Instagram

Seconda Stagione

Giovedì 16 Novembre 2006

Cast regolare: Laura Allen (Lily Moore), Joel Gretsch (Tom Baldwin), Jacqueline McKenzie (Diana Skouris), Mahershalalhashbaz Ali (Richard Tyler), Patrick Flueger (Shawn Farrell), Chad Faust (Kyle Baldwin), Conchita Campbell (Maia Rutledge), Samantha Ferris (Nina Jarvis).

2.01 Wake-Up Call (1)
Chiamata di risveglio (prima parte)

Scritto da: Craig Sweeny, Ira Steven Behr
Diretto da: Leslie Libman
Prima visione USA: 5 giugno 2005
Prima visione Italia: 26 marzo 2006
Guest starring: Jordan Lasorsa-Simon (Isabelle), Bill Campbell (Jordan Collier), Kavan Smith (Agent Garrity), Jeffrey Combs (Kevin Burkhardt), Richard Kahan (Marco Pacella), Dawn Chubai (Newscaster), Sean Tyson (Gabriel), Charles Napier (Reverend Josiah), Jason Anthony Griffith (Arlo), Grace Bauer (Joanne), Darryl Quon (Orderly), Avery Tiplady (Peter Sumlin), Nick Misura (Store Owner), Trevor Roberts (Mechanic #1), Noah Beggs (Mechanic #2), Julian Christopher (Judge Biederman), Michael Ryan (David Sumlin), Patricia Harras (Carol Sumlin), Jody Thompson (Devon), Grame Duffy (Brady Wingate), Bill Mondy (Agent Hubbard), Hiro Kanagawa (Agent Park), Rob LaBelle (Dr. Clayton), Summer Glau (Tess)

Sono passati sei mesi.
Kyle è tenuto in quarantena e sottoposto a continue TAC, dopo quanto avvenuto nel bosco. Suo padre Tom è stato relegato a mansioni d’ufficio dietro una scrivania, mentre Diana non è riuscita a trovare un collega all’altezza di Baldwin. Ma l’inaspettato arrivo di un nuovo capo alla NTAC, Nina Jarvis, rimescola le carte in tavola: Diana le chiede di riabilitare Tom, affidandogli lavori sul campo a patto di ottenere dei risultati; in caso contrario, la lettera di dimissioni è già pronta. In cambio, Tom chiede che suo figlio possa tornare a casa con lui e il primo impatto col quotidiano, dopo il coma, non è dei più semplici per Kyle. Il primo caso di cui si occupano i due agenti riguarda Tess, una giovane affetta da schizofrenia paranoica, ricoverata in un istituto psichiatrico, e ricomparsa misteriosamente con i 4400. Sembra che la giovane sia in grado di comunicare con il futuro e riceva indicazioni sulla costruzione di una gigantesca trasmittente; i suoi schizzi, in effetti, confermano il progetto di una trasmittente che i malati stanno erigendo nel cortile dell’istituto. Dopo la morte di un inserviente, apparentemente impazzito, la situazione si complica: sembra che tutti, compreso il direttore e il personale, siano coinvolti direttamente in prima persona nel progetto di cui parla Tess. La ragazza è una sorta di faro guida per gli altri, per questo Diana e Tom decidono di portarla via e tenerla sotto controllo. Per di più la giovane afferma di avere dei ricordi della sua sparizione, di riuscire a ricordare dettagli dal futuro…
Jordan Collier, nel frattempo, ha pubblicato un libro, che in breve diventa un best-seller, in cui racconta la sua esperienza di Ritornato. Un suo progetto, tra l’altro, prevede l’inaugurazione di un centro che possa ospitare chiunque voglia tirare fuori il “4400” che è in sé, perché tutti possono nascondere poteri impensati. Shawn è sempre al suo fianco, anche quando Jordan manifesta continue crisi che lo destabilizzano. Il ragazzo utilizza il suo potere di guaritore per malati terminali che per essere toccati da Shawn sono pronti a sborsare fior di quattrini a Jordan. Pur essendogli riconoscente per averlo ospitato nel 4400 Center, Shawn non condivide l’isolamento a cui è costretto da Jordan, che non gli permette nemmeno di vedere Kyle, così di nascosto telefona al cugino. Collier è alla disperata ricerca di Richard, Lily e il loro bambino, ma non può sapere che i tre sono nascosti in una baita di montagna, dove vivono in gran segreto. Richard, in particolare, è angosciato dalle lettere minatorie che ricevono da qualche tempo e quando Lily in paese con Isabelle, la loro bambina, incontra un predicatore la situazione precipita: sembra che la piccola possieda poteri molto forti e inaspettati, la loro copertura salta e la coppia è costretta a fuggire. Il predicatore, seguito da due scagnozzi, li insegue senza sosta. Se la figlia di Richard e Lily comincia a manifestare i primi segnali del suo potere, Maia, invece, sembra non possedere più quel suo potere precognitivo ormai da quattro mesi. Diana l’ha adottata legalmente, la bambina vive ormai con lei, ma non riesce a legare con le sue coetanee, essendo completamente avulsa dalla realtà attuale. Diana è in pena per Maia, finché frugando tra le sue cose, trova in un cassetto il diario della piccola.
Musica dell’episodio: True by Ryan Cabrera;
Do the Buildings and Cops Make You Smile? by Bedroom Walls.

 

2.02 Wake-Up Call (2)
Chiamata di risveglio (seconda parte)

Scritto da: Craig Sweeny, Ira Steven Behr
Diretto da: Leslie Libman
Prima visione USA: 5 giugno 2005
Prima visione Italia: 26 marzo 2006
Guest starring: Jordan Lasorsa-Simon (Isabelle), Bill Campbell (Jordan Collier), Kavan Smith (Agent Garrity), Jeffrey Combs (Kevin Burkhardt), Richard Kahan (Marco Pacella), Haili Page Philippe (Carrie), Chelah Horsdal (Carrie’s Mother), Clint Carleton (Owen), Dawn Chubai (Newscaster), Sean Tyson (Gabriel), Charles Napier (Reverend Josiah), Jason Anthony Griffith (Arlo), Grace Bauer (Joanne), Darryl Quon (Orderly), Winnie Hung (Sick Woman), Avery Tiplady (Peter Sumlin), Nick Misura (Store Owner), Trevor Roberts (Mechanic #1), Noah Beggs (Mechanic #2), Julian Christopher (Judge Biederman), Michael Ryan (David Sumlin), Patricia Harras (Carol Sumlin), Jody Thompson (Devon), Grame Duffy (Brady Wingate), Bill Mondy (Agent Hubbard), Sean Devine (Mystery Theorist), Lisa Marie Caruk (Gwen), Hiro Kanagawa (Agent Park), Rob LaBelle (Dr. Clayton), Summer Glau (Tess Doerner)

Tom e Diana riportano Tess all’istituto, quando ormai tutti sembrano impazziti nel costruire la torre che funzionerà da ricetrasmittente per raccogliere messaggi dal futuro. I due agenti fanno in modo che tutti si radunino davanti la torre, in attesa che accada qualcosa, ma anche Diana sembra lentamente essere stata contagiata dal desiderio spasmodico di terminare il progetto. Quando anche Nina e il resto della squadra arrivano all’istituto, Tom, però, vuole che attendano il completamento della torre, prima di intervenire. La rivelazione fatta da Nina, tuttavia, sconvolge Tom: Tess non ha mai avuto ricordi della sua scomparsa, non ricorda assolutamente nulla, come tutti gli altri, le descrizioni così verosimili che aveva fatto erano semplici brani presi da un libro di fantascienza! All’improvviso tutti sembrano fermarsi estasiati, la torre è ormai pronta ma quando viene attivata emette dei suoni striduli e dei fischi, prima di spegnersi del tutto e lasciare la folla sottostante perplessa. Mentre Tess è disperata perché non è accaduto nulla, un suo amico ricoverato nell’istituto sembra riprendersi dal lungo stato apatico in cui si trovava da tempo. Dopo sei anni di silenzio e di apparente malattia, il dottor Burkhoff è tornato normale ed è interessante la sua attività prima di essere ricoverato: uno scienziato che conduceva una ricerca sul cervello umano, con lo scopo di risvegliare quelle parti normalmente sopite che riguardano poteri di telecinesi e precognizione.
Mentre Jordan non approva che Shawn abbia incontrato suo cugino Kyle fuori del Centro e gli chiede, anzi, di continuare la sua missione di guaritore, Richard e Lily continuano la loro disperata fuga nel bosco finché non vengono raggiunti dai loro tre inseguitori. Quando tutto sembra ormai perduto e Richard è sotto il tiro di uno dei tre uomini, all’improvviso succede qualcosa: uno dei tre uccide un suo compagno per poi suicidarsi e il terzo segue la sua stessa sorte, sparandosi. Richard è esterrefatto e comincia a sospettare che la piccola Isabelle abbia poteri incredibili.
Intanto, Diana, in un primo momento accantonato l’impulso di leggere il diario di Maia, comincia a sfogliarlo, trovando pagine e pagine in cui la bambina racconta ciò che continua a vedere nelle sue premonizioni e un appunto, più recente, che sconvolge la donna:
“I capi della mamma verranno puniti per averci traditi”.

 

2.03 Voices Carry
Voci diffuse

Scritto da: Lisa Melamed
Diretto da: Vincent Misiano
Prima visione USA: 12 giugno 2005
Prima visione Italia: 2 aprile 2006
Guest starring: Jordan Lasorsa-Simon (Isabelle), Bill Campbell (Jordan Collier), Ingrid Torrance (Lucy), Natasha Gregson Wagner (April Skouris), Lexa Doig (Wendy Paulson), Candus Churchill (Administrator), Stephen McHattie (Ian Dravitt), Sharif Atkins (Gary Navarro), Jody Thompson (Devon), Parker Holdsworth (Walter), Jennifer Gibson (Clarice), Robert Seckler (Officer Kenney), Richard De Kler (Kevan), Darren E. Scott (Security Guard), Doug Abrahams (Motel Manager), John Dadey (Coach Winfrey), P. J. Prinsloo (Teddy), Woody Jeffreys (Jake)

Gary Navarro gioca a baseball e il suo chiodo fisso è far bella figura davanti ai talent scout seduti sugli spalti. Nulla per lui è più importante al momento, come per qualunque giovane speranzoso di essere notato e, quindi, diventare un nuovo campione. Ma Gary non è esattamente quello che si definirebbe un giovane come gli altri: è uno dei 4400 Ritornati e riesce a leggere i pensieri degli altri. Questa sua nuova capacità, non solo lo distrae davanti ai talent scout, ma cosa ben peggiore rischia di farlo impazzire col tempo. Quando Diana e Tom lo incontrano, non solo constatano le effettive potenzialità del ragazzo, ma si rendono conto entrambi dell’impatto che il suo “dono” ha sulla sua psiche. Nina, al contrario, sembra molto interessata a sfruttare le capacità di telepatia di Gary, soprattutto da quando pare che Jordan sia coinvolto in certi giri loschi con un tale Dravitt. Scopo della NTAC, quindi, è infiltrare il ragazzo al 4400 Center e fargli captare i pensieri di Collier. Gary accetta di entrare nel Centro, in cambio dell’aiuto della NTAC, affinché possano aiutarlo a risolvere il suo problema. Tuttavia, quando a Gary viene tolto ogni tipo di tranquillante per lenire le sofferenze causate dal suo dono, il ragazzo finisce col confessare a Jordan di possedere capacità telepatiche. Dravitt, sentendosi con le spalle al muro, minaccia di uccidere Gary e Shawn, ma il pronto intervento di Tom e Diana scongiura la tragedia. Pare che Jordan volesse addirittura servirsi di Dravitt per portare avanti un colpo di stato in un’isola africana, forse per creare una sorta di “colonia” dei 4400?
Il povero Gary, una volta liberato, si rende conto che la NTAC non ha intenzione di mantenere la parola data e aiutarlo, anzi viene portato via per questioni governative.

Nel frattempo, Kyle è alle prese con il ritorno al college e il suo primo giorno non è dei migliori e Diana si vede piombare in casa la sorella minore April, che sembra legare subito con la piccola Maia. Richard e Lily decidono di fermarsi in un motel lungo la strada, ma l’arrivo della polizia, seppur per arrestare qualcun altro, li mette in agitazione e la coppia ritiene, allora, sia meglio proseguire. Lungo il viaggio, però, Richard è sempre più turbato dai potenziali poteri distruttivi che sua figlia Isabelle pare possedere, tanto che quando alza la voce con Lily si sente male, come se fosse stata la piccola a provocargli il dolore.
Ed è soltanto l’inizio…

Musica dell’episodio: Gravity by Alison Krauss & Union Station.

 

2.04 Weight of the World
Influenza del mondo

Scritto da: Scott Peters
Diretto da: Oz Scott
Prima visione USA: 19 giugno 2005
Prima visione Italia: 2 aprile 2006
Guest starring: Jordan Lasorsa-Simon (Isabelle), Bill Campbell (Jordan Collier), Natasha Gregson Wagner (April Skouris), Richard Kahan (Marco Pacella), Glen Gould (Eric Papequash), Lucia Walters (Tara Kendrick), Carmen Moore (Stacey Papequash), Noah Danby (Billy), Jody Thompson (Devon), Katey Wright (Celeste Kazar), Colin Lawrence (David Kendrick), Peter Hanlon (Michael Barman), Peter Huck (Waiter), Paul Jarrett (Lyndon), Rhonda Dent (Elise Applebaum), Michael Rogers (Dimitri Kazar), Robert Picardo (Trent Applebaum), Noa Tishby (Chloe Granger), Lexa Doig (Wendy Paulson)

Il modesto impiegato Trent Applebaum è disperato perché il suo lavoro si è arenato e deve ancora una bella somma di denaro a strozzini che non lo lasciano in pace, anzi, arrivano a perseguitarlo nel locale dove lavora sua figlia Elise. Quando Trent si ritrova il suo persecutore davanti la porta di casa è convinto sia tornato per minacciarlo nuovamente, ma rimane sorpreso nel trovare l’uomo dimagrito e contento di esserlo. Sembra che lo strozzino abbia bevuto un sorso di birra dallo stesso boccale di Trent nel locale e in un breve arco di tempo abbia cominciato a perdere peso. Entusiasta della novità vuole che Trent faccia lo stesso per sua moglie e la coppia può andare a cena fuori, soddisfatta di essersi tolto di dosso un grosso peso. Quello che i due non sanno è che non tutti i poteri che i 4400 hanno acquisito hanno conseguenze positive lungo andare. I due, infatti, continuano a mangiare ininterrottamente, non sentendosi mai del tutto sazi, ma allo stesso tempo continuando a dimagrire a vista d’occhio, fino a morire. Entra, allora, in gioco la NTAC: Tom e Diana sono convinti che la saliva di Trent abbia provocato quello spaventoso dimagrimento e in effetti dal campione di saliva prelevato risulta presente una proteina in grado di accelerare il metabolismo. Il poveretto, però, non potendo sapere che cosa sarebbe accaduto ha già firmato un contratto milionario con una casa farmaceutica, con lo scopo di creare un farmaco per dimagrire. Cento persone hanno ingerito il farmaco per testarlo prima della messa in vendita e ora rischiano di morire. Come se non bastasse, anche sua figlia Elise, con l’intenzione di perdere qualche chilo, ha bevuto dal suo stesso bicchiere e viene ricoverata in gravi condizioni. Trent, allora, accetta di sottoporsi a un intervento, in modo da trovare una cura per tutti prelevando una parte del suo fegato e rimediare al danno creato inconsapevolmente. Nel frattempo, Richard e Lily arrivano da Eric, un altro dei 4400 ricomparso con loro, diventato loro amico durante il periodo della quarantena. Dopo un primo timore, che però si rivela infondato, per un ritardo di Lily e un’altra possibile gravidanza, la coppia si stabilisce per un po’ dall’amico. Ma mentre Richard sembra trovarsi a suo agio e vorrebbe stabilirsi definitivamente, avendo Eric offertogli un lavoro, Lily preferirebbe partire. Ma l’occasione per abbandonare quella temporanea tranquillità viene offerta da un amico di Eric, che non gradisce la simpatia nata tra la moglie e Richard: denuncia l’uomo e Lily alla polizia perché fuggiaschi da tempo e i due sono costretti a partire con Isabelle.
Nel 4400 Center, intanto, arriva una nuova importante ospite, una giovane popstar Chloe Granger. Jordan, ospitandola, spera di poter ancora una volta portare l’attenzione dei media sul loro Centro, tanto più che la ragazza continua a rilasciare interviste in cui afferma di sentirsi cambiata dopo aver letto il libro di Collier e ha intenzione di far emergere il potenziale 4400 che è in lei. Shawn scopre che Jordan va a letto con la ragazza esclusivamente per sfruttare la sua immagine e la sua popolarità a vantaggio del Centro. Pur non approvando il modo in cui Jordan manipola le persone, il giovane resta senza parole quando l’uomo gli dice che ha intenzione di lasciare tutto quanto a lui. La segretaria di Jordan, Devon, nel venire a sapere della relazione del suo capo con la cantante rimane molto male, perché ne è innamorata in segreto, e tenta addirittura il suicidio; solo allora Shawn si rende davvero conto di quanta influenza abbia Collier sulle persone. Quando Chloe lascia il Centro per impegni presi precedentemente promette che tornerà ancora e indossa il pendente col simbolo del Centro, Jordan ha trovato, così, uno sponsor non da poco.
Mentre April si affeziona ogni giorno di più alla piccola Maia, Diana racconta a Tom che la bambina ha ancora i suoi poteri e Maia ne dà prova nel laboratorio di tatuaggi di April. Kyle, invece, soffre di continue amnesie che lo destabilizzano, veri e propri black out che però tiene nascosti al padre, finché nello specchio vede la sua immagine deformarsi e qualcun altro agitarsi dentro di lui….

Musica dell’episodio: Walking Dead by Dj Z-Trip feat. Chester Bennington; Banquet by Bloc Party.

 

2.05 Suffer the Children
Sopportare i bambini

Scritto da: Frederick Rappaport
Diretto da: Vincent Misiano
Prima visione USA: 26 giugno 2005
Prima visione Italia: 9 aprile 2006
Guest starring: Jordan Lasorsa-Simon (Isabelle), Bill Campbell (Jordan Collier), Andrew Airlie (Brian Moore), Chilton Crane (Susan Farrell), Edd Wright (Man on crutches), Stefan Thordarson (Mike Ross), Santana Shaw-Garlock (Rita Lopez), Melene Robic (Kimmy), Rick Dobran (Sal Lasco), Sean Owen Roberts (Wayne), Ben Cotton (Dewey), Kyle Falconer (Shadow), D. Harlan Cutshall (Guard), Rob Hayter (Cop), Brett Delaney (Sheriff Cobb), Bruce Dawson (Lee Ross), Jaren Brandt Bartlett (Joey Lasco), Lindy Booth (Liv), Kathryn Gordon (Heather Tobey), Reece Thompson (Greg Venner), Genevieve Büchner (Heidi Moore), Brent Stait (Frank Venner), Bill Marchant (Harmon Sloan), Brent O’Connor (Husky Boyfriend)

Jordan soffre di crisi continue a cui solo Shawn sa dare sollievo, ma Collier gli consiglia di non utilizzare troppo spesso il suo potere di guaritore perché potrebbe mettere a rischio la sua stessa salute. Quando, però, Shawn conosce un gruppo di ragazzi di strada, abituati ad arrangiarsi da soli, e ci stringe amicizia, le cose si complicano: sembra quasi che Shawn cominci a provare qualcosa per Liv, la sua abilità nel suonare la chitarra lo rapisce, ma il ragazzo di Liv non pare gradire la presenza di Shawn all’interno del loro gruppo. Una volta incrinati i rapporti, il ragazzo smette di andarli a trovare, finché un giorno si ritrova Liv disperata davanti il 4400 Center che gli chiede aiuto: il suo ragazzo sta morendo per colpa di un’overdose. Shawn non ci pensa un attimo e tocca il moribondo, che sembra essere attraversato da una corrente di energia prima di riprendersi come se nulla fosse accaduto. Alla vista di una scena simile tutti i senzatetto presenti restano sconvolti e pregano Shawn di aiutare anche loro, ma il ragazzo intimorito dalla reazione suscitata, scappa via. Jordan, intanto, riesce finalmente a ritrovare Richard, Lily e Isabelle: Richard, infatti, è stato riconosciuto da un agente in una stazione di servizio e fermato. Jordan, tuttavia, si mostra benevolo e stupisce la coppia, quando chiede a Richard di rimanere nel Centro e smettere così di fuggire e promette a Lily di aiutarla a incontrare sua figlia Heidi. La donna si fida poco di Collier, ma la sua Isabelle può essere comunque la loro salvezza nel caso di brutte intenzioni da parte dell’uomo.

Tom e Diana devono investigare su un nuovo caso che riguarda i 4400: si tratta di una giovane insegnante, Heather Tobey, che dopo essere ricomparsa pare aver acquisito un potere inquietante agli occhi dei genitori dei suoi studenti: è in grado di stimolare alcuni ragazzi a tirar fuori il loro talento nascosto. Ecco allora nella sua classe ragazzi bravissimi nel dipingere, nel suonare strumenti, novelli scultori e musicisti che fino a poco tempo prima non avevano mai preso in mano uno scalpello o letto uno spartito. I genitori vogliono vederci chiaro e nel frattempo chiedono la sospensione dell’insegnante. I due agenti sono costretti ad accompagnare Heather a scuola, per difenderla dalla rabbia dei genitori che vorrebbero cacciarla, perché credono che la donna abbia effetti negativi sui loro ragazzi. Una volta in aula, la giovane insegnate si vede minacciare con una pistola da uno studente, che le intima di usare il suo potere anche con lui, per far emergere un qualche talento che possa differenziarlo dal padre che non stima affatto. Non riuscendo a mettere a frutto il suo potere, Heather riesce comunque a calmare il ragazzo e a farsi dare la pistola.

Nel frattempo, Kyle soffre di continue amnesie che lo preoccupano: un momento si trova nel parco del college, l’istante dopo si ritrova nella cucina di casa sua, il tutto in una manciata di secondi. Consapevole della gravità della situazione, Kyle finisce col rivelare al cugino Danny di avere un problema, ma non riesce a confessargli di cosa si tratta…

 

2.06 As Fate Would Have It
Quale destino gli aspetta

Scritto da: Craig Sweeney
Diretto da: Nick Gomez
Prima visione USA: 10 luglio 2005
Prima visione Italia: 9 aprile 2006
Guest starring: Jordan Lasorsa-Simon (Isabelle), Bill Campbell (Jordan Collier), Andrew Airlie (Brian Moore), Ingrid Torrance (Lucy), Natasha Gregson Wagner (April Skouris), Richard Kahan (Marco Pacella), Robert Clark (Miles Quinlan), Alistair Abell (Male Paramedic), Lexa Doig (Wendy Paulson), Sean Owen Roberts (Wayne), Igor Morozov (Laurent Ganning)

Passano i giorni, Richard e Lily, ospiti del 4400 Center, sono stupiti di come Jordan si sia affezionato a Isabelle e, soprattutto, di come la bambina non si mostri diffidente nei confronti dell’uomo. Nel frattempo, Lily chiede all’ex marito Brian di dare un regalo alla figlia Heidi da parte sua e la ragazzina va a trovare la madre nel Centro, ormai informata della realtà dei fatti e di chi sia veramente sua madre. Così Lily può ristabilire un primo contatto con la figlia che non ha visto crescere, ma la piccola Isabelle non sembra condividere questa gioia, tanto che quando Heidi viene ricoverata d’urgenza in ospedale, Lily comincia a sospettare sia proprio la bambina la responsabile di tutto. Mentre il legame tra Jordan e la piccola Isabelle sembra quasi quello tra un padre e una figlia, il Centro si prepara a organizzare un primo incontro di tutti i 4400 Ritornati, con un’imponente ricevimento e conferenza stampa. La piccola Maia ha una visione in cui Jordan muore assassinato e si sente in colpa quando l’uomo la va a trovare a casa, ma Collier dimostra di non crederle affatto, continuando a portare avanti i preparativi dell’incontro. Diana e Tom cercano di capire chi potrebbe volere la morte di Collier, interrogando un sospettato, cliente del Centro che non ha mai acquisito i poteri tanto “pubblicizzati” da Jordan. Ma quando vengono a sapere che in città è arrivato un sicario di Dravitt, il malavitoso con cui Jordan aveva avuto dei contatti, si convincono sia lì per ucciderlo. In effetti, il sicario si infiltra nel Centro ed è pronto a uccidere Jordan durante la prova del suo discorso, ma viene arrestato in tempo da Tom. Tutto sembrerebbe risolto, Jordan invita entrambi gli agenti a partecipare al galà, dove tutti i flash sono per lui. C’è qualcuno, però, sulla terrazza di fronte che non esita a sparargli più volte e Jordan stramazza al suolo, mentre Tom si lancia all’inseguimento del cecchino misterioso. Shawn tenta disperatamente di far riprendere Jordan col suo potere, ma è tutto inutile e Collier muore, non prima di aver detto al ragazzo che è stata Isabelle a fargli decidere di mandare avanti i preparativi dell’incontro, con una visione dove tutto sarebbe andato nel verso giusto. Tom si lascia sfuggire il misterioso cecchino…

Al funerale di Jordan, Shawn tiene il discorso commemorativo in suo onore, promettendo di portare avanti i progetti del Centro che il suo mentore aveva in mente, quando l’urlo della segretaria lo ammutolisce: il corpo di Jordan è sparito!

Diana, intanto, ha ricevuto un’ordinanza del tribunale per consegnare il diario della figlia, pieno di premonizioni, ma si rifiuta di farlo. E mentre l’amica di Shawn, Liv, ha deciso di entrare nel Centro ora che lui ne è il responsabile, Kyle, ossessionato dai suoi blackout, si disfa del fucile con cui ha ucciso Jordan, gettandolo nel fiume…


Musica dell’episodio: I Hate The Way You Love by The Kills; Running Battle by Kasabian.

 

2.07 Life Interrupted
Vita interrotta

Scritto da: Ira Steven Behr
Diretto da: Michael Watkins
Prima visione USA: 17 luglio 2005
Prima visione Italia: 16 aprile 2006
Guest starring: Kavan Smith (Agent Garrity), Chilton Crane (Susan Farrell), Karina Lombard (Alana Mareva), Kaj-Erik Eriksen (Danny Farrell), Marshall Caplan (Doherty), Allison Warnyca (Cute Young Clerk), Don MacKay (Minister), Mark Burgess (James Willis), Richard Kendery (Philip Kendrick), Maureen Thomas (Older Maia), Brooke Nevin (Nikki Hudson)

Kyle è di buonumore, sembra che non sia morto nessuno e, soprattutto, che nessuno abbia mai sentito parlare dei 4400. Tom non riesce a capire cosa stia succedendo, tutto sembra irreale, persino Diana si comporta come se non sapesse nulla dei Ritornati. L’agente consulta, allora, il database della NTAC, ma sembra che i file siano stati cancellati, non c’è più traccia dei 4400… come se non bastasse, Diana gli dice che è stato in convalescenza per due mesi, dopo essere stato scoperto dalla cellula terroristica in cui si era infiltrato! Sempre più confuso e spaesato, Tom viene a sapere che suo figlio Kyle non è mai stato in coma, è laureando in medicina, e si ritrova sposato con una donna, Alana, che nemmeno conosce. Shawn è membro di una band molto famosa, mentre Danny e Nikki hanno deciso di sposarsi. Tutto è completamente sballato… durante l’inseguimento di un criminale, i due agenti finiscono in un museo (che altro non è se non il vecchio 4400 Center di Jordan), dove Tom scopre una sorta di laboratorio segreto, che però solo lui è in grado di vedere! Su consiglio di Alana, che gli rivela di essere una dei 4400, Tom finge di stare ancora poco bene dopo la sua convalescenza, ma continua a tornare al museo nella speranza di scoprire qualche dettaglio in più sul misterioso laboratorio: sembrerebbe una sala operatoria che nemmeno Alana vede. Diana inizia a sospettare che il collega stia uscendo di senno, ma Tom continua a sostenere la sua teoria, pur scontrandosi con la realtà, che sembra contraddirlo in pieno: persino la sua visita all’indirizzo della piccola Maia gli mostra una Maia anziana, segno che sono passati tanti anni in pochissimo tempo. Le percezioni di Tom sono sempre più confuse…

Passano otto anni.
Tom è pronto a riconfermare la sua promessa di matrimonio con Alana, la loro vita insieme scorre tranquilla e serena, Kyle ha accettato la moglie del padre e Tom stesso sembra, ormai, apprezzare la sua nuova vita. Per di più, Nina Jarvis sta per essere trasferita e chiede a Tom di sostituirla, mentre Alana entra nel Comitato Organizzativo del museo Collier. Tutto sta andando nel verso giusto, finché alla serata di gala del museo Tom vede di nuovo il misterioso laboratorio. Quella stessa notte ha un incubo in cui suo figlio viene arrestato dai poliziotti, decide così di entrare nel laboratorio per scoprire una volta per tutte cosa nasconde.
Sul lettino al centro della stanza c’è una donna: Tom si avvicina e scopre che si tratta di sua moglie Alana che ammette di essere stata lei ad aver creato un mondo parallelo. Il laboratorio era il luogo in cui gli uomini del futuro avevano tenuto i 4400 scomparsi, prima di rimandarli indietro, e tutta quella “messinscena” era una prova per verificare se sia davvero Tom l’uomo col compito di salvare il futuro, affrontando rischi e pericoli che minano anche la sua vita. Quando Tom si sente chiamare dalla collega Diana si rende conto che in realtà sono passati solo pochi secondi, durante l’archiviazione dei dati dei 4400. Curiosamente sul monitor del suo computer c’è proprio Alana, che Tom raggiunge all’uscita del Dipartimento e bacia, entrambi consapevoli di aver rinunciato a condividere quel mondo tranquillo e sereno per affrontare la missione affidata dal futuro.

Musica dell’episodio: You and Me by Lifehouse; Time After Time by Frank Sinatra.

 

2.08 Carrier
Il corriere

Scritto da: Douglas Petrie
Diretto da: Leslie Libman
Prima visione USA: 24 luglio 2005
Prima visione Italia: 16 aprile 2006
Guest starring: Jordan Lasorsa-Simon (Isabelle), Kavan Smith (Agent Garrity), Ingrid Torrance (Lucy), Natasha Gregson Wagner (April Skouris), Richard Kahan (Marco Pacella), Garret Dillahunt (Matthew Ross), Karina Lombard (Alana Mareva), Craig March (Trucker Joe), Sean Devine (Mystery Theorist), Daniel Bacon (Wilson), Jason Benson (Highway Patrolman), Daniella Evangelista (Karen), Mathias Hacker (Janitor), Sage Brocklebank (Fireman), David Purvis (Bio Agent), Julius Chapple (Agent Falcone), Sherilyn Fenn (Jean DeLynn Baker)

Tom e Alana raccontano a Kyle del mondo parallelo in cui era un neurologo, mentre Diana è sempre più decisa a non consegnare il diario della figlia alla NTAC. I due agenti vengono, intanto, sollevati dal caso del killer di Collier, Nina affida loro un nuovo caso che riguarda la strana morte di decine di persone, dovuta a un misterioso virus. In realtà, si tratta di una donna in grado di diffondere un virus letale, un potere che ha acquisito dopo essere ricomparsa coi 4400. Quando la donna, presa dal panico per quello che ha fatto, contatta il 4400 Center, il nuovo addetto alle Pubbliche Relazioni, Matthew Ross, le consiglia di chiamare la NTAC. Il Dipartimento non perde tempo e invia una squadra sulle sue tracce, ma quando la trovano in un motel e si apprestano a portarla via, Jean si agita e sprigiona ancora una volta il mortale virus, che uccide tutti all’istante. La donna decide di togliersi la vita per evitare che succeda ancora, mentre Marco informa Diana e Tom che Jean rilascia il virus quando è particolarmente agitata, triste o impaurita e si lascia prendere dalle emozioni forti. I due agenti trovano poi la Ritornata in una zona della città molto affollata, con l’intenzione di tranquillizzarla e allontanarla dalle persone; ma Jean ha, ormai, in mente di avere il compito di purificare l’umanità attraverso il suo potere. Diana non esita a spararle per fermarla.

Shawn è stanco delle pesanti responsabilità del 4400 Center e vorrebbe allontanarsi per un periodo di riposo, ma Matthew non è d’accordo, anzi lo minaccia di sostituirlo con un altro dei 4400, dotato di una facoltà altrettanto potente. Il ragazzo non si lascia intimidire e decide comunque di allontanarsi dal Centro, finché non interviene Lily, che assunta a lavorare per il Centro da Matthew, convince Shawn a restare e orientare verso scopi benefici i poteri dei 4400, creando una federazione atta allo scopo. Mentre Alana e Tom continuano a frequentarsi e a sentirsi sempre più vicini, Diana prega Marco di aiutarla con la faccenda del diario di Maia e, grazie al collega, ne consegna una copia completamente diversa. April, ormai a conoscenza del potere preconignitivo di Maia, usa le facoltà della bambina per vincere ai gratta e vinci, ma quando Maia le dà un’indicazione sbagliata per una scommessa, facendola perdere di proposito, la ragazza si rende conto del vero affetto che la bambina prova per lei e non se la sente più di continuare a usarla.

Ben altri problemi ha Kyle: in uno dei suoi vuoti e blackout il ragazzo ha un flash in cui ricorda di essere lui il cecchino che ha ucciso Jordan. E come se non bastasse, c’è un testimone che ha visto l’assassino sulla terrazza quel giorno! Da qui a diramare un identikit con i connotati del cecchino, il passo è breve e il viso di Kyle comincia a circolare ovunque…

Musica dell’episodio: Three Wooden Crosses by Randy Travis.

 

2.09 Rebirth
La rinascita

Scritto da: Lisa Melamed
Diretto da: Milan Cheylov
Prima visione USA: 31 luglio 2005
Prima visione Italia: 16 aprile 2006
Guest starring: Kavan Smith (Agent Garrity), Ingrid Torrance (Lucy), Natasha Gregson Wagner (April Skouris), Chilton Crane (Susan Farrell), Garret Dillahunt (Matthew Ross), Jodie Graham (Sebastian Werth), Suzette Meyers (Newscaster), Myfanwy Meilen (Anne Werth), Lovie Eli (Helena), Brandi Alexander (Alma), Kay-Erik Eriksen (Danny Farrell), Mathias Hacker (Janitor), John R. Taylor (Henry), Patricia Drake (Dr. Holdier), Beau Starr (Ben Hunsiker), Luke Askew (Lee Kendall), Michael Jonsson (Cop), Link Baker (Young Lee Kendall), Hill Harper (Edwin Mayuya)

Nina incarica Tom e Diana di seguire il caso di Edwin Mayuya, un infermiere dell’ospedale locale, in grado di agire sugli embrioni malati, debellando così possibili malattie e facendo nascere bambini sani. Anche Matthew Ross, che ormai tira le fila del 4400 Center, ha messo gli occhi sulla storia di Edwin e vorrebbe avere a disposizione il suo potere di 4400 che, combinato con quello di Shawn, potrebbe avere conseguenze sconcertanti. Matthew, inoltre, consiglia a Shawn di riavvicinarsi alla sua famiglia che non vede da tempo, esclusivamente per dare una buona immagine di sé alla stampa. Riluttante in un primo momento perché contrario a questo tipo di pubblicità, Shawn si decide a tornare a casa e va a trovare sua madre Susan.
Nel frattempo, Edwin chiede ai due agenti della NTAC di poter restare nell’anonimato nel corso dell’indagine, se non che Matthew fa in modo che il Tg locale parli della storia del Ritornato e una donna riconosca in Edwin uno dei responsabili del genocidio avvenuto in Rwanda. A quel punto Tom si mostra assolutamente contrario nel continuare a proteggerlo, mentre Diana è fermamente convinta che la cosa migliore da fare sia impedire che la gente arrivi a linciarlo per quello che ha fatto in Africa. In cambio della protezione offerta dalla NTAC, Edwin acconsente a farsi analizzare nel loro laboratorio. Ma la salute di Edwin si sta deteriorando: ogni volta che ripara un cromosoma, danneggia lentamente i suoi. Eppure il ragazzo preferisce continuare a guarire gli embrioni malati come espiazione per ciò che è successo nella sua terra, nonostante le sue condizioni peggiorino costantemente; Diana decide di accompagnarlo al 4400 Center per farlo stare al sicuro.

Quando April, presa dai sensi di colpa per aver sfruttato il potere di Maia a suo favore nelle scommesse di gioco, confessa tutto a Diana, la sorella decide di mandarla via. Nonostante i tentativi di Maia di convincerla a far rimanere la zia con loro, Diana preferisce che April parta, pur andandola a salutare alla stazione degli autobus e, quindi, avendola implicitamente perdonata. Nel frattempo, Danny è sempre più preoccupato per suo cugino Kyle, che continua a comportarsi in modo strano. Il giovane Baldwin gli rivela solo di essersi cacciato in guai seri, senza però raccontargli di cosa si tratta. Shawn, allora, offre il suo appoggio a Kyle e lo invita al 4400 Center. In un primo momento Kyle sembra accettare l’aiuto del cugino, poi però non si presenta al Centro come stabilito, e Shawn continua a cercarlo senza successo al telefono.  Kyle sembra sparito…