Instagram

Sesta Stagione - Pagina 2

Venerdì 10 Dicembre 2010

6.10 - Episodio 114

Titolo Originale: Caged Heat
Titolo Italiano:

Trasmissione Usa: 3 dicembre 2010
Trasmissione Italia:

Scritto da : Brett Matthews & Jenny Klein
Diretto da: Robert Singer

Guest Stars : Laura Mennell (Brigitta-donna Djinn), Mark Sheppard (Crowley), Rachel Miner (Meg), Mitch Pileggi (Samuel Campbell), Corin Nemec (Christian Campbell), Conrad Coates (demone sarcastico).

Crowley tortura ed uccide un mutaforma perché non gli ha rivelato la posizione del Purgatorio. Intanto, Sam e Dean stanno ancora rifornendo Crowley di mostri. I due consegnano un Rugaru ad alcuni demoni di Crowley, scambiando anche delle battute offensive con loro, prima di ritornare al loro covo, ovvero una casa fatiscente. Dean dice a Sam che è stufo di lavorare per Crowley perché non stanno ottenendo nessun risultato né scoprendo qualcosa di utile per loro. Mentre ne discutono, i due fratelli sono bloccati da alcuni demoni che lavorano per Meg che, poco dopo, appare dinanzi a loro; il demone vuole sapere dove si trovi Crowley ma Sam e Dean non lo sanno. Meg minaccia di ucciderli, in caso di un loro rifiuto, ma Sam le ride in faccia: sa che Meg sta mentendo, perché non può ucciderli, avendo bisogno di loro per stanare Crowley. Infatti, Meg coi suoi demoni fedeli a Lucifero vuole stanare Crowley per spodestarlo dal trono dell’Inferno e, quindi, ucciderlo col coltello di Ruby. Sam fa un patto con Meg: la aiuteranno a trovare ed uccidere Crowley, se lei farà in modo di prendere qualcosa per lui. I ragazzi non le dicono cosa essi vogliano recuperare ma Sam spera di riottenere la sua anima. Dean non è felice di questo patto ma Sam le spiega che, una volta ottenuto ciò che vogliono da Meg, la uccideranno coi suoi tirapiedi. Sam e Dean hanno bisogno di aiuto e Sam invoca Castiel con l’inganno, facendogli credere di aver ritrovato l’Arca dell’Alleanza, e costringendolo poi ad aiutarli con alcune minacce: a Sam non importa il fatto che Castiel sia occupato con la sua guerra in Paradiso e, in caso di un suo rifiuto, lo stanerà per ucciderlo. Castiel prova a localizzare misticamente Crowley ma non ci riesce; insieme ai Winchester si reca al covo di Samuel per scoprire qualcosa. Qui, i tre sono sorpresi dall’arrivo di Samuel che afferma di non volerli aiutare in questa missione; Dean gli chiede perché agisca così verso i suoi stessi nipoti e, dopo aver esitato, Samuel gli confessa che sta lavorando per Crowley per riavere con sé sua figlia Mary; Dean lo avvisa che quella è una pessima idea, perché non riportare in vita le persone morte è pericoloso ma Samuel lo definisce un ipocrita. Poco dopo, Samuel raggiunge i suoi nipoti nel loro covo (dove Castiel ha appena visto un film porno con tanto di erezione finale) per fornirgli una mappa con la posizione esatta di Crowley: è il posto in cui gli porta i mostri da lui catturati. Sam, Dean e Castiel si incontrano con Meg e i suoi demoni per organizzare la missione contro la base di Crowley. Sam riesce a farsi dare il coltello di Ruby con cui uccide uno dei demoni di Meg, spiegando che era pronto ad ucciderli piuttosto che ad essere certo che il lavoro fosse portato a compimento. Prima di partire, Castiel parla con Dean sul fatto di non essere certo che ridare l’anima a Sam sia una buona cosa: quell’anima è nella gabbia in cui si trovano anche Lucifero e Michael ed è diventata la loro valvola di sfogo da oltre un anno. Se fosse rimessa nel corpo di Sam, non sapendo quali atrocità abbia patito, il ragazzo potrebbe soffrire per sempre in modo a tutti ignoto. Sam ascolta la loro conversazione e ne resta turbato. Il gruppo trova la prigione di Crowley e riesce ad accedervi grazie a Castiel; al suo intorno, ci sono diversi mostri catturati per Crowley come anche la Djinn Brigitta. Castiel e Meg percepiscono l’arrivo dei Cerberi e Meg, dopo aver tentato di fuggire, lasciando il corpo che possiede, scopre di non poterlo fare per un incantesimo di Crowley. Il demone affronta i Cerberi con lo spadino di Castiel, dopo essersi scambiata dei baci appassionati con lui e aver affidato il coltello di Ruby ai ragazzi per uccidere Crowley. Castiel prosegue il cammino con Sam e Dean ma, d’un tratto, sparisce: Samuel ha usato il simbolo che bandisce gli angeli per isolare i suoi nipoti e farli catturare dai demoni. I Winchester sono rinchiusi in due celle e Samuel parla con Dean: il nipote lo odia a morte e lo minaccia duramente. Una volta uscito di lì, lo stanerà e ucciderà per questo suo tradimento. I demoni portano poi Dean nei bagni dove lo danno in pasto a due Ghouls affamati. Il ragazzo riesce a tenergli testa mentre Sam fugge dalla sua cella: i demoni venuti a prenderlo per ucciderlo, restano bloccati da una trappola del Diavolo che il ragazzo aveva tracciato col suo sangue sotto il soffitto della sua cella. Sam riesce a salvare Dean, uccidendo i due mostri. Intanto, Christian Campbell, morto e posseduto ancora da un demone, tortura Meg ma i Winchester la salvano, uccidendo il demone che possiede il loro defunto cugino. Sam, Dean e Meg si dedicano ora a Crowley: i tre riescono a bloccarlo in una trappola del Diavolo con l’inganno e Meg si prepara a torturarlo. Sam gli chiede la sua anima indietro ma Crowley, dopo aver esitato, ammette di non potergliela ridare, affermando lo stesso che Castiel aveva detto a Dean: l’anima di Sam è distrutta nella gabbia infernale e lui non andrebbe mai a riprenderla, sapendo che è diventata il passatempo di Lucifero. Sam dice a Meg di torturarlo ancora ed ucciderlo e Dean le passa il coltello di Ruby. Crowley riesce ad afferrarlo e a distruggere la trappola del Diavolo. Prima che possa reagire, però, appare Castiel con un sacco in mano e da cui estrae alcune ossa, affermando che sono proprio i resti mortali di Crowley. Castiel richiede a Crowley se può ridare l’anima a Sam e, quando il demone gli ribadisce di non poterlo fare, brucia le sue ossa e, quindi, lo uccide. Nella confusione del momento, Meg riesce a scappare. Fuori dalla prigione, Dean ringrazia Castiel per l’aiuto ricevuto e l’angelo ammette che la guerra in Paradiso sta andando male per lui e che preferirebbe stare sulla Terra più tempo. Castiel gli dice che troveranno un altro modo per recuperare l’anima di Sam, prima di occuparsi dei mostri reclusi in quella prigione. Dean tenta di rassicurare Sam ma suo fratello sembra non essere più intenzionato a recuperare la sua anima e si allontana da solo.

Curiosità:
Questo episodio funge da Season Finale di metà stagione essendo l'ultimo episodio andato nel 2010, il resto della stagione tornerà nel 2011.
Crowley qualche episodio fa disse di poter ridare l'anima a Sam, in questa puntata si è scoperto che ha sempre mentito.
Veniamo a sapere che Castiel non sta vincendo la Guerra in Paradiso contro Raffaele.
L’anima di Sam è stata chiusa in gabbia con Lucifero e Michele per oltre un anno e tutti (tranne Dean) concordano sul fatto che sia troppo danneggiata per tornare nel corpo di Sam senza conseguenze drammatiche.
L’iridio può far soffrire irrimediabilmente un mutaforma.
Castiel guarda il suo primo film porno e ha un’erezione.
C’è un intenso scambio di baci tra Castiel e Meg.
Il corpo posseduto da Meg appartiene ad una ragazza di Sheboygan che si è trasferita a Los Angeles per fare l’attrice. Questo corpo lo abbiamo visto per la prima volta nella season premiere 5x01 “Sympaty for the Devil”.
Samuel ha fatto un patto con Crowley per riavere con sé sua figlia Mary.
Appare una foto inedita della giovane Mary Campbell.
Castiel uccide Crowley, bruciando le sue ossa, mentre Meg riesce a fuggire.
La scena della tortura di Meg assomiglia molto a quella di Ruby per mano di Alastair nell’episodio della quarta stagione 4x10 “Heaven And Hell”.
Crowley: “Cosa potremmo usare dopo? Uno speculum? Qualcosa di più erotico?” - Lo Speculum è uno strumento medico utilizzato per esplorare le cavità corporee.


6.11 - Episodio 115

Titolo Originale: Appointment in Samarra
Titolo Italiano:


Trasmissione Usa: 10 dicembre 2010
Trasmissione Italia:

Scritto da: Sera Gamble & Robert Singer
Diretto da: Mike Rohl

Guest Stars: Jim Beaver (Bobby Singer), Robert Englund (dottor Robert), Danielle Benton (Eva, l’assistente del dottor Robert), Julian Richings (Morte), Lindsey McKeon (Tessa), Sebastian Roché (Balthazar), Alison Araya (Jolene), Alison Wandzura (addetta all’emergenza medica), Chaz Chamberlain (), Bruce Dawson (l‘uomo morto di infarto), Todd Thompson (il rapinatore), Christopher Kennedy (), Michelle Creber (Hilary), Victor Cheng (proprietario della drogheria), Aaron Fung (il macellaio cinese), Paul Bae (), Norman Misura (), Stacey Barrington (infermiera).

Dean si reca da un vecchio conoscente di suo padre, il dottor Robert, che esercita l’attività medica senza una regolare licenza da anni in uno studio ricavato sopra una macelleria cinese. Dean paga il dottore e la sua assistente Eva per ucciderlo e tentare poi di riportarlo in vita. Dopo che il medico afferma di avere il 75% di possibilità di riuscita in questo intervento, Dean gli dà una lettera indirizzata a Ben e gli chiede di spedirgliela nel caso in cui qualcosa dovesse andare storto. Il dottor Robert prende la lettera e lo avvisa che, una volta morto, avrà tre minuti di tempo prima che inizi a riportarlo in vita e, a quel punto, gli inietta una sostanza per via endovenosa che lo uccide poco dopo. Dean, dopo aver lasciato il suo corpo, pronuncia un incantesimo che invoca la mietitrice Tessa che non è molto felice di essere stata richiamata durante un suo lavoro in Sudan. Il ragazzo le dice di contattare il suo capo, Morte, perché vuole parlargli. Tessa rifiuta ma, con stupore di entrambi, Morte appare dietro di loro e saluta Dean che prova subito a fare un patto con lui per riottenere le anime di Sam e Adam fuori dalla gabbia infernale. Dean gli propone la restituzione del suo anello in cambio di questo “favore” ma Morte gli dice che lui avrebbe dovuto solo tenere il suo anello in prestito e renderglielo, visto che sa bene dove lui lo abbia nascosto. Comunque, non respinge del tutto la proposta di Dean, accettando di aiutarlo alle sue condizioni. Morte gli chiede di scegliere un solo fratello da salvare e Dean sceglie Sam. Il Cavaliere precisa poi che non può prendere l’anima di Sam e rimetterla al suo posto come se nulla fosse e senza alcuna conseguenza; ciò che può tentare di fare, è costruire una sorta di “muro” nella sua mente e nascondervi dietro le sofferenze patite dalla sua anima all’Inferno. Tutto ciò sarà possibile solo se Dean vincerà una scommessa: Dean dovrà indossare l’anello di Morte per un giorno, sostituendosi di fatto a lui. Nel caso in cui dovesse togliersi l’anello prima della fine del tempo, perderà la scommessa e l’anima di Sam resterà all’Inferno. Prima che Dean riesca a capire perché Morte vuole che lui prenda il suo posto per un giorno, il dottor Robert riesce a riportarlo in vita. Dean si lamenta con lui ma il dottore gli spiega che era morto già da sette minuti rispetto ai tre previsti all’inizio. Dean parla poi con Sam e Bobby della sua scommessa con Morte ma Sam si oppone, non volendo che gli sia resa l’anima soprattutto dopo aver appreso che il “muro” posto nella sua mente potrebbe non essere permanente. Sam cerca di recuperare l’anello di Morte prima di Dean ma il ragazzo lo ha già preceduto. Dean chiede a Bobby di sorvegliare Sam in sua assenza e, una volta indossato l’anello, svanisce per riapparire su un marciapiede dove vede Tessa che lo istruisce sui suoi compiti: per le prossime 24 ore, Dean dovrà toccare le persone presenti su una lista, uccidendole, così lei potrà mieterne le anime. Intanto, Sam riesce a seminare Bobby, invocando poi Balthazar per un’arma o un incantesimo per tenere lontana l’anima dal suo corpo. Balthazar, che vuole eliminare Dean e avere Sam in debito con lui, accetta di aiutarlo con un incantesimo gratuitamente. L’angelo lo avvisa che, per rendere praticabile l’incantesimo, dovrà assicurarsi che il suo tramite sia compromesso, commettendo un parricidio. Sam ha bisogno del sangue di suo padre ma, essendo John morto, può anche ricorrere al sangue di qualcuno che non sia biologicamente suo padre ma che, comunque, ne faccia le veci. La scelta di Sam ricade, quindi, su Bobby. Intanto, Dean e Tessa sono impegnati ad uccidere e mietere le anime delle persone. Il primo è un rapinatore armato che viene ucciso da un commesso di una drogheria durante un colpo, il secondo è un uomo in sovrappeso che muore per un infarto mentre mangia una pizza al formaggio. Dean riesce ad uccidere i due uomini ma non può fare lo stesso con una dodicenne malata di cuore, ricoverata in ospedale, dicendo a Tessa che non esistono cose come il Fato o il Destino. Visto che la ragazzina viene risparmiata, tutto l’equilibrio naturale delle cose si altera: la dodicenne guarisce e il chirurgo e l’infermiera che avrebbero dovuto eseguire un intervento sulla ragazzina vanno a casa prima, non essendo più necessario operarla. L’infermiera, Jolene, è vittima di un incidente d’auto e Dean è costretto ad ucciderla e Tessa a prenderne l’anima, molto decenni prima del previsto, proprio per la decisione errata di Dean di non uccidere la dodicenne. Il marito di Jolene, Scott, è sconvolto e lascia l’ospedale in preda alla disperazione, dopo aver preso una bottiglia di liquore da un pub. Dean appare nella sua auto e, capendo che l’uomo può morire in un incidente stradale andando a finire contro un gruppo di persone, si toglie l’anello e gli riappare accanto proprio in tempo per farlo sterzare e tamponare senza gravi conseguenze. Visto che Dean si è tolto l’anello, ha perso la sua scommessa con Morte. Il ragazzo lo indossa di nuovo e Tessa gli dice che è tutto finito ma Dean va in ospedale e uccide la ragazzina, avendo imparato la lezione: a causa sua è morta una donna e suo marito stava per fare la stessa fine. Non si può sconvolgere l’ordine naturale delle cose o interferire col Destino, senza provocare una reazione a catena che può causare imprevedibili conseguenze. Tessa lo riaccompagna a casa di Bobby, dove il ragazzo riesce ad evitare in tempo che Sam uccida l’uomo, tramortendolo. I due rinchiudono Sam nella panic room e Dean è sconvolto dal fatto di non poter tenere suo fratello rinchiuso per sempre. Morte appare poi nella cucina di Bobby, invitando Dean a mangiare con lui un hot dog con bacon preso da un chioschetto a Los Angeles. I due discutono del fallimento dell’incarico di Dean come Morte per un giorno. Il Cavaliere è compiaciuto dal fatto che il ragazzo abbia imparato la lezione di non dover sconvolgere l’ordine naturale delle cose né ingannare Morte. Anche se Dean non è stato in grado di tenere al dito l’anello di Morte per 24 ore, quest’ultimo decide di andare all’Inferno e recuperare l’anima di Sam. Prima di farlo, Morte lo avvisa che lui e suo fratello devono andare a fondo nella storia delle anime e ne capirà il motivo al momento opportuno. Morte indossa il suo anello e svanisce, andando a prendere l’anima di Sam nella gabbia infernale. Poco dopo, riappare nella panic room dove è prigioniero Sam e, dopo averlo avvisato del “muro” che porrà nella sua mente per arginare lì lo strazio provato dalla sua anima all’Inferno, gli dice che avvertirà un leggero prurito ma che non dovrà mai grattare contro quel “muro” nella sua testa. Altrimenti, non gli piacerebbe sapere cosa ci sia li dietro. Detto questo, Morte inculca di nuovo l’anima nel corpo di Sam che urla dal dolore.

Curiosità:
Il Dr.Robert dice a Dean che avrà tre minuti di esperienza vicina alla morte prima di essere riportato in vita. Quando Dean si risveglia, scopriamo che è morto per sette minuti.
Nella sequenza d’apertura, Dean ha in mano un fascicolo indirizzato a Benjamin Braeden, 213 Weinbach Ave., Battlecreek, MI 49014.
In quest'episodio ritorna il Cavaliere Morte, l'unico ancora in vita a differenza di Carestia, Guerra e Pestilenza.
Tessa si trovava in Sudan per lavoro, prima di essere invocata da Dean.
Sulla porta della panic room di Bobby si legge il numero 1927.
Per tenere fuori da sé l’anima, Sam dovrà intaccare il suo tramite con un parricidio. Visto che John è morto, va bene anche usare chi ha fatto le veci di un padre per Sam, ovvero Bobby.
Il marito dell’infermiera morta compra del liquore al Wenzel’s Pub.
Ancora una volta, il cavaliere Morte invita Dean ad unirsi a lui per mangiare insieme. Stavolta, gli offre un hot dog al bacon preso da un chioschetto di Los Angeles.
Morte vuole che Dean continui ad indagare con Sam su qualcosa legato alle anime, cosa che gli sarà chiara al momento opportuno.
Morte appare a Sam nella panic room con una borsa di pelle, tipo quella usata dai medici, contenente la sua anima che appare come una sfera luminosissima. Nella mente di Sam c’è una barriera che gli eviterà di rendersi conto di cosa abbia patito la sua anima nella gabbia infernale assieme a Michael e Lucifero. Morte dice a Sam che la barriera funzionerà al 75% (la stessa percentuale detta a Dean dal dottor Robert circa il suo ritorno in vita, dopo essere morto volontariamente nel suo studio medico).
Senza un’anima, Sam farebbe veramente qualsiasi cosa.
Dean impersonando la Morte, impara una lezione sull’ordine naturale delle cose, e su quanto sia pericoloso modificarlo.
Morte ha un debole per Dean.



6.12 - Episodio 116

Titolo Originale: Like a Virgin
Titolo Italiano:

Trasmissione Usa: 4 febbraio 2011
Trasmissione Italia:

Scritto da: Adam Glass
Diretto da: Phil Sgriccia

Guest Stars: Jim Beaver (Bobby Singer), Rhonda Dent (la sorella di Penny), Jodi Balfour (Melissa), Darla Taylor (Penny Dessertine), Zach Martin (Stan), Ilia Volok (il drago), Kim Johnston Ulrich (la dottoressa Visyak), Kristy Dinsmore (vergine prigioniera), Lee Tichon (secondo drago), Julia Maxwell (la vergine divenuta la Madre di tutte le cose).

Anche se Sam ha riavuto l’anima grazie a Morte, resta ancora incosciente su un lettino. Castiel, dopo aver controllato che l’anima è al suo posto, dice a Dean che è molto danneggiata e non è certo della guarigione di Sam. Sam, a sorpresa, si riprende e raggiunge Dean e Bobby in un’altra stanza della casa dell’uomo: non ricorda nulla di quanto è accaduto nell’ultimo anno e mezzo. Dean non vuole dirgli nulla di ciò che è realmente successo in quell’arco di tempo, mentre Bobby lo vorrebbe: ha paura che suo fratello possa restare sconvolto dai ricordi. Bobby propone un caso a Dean e anche Sam vuole partecipare: in Oregon, a Portland, in un incidente aereo è scomparsa una ragazza (la cui sparizione è connessa alla scomparsa di altre ragazze) mentre il corpo carbonizzato del suo ragazzo è stato ritrovato a 17 miglia di distanza dal punto di impatto dell’aereo col suolo. Durante il viaggio, Sam chiede a Dean perché in quell’anno e mezzo non abbia provato a farsi una vita sua e Dean, riluttante, ammette che ci ha provato con Lisa e Ben ma senza successo. A Portland, Dean è felice di lavorare con Sam come ai vecchi tempi che si dimostra sensibile con le persone, non come il vecchio “RoboSam”. Dean inizia a ipotizzare che le altre ragazze scomparse, come anche l’ultima, siano tutte vergini e, dopo aver interrogato la vittima di un tentato sequestro, si convince di questa sua teoria: infatti, la ragazza non è stata rapita perché non più vergine. Quest’ultima descrive ai due ragazzi di essere stata assalita da una specie di pipistrello gigante che, dopo averle graffiato la schiena e averla rifiutata, le ha rubato l’anello d’oro che portava. Tutti questi indizi indirizzano i ragazzi verso i draghi e Bobby consiglia a Dean di fare visita ad una sua vecchia conoscenza, la dottoressa Visyak, un’esperta di cultura medievale, che avvisa Dean che l’unica cosa che può uccidere un drago è una spada forgiata nel suo sangue: la spada di Brunswick. La dottoressa ne ha una in casa ed è incastonata in una roccia ed informa Dean che solo un cavaliere pronto ad uccidere un drago può estrarla dalla roccia. Dean, sicuro e spavaldo, tenta di farlo ma fallisce più volte e decide di ritornare lì con dell’esplosivo che, una volta applicato alla roccia, ha il solo risultato di farla dividere in più parti e danneggiare la spada che viene dimezzata. Intanto, Sam parla a telefono con Bobby e scopre che i draghi possono vivere anche nelle fogne e non solo nelle caverne. Sam capisce che Bobby si sta ancora comportando stranamente con lui e, a fine chiamata, invoca Castiel e lo induce a dirgli la verità con l’inganno, scoprendo che è stato cacciato dall’Inferno da circa un anno e che da poco gli è stata resa l’anima. Quando Dean torna al motel, Sam si reca con lui nelle fogne e, dopo alcune ore di perlustrazione, scoprono dell’oro ammassato a terra, una specie di altare con un vecchio libro e sentono poi le urla di alcune ragazze. Raggiunte queste ultime, i ragazzi provano a liberarle dalla gabbia in cui sono custodite ma vengono attaccati da due draghi con cui iniziano una lotta. Sam riesce ad ucciderne uno con la spada ma l’altro scappa. I due ragazzi vanno da Bobby col vecchio manoscritto preso dal covo dei draghi e Bobby gli dice che è scritto in un vecchio Latino su pagine fatte di pelle umana. L’uomo deduce che quel libro è un manuale su come accedere al Purgatorio e liberare la “Madre di tutte le cose”. Il drago fuggito si incontra con un altro suo simile che ha un furgone pieno di ragazze vergine e gliene porge una. Poi, con lui e la ragazza si avvia in una grotta dove recita un incantesimo letto da una pagina strappata dal vecchio manoscritto ora in mano ai Winchester. La ragazza viene lanciata in un profondo burrone e risorge dal fuoco, dando forma alla Madre che dice ai draghi che hanno molto da fare, oltre ad essere in ritardo rispetto ai piani stabiliti.

Curiosità
In questo episodio, Sam riprende possesso della sua anima e non ricorda nulla degli eventi dell’anno e mezzo passato. L’ultimo suo ricordo è la caduta nella gabbia insieme a Michael, e il primo, l’essersi risvegliato nella Panic Room di Bobby; inoltre è affamato e per la prima volta ha dormito come non accadeva da prima della sua morte avvenuta nella 5x22 “Swan Song”.
L’episodio in origine avrebbe dovuto essere trasmesso il 28 Gennaio 2011. Tuttavia, il 27 Gennaio, la CW ha annunciato che l’episodio, così come il ritorno di ‘Smallville’ dopo lo hiatus natalizio, sarebbe stato posticipato di una settimana per consentire le repliche dei nuovi episodi di ‘The Vampire Diaries’ e ‘Nikita’ trasmessi il giorno precedente.
Il titolo originario di questo episodio sarebbe dovuto essere “How To Train Your Dragon” (Come ammaestrare il tuo drago).
Non è la prima volta che i draghi vengono associati a Supernatural. Quando la serie ottenne un forum tutto per sé su ‘Television Without Pity’, la grafica della pagina raffigurava un drago, conosciuto come il “Grande Drago Gay” o il “Grande Drago Gay di Supernatural” e chiamato Raoul dai fan. Successivamente, Raoul divenne il partner di Demian per i riassunti di Supernatural.
Gli eventi di questo episodio hanno luogo dieci giorni dopo quelli accaduti nella 6x11 “Appointment in Samarra”.
I draghi di questo episodio son basati sui miti dei draghi europei. Alcune interpretazioni di questi miti li vedono come simboli della battaglia delle religioni patriarcali (il cavaliere o l’eroe) per sconfiggere le antiche religione della Madre delle Regine (rappresentata da un drago), con il potere femminile ridotto a fanciulle bisognose di aiuto.
Il sito che Sam sta navigando in motel è il 'The Portland Chronicle'.
In questo episodio viene introdotta ‘Mother of all Things’, quello che sarà il Big Bad della seconda metà della sesta stagione.
La “Madre di tutte le cose” è stata brevemente citata nell’episodio 6x07 “Family Matters”  dal Vampiro Alpha, il quale, in risposta alla domanda di Sam su chi lo avesse creato, rispose, “Beh, tutti abbiamo una madre. Persino io”.
Una delle ragazze scomparse si chiama Mary Louise Mac(qualcosa). Un’altra, quella precipitata con l’aeroplano ad inizio episodio, Penny Dessertine: condivide il cognome con una sceneggiatrice di Supernaturla, Rebecca Dessertine. Mary Louise e l’altra ragazza scomparsa sono cristiane; Penny no, anche se il suo credo religioso non è specificato.




6.13 - Episodio 117

Titolo Originale: Unforgiven
Titolo Italiano:

Trasmissione Usa: 11 febbraio 2011
Trasmissione Italia:
Scritto da: Andrew Dabb & Daniel Loflin
Diretto da: David Barrett

Guest Stars: Mitch Pileggi (Samuel Campbell), Miranda Frigon (Brenna Dobbs), Joe Holt (sceriffo Roy Dobbs), William C. Vaughan (vicesceriffo D. Atkins), Christopher Rosamund (uomo con gli occhiali), Nicola Anderson (April), Pauline Egan (la donna sposata), Mittita Barber (una delle ragazze rapite), Megan Messenger (la coinquilina della ragazza scomparsa), Thomas Bradshaw (), Paul Cummings (), Jenny Beth Mischl ().

Un anno fa, a Bristol (Rhode Island), Sam e Samuel cacciavano un mostro simile ad un ragno, Arachne, che stava catturando degli uomini sulla trentina per trasformarli in altri suoi simili, avvelenandoli prima. I due cacciatori avevano confidato le loro vere identità allo sceriffo Dobbs e a sua moglie Brenna. Su suggerimento di Sam, lo sceriffo fu usato come esca e, una volta catturato da Arachne, fu condotto nel suo covo dove erano prigionieri anche gli altri trentenni. Sam e Samuel fecero irruzione nel covo e, dopo che il ragazzo decapitò il mostro, decise di uccidere anche gli uomini rapiti, visto che ormai stavano morendo per il veleno di Arachne. Dopo averli uccisi a colpi di pistola e aver dato fuoco ai loro corpi, i due lasciarono quel posto. Mentre si apprestavano a lasciare la città, il vicesceriffo Atkins bloccò il furgoncino sul quale viaggiavano per sapere cosa ne fosse stato dello sceriffo Dobbs, non credendo al fatto che i due fossero dei federali. Samuel avrebbe voluto risolvere la cosa diversamente da Sam che, dopo aver reagito all’ordine di Atkins di seguirli sulla sua auto, colpì l’uomo violentemente, lasciandolo privo di sensi sull’asfalto. Sam e Samuel non sapevano che gli uomini prigionieri di Arachne e uccisi poi dal ragazzo, fossero in realtà sopravvissuti e fuggiti in quanto tramutati in mostri. Nel giorno presente, Sam riceve un sms con delle coordinate geografiche che rimandano alla città di Bristol, dove si scopre che tre donne sono scomparse nel nulla. Sam insiste per indagare sul posto ma Dean non vorrebbe, visto che suo fratello potrebbe ricordare eventi del suo tormentato passato. Arrivati, infine, in città, Sam inizia proprio a ricordare cose da lui fatte l’anno prima e, dopo aver incontrato una donna in una tavola calda, ricorda di aver fatto sesso con lei, nonostante fosse sposata. Sam ricorda poi altri dettagli del suo passato e della sua indagine condotta lì in città con Samuel. Dean teme che suo fratello possa ricordare anche del periodo passato all’Inferno. Sam si reca alla stazione di polizia ma viene riconosciuto dal vicesceriffo Atkins che lo arresta subito. In prigione, riceve la visita di Brenna, la moglie dello sceriffo Dobbs che vuole sapere da lui che fine abbia fatto suo marito ma Sam le dice di non ricordare nulla e la supplica di credergli. Dopo un’iniziale, ritrosia, la donna simula la sua evasione per aiutarlo. Dean, intanto fa visita alla coinquilina di una delle ragazze scomparse e giunge alla conclusione che tutte le vittime sono andate a letto con Sam nel corso dell’anno precedente. Sam, intanto, si reca a casa di Brenna e studia con lei i fascicoli dello sceriffo sul caso che lui e Samuel stavano seguendo. Dopo essersi riunito con Dean e aver cercato di unire i pezzi del puzzle della sua memoria ancora debole, Sam riceve poi la chiamata di Brenna che lo invita a raggiungerlo subito a casa sua. La donna è stata fatta prigioniera da suo marito, trasformato in mostro-ragno da Arachne. Dobbs cattura anche Sam e Dean e gli confessa che è stato lui a mandargli l’sms con le coordinate della città e di aver rapito le ragazze che ha poi tramutato in mostri; inoltre, gli altri due prigionieri sono liberi e vanno in giro a generare altri mostri. Dobbs è convinto che Sam abbia avuto anche una storia con sua moglie ed è impaziente di ucciderlo, visto che lui l’ha ucciso a sangue freddo senza provare neanche a salvarlo. Dean riesce a liberarsi dalla ragnatela e cerca di attaccare Dobbs ma è l’intervento di Brenna che sblocca la situazione: dopo aver liberato Sam, permette al ragazzo di decapitare suo marito. Prima di lasciare la città, Sam vorrebbe ancora scusarsi con lei per quanto ha fatto a suo marito ma la donna non vuole nemmeno vederlo. Nella vecchia stanza dove alloggia con Dean, Sam parla ancora dei suoi sensi di colpa e Dean cerca di tirarlo su in ogni modo: d’improvviso, Sam cade sul pavimento in preda a delle convulsioni. Il ragazzo sta ricordando la sua permanenza nella gabbia infernale e di quando la sua anima bruciava terribilmente.

Curiosità:
Il titolo della puntata cambia da "The Kiss of the Spider-Man" a "Unforgiven".
In questa puntata ci vengono mostrati svariati flash back in cui ci viene mostrato come ha vissuto Sam nell’ultimo anno dopo essere tornato.
Dean vuole proteggere Sam, ma alla fine, è sempre pronto a restargli accanto.
Sam è convinto di essere responsabile di tutto quello che ha fatto nell’anno in cui la sua anima è rimasta all’inferno.
Il cartello lungo la strada che porta a Bristol recita la frase ironica, “Dove vengono creati i ricordi”.
Sam inizia a ricordare quanto accaduto nell’anno passato a cacciare con Samuel, e questo potrebbe causare la rottura del muro costruito da Morte.
La scena finale in cui vediamo Sam a terra e subito dopo il suo viso avvolto da fiamme di fuoco, è riconducibile alla scena finale dell’episodio 6x11 “Appointment in Samarra” e anche a quella di Dean nell’episodio 3x16 “No rest for the Wicked”.
Anche Samuel pensa che Sam senz’anima sia una delle creature più fredde che abbia mai conosciuto.
L'Arachne come anche i Draghi non si vedevano da tempo, quest'ultima specie è tornata dopo 2000 anni, dai tempi in cui si riferisce il famoso mito Greco.



6.14 - Episodio 118

Titolo Originale: Mannequin 3: The Reckoning
Titolo Italiano:

Trasmissione Usa: 18 febbraio 2011
Trasmissione Italia:
Scritto da: Eric C. Carmelo & Nicole Snyder
Diretto da: Jeannot Szwarc

Guest Stars : Cindy Sampson (Lisa Braeden), Nicholas Elia (Ben Braden), Nicholas Carella (il custode Steve), Rosalie Ward (Isabel Brown), Christina Sicoli (Rose Brown), Jake Richardson (Johnny), Jorge Vargas (Dave il guardiano).

Dopo aver perso conoscenza in seguito ai ricordi emersi durante la sua permanenza nella gabbia infernale, Sam versa in condizioni serie, mentre Dean cerca di rianimarlo. Sam, intanto, continua ad essere vittima dei suoi ricordi infernali. Sam, poi, riesce a riprendersi e Dean è irremovibile sul fatto che lui debba smettere di sforzarsi di ricordare altre cose accadute negli ultimi 18 mesi e, soprattutto, prima. Una buona scusa per sviare la questione è data da un caso trovato da Dean: un custode trovato morto in un laboratorio chiuso a chiave nel Great Falls Junior College, a Paterson nel New Jersey. I Winchester non hanno tracce da seguire, finché non capita un incidente analogo quando un guardiano notturno viene trovato morto nella fabbrica Salzman & Sons Apparel nella vicina città di Passaic. Sam nota che il suo emf inizia a segnalare una presenza soprannaturale nei pressi di un manichino, cosa accaduta anche a Paterson nel corso dei rilievi del primo omicidio. Il ragazzo è confuso perché potrebbe trattarsi di un caso di fantasmi ma è anche vero che questi ultimi sono legati solo ad una particolare area. Ulteriori ricerche rivelano che un anno prima era scomparsa un’impiegata da quel posto, Rose Brown. Intanto, Dean riceve una chiamata da Ben che lo avvisa che sua madre Lisa è depressa e si è chiusa in camera. Sam invita il fratello a raggiungerla, mentre lui si occupa del caso, andando ad interrogare la sorella della scomparsa, Isabelle Brown. Dean arriva a casa Braeden e trova Lisa vestita per un appuntamento galante, rendendosi poi conto che Ben gli ha mentito. Nonostante i sentimenti che entrambi provano l’uno per l’altra, Dean e Lisa ammettono che le loro vite sono troppo diverse per vivere insieme. Dean parla con Ben e gli spiega che potrebbe avere una cattiva influenza su di lui, conducendolo inevitabilmente ad una vita dedicata alla caccia. Ben è scosso e reagisce male, dicendogli che sta abbandonando la sua famiglia. Dean non riesce a dire nulla. A Passaic, Sam parla con Isabelle che gli dice che sua sorella era una ragazza timida e calma, la classica tipa facilmente vittima di scherzi e prese in giro. Sfogliando un album di foto, Sam riconosce il custode morto a Paterson lavorava anche nella fabbrica di Passaic nella stessa mansione. Sam ritorna alla fabbrica e interroga vari dipendenti, anche un certo Johnny che appare nervoso. Infatti, nel corso della notte, l’uomo è attaccato ma Sam lo salva, apprendendo che sia lui che altri suoi colleghi avevano compiuto atti di bullismo contro Rose, facendole poi credere di avere un ammiratore segreto. Arrivata in un appartamento dove avrebbe dovuto incontrare il suo ammiratore, Rose scoprì che era solo una burla e, mentre stava lasciando la casa, un ragazzo, Dave, la afferrò, facendole battere la testa contro un tavolino e causandone quindi la morte. Sam si fa dire il posto in cui il gruppo di bulli seppellì la ragazza per mettere del sale sulle ossa e bruciarle. Fatto ciò, il ragazzo avvisa Johnny che è tutto finito. Durante quella notte, Johnny torna a casa sua e si prepara a lasciare la città e la sua bambola gonfiabile si anima e lo uccide. Sam parla con Isabel che gli confessa di avere un rene di Rose in lei, trapiantatole quando aveva 16 anni: questo spiega come lo spirito di sua sorella si sia potuta muovere e andare ovunque, seguendo i movimenti della ragazza. Sam si confronta con Dean su come risolvere la situazione decisamente delicata, pensando se un rito Hoodoo potrebbe porre fine alla cosa. Mentre i due discutono, l’Impala si anima, posseduta da Rose, ed insegue Dean che tenta di farla schiantare contro un muro: nell’impatto, Isabelle resta ferita mortalmente. Nel momento in cui la ragazza muore, appare lo spirito di Rose che chiede scusa per ciò che ha fatto prima di svanire. Tornati a casa di Bobby, Dean ripara l’Impala e si interroga sul senso di ciò che hanno fatto e Sam gli spiega che loro salvano, comunque, delle vite, anche quando le cose non funzionano come dovrebbero. Essi hanno fermato Lucifero e Sam ringrazia Dean per avergli reso l’anima, ricordandogli che ci sarà sempre a proteggergli le spalle.

Curiosità:
L’inizio della continua dal punto in cui ci avevano lasciato alla fine dell’episodio 6x12 “Unforgiven”.
La scena in cui L’impala viene posseduta dallo spirito di Rose e che insegue Dean, ricorda la stessa scena avvenuta sul ponte nell’episodio Pilota.
Il modo concitato e disperato con cui Dean chiama suo fratello “Sammy”, all’inizio dell’episodio, nel tentativo di rianimarlo, ricorda molto la fine dell’episodio 2x21 “All Hell Breaks Loose” pt.1, quando Dean tentò di salvare Sam, ferito a morte da Jake.
Rivediamo Lisa e Ben, e quest’ultimo vuole che Dean torni a casa.
Il tempo in cui Sam è rimasto svenuto è stato di circa 2-3 minuti a detta di Dean, al contrario, Sam afferma che per lui è come se fosse stata una settimana intera.
Dean è stufo di tutto, e ora è Sam il motore della caccia.
Sam e Dean avevano avuto a che fare già in precedenza con un ladro soprannaturale di organi, il Dottor Benton, nell’episodio 3x15 “Time Is On My Side”.
Come ben sappiamo, gli spiriti vendicativi possono possedere non solo persone, ma anche oggetti.
Dean offre a Sam il cuore del manichino anatomico, dicendogli “Vuoi essere il mio Valentino?”. Fece lo stesso con un cuore umano nell’episodio 5x14 “My Bloddy Valentine”.
Il primo omicidio avviene alla Great Falls Junior College, a Paterson, New Jersey. Il secondo alla fabbrica Salzman & Sons Apparel a Passaic, New Jersey. Il terzo, in un appartamento sopra il McOwens bar a Passaic.
Le tre bambole assassine sono: 1) Un manichino anatomico b) Un manichino c) Una bambola reale.
Il numero di telefono di Lisa è 6165550231. Il prefisso 616 è usato nel Michigan occidentale.


6.15 - Episodio 119

Titolo Originale: The French Mistake
Titolo Italiano:

Trasmissione Usa: 25 febbraio 2011
Trasmissione Italia:

Scritto da: Ben Edlund
Diretto da: Charles Beeson

Guest Stars: Genevieve Cortese (nel ruolo di sé stessa), Brian Doyle-Murray (Robert Singer), Sebastian Roché (Balthazar), Garwin Sarford (Jim Michaels), Lanette Ware (Raphael), Carlos Sanz (l’angelo killer Virgil), Jason Bryden (Kevin Parks), Micah A. Hauptman (Eric Kripke), Amitai Marmostein (Gopher), Lisa Marie Caruk (Trish Evion), Phil Hayes (Clif Kostermann), Art Kitching (assistente), Hilary Jardine (assistente), Lou Bollo (nel ruolo di sé stesso come stuntman), Ryan Bell (assistente), Rick Dobran (assistente), Emily Fonda (truccatrice di scena #1), Reese Alexander (il negoziante di armi).


Dean e Sam stanno facendo delle ricerche a casa di Bobby, quando appare loro Balthazar e li avvisa che Raphael sta uccidendo tutti gli alleati di Castiel, tentando di assumere il comando in Paradiso. L’angelo li manda, attraverso un rituale di sangue, in un universo alternativo, affidando a Sam quella che sembra essere la chiave che apre la stanza dove sono custodite tutte le armi angeliche da lui rubate e che aiuteranno Castiel a sconfiggere Raphael. I Winchester si ritrovano sul set della serie “Supernatural”, che sembra ricalcare perfettamente le loro vere vite e tutti li chiamano Jensen Ackles e Jared Padalecki. I due incontrano anche Castiel che, ora, è Misha Collins e pensa solo ad usare Twitter. Dean si reca nella finta casa di Bobby, usata come set, dopo aver visitato il suo camper lussuoso per trovare qualcosa di utile per tornare nel mondo vero, ma l’incantesimo che tenta di fare, imitando quello di Balthazar non sortisce alcun effetto. In quel mondo, i Winchester non hanno armi o materiale soprannaturale da usare per fuggire e chiedono al loro autista, Clif, di accompagnarli a casa di Jared/Sam che si rivela essere una villa lussuosa con un alpaca in giardino. Sam scopre di essere sposato con Ruby o, almeno, con l’attrice che qui la interpretava nella serie, Genevieve Cortese, che appare essere egocentrica e legata ad alcune cene di gala seppur per “beneficenza”. Attraverso internet, Sam e Dean usano la carta di platino del primo ed acquistano una serie di elementi utili per l’incantesimo che arrivano l’indomani mattina in un aeroporto, senza aver neanche passato il controllo doganale, cosa che spinge Clif a pensare che i due siano invischiati in qualche affare illecito. Sam e Dean sono poi costretti a recitare per davvero una scena con Misha/Castiel ma con risultati penosi. I due fratelli tentano poi di rifare l’incantesimo, giungendo infine alla conclusione che in quel mondo non ci siano né magia né soprannaturale. Sul set arriva il killer mandato da Raphael per uccidere i Winchester, l’angelo Virgilio, che si ritrova ad essere un semplice umano privo di poteri. Sam e Dean lo attaccano ma Virgilio riesce a rubare a Sam la chiave datagli da Balthazar e a fuggire, mentre alcuni membri del set cercano di calmare i Winchester. Tutti sul set si convincono che i due attori si stiano comportando troppo stranamente e il direttore Bob Singer chiama Sera Gamble per informarla dell’accaduto la quale concorda con l’uomo di avvisare Eric Kripke, essendo richiesta la sua presenza: Kripke è rinchiuso in una baita a scrivere la sceneggiatura dell’episodio pilota della sua nuova e pessima serie “Octocobra”. Misha/Castiel è rapito da Virgilio che lo trascina in un vicolo per ucciderlo ed usare il suo sangue per contattare Raphale e riuscire, quindi, a tornare nel mondo vero. Intanto, Bob Singer affronta Jensen/Dean e Jared/Sam sul fatto che essi stiano sbagliando comportamento: i due ragazzi si licenziano, dicendo che nel loro vero mondo fanno la differenza. Dopo aver appreso da Genevieve della morte di Misha/Castiel, i due fratelli si recano sul luogo del delitto e apprendono da un barbone che ha assistito all’omicidio che il killer parlava di un certo Raphael, capendo quindi che Virgilio sta tentando di tornare nel mondo vero. Durante un dialogo tra i due ragazzi, Dean propone a Sam di restare lì, perché la sua vita è migliore di quella che avrebbe nel mondo vero ma Sam rifiuta, dicendogli che in questo mondo loro non sono neanche fratelli. Kripke arriva sul set per parlare con i due attori protagonisti ma arriva anche Virgilio che, dopo aver fatto rifornimento di armi in un negozio, proclamandosi il custode delle armi del Paradiso, uccide tutti i membri del set, affrontando poi Sam e Dean che riescono a sottrargli la chiave mentre Raphael riattiva il portale che gli permette di tornare nel mondo vero. Qui, i due trovano Raphael ad aspettarli: l’angelo possiede un corpo femminile e tenta di costringerli a cedergli la chiave ma l’arrivo di Balthazar fa capire che quella chiave è finta e che tutto ciò era stato progettato fin dall’inizio con la complicità di Castiel per trovare la vera chiave e la stanza delle armi del Paradiso. Castiel l’ha trovata ed è più forte e minaccia Raphael di ucciderlo, costringendolo quindi alla fuga. Anche Balthazar va via. Sam e Dean tornano a casa di Bobby e Castiel promette loro di dirgli qualcosa di più sulla guerra in Paradiso molto presto, prima di svanire.

Curiosità:
Altri meta episodi della serie sono: 2x18 “Hollywood Babylon”, 4x18 “The Monster at the End of This Book” e 5x09 “The Real Ghostbusters”.
Altri episodi ambientati in un universo alternativo sono: 2x20 “What Is and What Should Never Be”, 4x17 “It’s a Terrible Life”, 5x04 “The End”, 5x08 “Changing Channels”.
Nell’episodio compaiono alcuni membri del cast e della crew di Supernatural, alcuni interpretati da attori, altri da loro stessi: il regista e produttore Robert Singer è interpretato da Brian Doyle-Murray. Il produttore Jim Michaels è interpretato da Garwin Sanford, che ha interpretato anche la parte di Deacon nell’episodio 2x19 “Folsom Prison Blues”. Il coordinatore degli stunt Lou Bollo interpreta se stesso. Clif Kosterman, la guardia del corpo di Jared e Jensen, è interpretato da Phil Hayes. Genevieve Padalecki interpreta se stessa. Eric Kripke è interpretato da Micah A. Hauptman. La voce al telefono di Sera Gamble è davvero la sua. Kevin Parks è interpretato da Jason Bryden.
Alle pareti della casa di Jared e Genevieve nell'universo alternativo, sono appesi numerosi ritratti della coppia, con lo stesso stile dei famosi ritratti di Marilyn Monroe fatti con la tecnica della Pop Art.
Durante l’incantesimo per spedire Sam e Dean nell’universo alternativo, Balthazar utilizza Sale del Mar morto, sangue di agnello e ossa di un Santo minore, che utilizza per disegnare un sigillo.
Quando Misha incontra per la prima volta Sam e Dean, pensando che siano Jared e Jensen, recita alcune battute del copione interpretando Castiel. Le battute che recitano descrivono la trama del meta episodio.
Sam mentre naviga su internet trova un filmato di Jensen Ackles di quando interpretava Eric Brady nella soap opera “Days of Our Lives”.
Lo studio presente nell’episodio si chiama “KM Motion Pictures Studios”. Alla convention Salute to Supernatural a San Francisco tenutasi nel Gennaio 2011, Clik Kosterman ha rivelato che gli studi di Supernatural a Burnaby, Vancouver, sono stati ufficialmente rinominati in onore del regista e produttore scomparso Kim Manners.
La villa che vediamo nell’episodio è ovviamente fittizia, fino a prova contraria i coniugi Padalecki non abitano lì.
Tutte le foto attaccate agli specchi dei camerini che vediamo nella puntata sono tutte vere, molte foto sono visibili anche all’interno dei contenuti extra di dvd.
Nel corso dell’episodio viene spesso accennato che fuori dal set Jared e Jensen non si parlino. Salvo nuove dichiarazioni, è assolutamente falso dal momento che i due sono amicissimi nella vita reale, lo dimostrano varie interviste e anche testimonianze della crew.
Alla Rising Con Spain 2010, Misha Collins espresse il desiderio di avere una lunga scena di pianto nella sesta stagione. E' possibile che la scena sia stata quella tra Misha e Virgilio mentre cercava di ucciderlo.
Dean apprende grazie alle insegne stradali di non trovarsi negli States. Supernatural è girato a Vancouver, in Canada, tranne per l’episodio pilota, girato a Los Angeles.
Jared Padalecki e Genevieve Cortese si sono sposati il 27 Febbraio 2010 a Sun Valley, in Idaho. La foto sul caminetto è la vera foto del matrimonio, scattata da Kristen Schultz e contenuta in un articolo del Sun Valley Magazine.
Il termine The French Mistake si riferisce ad un maschio eterosessuale che fa sesso con un altro ragazzo e successivamente se ne pente.
Quando la realtà si mischia con la finzione: Jared Padalecki è un amante degli animali e ha due cani, Harley e Sadie. Ha supportato il gruppo animalista PETA e quello A Dog’s Life Rescue. Jared e Genevieve supportano il gruppo benefico 5GYRES, che combatte l'inquinamento degli oceani e i soldi raccolti durante la convention Salute to Supernatural a San Francisco tenutasi nel Gennaio 2011 sono stati donati a questo gruppo. Non si sa se nella realtà hanno veramente un lama o una lontra.
Il maglione azzurro indossato da Misha è lo stesso indossato nella sua missiva Rhino Puzzle, una delle tante campagne per la beneficenza.
I due ragazzi che provano la scena di lotta dietro l'impala con lo sfondo verde, che successivamente combattono con Dean Sam e Virgilio, sono i veri stunt di Jared e Jensen, Mike e Todd.
Il personaggio di Misha nel corso dell’episodio passa molto tempo su Twitter, esattamente un minuto dopo il Misha dell’episodio, Misha scrisse veramente su Twitterscrive “Ola Misha-amigos! Jared e Jensen me l’hanno fatta. Inizio davvero a sentirmi parte della squadra”. Per farvi incasinare ancora di più, all’inizio dell’episodio venerdì sera, Misha scrisse davvero su Twitter le parole #Misha, #metamadness e #kripke. Le parole finirono tutte nella top ten dei topic più twitterati nel corso della messa in onda dell’episodio.
La scena durante la quale Sam e Dean lottano contro Virgilio, è stata girata sullo stesso set usato come prigione delle vergini nell’episodio 6x12 “Like a Virgin”.



6.16 - Episodio 120

Titolo Originale: ...And Then There Were None
Titolo Italiano:

Trasmissione Usa: 4 marzo 2011
Trasmissione Italia:

Scritto da: Brett Matthews
Diretto da : Mike Rohl

Guest Stars: Jim Beaver (Bobby Singer), Mitch Pileggi (Samuel Campbell), Steven Williams (Rufus Turner), Jessica Heafey (Gwen Campbell), Brent Stait (Rick), Kimberly Unger (la moglie di Rick), Julia Maxwell (Eve/la Madre di tutte le cose), Jordan Weller (vicesceriffo #1), Andrew McNee (vicesceriffo #2), Derek Morrison (il capitano Dylan).

Bobby parla a Sam e Dean di numerosi casi di apparizioni di mostri che sono stati segnalati da altri cacciatori. Tutti i mostri sembrano andare sull’autostrada I-80 e dirigersi a Sandusky, in Ohio. In questa città, un uomo ha di recente ucciso la sua famiglia a martellate. Bobby si reca da lui coi Winchester e lo interroga, scoprendo che l’uomo non ricorda nulla dell’accaduto se non una ragazza che gli aveva chiesto un passaggio ad una stazione di rifornimento. I tre decidono di vedere i filmati dell’area, scoprendo poi che quella ragazza potrebbe essere la Madre di tutte le cose, visto che il suo volto appare mostruosamente deformato nel video. Mentre sono alla centrale di Polizia, i tre apprendono di un altro caso: un uomo ha compiuto una strage, prima di essere ucciso dalla Polizia, allo stesso conservificio dove lavorava l’altro uomo che aveva ucciso la famiglia. Sam e Dean continuano a fare delle ricerche, mentre Bobby si reca sul posto, trovandovi già Rufus che indaga sul loro stesso caso. Rufus si unisce al gruppetto per le indagini. Rufus e Bobby vanno all’obitorio per esaminare il cadavere dell’uomo ucciso dalla Polizia, scoprendo una strana sostanza viscida nel suo orecchio: non è ectoplasma e potrebbe essere qualcosa di nuovo legato proprio alla Madre. I quattro si recano al vecchio conservificio dove scoprono la presenza di Samuel e Gwen che indagano sulla Madre. Dean vorrebbe ucciderlo, come gli aveva promesso in passato, ma Sam lo blocca, dicendogli che l’uomo potrebbe essergli utile per il caso. Samuel rivela a tutti che stanno dando la caccia ad Eva, conosciuta come la Madre di tutte le cose, un potente essere che circa 10 mila anni fa era sulla Terra; è lei che ha creato tutte le creature mostruose in giro sul Pianeta ed ora è tornata. Dopo di ciò, Bobby si confronta con Samuel, ricordandogli il suo tradimento ai danni dei suoi stessi nipoti e Gwen è sconvolta nell’apprenderlo e va via. Dean la raggiunge e le conferma che Samuel ha cercato di uccidere sia lui che Sam e, d’un tratto, Dean spara alla ragazza, uccidendola: è posseduto dalla misteriosa creatura che ha fatto lo stesso coi due uomini del conservificio. Dean fugge e gli altri lo inseguono per salvarlo, trovandolo poi intontito: il ragazzo era svenuto ma ha poi visto un verme uscire dal suo orecchio e sparire. Bobby decide di chiudere in un sacco tutte le armi per evitare di uccidersi a vicenda, prima di trovare quel verme. Samuel lascia la stanza con la scusa di dover andare in bagno ma Sam e Dean lo seguono e hanno un altro confronto con lui: l’uomo non è pentito di ciò che gli ha fatto, vendendoli a Crowley e, dopo aver tentato di aggredirli, fugge. Sam lo raggiunge e Samuel gli chiede se vuole sapere ciò che ha fatto nell’ultimo anno (cose che Dean, senz’altro, gli ha celato per il suo bene). Sam annuisce ma, rima che l’uomo possa iniziare a parlare, gli spara, uccidendolo per il fatto che fosse posseduto dal misterioso verme. Gli altri raggiungono Sam e trovano il corpo senza vita di Samuel: incerti su chi dei due fosse realmente posseduto dal verme, decidono di legare Sam e aprire il cranio di Samuel per controllare una sua eventuale possessione. Sam e Dean aspettano fuori l’esito dell’esame condotto da Bobby e Rufus sul corpo di Samuel. I due cacciatori parlano di quanto accadde ad Omaha anni prima: emerge che Bobby, nel pieno di un pasticcio da lui causato durante un caso, aveva causato la morte di una persona cara a Rufus. Bobby ne approfitta, ora, per chiedergli scusa ma Rufus non sembra volere accettarle. Nel corso dell’esame sul cranio di Samuel, quest’ultimo si rianima ed attacca i due uomini, restando poi folgorato dalla corrente elettrica (che appare essere l’unico modo per eliminare il verme da un corpo posseduto). Il verme possiede Bobby che pugnala a morte Rufus. Sam e Dean bloccano Bobby, lo legano e lo interrogano con un cavo elettrico, volendo costringere il verme a dirgli tutto ciò che sa su quanto sta accadendo: il verme dice di essere una creazione di Eva ed è stato mandato per infettare gli uomini. Eva, infatti, vuole ripopolare la Terra con le sue creature ed annientare gli umani. I ragazzi torturano il verme attraverso il corpo di Bobby, costringendolo infine ad uscire da lui e morendo poco dopo. Bobby si salva e partecipa coi Winchester ad un piccolo funerale preparato per Rufus: l’uomo non è cremato ma sepolto in un cimitero ebraico. Bobby versa sulla sua tomba del liquore etichetta blu “Johnny Walker”, bevendone poi un sorso nel pieno del dispiacere per la morte del suo amico.

Curiosità
Le riprese di questo episodio sono state effettuate il 13 e 14 Gennaio 2011, si svolgeranno nel ristorante Cannery a Vancouver.
In questo episodio riappare La Madre di tutte le cose, era sulla Terra circa diecimila anni fa ed ora vuole eliminare gli umani, creando un maggior numero di mostri per impossessarsi del Pianeta.
È anche il titolo di un episodio della seconda stagione della serie tv ‘CSI’ - Crime Scene Investigation.
Uno dei nomi della rubrica del cellulare di Sam è Chris Cooper. Chris Cooper è il responsabile del dipartimenti oggetti dello show.
Dal momento che la religione ebraica non prevede la cremazione, Rufus viene sepolto in quello che è ovviamente un cimitero ebraico, invece di fargli un funerale tradizionale per i cacciatori, bruciato su una pira. Bobby versa sulla tomba un po’ della bevanda preferita di Rufus - Johnny Walker Etichetta Blu.
La maggior parte del cast e della crew, tranne Jared Padalecki si prese una terribile influenza durante le riprese di questo episodio e Jim Beaver twitterò in proposito. Le riprese avvennero a cavallo del weekend della Salute to Supernatural convention a San Francisco 2011 e la febbre di Jensen Ackles era molto evidente.
Bobby, per la prima volta, partecipa insieme ai ragazzi all’interrogatorio di un sospettato.
La trama dell’episodio ricorda quella dell’episodio della prima stagione della serie tv ‘The X-Files’, l’episodio 1x07 “Ice”, nel quale Mulder, Scully e due scienziati sono chiusi in una base di ricerca in Alaska per indagare su un verme alieno che possiede a turno i componenti del gruppo, portandoli al suicidio/omicidio.
Ci sono altri tre cacciatori più o meno amici di Bobby e Rufus: Willie, Rodg e Alfred.
L’episodio decreta la morte di ben tre cacciatori: Gwen Campbell (uccisa da Dean posseduto dal verme), Samuel Campbell (ucciso da Sam lucido) e Rufus Turner (ucciso da Bobby posseduto dal verme).
Si apprende che è stato Rufus ad iniziare Bobby alla caccia, dopo averlo aiutato con sua moglie, posseduta da un demone, evitandogli la prigione. Un vecchio caso che seguivano insieme, ad Omaha, aveva poi decretato la fine della loro collaborazione, visto che un errore di Bobby aveva causato la morte di una persona cara a Rufus (forse, una donna).
Rufus ha un pacemaker dal primo mandato di Bush Jr e ha perso anche tre dita dei piedi.
Il liquore preferito di Rufus è il Johnnie Walker, etichetta blu.
Il camionista Rock (Brent Stait) è apparso anche nell’episodio 1x11 “Scarecrow” nel ruolo di Scotty.




Indice
Sesta Stagione
Pagina 2
Pagina 3
Tutte le pagine