Instagram

Steel presenta Generation Kill. Da Nasiriyah a Baghdad

Venerdì 11 Novembre 2011

GENERATION KILL – DA NASIRIYAH A BAGHDAD

“Un resoconto travolgente e adrenalinico della guerra
in Iraq, con uno stile diretto e pungente”. (FINANCIAL TIMES)

Steel (Premium Gallery sul DTT), presenta in partnership con la casa editrice Gremese “Generation Kill. Da Nasiriyah a Baghdad”, secondo volume della serie “Generation Kill”  attraverso le parole di Evan Wright.

Il libro – consigliato da Steel - racconta le esperienze irachene di Wright in qualità di inviato embedded della rivista Rolling Stone affiancato al primo battaglione di ricognizione‎ del corpo dei Marines degli Stati Uniti durante i primi mesi dell'invasione in Iraq nel 2003.
Con un ritmo incalzante, il libro ripercorre le atrocità del conflitto, le bizzarrie dei superiori e la ricerca di un senso di identità e di appartenenza.

Il 12 novembre, ricorrenza dell’attentato di Nasiriyah nel 2003, Steel rende omaggio ai caduti di quel tragico evento proponendo “Nassiryia - Per non dimenticare”, la miniserie televisiva in 2 puntate, diretta da Michele Soavi e interpretata da Raoul Bova e Claudia Pandolfi.

L’appuntamento TV è sabato 12 novembre alle ore 14.15.

Per descrivere una guerra, bisogna averla vissuta.
Questo secondo volume della serie “Generation Kill” racconta la vera storia del primo battaglione esploratori dei Marines – che ha guidato l’offensiva nella guerra lampo in Iraq nella sua fase più complessa e sanguinosa –, dalla liberazione di Nasiriyah fino alla conquista di Baghdad e la conseguente caduta del regime di Saddam Hussein.

Una guerra non lontana, anzi vicinissima all’Italia. Il 12 novembre 2003 verrà per sempre ricordato come il giorno dell’attentato di Nasiriyah. Alle 10:40 (ora locale), le 08:40 in Italia, un camion cisterna pieno di esplosivo scoppia davanti la base MSU (Multinational Specialized Unit) italiana dei Carabinieri, provocando l'esplosione del deposito munizioni della base e la morte di diverse persone – in tutto 28: 19 italiani e 9 iracheni - tra Carabinieri, militari e civili.