebbe riceverla da un tipo come lui.
Tredici va a trovare Spencer e le spiega di cosa soffre: si tratta di linfoangiomiomatosi. Gli interventi chirurgici possono eliminare le cisti polmonari, ma esse prendono il posto del tessuto polmonare sano finché l’organo non funziona più. Spencer abbassa la testa, sconvolta dalla diagnosi.
Più tardi Chase e l’equipe chirurgica rimuovono le cisti di Spencer; mentre la paziente si riprende dall’intervento, Tredici le suggerisce cosa aspettarsi quando si ha a che fare con una malattia fatale. La paziente si rende conto che la dottoressa sta parlando di se stessa, mentre Tredici nota del sangue fuoriuscirle dai punti di sutura. Chiama quindi i colleghi, ma non nessuno riesce a fermare l’emorragia: si tratta di un nuovo sintomo, l’anemia aplastica.
Spencer giace sul letto, pallida e debole, mentre Tredici le è accanto e la osserva, poi la bacia. House bussa sul vetro della porta, facendo segno alla dottoressa di seguirlo: intende eseguire un trapianto di midollo osseo, e vuole che lei ottenga il consenso della paziente.
Lucas attende Greg nel suo ufficio; appoggia quindi il sacco della spazzatura di Wilson sulla scrivania, dove ci sono delle siringhe apparentemente usate. Il primario sorride e raggiunge James nel suo ufficio; l’amico lo ha preso in giro e afferma essere contento di aver speso quei trenta dollari. Il diagnosta però vuole ancora sapere dove sia stato l’altra mattina.
Tredici attende nell’ufficio del nefrologo, e lo informa che Spencer ha dato il consenso al trapianto. House l’ammonisce per il suo comportamento autodistruttivo, poi le chiede di tornare. Nota infine che le labbra della dottoressa sono screpolate, e viene colto da una folgorazione: le chiede se Spencer abbia pianto quando ha saputo di avere una malattia incurabile, ma a Tredici non sembra.
Greg taglia una cipolla di fronte a Spencer, mentre Tredici osserva dall’altra parte del letto: gli occhi della paziente sono asciutti, non ha lacrime. Il primario allora le diagnostica la sindrome di Sjogren, malattia che attacca le ghiandole che producono lacrime e saliva causando cisti polmonari e acidosi. La mancanza di saliva ha fatto sì che la sua bocca diventasse terreno fertile per la candida, mentre l’inalatore per l’asma di Tredici ha bloccato il sistema immunitario della sua favorendo il contagio. Spencer sopravvivrà, basterà una cura a base di metilprednisolone.
Foreman va a trovare Tredici, e lei spiega di sentirsi sola.
Wilson entra in un negozio per neonati e vi trova Lisa, che sta cercando una culla. House li raggiunge, e Cuddy spiega che la sua richiesta di adozione è stata accettata: vuole che James le dia delle referenze, e gliel’ha chiesto proprio qualche giorno prima. Il diagnosta è scioccato dalla notizia…
Tredici riprende ad uscire per rimorchiare…
 
Musica:
“Could we survive” di  Joseph Arthur
“Dark road” di Annie Lennox
“Cheap and cheerful” dei Kills.
 
Curiosità:
House afferma di aver trovato un ragno violino nel bagno di Tredici, tuttavia questa specie non è originaria della costa orientale degli USA. 
 
 
 
 
5.06 - Episodio 92

Titolo USA: Joy
Titolo italiano: Joy


Scritto da: David Hoselton
Diretto da: Deran Sarafian
Trasmesso in USA il: 28 ottobre 2008
Trasmesso in Italia il: 1 febbraio 2009

Guest stars: Peter Jacobson (Chris Taub), Kal Penn (Lawrence Kutner), Olivia Wilde (Tredici), Bobbin Bergstrom (infermiera), Salvator Xuereb (Jerry Harmon), Joanna Koulis (Samantha Harmon), Vanessa Zima (Becca), Janice Allen (Sadie)
 
Un uomo di nome Jerry entra nel suo luogo di lavoro, la propria cucina, ed inizia ad assaggiare del caffè preparato da diverse macchinette: è un degustatore di prodotti alimentari. La figlia Samantha esce per andare a scuola; l’uomo di colpo si accorge che tutte le macchinette del caffè sono sparite… Samantha rientra in casa, e Jerry pensa abbia scordato qualcosa; lei però ribatte che sono passate ore da quando è uscita, sta rincasando in quel momento. Jerry è confuso, ha appena sperimentato un salto temporale! Poco dopo l’uomo si ritrova in soggiorno, senza sapere come ci sia arrivato…
Lisa raggiunge House mentre questi entra in ospedale e gli consegna la cartella di Jerry: il paziente soffre di frequenti vuoti di memoria, ma il suo EEG e la TAC sono normali. Greg osserva il vestito del direttore sanitario ed ipotizza che stia andando ad incontrare una potenziale madre, poi afferma che sta commettendo un errore, non è preparata per avere un bambino.
L’equipe analizza il caso, mentre il primario scrive dei numeri sulla lavagna. Tredici suggerisce una sindrome post-traumatica, ma il nefrologo è più interessato alla Cuddy, e vorrebbe scommettere sul giorno in cui la donna cambierà idea in merito all’adozione. Riportando l’attenzione sul paziente, Taub afferma che piccoli ictus potrebbero aver causato la perdita di memoria; Tredici replica che il lavoro di Jerry potrebbe averlo esposto ad alcune tossine che causano blackout a breve termine. Kutner ipotizza invece una trombosi dei seni cavernosi, che causa epilessia senza convulsioni e perdita di memoria; il diagnosta chiede alla squadra di controllare la casa del paziente alla ricerca di tossine e il suo naso alla ricerca di trombi.
Tredici e Taub perquisiscono l’appartamento di Jerry, riscontrando della muffa sotto i battiscopa. Rientrano quindi in ospedale, e la dottoressa esegue un tampone faringeo su Samantha: è sorpresa dalla serietà della ragazzina, che non appare minimamente turbata. In seguito Foreman e Tredici notano Jerry in ascensore, completamente vestito: l’uomo li informa di avere un appuntamento, ma evidentemente è sonnambulo…
House riunisce la squadra e sostiene che la muffa non centra nulla con il sonnambulismo: sebbene l’uomo non si muova molto da sveglio, in qualche modo lo fa quando dorme. Chiede quindi ai sottoposti di verificare dove vada il paziente da sonnambulo.
Cuddy incontra Becca, un’adolescente incinta. La ragazza domanda come voglia chiamare la neonata, e Lisa risponde che le piacerebbe “Joy”, poi chiede di rimando perché la gestante abbia scelto lei invece che tante altre coppie alla ricerca di un bimbo da adottare. Becca spiega che quando ha letto la sua scheda, vedendo che è un medico e addirittura il capo di un intero ospedale l’ha subito scelta, non intende far crescere suo figlio da dei perdenti, come è successo a sua madre e a lei stessa. Cuddy nota del rash sul braccio di Becca, e la ricovera in ospedale.
Taub e Tredici controllano Jerry a casa dell’uomo: gli hanno collegato degli elettrodi in testa, ed i monitor improvvisamente iniziano a suonare attirando l’attenzione dei dottori. Il paziente è addormentato, ma lascia l’appartamento e sale in auto… Taub e Tredici lo seguono fino ad uno squallido vicolo, dove una giovane donna gli si avvicina dal lato del passeggero: all’inizio pensano sia una squillo, ma Tredici comprende ben presto che è una spacciatrice.
Becca si trova in ospedale, collegata ad un monitor fetale, e Cameron le esamina il rash sul braccio. La dottoressa chiede a Lisa se è preoccupata dalla quinta malattia, un’infezione virale che potrebbe contagiare anche il feto; poi sostiene che secondo lei si tratta solo di rash da calore. Cuddy però vuole un controllo fetale completo, e discute con Greg della situazione; il nefrologo la mette in guardia sulla maternità e poi le butta il contenuto della sua tazza di caffè sulla spalla: si tratta di un liquido denso che nelle sue intenzioni deve rappresentare il vomito di un neonato, e la sfida a non cambiarsi la camicetta dato che se non riesce a sopportare una macchia, non potrà resistere neanche ad un bimbo.
Taub informa gli altri che l’uso di cocaina da parte di Jerry spiega la narcolessia, la quale spiega di conseguenza anche il sonnambulismo. Foreman chiede allora cosa abbia causato il primo episodio di sonnambulismo, e Tredici replica che forse è stata la prima dose di cocaina presa coscientemente. Il primario le ordina di andare a prendere un campione della droga, così lei e Taub si recano ad acquistare della coca dalla spacciatrice; la dottoressa apre il pacchetto, tocca un po’ della roba con le dita e se la sfrega contro le gengive, poi chiede di avere quello che ottengono i clienti regolari, non la droga buona che sta dando a lei  per agganciarla.
Il rash di Becca è sparito, e Cameron esegue un’ecografia: la dottoressa scopre un’ipoplasia polmonare nel feto, i suoi polmoni sono ancora poco sviluppati.
Cuddy disfa gli scatoloni contenenti gli oggetti per il neonato nel suo ufficio, mentre il diagnosta continua a perseguitarla chiedendole di abbandonare l’idea dell’adozione. Lei però ha ancora indosso la camicetta sporca, e sembra intenzionata a procedere; il nefrologo quindi capovolge una lampada da tavolo per simulare cosa accadrà alla sua preziosa casa in presenza di un bambino. Lisa è determinata e non gli presta attenzione.
Taub e Tredici spiegano ad House che la cocaina è tagliata con latte in polvere, così Greg chiede loro di curare Jerry con cortisonici per una reazione allergica al lattosio.
Mentre il direttore sanitario veglia su Becca, il monitor cardiaco inizia a suonare: del sangue esce dalla vagina della ragazza… Poco dopo il diagnosta entra nel suo ufficio e vi trova Lisa che lo aspetta; lo informa che Becca soffre di distacco placentare, ma i polmoni del feto sono ancora sottosviluppati. Gli consegna quindi la cartella, ma lui le consiglia di indurre il parto e rischiare il bambino: se attendono ancora, la vita della madre potrebbe essere in pericolo. Cuddy annuisce, e lui aggiunge che quella ancora non è sua figlia.
Il primario porta la cartella del suo paziente a Wilson nel salottino, ma James sa bene che l’amico in realtà vuole parlare di Lisa. L’oncologo pensa che House si stia comportando come un idiota perché si sente minacciato dalla prossima maternità del direttore sanitario.
Nella camera del paziente Taub nota che la vestaglia di Jerry è sporca: la sua pelle trasuda sangue… Greg e la squadra si riuniscono, e Taub suggerisce la leucemia come possibile causa dei problemi dell’uomo. Il primario ordina quindi una biopsia del midollo osseo.
Collegata a diverse sacche di plasma, salina e steroidi, Becca appare pallida e senza forze. E’ arrabbiata e confusa, così Lisa tenta di calmarla suggerendo di aspettare un po’ di tempo che il feto si sviluppi. La ragazza però non ne ha alcuna intenzione, e asserisce di aver già sacrificato nove mesi della sua vita per uno stupido errore: non intende sacrificare neanche un altro minuto.
Taub nota che una delle gambe di Jerry è più scura dell’altra, e poco dopo Kutner riporta ai colleghi che il paziente soffre di un’insufficienza renale all’ultimo stadio: ha bisogno assolutamente di un trapianto. Il nefrologo suggerisce di usare uno dei reni della figlia, ma la procedura richiede l’approvazione del direttore sanitario dato che la ragazzina è minorenne e il padre in conflitto di interessi.
Dr. House JoiMentre Chase esegue un cesareo su Becca, il diagnosta entra in sala operatoria per ottenere da Lisa il consenso al trapianto. Robert estrae la neonata dall’utero della ragazza, sentendo i primi vagiti; la consegna quindi a Lisa, che la osserva tra le sue braccia e versa lacrime di gioia.
Poco dopo House e Cuddy informano Samantha dei rischi del trapianto renale; il medico però inizia a chiedersi se anche la ragazza abbia la stessa patologia di cui soffre suo padre e le osserva gli occhi, che appaiono vitrei: sta dormendo anche lei… Più tardi Samantha trasuda sangue, e Kutner conclude che deve trattarsi di un disordine genetico.
Greg fa visita a James per un consiglio sulle malattie genetiche; l’oncologo allora menziona quanto sia felice Lisa, e il diagnosta lo osserva, pensieroso.
Mentre Samantha giace sul letto accanto al padre, il primario li informa che sa di cosa soffrono; purtroppo nessuno reagisce, e lui afferma che sono anedonici, ossia non sono in grado di provare piacere. Sebbene la cocaina non desse piacere a Jerry, il suo subconscio la desiderava comunque… House li accusa infine di essere dei bugiardi, non sono caucasici; chiede poi all’uomo quale sia il suo vero nome, e lui replica di chiamarsi Jamal Hammoud: ha cambiato il proprio nome quando gli Stati Uniti hanno invaso l’Iraq la prima volta. Il diagnosta spiega che i due soffrono della febbre mediterranea familiare, una patologia genetica contratta solo dalle persone che hanno un’origine mediterranea. La malattia causa anedonia, epilessia, insufficienza renale e intolleranza al lattosio; con della colchicina e del melphalan staranno meglio.
Cuddy prepara la sua nursery per Joy; si reca poi a trovare Becca, ma scopre che la ragazza ha deciso di tenere la bambina, e Lisa ne è devastata.
Più tardi il direttore sanitario siede sul pavimento della nursery di casa sua, e qualcuno bussa alla porta: è Greg. La donna spiega di volersi arrendere, ma lui ribatte che è una decisione pessima, perché sarebbe una madre fantastica. Lisa è furiosa sentendo questa affermazione, dato che solo qualche giorno prima lui le aveva detto l’esatto contrario, e gli chiede perché lo faccia. Il diagnosta replica di non saperlo, e Cuddy è sorpresa della risposta, dato che lui solitamente non si fa mai cogliere in fallo. La donna si addolcisce e gli si avvicina, poi lo bacia… E House se ne va, augurandole la buona notte.
 
Musica:
“Fire” di Daniel Lanois.
 
Curiosità:
Quando House versa il finto vomito sulla spalla di Cuddy, la macchia è diversa tra la prima e la seconda inquadratura. Quando l’angolo cambia nuovamente, la macchia torna ad essere uguale alla prima, mentre Lisa tenta di pulirsi. 
 
 
 
 
5.07 - Episodio 93

Titolo USA: The itch
Titolo italiano: Il prurito


Scritto da: Peter Blake (IV)
Diretto da: Greg Yaitanes
Trasmesso in USA il: 11 novembre 2008
Trasmesso in Italia il: 8 febbraio 2009

Guest stars: Peter Jacobson (Chris Taub), Kal Penn (Lawrence Kutner), Olivia Wilde (Tredici), Bobbin Bergstrom (infermiera), Todd Louiso (Stewart Nozick), Jennifer Crystal Foley (Rachel Taub), Jack J. Bennett (pompiere), Yoyao Hsueh (paramedico), Frank Noel (Hal), Marcus Eley (Larry Ruseckas), Diarra Kilpatrick (Sally), Kelly Michaels (ragazzo), Jim Vickers (paramedico #2)
 
I paramedici tentano di aiutare Stewart Nozick, che è semicosciente e disteso sul pavimento di casa sua; lo issano sulla barella, ma l’uomo è recalcitrante e scappa rientrando in casa e barricandovisi.
House e il suo staff ascoltano Cameron raccontare i problemi di Nozick: soffre di una grave agorafobia da sette anni, da quando cioè gli spararono e uccisero la sua fidanzata. Allison l’ha conosciuto un anno prima, grazie al programma di assistenza domiciliare: l’uomo ha acconsentito a parlare con loro in casa, invece che essere ricoverato in ospedale.
Greg avvicina Lisa in corridoio per discutere del loro bacio, e afferma che si è trattato di un errore.
Foreman pensa che dovrebbero provocare al paziente delle convulsioni, per monitorare l’attività elettrica del suo cervello: potrebbero eseguire un EEG e verificare dove sia esattamente il problema. Con un’attrezzatura portatile, la squadra si reca a casa di Stewart: c’è una seconda porta chiusa, che l’uomo usa come "camera di compensazione" contro il mondo esterno. Una volta dentro, i medici si dividono alla ricerca di tossine, mentre Cameron esamina il paziente nella sua camera e tenta di provocargli le convulsioni.
Il diagnosta informa Wilson del bacio con Cuddy, ma il suo cellulare squilla: Tredici, Kutner, Taub e Cameron sono disposti attorno al telefono, e mentre il primario parla si taglia un lembo di pelle sopra la puntura di una zanzara, per evitare che il veleno si propaghi. Allison lo aggiorna sulle condizioni del paziente, ma al contempo è costretta a rispondere ad alcune domande sulla sua relazione con Chase; alla fine il nefrologo insiste nel volere che i sottoposti ricreino le condizioni che hanno portato Stewart ad avere le prime convulsioni.
House si presenta a casa del paziente con tre estranei, per fare in modo che l’uomo si agiti. Nozick entra nel panico e finalmente sembra avere le convulsioni, ma in realtà soffre di atroci dolori allo stomaco. Greg chiede ai colleghi cosa possa causare questi due sintomi, e Tredici suggerisce una plausibile fibrillazione atriale tromboembolica. Foreman fa notare che non c’è modo di scoprire se l’idea è corretta senza fare una risonanza cerebrale o una laparotomia esplorativa intestinale, così il primario afferma che devono assolutamente eseguire altri esami, ma il paziente rifiuta di lasciare la propria casa.
Il diagnosta intende far credere a Stewart che eseguiranno l’intervento a casa sua, ma in realtà vuole che Chase lo anestetizzi per portarlo al Princeton Plainsboro ed operarlo, e poi riportarlo a casa prima del risveglio.
Wilson si avvicina a Lisa in mensa per discutere di quello che è accaduto con il nefrologo; il direttore sanitario sembra sorpresa dal comportamento da cupido dell’amico.
Dopo aver sedato Nozick, Chase e Cameron spingono la sua barella nella hall dell’ospedale. Lei chiede al fidanzato di fermarsi a casa sua quella notte, e i due alla fine discutono in merito alla questione. Improvvisamente si bloccano, Lisa li sta osservando, arrabbiata per il caso che stanno trattando: hanno intenzione di rimandare a casa il paziente o di ricoverarlo? Cuddy poi nota del sangue fuoriuscire dalla benda che House si è applicato sulla ferita che si è provocato alla mano.
Cameron risveglia Nozick in ospedale e l’uomo dà di matto; la dottoressa fa molta fatica a tenerlo fermo, mentre lui vomita sangue. Più tardi Cuddy convoca i medici perché l’avvocato del paziente ha minacciato di citarli in giudizio; in più Stewart è tornato a casa… Decide quindi di togliere il caso a Greg, Robert ed Allison. Cameron chiede al primario cosa sia accaduto tra lui e Lisa, dato che non ha ribattuto al discorso del direttore sanitario; il diagnosta di contro le chiede di parlare con il paziente e di convincerlo a farsi curare nuovamente da loro, poi si allontana. Chase è sorpreso che la compagna sia ancora determinata ad occuparsi del caso nonostante Nozick non sia più un loro paziente.
Wilson si rende conto che il rapporto tra Lisa e il nefrologo è diventato strano, e quest’ultimo afferma che le persone emotivamente mature non dovrebbero frequentare i colleghi. James spiega di volere solo che l’amico sia felice, ma House si chiede se magari l’oncologo voglia solamente vivere quella storia d’amore attraverso di lui, e gli ricorda che fu lui un anno prima a chiedere al direttore sanitario di uscire.
Dr. House Il pruritoCameron riesce ad entrare a casa di Stewart; l’uomo è in preda al dolore ma nonostante questo non intende uscire di casa. Chiama quindi Greg, asserendo che dovranno occuparsi del paziente a casa sua, e il primario chiede a Taub di eseguire l’intervento lì. Più tardi il diagnosta e l’avvocato di Nozick osservano l’operazione, Taub preleva un campione intestinale e lo poggia su un carrello chirurgico, mentre Kutner sutura la ferita. Cameron avvicina il carrello ad un piccolo laboratorio creato ad hoc, dove il primario ha portato un microscopio: esaminano quindi il campione, mentre Taub aiuta con le suture. Notando un’atrofia intestinale, Cameron si rende conto che Stewart soffre della sindrome di Whipple; il primario sente qualcosa, ma oramai è troppo tardi e il cauterizzatore dà fuoco al gas formatosi nell’intestino del paziente. Taub si allontana, sconvolto, mentre House afferra un bisturi e allarga l’incisione per far fuoriuscire il gas: le fiamme si spengono, e Greg scherza con l’avvocato sull’eventuale diffusione di quella strana situazione.
Chase fa visita a Cameron mentre la ragazza assiste Stewart; quest’ultimo lamenta torpore alle gambe, così la squadra contatta il primario in ospedale. Tredici suggerisce di eseguire il test ematico per la celiachia, ma il diagnosta ribatte di limitarsi a fargli mangiare dei cereali e poi eseguire un’endoscopia per verificare se il duodeno ha una reazione allergica.
Wilson va a trovare Lisa, e tenta di confessare i suoi sentimenti per lei. Cuddy però capisce il suo piano, vuole far ingelosire il nefrologo per fargli comprendere di volere una relazione con lei, e lo definisce un idiota.
Nozick mangia una ciotola di crema di mais per indurre la reazione, mentre Cameron lo incoraggia a farsi aiutare per superare l’agorafobia. Stewart però ribatte che era così anche prima della sparatoria, fin da piccolo. In ospedale intanto House chiede a Taub di rallentare gli esami ed interrompere la somministrazione di morfina al paziente, così sarà obbligato dal dolore a farsi ricoverare.
Greg tenta di catturare la zanzara nel suo appartamento, purtroppo manca di poco l’insetto, ma manda fuori uso la grossa bombola di insetticida provocando una fuoriuscita di gas. Osservando la stanza il primario nota la zanzara appoggiarsi sui fornelli; purtroppo la manca nuovamente, ma accidentalmente accende il fuoco e la stanza esplode… E si risveglia dal sogno che stava facendo! Si reca quindi da Wilson nel bel mezzo della notte; James crede che non ci sia alcun insetto, e che la puntura rappresenti Lisa: è stato punto la notte in cui si sono baciati. Il prurito peggiora ogni volta che pensa a lei, sostiene l’oncologo, poi afferma che l’amico ha paura e lo caccia di casa.
Invece di tornarsene a dormire, il diagnosta si reca da Stewart, dove Cameron si è addormentata: le chiede di eseguire nuovamente l’endoscopia, ed Allison si rende conto che il paziente non ha più polso. Tenta di rianimarlo, mentre il primario telefona all’avvocato senza aiutarla; riesce quindi ad ottenere il consenso al trasferimento in ospedale, ma Cameron ha successo nel rianimarlo e intende rimanere lì.
Taub inserisce un pacemaker temporaneo per evitare che il cuore di Stewart si fermi di nuovo; il nefrologo è certo che la causa dei suoi problemi sia un avvelenamento, e chiede al paziente se pulisca la vasca da bagno con candeggina e ammoniaca, che insieme creano cloramina. Ordina quindi la somministrazione di steroidi per via parenterale e bicarbonato di sodio.
In ospedale Cameron chiede a Chase di inserire un pacemaker permanente a Nozick; i due discutono del fatto che la ragazza ha fatto in modo che Robert pensasse che non vuole lui stia a casa sua. Lei spiega che è dura per lei dopo la perdita di suo marito, ma Robert ribatte che non l’inseguirà per sempre.
Nozick peggiora, e il primario chiede che Taub vada a prendere della vera morfina. Cameron però ammette di aver capito che House aveva scambiato le flebo, per cui ci ha pensato lei a risistemare le cose; domanda poi se qualcosa può causare dolori addominali che non rispondono alla morfina. Greg continua a sostenere la tesi dell’avvelenamento.
Il diagnosta si reca nuovamente a casa del paziente ed esamina la ferita del proiettile, poi si rende conto che si tratta di avvelenamento da piombo. Cameron trattiene Nozick mentre il nefrologo si fa strada nel suo addome con un bisturi; vengono estratti due frammenti di proiettile. Alla fine House chiede a Stewart se sia soddisfatto della sua vita, e racconta che il giorno in cui ha avuto il primo attacco epilettico era il compleanno della sua fidanzata: intendeva uscire per portare dei fiori sulla sua tomba. Greg lo definisce un codardo, se intende cambiare la sua vita deve fare qualcosa e non attaccarsi alle proprie ragioni: non deve chiudersi in se stesso e fingere di essere felice.
Cameron torna in ospedale per vedere Chase, ha liberato un cassetto per lui.
Qualche tempo dopo Nozick, guarito, se ne sta da solo davanti alla porta di casa, in attesa di trovare il coraggio di uscire.
Taub intanto dorme sul divano, e la moglie si avvicina: lui le mette le braccia attorno alla vita e lei si sdraia insieme a lui.
House guida la moto fino a casa di Lisa, si ferma e guarda dalla finestra, osservando la donna per un momento. Alla fine decide che non riesce a fare quello che intendeva, e si allontana.
 
Musica:
“I'm in love with a girl” dei Big Star.
 
Curiosità:
Quando House prende le chiavi dalla sua scrivania, è seduto su un libro, “Memoirs of Sherlock Holmes” di Arthur Conan Doyle. 
 
 
 
5.08 - Episodio 94

Titolo USA: Emancipation
Titolo italiano: Emancipazione


Scritto da: Leonard Dick, Pamela Davis
Diretto da: James Hayman
Trasmesso in USA il: 18 novembre 2008
Trasmesso in Italia il: 8 febbraio 2009

Guest stars: Peter Jacobson (Chris Taub), Kal Penn (Lawrence Kutner), Olivia Wilde (Tredici), Bobbin Bergstrom (infermiera), Chrissie Fit (ragazza), Emily Rios (Sophia), Nathan Gamble (Evan), Liza Colon-Zayas (Maria), Alexandra Lydon (Melinda), Kyle Silverstein (Jonah), Bob McCracken (Doug), Al Coronel (Ray), Dawn Frances (infermiera), Jose Chavez (padre di Sophia), Yolanda Rubio-Soto (madre di Sophia)
 
Un’operaia adolescente di nome Sophia cerca di convincere un collega a contribuire ad una colletta per un altro operaio infortunato, ma improvvisamente si afferra il petto e collassa su un nastro trasportatore della fabbrica in cui lavora; della schiuma rosa le esce dalla bocca.
Quando House giunge in ospedale, Wilson lo interroga sul fatto di aver chiesto o meno a Lisa di uscire con lui. Kutner li raggiunge e presenta il caso di Sophia: è un’orfana emancipata i cui genitori sono morti l’anno precedente. Greg pensa che la ragazza sia solo una fuggitiva che mente, tuttavia chiede a Kutner e Foreman di eseguire un’ecografia per verificare se ci siano danni cardiaci.
Eric confida al primario di aver ricevuto una proposta di lavoro: aiutare ad avviare dei trial clinici. Il diagnosta, nonostante questo non comporti particolari disagi alla squadra, gli nega il permesso.
Mentre discutono della morte dei genitori, Sophia spiega a Kutner che non usa sostanze stupefacenti. Il medico nota che il cuore sembra in salute; nel frattempo Tredici e Taub perquisiscono l’appartamento della paziente, dove scoprono che la ragazza tiene tutto in ordine, e si è addirittura fabbricata i mobili da sola, ma possiede anche un bong di vetro in un cassetto. In ospedale il nefrologo riflette sul fatto che non tutti i danni cardiaci sono strutturali, le droghe potrebbero aver causato una tachicardia intermittente. Fa quindi somministrare alla ragazza dei betabloccanti, mentre Foreman chiede ai colleghi di chiamarlo sul cercapersone se avranno bisogno di lui.
Monitorizzando Sophia, Kutner le spiega che potrebbe anche essere affetta da vasculite, per la quale sarebbe necessario un trattamento a base di steroidi: se in realtà sta usando droghe, la somministrazione di quei farmaci potrebbe ucciderla. La ragazza nega nuovamente di fare uso di sostanze stupefacenti.
Cuddy avvicina Foreman per discutere dei trial clinici, e gli consegna la cartella di un bambino di quattro anni, Jonah, che ha vomitato sangue. Eric informa la madre del bambino e il fratellino che talvolta gli steroidi dell’inalatore per l’asma possono causare lesioni all’apparato digerente; tuttavia la TAC e l’esame endoscopico risultano negativi.
Sophia viene colta da un attacco psicotico, così Kutner e Taub sono costretti a correre da lei per contenerla e sedarla. I medici in seguito si riuniscono, gli esami hanno dimostrato che il delirio non è stato causato da un problema metabolico, e questo fatto disturba House: l’attacco psicotico ha stimolato la produzione di adrenalina, ma non ha causato alcuna irregolarità del battito cardiaco. Greg chiede quali patologie causino sia edema polmonare che delirio, e Foreman suggerisce l’angina di Prinzmetal, che porta a spasmi in un’arteria cerebrale e potrebbe causare delirio ed edema polmonare. Il primario vuole sottoporre la paziente ad una risonanza funzionale, dopo la somministrazione di ergonovina, e insiste che se ne occupi Eric. Questi però scarica la preparazione dell’esame a Tredici, pregandola di informarlo una volta terminata la procedura.
Dr. House  EmancipazioneForeman cerca di far inghiottire a Jonah una pillola-telecamera, ma il bambino stringe i denti e scuote la testa per evitare di ingoiarla. Suo fratello maggiore riesce infine a convincerlo, ma Jonah improvvisamente inizia a ridere a crepapelle… Eric chiede a Cameron e Chase di aiutarlo a fare una diagnosi differenziale del riso incontrollato.
Foreman va a controllare la risonanza di Sophia quando Kutner nota qualcosa di strano nella conversazione che ha fatto con la paziente circa la morte dei genitori: la ragazza ha usato la regione limbica del cervello, che serve all’immaginazione e non alla memoria, per descrivere i fatti. Kutner allora afferma che i genitori di Sophia in realtà non sono morti, e la ragazza ribatte che vorrebbe che lo fossero, dato che suo padre l’ha violentata e sua madre ha finto di non vedere.
I medici discutono i nuovi sviluppi: non ci sono segni di spasmi arteriosi, problemi al flusso sanguigno o disfunzioni cerebrali, per cui non si tratta della Prinzmetal. Il diagnosta sostiene che un grosso stress emotivo può portare ad un funzionamento asimmetrico del cervello, e l’interruzione delle trasmissioni tra cuore e cervello può portare all’edema polmonare; ordina quindi a Tredici di somministrare alla paziente del diazepam.
Wilson si sta preparando per un intervento quando il nefrologo lo avvicina per raccontargli di essere andato a casa di Lisa, ma di non aver avuto il coraggio di entrare. James evita di commentare o di giudicare il comportamento dell’amico.
Cameron e Chase informano Foreman che Jonah potrebbe avere la meningite, contratta all’asilo. Robert suggerisce inoltre un tumore dello stomaco, il leiomiosarcoma; Eric tuttavia pensa che la porfiria sia più probabile. Cameron lo mette in guardia sull’affrontare due casi contemporaneamente, se non ci riesce è stupido provarci, e anche pericoloso.
Foreman va a controllare Sophia e scopre che la sacca portaurine contiene del liquido marrone. I successivi esami mostrano alti livelli di globuli rossi emolitici, così House chiede ai sottoposti come sono i mobili artigianali a casa della ragazza: alcuni legnami trattati rilasciano arsenico nell’aria, e questo viene assorbito dagli organi interni senza apparire negli esami del sangue. Eric allora suggerisce un test del capello per rilevare l’arsenico, chiedendo in caso sia positivo di somministrare una terapia chelante alla paziente.
Foreman incontra Chase fuori dalla stanza di Jonah e spiega che non ci sono segni di cancro o porfiria nel bambino. Robert gli consiglia di chiedere aiuto a Greg, ma improvvisamente i monitor cardiaci del piccolo paziente suonano: è in asistolia, ma fortunatamente i medici riescono a rianimarlo.
La terapia chelante funziona su Sophia, ma la ragazza d’un tratto ha le convulsioni: Tredici, Kutner e Taub eseguono una nuova risonanza e la sottopongono al primario, ci sono numerose lesioni cerebrali. Inaspettatamente l’arsenico stava aiutando il suo organismo! Il diagnosta consiglia di somministrarglielo nuovamente, ma Taub si chiede cosa possa curare l’arsenico: la risposta è la sifilide, oppure la leucemia promielocitica acuta. Quest’ultima spiegherebbe le lesioni, e anche perché siano comparse dopo il trattamento chelante… Foreman entra nella stanza della paziente, e Tredici afferma che avrà bisogno di un trapianto di midollo. Il nefrologo chiede alla dottoressa di ottenere dai genitori di Sophia il consenso al trapianto; Tredici, Taub e Kutner escono dalla stanza lasciando House con Foreman. Greg rifiuta di aiutare Eric per il caso di Jonah, poi si reca nell’ufficio di Wilson perché questi dia la sua opinione in merito. James semplicemente non lo fa.
Taub e Tredici preparano Sophia per una biopsia; la dottoressa termina di sistemare i fermi attorno alla testa della ragazza, mentre questa afferma che preferirebbe morire piuttosto che dovere la propria vita ai genitori, se fossero compatibili per il trapianto. Al fine di convincerla, Taub le confida di avere il morbo di Huntington, ma la farsa non funziona: Tredici si arrabbia con il collega per aver usato la sua storia. La biopsia intanto conferma la leucemia, Sophia necessita di un trapianto di midollo; House dunque chiede ai colleghi di controllare nella lista dei donatori, ma Tredici intende comunque trovare i genitori della paziente perché la sua volontà potrebbe ucciderla, mentre quello che loro potrebbero darle riuscirebbe a salvarla.
Foreman, Cameron e Chase analizzano nuovamente la cartella di Jonah. Robert suggerisce che forse la madre o il fratello del paziente gli causino la sindrome di Munchausen con la loro vicinanza, ed Eric si rende conto che il fratello non è affatto geloso del bimbo, anzi gli è molto affezionato. Gli viene in mente un’idea ed esamina Jonah: soffre di overdose causata dalle vitamine per bambini che assume, il fratello gliene ha date molte perché pensava di renderlo più forte.
Tredici riesce a scovare il padre di Sophia e gli spiega la situazione, ma l’uomo rimane perplesso dal discorso dato che la figlia è a casa con lui. In ospedale quindi la dottoressa confronta la ragazza accusandola di aver rubato l’identità di un’altra per falsificare i documenti di emancipazione: ha bisogno di ottenere il consenso dai veri genitori, dato che in realtà è una minorenne come tutte le altre. Sophia ribatte che piuttosto morirà.
La lista dei donatori contempla un possibile trapianto con compatibilità parziale, così Greg chiede ai sottoposti di trattare la ragazza perché dovrà affrontare un trauma peggiore dello stupro. Le fa quindi visita, e le dice che è convinto lei si veda come qualcuno che ha commesso un atto terribile, per il quale non merita di vivere. La ragazza allora confessa di aver causato per incuria la morte del fratellino nella vasca da bagno, mentre gli stava facendo da babysitter. Il primario allora la persuade a contattare i suoi genitori.
House si prepara per tornare a casa quando Foreman lo raggiunge, e afferma di volersi mettere alla prova con i trial clinici: ha dimostrato di riuscire ad occuparsi di due casi contemporaneamente. Greg dà il suo benestare, anche perché non può rispondere di no se lui ha posto la questione come un’affermazione e non come una richiesta.
Mentre il diagnosta e Wilson se ne stanno andando, il primo dà un’occhiata per vedere Lisa nell’ambulatorio della clinica. James lo nota, e gli dice che alla fine gli passerà.
 
Musica:
“Through the dark” di Alexi Murdoch.
 
Curiosità:
L’episodio è dedicato alla memoria di Robert L. Stover, set decorator della serie morto a causa di un cancro al pancreas il 3 ottobre 2008. 
 
 
 
 
5.09 - Episodio 95

Titolo USA: Last resort
Titolo italiano: L’ultima risorsa


Scritto da: Eli Attie, Matthew V. Lewis
Diretto da: Katie Jacobs
Trasmesso in USA il: 25 novembre 2008
Trasmesso in Italia il: 22  febbraio 2009

Guest stars: Peter Jacobson (Chris Taub), Kal Penn (Lawrence Kutner), Olivia Wilde (Tredici), Bobbin Bergstrom (infermiera), Wood Harris (Bowman), Tracy Vilar (infermiera Regina), Evan Peters (Oliver), Evan Jones (Bill), Marcus Chait (Mitch), Alex Sol (Larry), Sarah Thompson (Nikki), Natasha Gregson Wagner (Sandra), Zeljko Ivanek (Jason), Jack Guzman (guardia di sicurezza #1)
 
Mentre lavorano in ambulatorio, Foreman consiglia a Tredici di partecipare alla sperimentazione clinica di un nuovo farmaco per il morbo di Huntington, ma la collega rifiuta. House intanto si trova nell’ufficio di Lisa, curiosando tra le sue cose. Un paziente del pronto soccorso di nome Jason, frustrato dall’attesa, estrae una pistola e prende in ostaggio i pazienti accanto a lui portandoli nell’ufficio di Cuddy, includendo ovviamente anche Greg e Tredici. Jason ordina al primario di leggere la sua cartella per fare una diagnosi in base ai sintomi che presenta, dato che tutti gli altri medici non ne sono stati in grado: soffre di fiato corto, affaticamento cronico, mal di testa, mal di stomaco, rash cutaneo, palpitazioni cardiache ed insonnia.
Mentre tutti i reparti vengono evacuati, Lisa arriva in ospedale. Il diagnosta intanto cerca di entrare nella testa di Jason, poi gli dà un accendino chiedendogli di tenerlo il più lontano possibile da se stesso e cercare di spegnerlo con un soffio: il respiro del paziente fa solamente tremolare la fiamma, e il nefrologo spiega che potrebbe soffrire di sclerodermia. Cuddy contatta il suo ufficio e House le chiede del propofol per curare il paziente; il direttore sanitario glielo porta ma Jason, temendo di essere preso in giro, chiede che il farmaco venga somministrato prima a qualcun altro. Greg sceglie l’uomo più corpulento della stanza, poi dato che non ci sono conseguenze si avvicina per iniettare il farmaco a Jason, ma la cavia sviene e questo fa arrabbiare a tal punto il sequestratore da spingerlo a sparare alla gamba di un ostaggio.
La SWAT giunge in ospedale mentre il primario parla con Foreman, Taub, Kutner, Cameron e Chase al cellulare. Robert non vuole essere coinvolto e si allontana; Eric intanto suggerisce un’infezione polmonare cronica che potrebbe spiegare i sintomi, mentre Tredici propende per un cancro polmonare che si sta propagando e Cameron per una paralisi dei nervi. Kutner invece teorizza problemi circolatori o una cardiopatia, e il diagnosta decide di prelevare un campione di sangue da Jason istruendo Foreman per eseguire dei test per l’infezione e per il cancro. Vuole inoltre che Cameron controlli le cartelle dell’uomo, mentre Taub e Kutner si recheranno nel suo appartamento alla ricerca di neurotossine. Sentendo che gli uomini della SWAT stanno circondando la stanza, Jason chiude le comunicazioni.
Jason punta l’arma contro Tredici e minaccia di ucciderla se gli agenti non si allontaneranno, mentre i due medici cercano una possibile paralisi ai nervi facciali dell’uomo, dato che il suo udito è così sviluppato. Notano quindi che uno degli angoli della sua bocca è più basso dell’altro; la debolezza muscolare del lato sinistro del viso potrebbe indicare la paralisi del settimo nervo, così House diagnostica una nevralgia post-herpes. Jason chiede prove a sostegno della diagnosi sebbene l’esame sia più doloroso della cura, poi rilascia i due ostaggi feriti in cambio della capsaicina.
Greg preleva del sangue e lo manda a Lisa; Tredici intanto si offre volontaria per essere la prima a ricevere la dose del farmaco. Il primario acconsente e le fa l’iniezione, poi fa lo stesso con Jason: i due si contorcono dal dolore, e il diagnosta si dirige verso il muro che sta usando come lavagna cancellando con una croce la diagnosi di paralisi dei nervi.
Taub e Kutner perquisiscono la casa di Jason, inutilmente, mentre Foreman e Cameron eseguono gli esami del sangue. Il nefrologo alla fine si ritrova ad eliminare la teoria dell’infezione cronica polmonare, lasciando il difetto congenito cardiaco e il cancro polmonare come altre possibilità ancora da vagliare.
Gli ostaggi, in particolare Tredici, appaiono molto affaticati; Kutner intanto spiega ad House che ha trovato una fotografia della madre del paziente, il cui viso mostrava segni di un tumore al lobo superiore del polmone o problemi surrenali. Tredici sostiene si tratti del cuore, e fa notare che la giugulare di Jason è tesa; Greg allora preme le dita in profondità per controllare il battito, e poi esegue un massaggio al seno carotideo per cercare di rallentare il cuore. Gli ostaggi, terrorizzati, osservano mentre il paziente punta l’arma contro il medico perché questo non vuole chiedere il defibrillatore, temendo che la scarica possa far scattare il suo dito e partire un colpo dalla pistola.
Dr. House L'ultima risorsa Tredici suggerisce di eseguire una cardioversione chimica, e le viene concesso di prendere dell’adenosina da un carrello fuori dallo studio. Gli agenti le fanno segno di andarsene, ma lei torna indietro giusto in tempo per salvare un ostaggio prima che Jason gli spari. La dottoressa inietta il farmaco a se stessa e dopo qualche secondo si indebolisce collassando a terra.
Il primario prende l’altra siringa e la infilza nel braccio del sequestratore; l’uomo si calma ma evidentemente non ci sono segni di difetti cardiaci. Tuttavia Jason suda solamente da un lato del volto, si tratta di anidrosi: probabilmente un tumore sta premendo sul nervo simpatico, e questo indica di certo un cancro polmonare. Con Tredici quasi incosciente, Jason chiede prove a sostegno della diagnosi, e il diagnosta chiama Wilson in suo aiuto: i due concordano si tratti di tumore metastatizzato con sindrome di Pancoast.
Altri due ostaggi vengono rilasciati, e i rimanenti vengono fatti distribuire in cerchio attorno a Jason in modo che non possa essere colpito dalle pallottole. Il gruppo si muove uscendo dallo studio verso gli ascensori, e poi si dirige in radiologia: l’atrio prima vuoto si riempie di poliziotti. House e Tredici eseguono una TAC mentre l’uomo ascolta dall’interno della macchina con la pistola puntata verso la porta; ammette quindi di non sopportare la situazione che sta vivendo, in cui non sa di cosa soffre: ha bisogno di risposte. Greg lo informa che la pistola interferisce con le immagini, per cui ha due scelte: lasciare l’arma e sapere la verità oppure sparargli.
Altri due ostaggi vengono rilasciati; con la pistola in mano, il primario osserva la TAC mentre Jason giace all’interno della macchina: non ci sono segni di tumore, e il nefrologo si ritrova incapace di fare una diagnosi corretta, così rende l’arma al paziente.
Wilson, Foreman, Kutner, Taub e Cameron si riuniscono, in preda al nervosismo; il diagnosta li contatta descrivendo i sintomi di Jason: dispnea, anemia, paralisi del settimo nervo e tachicardia. Foreman esce dalla stanza, mentre gli altri cercano possibili soluzioni. House nota che la testa del paziente si muove verso un solo lato, e Cameron ipotizza la sindrome di Cushing: spiega l’affaticamento costante, i problemi respiratori, l’udito che funziona a sprazzi, l’aumentata aggressività e la propensione a prendere dei rischi.
Una volta che anche l’ultimo ostaggio è stato rilasciato, il nefrologo prende una fiala di desametasone da Lisa: sebbene avesse accettato di non sperimentarlo su Tredici, Jason insiste di nuovo che prima sia lei a testare il farmaco. La dottoressa prende la siringa e si inietta il composto nella gamba, House fa lo stesso con il paziente: Tredici sviene, perché i suoi reni stanno cedendo a causa dei farmaci. Jason invece sembra non provare nulla, i suoi reni dovrebbero anch’essi avere dei problemi, ma pare che qualcosa li protegga. Greg schiaffeggia il sequestratore sulla mandibola, e i suoi muscoli facciali si torcono rapidamente: quello spasmo è il segno di Chvostek, i farmaci che prende per la gastrite gli hanno protetto i reni per anni.
Jason soffre di qualcosa che ha un periodo di incubazione molto lungo; Cameron ipotizza si tratti di melioidosi. Jason racconta di non essere mai stato in aree tropicali, solo in Florida, cosa non citata nella sua storia clinica. Il diagnosta chiede altri farmaci, e il paziente si offre di barattarli con la libertà del medico. Il nefrologo chiede di rilasciare Tredici, ma lei ribatte di andare: o i farmaci già somministratile, o quell’uomo, la uccideranno comunque. Un agente della SWAT lancia un pacchetto di medicinali nella stanza, poi procede ad attaccare una carica esplosiva al muro.
Tredici spiega al paziente di non voler morire, ma l’uomo ribatte che secondo lui non è vero: lei non ha spina dorsale per suicidarsi, allora ci penserà lui. Tredici si punta la siringa, e Jason finalmente cede abbassando la pistola e prendendole il farmaco, iniettandoselo infine nel braccio. Il muro esplode e mentre Jason e Tredici vengono scaraventati a terra, gli agenti entrano nella stanza insieme ad House, che si occupa della sottoposta.
In seguito Greg ingoia alcune pillole nell’atrio e osserva gli agenti condurre via Jason in manette. Tredici si trova in una camera, sottoposta a dialisi; la ragazza racconta a Foreman di aver cambiato idea in merito alla sperimentazione contro la Huntington.
Mentre Lisa conta i danni arrecati al suo ufficio, il diagnosta entra per riprendersi il bastone, e le spiega che gli esami hanno confermato la melioidosi. I due non sono d’accordo su come definire la loro relazione, o la mancanza di essa… Il nefrologo prende il bastone ed esce; il direttore sanitario allora si siede alla scrivania e apre il primo cassetto facendo cadere a terra tutto il contenuto: House quella mattina si trovava nel suo ufficio per girare sotto sopra la cassettiera… Il primario sente il tonfo, e ridacchia tra sé per lo scherzo.
 
Musica:
“It's not the same” degli Yppah, “Herzog” di Chris Clark, “Glue of the world” dei Four Tet, “A chronicle of early failures, part 1” dei The Dead Texan, “Between the lines” dei Bonobo.
 
Curiosità:
L’episodio è stato montato in due versioni, una contiene sette minuti extra di girato. 
 
 
 
5.10 - Episodio 96

Titolo USA: Let them eat cake
Titolo italiano: Dolci chili di troppo


Scritto da: Russel Friend, Garrett Lerner
Diretto da: Deran Sarafian
Trasmesso in USA il: 2 dicembre 2008
Trasmesso in Italia il: 22 febbraio 2009

Guest stars: Peter Jacobson (Chris Taub), Kal Penn (Lawrence Kutner), Olivia Wilde (Tredici), Bobbin Bergstrom (infermiera), Samantha Shelton (Emmy), Becky Baeling (Deedee), Brad Grunberg (Irv), Lori Petty (Janice), David Lengel (regista), Nicole Cannon (infermiera Helen), Christopher Stapleton (John Hadley), Julia Putnam (Tredici a nove anni), Danielle Petty (Anne Hadley)
 
Emmy Harding, una personal trainer di trent’anni, corre per la scalinata di uno stadio di football vuoto, mentre viene ripresa per la pubblicità di un video di esercizi fisici. La ragazza esalta le virtù del duro lavoro e parla della perdita di peso al pubblico che la segue; mentre aiuta uno di loro, Emmy collassa a terra.
Al Princeton Plainsboro Cuddy dà ad House la cartella di Emmy, e lo segue nel suo ufficio perché sono costretti a dividerselo dato che a causa del sequestro di persona di qualche giorno prima il suo è inutilizzabile. Taub e Kutner li attendono, mentre Foreman si trova con Tredici al General Research Center, dato che la dottoressa sta per iniziare la sperimentazione clinica del nuovo farmaco contro la Huntington. Greg afferma che la TAC normale di Emmy dimostra che i suoi problemi polmonari non hanno nulla a che fare con i polmoni; Taub si chiede se la paziente assuma steroidi, mentre Kutner suggerisce si tratti di asma indotto dall’esercizio fisico.
Al piano inferiore, Tredici incontra un’altra paziente con la Huntington, i cui sintomi però sono molto più evidenti di quelli che presenta lei. Ricorda che, quando era piccola, sua madre versava nelle stesse condizioni… Foreman testa i suoi riflessi, e deduce che i nervi abbiano già iniziato a degenerarsi.
Taub e Kutner monitorizzano Emmy mentre la ragazza fa esercizio su un apparecchio situato nell’obitorio. Quando Kutner spiega che l’assenza di grasso porta alla deficienza di vitamina E, e conseguentemente ai danni ai nervi, la paziente collassa a terra: non si tratta certo di asma… I medici allora le fanno nuovi accertamenti per cercare un tumore carcinoide, mentre Kutner racconta a Taub di un sito web che ha creato per fornire secondi pareri medici ai pazienti: lo ha chiamato “La clinica del secondo parere del dottor Gregory House”. Taub minaccia di denunciarlo, e il collega gli promette una percentuale sugli introiti… Osservando lo stomaco della paziente i due notano che le dimensioni sono di circa un ottavo rispetto al normale, così lo riferiscono al primario: Emmy si è sottoposta a bypass gastrico, ma ha fatto cancellare la cartella di quel ricovero per non rovinare la vendita dei suoi DVD. L’intervento è stato effettuato in via laparoscopica per evitare cicatrici evidenti; il diagnosta chiede ai sottoposti di trattare la paziente come una cicciona.
Kutner sostiene che Emmy soffra di apnea notturna, la quale riduce l’apporto di ossigeno al cervello creando problemi neurologici. Scende quindi per consultarsi con Foreman e Tredici in merito al caso proprio quando Eric sta collegando la dottoressa ad una flebo. Questa considera gli effetti collaterali del bypass gastrico, quali ad esempio il malassorbimento: magari l’intestino si ulcera durante l’esercizio, e i batteri contenuti vengono liberati nel sistema circolatorio fino al cuore o ai polmoni. Taub affronta Emmy in merito alle sue bugie sull’intervento, poi ordina un esame delle feci per rivelare eventuali batteri
Wilson avvicina Cuddy nel suo ufficio per parlarle dell’ufficio di House, e insinua che lei voglia solo stare vicino al collega, per questo si è trasferita nel suo studio…
Gli esami sulle feci di Emmy non rivelano un alto contenuto di grassi, indice di infezione, ma Greg appare interessato all’apnea notturna, chiedendo ai sottoposti che controllino la paziente per questo problema. Kutner e Taub durante la monitorizzazione appaiono preoccupati osservando la TAC di uno dei loro pazienti on-line; Chris nota però che l’EEG di Emmy è piatto, e scopre che è andata ad allenarsi sul tapis roulant sebbene abbia una caviglia rotta: non si rende neanche conto di perdere sangue dalla gamba.
Dr. House Dolci chili di troppo Taub, Kutner, Tredici e Foreman insieme al primario discutono degli ultimi sviluppi mentre passeggiano: la mancanza di sensibilità al piede sinistro sta salendo alla gamba, Kutner però fa anche notare che le onde alfa dell’EEG escludono l’apnea notturna. Arrivati in ufficio i medici sentono un cattivo odore, e Lisa spiega che miscelando dell’acido idrosolforico per una buona ragione deve averne fatto cadere accidentalmente alcune gocce per terra. Il cercapersone di Foreman suona, e il medico informa Tredici che devono andare. La dottoressa però spiega di preferire le diagnosi differenziali, così Eric si avvia verso l’ascensore, piuttosto risentito.
Se il problema di Emmy è nel cervello, potrebbe trattarsi di sclerosi multipla o di una forma precoce di Parkinson. Taub però pensa che se si tratta dei nervi, potrebbe anche essere mielite trasversale, così il diagnosta ordina una ENG. Chris collega gli elettrodi alla gamba della paziente per misurare il tempo impiegato da un impulso elettrico per viaggiare attraverso i nervi, mentre la donna gli confessa di essere un’ipocrita, ma non al fine di mantenere elevate le vendite dei DVD: le piace aiutare i suoi clienti a vivere meglio. Improvvisamente il suo braccio inizia a tremare, e Taub afferma che il problema non è nei nervi, ma nei muscoli: la debolezza muscolare potrebbe indicare miastenia gravis.
Tredici non si trova al piano inferiore quando Foreman la cerca. Nel frattempo DeeDee, la paziente on-line di Taub e Kutner, giunge in ospedale per vedere House. La donna passandosi le dita tra i capelli dimostra come recentemente questi ultimi tendano a staccarsi facilmente; notando il primario poco distante, i due raccontano a DeeDee che il medico se n’è andato, ma la accompagneranno comunque al pronto soccorso.
In seguito Kutner suggerisce al diagnosta che Emmy probabilmente ha usato del botulino per spianare le rughe, e potrebbe soffrire di una reazione contro la tossina. Il nefrologo invece pensa ad avvelenamento da metalli pesanti, curabile con una terapia chelante; nel frattempo usa una mazza nel bagno di Cuddy demolendo il water, mentre i sottoposti lo osservano stupiti.
Tredici entra nel suo appartamento e vi trova ad aspettarla Foreman. L’uomo non capisce come mai lei abbia seguito tutte le sue istruzioni, ma poi non si sia presentata agli appuntamenti. Tredici ribatte di essere scesa appena terminato il lavoro, ma Eric era impegnato con un altro paziente, così il neurologo la minaccia asserendo che il giorno successivo dovrà presentarsi in tempo, oppure non si disturbi a tornare, poi se ne va. Tredici ha un altro flashback della madre.
Emmy giace a letto, pallida e debole: la terapia chelante non ha dato risultati, e i suoi muscoli si stanno deteriorando velocemente. I medici si riuniscono, seduti sugli scalini, e Tredici suggerisce possa trattarsi di una fistola coronarica. Foreman invece ipotizza la sindrome austriaca, mentre il cercapersone di Kutner suona allarmandolo, sebbene lui tenti di nasconderlo. Taub però lo nota, così come House; subito suona anche quello di Chris, che teorizza la Guillain-Barré: Eric è d’accordo, la debolezza muscolare è precursore della paralisi completa. Greg ordina di eseguire la plasmaferesi.
Cameron, Kutner e Taub si occupano di DeeDee in pronto soccorso. Per qualche strana ragione la paziente non smette di cantare; Kutner non crede che stia accadendo veramente, ma quando un rivolo di sangue esce dall’orecchio della donna, Cameron afferma che è giunto il momento di parlarne con House.
Taub discute con Emmy, la quale sembra abbattuta. Il medico tenta di tirarle su li morale, e le fa segno di alzarsi; Emmy sembra esitante, ma poi sposta le gambe da un lato del letto e ci riesce, compiendo anche qualche passo. Taub le prende il braccio e l’accompagna fuori dalla stanza.
Cameron, Chase e Kutner discutono il caso di DeeDee in mensa; Robert offre loro di esaminarla in cambio del 25% dei ricavi del sito web.
Greg entra nell’ufficio di Wilson e lancia una piantina dello studio di Lisa sulla scrivania: ha convinto l’appaltatore di essere il capo della Cuddy, per cui tutti i piani di ristrutturazione devono passare prima da lui. Ha deciso di far installare un bidet al posto del water… James gli dice di limitarsi a chiederle di uscire, costerebbe molto meno all’ospedale!
Emmy sogna che i suoi clienti la stanno attaccando, accusandola di aver mentito loro, e quando si risveglia a malapena riesce a respirare. Il nefrologo incontra i sottoposti in ufficio, che è privo di mobili per uno scherzo della Cuddy: le allucinazioni escludono la Guillain-Barrè; qualunque cosa sia, si trova ora nel cervello. Tredici dirigendosi verso l’uscita suggerisce un linfoma del sistema nervoso centrale, mentre Taub propende per una malattia prionica. Il primario chiede al chirurgo di eseguire una biopsia cerebrale per confermare questa diagnosi, tuttavia Lisa ordina di escludere prima il linfoma, poi l’astrocitoma e tutti gli altri tumori cerebrali: la biopsia dovrà essere l’ultima risorsa. Il diagnosta si avvicina al direttore sanitario mettendole una mano sul seno; Cuddy non dice nulla, limitandosi a lanciargli un’occhiata, e lui la lascia andare.
Tredici entra nella sala d’attesa e nota l’altra paziente mentre si infila il maglione con difficoltà. Le sovviene un altro ricordo della sua infanzia, e poi tornata in sé si avvicina alla donna.
Quando la risonanza cerebrale di Emmy si dimostra normale, escludendo il linfoma, Taub informa la paziente che potrebbe comunque avere un tumore cerebrale. La ragazza chiede di fermarsi in mensa per un po’ di torta al cioccolato, e questo fa capire al medico che la paziente ha deciso di arrendersi.
I mobili vengono riportati nell’ufficio del nefrologo, e lui siede da solo, in contemplazione. Taub lo raggiunge chiedendogli di intercedere con Lisa per la biopsia, ma House replica che eseguirà la biopsia da solo. Chris gli ricorda che il direttore sanitario ha chiesto loro di eliminare prima altre sette teorie, ma Greg ribatte che Lisa non ottiene sempre quello che vuole, e poi direttosi nella stanza della paziente la trova a fare stretching: si sente molto meglio.
I medici si riuniscono, e il primario chiede a Taub cosa gli abbia somministrato dopo la risonanza. Lui spiega che ha solo mangiato un po’ di torta al cioccolato, e il diagnosta se ne esce con la teoria della coproporfiria ereditaria, il cui trattamento è una dieta ricca di carboidrati. Il nefrologo e Taub si recano a trovare la paziente con un’altra torta, e le spiegano che quando era grassa in realtà si stava curando da sola; Chris aggiunge che dovranno rimuoverle il bypass gastrico e farle consumare una dieta ricca di carboidrati. Emmy rifiuta, e House le fa notare che molte persone non hanno il coraggio di ammettere che preferiscono essere carine che in salute.
Cuddy cammina verso il suo ufficio, ma Wilson la ferma chiedendole di non arrabbiarsi con Greg. Lei gli assicura che non lo farà, poi nota che la nuova scrivania in realtà è quella che usava ai tempi della specializzazione, mobile che sua madre aveva tenuto in deposito: House ha compiuto un gesto carino per lei.
Tredici ammette a Foreman di aver desiderato che la madre morisse, perché era sempre molto severa con lei e gridava tutto il tempo: non le ha mai potuto dire addio, e la donna è morta con l’odio della figlia. Eric la abbraccia.
Taub e Kutner si recano al pronto soccorso e scoprono che DeeDee non c’è più; un’infermiera li informa che ha avuto un arresto respiratorio ed è morta. I due osservano il cadavere della donna, senza parole; House li guarda da dietro, poi si lancia sul cadavere ed inizia a rianimarlo. DeeDee tossisce, annaspa per respirare e si siede sul lettino, mentre i due medici fanno un salto indietro… La donna comincia a ridere, il primario l’ha assunta per prenderli in giro, e Cameron e Chase erano complici! Il diagnosta chiede il 50% degli introiti del sito, mentre DeeDee lo informa che gli restano ancora tre ore del suo tempo.
Cuddy si dirige verso l’ufficio di House, ma si ferma prima quando lo nota chiacchierare e ridere con DeeDee: il viso di Lisa si rabbuia di colpo.
 
Musica:
“Coconut” di Harry Nilsson.
 
 
 
5.11 - Episodio 97
 
Titolo USA: Joy to the world
Titolo italiano: Gioia al mondo

 
Scritto da: Peter Blake IV
Diretto da: David Straiton
Trasmesso in USA il: 9 dicembre 2008
Trasmesso in Italia il: 1° marzo 2009
 
Guest stars: B.K. Cannon (Natalie), Sherilyn Fenn (sig.ra Soellner), Bitsie Tulloch (Whitney), Phyllis Lyons (dr. Schmidt), Lucas Till (Simon), Michael Leydon Campbell (sig. Soellner), Meaghan Jette Martin (Sarah), Taylor Dooley (Rachelle), John Forrest II (Geoff), Alix Korey (Anna), Lori Petty (Janice Burke), Christopher DeMaci (occupante abusivo), Marissa Ingrasci (donna), Ben Shields (Jonathan), Caitlin Gorfaine (ragazza del coro #1), Carmel Echols (ragazza del coro #2), Dallas Wells (ragazza del coro #3), Gary Leroi Gray (ragazzo del coro #4), Christopher Ryan Johnson (ragazzo del coro #5)
 
Alcuni adolescenti in uniforme scolastica si esibiscono nel recital di Natale; prima che il coro salga sul palco, le ragazzine più popolari tentano di convincere la sfigata del gruppo, Natalie, a cambiare le parole di una canzone al fine di prendersi gioco di un insegnante. Natalie è riluttante ad accettare, ma alla fine si fa convincere; iniziando a cantare si rende conto però che tutto il coro sta cantando la canzone originale, per farle uno scherzo e sbeffeggiarla davanti al pubblico… La musica si ferma, e Natalie inizia a vomitare cadendo sulle ginocchia.
Cuddy ragguaglia Kutner, Tredici, Taub ed House sul caso; Foreman è assente per terminare le relazioni sui trial clinici prima della fine dell’anno. Greg scrive “fegato” e “cervello” sulla lavagna, mentre Kutner ipotizza il morbo di Wilson come possibile patologia. Tredici ribatte che la ceruloplasmina della paziente è normale, nel frattempo Taub nota qualcosa nella pila di lettere ammassate a lato della scrivania del primario: si tratta di un regalo incartato, con un biglietto. Cerca di leggerlo, ma il diagnosta gli sottrae il pacco e lo getta nel cestino; Taub però lo prende comunque e lo scarta, trovando un antico manuale di chirurgia al suo interno. Il nefrologo lo getta nuovamente, mentre Tredici si chiede se i compagni di classe della ragazzina le abbiano dato qualcosa che le possa aver provocato i sintomi mostrati.
Chase e Kutner interrogano i ragazzi del coro, ma nessuno parla. Robert allora spiega loro che il fegato della compagna sta cedendo, per cui potrebbe morire, a meno che qualcuno non confessi cosa le hanno dato. Una ragazza alla fine ammette di averle dato dei funghi presi nell’armadietto di Simon, e lo addita: si tratta di un ragazzo alto e carino.
Tredici siede in una sala visita, mentre Foreman le somministra un test neurologico. La ragazza gli chiede come siano andati gli altri pazienti, ed Eric spiega che la donna che ha conosciuto ha abbandonato il gruppo, mentre lei sta andando molto bene. Tredici gli lascia il suo block notes, dove c’è un bigliettino: “Grazie per il tuo  aiuto”… Foreman sorride.
Al liceo, Taub e Kutner osservano un inserviente mentre questi apre l’armadietto di Simon. Lawrence afferra un sacchetto di funghi al suo interno, mentre Taub si chiede perché House abbia gettato un libro che vale di certo centinaia di dollari. L’inserviente apre anche l’armadietto di Natalie, dove i medici scoprono un grosso flacone di acetaminofene.
Dr. House  Gioia al mondoCuddy affronta Natalie, che però nega di aver tentato il suicidio e chiede al direttore sanitario se ha dei figli. Lisa non capisce dove voglia arrivare, e la ragazza si definisce una perdente: tutti si prendono sempre gioco di lei e la chiamano “porcella”! Cuddy in seguito parla con i genitori della paziente, l’acetilcisteina potrebbe salvarle il fegato.
Taub e Kutner informano Wilson del libro, e James chiede loro se per caso il dono fosse incartato con carta verde. Racconta poi la triste storia di Irene Adler: Greg le salvò la vita diagnosticandole la Wegener, si innamorò di lei ma la donna se ne andò. Alla fine l’oncologo spiega che si sta prendendo gioco di loro, fu lui a regalare al diagnosta quel libro il Natale precedente.
Natalie tossisce espellendo della schiuma rosa dalla bocca. Mentre il primario e la squadra ipotizzano alcune diagnosi, Taub informa il capo che tutti sanno quello che sta accadendo: in realtà è stata Lisa a dargli il regalo, secondo lui la donna lo ama e anche lui prova per lei gli stessi sentimenti! Kutner e Tredici cercano di non ridere, mentre il diagnosta deduce che il sottoposto abbia parlato con Wilson. Tornando al caso, il nefrologo afferma che la paziente ha svolto del volontariato in una mensa dei poveri a Trenton, Tredici e Kutner possono perquisire la casa e la scuola frequentata dalla paziente, mentre Taub eseguirà dei tamponi anali di tutti i senzatetto che mangiano in quella mensa.
House rovina il pranzo di Wilson discutendo con lui della faccenda del regalo, così l’amico afferma che è un vero peccato che lui non sappia essere gentile. Greg allora la prende come una sfida e afferra il gelato di James rubandoglielo…
Tredici si reca a fare visita alla paziente con la Huntington nella struttura dov’è ricoverata; la donna spiega che Foreman le ha detto di abituarsi alla nausea e al mal di stomaco che prova come effetto secondario della cura per la sua malattia, e lei si è offesa decidendo di non voler passare i suoi ultimi giorni di vita a fare da cavia.
Taub scopre che Natalie ha contratto la tubercolosi da un uomo che frequentava la mensa per i poveri, e il primario gli ordina di somministrarle la terapia standard. Infine afferra una cartella e si dirige verso una sala visita, dove si mostra esageratamente aperto ed amichevole con la giovane donna che ha di fronte, la quale lamenta mal di testa. Greg lo definisce il segno di Beccaria, un sintomo della gravidanza, ma la ragazza non sapeva di essere incinta e sostiene di essere vergine, come pure il suo fidanzato. Il primario suggerisce che forse l’ha tradito con un altro, così i due chiedono un test di paternità.
Natalie ha le convulsioni, e la sua ALT è venti volte il limite normale, mentre le transaminasi e il GPT stanno aumentando velocemente: è in piena insufficienza epatica, probabilmente perderà il fegato. Kutner ipotizza che i funghi abbiano innescato una grave reazione allergica alle muffe, e il diagnosta considera un’infezione fungina. Lisa, arrabbiata che il nefrologo la accusi di mostrare troppo interesse per Natalie, afferma che sta confondendo il senso materno con l’umanità.
Tredici chiede a Foreman di scusarsi con la paziente con la Huntington affinché torni a farsi curare, ma Eric replica di no. Tredici allora lo accusa di comportarsi come House.
Natalie è di ottimo umore dopo che Simon le ha portato i compiti in ospedale; Kutner trova il ragazzo nell’atrio, e lo attacca ritenendo che stia causando problemi alla paziente con i suoi comportamenti. Taub prende il collega da parte, pensando che a scuola fosse vittima di bullismo e ora stia reagendo in maniera spropositata nel caso di cui si stanno occupando; Lawrence replica che non era vittima dei bulli, mentre Simon racconta che lei e Natalie erano amici. Vorrebbe ancora esserle amico, se gli altri non lo prendessero sempre in giro per questo... Racconta infine che un tempo le procurava della vodka grazie al documento di identità del fratello, ma poi lei se ne è fatto uno da sola e non ha più avuto bisogno del suo aiuto.
Natalie nega con Lisa di essere un’alcolista, e la dottoressa la informa che non potranno inserirla nella lista di attesa per un trapianto finché non conosceranno le cause dell’insufficienza epatica. L’abuso di alcol la spiegherebbe, mentre le convulsioni potrebbero essere dovute all’astinenza… La paziente confessa che la vodka era sono una scusa per poter parlare con Simon, così il direttore sanitario informa i genitori che il trattamento contro l’astinenza è la somministrazione di alte dosi di benzodiazepine.
Il secondo paziente di Greg in ambulatorio è una donna che soffre d’asma. Il medico le chiede se usa l’inalatore, e di mostrarle come funziona; lei allora lo estrae dalla borsa e se lo spruzza al collo come fosse un profumo… Cuddy interrompe la visita informando il diagnosta che i genitori di Natalie rifiutano le benzodiazepine, e il nefrologo perseguita Lisa per sapere come mai abbia preso così tanto a cuore il caso. Suggerisce poi che sia Kutner a somministrare benzodiazepine come trattamento contro le convulsioni, dato che per quello non hanno bisogno del permesso dei genitori.
Foreman discute con una collega della paziente che se n’è andata; la dottoressa consiglia di vedere i pazienti come numeri e non come persone: la scienza non affronta le relazioni umane, è finalizzata ad ottenere risultati.
Il ritmo cardiaco di Natalie diminuisce improvvisamente, e Taub le somministra dell’atropina per ovviare al problema.
House è perplesso dai risultati del laboratorio per la ragazza con il mal di testa, e le spiega che effettivamente non ha tradito il fidanzato, si tratta di un caso di partenogenesi: un aumento dei livelli di calcio potrebbe teoricamente aver fatto in modo che un suo ovulo diventasse embrione senza la fecondazione… La coppia è scioccata.
Cuddy informa la squadra che il fegato di Natalie continua a peggiorare, e ora soffre anche di bradicardia. Purtroppo l’atropina non riesce a mantenere ad un livello normale il suo ritmo cardiaco, per cui dovranno collegarla ad un pacemaker; l’astinenza da alcol però dovrebbe causare tachicardia e non bradicardia… Kutner aggiunge che non c’è nulla di anormale nella struttura cardiaca della paziente, l’ECG, l’ecocardio e gli enzimi sono tutti normali. Lisa a questo punto diagnostica una sindrome multiendocrina, e Tredici suggerisce un tumore dell’ipofisi; Greg ribatte che invece potrebbe essere un tumore del sangue, dato che la malattia sembra coinvolgere più organi, e chiede informazioni sui suoi livelli di fosfatasi alcalina: è a trecento. Il primario afferra la cartella ed esce, seguito a ruota dal direttore sanitario.
I due portano la cartella a Wilson, sperando che non si tratti di leucemia. Lisa afferma che una fosfatasi alcalina così alta potrebbe derivare anche dall’insufficienza epatica, ma James ribatte che è il caso di iniziare la chemioterapia; il diagnosta tuttavia decide di eseguire prima una biopsia del midollo osseo per avere la conferma. Cuddy non capisce come mai il nefrologo non voglia iniziare le cure, e James spiega che se veramente si tratta di leucemia, il suo cuore ed il suo fegato oramai sono troppo compromessi: non c’è ragione di sottoporre una paziente morente a delle cure dolorose se veramente esse non possono salvarla! House si è rivelato essere gentile, dopo tutto… Lisa sa che l’amico ha ragione, e si organizza per eseguire la biopsia.
Foreman fa visita alla ex paziente per chiederle se acconsente ad un altro trial con dosaggi inferiori di farmaci.
Cuddy decide di riflettere ancora sulla diagnosi di Natalie, forse non hanno considerato le patologie autoimmuni: se non è fibrosi epatica, potrebbe essere vasculite microangiopatica. Lisa non intende mollare, e siede su una sedia davanti a Greg, dovendo però spostare della posta dalla sedia. Il diagnosta nota quindi un pacco incartato tra la corrispondenza appena spostata e controlla il biglietto, poi sorridendo afferra il pacchetto e scende verso l’ufficio di Wilson. Il direttore sanitario lo segue: è da parte della paziente incinta. Spiega quindi come ha salvato il suo matrimonio affermando che la gravidanza era dovuta a partenogenesi, quando in realtà il test di gravidanza aveva dimostrato che la donna era stata con un altro uomo… Il nefrologo getta il regalo verso James e se ne torna in ufficio con il direttore sanitario al seguito, la quale afferma di non riuscire a credere che lui abbia finto un miracolo scientifico solo per vincere una scommessa con l’oncologo! House ribatte che si è trattato più di una discussione che di una scommessa, ma Lisa replica che sta confondendo la gentilezza con la malvagità, permettendo a quella donna di ingannare il compagno. Improvvisamente Lisa si blocca come folgorata da un’idea: Nathalie non ha la leucemia, si tratta di eclampsia. La ragazza era incinta!
Cuddy spiega a Natalie e ai suoi genitori che l’eclampsia può causare insufficienza epatica, edema polmonare e convulsioni, e può essere associata anche a cardiomiopatia. Natalie ammette di aver nascosto una gravidanza e la sua relazione con Simon, e i genitori sono stupiti; la ragazza racconta ancora di aver deciso di dare in adozione la bimba, ma è entrata in travaglio nella mensa dei poveri e ha partorito in una casa vuota poco distante, dove ha lasciato la bambina pensando che fosse nata morta.
Cuddy si reca nella casa abbandonata con una torcia, ma un drogato le ordina di andarsene. La dottoressa gli chiede se ha trovato il cadavere di una neonata, poi nota che un’altra senzatetto ha in braccio qualcosa… Lisa la convince a darle la bimba malata, ma ancora viva, e poi la porta a Natalie, venendo raggiunta infine da Simon.
La festa di Natale dell’ospedale è in pieno svolgimento, ma Kutner se ne va, informando Taub, Cameron e Chase che Natalie è stata rifiutata nella lista trapianti e che ha ancora solo un paio di giorni di vita. Si reca poi in un appartamento e bussa alla porta, scusandosi con l’uomo che gli apre per le angherie che gli ha fatto subire al liceo.
Mentre Lisa osserva la neonata, informa Greg che i nonni hanno deciso di darla in adozione: vuole prenderla lei. House la osserva per un momento, ma Lisa continua a guardare la bimba; il diagnosta le augura buon Natale e se ne va.
Tredici raggiunge Foreman; quest’ultimo le ha fatto un regalo riportando ai trial clinici la paziente con la Huntington. Tredici replica che si è sbagliata, non è affatto come House; Eric ammette che in realtà quel gesto era più un regalo per se stesso… I due restano in silenzio per qualche istante, poi la dottoressa si muove verso di lui e lo bacia.
 
Musica:
“Joy to the world” di Isaac Watts, “A Christmas song” di Mel Torme & Bob Wells, “Jingle bell rock” di Bobby Helms, “Whisper” dei A Fine Frenzy, “Chestnuts roasting” di Gavin Degraw.
 
Curiosità:
Il libro di chirurgia che House ha ricevuto in dono è stato scritto da Joseph Bell (1837-1911), un medico di Edimburgo considerato pioniere nell’applicazione del medico scientifico nel processo di diagnosi. Si ritiene che fosse l’ispiratore di Arthur Conan Doyle per il personaggio di Sherlock Holmes, e soprattutto per il suo caratteristico utilizzo del metodo deduttivo. 
 
 
 
 
5.12 - Episodio 98
 
Titolo USA: Painless
Titolo italiano: Senza dolore

 
Scritto da: Thomas L. Moran, Eli Attie
Diretto da: Andrew Bernstein
Trasmesso in USA il: 19 gennaio 2009
Trasmesso in Italia il: 1° marzo 2009
 
Guest stars: Martin Henderson (Jeff), Jake Cherry (Zack), Sarah Danielle Madison (Lynne), Alex Fernandez (Fernando), Anthony Montgomery (James Carlton), Lori Petty (Janice Burke), James Ingersoll (Chris Carrick), Aisha Kabia (infermiera Rita)
 
Un uomo di nome Jeff scrive una lettera concludendola con le parole “Mi dispiace”, poi si toglie la fede dal dito ed estrae le camicie dall’armadio. Poco dopo sua moglie e suo figlio giungono a casa trovando le camicie posizionate in riga una dopo l’altra per sigillare la porta del garage; Jeff è privo di conoscenza dentro l’auto, con il motore acceso: ha tentato il suicidio. La donna, disperata, lo estrae dalla macchina e cerca di rianimarlo.
Cuddy arriva tardi in ospedale, stressata dal lavoro e dalle visite degli assistenti sociali, e non perde l’occasione di sottolineare ad House che è stata Cameron a redigere i consuntivi per suo conto.
Cameron aggiorna i colleghi sul caso di Jeff, chiedendo a Greg di accettarlo in cambio del favore che gli ha fatto: la fonte del dolore cronico che prova il paziente non è stata ancora identificata, nonostante diversi specialisti lo abbiano esaminato negli ultimi anni. Tredici suggerisce si tratti di un caso di fibromialgia, così il primario ordina a Taub di tracciare un profilo del dolore del paziente per escludere cause psicosomatiche.
Tredici e Foreman perquisiscono la casa di Jeff, mentre discutono del loro rapporto: la ragazza non intende proseguire oltre dopo il loro bacio. La dottoressa estrae dal congelatore un sacchetto di plastica contenente del pollame, e pensa si tratti di quaglie, che potrebbero aver causato al paziente la rabdomiolisi.
Il diagnosta prende in considerazione la diagnosi ed ordina una biopsia muscolare; Taub però controbatte asserendo che Jeff non ha avuto una reazione tossica, ma psicosomatica. Il nefrologo però è più interessato ad una considerazione: dato che Lisa è arrivata tardi al lavoro, lui può andarsene prima…
Tredici e Kutner eseguono la biopsia con un grosso ago; la moglie del paziente fa del suo meglio per dargli conforto, mentre il figlio osserva speranzoso la scena. Improvvisamente Jeff prova un intenso dolore al braccio e perde conoscenza entrando in arresto cardiaco, così Foreman chiama House, il quale però è a letto ed ignora il telefono: è tutto il giorno che prova forti dolori alla gamba.
Tredici informa i colleghi che gli esami hanno mostrato un’embolia polmonare. Il telefono della scrivania suona, e Foreman risponde: è Greg, che seduto sul bordo del letto si sta massaggiando un polpaccio. Tredici spiega che lo stato di ipercoagulabilità può causare dolore ed embolia polmonare; Kutner suggerisce una sindrome paraneoplastica quale la Trousseau, che esplicherebbe i coaguli, il dolore multifocale e la mancanza di evidenti segni fisici del problema. Il primario ordina di controllare il torace, l’addome e le pelvi del paziente alla ricerca di un tumore.
Il diagnosta sente un gocciolio d’acqua cadergli sulla nuca, e afferrata una maglietta sul letto la avvolge attorno all’estremità del bastone e si allunga fino ad asciugare dell’acqua proveniente dal soffitto. Mentre compie questa operazione d’improvviso il soffitto gli rovina addosso… In seguito il nefrologo osserva un idraulico controllare il buco causato dalla caduta dei calcinacci; egli spiega che la polizza assicurativa non compre la negligenza, visto che il tubo non è scoppiato ma è stato divelto.
Taub osserva le immagini sul monitor mentre Kutner si occupa di eseguire la TAC total body su Jeff; i due discutono tra loro di suicidio e Chris condanna un atto di questo tipo, così Lawrence tenta di capire come mai il collega parli in quel modo.
Foreman si occupa di Tredici durante un nuovo ciclo di farmaci per il trial clinico; la ragazza insiste nel non voler frequentare Eric come compagno. Kutner e Taub li raggiungono informandoli che non ci sono tracce di tumori, ma hanno rilevato un edema intestinale: dell’aria nei vasi sanguigni dell’intestino spiegherebbe il dolore provato dal paziente. Kutner consegna la cartella ai colleghi, e Foreman suggerisce di eseguire un’angioplastica nell’arteria mesenterica superiore per trovare delle stenosi prima che Jeff abbia un altro arresto cardiaco.
House entra nel suo ufficio, ancora sporco dopo quanto successo a casa. Foreman gli racconta che la TAC ha mostrato dell’edema nell’intestino e dell’aria nei vasi sanguigni; Greg però è scettico perché se si fosse trattato di un problema vascolare avrebbero rilevato iposfigmia ed emorragie alle dita.
Jeff continua a lottare contro il dolore che prova, mentre Tredici sta per iniziare l’angioplastica. Tutti si girano vedendo Eric e il primario entrare; quest’ultimo stacca il tubo della flebo che collega tre sacche al braccio del paziente e segnala che ci sono tracce di morsi sul tubo, dove evidentemente Jeff ha agito soffiando aria nel circolo ematico. Il paziente insiste nel sostenere che vuole morire e chiede di essere lasciato in pace.
Il diagnosta, Tredici, Foreman, Taub e Kutner si riuniscono mentre Lisa si appresta a cambiare il pannolino a Joy nella nursery di casa sua. Il direttore sanitario è arrabbiata che i colleghi abbiano permesso che quella situazione accadesse; Tredici suggerisce si tratti di convulsioni non motorie: il dolore inizia nell’addome, vicino all’intestino. Foreman invece propende per una malattia che influenza gli accumuli di glicogeno, come la McArdle, che spiegherebbe il dolore e l’abbondanza di cellule muscolari sulle pareti intestinali. Il nefrologo chiede eseguano un test ischemico dell’avambraccio.
Mentre Tredici si appresta a subire il trattamento farmacologico del trial clinico nota Janice uscire dalla stanza; la donna ha ancora dei tremor,i ma sembra molto più felice ed in salute. Tredici non sapeva che fossero nuovamente state accoppiate per i trattamenti, e Janice spiega che il suo è stato cambiato quella stessa mattina. La dottoressa confronta Foreman in merito, ma lui nega di aver provveduto allo scambio.
Kutner e Taub avviano un’altra flebo a Jeff, gli chiudono molto stretto il manicotto di uno sfigmomanometro attorno al braccio e gli danno in mano una palla da tennis. Jeff chiede alla sua famiglia di uscire dalla stanza, e poco dopo il dolore che prova passa dal braccio alla gamba.
House, ancora arruffato e dolorante, scrive al computer mentre Taub e Kutner lo ragguagliano. Greg però chiede loro il nome di un bravo avvocato, e domanda a Lawrence chi rappresentò l’ospedale quella volta in cui diede fuoco al paziente, poi scrive quel nome nella mail che sta componendo.
Il diagnosta chiede a Lisa il permesso di eseguire una procedura per verificare se il dolore che prova il paziente deriva dal suo cervello o dal corpo. Il cercapersone del direttore sanitario però suona, infastidendola, e Lisa dà il permesso al collega di fare quello che ritiene necessario.
Jeff giace disteso su un fianco, collegato a monitor e flebo. Chase gli fa un’iniezione di lidocaina per separare il sistema nervoso dal resto del corpo, mentre il primario entra per parlare con il paziente di come convivere con il dolore. Jeff si limita a rispondergli di guardare al suo futuro, forse un giorno arriverà alla sua situazione e lo comprenderà meglio.
Dr. House Senza doloreCuddy, nella sua casa oramai sottosopra a causa del disordine, riceve una visita: è un assistente sociale, che inizia a guardarsi intorno e ad esaminare le stanze prendendo appunti. L’uomo alla fine afferma che Lisa ha redditi sufficienti e una stabilità personale e professionale molto elevata; inoltre è abbastanza interessata ad ottenere la custodia di Joy da essere imbarazzata dalla confusione che regna in casa sua: questo la mette al di sopra della maggior parte delle famiglie affidatarie che ha già visitato.
Jeff racconta ad House e Chase che dopo l’iniezione il dolore è diminuito, non scomparso. Il nefrologo insieme a Taub, Kutner, Tredici e Foreman ne discutono, e la dottoressa afferma che forse Taub aveva ragione in merito alla causa psicosomatica dei sintomi. L’avvocato di Greg li raggiunge e gli consegna una fattura, affermando che la prossima volta che userà il suo nome in una mail di minaccia non si limiterà ad addebitargli le spese, ma lo denuncerà.
I cercapersone dei medici suonano, il figlio di Jeff ha dolori lancinanti. Diverse infermiere si occupano di lui mentre il primario si avvicina, seguito dai colleghi; il diagnosta però afferma che il ragazzo sta fingendo, poi si gira e torna nella camera di Jeff dove, sollevate le lenzuola, nota una bottiglia vuota di prodotto per la pulizia: il figlio ha distratto tutti perché il padre potesse bere la bottiglia di isopropilene. Il ragazzo li prega di lasciar morire suo padre.
Mentre Jeff viene messo in dialisi, i medici discutono del caso: può trattarsi della malattia di Fabry, di amiloidosi o anche di sifilide, ma non hanno altre idee precise. Il nefrologo pensa al fatto che se non riescono a trovare nulla di anomalo, magari è perché quello che ha causato il dolore è guarito molto tempo prima: potrebbe trattarsi di abuso di medicinali, e Jeff potrebbe soffrire di dolore indotto dagli oppiacei. Sia il dolore che i farmaci per curarlo modificano le reazioni chimiche nel cervello, e talvolta i recettori del dolore iniziano a confondere gli antidolorifici con il dolore stesso.
Cuddy racconta a Wilson di aver superato l’ispezione dei servizi sociali, ma è arrabbiata perché non è stata all’altezza dei suoi standard. James le chiede come mai le donne si creino sempre degli standard che poi nessuno è in grado di raggiungere, infine le consiglia di agire come un uomo e cercare aiuto: non è una superdonna e quindi non deve comportarsi come una martire.
Taub e Kutner si preparano a rimuovere gli antidolorifici dal sistema circolatorio di Jeff usando il nalaxone. Kutner dà un’occhiata al collaboratore, e questi gli racconta che una volta un suo collega ha tentato di suicidarsi: è stato un gesto idiota ed egoista. Lawrence nota che Chris non ha ancora superato quel fatto.
House rimprovera Foreman per aver messo mano agli appuntamenti dei trial clinici per spostare la paziente più promettente proprio prima di Tredici, per portarsela a letto con delle false speranze.
Greg si ritrova con l’idraulico, che ispeziona il muro della sua cucina: il primario ha in mano la copia della sua polizza assicurativa sulla casa, e pensa che dovrà sostituire l’intero sistema idraulico per poter aggiustare la tubatura esplosa (a causa di un incendio da lui stesso innescato al fine di farsi ripagare tutto dall’assicurazione…). L’idraulico lo informa che è stato fortunato che il fuoco abbia risparmiato i suoi tubi, ma non quelli dei vicini, così il diagnosta si rende conto di aver fatto una stupidaggine.
In ospedale, Taub e Kutner si occupano di Jeff, che è legato al letto: il paziente grida, madido di sudore, e piange a causa del dolore che prova. Il nefrologo intanto entra in ufficio trovandosi di fronte la moglie del paziente, che gli chiede di stabilizzare Jeff in modo che possa morire a casa.
House informa Taub che il paziente sta per tornare a casa; Foreman, Taub, Tredici e Kutner sono interdetti. In seguito Greg giace a letto, osservando il buco del soffitto sopra la sua testa: ha pagato l’idraulico per corromperlo e mentire nella perizia. Il diagnosta è solo interessato al fatto che chi ha incassato le sue polizze per nove anni ora paghi per i danni, e insiste che non è stato lui a rompere la conduttura. Il primario poi nota l’idraulico grattarsi le parti basse, e questo gli dà un’idea che lo spinge a tornare in ospedale.
Il nefrologo incontra i colleghi; i testicoli del suo idraulico gli hanno fatto pensare all’epilessia, che può causare dolore cronico se coinvolge la parte non motoria del cervello. House spiega che le convulsioni possono interessare una parte del cervello che l’EEG non vede, come per esempio l’area del controllo dei muscoli che supportano i testicoli.
Dopo il trattamento Jeff e suo figlio passeggiano per l’atrio, mano nella mano; l’uomo spinge l’asta porta flebo che contiene i farmaci anticonvulsivanti, i quali per la prima volta da anni non gli fanno provare dolore. Osservandoli, Kutner si rivolge a Taub chiedendogli se prima avesse parlato veramente di un collega, o si riferisse a se stesso, ma Chris nega la seconda ipotesi.
Foreman entra nella sala dove Tredici è seduta e collegata ad una flebo. La donna gli chiede se è libero quella sera, ma lui nota che la flebo perde un po’ e chiede spiegazioni all’infermiera. Quest’ultima fa notare che il farmaco non ha un buon odore, mentre quello somministrato a Tredici non profuma di nulla, ed Eric si rende conto che a Tredici viene somministrato del placebo.
Cuddy è sommersa di lavoro e dagli impegni con la bambina, ma si ferma a riflettere e poi raggiunge Cameron al pronto soccorso, dove le chiede come mai si sia offerta di sostituire House nella redazione dei consuntivi. Cameron spiega che pensava questo avrebbe aiutato Greg a vedere come ci sono persone che stanno peggio di lui; Lisa allora le domanda se le piacerebbe fare il suo lavoro, ed Allison non sa proprio come reagire alla richiesta.
Il diagnosta entra nella vasca, e mette una gamba nell’acqua, poi afferra il tubo della doccia per bilanciarsi e portare l’altra gamba dentro la vasca: in quel momento si rende conto che quando sposta il suo peso sul tubo, lo carica eccessivamente. Si è proprio sbagliato, è stato lui a rompere la conduttura!
 
Musica:
“I still care for you” di Ray La Montagne.
 
Curiosità:
Si vede chiaramente che la bambina tenuta in braccio da Lisa durante l’episodio è un bambolotto.