Instagram

Sesta Stagione - Pagina 3

Venerdì 10 Dicembre 2010


6.17 - Episodio 121
Titolo Originale: My Heart Will Go On
Titolo Italiano:

Trasmissione Usa: 15 aprile 2011
Trasmissione Italia:

Scritto da : Eric C. Carmelo, Brett Matthews & Nicole Snyder
Diretto da: Philip Sgriccia

Guest Stars: Jim Beaver (Bobby Singer), Samantha Ferris (Ellen Harvelle), Sebastian Roché (Balthazar), Katie Walder (il Fato), Jill Morrison (Anne Witting), Jason Schombing (Shawn Russo), Andrew Kavadas (la prima vittima della famiglia Russo), Aaron Hughes (l‘autista del bus).

Sam e Dean sono preoccupati per Bobby che sfoga il suo dolore per la morte di Rufus nell’alcool. Sam scopre una serie di morti sospette: diverse persone appartenenti alla stessa famiglia sono morte in una città della Pennsylvania. Bobby non è interessato al caso e dice ad entrambi di lasciarlo da solo. I ragazzi, prima di andarsene sulla loro Mustang, dicono a Bobby che Ellen tornerà presto a casa da lui. Ellen rientra a casa e dice a Bobby che lei e Jo sono state occupate in una caccia: la donna lo invita a smettere di bere e Bobby borbotta qualcosa. Ellen dice che anche per questo si sono sposati. Sam e Dean si recano sulla scena della morte di una delle vittime e scoprono una piccola traccia d’oro. Non ci sono elementi sufficienti a capire cosa stia succedendo e non c’è traccia di qualche fantasma adirato. Sam continua le sue ricerche e Dean interroga un parente dell’ultima vittima, l’avvocato Shawn Russo, che si dimostra poco cordiale col ragazzo. Sam scopre, cosa che anche Ellen poi confermerà, che tutte le vittime avevano in comune la discendenza da alcune persone sopravvissute a uno sventato naufragio di una nave, il Titanic, nel 1912. I ragazzi sembrano non conoscere questa nave. Intanto, una donna, Anne Witting, sta parlando a telefono con un’amica su un viaggio di piacere a Cuba, quando le chiavi che ha in borsa spariscono per riapparire a terra, accanto alla fotocopiatrice. La donna inizia a cercarle e, dopo averle viste sul pavimento, le afferra ma una serie di circostante fortuite fanno finire la sua sciarpa tra gli ingranaggi della fotocopiatrice e finisce strangolata. Appare una biondina che depenna il suo nome dalla sua agenda che ha un segnalibro fatto d’oro puro. Ellen conferma ai ragazzi che tutte le vittime sono imparentate tra loro e discendono dai vecchi passeggeri del Titanic, scampati al naufragio grazie all’intervento di un uomo che lavorava sulla nave. Il suo nome insospettisce Sam: I.P. Freely, infatti, dalla foto allegata sul sito consultato da Sam, si rivela essere Balthazar. I due fratelli invocano l’angelo che appare loro e gli conferma di aver cambiato il corso della storia, salvando il Titanic dal naufragio, e quindi ha anche cambiato il corso del Destino: tutto ciò è avvenuto perché lui odia il film “Titanic“, Celine Dion e Billy Zane. I Winchester vorrebbero riportare le cose in ordine ma Balthazar li avvisa che, in quel caso, i discendenti dei superstiti non sarebbero mai nati e le stesse Ellen e Jo morirebbero. L’angelo è incurante anche del fatto che qualcuno o qualcosa sta uccidendo i discendenti dei superstiti del Titanic ma Balthazar non mostra interesse per la cosa e svanisce nel nulla. I ragazzi avvisano Bobby che scopre che ci sono le Parche dietro a questa storia: le tre sorelle che regolano il Destino, infatti, stanno cercando di riportare l’ordine, soprattutto Atropos. Bobby consiglia loro di costringere Balthazar ad affondare il Titanic ma i ragazzi gli dicono che, in quel caso, Ellen e Jo morirebbero. Bobby, allora, cambia idea ed invita i due fratelli ad evitare che avvenga il naufragio. Il giorno dopo, i due ragazzi tentano di parlare con Shawn Russo, che è di fatto un’altra possibile vittima, ma senza alcun risultato: l’uomo li respinge ma viene investito ed ucciso da un autobus. Sam nota una ragazza che osserva la scena dall’altra parte della strada da dietro una porta: insospettitosi, la raggiunge con Dean che tenta di far luce in quel posto buio col suo accendino che non sembra funzionare. Atropos blocca il tempo e fa sprigionare il gas dalle tubature per ucciderli, sbloccandolo proprio quando Dean riesce ad usare l’accendino: Castiel interviene per salvarli prima che entrambi restino uccisi dalla deflagrazione, portandoli in Bielorussia. L’angelo li avvisa che Atropos è adirata con loro perché hanno sventato l’Apocalisse ed alterato del tutto il corso del Destino da lei prefissato ed ora vuole ucciderli. Castiel gli dice che devono ucciderla con un’arma posseduta da Balthazar e Sam propone di usare sé stesso e Dean come esche, visto che la Parca li vuole morti. A casa di Bobby ed Ellen i due discutono di queste continue morti: Jo ha saputo di altre trenta vittime e il numero sembra aumentare. Bobby rivela ad Ellen tutta la verità: se il Titanic dovesse affondare, lei e Jo morirebbero. Intanto, i Winchester vanno in giro in cerca di Atropos, evitando qualsiasi cosa che potrebbe ucciderli, finché non si imbattono in un carico che precipita nel vuoto da un palazzo su di loro. Castiel blocca il tempo, impedendo che i due finiscano schiacciati e parla con Atropos, responsabile dell’attentato ai due ragazzi. Castiel la minaccia e la invita a lasciar perdere i Winchester ma la Parca gli dice che è divenuta inutile, dopo aver evitato l’Apocalisse, e nessuno le presta più importanza e che lui ha appoggiato la follia di Balthazar per aver le anime delle cinquantamila persone discendenti dai sopravvissuti, che altrimenti non sarebbero mani nati, dalla sua parte nella guerra scoppiata in Paradiso. Castiel sembra non negare affatto l’accaduto e continua a minacciarla di morte ma Atropos gli ricorda che ha due sorelle più potenti di lei che, in caso di necessità, ucciderebbero i Winchester. Nello stesso momento, Balthazar appare alle sue spalle pronta ad ucciderla con uno stiletto ma Castiel la blocca ed acconsente al naufragio del Titanic, ordinando a Balthazar di farlo avvenire. Il corso degli eventi viene ristabilito col suo ordine naturale e i Winchester si risvegliano nell’Impala mentre alla radio va la canzone di Celine Dion “My Heart Will Go On”, colonna sonora del film “Titanic”: i due sono increduli per aver fatto lo stesso strano sogno. Castiel appare e confessa che quello non era affatto un sogno e che ha fatto sì che ciò accadesse per dimostrargli che è importante combattere per il libero arbitrio e la propria libertà personale, visto quanto può essere crudele il fato. Solo loro ricordano l’accaduto e nessun altro ne porta memoria. I due fratelli entrano nella casa di Bobby che dorme sul divano e lo fissano tristemente, sapendo cosa ha perso (Ellen, come Jo, è morta). Dean si avvicina a lui e lo copre con una coperta amorevolmente, lasciandolo dormire.

Curiosità
Il titolo dell'episodio doveva essere "Gallows Pole" poi cambiato in "Trail of Dead", cambiato ancora in "Frontierland" ed infine in "My Heart Will Go On".
Ecco cosa c’è di diverso nel mondo alternativo in cui il ‘Titanic’ non è mai affondato: Ovviamente il film “Titanic” non è mai stato girato; Dean guida una Mustang che ha la targa originale dell’Impala: KAZ2YK; La linea di automobili Impala non è mai stata prodotta; Ellen e Jo sono vive, anche se vediamo solo Ellen; Il Singer Salvage Yard si chiama B & E Salvage; Nell’episodio della seconda stagione 2x17 “Heart” veniamo a conoscenza del fatto che Dean sceglie sempre “forbici” quando lui e Sam giocano a “carta, sasso, forbici” quindi Sam vince sempre. Qui invece Sam perde, anche se Dean sceglie sempre “forbici”; Cuba è un’isola di vacanze e la destinazione preferita dagli americani; Detroit è stata eletta la città migliore degli Stati Uniti; Wikipedia si chiama “Marconi Pages”, probabilmente in onore di Guglielmo Marconi, l’inventore della radio; Celine Dion è una cantante spiantata di piano bar da qualche parte di Quebec; Castiel trasporta Sam e Dean nella “Russia Bianca”. È un vecchio termine che definiva la Bielorussia e potrebbe essere un riferimento al fatto che la rivoluzione russa del 1917 che ha portato alla formazione dell’Unione Sovietica non è mai avvenuta.
La prima scelta di Kripke per l’auto di Dean era una Mustang del 65, come quella che si vede in questo episodio: “Quando iniziai a scrivere la serie, volevo dare ai ragazzi una macchina americana potente. La mia prima scelta ricadde su una Mustang del 65. Un mio vicino di casa mi disse invece che avrebbe dovuto essere un’Impala del 67, perché nel bagagliaio ci sta un cadavere. Mi disse, ‘Ci vuole una macchina che faccia paura quando si è fermi al semaforo rosso’”.
Quando tornò indietro nel tempo per evitare l’affondamento del Titanic, Balthazar ha utilizzato il nome falso di I. P. Freely.
Nei precedenti episodi di viaggio nel tempo 4x03 “In The Beginning” e 5x13 “The Song Remains The Same” il viaggio faceva parte di una contigua serie di eventi. Vale a dire, tornare indietro nel tempo era un qualcosa che era sempre successa e non cambiava gli eventi. In questo episodio, Balthazar dice che non ci sono più regole. Da qui deriva la sua capacità di alterare gli eventi accaduti nel passato.
Altri riferimenti al Titanic: L’episodio è andato in onda il giorno del novantanovesimo anniversario dell’affondamento del transatlantico; L’agenzia di viaggi si chiama E. J. Smith, nome del capitano del Titanic; Sam e Dean alloggiano al White Star Motel – la White Star Line era la compagnia di navigazione che possedeva il Titanic; Sam utilizza un sito somigliante a Wikipedia che si chiama “Marconi Pages”, in onore dell’inventore della radio, Guglielmo Marconi. Gli operatori radio del Titanic vennero assunti dalla sua compagnia ed ebbero un ruolo fondamentale durante le operazioni di salvataggio. Il generale inglese disse successivamente, “Coloro che sono stati salvati, lo sono stati grazie ad un uomo, il Signor Marconi e alla sua meravigliosa invenzione”.
Il sito consultato da Sam è il Marconipages.
La foto di Bobby ed Ellen che si vede più volte è realizzata sotto l’insegna dello “Scrap Yard” e ci sono anche le loro iniziali: B&E. L’insegna originale è “Singer Auto”, cambiata a causa del Destino ricreato dalle azioni di Balthazar.
La terza vittima della Parca, l’avvocato Shawn Russo, è investito da un autobus che ha un cartellone pubblicitario sul retro con una foto dell’uomo e questo slogan: “Shawn Russo - La giustizia è importante. Consulenza gratuita per ingiuria personale e morte ingiusta”.
La Parca, prima di tentare di uccidere i Winchester, ferma il tempo alle ore 10:36:14 del mattino.
L’attrice Katie Walder che in quest’episodio interpreta Atropo (la Parca) è conosciuta ai più per aver recitato nel film a tematica gay “Shelter” e per alcune apparizioni in “Gilmore Gilrs” dove ha recitato in almeno un episodio con Jared Padalecki.
Il produttore esecutivo Robert Singer, durante un’intervista rilasciata la settimana della messa in onda di questo episodio, rivelò che al posto di Ellen sarebbe in origine dovuto tornare John Winchester, ma quando venne loro in mente il personaggio di Samantha Ferris, la scelta cadde su di lei grazie alla popolarità del personaggio di Ellen. Non sapevano neanche se Jeffrey Dean Morgan sarebbe stato disponibile per il periodo delle riprese.
L'attore Billy Zane è famoso per aver interpretato Caledon 'Cal' Hockley nel colossal "Titanic" e il demone buono Drake nella settima stagione della serie tv "Charmed/Streghe".



6.18 - Episodio 122
Titolo Originale: Frontierland
Titolo Italiano:

Trasmissione Usa: 22 aprile 2011
Trasmissione Italia:

Scritto da : Andrew Dabb, Daniel Loflin & Jackson Stewart
Diretto da : Guy Norman Bee

Guest Stars: Jim Beaver (Bobby Singer), Sam Hennings (Samuel Colt), Matthew John Armstrong (Elias Finch), Scott Hylands (il giudice Tye Mortimer), April Telek (Darla), Sonya Salomaa (Rachel), Dean Wray (lo sceriffo), Gordon Michael Woolvett (il vicesceriffo), Jim Shield (il demone cowboy), Frank C. Turner (Elkins), Howard Siegel (il vecchio uomo), Stephen Bradley Jones (il demone cowboy).

Dean, Bobby e Sam, grazie ad un’intuizione di quest’ultimo, scoprono la libreria della famiglia Campbell nascosta sotto lo studio di Samuel. I tre cercano un modo per sconfiggere Eve e Bobby trova poi una citazione della Madre in un libro, dove si dice che Eve può essere bruciata con le ceneri di una fenice. Dubbioso sull’esistenza di un tale uccello mitologico, Bobby si ricrede quando Dean trova il diario di Samuel Colt che parla di un evento accaduto in data 5 marzo 1861: in quel giorno, infatti, a Sunrise (nel Wyoming), l’uomo avrebbe sparato ad una fenice che, una volta morta, aveva sprigionato delle ceneri capaci di creare un fumo denso. Dean vuole andare indietro nel tempo per recuperare quelle ceneri ed invoca Castiel per aiuto: invece di Castiel, però, arriva Rachel, un angelo fedele alla causa di Castiel che mostra sdegno per i Winchester. Poco dopo, arriva Castiel che manda via Rachel ed acconsente al piano di Dean ma con un’avvertenza: i ragazzi saranno spediti indietro al 4 marzo 1861 ed avranno solo 24 ore per sistemare tutto. Altrimenti, resteranno intrappolati nel passato. I Winchester arrivano nel passato ed assistono all’esecuzione di una condanna a morte: un certo Elias Finch avrebbe ucciso sua moglie e, per questo, è stato condannato all’impiccagione. I due, turbati dalla cosa, seguono poi lo sceriffo alla sua stazione e si presentano come degli ufficiali delle forze armate e chiedono notizie di Samuel Colt ma lo sceriffo non lo conosce e li indirizza al saloon cittadino dove c’è un vecchio avventore che sembra sapere tutto di tutti. Dean appura che la vita del vecchio West non è poi così eccezionale: c’è sporco ovunque, il whisky è pessimo e le ragazze del saloon non sono poi così sane ed avvenenti. I due scoprono dal vecchio avventore che Samuel Colt era stato a Sunrise quattro anni prima e non era più tornato. Era, attualmente, occupato a costruire una ferrovia a 20 miglia di distanza, praticamente nel nulla: i fratelli capiscono che quella ferrovia fa parte della Trappola del Diavolo che sarebbe stata situata nella parte meridionale del Wyoming nei pressi del cancello infernale. Nel pieno della discussione, una donna che lavora al saloon, Darla, tenta di sedurre Dean ma l’arrivo del giudice che aveva letto la sentenza di morte di Elias Finch pone fine alla cosa: l’uomo va al piano di sopra con la donna ma, poco dopo, si sentono le sue urla: i Winchester accorrono e trovano il giudice morto e Darla giura che è stato il fantasma di Elias Finch ad ucciderlo. Sam e Dean iniziano a pensare che il fantasma di Elias possa essere collegato alla Fenice, essendo in cerca di vendetta ai danni dei tre uomini che l’hanno condannato a morte: lo sceriffo e il suo vice e il giudice. I due decidono di dividersi: Dean assume segue il gruppo dello sceriffo per trovare ed eliminare il fantasma di Elias e Sam continua la sua ricerca per stanare Samuel Colt. Intanto, nel presente, Rachel si confronta con Castiel riguardo a cosa stia facendo circa la guerra contro Raphael, rimproverandolo poi per cosa lui sia diventato. Rachel estrae una spada per uccidere gli angeli e la punta contro Castiel non per ucciderlo ma per ferirlo. Castiel fa lo stesso e la sconfigge, dirigendosi poi a casa di Bobby e ponendo sul muro un sigillo contro gli angeli col suo stesso sangue, prima di cadere a terra collassato. Nel passato, il giorno dopo, Dean torna al saloon e cerca gente da reclutare per stanare il fantasma di Elias e lo sceriffo che è scomparso ma nessuno accetta di aiutarlo. Poco dopo, viene ritrovato il corpo bruciato dello sceriffo e il vecchio avventore del bar prende la sua stella e la pone sul petto di Dean, congratulandosi con lui. Dean va a casa del vicesceriffo e lo trova intento a preparare una valigia prima di fuggire dalla città a causa di Elias Finch. Dean gli dice che non potrà scappare per sempre e che deve affrontarlo, ponendosi come esca. Intanto, Sam trova la baracca di Samuel Colt che ha da poco ucciso due demoni che volevano costringerlo ad aprire il cancello infernale. Samuel getta dell’acqua santa su Sam, volendo accertarsi che lui sia umano e Sam gli dice subito che lui viene dal futuro e, contro lo scetticismo di Samuel, gli mostra il suo cellulare e l’uomo gli crede. Sam ha bisogno del suo aiuto per eliminare un mostro che sta cacciando, dicendogli anche che entro tre ore lui ucciderà una fenice, come appare scritto sul suo diario. Sam ha bisogno delle sue ceneri per sconfiggere Eve ma Samuel gli dice che non caccia più da tempo e che ha perso la sua pistola ma Sam sa che sta mentendo e si confronta con lui in modo serrato. Samuel ammette di avere l’arma ma che, non importa ciò che c’è scritto sul suo diario, non ucciderà la fenice. Sam capisce che dovrà farlo lui e gli chiede la Colt. Nel presente, Castiel confessa a Bobby che, a causa della sua ferita, non è in grado di riportare Sam e Dean nel tempo attuale e che l’unico modo per farlo è attingere dalla sua anima: c’è il rischio che, se Castiel toccherà la sua anima, Bobby potrà esplodere. Nel passato, Dean rinchiude il vicesceriffo in una cella e poi appare Elias che gli chiede di aprirla: Dean si rifiuta e gli lancia un chiodo di ferro che Elias afferra istintivamente, bruciandosi di conseguenza la mano. Dean gli spiega che, come mostro, è vulnerabile al ferro e, in quanto tale, non è stato in grado di togliersi le manette di ferro prima di essere impiccato. Perciò non può aprire la porta della cella che è, appunto, di ferro. Elias capisce che Dean è un cacciatore e lo affronta, dicendogli la verità: pur essendo lui una fenice, si era sposato con un’umana che amava. Un giorno, il vicesceriffo era andato a casa sua, in assenza del marito, per abusarne ed Elias, rientrato a casa, aveva tentato di difendere la moglie ma l’uomo aveva sparato ad entrambi, uccidendo lei e ferendo lui. Per evitare ripercussioni, lo sceriffo, lui stesso e il giudice avevano inscenato che l’omicidio era stato compiuto da Elias, condannandolo poi a morte. Dean è commosso dalla storia ma vuole ancora uccidere Elias che riesce a prendere una pistola da una fondina e spara al vicesceriffo attraverso le sbarre della sua cella, cercando di colpire poi anche Dean. Il ragazzo si lancia dalla finestra per sottrarsi alla traiettoria dei proiettili e, in quel momento, in strada arriva Sam che ha recuperato la Colt da Samuel. Nel futuro, Bobby stringe una cintura tra i denti e si prepara ad essere toccato nell’anima da Castiel. Sam dà l’arma a Dean che si reca con lui nella piazza della cittadina, invocando Elias per un duello all’ultimo sangue. Elias accetta e i due uomini si dispongono uno di fronte all’altro, pronti ad estrarre la pistola dalla fondina e a sparare. A mezzogiorno in punto, avviene lo scontro a fuoco: Elias manca Dean ma Dean lo colpisce con un proiettile della Colt, eliminandolo del tutto. Sam gli ricorda che il tempo a loro disposizione sta per scadere e Dean si affretta a recuperare dal corpo incenerito di Elias le sue ceneri per usarle contro Eve ma proprio in quel momento appare Castiel che riporta i Winchester nel futuro. Nel tempo presente, Dean osserva attonito una bottiglia vuota nella sua mano. Bobby e Castiel sono ancora in “convalescenza” quando suona il campanello della porta. Sam apre e si ritrova davanti un corriere che ha un pacco per lui: il ragazzo è curioso di sapere il suo contenuto visto che sul pacco c’è scritto “per sempre”. Quel pacco doveva essere consegnato a Sam Winchester in quella data precisa ed il mittente è Samuel Colt. Sam prende il pacco senza neanche firmare la ricevuta del corriere e gli chiude la porta in faccia, andando poi nello studio di Bobby per aprirlo. Bobby, Castiel e Dean lo raggiungono per vederne il contenuto: Sam apre il pacco e trova il suo cellulare sporco e rotto e un biglietto di Samuel Colt in cui gli spiega che aveva trovato l’indirizzo giusto e la data del giorno corrente grazie al suo “Thingamajig” e che crede che troverà l’oggetto custodito “utile”. Sam rovista nel pacco e trova una bottiglia di vetro piena di ceneri della fenice: Samuel Colt aveva raccolto le ceneri dell’uccello il 5 marzo del 1861, spedendole poi a Sam nel presente.

Curiosità
Questo è il primo episodio dello show dedicato al Western.
I titoli di apertura sono diversi dal solito e sono un omaggio alla serie di film Western del 1960 “Bonanza”. Scoprila nella sezione Openings per maggiori info.
La musica che si sente durante la sigla di testa assomiglia vagamente a “The Ecstasy of Gold” di Ennio Morricone, un pezzo scritto per il film di Clint Eastwood “Il Buono, il Brutto e il Cattivo”.
Per anni si è discusso di un episodio a tema western per Supernatural. Jensen ha spesso affermato che il western è il suo genere preferito e che gli piacerebbe molto comparire in un film di questo genere. Dopo aver finito le riprese di questo episodio, Jensen disse, “Ho mandato a mio padre una foto di questo episodio, e mi scrisse dicendo, ‘E’ da quando avevi sei anni che sei pronto per girare questa scena’”.
Al ComicCon 2008, sia Jensen che Jared dissero che sarebbe loro piaciuto girare un episodio western e Jensen sottolineò che lo show era già una versione moderna di un western, con Sam e Dean nei panni di due cowboy. Jared disse che non si immaginava i ragazzi con cappelli e stivali da cowboy. La stessa cosa venne detta all’inizio della quarta stagione.
Curioso il fatto che il nome dell'attore interprete del leggendario Colt, sia il medesimo del personaggio che interpreta.
La sacca di oro che i ragazzi portano con sé quando tornano indietro nel tempo è quella che avevano rubato ai draghi nell’episodio 6x12 “Like a Virgin”.
Il nome del proprietario del saloon è Elkins. Potrebbe essere un riferimento al cacciatore Daniel Elkins, il proprietario della Colt la prima volta che apparve nel 1973 nell’episodio 4x03 “In The Beginning”.
Le vicende di questo episodio si svolgono ai giorni nostri e tra il 4 e il 5 Marzo 1861.
Nell’esercito di Castiel a quanto pare ci sono molti dissidenti.
In questo episodio appare per la prima volta il luogotenente di Castiel, l’angelo Rachel.
Alla fine, Samuel Colt cercò di abbandonare la vita di cacciatore.
In questo episodio, Sam è un novizio cavallerizzo. Ma nella realtà, Jared è un cavallerizzo professionista.
Anche Samuel Colt aveva un diario, proprio come John Winchester.
Castiel disegna col suo sangue sul frigorifero di Bobby un simbolo per tenere lontani gli angeli.
La prostituta che cerca di abbordare Dean nel saloon è affetta da herpes orale.
L’uniforme del corriere che consegna a Sam il pacco di Samuel Colt nel 2011 ha il nome e il logo di un servizio postale di Sunrise, Wyoming nel 1860: Western Courier, con un corriere a cavallo.
Anche nel vecchio West, Sam e Dean vengono scambiati per una coppia gay. Si fa così riferimento alla Slash Fiction, in realtà vero fenomeno popolarissimo tra i fans della serie, in cui immaginano una relazione amorosa tra i due protagonisti e i due attori. In rete è strapieno di fan fiction, immagini e video su questo tema. Per maggiori info consulta la sezione Jared & Jensen in Love!
Veniamo a scoprire che Samuel Colt costruì la gigantesca Trappola del Diavolo con i binari del treno (vista nella season finale della seconda stagione 2x22 “All Hell Breaks Loose” Pt. 2), nel 1861.
Problemi di rendimento dall’inglese all’italiano: quando Dean dice questa battuta: “Forse devi andare a cercarlo e fare la storia. Io starò qui, andrò al raduno del gruppo di ricerca. Perché mi conosci. Io sono una calamita per i raduni. Cioè, io amo i raduni. Potrei scriverlo su una maglietta”, in inglese usa la parola “posse” per “raduni”, la cui pronuncia è molto simile a “pussy” (f**a). Ecco spiegata quindi la reazione di Sam (“Hai finito?”).
L’attore che ha interpretato Elias Finch, Matthew John Armstrong ha interpretato anche Ted Sprague, “L’uomo Radioattivo” nel telefilm “Heroes”, nel quale dava fuoco a diversi oggetti.
Questo episodio è stato girato prima e sarebbe dovuto essere trasmesso prima dell’episodio 6x17 “My Heart Will Go On”, ma venne posticipato a causa della quantità di post-produzione richiesta. Questo spiega perché Sam e Dean non sono preoccupati delle conseguenze della ramificazione dei viaggi nel tempo dopo quanto successo con il Titanic.



6.19 - Episodio 123
Titolo Originale: Mommy Dearest
Titolo Italiano:


Trasmissione Usa: 29 aprile 2011
Trasmissione Italia:

Scritto da: Adam Glass
Diretto da: John Showalter

Guest Stars:Jim Beaver (Bobby Singer), Samantha Smith (Mary Winchester), Julia Maxwell (Eve), Amber Benson (Lenore), Chad Rook (Marshall Todd), Nathan Witte (Ed Bright), Jason Cermak (George), Ivan Wanis - Ruiz (vittima), Valerie McNicol (l’infermiera del dottor Silver), Travis Turner (Joe), Griffin Parsons (Ryan), James Upton (lo zio Silver).

Ed Bright e il suo amico Marshall Todd stanno uscendo da un bar a Grants Pass (Oregon), quando Eve gli si avvicina ed inizia a flirtare con entrambi. Alla fine, Eve tocca Ed e lo contagia, prima di entrare nel bar e contagiare gran parte dei presenti, tramutandoli in mostri ibridi. Alla fine, mentre si scatena una strage nel bar, Eve osserva la scena sorseggiando una bevanda. Intanto, a casa di Bobby, Dean prepara dei proiettili speciali, imbottiti con le ceneri della Fenice, da usare contro Eve ma né lui né Bobby e Sam hanno idea di dove sia la Madre. Dean invoca Castiel che appare e torna poco dopo con qualcuno che può aiutarli: è la vampira Lenore con cui i Wnchester si erano confrontati anni prima. Lenore dice che Eve ha distrutto il suo covo e continua a parlare telepaticamente nella mente sua e dei suoi simili, istigandoli ad uccidere, cosa che lei, pur non volendo, ha fatto poco prima. La vampira è restia a rivelare agli altri la posizione di Eve, ben sapendo che la Madre ascolta e vede ogni cosa. Alla fine, Lenore dice la verità sulla posizione di Eve e chiede loro un solo favore: essere uccisa per evitare di uccidere a sua volta. I Winchester non vorrebbero farlo ma Castiel la uccide senza nessuna remora. Bobby, Sam e Dean arrivano a Grants Pass e Castiel scopre di non poter usare i suoi poteri in quella città a causa delle interferenze di Eve. Bobby si infiltra nella rete telematica della Polizia locale e scopre che un certo dottor Silver ha segnalato al Centro delle Malattie lo strano caso di un ragazzo, Ed Bright. Dean e Castiel si recano allo studio del dottore ma nella veranda all’ingresso trovano il corpo decomposto di Ed Bright. Andando poi a casa del ragazzo, si scopre che è ancora vivo o così sembra: infatti, Dean e Sam, giunti sul posto, lo intravedono da una finestra e decidono di entrare in casa, scoprendo una serie di cadaveri sul pavimento e tutti con l’aspetto di Ed Bright. Solo un occupante della casa è ancora vivo e si scopre essere l’amico di Ed, Marshall Todd, che ha lo stesso aspetto di Ed: i Winchester pensano ad un palese caso di metafora e chiedono a Marshall di raccontargli tutto: lui sa di essere uguale a Ed e gli dice, rispondendo di volta in volta alle loro domande, di aver incontrato con l’amico una strana ragazza nel bar in città. Giunti al bar, il gruppetto composto dai Winchester, Castiel e Bobby scopre una serie di cadaveri al suo interno: presentano le zanne dei vampiri ma hanno anche il pungiglione tipico degli spettri. Bobby ipotizza che sono stati tramutati in ibridi, ribattezzati da Dean “Jefferson Starship” perché duri da uccidere, e che sono poi morti per una specie di febbre che li ha uccisi in poco tempo. Mentre fanno i rilievi del caso, arrivano dei falsi poliziotti che li arrestano tutti tranne Dean che si nasconde. Alla centrale di Polizia, Sam capisce che tutti i poliziotti sono stati contagiati da Eve e riesce a liberarsi insieme agli altri e a lasciarne uno in vita per interrogarlo. In una cella poi scopre due ragazzini, Joe e Ryan, i figli del dottor Silver che sono tenuti in vita per essere il cibo dei poliziotti contagiati. Intanto, l’arrivo di Dean alla centrale di Polizia scatena un po’ di tensione con Castiel: Dean vuole portare i ragazzini da un loro zio a Meritt ma Castiel vorrebbe dedicarsi all’eliminazione di Eve. Alla fine, Dean accompagna con Sam i due ragazzini dallo zio, mentre Bobby e Castiel tentano di far parlare lo sceriffo. Solo le torture atroci di Castiel lo fanno capitolare e l’angelo ottiene l’esatta locazione di Eve. I quattro si recano all’Ervin’s Diner in città e si dividono: Bobby e Castiel aspettano fuori, mentre Sam e Dean vi entrano e vengono subito circondati, disarmati e bloccati dai mostri di Eve che si rivela essere una delle cameriere del posto. Eve spiega loro che è arrivata sulla Terra perché molte sue creature, compresi gli Alpha, stanno sparendo. A lei andava bene che ci fossero dei cacciatori per cacciarle: era nell’ordine naturale delle cose. Ora, invece, la situazione è degenerata e lei è intervenuta per salvare i suoi figli. Per rendere più credibili le sue parole, Eve assume l’aspetto della loro madre, Mary Winchester. Eve rivela anche che è Crowley l’autore di questa strage dei suoi figli ma Dean le dice che il demone è morto da mesi. Eve lo smentisce e spiega a lui e a Sam che Crowley, oltre a volere il Purgatorio, vuole acquisire il maggior numero di anime per trarne energia, cosa che lo renderebbe molto forte. Perciò, lei ha intenzione di contagiare tutti gli abitanti della Terra per far sì che tutte le anime siano sue e non di Crowley. Alla poca convinzione dei Winchester su questo suo piano, Eve spiega che ha usato quella città come banco di prova: la Madre sa che alcune trasformazioni sono state fallimentari ma ha anche trovato il modo per rendere il suo contagio efficace e non percettibile anche alle creature soprannaturali come Castiel. Infatti, Eve ha contagiato il piccolo Ryan Silver che, intanto, ha già ucciso lo zio e il fratello, tramutandoli in mostri. I seguaci di Eve portano nella locanda anche Bobby e Castiel e spiega all’angelo che lei è più vecchia e forte di lui ed è per questo che è privo di poteri. Eve offre ai Winchester la possibilità di lavorare per lei e di salvarsi, a patto che le sia consegnato Crowley: Dean si rifiuta di lavorare per un mostro e le dice che preferisce essere morso. Eve lo fa ma, poco dopo, inizia a tossire: Dean le rivela che il suo sangue è contaminato dalle ceneri della Fenice che aveva disciolto nel suo whiskey. Eve è sopraffatta e sconfitta rapidamente e le sue creature tentano di uccidere il gruppetto ma Castiel, recuperati i suoi poteri, li uccide tutti. Castiel teletrasporta tutti a casa dello zio di Joe e Ryan, trovando però i cadaveri dei ragazzini e del loro zio: Sam trova tracce di zolfo e si capisce che dei demoni li hanno uccisi. Se i demoni hanno fatto ciò, è stato per ordine di qualcuno. In quel momento, Bobby, Sam e un riluttante Dean iniziano a pensare che forse Crowley potrebbe essere davvero vivo e che Castiel non è stato in grado di ucciderlo. Castiel promette loro di indagare e si teletrasporta di nuova alla locanda: mentre osserva i cadaveri sul pavimento, appare Crowley che gli dice che ormai la situazione sta diventando ridicola, visto che lui è costretto sempre a sistemare i pasticci combinati dall’angelo.

Curiosità:
Nel previosuly dell’episodio, vengono mostrati flashbacks di Karla, dall’episodio della quinta stagione 5x11 “Sam, Interrupted” e di Eli, un vampiro dell’episodio della seconda stagione 2x03 “Bloodlust”.
Il primo Jefferson Starship che i ragazzi incontrano è un ibrido tra una wraith e un vampiro.
In questo episodio riappare Amber Benson interprete della vampira Lenore, Sam e Dean la incontrarono per la prima volta nell’episodio della seconda stagione 2x03 “Bloodlust”.
Lenore: “Mi ricordo, il vostro amico cacciatore mi ha quasi uccisa" - Si riferisce al cacciatore era Gordon Walker.
Bobby: “Ho chiesto un computer” -  Sam: “E’ un computer” - Bobby: “No, un computer ha i tasti” - Bobby sta utilizzando un iPad della Apple.
Quando Marshall dice a Sam e Dean di aver incontrato Eva, dice che era una “ragazza vestita di bianco”. Anche se le due cose non sono correlate, il mostro dell’episodio pilota di Supernatural era Constance Welch, una vestita di “Donna in Bianco”.
Nell’episodio 6x07 “Family Matters”, Mark Sheppard chiese di non essere inserito nei titoli di testa per far sì che il suo ritorno fosse una sorpresa. La cosa viene ripetuta in questo episodio. Durante le riprese, alcuni paparazzi scattarono una foto dell’attore mentre prendeva un aereo per Vancouver, ma tramite il suo account Twitter, Sheppard negò, dicendo che non tornava in città per Supernatural. Finite le riprese, twitterò: “Sono stato fotografato durante le riprese del 20esimo episodio. Credetemi, nessuno sapeva del 19esimo”.
L’Impala compare solo in un’inquadratura, fuori dalla casa di Bobby, appena prima che Castiel torni con Lenore.
La targhetta sull’uniforme da cameriera di Eva riporta il nome “Angela”.
Il bar dal quale Marshall e Ed escono nel teaser si chiama ‘8th Street Sports Lounge’.
Marshall e Ed indossano magliette dei Bruisers. Quella di Ed ha inciso il numero 21.
Sulla patente di Ed, si legge il suo nome completo: Edward Bright; È alto 5’10” e pesa 185 libbre, È nato il 16 Dicembre 1985, La patente scadrà il 5 Giugno 2014.
La patente di Marshall Todd riporta la sua data di nascita: 14 Luglio 1984; Come Ed, è alto 5’10” e pesa 185 libbre.
Quando Bobby cerca notizie sospette, trova un articolo il cui titolo recita: “Scoperta Operazione del Laboratorio Meth” e il sottotitolo: “La squadra locale porta a casa il trofeo”. Successivamente, cerca notizie sul sito del Centro Controllo Malattie e l’articolo riportato sul sito a proposito di Ed recita: “I dottori scoprono una rara malattia in un paziente altrimenti sano”. Il dottore descrive i sintomi di Ed come: “Tipici dell’inizio di un’influenza. Dopo un giorno, la pelle del paziente si è trasformata in quella che può essere definita solo gelatina”.
Il ristorante in cui Sam e Dean incontrano Eva si chiama ‘Ervin’s Diner’ e si trova al numero 25 di Buckley Street. Al suo interno, una scritta sul muro recita: “Grants Pass, it’s the Climate”.
Sam al ristornate mangia un’insalata.
Eve rivela a Sam e Dean che Crowley è ancora vivo.
Roman Podhora, che interpreta lo sceriffo, è apparso anche nell’episodio della seconda stagione 2x12 “Nightshifter” nel ruolo di luogotenente.
Dopo aver incontrato lo sceriffo fuori dalla casa del dottor Silver, Sam e Bobby passano davanti ad una Mazda 3 con targa del Kansas. La targa della loro auto è BKN6PS o 6P5.
Il liquido che fuoriesce dalla faccia di Eva quando muore è lo stesso liquido che esce dalla faccia di Bobby quando il verme Khan che lo possiede nell’episodio 6x16 “And Then There Were None” muore.



6.20 - Episodio 124

Titolo Originale: The Man Who Would Be King
Titolo Italiano:


Trasmissione Usa: 6 maggio 2011
Trasmissione Italia:

Scritto da: Ben Edlund
Diretto da: Ben Edlund

Guest Stars: Jim Beaver (Bobby Singer), Mark Sheppard (Crowley), Demore Barnes (Raphael), John Tench (Ellsworth), Michael Bardach (l‘anima che prende il numeretto in attesa del suo turno all‘Inferno), Sonya Salomaa (Rachel), Sandy Wayne Robson (Redd), Revard Dufresne (demone).

Castiel prega Dio per avere una direzione da seguire. Egli ricorda la creazione dell’uomo, la torre di Babele, Sodoma e Gomorra ma la cosa che più lo emoziona è la consapevolezza di aver evitato l’Apocalisse coi Winchester e Bobby, decretando la possibilità di scegliere e l’uso del libero arbitrio. Ora, però, l’angelo è confuso: non sa se la strada che ha scelto volontariamente di seguire sia quella giusta o meno e, per rendere le cose più chiare, si confessa totalmente al Signore. Dopo, la scena si sposta su Dean che guida l’Impala: al suo fianco, poi, appare Castiel che gli chiede come sta. Dean gli dice che stanno cercando un modo per uccidere Crowley e che Sam è impegnato in una caccia a un Djinn ad Omaha. Castiel finge stupore per il fatto che Crowley sia ancora vivo e dice a Dean che lo aiuterà e lo stesso Dean gli chiede di contattarlo in caso di necessità. Dopo essere svanito dall’auto, Castiel riappare nel covo di Crowley intento a sezionare il corpo senza vita di Eve e scopre che il suo cervello è in grado di condizionare ancora le sue creature, come testimonia le torture fisiche inflitte a un mostro che soffre a distanza. Inoltre, il corpo morto di Eve produce ancora uova di altre sue creature. Crowley prova disappunto perché Castiel continua a frequentare i Winchester e a preoccuparsi per loro, invece di lasciarli perdere e dargli il modo di poterli uccidere: infatti, Eve era l‘unica a poter aprire il Purgatorio e i Winchester l‘hanno uccisa. Castiel appare irremovibile e ammette di essere legato ai fratelli, minacciando poi il demone: se oserà torcere un solo capello ai Winchester, lo ucciderà. Castiel ammette anche che ha imparato molto dai Winchester durante la lotta per fermare l’Apocalisse: lui stesso era stato riportato in vita da Dio, dopo essere stato ucciso da Lucifero, aveva resuscitato Bobby, guarito Dean e salvato Sam dalla gabbia infernale e, per il suo orgoglio, non si era reso conto che c’era qualcosa che non andava in Sam. Tuttavia, il fatto che Crowley voglia ancora uccidere i Winchester, spinge l’angelo a chiarire un concetto importante: entrambi possono essere esposti ad un martirio eterno, morendo più volte ed incessantemente, visto ciò che stanno facendo. Intanto, Dean discute con Bobby e Sam su cosa fare: ha mentito a Castiel sul fatto che Sam stesse cacciando un mostro e non vuole credere che lui sia in combutta con Crowley, cosa che invece Sam e Bobby iniziano a credere. Infatti, Bobby interroga un ex cacciatore posseduto da un demone riguardo a Crowley e scopre che c’è uno smistatore demoniaco di nome Ellsworth che è una specie di controparte sullo stile di Bobby: è lui che dispensa i mostri a Crowley per reclutare più anime ed acquisire quindi più potere da costoro. Dean, Sam e Bobby, parlando ancora di Castiel, ipotizzano diverse cose e Dean dice che è come se “Superman fosse passato al lato oscuro”: i tre sono spiati da un Castiel invisibile che, saputo di Ellsworth, si reca da lui per ucciderlo insieme ai suoi demoni lacché, prima che sia trovato ed interrogato su Crowley dagli altri. Castiel ripulisce il covo del demone smistatore, evitando quindi che si scopra qualsiasi traccia del suo passaggio. L’angelo ricorda di quando, dopo aver bloccato l’Apocalisse, era tornato in Paradiso per annunciare la libertà acquistata anche agli altri angeli, del tutto ignari del concetto di libertà, invitandoli ad essere realmente liberi di fare ciò che volessero ma gli angeli non erano stati in grado di farlo, come aveva testimoniato la stessa Rachel, un altro angelo. Tuttavia, l’angelo Raphael aveva convocato Castiel al suo cospetto per costringerlo a piegarsi al suo volere, come nuovo capo del Paradiso ed accettare il fatto che avrebbe liberato Lucifero e Michael dalla gabbia per riprendere l’Apocalisse sulla Terra. Al rifiuto di Castiel Raphael aveva risposto con una forte dose di violenza, ferendolo fisicamente. Intanto, alcuni demoni sicari di Crowley tentano di uccidere Dean, Sam e Bobby al covo di Ellsworth e Castiel appare e li salva, dopo un iniziale ritrosia a mostrarsi ai tre (Sam lo aveva invocato precedentemente ma senza risultato). Il salvataggio in extremis di Castiel spinge i tre a credere alla buona fede dell’angelo che, però, si tradisce con le parole, dicendo che li perdona per averlo considerato un Superman passato al lato oscuro e che possono deporre la loro criptonite. Dean capisce che Castiel li stava spiando. L’angelo svanisce e si reca da Crowley, furioso per il fatto che ha mandato dei sicari contro i suoi amici. Crowley gli ricorda di come essi abbiano iniziato la loro collaborazione: Castiel era andato da Dean, dopo aver bloccato l’Apocalisse, per chiedergli aiuto per affrontare Raphael ma Crowley lo aveva intercettato e invitato a parlare con lui. Castiel si era ritrovato col demone all’Inferno che gli aveva avanzato una proposta: dividersi le anime del Purgatorio per poter affrontare e battere Raphael e permettere a Crowley di assumere il comando dell’Inferno in assenza di Lucifero. Per rendere l’offerta più interessante, aveva anche offerto 50000 anime a Castiel prese proprio dall’Inferno: l’angelo, alla fine, aveva accettato questo patto. Intanto, Dean rievoca Castiel che riappare dinanzi a lui, Sam e Bobby sempre nel covo di Ellsworth. Sam gli dice che ha trovato un modo per stanare Crowley e, mentre Castiel avanza verso di lui per saperne di più, si ritrova bloccato in un cerchio di olio santo infuocato: è una trappola ordita dai tre per sapere la verità. Castiel ammette di collaborare con Crowley per ottenere molte anime in modo da vincere la sua guerra contro Raphael e di aver salvato Sam dalla gabbia infernale ma nega le accuse del ragazzo sul fatto che lui lo abbia volutamente salvato senza anima. Nessuno dei presenti, però, sembra credergli. Castiel dice di aver agito così per Dean, visto che non aveva potuto contare su di lui, ma Dean gli rinfaccia che per lui c’era sempre stato e, in effetti, era stato Crowley ad attirare a sé l’angelo, impedendogli di contattare Dean con la sua allettante offerta. Poco dopo, arriva un gruppo di demoni nel covo e Castiel riesce a far fuggire i tre. C’è anche Crowley che libera l’angelo dal cerchio infuocato. In seguito, nonostante i simboli antiangelo messi da Bobby sulla sua casa, Castiel riesce ad avvicinarsi a Dean e a dirgli che tutto ciò che sta facendo lo fa in base al libero arbitrio ma Dean gli dice che lavorare con Crowley è sbagliato e, se tenterà di aprire la porta del Purgatorio, lo fermerà. Castiel gli ricorda che non può farlo, visto che lui è molto potente ma Dean afferma di aver affrontato anche “pesci più grossi” in passato. Infine, Castiel invoca ancora Dio per avere un Suo segno e capire se sta facendo, o meno, la cosa giusta. Nessun segno divino si palesa dinanzi a lui e Castiel decide di proseguire con ciò che ha deciso di dover fare per salvare la sua causa.

Curiosità
L’intero episodio si configura come un monologo-confessione, arricchito da significativi flashback, fatto da Castiel nei confronti di Dio per chiedere un suo segno che non gli sarà concesso – quindi Cass fa anche da voiceover all’intera puntata, nel teaser parla quasi con lo spettatore, guardando dritto la camera.
Castiel ci racconta l’intera sua esistenza attraverso aventi biblici fino ad arrivare alla sua morte per mano di Lucifero nella 5x22 “Swan Song”; inoltre vediamo il suo Paradiso…come ci è stato detto, ognuno genera il proprio regno dei Cieli.
Le immagini iniziali bibliche sarebbero tratte dal film muto del 1916 “Intolerance" di D.W. Griffith, il regista di "La Nascita di una Nazione".
Scopriamo che è stato Castiel a salvare Sam dall’Inferno alla fine della Quinta stagione, scopriamo anche il perché alla fine di 5x22 “Swan Song” il lampione si spense, perchè all’arrivo di un angelo, in questo caso Castiel i sistemi elettrici vanno in corto circuito.
Castiel riesce a rendersi invisibile a Sam e Dean, ascoltando però tutti i loro discorsi.
Alla fine del promo rilasciato dalla CW, si vede una scena in cui Castiel, dice presumibilmente a Raphael la frase “Stop Me”, battuta poi effettivamente non presente nella puntata.
Crowley disseziona il corpo di Eve nel suo laboratorio.
Leggendo un po' in giro sui siti anglofoni, abbiamo notato un errore nei sottotitoli Italiani. Quando Castiel parla agli altri angeli del Libero Arbitrio e loro non lo capiscono, stando ai sottotitoli dicono: "Sapendo quello che so ora avrei detto loro: il Libero Arbitrio è una corda e Dio vuole che vi ci aggrappiate forte". - Invece, la traduzione corretta della frase originale dovrebbe essere: "Free Will is a length of rope and God wants you to hang yourself with it", che invece andrebbe tradotto con un molto più amaro e disilluso: "Il Libero Arbitrio è un pezzo di corda, e Dio vuole che vi ci impicchiate".
Crowley: “Fine. Then I know of a some big, bold patriarch that I can take off the fence“ - Veniamo a conoscenza del fatto che Crowley ha tirato fuori nonno Samuel dall'Inferno.



6.21 - Episodio 125

Titolo Originale: Let It Bleed pt.1
Titolo Italiano:


Trasmissione Usa: 20 maggio 2011
Trasmissione Italia:

Scritto da: Sera Gamble
Diretto da: John Showalter

Guest Stars: Jim Beaver (Bobby Singer), Cindy Sampson (Lisa Braeden), Nicholas Elia (Ben Braeden), Mark Sheppard (Crowley), Sebastian Roché (Balthazar), Kim Johnston Ulrich (dottoressa Visyak), Peter Ciuffa (H. P. Lovecraft), Panou (il dottor Matt, fidanzato di Lisa), Anthony Holland (Westborough, il figlio della cameriera), Adam Greydon Reid (Judah, il collezionista di H. P. Lovecraft), Ian Butcher (il demone catturato che tenta di uccidere Dean).

Partendo direttamente dagli eventi conclusivi del precedente episodio (dopo un flashback dedicato a H.P. Lovecraft e alla sera della sua morte per mano di un essere misterioso), i Winchester sono a casa di Bobby che li avvisa della sparizione della sua copia del diario di Moishe Campbell; i sospetti cadono subito su Castiel che voleva sottrarre loro qualsiasi elemento utile per scoprire come evitare l’apertura della porta del Purgatorio. Per fortuna, Bobby aveva già fatto una copia di quel diario dal quale si apprende che l’autore di horror H.P. Lovecraft aveva una certa ossessione per l’apertura di portali dimensionali. Mentre discutono su come agire, Dean riceve una chiamata da Ben: dei demoni hanno fatto irruzione in casa sua, ucciso il fidanzato di sua madre Lisa, rapito quest’ultima e ora minacciano di fare lo stesso con lui che è in camera sua. Dean gli consiglia di scappare dalla finestra ma è troppo tardi: il ragazzino viene catturato e Crowley prende il suo telefono per parlare con Dean. Infatti, i due resteranno nelle sue mani vivi per il tempo necessario all’apertura del Purgatorio e moriranno nel caso in cui lui non si faccia da parte. Sam e Dean decidono di invocare Balthazar che appare subito dopo: i due fratelli lo informano sull’alleanza tra Castiel e Crowley e l’angelo finge di esserne al corrente ma appare stupito. Dean gli chiede aiuto per Lisa e Ben ma l’angelo svanisce prima di fargli qualsiasi promessa. Intanto, Bobby si reca a casa di Judah, un accanito fan di Lovecraft che ha una preziosa collezione di alcune sue lettere. Il ragazzo gli chiede se è un collega dell’altro giornalista di horror che era passato a casa sua e Bobby capisce che Castiel lo ha preceduto. Judah gli racconta, per sua richiesta, cosa accadde a casa di Lovecraft la sera del 10 marzo 1937, rivelandogli che nel corso di una cena con pochi invitati fu fatto un rituale per aprire un portale dimensionale. Apparentemente, non accadde nulla ma tutti i commensali morirono o sparirono nel corso di un anno. Solo uno sopravvisse, ovvero il figlio della cameriera che all’epoca aveva 9 anni e che, da quella sera, vive in un manicomio. Intanto, Dean tortura una serie di demoni per scoprire dove si nasconda Crowley ma senza risultato. Sam cerca di invocare Castiel per aiuto ma non ottiene risposta. Un demone riesce a liberarsi dalla trappola di Dean e tenta di ucciderlo ma Castiel lo elimina, apprendendo proprio allora del rapimento di Lisa e Ben. L’angelo affronta Crowley per sapere dove li tenga prigionieri ma non ha risposta. Dopo, è costretto a rispondere a una “chiamata angelica” di Balthazar che lo invoca in un bosco per chiedergli spiegazioni in merito alla sua alleanza col demone e al fatto che, se dovesse davvero assorbire tutte le anime del Purgatorio, diverrebbe un pericolosissimo reattore nucleare che, alla sua esplosione, distruggerebbe una parte della Terra. Castiel non si scompone per nulla e gli chiede la sua lealtà. Balthazar, almeno in apparenza, gliela conferma. Bobby si reca nel manicomio dove è rinchiuso Westborough e scopre che Castiel lo ha nuovamente preceduto ma l’anziano uomo non ha creduto alla sua identità. Bobby apprende tutto di ciò che accadde la sera del 10 marzo del 1937 e l’anziano gli conferma che il portale fu aperto e che il rituale aveva funzionato. Solo lui si accorse dell’uscita da esso di un’entità invisibile che si impossessò di sua madre che Eleanor, da quel momento, cambiò totalmente atteggiamento prima di svanire nel nulla. Poi, gli mostra una sua vecchia foto con lei del 1935 e Bobby resta sconcertato nel vedere chi fosse sua madre. Bobby si reca poi dalla dottoressa Ellie Visyak, raggiungendola in uno dei suoi nascondigli e affrontandola senza mezzi termini: è lei la donna vista nella foto di Westborough ed è chiaro che è sempre lei l’entità uscita dal portale che ha poi posseduto la madre dell’anziano. Ellie conferma tutto e nega però di aver ucciso Lovecraft, specificando di avere circa 900 anni e di essere sulla Terra in buona fede: sono 75 anni, infatti, che tenta di tenere chiusa la porta del Purgatorio. Bobby, dopo lo sconcerto iniziale e la delusione per il fatto che lei non gli abbia mai detto nulla, nonostante ciò che c’era stato tra di loro, le offre aiuto e protezione, visto che Castiel è sulle sue tracce per scoprire come aprire il Purgatorio. Ellie rifiuta, dicendo di essere in grado di badare a sé stessa e sottolineando il fatto che Bobby sia solo un uomo. A casa di Bobby, intanto, Balthazar appare ai Winchester e accetta di aiutarli, offrendo loro l’indirizzo del posto in cui Lisa e Ben sono tenuti prigionieri ma precisando di non poter andare lì, visto che ci sono simboli messi a protezione degli angeli ovunque. Balthazar agisce solo per un suo tornaconto personale, volendo evitare lo sfacelo di Castiel e della Terra. I Winchester, dopo una breve esitazione, si dirigono sul posto e fanno irruzione: Sam è tramortito ed imprigionato in una stanza da due demoni, mentre Dean riesce ad affrontarne altri e a raggiungere Ben e Lisa, liberandoli. Lisa, però, è posseduta da un demone e blocca Dean, minacciando di uccidere Ben e rinfacciandogli il fatto che lui non sia suo figlio, criticando la sua vita, parlando male di Ben e di quanto lui sia un peso per sua madre. Dean riesce a buttarle dell’acqua santa addosso e Ben si allontana da lei. Mentre inizia l’esorcismo, il demone che possiede Lisa si pugnala allo stomaco, riducendola in fin di vita. Dean finisce il rito e si reca con Ben e la donna verso l’uscita, non prima di aver insegnato a Ben a sparare ai demoni e di essersi ricongiunto con Sam, dopo averlo liberato dalla stanza dov’era rinchiuso. I Winchester portano subito Lisa in ospedale che appare subito in gravi condizioni: mentre Dean è con Ben al suo capezzale, si scusa col ragazzino che se ne va senza dire nulla. Castiel appare nella stanza e salva la vita di Lisa ed esaudisce un desiderio di Dean: cancellare tutti i ricordi che Lisa e Ben hanno di lui per permettergli di vivere in pace. Nonostante l’aiuto ricevuto, Dean avvisa Castiel che non è cambiato nulla e che gli impedirà di aprire quel portale. Dean si reca poi da Lisa e Ben, accertandosi del fatto che entrambi non abbiano ricordo di lui e spacciandosi per il tipo che ha causato l’incidente stradale che ha mandato Lisa in ospedale; Lisa e Ben accettano le sue scuse e Dean lascia l’ospedale col cuore a pezzi. Sam lo rimprovera per questa sua drastica decisione ma Dean non vuole più sentirne parlare. Intanto, Ellie lascia il suo nascondiglio ma, prima di salire in auto, Castiel appare e la porta via con sé.

Curiosità:
Questa è la prima parte del finale di stagione di Supernatural (Season Finale).
Questa prima parte di season finale è Dean centrica.
L'episodio cambia titolo da "The Haunter of the Dark" a "Let It Bleed".
Kripke durante il 'PaleyFest 2011' parlando della season finale disse che in origine avrebbe voluto che fosse stata come un film ma, la mitologia era così tanta che alla fine hanno optato per due episodi distinti.
H.P.Lovecraft è un importante scrittore di horror di Providence, Rhode Island, morto nel 1937 all’età di 46 anni. È conosciuto soprattutto per la creazione dei miti di ‘Cthulhu’ e del ‘Necronomicon’.
Nell’episodio, vediamo H.P.Lovecraft scrivere con una macchina da scrivere. Era una tecnica in uso fino al tardo ventesimo secolo, e veniva utilizzata per scrivere su carta prima dell’avvento dei computer.
Nell’ufficio di Judah si vede un poster di H.P.Lovecraft che ricorda molto il poster di Barack Obama, “Hope”, per la campagna presidenziale del 2008.
Tra i romanzi di H.P.Lovecraft mostrati nell’episodio, si vede quello dal titolo “The Haunter of the Dark”. Questo era anche il titolo originario dei due episodi che compongono il finale della Sesta Stagione di Supernatural.
Questo episodio è stato trasmesso insieme alla season finale 6x22 “The Man Who Knew Too Much” a causa della messa in onda della series finale di 'Smallville' il 13 Maggio 2011.
Castiel farebbe qualsiasi cosa per Dean, incluso cancellare i ricordi di Lisa e Ben, ma non è disposto a rinunciare al suo piano.
Balthazar diventa un agente doppiogiochista per i Winchester.
La dottoressa Visyak è in realtà una creatura del Purgatorio, uscita il 15 Marzo del 1937 quando lo scrittore H.P.Lovecraft e i suoi amici fecero il rituale per l'apertura delle altre dimensioni.




6.22 - Episodio 126
Titolo Originale: The Man Who Knew Too Much pt.2
Titolo Italiano:

Trasmissione Usa: 20 maggio 2011
Trasmissione Italia:

Scritto da: Eric Kripke
Diretto da: Robert Singer

Guest Stars: Jim Beaver (Bobby Singer), Sebastian Roché (Balthazar), Lanette Ware (Raphael), Mark Sheppard (Crowley), Kim Johnston Ulrich (dottoressa Visyak), Erica Cerra (Robin la barista), Matthew Maccaull (il demone dagli occhi rossi).

Sam si sveglia su una panchina per insistenza di due poliziotti e, dopo averli tramortiti, fugge e arriva in un vicolo di una città che non conosce, entrando in un bar. La barista Robin gli dice che sta per chiudere ma Sam la prega di lasciarlo lì per un po’ e la ragazza capisce che sta scappando dalla Polizia che, in effetti, lo cerca proprio lì fuori. Solo dopo, si apprende che Sam è completamente privo di memoria. Sam non ricorda neanche il suo nome e Robin vorrebbe portarlo in ospedale; all’ennesimo rifiuto del ragazzo, si rassegna. Sam vede, tra i libri in uno scaffale del bar, un’opera del maestro dell’horror Lovecraft, “The Haunter of the Dark”, e ha dei flashback di lui, Dean, Bobby e Balthazar che ne parlano. Il ragazzo non sa chi siano costoro ma sente di dover fermare qualcosa di molto importante. Dopo aver consultato il computer di Robin, riesce a ricordare di aver alloggiato al motel “The Nite Owl” e ci si reca con lei subito dopo, scoprendo di avere una stanza che sembra più un covo. Robin trova diverse false identità di Sam e si spaventa; intanto, Sam legge un articolo di giornale appeso alla parete sulla scomparsa della dottoressa Eleanor Visyak e ha un altro flash mentale. In esso, è insieme a Bobby e Dean quando trovano la dottoressa morente accanto ad un cassonetto dei rifiuti; Ellie rivela loro che ha dovuto confessare come si apre la porta del Purgatorio, morendo subito dopo aver detto anche di come e quando avverrà il rituale: il giorno seguente con l‘eclissi di luna e con un rituale che prevede l‘uso del sangue di una vergine e di una creatura proveniente dal Purgatorio, proprio come lei. Castiel appare al gruppetto e dice che non era sua intenzione ucciderla (cosa che appare fatta da Crowley) e Dean non gli crede. Castiel lo avvisa che aiuterà Sam se loro smetteranno di ostacolarlo, toccando subito dopo la testa di Sam che sviene. Dopo aver avuto una sorta di collasso successivo a questo flash, Sam ricorda il suo vero nome e Robin appare sempre più spaventata. Sam ricorda anche l’indirizzo di Bobby e decide di andarci, scoprendo di avere anche un’auto da una chiave su un mobiletto. Arrivato nel parcheggio del motel, l’istinto lo guida verso l’Impala ma Robin decide di non seguirlo, consigliandogli di non andare in quel posto visto che ciò che scoprirà sul suo conto potrebbe non piacergli ma Sam, prima di separarsi da lei, sente un rumore e riesce a buttarsi a terra, evitando i proiettili sparati da uno che sembra proprio lui. I due iniziano il viaggio in auto, mentre a casa di Bobby appare il corpo di Sam ridotto in uno stato comatoso: Castiel ha abbattuto il muro eretto nella sua mente da Morte, liberando quindi tutti i suoi ricordi dell’Inferno. Bobby e Dean discutono su come agire e sanno che non possono perdere tempo e, poco dopo, appare Balthazar che gli consegna l’indirizzo del covo di Crowley ma non andrà lì perché ha appena tradito Castiel. Bobby e Dean si recano sul posto, lasciando l’indirizzo accanto a Sam, nel caso in cui si dovesse svegliare, per poterli raggiungere. Nella mente di Sam, intanto, nel corso del suo viaggio nell’Impala con Robin, avviene un confronto inatteso. Sam si ferma con l’auto e Robin vorrebbe andarsene ma il ragazzo la convince a risalire sull’Impala, andando poi a curiosare nel bagagliaio e trovandovi una serie incredibili di armi. Poco dopo, Sam si confronta col suo doppio senz’anima che tenta di ucciderlo, considerandolo solo un essere inutile. Tra i due inizia un vero inseguimento e il Sam senz’anima crede di aver ucciso l’altro, dopo avergli sparato. In realtà, era solo un fantoccio ricoperto col suo giubbotto e, in quel momento, il Sam confuso uccide quello senz’anima, ricordando cosa ha fatto nell’ultimo anno, quando era senz’anima. A quel punto, Sam ricorda anche chi sia in realtà Robin: era una ragazza presa in ostaggio da un demone ma Sam l’aveva uccisa senza pietà pur di eliminare il demone senza problemi. Dopo averle chiesto scusa, Robin svanisce. Intanto, Castiel affronta Crowley e dice di voler rinegoziare il loro accordo: tutte le anime del Purgatorio andranno all’angelo e a lui nulla. Castiel lo minaccia di morte e Crowley è costretto ad andarsene, lasciandogli il preparato necessario per il rituale: sangue di vergine unito a quello di una creatura proveniente dal Purgatorio. Intanto, Sam prosegue il suo viaggio mentale e arriva a casa di Bobby dove trova ad attenderlo il Sam provato fisicamente e psichicamente dall’esperienza dell’Inferno. Il Sam provato cerca di dissuaderlo dall’assorbire anche i suoi ricordi ma Sam gli dice che deve farlo per potersi svegliare ed aiutare Dean e Bobby. Il suo doppio, quindi, gli augura buona fortuna prima di essere ucciso da Sam che assorbe anche i suoi ricordi; in quel momento, Sam collassa e il suo corpo nella panic room è in preda alle convulsioni. Dopo, Castiel evoca Balthazar e gli dice che c’è un traditore tra di loro, visto che Dean sa dove si trova il nascondiglio di Crowley. Balthazar si finge stupito e gli chiede chi sia ma Castiel gli risponde di non saperlo e gli chiede di indagare, volendosi occupare personalmente di Dean ma, mentre l’angelo è distratto, Castiel lo pugnala a morte con la spada capace di uccidere gli angeli. Dean e Bobby arrivano al covo di Crowley e scoprono che è presieduto dagli angeli ma, prima di riuscire ad accedere, vedono arrivare una nuvola di demoni guidati da Crowley e si rifugiano nell’auto che viene sbalzata via. Nel covo, Castiel si prepara ad eseguire il rituale ma viene interrotto da Crowley che, ora, vuole rinegoziare il loro accordo a modo suo: Castiel gli lascerà tutte le anime oppure morirà. L’angelo tenta di ucciderlo ma il suo tocco non sortisce alcun effetto su di lui, scoprendo quindi che il demone è protetto dal suo nuovo alleato, Raphael, che minaccia Castiel il quale è costretto ad andarsene, lasciando loro il prezioso composto di sangue. Bobby e Dean riescono a riprendersi e ad uscire dall’Impala, entrando quindi nell’edificio e, poco dopo, arriva anche Sam che è ancora sconvolto e malridotto per ciò che continua a ricordare dell’Inferno. Bobby e Dean tentano di fermare il rituale ma Crowley li mette fuori gioco, riuscendo a completare il tutto ma non accade nulla e nessuna porta si apre davanti a lui e a Raphale. Riappare Castiel che ha in mano la bottiglietta vuota col vero sangue di vergine e di una creatura del Purgatorio: Crowley capisce che l’angelo ha scambiato la bottiglia vera con una falsa in cui c’era del sangue di cane. Il demone cerca di salvarsi la vita e Castiel gli dice che per lui ha altri progetti, lasciandolo svanire nel nulla ma non si dimostra indulgente verso Raphael, riducendolo in poltiglia con un semplice schiocco di dita. Castiel ha completato il rituale, assorbendo milioni di anime del Purgatorio che l’hanno reso molto più che potente. L’angelo si rivolge a Dean e a Bobby, dicendo loro che ha aveva ragione: li ha salvati. Dean, nervosamente, annuisce e cerca di farlo ragionare, invitandolo a disintossicarsi da quelle anime che lo hanno trasformato in un pericoloso reattore nucleare. Castiel rifiuta, dicendo che deve punire severamente tutti i seguaci di Raphael. Dean gli dice che è parte della sua famiglia e che non vuole perderlo ma Castiel afferma di non avere più una famiglia. D’un tratto, appare Sam alle sue spalle che lo trafigge con un pugnale in grado di uccidere gli angeli ma senza alcun effetto. Castiel lo saluta e gli spiega che quell’arma non funzionerà con lui perché, ormai, non è più un angelo. Dice a tutti loro di essere il nuovo Dio, uno migliore del precedente, e che devono venerarlo altrimenti li distruggerà. Dean, Sam e Bobby lo fissano con sgomento.

Curiosità:
Questa è la seconda parte del finale di stagione di Supernatural (Season Finale).
Questa seconda parte di season finale è Sam centrica.
La canzone 'Carry On Wayward Son', che apre ogni season finale e accompagna tutti i momenti di riepilogo "The Story so Far" è una canzone del gruppo progressive rock Kansas pubblicata all’interno dell’album del 1976 Leftoverture. E’ spesso riproposta da gruppi musicale di stampo cristiano, che leggono nel testo ampi riferimenti alla figura di Gesù. Il pezzo venne utilizzato per la prima volta nel recap dell’episodio 1x21 “Salvation” e successivamente nell'episodio finale 2x22 “All Hell Breaks Loose pt.2, 3x16 "No Rest For The Wicked", 4x22 "Lucifer Rising" e 5x22 "Swan Song".
L'episodio cambia titolo da "The Haunter of the Dark" a "The Man Who Knew Too Much".
ripke durante il 'PaleyFest 2011' parlando della season finale disse che in origine avrebbe voluto che fosse stata come un film ma, la mitologia era così tanta che alla fine hanno optato per due episodi distinti.
In questo episodio Castiel, provoca il crollo del muro di Sam, spedendolo in una sorta di limbo mentale e facendogli così affrontare tutti i pezzi della sua anima, quella di Sam normale, Soulless Sam e il Sam dell’Inferno.
La dottoressa Visyak muore in questo episodio, sacrificata da Castiel a causa del rituale per l’apertura del Purgatorio.
All’uccisione di tutte le altre parti di se stesso Sam, assorbe dentro di se le restanti parti dell’anima attraverso un turbinio di luce bianca e celeste come accadde ad Anna nell’episodio 4x10 “Heaven and Hell”, nel momento in cui riottenne la Gloria.
Castiel riuscito a effettuare il rituale per l’aperura del Purgatorio, riesce ad ottenere milioni di anime divenendo così un nuovo Dio.
Crowley scappa prima che venga ucciso da Castiel, al contrario, Balthazar e Raphael vengono eliminati.
Ecco quello che ha detto una fan a proposito di una domanda rivolta a Jared Padalecki alla convention di Nashville in Giungo 2011, sulla scene iniziale dell'episodio: “Gli ho chiesto riguardo al fatto se era lui a tenere la telecamera durante la scena di corsa nel finale. Sembrava impressionato e disse si, in realtà, era lui. Costruirono per lui una sorta di impianto che supportava la telecamera su due poli di fronte a lui, cerchiando la sua cintura, ed aveva un contrappeso dietro la sua schiena. (Lui ha iniziato a parlare riguardo a diversi tipi di telecamere e mi sono persa.) Stava cercando di mostrare come doveva correre mentre  provava a mantenerla sui poli e proteggere la telecamera dai troppi rimbalzi. E’ stato divertente! Ha detto che era una delle ultime notti di riprese ed era esausto dopo ogni ripresa perché stava correndo intorno a quel lotto di ‘Watchmen’ con l’impianto attaccato su di lui. Tra le riprese, non glielo lasciavano togliere; solo alcune prese potevano stare intorno a lui e mantenere l’impianto alzato per levargli il peso”.
All’inizio dell’episodio quando Sam, intrappolato nella sua mente, fugge dalla polizia, vediamo l’insegna del Castle Storage, luogo del magazzino segreto di John Winchester. Il motel dove alloggia si chiama Nite Owl, lo stesso nome del motel dove Sam e Dean alloggiarono nell’episodio 5x05 “Fallen Idols”. Mentre Sam e Robin entrano nel motel, sorpassano un uomo che assomiglia a Bobby.
Il libro che Sam trova al bar si intitola “The Haunter of the Dark”, una storia dell’orrore dei Miti Cthulhu, che H.P.Lovecraft scrisse nel novembre del 1935. Era anche il titolo originario dei due episodi che compongono questo finale di stagione.
Crowley: “Ti sei dimenticato che in questa relazione tu fai il passivo?” - In originale Crowley utilizza il termine "Bottom", utilizzato generalmente per riferirsi a qualcuno che in un rapporto omosessuale preferisce essere passivo.
Questo episodio è stato trasmesso insieme all’episodio  6x21 “Let it Bleed” a causa della messa in onda della series finale di ‘Smallville’ il 13 Maggio 2011.
Per aprire la porta del Purgatorio serve il sangue di una vergine, di qualcuno che proviene dal Purgatorio e si deve attendere un’eclissi.













Indice
Sesta Stagione
Pagina 2
Pagina 3
Tutte le pagine